www.rotte.info: periodico indipendente d'informazione del paese di Grotte (provincia di Agrigento).

Grotte.info Quotidiano - Maggio 2017

Home

>

Notiziario

>

Maggio 2017

MESSAGGI DAI LETTORI

 

13/05/2017

Poesia. "Il dolce canto", di Liliana Cipolla

 

Festa della mamma

Riceviamo e pubblichiamo.

IL DOLCE CANTO

Assopita dolcemente
su tessuto vellutato
sognavo.

Prati in fiore e soavi canzoni
allietavano il mio  sonno
e una mano gentile
sfiorandomi i tratti
mi rassicurava.

Una forma di calore
attraversava il mio essere,
come raggi di sole
sulla terra fredda
scampata da una notte invernale,
mi rinvigoriva
e semplicemente avvertivo
la vita.

Chi sei o donna
così dolce nello sguardo?
Silente e misteriosa
ti riconosco.

Tu sei per me l'acqua nel deserto,
il cielo sereno in una giornata scura.
Sei la natura,
la perfetta condizione
in una condizione imperfetta.

La notte, dopo un giorno stanco,
il giorno, dopo una notte sveglia.
Le mani protese tra le braccia conserte.
la forza, in un mondo debole,
la pace, in un mondo ostile.
La tua intelligenza mi fa capire
che non sarà mai l'ora di cedere.

                    Liliana Cipolla
                           © Riproduzione riservata.
 

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


12/05/2017

Auguri. A Leonardo Lazzaro, per il suo compleanno

 

Auguri per il compleanno!

Gli auguri per Leonardo Lazzaro, nel giorno del suo compleanno.

"Ogni anno che passa ci ricorda il regalo più bello che la vita ci ha fatto regalandoci Te...
Ed oggi noi ti regaliamo i nostri migliori auguri.
Da papà, mamma e Roberta".
   

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


11/05/2017

Poesia. "Alla mamma", di Gianni Costanza

 

Alla mamma

Riceviamo e pubblichiamo.

ALLA MAMMA

Tu, che sei stata fonte
di vita, di gioia e di conforto,
sui tuoi figli disattenti
il tuo amabile sguardo.

Se il tempo tiranno ha logorato
la tua giovinezza e la tua freschezza,
non potrà mai scalfire il tuo amore
ed il tuo affetto sui tuoi figli,
creature che Dio ha voluto donarti.

Sei e rimarrai una stella,
un faro che illumina con una luce
intensa senza fine
ogni istante della nostra vita.

Solo il  tuo amore
non conosce limiti
negli affetti
per le tue creature.

Neanche per un istante
ti sei arresa alle difficoltà
della vita, consapevole
della tua missione di madre.

Neanche la lontananza
potrà mai cancellare
i tuoi occhi,
i tuoi caldi baci,
le  tue carezze.

Mamma, che non ti stanchi mai
di accogliere e colmare
di infinito amore
ogni istante della nostra vita.

Per sempre, nel nostro cuore,
come in un cofanetto
rimane custodita
una magica parola: mamma.

                    Gianni Costanza
                           © Riproduzione riservata.
 

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


07/05/2017

Poesia. "L'uccello", di Mario Di Napoli

 

Mario Di Napoli - Poesie

Riceviamo e pubblichiamo.

L'UCCELLO

L'uccello non è fatto per stare
chiuso in una gabbia dorata,
ma è nato per volare
libero nell'aria,
nell'azzurro del cielo
e saltellare
tra i rami di un albero in fiore
a festeggiar la nuova primavera
assieme alla compagna.

Forse a te piace
ascoltare il suo canto
e non pensi che quello
sia solamente il pianto
di chi sta in prigione
senza avere commesso reati.

É vero, in quella gabbia
ha sempre vicino
il suo beverino
con l'acqua fresca
cambiata ogni giorno,
appena spunta
il buon mattino.

Ha pure dei semi
dentro una mangiatoia,
ma gli manca la gioia
di andarsela a cercare lui
l'acqua per bere
magari in una vecchia fontana
sporca di lattine,
e il cibo tra le spine acuminate.

E dormire tutte le sere,
la testa sotto un'ala,
nascosto tra le foglie
sotto un cielo stellato
o coperto di nuvole nere.

                    Mario Di Napoli
                           © Riproduzione riservata.
 

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


02/05/2017

Poesia. "Politici visti in TV", di Giorgio Infantino

 

Giorgio Infantino
Giorgio Infantino

Riceviamo e pubblichiamo.

POLITICI VISTI IN TV

È troppo facile
fare cartelli stradali
che indicano
l’esatta direzione.

Ma molti di voi
in quella località
non ci siete
mai stati.

Troppo comodo
parlare di una geografia
dove non si ha
mai messo piede.

Parlare del mare e navigare
sono cose ben diverse.
Così, come parlare del dolore
e soffrire di persona.

Non trasformatevi in macchinette
di risposte belle e fatte
per tutte le difficoltà
e tutti i problemi.

Mentre voi politici
certi problemi e angosce
non li avete vissuti
non vi hanno mai tolto il sonno.

Cercate perciò
di buttar fuori
meno parole inutili
che ci fate più figura.

Non è il fischio
che fa muovere il treno,
non sono le chiacchiere
che aiutano il cittadino.

Quando una sventura
si abbatte sull’altro
non si tratta di consigliare
ma di agire subito insieme.

Basta un poco di bontà.
Non siate indifferenti
ai problemi della gente
travolta dagli eventi.

Critici e economisti,
filosofi e opinionisti,
politici e giornalisti,
litigano tutti in televisione.

Troppe liti e discussioni
non fanno bene agli italiani.
la discordia ha un costo
che finisce per pagare sempre il popolo.

                    Giorgio Infantino (da Wolfsburg - Germania)
                           © Riproduzione riservata.
 

 

         

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook

www.rotte.info

Copyright © 2002-2017