www.rotte.info: periodico indipendente d'informazione del paese di Grotte (provincia di Agrigento).

Grotte.info Quotidiano - Aprile 2017

Home

>

Notiziario

>

Aprile 2017

 

24/04/2017

Sport. Esordio dell'arbitro Alfonso Aquilina in Eccellenza: "É una grande soddisfazione!"

 

Alfonso Aquilina
Alfonso Aquilina

Esordio in Eccellenza, domenica scorsa 23 aprile 2017, del giovane arbitro grottese Alfonso Aquilina, nel derby messinese Milazzo-Torregrotta. Al termine della gara, che si è conclusa con il risultato di 1-0 per la squadra di casa, questo è stato il commento a caldo di Aquilina: "È una grande soddisfazione per me fare l’esordio nella massima categoria regionale. Sono molto emozionato, ma allo stesso tempo sono fiero del percorso fatto quest’anno, consapevole che questo esordio sia soltanto un piccolo step raggiunto e che devo fare ancora molto. Ringrazio il mio presidente di sezione Drago, il presidente regionale Cavarretta e il vicepresidente regionale Salvaggio che mi hanno aiutato fino a questo momento nella crescita arbitrale e umana".
Un giovane arbitro che ha tutte le caratteristiche umane e atletiche per raggiungere le vette della categoria.
  
Redazione
24 aprile 2017.
  
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


24/04/2017

Ricorrenze. Celebrazione provinciale della Festa della Liberazione; domani a Racalmuto

 

Festa della Liberazione
Festa della Liberazione

La Festa provinciale della Liberazione, domani 25 aprile, si terrà a Racalmuto. Alle ore 09.00 sarà celebrata la santa Messa in ricordo dei Caduti, seguita dal corteo organizzato da CGIL, CISL, UIL e ANPI, che giungerà nella Piazza Castello dove si svolgeranno le celebrazioni con la presenza del prefetto Nicola Diomede e delle autorità militari, civili e religiose.
"Abbiamo accolto con onore e gioia la proposta del prefetto dott. Nicola Diomede e del comandante provinciale dei Carabinieri colonnello Mario Mettifogo di ospitare la Festa della Liberazione, la più importante festa civile della nostra Repubblica - ha dichiarato il sindaco di Racalmuto Emilio Messana -. La Resistenza, che culminò nello sciopero generale e nell'insurrezione del 25 aprile 1945 contro i nazifascisti, si alimentò dei valori della libertà, della legalità, dell'uguaglianza, della solidarietà e della partecipazione popolare alla vita democratica del paese. La nostra Costituzione ne è l'espressione più alta: l'Assemblea Costituente fu in massima parte composta da esponenti dei partiti che avevano dato vita al Comitato di Liberazione Nazionale. I valori della democrazia e dell'anti fascismo, che animarono i partigiani, i carabinieri e i militari che sostennero la Resistenza, sono sempre attuali e devono nutrire la nostra coscienza civica e sostenere le nostre istituzioni pubbliche - ha continuato Messana -. Forti della nostra storia dobbiamo affrontare e risolvere le contraddizioni del tempo presente, favorendo la partecipazione popolare alla vita democratica del paese, investendo sui diritti sociali, combattendo ogni forma di estremismo, di terrorismo, ogni forma di illegalità a cominciare da quella mafiosa. La Festa provinciale della Liberazione a Racalmuto significa anche ricordare i nostri concittadini che parteciparono alla Resistenza, i partigiani Luigi Scimè e Luigi Penzillo, quest'ultimo morto a vent'anni "per la libertà" e insignito della medaglia d'oro".
  
Redazione
24 aprile 2017.
  
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


24/04/2017

Attualità. "27 aprile: 80° anniversario della morte di Antonio Gramsci"; di Gaspare Agnello

 

Gaspare Agnello
Gaspare Agnello

Il 27 aprile di quest'anno ricorre l'ottantesimo anniversario della morte di Antonio Gramsci che, a mio avviso è stato uno di più grandi giganti del '900 europeo.
I suoi quaderni e le lettere sono monumenti di grande cultura che non moriranno mai.
Le scuole dovrebbero fare conoscere ai giovani questo uomo politico ma soprattutto letterato che è diventato pedagogista per necessità e che ha interpretato la nostra storia in maniera nuova tant'è che oggi le università americane lo studiano più che in Italia.
Basterebbe leggere gli scritti sugli intellettuali e sul rinascimento per capire quanto grande sia stato Gramsci. Prima con Matteotti e poi con Gramsci inizia il movimento di liberazione dell'Italia dal fascismo per cui il 25 aprile bisogna tenere presenti questi due grandi parlamentari che hanno sacrificato la loro vita per la libertà del popolo italiano.
Mi piacerebbe che in tutte le piazze italiane risuonasse il nome di Gramsci e di Matteotti. Io non so quali iniziative ci sono in corso per il prossimo 27 aprile, però noto un certo silenzio del PD e d'altro canto mi sembra giusto perché il partito di Renzi mi pare che non c'entri nulla con Antonio Gramsci.
Gli amici di “Articolo Uno” avrebbero una buona occasione per ricollegarsi a Gramsci, che certamente in carcere subì una seria trasformazione perché capì quello che stava avvenendo in Russia, capì che fu abbandonato e forse anche tradito dai suoi compagni comunisti. Capì anche che dopo il fascismo non si poteva realizzare il comunismo e che bisognava creare la Costituente come difatti avvenne con il concorso di tutte le forze democratiche.
Per questo fu accusato di essere diventato socialdemocratico e Togliatti mandò a Turi di Bari il fratello di Antonio, Carlo, per vedere se veramente avesse tradito.
Gramsci non tradì ma capì che il comunismo, così come era stato concepito, non poteva attecchire in Italia e con questo gettò le basi di un cambiamento che poi degenerò e portò all'attuale PD che ha al suo attivo l'abolizione dell'articolo 18, la legge Fornero e tante altre leggi che vanno contro la classe operaia.
Noi oggi lo ricordiamo con grande emozione, ricordiamo il carcerato, l'uomo che non conobbe il suo secondo figlio, l'uomo che fu strappato alla sua famiglia, il politico che fu arrestato in barba alla immunità parlamentare, il grande innovatore, il grande letterato.

Additiamolo alle nuove generazioni che sicuramente lo ameranno se lo conosceranno.

  
Gaspare Agnello
24 aprile 2017
© Riproduzione riservata.
  
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


24/04/2017

Chiesa. Avvisi ed appuntamenti della Settimana

 

Chiese di Grotte

Pubblichiamo gli avvisi diffusi al termine delle sante Messe domenicali e gli appuntamenti ecclesiali più rilevanti.
Per agevolarne la consultazione, gli avvisi settimanali sono pubblicati anche nella pagina Chiesa.

Lunedi 24
aprile
- ore 08.45, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 09.00, a san Rocco, santa Messa;
- ore 18.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, solenne concelebrazione con amministrazione della Cresima;
- ore 19.30, in chiesa Madre, incontro di preghiera a cura del Rinnovamento nello Spirito.

Martedi 25
aprile
- ore 08.45, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 09.00, a san Rocco, santa Messa;
- ore 18.00, in chiesa Madre, solenne concelebrazione con amministrazione della Cresima.

Mercoledi 26
aprile
- ore 08.45, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 09.00, a san Rocco, santa Messa;
- ore 18.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, solenne concelebrazione con amministrazione della Cresima.
- ore 19.30, in chiesa Madre, catechesi a cura di padre Giovanni.

Giovedi 27
aprile
- ore 08.45, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 17.00, nella chiesa Madonna delle Grazie, preghiera del santo Rosario a cura del gruppo della medaglia Miracolosa;
- ore 17.30, a san Rocco, santo Rosario, preghiere a santa Rita e santa Messa;
- ore 18.00, in chiesa Madre, santa Messa.

Venerdi 28
aprile
- ore 08.45, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 09.00, a san Rocco, santa Messa;
- ore 18.00, in chiesa Madre, santa Messa.

Sabato 29
aprile
- ore 08.45, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 09.00, a san Rocco, santa Messa;
- ore 18.30, in chiesa Madre, santa Messa prefestiva;
- ore 19.30, all'oratorio di Via Confine (ex Ancelle Riparatrici), incontro dei genitori del 1° e 2° anno di iniziazione cristiana.

Domenica 30
aprile
- ore 08.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 10.00, nella chiesa san Rocco, santa Messa;
- ore 11.00, in chiesa Madre, santa Messa;
- ore 11.30, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 18.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 19.15, in chiesa Madre, santa Messa;
- ore 20.00 a san Francesco, incontro dei genitori dei nuovi cresimati.

AVVISI



Orari delle Sante Messe in vigore dal 26/03/2017:

   Feriali:
   ore 08.45, chiesa Madonna del Carmelo
   ore 18.00, chiesa Madre

   Prefestivi:
   ore 18.30, chiesa Madre
   ore 20.15, chiesa San Francesco (animata dalle comunità neocatecumenali)

   Festivi:
   ore 08.00, chiesa Madonna del Carmelo
   ore 10.00, chiesa San Rocco
   ore 11.00, chiesa Madre
   ore 11.30, chiesa Madonna del Carmelo
   ore 18.00, chiesa Madonna del Carmelo
   ore 19.15, chiesa Madre
 

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


24/04/2017

Politica. "L'intitolazione di due strade ai nostri sacerdoti"; di Leonardo Cutaia

 

Leonardo Cutaia
Leonardo Cutaia

Considerazioni del consigliere comunale Leonardo Cutaia in risposta alla proposta di don Paolo Morreale sull'intitolazione di due strade ai nostri sacerdoti don Vincenzo Tortorici e don Ferdinando Castellino.

*****

"Mi è pervenuta la notifica sul punto riguardante l'intitolazione di due strade ai nostri sacerdoti, che è stato inserito nell'ordine del giorno del prossimo Consiglio comunale dal presidente Serafina Marchetta.
Vorrei sottolineare che, giacché il nostro Comune non è dotato di un regolamento sulla toponomastica, non è necessaria la discussione ed approvazione in Consiglio comunale in quanto la  circolare del Ministero dell'Interno n° 10/1991 precisa che l'intitolazione di una strada, con il nuovo Ordinamento delle Autonomie Locali, non rientra negli atti fondamentali attribuiti alla competenza esclusiva del Consiglio comunale.
Tale mansione spetta esclusivamente alla Giunta comunale, con la conseguente e sospensivamente condizionata all'ottenimento dell'autorizzazione da parte del Prefetto.
Per questo invito don Paolo Morreale ad inviare o a far pervenire la sua proposta firmata direttamente al protocollo del Comune dove seguirà l'iter burocratico con conseguente approvazione/disapprovazione da parte della Giunta comunale.
A parer mio la proposta avanzata da don Paolo è meritevole di consenso, ma ritengo inadeguato l'intervento del Presidente del Consiglio nell'inserirla come punto all'ordine del giorno.
Saluti"
.

 

   

Leonardo Cutaia
Consigliere comunale
 

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


23/04/2017

Chiesa. "Domenica 23 aprile 2017: Festa della Divina Misericordia"; a cura della prof.ssa Graziella Vizzini

 

Festa della Divina Misericordia
Manifesto

Domenica, 23 Aprile 2017, Festa della Divina Misericordia.
Con i Primi Vespri della II Domenica dopo Pasqua, ha inizio la festa della Divina Misericordia, che verrà celebrata solennemente domenica, 23 aprile. Questa festa è legata alla storia di santa Faustina Kowalska, religiosa polacca, vissuta nei primi decenni del 1900; infatti era nata il 25 agosto del 1905, a Glogovic.
Tutti abbiamo bisogno della Divina Misericordia. Il mondo intero ha bisogno della Misericordia, di questa pioggia di grazie che scaturiscono dal Cuore di Cristo Risorto. La festa della divina Misericordia è stata voluta da Nostro Signore.
Il 22 febbraio del 1931 Gesù apparendo a suor Faustina disse queste parole: “Desidero che la prima domenica dopo Pasqua sia la festa della Divina Misericordia. Voglio che l’immagine, che dipingerai col pennello, venga solennemente benedetta nella prima domenica dopo Pasqua; questa domenica deve essere la festa della divina Misericordia” e desiderava che in questo giorno i sacerdoti annunciassero la misericordia alle anime dei peccatori: “Di nulla l’uomo ha bisogno quanto della Divina Misericordia”.
Nel diario di santa Faustina si legge: “L’umanità non troverà pace, finché non si rivolgerà con fiducia alla mia Misericordia”.
Gesù è la Misericordia in persona. Egli è il re di misericordia. I due raggi, uno rosso, l’altro pallido che escono dal costato aperto di Gesù rappresentano il sangue e l’acqua. Questi raggi proteggono le anime.
“La festa della divina misericordia è uscita dalle mie viscere, a conforto del mondo intero”, dice Gesù.
La scelta della prima domenica dopo Pasqua indica lo stretto legame fra il mistero pasquale della Redenzione e la festa della Misericordia. La festa è preceduta dalla recita della novena che ha inizio il Venerdi Santo, seguita dalla recita della coroncina alle tre del pomeriggio, l’ora della misericordia. Ogni giorno vengono presentate un gruppo di anime da immergere nell’abisso della Misericordia di Dio.
Santa Faustina, morta il 5 ottobre del 1938, dopo lunghe sofferenze, a soli 33 anni fu canonizzata il 30 aprile del 2000 da Giovanni Paolo II, oggi san Giovanni Paolo II. Santa Faustina, anima molto privilegiata, segretaria e apostola della divina misericordia, fu il testimonio vivente della misericordia del Signore.
É difficile  trattare in modo esauriente una tematica di così grande spessore, qual è la divina misericordia. Chi volesse approfondire, potrà leggere "Il diario di santa Faustina" e l’Enciclica "Dives in misericordia" di San Giovanni Paolo II.
Auguro a tutti una buona festa della Divina Misericordia
.

 

   

Prof.ssa Graziella Vizzini
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


23/04/2017

Ambiente. Amara sorpresa per gli "ostinati": multe salatissime per abbandono di spazzatura

 

Operazioni di controllo
Controllo

Ieri mattina, sabato 22 aprile, a seguito di un sopralluogo eseguito dalla Polizia Municipale di Grotte nei pressi del cimitero comunale, sono stati rinvenuti otto sacchi di spazzatura del tipo "condominiale". Da vari mesi le due vie che circondano il camposanto erano divenute luoghi nei quali mani ignote, col favore dell'isolamento della zona in cui spesso non si vede "anima viva", depositavano sacchi di spazzatura non differenziata. Nonostante il giorno prefestivo, sul posto sono prontamente intervenuti il sindaco Paolino Fantauzzo, l'assessore all'Ambiente Piero Castronovo, l'Ispettore Capo della P.M. Salvatore Liotta i quali, coadiuvati da un operatore ecologico, hanno provveduto ad effettuare le operazioni di controllo e verifica all'interno dei sacchi al fine di individuare gli autori dell'abbandono. Eseguite le opportune indagini, si è potuto risalire senza ombra di dubbio a due nominativi, a carico dei quali sono stati emessi i verbali di contravvenzione per la somma edittale prevista.
Facendo visita ai cari defunti, c'è chi lascia un lumino, chi dei fiori, chi - come in questo caso - sacchi di spazzatura; un "omaggio" per niente gradito, soprattutto ai vivi. Le operazioni di controllo nei confronti di quei pochi che si ostinano ancora a non voler effettuare la raccolta differenziata dei rifiuti - operazione non facoltativa ma obbligo previsto dalla legge - continuano con costanza da parte della Polizia Municipale; un incoraggiamento verso la quasi totalità dei cittadini civili ed un monito verso i pochi "ostinati" che insistono in maniera poco educata a sporcare vie e piazze del paese.
É il caso di ricordare
l'art. 255 del Codice dell'Ambiente: “1. Fatto salvo quanto disposto dall'articolo 256, comma 2, chiunque, in violazione delle disposizioni di cui agli articoli 192, commi 1 e 2, 226, comma 2, e 231, commi 1 e 2, abbandona o deposita rifiuti ovvero li immette nelle acque superficiali o sotterranee è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da trecento euro a tremila euro. Se l'abbandono riguarda rifiuti pericolosi, la sanzione amministrativa è aumentata fino al doppio”.
  
Carmelo Arnone
23 aprile 2017
© Riproduzione riservata.
  
  
 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


23/04/2017

Attualità. Il Presidente del MCL al Direttore di Avvenire: "La domenica non vale una Messa"

 

Carlo Costalli, Presidente Nazionale del Movimento Cristiano Lavoratori
Carlo Costalli

La lettera del Presidente Nazionale del Movimento Cristiano Lavoratori, Carlo Costalli, al Direttore di Avvenire, Marco Tarquinio, su un recente articolo a firma dello stesso giornalista pubblicato dal quotidiano cattolico.

*****

"Ci lascia veramente perplessi l’apertura di Avvenire al Movimento 5 Stelle, decisa dopo le dichiarazioni di Luigi Di Maio contro il lavoro domenicale. Sia chiaro, la domenica di festa, a maggior ragione se si parla di Pasqua, è un punto fermo nella nostra visione antropologica e non possiamo che essere lieti della convergenza di vedute tra i cattolici italiani e il movimento di protesta guidato da Beppe Grillo.
Ma l’intervista al comico genovese apparsa sulle colonne del quotidiano cattolico e soprattutto i commenti del direttore Tarquinio apparsi sul Corriere della Sera nella stessa giornata hanno fatto sobbalzare sulla sedia molti cattolici, e tra i molti anche noi.
Se è pur vero che la domenica di festa unisce - ma bisogna aver l’accortezza di ricondurla entro una prospettiva di lotta sindacale e non farne invece uno strumento ideologico per la politica politicante - ci sembra temeraria l’affermazione secondo cui “se guardiamo ai grandi temi (dal lavoro alla lotta alla povertà) nei tre quarti dei casi abbiamo la stessa sensibilità” come riporta l’intervista del direttore di Avvenire al Corriere della sera. Anche la spiegazione che viene addotta in punto di statistica - la presenza di molti cattolici all’interno del movimento grillino - ci pare riflettere la superficialità dei tempi che viviamo e non convince chi, come noi, ha affrontato la traversata nel deserto degli anni Settanta, con la scissione dalle Acli, quando “molti cattolici” guardavano con un’analoga speranza al Pci. Anche in quel partito, verrebbe da dire, c’erano molte pecorelle, ma papa Paolo VI - il “papà” di Avvenire - non ebbe mai incertezze nel leggere nei loro occhi uno smarrimento da combattere e non da assecondare, pena vedersi disperdere il gregge.
La scelta di intervistare il leader del Movimento 5 Stelle non sappiamo se è casuale o è dettata dal desiderio di accreditarsi presso un probabile futuro vincitore delle elezioni politiche. Grillo lo sa e usa Avvenire per lisciare il pelo alla Chiesa, dopo averla descritta in passato come una combriccola di furfanti e aver sostenuto l’abolizione dell’otto per mille. Il leader del M5S oggi usa termini cari ai cattolici come "la crisi dei valori" e il "perdono".
Critica Silvio Berlusconi, il suo vero competitor, e lo fa per sintonizzarsi con quel mondo cattolico ruiniano, che si è scontrato con il Cavaliere al punto da immolare il direttore Boffo.
Ci addolora infine, proprio per l'amicizia che proviamo per il giornale e per il suo editore, che Avvenire possa essere usato come cassa di risonanza del pensiero antieuropeista di Grillo e che l'intervista, al di là di una fugace puntualizzazione, abbia permesso al comico di svincolarsi da ogni impegno sui temi etici - “Il Movimento è post-ideologico: non siamo qui a dire cosa è giusto e cosa è sbagliato per e su ogni argomento. Per noi è fondamentale l'autodeterminazione, intesa come la possibilità data ai cittadini di essere cittadini”… - Eh no, caro Direttore Tarquinio, non siamo d’accordo che "se guardiamo ai grandi temi (dal lavoro alla lotta alle povertà), nei tre quarti dei casi abbiamo la stessa sensibilità" dei pentastellati! Neanche che "la sintonia è forte sulla lotta alle povertà e sul valore della partecipazione”, visto che il M5S è da sempre su posizioni a dir poco leghiste quanto ad accoglienza dei migranti.
Capisco che qualcuno si sentisse in dovere di ringraziare l’appoggio ricevuto sulla domenica di festa, ma, ribadisco, la domenica non vale una Messa".
  

 

   

Carlo Costalli
Presidente Nazionale Movimento Cristiano Lavoratori
 

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


22/04/2017

Lettere. "Premiare chi amministra bene e denigrare chi amministra male"; di Gianni Russello

 

Gianni Russello
Gianni Russello

La gogna pubblica o il pubblico elogio per gli amministratori; questa la proposta contenuta nella lettera del sig. Gianni Russello.

*****

"Cari amici grottesi,
ho fatto una riflessione sul nostro piccolo paese. Nell'arco della mia vita ho visto svariate amministrazioni comunali. Se ci fate caso, cari grottesi, queste "Amministrazioni comunali" sono (girando girando) le stesse persone (tanto di cappello) a cui noi grottesi diamo il compito di amministrare.
Il sistema di voto che abbiamo (vedi parentopoli, vedi favoritopoli) dà a noi il diritto di libertà di voto e di scegliere "noi" a chi dare il voto, ma c'è stato tolto da questi nostri amministratori, dai sindaci, dagli assessori e dai consiglieri, che tutto fanno tranne che pensare per il paese; così facendo diventano "parassiti" perché non pagano pegno.
La mia idea è quella di motivare quel poco di "dignità" che hanno tutti quelli che vorranno impegnarsi per amministrare al meglio il paese; che diventi per tutti una "spada di Damocle".
Per dare un segnale ai sindaci "inetti", ad assessori "ballerini" ed a consiglieri "raccattavoti".
L'idea è di premiare chi amministra bene e denigrare chi amministra male (vita natural durante).
All'entrata del nostro Municipio, a destra metteremo le foto grandi del sindaco e della sua amministrazione, ad orgoglio delle loro famiglie, di chi li ha votati e di tutto il paese; se hanno amministrato bene metteremo "bravi".
A sinistra metteremo invece i sindaci, con le loro amministrazioni, che hanno amministrato male; metteremo "vergogna" per mortificare le loro famiglie, chi li ha votati e tutto il paese.
Io direi di iniziare con questa amministrazione, un mese prima di finire la legislatura, con la speranza di motivarli sottoscrivendo con un Sì o con un No.
Distinti saluti"
.

 

    Gianni Russello
 
 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


22/04/2017

Servizi. Lunedi 24 aprile uffici comunali chiusi per disinfestazione e pulizia straordinaria

 

Orari degli uffici comunali.

Il prossimo lunedi 24 aprile rimarranno chiusi gli uffici comunali, nonché la biblioteca e l'asilo nido comunale di Grotte, per la disinfestazione e la pulizia straordinaria dei locali. A stabilirlo è l'ordinanza del sindaco Paolino Fantauzzo, della quale diamo pubblicazione di seguito.

*****

COMUNE DI GROTTE
(Agrigento)

ORDINANZA SINDACALE N° 15 DEL 20/04/2017

OGGETTO: Ordinanza chiusura locali comunali, per il giorno 24 aprile 2017 per disinfestazione e pulizia straordinaria.

IL SINDACO

VISTO il comma 4 dell'art. 54 del D. Lgs. 267/2000, Testo Unico Enti Locali, il quale stabilisce che il Sindaco quale Ufficiale di Governo adotta con atto motivato provvedimenti contingibili e urgenti nel rispetto dei principi generali dell'ordinamento, al fine di prevenire e di eliminare gravi pericoli che minacciano l'incolumità pubblica e la sicurezza urbana;
RAVVISATA la necessità di provvedere alla disinfestazione dei locali comunali adibiti ad uffici, al fine di consentire l'igiene e la salubrità degli stessi, prima dell'inizio della stagione estiva, per la presenza di blatte, insetti, zanzare e striscianti;
CONSIDERATO che periodicamente, necessitano idonei interventi di pulizia straordinaria degli ambienti dove soggiornano dipendenti comunali, amministratori ed utenti;
CONSIDERATO altresì, che in detti locali non viene effettuata da un anno alcuna disinfestazione, il chè di per sé fa presumere che risulti necessaria una nuova azione in tal senso;
RITENUTO necessario nell'ambito della più generale riduzione della spesa pubblica, di adottare provvedimenti tesi al contenimento dei consumi energetici, da perseguirsi particolarmente nei periodi caratterizzati dalla consistente riduzione del personale in servizio e dell'affluenza dell'utente;
RITENUTO che tale intervento di disinfestazione per i locali comunali può essere programmato per il giorno 24 aprile 2017;
DATO ATTO che la disinfestazione e la pulizia dei locali non comporta costi aggiuntivi per l'Amministrazione comunale, in quanto i lavori vengono effettuati in economia con personale proprio;
ACCERTATA la necessità di disporre a tal fine la chiusura temporanea dei sottoelencati locali per la giornata del 24 aprile 2017:
- Uffici comunali siti in Piazza Umberto I;
- Biblioteca comunale e gli annessi locali adibiti ad ufficio di collocamento;
- Asilo Nido comunale;
VISTO il vigente regolamento degli Uffici e dei Servizi;
VISTO il D. Lgs. N.267/2000;
VISTA la L.R. n. 30/2000 e s.m.i.;
VISTO l’O.R.EE.LL.;

ORDINA

- Nella giornata del 24 aprile 2017 la chiusura dei sottoelencati locali e scuole comunali, per effettuare interventi di disinfestazione e pulizia straordinaria, al fine di eliminare inconvenienti di carattere igienico-sanitario:
     - Uffici comunali siti in Piazza Umberto I;
     - Biblioteca comunale e gli annessi locali adibiti ad ufficio di collocamento;
     - Asilo Nido comunale;
- che vengano comunque garantiti i servizi essenziali comunali;

DISPONE

- che il Responsabile di P.O. dell'Area LL.PP. e Manutentiva ponga in essere tutti gli adempimenti necessari e consequenziali relativi alla disinfestazione dei locali sopra menzionati;
- di trasmettere copia della presente al Segretario comunale per la pubblicazione all'albo online e sul sito internet istituzionale dell'Ente, a tutti i Responsabili di P.O. ed al Dirigente Scolastico;
- l'ulteriore comunicazione alla cittadinanza circa le disposizioni della presente ordinanza, mediante avvisi da affiggere alla porta della casa comunale.
    

 

 

 

Il Sindaco
Paolino Fantauzzo
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


22/04/2017

Comune. Convocato il Consiglio comunale per mercoledi 26 aprile alle ore 20.00

 

Aula consiliare "Antonio Lauricella"
Aula consiliare

L'adunanza del prossimo Consiglio comunale, convocato in seduta ordinaria su determinazione della presidente Serafina Marchetta, è stata fissata per mercoledi 26 aprile, alle ore 20.00, nella Sala Consiliare “Antonio Lauricella”.

Verrà discusso il seguente ordine del giorno:

1) Nomina scrutatori, lettura ed approvazione verbali delle sedute precedenti;

2) Mozione Rimborso abbonamenti pendolari;

3) Discussione sull'articolazione orario di lavoro del personale facente parte del Corpo della Polizia Municipale;

4) Atto di indirizzo per intitolazioni strade ai sacerdoti Vincenzo Tortorici e Ferdinando Castellino.

In caso di mancanza del numero legale la seduta sarà sospesa per un'ora e, qualora dopo la sospensione non ci fosse ancora la presenza del numero legale dei Consiglieri, la seduta di seconda convocazione sarà tenuta il giorno successivo, sempre alla stessa ora.
     

Redazione
22 aprile 2017.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


21/04/2017

Scuola. 15° Torneo di pallavolo dell'Istituto Comprensivo "A. Roncalli" di Grotte

 

15° Torneo di pallavolo dell'Istituto Comprensivo "A. Roncalli" di Grotte
Vedi tutte le foto

15° Torneo di pallavolo dell'Istituto Comprensivo "A. Roncalli" di Grotte
Squadra della 1^ A

15° Torneo di pallavolo dell'Istituto Comprensivo "A. Roncalli" di Grotte
Squadra della 2^B

15° Torneo di pallavolo dell'Istituto Comprensivo "A. Roncalli" di Grotte
Squadra della 3^ C

Si sono svolte ieri pomeriggio, giovedi 20 aprile, nella palestra scoperta del plesso "V.E. Orlando" che ospita le classi di scuola secondaria di primo grado dell'Istituto Comprensivo "A. Roncalli" di Grotte, le finali del 15° Torneo scolastico di Pallavolo misto. Organizzatore della manifestazione sportiva, che ha coinvolto tutte le classi di scuola media, il docente di Educazione Motoria prof. Camillo Bennardo. Grande la partecipazione di pubblico alle tre partite finali del Torneo; non solo genitori ed alunni della scuola ma anche molti appassionati di pallavolo.
Al termine delle gare, si sono classificate ai primi posti: la rappresentanza della 1^ A (per le prime classi) premiata dalla prof.ssa Carmela Tirone; la compagine della 2^ B (per le classi seconde) premiata dal prof. Antonio Distefano; la formazione della 3^ C (per le terze) premiata dalla prof.ssa Pasqualina Fantauzzo.
Queste le tre squadre vittoriose in campo (tra titolari e riserve):
- per la 1^ A: Rosario F., Alessio M., Antonino A., Sofia C., Chiara T., Andrea G., Marco S., Michele C., Miriana C., Laura T. e Laura M.;
- per la 2^ B. Nadia Vizzini, Raimondo Cacciatore, Selene Magrì, Martina Ciraolo, Davide La Mendola, Giuseppe Palumbo, Martina Provvidenza, Martina Pillitteri, Shakira Miceli, Giuseppe Zaffuto, Calogero Chiodo e Giuseppe Antonucci;
- per la 3^ C: Luca Alaimo, Calogero Todaro, Dylan Rizzo, Denise Bonsignore, Carla Cutaia, Giulia Cimino, Silvio Zicari, Giulia Costanza, Miriana Cipolla, Mattia Spitaleri e Ivan Iannello.
Piena soddisfazione per la partecipazione e l'agonismo dei giovani atleti è stata espressa dal prof. Bennardo, che ha sottolineato come l'attività sportiva abbia veicolato negli alunni il giusto spirito di squadra. Il vicepreside, prof. Antonio Distefano, si è congratulato con i partecipanti per il comportamento tenuto e la dimostrazione di maturità raggiunta, dimostrata in tutte le fasi del torneo.

  
Carmelo Arnone
21 aprile 2017
© Riproduzione riservata.
  
Pubblichiamo alcune immagini della manifestazione (14 foto di © I. C. Roncalli Grotte).

Torneo di Pallavolo (Foto) Visita l'argomento  
  
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


21/04/2017

Sanità. Protesta dei Sindaci contro il ridimensionamento del servizio 118 presso l'ospedale di Canicatti

 

Servizio 118
Ambulanza 118

Protesta dei Sindaci dei paesi che fanno riferimento al presidio ospedaliero "Barone Lombardo" di Canicatti per l'ipotesi di ridimensionamento del servizio 118. Un recente Decreto dell'Assessorato Regionale alla Salute prevede che sulle ambulanze del 118, in servizio a Canicatti, non sia presente un medico ma solo del personale soccorritore.
Mercoledi scorso, 19 aprile, riuniti in seduta autoconvocata, i Primi Cittadini di nove paesi del comprensorio di Canicatti hanno firmato un documento congiunto, inviato al presidente della Regione, Rosario Crocetta, ed all'assessore regionale alla Sanità, Baldo Gucciardi. Di seguito il testo del documento.

*****

Al Presidente della Regione Siciliana, on Rosario Crocetta
All’Assessore Regionale alla Salute, on. Baldo Gucciardi

Oggetto: Organizzazione SUES 118 - incontro Sindaci del comprensorio afferente il presidio ospedaliero “Barone Lombardo” di Canicatti.

I Sindaci dei Comuni di Canicatti, Ravanusa, Naro, Camastra, Castrofilippo, Campobello di Licata, Racalmuto, Grotte, Delia;

visto il Decreto dell’Assessorato Regionale alla Salute del 31/03/2017 - riorganizzazione della rete ospedaliera ai sensi del DM del 2 aprile 2015, n. 70, riportato nel supplemento ordinario della GURS n. 14 del 14 aprile 2017, che per la riorganizzazione prevede “criteri di densità abitativa, distanze e caratteristiche territoriali”;

considerato che il presidio ospedaliero “Barone Lombardo” di Canicatti assorbe una utenza di oltre 100.000 cittadini, distribuiti su un vasto territorio sprovvisto di adeguate infrastrutture;

considerato, altresì, che gli interventi effettuati dal servizio 118 ammontano ad oltre 2.000 annui;
ritenuto che detto Decreto appare lesivo dell’art. 32 della Costituzione “La tutela sdella salute come fondamentale diritto”;

tutto ciò premesso,

Chiedono alla S.V.

- di rivedere il Decreto di cui in oggetto, nella parte riguardante l’organizzazione del servizio per l’emergenza territoriale del 118, affinché l’ambulanza che presta servizio presso l’ospedale “Barone Lombardo” di Canicatti venga medicalizzata, modificando la tipologia attuale che risulta essere di tipo MSB (Mezzo di Soccorso di base);

- di potenziare i servizi di emergenza e di pronto soccorso del presidio ospedaliero di Canicatti in quanto punto di riferimento medico dell’hinterland.

Gli Scriventi auspicano un immediato incontro con la S.V. sul tema in oggetto.
Certi di un positivo riscontro alla presente, porgono distinti saluti.

Canicatti, 19 aprile 2017

 
    Il Sindaco di Canicatti, Ettore Di Ventura
Il Sindaco di Ravanusa, Carmelo D’Angelo
Il Sindaco di Naro, Calogero Cremona
Il Sindaco di Camastra, Angelo Cascià
Il Sindaco di Castrofilippo, Calogero Sferrazza
Il Sindaco di Campobello di Licata, Giovanni Picone
Il Sindaco di Racalmuto, Emilio Messana
Il Sindaco di Grotte, Paolo Fantauzzo
Il Sindaco di Delia, Gianfilippo Bancheri
 
 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


21/04/2017

Commiato. In memoria di Gianni Santagàti, docente, architetto e pittore

 

Gianni Santagati
Gianni Santagati

É scomparso ieri, all'età di 65 anni, Gianni Santagàti, docente, architetto e pittore. Nato a Mazzarino il 4 luglio 1951, ha vissuto ed operato a Caltanissetta, insegnando Discipline Geometriche, Architettoniche e Arredamento - Progettazione di Disegno Industriale al liceo artistico "Filippo Juvara" di San Cataldo (CL). Dal 1967 si era interessato alla pittura, partecipando a diverse attività artistiche, mostre collettive, personali e concorsi. Una delle sue più recenti personali di pittura dal titolo "Cras Jazz" è stata accolta a Grotte, nell'ambito delle iniziative organizzate dalla Proloco "Herbessus", dal 15 al 19 dicembre 2015.
Sospesa tra astrattismo e forma, la ricerca di Gianni Santagàti si è sviluppata secondo un processo nel quale volumi e piani si alternano in un susseguirsi di equilibri che si conformano nelle composizioni. L'artista lascia una ricca collezione di creazioni pittoriche; sono opera sua
 il teatro comunale e la nuova scuola media di Mazzarino (CL).
Nell'apprendere la triste notizia, ha manifestato profondo dolore il presidente della Proloco "Herbessus" di Grotte Filippo Vitello, amico e grande estimatore dello scomparso pittore
.
  
Redazione
19 aprile 2017
  
 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


21/04/2017

Iniziative. "Passo e... spasso!", la "Passeggiata della Salute"; percorso di venerdi 21 aprile

 

Passo e... Spasso!

Appuntamento settimanale del venerdi con "Passo e... spasso!", la passeggiata "della salute".

Questo sarà il programma ed il nuovo percorso di oggi, venerdi
21 aprile:
ore 20.15 raduno in piazza mercato (Piazza A. Magnani);
ore 20.30 partenza

Via Carnevale, Via Machiavelli, Via Mercurio, Via Meli, Via Nievo, Via San Giovanni, Via Lincoln, Via Diogene, Via Colombo, Via Cassino, Via Acquanova, Via Santa Venera, Via Madonna delle Grazie, Via San Giovanni, Via Rossini, Via Orsini, Via Sole, Via Calatafimi, Via Fratelli Bandiera, Viale Pertini, Via Giubileo de 2000, Via Italia, Via Maroncelli, Via Padre Vinti, Via Gen. Dalla Chiesa, Via Di Vittorio, Via San Giovanni Bosco, Via Santo Stefano, Viale della Vittoria, Via Roma ,Via Arno, arrivo Piazza Magnani.

Per partecipare, del tutto gratuitamente, basta calzare comode scarpe ed avere un pizzico di buona volontà. Non si tratta di una corsa ma di una vera e propria passeggiata lungo un percorso per nulla difficoltoso.
 

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


19/04/2017

Pasqua 2017. Mostra di arti grafiche "Finestra sull'arte", a cura della Proloco Herbessus

 

Mostra di arti grafiche "Finestra sull'arte", a cura della Proloco Herbessus
Vedi le foto

Da martedi 11 a domenica 16 aprile è rimasta in esposizione, presso il Palazzo municipale di Grotte, la mostra di arti grafiche "Finestra sull'arte", organizzata dalla Proloco Herbessus, con il patrocinio dell'Assessorato Regionale al Turismo, Sport e Spettacolo e dell'Assessorato Regionale alla Cultura, in collaborazione con il Comune di Grotte e l'Associazione "Humus". In visione al pubblico opere di Filippo Baldo (pittura), Diego Infantino (immagini a contrasto), Patrizia Mangione (fotografia) e Giuseppe Salvaggio (pittura). Per l'inaugurazione sono intervenuti: il sindaco Paolino Fantauzzo, il presidente della Proloco Herbessus Filippo Vitello, Gaspare Agnello, Lillo Alaimo Di Loro, la Scuola di Danza "Pas de Danse" di Antonella Paradiso, la M^ Vincenza Todaro (chitarra) e la M^ Giusy Tumminaro (Flauto).

*****

La città di Grotte ancora una volta si fa museo di se stessa, aprendo una “Finestra sull’Arte”, nella Settimana Santa, molto sentita in questo luogo, anche perché qui si svolge da parecchi anni una delle più belle rievocazioni storiche della Passione e Resurrezione di Gesù Cristo.
Quest’anno presso la corte del Palazzo Comunale, pittura e fotografia arricchiscono il messaggio della fede, diversi artisti espongono le loro opere, ma con un respiro più ampio, che va oltre la rappresentazione delle giornate della passione, a dimostrazione che nella vita, morte e risurrezione, simbolicamente, non devono essere relegati solo al periodo pasquale.
Infatti il periodo in cui si svolge questa manifestazione artistica si inserisce nell’attraversamento delle stagioni, l’inverno e la primavera, appunto il risveglio della natura, la rinascita della vita.
Gli artisti appartenenti a questa città trasportano nelle loro opere l’humus culturale della loro terra, i valori con cui sono cresciuti, le tradizioni locali che hanno vissuto, esprimendosi ciascuno con il proprio dono.
Da autoctoni, ci raccontano la loro vita, il loro paese, la loro Pasqua.
Chi meglio di loro può scrivere queste nuove pagine dell’arte grottese?

  
Carmelo Capraro
19 aprile 2017
© Riproduzione riservata.
  
Pubblichiamo alcune immagini della manifestazione (36 foto di © Carmelo Capraro).

"Finestra sull'Arte": inaugurazione (Foto) Visita l'argomento
  

Finestra sull'arte
Manifesto

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


18/04/2017

Pasqua 2017. Domenica di Pasqua: rientro delle statue in chiesa Madre

 

Domenica di Pasqua: rientro delle statue in chiesa Madre
Domenica di Pasqua

Il lungo ciclo di rappresentazioni tradizionali della Settimana Santa grottese si conclude a mezzogiorno di Pasqua con "L'Incontro". La Madonna e Gesù Risorto (rappresentati dai rispettivi simulacri, portati a spalla e preceduti dai gonfaloni), si incontrano nel centro di Piazza Marconi.
Per tre volte si incrociano, in corsa, i gonfaloni; al terzo incontro l'alfiere del Risorto va verso la Madonna e quello della Madre si porta verso il Figlio. Quando, finalmente, avviene l'incontro finale, cade il velo nero che copre la Madonna e i due simulacri affiancati, accompagnati dalle note festose delle due bande musicali cittadine, vengono portati in processione che si conclude con il rientro in chiesa Madre. Pubblichiamo il video del rientro delle statue.
  
Redazione
18 aprile 2017
  

 

 

Guarda il video con
Internet Explorer, Firefox, Opera:

Guarda il video con
Iphone, Ipad, Mac, smartphone Android, Chrome:
   

 
  Domenica di Pasqua (Video) Visita l'argomento
  
Domenica di Pasqua (Video) Visita l'argomento
  
 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


18/04/2017

Lettere. "Per la 'Ntinna, ho deciso io di sciogliere il laccio"; di Fabrizio Lazzaro

 

Fabrizio Lazzaro
Fabrizio Lazzaro

Nel pomeriggio della scorsa domenica di Pasqua, in Piazza Marconi, è stata realizzata la 'Ntinna (albero della cuccagna)". Rispetto alle passate edizioni, lo svolgimento della manifestazione è durato pochi minuti; persone non regolarmente iscritte alla gara hanno cercato di salire sul palo e sono state fermate dall'organizzazione. Ne è seguita un'animata discussione che stava degenerando, pertanto il responsabile dell'organizzazione ha deciso di interrompere la manifestazione sciogliendo il laccio e facendo cadere i premi. Di seguito la nota ufficiale che ci ha fatto pervenire.

*****

"Gentile Direttore,
le scrivo perché voglio precisare ciò che successo domenica per la ‘ntinna.
É giusto e doveroso perché l'organizzatore ero io.
Le iscrizioni si erano chiuse il Giovedi Santo, e le squadre che stavano gareggiando erano quelle regolarmente iscritte.
Quando altri elementi hanno cercato di creare scompiglio, visto che la situazione stava degenerando, ho deciso io, Lazzaro Fabrizio - e ribadisco io stesso -, di sciogliere il laccio del premio.
Ritengo necessario precisare questo affinché nessuno possa attribuire questa scelta all'Amministrazione, che anzi ringrazio per aver voluto consentire la realizzazione della manifestazione anche quest'anno".
  

'Ntinna: albero della cuccagna
'Ntinna

   

Fabrizio Lazzaro
(Responsabile Associazione dei Tamburinari)
 

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


18/04/2017

Chiesa. Avvisi ed appuntamenti della Settimana

 

Chiese di Grotte

Pubblichiamo gli avvisi diffusi al termine delle sante Messe domenicali e gli appuntamenti ecclesiali più rilevanti.
Per agevolarne la consultazione, gli avvisi settimanali sono pubblicati anche nella pagina Chiesa.

Martedi 18
aprile
- ore 08.45, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 17.00, a san Rocco, santa Messa;
- ore 18.00, in chiesa Madre, santa Messa.

Mercoledi 19
aprile
- ore 08.45, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 17.00, a san Rocco, santa Messa;
- ore 18.00, in chiesa Madre, santa Messa;
- ore 19.30, in chiesa Madre, catechesi a cura di padre Giovanni.

Giovedi 20
aprile
- ore 08.45, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 18.00, in chiesa Madre, santa Messa;
- ore 17.30, a san Rocco, santo Rosario, preghiere a santa Rita e santa Messa.

Venerdi 21
aprile
- ore 08.45, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 09.00, a san Rocco, santa Messa;
- ore 18.00, in chiesa Madre, santa Messa.

Sabato 22
aprile
- ore 08.30, nella chiesa Madonna del Carmelo, ritiro dei cresimandi;
- ore 08.45, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 09.00, a san Rocco, santa Messa;
- ore 18.30, in chiesa Madre, santa Messa prefestiva.

Domenica 23
aprile
- ore 08.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 10.00, nella chiesa san Rocco, santa Messa;
- ore 11.00, in chiesa Madre, santa Messa;
- ore 11.30, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 18.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 19.15, in chiesa Madre, santa Messa.

AVVISI



Orari delle Sante Messe in vigore dal 26/03/2017:

   Feriali:
   ore 08.45, chiesa Madonna del Carmelo
   ore 18.00, chiesa Madre

   Prefestivi:
   ore 18.30, chiesa Madre
   ore 20.15, chiesa San Francesco (animata dalle comunità neocatecumenali)

   Festivi:
   ore 08.00, chiesa Madonna del Carmelo
   ore 10.00, chiesa San Rocco
   ore 11.00, chiesa Madre
   ore 11.30, chiesa Madonna del Carmelo
   ore 18.00, chiesa Madonna del Carmelo
   ore 19.15, chiesa Madre
 

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


16/04/2017

Pasqua 2017. Conferimento del Premio Speciale "Antonio Burgio" edizione 2017

 

Conferimento del Premio Speciale "Antonio Burgio" edizione 2016

Enzo Greco
Enzo Greco

Durante lo spettacolo musicale che concluderà le festività pasquali, questa sera domenica 16 aprile in Piazza Marconi, sarà conferito, come di consueto, anche quest'anno il Premio Speciale "Antonio Burgio" edizione 2017.
Il riconoscimento è promosso dall'azienda Gresal e viene assegnato a colui o colei che, avendo interpretato una delle parti delle "recite" nell'anno precedente, a giudizio insindacabile della commissione è stato riconosciuto come miglior attore o miglior attrice. In diretta durante la serata sarà proclamato vincitore il miglior interprete delle "recite" nell'anno 2016, individuato dalla giuria dopo un'ardua scelta, nella persona di Salvatore Infantino che nell'edizione della Pasqua dello scorso anno ha interpretato la parte di Giuda; Salvatore verrà chiamato a salire sul palcoscenico per ritirare la targa che verrà consegnata da Enzo Greco. Il Premio è stato istituito per onorare la memoria di un giovane concittadino, Antonio Burgio, prematuramente scomparso, grande innamorato delle tradizioni pasquali grottesi in genere e delle "recite" di Pasqua in particolare.

Redazione
16 aprile 2017
© Riproduzione riservata.
 

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


15/04/2017

Pasqua 2017. Venerdi Santo: processo, flagellazione, Via Crucis "li caduti" e crocifissione di Gesù

 

Processo a Gesù
Processo

La Crocifissione
Crocifissione

Tra le rappresentazioni più drammatiche delle "recite" della Pasqua di Grotte - a cura dell'Associazione "Gruppo dei Giudei - Andrea Infantino" - vi sono quelle della mattina del Venerdi Santo.
Sul palco allestito in Piazza Marconi va in scena il Processo a Gesù; l'azione scenica coinvolge man mano tutta la piazza, quando il centurione scende tra la folla per andare a prelevare il Cristo, ed anche quando l'Uomo dei dolori, condotto dalle guardie del tempio, viene flagellato su un piccolo palco installato accanto all'ingresso della chiesa Madre, e termina con la celebre scelta tra Gesù e Barabba.
Ma sono ancora la piazza e la folla dei grottesi le protagoniste indiscusse delle "cadute" (tradizionale rappresentazione della Via Crucis); lungo il Corso Garibaldi - dalla chiesa del Purgatorio all'ingresso del Calvario - Gesù viene spinto a nerbate, carico della croce, verso il luogo dell'estremo supplizio. Nel suo incerto incedere, per tre volte cade rovinosamente a terra; queste divengono occasioni di confronto tra le pie donne ed i discepoli, da una parte, ed i carnefici, dall'altra.
Infine, caricata la croce sulle spalle del silente cireneo, si affronta l'ardua salita verso il calvario, alla cui cima vi è una piccola cappella. La grande croce metallica installata sull'edificio sacro è l'ultimo luogo che accoglie il simulacro del Cristo morto; sono i sacerdoti grottesi a fissare i chiodi nelle mani e la corona di spine sul capo della statua.
Pubblichiamo i video del Processo, delle "Cadute" (in due parti) e della Crocifissione.
  
Carmelo Arnone
15 aprile 2017
© Riproduzione riservata.
  
  

Via Crucis - Li Caduti 1^ parte
Li Caduti - 1^ parte

Via Crucis - Li Caduti 2^ parte
Li Caduti - 2^ parte

 

Guarda il video con
Internet Explorer, Firefox, Opera:

Guarda il video con
Iphone, Ipad, Mac, smartphone Android, Chrome:
   

 
  Processo a Gesù (Video) Visita l'argomento
  
Processo a Gesù (Video) Visita l'argomento
  
 
  Li Caduti - 1^ parte (Video) Visita l'argomento
  
Li Caduti - 1^ parte (Video) Visita l'argomento
  
 
  Li Caduti - 2^ parte (Video) Visita l'argomento
  
Li Caduti - 2^ parte (Video) Visita l'argomento
  
 
  La Crocifissione (Video) Visita l'argomento
  
La Crocifissione (Video) Visita l'argomento
  
 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


12/04/2017

Pasqua 2017. Silvia Mezzanotte, cabaret e fuochi d'artificio per lo spettacolo della domenica di Pasqua

 

Silvia Mezzanotte per lo spettacolo della domenica di Pasqua a Grotte
Manifesto

Fuochi d'artificio per la Pasqua di Grotte
Fuochi d'artificio

Lo spettacolo serale della domenica di Pasqua, che concluderà le manifestazioni della Settimana Santa grottese, avrà come protagonista d'eccezione la cantante Silvia Mezzanotte. Voce dei Matia Bazar dal 1999, con il gruppo vince nel 2002 il Festival di Sanremo portando il brano "Messaggio d’amore". Nel 2007 è ospite fissa di Massimo Ranieri nello show televisivo su Rai 1 "Tutte donne tranne me". Nel 2016 l'artista riprende la sua carriera da solista, con i concerti in teatro e intraprende una nuova attività di scouting e coaching. Dal 16 settembre 2016 è uno dei 12 protagonisti di "Tale e quale show", trasmissione Rai presentata da Carlo Conti. Attualmente Silvia Mezzanotte porta in scena nelle piazze italiane le grandi voci della musica nazionale ed internazionale, da Mina a Mia Martini, da Giuni Russo ad Alice, rivisitando in chiave pop/rock anche grandi classici di Nina Simone, Gloria Gaynor, Ornella Vanoni, Noa e molte altre.
Sul palco allestito in Piazza Marconi, domenica prossima si esibirà anche il duo di cabaret formato dal comico Carmelo Caccamo (in arte "la Signora Santina") e dal presentatore Cristiano Di Stefano, affiatati artisti presenti nel palinsesto del programma "Insieme" in onda sulle frequenze dell'emittente Antenna Sicilia.
Per concludere il ciclo di manifestazioni pasquali, intorno alle ore 24.00 in Piazza Anna Magnani (piazza mercato), il cielo si riempirà delle luci e dei colori che formeranno lo spettacolo pirotecnico proposto dalla ditta Zio Piro.

  
Carmelo Arnone
12 aprile 2017
© Riproduzione riservata.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


12/04/2017

Toponomastica. "L'arciprete Tortorici e padre Castellino sono due nobili figure"; di Rosellina Marchetta

 

L'arciprete Tortorici e padre Castellino
Padre Castellino e Padre Tortorici


Serafina "Rosellina" Marchetta
Rosellina Marchetta

Sarà portata in Consiglio comunale la proposta d'intitolare due vie cittadine ai compianti sacerdoti padre Vincenzo Tortorici e padre Ferdinando Castellino. L'idea, avanzata dal giovane confratello grottese don Paolo Morreale, è stata accolta dalla Presidente del Consiglio comunale, Rosellina (Serafina) Marchetta, che si è impegnata ad inserirla nell'ordine del giorno della prossima seduta del Consiglio. Di seguito la lettera della Presidente in risposta alla proposta di don Paolo.

*****

"Caro don Paolo,
ritengo giusta l’intitolazione di una strada a padre Vincenzo Tortorici e a padre Ferdinando Castellino, due sacerdoti che hanno dato tanto alla comunità grottese, soprattutto in momenti  difficili della vita cittadina.
Per più di mezzo secolo hanno rappresentato una guida spirituale e solidale, esempio straordinario di guida religiosa per la comunità di Grotte. Impegnati a dare sempre conforto ai più deboli e ai meno abbienti.
Sicuramente hanno rappresentato un modello di vita cristiana da imitare per tanti giovani e per tutta la comunità cristiana di Grotte.
Padre Tortorici e padre Castellino hanno messo in evidenza, con il loro costante impegno evangelico, l’alto significato cristiano. L’intitolazione di una via servirebbe a fare restare vivo il ricordo di religiosi che si sono spesi per il bene dell’uomo, della famiglia e di una comunità. É utile ricordare che una comunità  ha bisogno di lasciare a futura memoria esempi positivi per continuare a prestare fede e vivere in  armonia.
Non posso dimenticare il loro impegno religioso ma anche sociale, improntato al superamento di ogni divisione e di ogni steccato. Entrambi sono stati amici di tutti i grottesi, per ciascuno dei quali hanno avuto sempre parole di affetto e di conforto. Ma oltre ad avere questo rapporto di cordialità, amavano questo paese con tutto la loro vitalità. Ci sono ricordi indelebili nella nostra memoria, anche se è passato un po’ di tempo dalla loro scomparsa terrena.
L’arciprete Tortorici e padre Castellino  riescono ancora oggi a suscitare emozioni nei cuori di chi li ha conosciuti, per la loro dolcezza, mitezza, semplicità, scrupolosità e lo spirito di servizio verso il prossimo. Entrambi si sono distinti per il concetto di umana solidarietà e perché hanno dedicato la loro vita all’impegno cristiano fino alla morte terrena.
Sempre pronti a dare una mano ai sofferenti e ai poveri con molta riservatezza per curare la dignità delle persone in difficoltà.
L’intitolazione della strada serve oltre al riconoscimento delle persone che si sono distinte con il loro impegno per il bene del prossimo, anche per dare un esempio alle future generazioni.
L’arciprete Tortorici e padre Castellino sono due nobili figure di sacerdote che con la loro vita ci indicano lo spirito di servizio nei confronti del prossimo.
L’intitolazione di due strade deve servire per educare i giovani al valore della vita, della solidarietà e all’impegno quotidiano per raggiungere il bene comune.
Queste vie saranno come una radio che trasmetterà un impulso per ricordare agli uomini come si possa vivere mettendo la propria vita completamente a disposizione degli altri. “Ama il prossimo tuo come te stesso” sicuramente è stato un principio cristiano che ha guidato sobriamente i nostri sacerdoti.
Il mio impegno per potere realizzare questa iniziativa sarà di portare nel prossimo Consiglio comunale questo punto all’Ordine del Giorno".

Grotte, 11 aprile 2017

 

   

Il Presidente del Consiglio comunale
Serafina Marchetta
 

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


11/04/2017

Viabilità. Regolazione del traffico durante la Settimana Santa 2017

 

Polizia Municipale

Per consentire lo svolgimento di tutte le manifestazioni tradizionali e religiose che caratterizzano la Settimana Santa a Grotte, è stata emessa una ordinanza al fine di regolare la circolazione nelle vie interessate dalle manifestazioni.

*****

COMUNE DI GROTTE
(Agrigento)

ORDINANZA N° 14 DEL 07/04/2017

Oggetto: Chiusura transito veicolare per la realizzazione della manifestazione della "Pasqua 2017".

IL RESPONSABILE DI P.O. N. 1

VISTO il programma delle manifestazioni "Pasqua 2017", con il quale si comunica che dal 9 a 16 aprile 2017 avranno luogo una serie di manifestazioni che interesseranno alcune vie del centro urbano in occasione della Settimana Santa;
CONSIDERATO che per il normale svolgimento della manifestazione si rende necessario inibire alcune vie al traffico veicolare, nonché alla sosta;
VISTO l’art. 7 del D.L. 30.04.1992, n° 285 “Nuovo Codice della Strada”;
VISTO il D.P.R. 16.12.1992, n° 495 “Regolamento d’esecuzione e di attuazione del Nuovo Codice della Strada”;
VISTO il D.Lgs 18 agosto 2000, n° 267;

ORDINA

1) Domenica 9 aprile p.v. dalle ore 09.00 alle 14.00 e dalle ore 18.00 alle ore 24.00, è istituito il divieto di transito e di sosta con rimozione per tutti i veicoli in Piazza Marconi e dalla Via Duca D'Aosta al Corso Garibaldi (tratto di strada dalla Via Roma fino all'angolo della Via Confine);
2) Giovedi 13 aprile c.a. dalle ore 18.00 alle ore 24.00 o a fine processione, è istituito il divieto di transito e il divieto di sosta con rimozione per tutti i veicoli in Piazza Marconi e Corso Garibaldi, tratto compreso tra Via Roma e Via Elena di Montenegro;
3) Venerdi 14 aprile c.a. dalle ore 10.00 alle ore 14.00, è istituito il divieto di transito e il divieto di sosta con rimozione forzata per tutti i veicoli, così come da segnaletica stradale all'uopo installata, in Piazza Marconi e Corso Garibaldi, e dalle ore 17.00 alle ore 24.00 o a fine processione, in Piazza Marconi, Corso Garibaldi, Viale della Vittoria, Via Meli, Via Roma, Via Orsini, via Washington, Via Dante, Via Calatafimi e Via Archimede;
4) Domenica 16 aprile c.a. dalle ore 09.00 alle ore 14.00 e dalle ore 16.00 alle ore 24.00 o a fine manifestazione, è istituito il divieto di transito e il divieto di sosta con rimozione forzata per tutti i veicoli, così come da segnaletica stradale all'uopo installata, in Piazza Marconi e Corso Garibaldi - tratto compreso tra Via Roma e Via Elena di Montenegro -, Via Meli e Via Nievo;
5) Domenica 16 aprile c.a. dalle ore 18.00 alle ore 24.00 o a fine dello spettacolo pirotecnico, sono istituiti il divieto di transito e il divieto di sosta con rimozione per tutti i veicoli in Piazza Magnani, Via Mattarella - tratto compreso tra Via Europa e Via Volta - così come da segnaletica all'uopo installata.

Tutti gli Ufficiali e gli Agenti di cui all’art. 12 del Nuovo Codice della Strada sono incaricati alla esecuzione della presente.
L'U.T.C. è incaricato della dislocazione della segnaletica stradale e delle transenne su indicazione del Corpo di Polizia Municipale.

Dalla Residenza Municipale lì, 07 aprile 2017

Comune di Grotte

   

Il Responsabile di P.O. n. 1
Isp. Capo Salvatore Liotta

 

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


11/04/2017

Pasqua 2017. La nostra festa sul Giornale di Sicilia, con una foto di Giuseppe Messina

 

La nostra festa sul Giornale di Sicilia
Foto sul GdS

Tra le migliaia di immagini sulle manifestazioni pasquali che in questi giorni inondano la rete, il Giornale di Sicilia (redazione di Agrigento) ha selezionato quella che ha ritenuto più significativa, a corredo di un articolo di Paolo Picone. Il giornalista, nel pezzo dal titolo "Primi riti verso la Pasqua" pubblicato ieri, ha illustrato l'attività del Cardinale Montenegro e il programma delle confraternite agrigentine. Gran parte della pagina era occupata proprio dalla foto che descrive l'ingresso di Gesù a Gerusalemme, la prima delle "recite" grottesi realizzate dall’Associazione "Gruppo dei Giudei - Andrea Infantino". L'autore dello scatto è Giuseppe Messina che, alla richiesta della redazione del quotidiano siciliano, ha acconsentito volentieri all'utilizzo della sua foto; un modo per "promuovere" ancor di più la "Pasqua di Grotte". L'autore è stato correttamente citato: "(Foto Giuseppe Messina)". A beneficio dei lettori pubblichiamo l'immagine riportata dal GdS (a sinistra) e la foto originale (a destra), con i nostri complimenti a Giuseppe.
  
Carmelo Arnone
11 aprile 2017
© Riproduzione riservata.
  

Foto di Giuseppe Messina
Originale

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


10/04/2017

Pasqua 2017. Le nuove vesti dei Giudei; Simona Agnello: "Non potrei essere più felice di così"

 

Le nuove vesti dei Giudei
Nuove vesti


Foto di gruppo

Non nasconde la sua soddisfazione, e ne ha ben motivo. "E alla fine è arrivato il momento! Dopo mesi di lavoro, siamo riusciti a farcela davvero" scrive Simona Agnello, giovane creatrice di moda che ha disegnato e realizzato i nuovi vestiti delle "Guardie del Tempio" (i cosiddetti "giudei") delle tradizionali recite della Pasqua di Grotte. "Per me è tutto incredibile. Li guardo e ancora non riesco a crederci! Ho sempre amato e difeso la nostra Festa, ma mai avrei sperato di avere l'onore di farne parte", continua Simona, esternando il suo entusiasmo per il successo ottenuto dai suoi costumi.
Gli abiti dei "giudei", realizzati dopo un'accurata ricerca su forme, colori e materiali, restituiscono ai personaggi la verità storica rimasta sottaciuta per decenni; infatti sino alla scorsa edizione delle "recite" sia i soldati dell'imperatore (romani) che le Guardie del Tempio (giudei) indossavano gli stessi costumi, confondendo visivamente i ruoli (tutti i personaggi venivano definiti collettivamente "giudei"). A ragione la stilista grottese afferma: "Adesso questo nostro lavoro resterà nella storia del paese, ed io non potrei essere più felice di così"; un lavoro, il cui successo condivide con chi si è adoperato con lei nelle operazioni di disegno, taglio, cucitura, confezionamento: "Calogero Vella, compagno insostituibile in questa impresa, guida e ancora di salvezza, grazie! Gabriele Russello, appassionato e sempre a nostra disposizione, Antonio Girgenti, Luca Russello, Luisa Cimino, Antonio Villardita, Antonio Salvaggio siete stati essenziali! Grazie per tutto l'aiuto e il tempo che ci avete dedicato". Il pensiero conclusivo di Simona è per l’Associazione "Gruppo dei Giudei - Andrea Infantino", nella persona di Alessandro Sanfilippo: "Mille volte grazie per aver scelto me".
In realtà sono gli appassionati della Festa di Pasqua grottese a dover ringraziare Simona Agnello, e tutti coloro che hanno collaborato con lei, per questo speciale "dono" che arricchisce la più sentita ed antica festa del paese; "uno spettacolo da vedere, un'esperienza da vivere".
(Nelle immagini a lato - di S. Agnello e C. Vella -: i nuovi costumi dei giudei e foto di gruppo con Calogero Vella, Alessandro Sanfilippo e Simona Agnello).

  
Carmelo Arnone
10 aprile 2017
© Riproduzione riservata.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


10/04/2017

Porto Empedocle. Musical "Via Crucis: noi abbiamo visto"; con don Dario Morreale

 

Musical "Via Crucis: noi abbiamo visto"
Video promo

Ieri sera 9 aprile, Domenica delle Palme, nella Chiesa Madre di Porto Empedocle, l'Unità Pastorale "Chiesa Madre e Santa Croce" ha presentato il musical "Via Crucis: noi abbiamo visto" (vedi il promo).
 Non la tradizionale Via Crucis. Protagonisti delle quindici stazioni sono stati i personaggi che hanno visto Gesù lungo la "via della croce", personaggi in cui quell'incontro ha lasciato un segno indelebile. Questi mostreranno quel segno e mostreranno come la loro umanità appartiene all'universalità dell'uomo in ogni tempo e in ogni luogo. Sulla stessa scena si sono trovati l'antico e il nuovo, la realtà storica e quella attuale, in un mix capace di suscitare grandi emozioni.
 Un modo originale per entrare nel vivo della Settimana Santa. Con un cast di circa novanta persone, tra cui i due parroci don Leopoldo Argento e don Dario Morreale, la sinergia delle due comunità ha portato in scena la Via Crucis spostando il punto di vista e dando voce ai sentimenti di quelle persone che dal passato sembrano urlare "noi abbiamo visto".

  
Redazione
10 aprile 2017.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


10/04/2017

Pasqua 2017. "Commiato tra Gesù e la Madre"; recita in Piazza Marconi

 

Commiato tra Gesù e la Madre
L'Addio

La seconda, in ordine di rappresentazione, delle tradizionali "recite" della Settimana Santa grottese è il "Commiato tra Gesù e Maria". Sono solo tre i personaggi in scena. Dopo un primo accorato dialogo tra il Figlio e sua Madre, tra i singhiozzi sconsolati della Donna, Gesù si congeda. Entra Maddalena e, appresa la ragione del pianto di Maria, ne condivide il dolore.
Dapprima proposto nella sera del Mercoledi Santo, dal 2015 il "Commiato" viene rappresentato la sera della Domenica delle Palme, per consentirne la visione ad un pubblico più vasto.
Ieri sera, domenica 9 aprile, sul palco allestito in Piazza Marconi, i personaggi sono stati interpretati da Alessio La Mendola (Gesù), Giulia Licata (Maria) e Claudia Agnello (Maddalena).
Ne pubblichiamo il video integrale.
  

 

 

Guarda il video con
Internet Explorer, Firefox, Opera:

Guarda il video con
Iphone, Ipad, Mac, smartphone Android, Chrome:
   

 
  Il Commiato tra Gesù e Maria (Video) Visita l'argomento
  
Il Commiato tra Gesù e Maria (Video) Visita l'argomento
  
 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


10/04/2017

Chiesa. Avvisi ed appuntamenti della Settimana

 

Chiese di Grotte

Pubblichiamo gli avvisi diffusi al termine delle sante Messe domenicali e gli appuntamenti ecclesiali più rilevanti.
Per agevolarne la consultazione, gli avvisi settimanali sono pubblicati anche nella pagina Chiesa.

Lunedi 10
aprile
- ore 06.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, Lodi mattutine animate dal Cammino Neocatecumenale;
- ore 08.45, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 09.00, a san Rocco, santa Messa;
- ore 17.00, in chiesa Madre, Prima Confessione dei bambini della parrocchia santa Venera.

Martedi 11
aprile
- ore 06.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, Lodi mattutine animate dal Cammino Neocatecumenale;
- ore 08.45, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 17.00, a san Rocco, Prima Confessione dei bambini della parrocchia san Rocco;
- ore 18.00, in chiesa Madre, santa Messa.

Mercoledi 12
aprile
- ore 06.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, Lodi mattutine animate dal Cammino Neocatecumenale;
- ore 08.45, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 09.00, a san Rocco, santa Messa;
- ore 17.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, Prima Confessione dei bambini della parrocchia Madonna del Carmelo;
- ore 18.00, in chiesa Madre, santa Messa.

Giovedi 13
aprile - Giovedi santo
- ore 06.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, Lodi mattutine animate dal Cammino Neocatecumenale;
- ore 08.45, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 16.30, a san Rocco, santa Messa "In Coena Domini";
- ore 17.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa "In Coena Domini" (presentazione dei bambini di Prima Comunione da parte dei padrini di Battesimo);
- ore 17.30, in chiesa Madre, santa Messa "In Coena Domini" (presentazione dei bambini di Prima Comunione da parte dei padrini di Battesimo);
- ore 21.30, in chiesa Madre, Veglia Eucaristica;
- ore 22.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, Veglia Eucaristica.

Venerdi 14
aprile - Venerdi Santo
Giorno di digiuno ed astinenza dalle carni
- ore 17.00, in chiesa Madre, Azione Liturgica;
- ore 17.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, Azione Liturgica;
- ore 17.30, a san Rocco, Azione Liturgica.

Sabato 15
aprile - Sabato Santo
- ore 20.30, a san Rocco, Veglia Pasquale;
- ore 23.00, in chiesa Madre, Veglia Pasquale;
- ore 23.30, nella chiesa Madonna del Carmelo, Veglia Pasquale.

Domenica 16
aprile - Domenica di Pasqua
- ore 08.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 10.00, nella chiesa san Rocco, santa Messa;
- ore 11.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 10.45, in chiesa Madre, santa Messa;
- ore 18.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 19.30, in chiesa Madre, santa Messa.

AVVISI

Tutti i giorni, eccetto i prefestivi ed i festivi, nella chiesa Madonna del Carmelo alle ore 06.00 vengono recitate le lodi mattutine animate del Cammino Neocatecumenale; chi vuole può unirsi alla preghiera.

Orari delle Sante Messe in vigore dal 26/03/2017:

   Feriali:
   ore 08.45, chiesa Madonna del Carmelo
   ore 18.00, chiesa Madre

   Prefestivi:
   ore 18.30, chiesa Madre
   ore 20.15, chiesa San Francesco (animata dalle comunità neocatecumenali)

   Festivi:
   ore 08.00, chiesa Madonna del Carmelo
   ore 10.00, chiesa San Rocco
   ore 11.00, chiesa Madre
   ore 11.30, chiesa Madonna del Carmelo
   ore 18.00, chiesa Madonna del Carmelo
   ore 19.15, chiesa Madre
 

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


09/04/2017

Pasqua 2017. Ingresso di Gesù a Gerusalemme; recite al Largo Pagano e in Piazza Marconi

 

Ingresso di Gesù a Gerusalemme; rappresentazione al Largo Pagano
Largo Pagano

Le tradizionali manifestazioni che caratterizzano la Settimana Santa grottese sono iniziate questa mattina, con la rappresentazione dell'ingresso di Gesù a Gerusalemme.
I componenti del "Gruppo dei Giudei - Andrea Infantino", vestiti nei costumi di scena, hanno proposto la rappresentazione nei luoghi tramandati dalla consuetudine secolare: davanti alla chiesa di San Rocco, in Piazza Fonte, al Largo Pagano ed in Piazza Marconi. Si sono alternati, nelle relative parti, i personaggi di Misandro, Rubinit, Putifar, Nizec, Giuseppe, Celidio, Simon Lebbroso, Nicodemo, Gesù, Pietro, Gamaliele e Giovanni; seguiti dalle pie donne e da altre comparse.
Pubblichiamo il video della "recita" al Largo Pagano ed in Piazza Marconi.
  

Ingresso di Gesù a Gerusalemme; rappresentazione in Piazza Marconi
Piazza Marconi

 

Guarda il video con
Internet Explorer, Firefox, Opera:

Guarda il video con
Iphone, Ipad, Mac, smartphone Android, Chrome:
   

 
  Domenica delle Palme - Largo Pagano (Video) Visita l'argomento
  
Domenica delle Palme - Largo Pagano (Video) Visita l'argomento
  
 
  Domenica delle Palme - Piazza Marconi (Video) Visita l'argomento
  
Domenica delle Palme - Piazza Marconi (Video) Visita l'argomento
  
 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


08/04/2017

Sport. Torneo di tennis della Polisportiva "Athena"; aperte le iscrizioni

 

Polisportiva "Athena"
Sito ufficiale

La Polisportiva “Athena”, nell’ambito delle sue attività, ha deliberato di organizzare un torneo di tennis aperto a tutti gli sportivi.
Le gare inizieranno sabato 22 aprile alle ore 16.00.
Per le adesioni, rivolgersi presso i locali polifunzionali di Via Alfieri N° 2, nei giorni di martedi e mercoledi, dalle ore 19.00 alle 20.00; è possibile dare la propria adesione anche telefonando ai numeri: 339.2127260 e 338.4564846.
Il sorteggio si effettuerà giovedì 20 aprile alle ore 19.00.
  
Redazione
8 aprile 2017.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


08/04/2017

Pasqua 2017. Mostra di arti grafiche "Finestra sull'arte", a cura della Proloco Herbessus; da martedi 11 aprile

 

Finestra sull'arte
Manifesto

Oltre alle tradizionali "recite" che rendono unica, nel panorama nazionale, la Pasqua di Grotte, la Settimana Santa del paese si arricchisce ogni anno di manifestazioni collaterali. La Proloco "Herbessus, con il patrocinio dell'Assessorato Regionale al Turismo, Sport e Spettacolo e dell'Assessorato Regionale alla Cultura, in collaborazione con il Comune di Grotte e l'Associazione "Humus", organizza una mostra di arti grafiche dal titolo "Finestra sull'arte". Quattro artisti locali esporranno, all'interno del Palazzo Municipale, alcune delle loro opere più significative: Filippo Baldo (pittura), Diego Infantino (immagini a contrasto), Patrizia Mangione (fotografia) e Giuseppe Salvaggio (pittura).
La cerimonia di inaugurazione della mostra, coordinata da Carmelo Arnone, si svolgerà martedi 11 aprile, alle ore 18.30, all'interno del Palazzo Comunale di Grotte.
Il programma della manifestazione prevede: il saluto del sindaco Paolino Fantauzzo e del presidente della Proloco Herbessus Filippo Vitello; le relazioni di Gaspare Agnello e di Lillo Alaimo Di Loro; gli interventi artistici della Scuola di Danza "Pas de Danse" di Antonella Paradiso" e del Complesso Bandistico "V. Bellini" diretto dal M° Salvatore Mercato
. Seguirà una degustazione di prodotti tipici.
La mostra resterà aperta da martedi 11 a domenica 16 aprile.

  
Redazione
8 aprile 2017
© Riproduzione riservata.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


07/04/2017

Pasqua 2017. Personaggi ed interpreti delle rappresentazioni della Settimana Santa

 

Pasqua 2017 - Personaggi ed interpreti delle rappresentazioni della Settimana Santa
Manifesto

Stanno per prendere il via gli appuntamenti che vedranno impegnati i giovani dell’Associazione Gruppo dei Giudei “Andrea Infantino”, per le rappresentazioni della Settimana Santa a Grotte:
- la Domenica delle Palme: “L'Ingresso di Gesù a Gerusalemme” e, nella stessa serata, “L'Addio tra Gesù e Maria”;
- il Giovedi Santo: “L’Ultima Cena”, “L’Arresto di Gesù”, il “Rinnegamento di Pietro” e la “Morte di Giuda”; al termine, la processione dell'urna (con il simulacro del Cristo in deliquio, senza la corona di spine) dalla chiesa madre al Calvario;
- il Venerdi Santo: “Processo e condanna di Cristo”, “Li Caduti” (tradizionale reinterpretazione della via crucis); in serata, al Calvario, ai piedi della croce saranno rappresentate “Li Rieciti”, a cui farà seguito la processione dell'urna (con il simulacro del Cristo morto) dal Calvario alla chiesa Madre;
- Notte del Sabato Santo, in chiesa Madre durante la Veglia Pasquale, "La Risuscita";
- Domenica di Pasqua: Incontro tra Maria e il Risorto.
  
Questi i nomi dei personaggi e degli interpreti delle “Recite”:
  

 

 

Gesù: Alessio La Mendola
Pietro: Antonio Di Salvo
Giovanni: Antonio Mercato
Giacomo: Angelo Costanza
Giuda: Alex Licata
Centurione: Gioacchino Cutaia
Stelle: Nicolas Salvaggio
Putifar: Filippo Iannello
Rubinit: Antonio Villardita
Nizech: Antonio Girgenti
Caifas: Giovanni Uccello
Malco: Davide Mulè
Rabam: Salvatore Butera

Misandro: Gabriele Russello
Longino: Luca Russello
Giuseppe: Salvatore Greco
Nicodemo: Giovanni Bellavia
Maria: Giulia Licata
Veronica: Simona Zaffuto
Maddalena: Claudia Agnello
Pilato: Antonio Salvaggio
Quintilio: Domenico Falco
Simon Lebbroso: Gabriele Maida
Simon Celidio: Baldassare Terrana
Barabba: Giuseppe Arnone
Darel: Calogero Fantauzzo

Nitor: Antonio Alongi
Abra: Adelaide Zaffuto
Cireneo: Angelo Bellomo
Popolano: Antonio Arnone
Popolano: Gabriele Agnello
Pia Donna: Ilaria Polifemo
Popolana: Martina Stuto
Popolana: Flavia Morreale
Soldato: Antonio Alongi
Soldato: Giuseppe Di Salvo
Soldato: Davide La Mendola
Soldato: Vincenzo Salvaggio
Angelo: Roberta Cimino

 
    
Oltre all’Associazione Gruppo dei Giudei “Andrea Infantino”, un ruolo importante nelle manifestazioni della Settimana Santa a Grotte è svolto dal gruppo dei "Lamentatori - Gioacchino Ciraolo" che, intonando le antiche melodie pasquali durante le processioni, accompagnano i momenti più significativi della Pasqua grottese.
  
Carmelo Arnone
7 aprile 2017
© Riproduzione riservata.
 
 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


07/04/2017

Religioni. I Testimoni di Geova al Teatro "Pirandello" per ricordare la morte di Gesù Cristo

 

Testimoni di Geova
Commemorazione

Martedì 11 aprile, alle ore 20.00 al Teatro "Pirandello" di Agrigento, i Testimoni di Geova si raduneranno per ricordare la morte di Gesù. Quest’anno il culto potrà essere seguito anche nella Lingua Italiana dei Segni (LIS) a beneficio dei sordi presenti nel territorio. Anche nella Sala del Regno in Via Piersanti Mattarella n° 375, alle ore 19.30, si terrà la stessa commemorazione in italiano e, alle ore 21.00, in lingua inglese, per i partecipanti stranieri.
Il portavoce dei Testimoni di Geova per la provincia di Agrigento, Alfredo Pennica, ha affermato: "L'anno scorso ad Agrigento hanno assistito alla commemorazione oltre 500 persone, mentre il totale dei presenti nel mondo è stato di oltre 20 milioni di persone. La celebrazione prevede un discorso che spiegherà perché la morte di Gesù, avvenuta quasi duemila anni fa, è importante ancora oggi e in che modo ci dà speranza per il futuro. Desideriamo che le profonde riflessioni spirituali offerte in occasione di questa cerimonia possano essere utile al maggior numero possibile di persone".
Negli altri centri della provincia i Testimoni si riuniranno in tutte le Sale del Regno presenti nel territorio. L'ingresso è libero e gratuito
.
     

Redazione
7 aprile 2017.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


07/04/2017

Iniziative. "Passo e... spasso!", la "Passeggiata della Salute"; percorso di venerdi 7 aprile

 

Passo e... Spasso!

Appuntamento settimanale del venerdi con "Passo e... spasso!", la passeggiata "della salute".

Questo sarà il programma ed il nuovo percorso di oggi, venerdi
7 aprile:
ore 20.15 raduno in piazza mercato (Piazza A. Magnani);
ore 20.30 partenza

Via Carnevale, Via Machiavelli, Via Vico, Via Turati, Via Togliatti, Via Nenni, Via Pirandello, Via Ingrao, Via delle Rose, Via Comitini, Via Puglia, Via Livatino, Via Saragat, Via Terranova, Via Lauricella, Viale Pertini, Via Giubileo del 2000, Via Italia, Via Maroncelli, Via Padre Vinti, Via Gen. Dalla Chiesa, Via G. Di Vittorio, Via Duca d’Aosta, Via Madonna delle Grazie, Viale Matteotti ,Via Arno, arrivo Piazza Magnani.

Per partecipare, del tutto gratuitamente, basta calzare comode scarpe ed avere un pizzico di buona volontà. Non si tratta di una corsa ma di una vera e propria passeggiata lungo un percorso per nulla difficoltoso.
 

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


06/04/2017

Pasqua 2017. Le novità dal "Gruppo dei Giudei - Andrea Infantino": nuove vesti ed altri personaggi

 

Gruppo dei Giudei - Andrea Infantino
Pasqua 2016

Gruppo dei Giudei "Andrea Infantino"
Nuovo logo

Elmi con piume
Elmi con piume

Nuove vesti per i "giudei" delle tradizionali recite della Settimana Santa a Grotte. A idearle, Simona Agnello (studi in "Progettazione della Moda" presso l’Accademia di Belle Arti di Palermo). La giovane creatrice di moda, su indicazione dell’Associazione "Gruppo dei Giudei - Andrea Infantino", dopo un'accurata ricerca storica su forme, colori e materiali, ha "vestito" i 6 personaggi che, pur rappresentando dignitari o guardie del Tempio di Gerusalemme, venivano abbigliati alla stregua dei soldati romani. Ad indossare i nuovi capi di abbigliamento saranno i personaggi di Misandro, Nizek, Putifar, Rubinit, Malco e Rabam. Questi avranno sul capo un elmo in cuoio sormontato da piume (una voluta citazione ed un richiamo alle "recite" grottesi della prima metà del secolo scorso). Continueranno a portare i soliti costumi, i personaggi del Centurione (soldato romano), Stelle (nell’Orioles non è previsto come personaggio autonomo; viene fuori dalla suddivisione della parte del Centurione), Caifa (dignitario del sinedrio) e Longino (soldato romano). L’ulteriore novità è rappresentata dalla presenza di altre 6 comparse (che indosseranno le vesti di soldati romani, dapprima attribuite ai “giudei”), che arricchiscono il numero di partecipanti alle recite.
I nuovi abiti sono tutti "Made in Grotte": disegno, taglio, cucitura, confezionamento, tutto fatto rigorosamente a mano; progettati da Simona Agnello con la collaborazione dell’architetto Calogero Vella, e realizzate con la collaborazione dei giovani dell’Associazione "Gruppo dei Giudei - Andrea Infantino".
Le rappresentazioni avranno inizio domenica prossima, la Domenica delle Palme, con la rievocazione dell’Ingresso di Gesù a Gerusalemme (nella mattinata) e con il "Commiato tra Gesù e Maria" (alle ore 21.00).
Il primo appuntamento è per domenica, alle ore 09.30 davanti alla chiesa di San Rocco. Prima dell’inizio della santa Messa ci sarà la rappresentazione, che sarà replicata in Piazza Fonte, al Largo Pagano e infine in Piazza Marconi alle ore 11.45.

  
Carmelo Arnone
6 aprile 2017
© Riproduzione riservata.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


06/04/2017

Pasqua 2017. Aperte le iscrizioni per partecipare all'albero della cuccagna (la 'Ntinna")

 

'Ntinna: albero della cuccagna
'Ntinna

Anche quest'anno, il pomeriggio della domenica di Pasqua sarà allietato dallo spettacolo dell'albero della cuccagna (la tradizionale 'ntinna) in Piazza Marconi.
Per quanti volessero partecipare alla gara, le iscrizioni sono aperte da giovedi 6 aprile.
Presso l'Ufficio Cultura del Comune di Grotte è possibile ritirare il modello; sono necessari Carta d'Identità e tessera sanitaria dei partecipanti.
Il nuovo regolamento, modificato di recente, prevede che le squadre siano formate da un massimo di 5 elementi.
 

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


05/04/2017

Attualità. "I poveri cani uccisi... E che sarà mai?"; di Giovanni Volpe

 

Giovanni Volpe
Giovanni Volpe

I poveri cani uccisi...
Ma come, ad Aleppo muoiono che sembrano mosche; ci si ammazza per interessi e sporchi giochi legati al malaffare; ci si ammazza per droga e alcol; ci si ammazza di gioco legale; la gente crepa in mare come fossero bambolotti inanimati; i giovani si uccidono senza motivo davanti i locali; è strage di donne tra le mura domestiche; buona parte del pianeta muore di fame; la corruzione impera sovrana, lo sfruttamento anche; e voi state a pensare ai cani?
E che sarà mai? Uno più, uno meno...
Se invece si amassero di più i cani, gli animali, la natura e a questo amore si fosse introdotti fin da bambini avremmo di certo meno morti ad Aleppo, di droga, nel mare, davanti i locali, tra le pareti domestiche; vivremmo di certo un mondo migliore e più giusto.
Mi indigna la morte di un ragazzo o di una donna, mi indigna la violenza e mi indigna sempre!
Mi indigna la violenza verso tutto ciò che è animato e indifeso.
Mi indigna la forza che sfrutta la debolezza.
Mi indigna la violenza figlia dell'ignoranza e dell'incuranza.
Mi indigna ancor di più la violenza della saccenteria e degli arroganti sapientoni.
Mi indigna la gratuità della cattiveria.
Mi indigna la nonchalance, la sciatteria, la mediocrità volgare delle istituzioni che fingono di non vedere, di non capire o che non hanno, poveri noi!, nemmeno gli strumenti base per vedere, per capire.
Mi indigna l'azione violenta verso chiunque, anche verso di un cane; attraverso essa muore parte dell'umanità, sempre!
  

Giovanni Volpe
5 aprile 2017
© Riproduzione riservata.
  
 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


05/04/2017

Pasqua 2017. Programma delle "Recite", celebrazioni liturgiche e manifestazioni collaterali

 

Pasqua 2017 - Programma delle "Recite", celebrazioni liturgiche e manifestazioni collaterali
Manifesto

PASQUA 2017
PROGRAMMA

Venerdi 7 aprile
Ore 20.00 - dal Portobello al Calvario, Via Crucis cittadina

Sabato 8 aprile

Ore 18.30 - Chiesa Madre: santa Messa prefestiva delle Palme

Domenica 9 aprile - “Le Palme”
Ore 11.45 - Piazza Marconi: Rievocazione storica dell’entrata di Gesù a Gerusalemme, a cura dell'Associazione Culturale “Gruppo dei Giudei Andrea Infantino”, al termine in Chiesa Madre Celebrazione Eucaristica
Ore 12.00 - Benedizione delle Palme, processione verso la chiesa Madre, santa Messa solenne
Ore 19.15 - Chiesa Madre: santa Messa solenne
Ore 21.00 - Piazza Marconi: Rievocazione storica “Il commiato tra Gesù e Maria”, a cura dell'Associazione Culturale "Gruppo dei Giudei Andrea Infantino”

Martedi 11 aprile
Ore 18.30 - Palazzo Municipale: mostra di arti graficheFinestra sull'arte”, a cura della Proloco Herbessus

Giovedi 13 aprile
Ore 17.30 - Chiesa Madre: santa Messa solenne “In Coena Domini”
Ore 19.30 - Piazza Marconi: Rappresentazione de “L’Ultima Cena”, Arresto di Gesù, Rinnegamento di Pietro, Morte di Giuda
Ore 21.30 - Chiesa Madre: Adorazione Eucaristica
Ore 22.30 - Processione del Cristo con la partecipazione delle Bande Musicali “V. Bellini” e “G. Verdi”
Ore 22.30 - Chiesa Madre: Veglia Eucaristica

Venerdi 14 aprile
Ore 02.00 - al Calvario: “Via Crucis”
Ore 11.00 - Piazza Marconi: Processo e condanna di Cristo
Ore 12.00 - Corso Garibaldi: Via Crucis “Li Caduti”
Ore 13.00 - Calvario: Crocifissione di Cristo
Ore 16.00 - Processione dell'Addolorata dalla Chiesa Madre al Calvario
Ore 17.00 - Chiesa Madre: Solenne Liturgia della Passione e Morte del Signore
Ore 19.30 - Calvario: “Li Rieciti”, Deposizione del Cristo dalla Croce
Ore 21.00 - Processione del Cristo e dell'Addolorata con la partecipazione delle Bande Musicali “V. Bellini” e “G. Verdi”

Sabato 15 aprile
Ore 02.00 - Chiesa Madre: Sepoltura del Signore
Ore 23.00 - Chiesa Madre: Veglia Pasquale e solenne Celebrazione Eucaristica

Domenica 16 aprile - Pasqua di Resurrezione
Ore 07.00 - Alborata (colpi di cannone)
Ore 10.45 - Chiesa Madre: Santa Messa solenne
Ore 12.00 - Piazza Marconi: Incontro del Cristo Risorto con la Madonna, festoso suono di campane e sparo di mortaretti
Ore 18.30 - Piazza Marconi: Albero della cuccagna “La ‘Ntinna”
Ore 19.15 - Chiesa Madre: Santa Messa solenne
Ore 21.00 - Piazza Marconi: Spettacolo Musicale con Silvia Mezzanotte
Ore 24.00 - Piazza Anna Magnani: Spettacolo Pirotecnico
 

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


05/04/2017

Ambiente. Convegno a Catania sulla raccolta differenziata; Grotte tra i Comuni virtuosi premiati

 

Convegno a Catania sulla raccolta differenziata
Locandina

Al Comune di Grotte ed agli atri Comuni "virtuosi" che si sono distinti per la raccolta differenziata dei rifiuti sarà conferito un riconoscimento.
Domani, giovedi 6 aprile, si terrà a Catania, presso il complesso fieristico "Le Ciminiere", un convegno sul tema "Rifiuti, differenziata, Comuni virtuosi, appalti ed emergenze. Attualità e prospettive". Al meeting, organizzato dall'"Ufficio Speciale per l'incremento della raccolta differenziata" della Presidenza della Regione Siciliana, sono invitati tutti i Sindaci del Comuni dell'Isola. Nel corso della manifestazione, organizzata nell'ambito del 9° Salone Internazionale "Progetto Comfort" che si svolgerà dal 6 al 9 aprile, si farà il punto sullo stato della raccolta differenziata in Sicilia, sulla sua attuale crescita, sulle criticità e prospettive. Oltre ai rappresentanti istituzionali, saranno presenti i responsabili dei consorzi Conai, Corepla, Comieco, Corere, i rappresentanti delle SRR e delle associazioni Legambiente, Zero Waste, Rifiuti Zero.
Nell'occasione saranno consegnati i riconoscimenti ai Comuni virtuosi che hanno superato la percentuale del 65% e del 50% di raccolta differenziata (media dell'ultimo trimestre 2016). Un riconoscimento andrà al Comune di Grotte che ha superato la soglia del 62%. Soddisfazione esprime il sindaco Paolino Fantauzzo: "Per noi è un risultato importante, quello che abbiamo ottenuto grazie alla collaborazione dei cittadini. Noi continuiamo nel percorso virtuoso intrapreso, anche con la raccolta differenziata delle batterie esauste e dei vestiti usati. Il nostro programma è quello di raggiungere traguardi ancora più ambiziosi, superare la soglia del 65%, che comporterà  sicuramente un abbattimento dei costi, oltre che il beneficio collettivo nel vivere in un ambiente più pulito".
L'assessore all'Ambiente Piero Castronovo dichiara: "Ricevere un riconoscimento tra i pochi Comuni della Regione Sicilia per essere stati bravi nel destinare maggiore quantità di rifiuti urbani a riciclo e riutilizzo è sicuramente un attestato che ci ripaga dei tanti sacrifici messi in campo. Il rispetto per l'ambiente continua ad essere uno dei punti prioritari della nostra azione amministrativa. Rispettare l'ambiente significa preservare la salute umana. Voglio rivolgere un ringraziamento di cuore a Paolino, il Sindaco uomo instancabile e dalle mille risorse, al Dirigente del settore lavori pubblici ed ambiente arch. Pietro Calì, al Dirigente della Polizia Municipale Salvatore Liotta sempre pronto alla sua azione di controllo, a tutti gli operatori ecologici, ed infine ai nostri concittadini i quali intercettando i buoni e sinceri propositi dell'Amministrazione comunale verso un modello sano di gestione del rifiuto, hanno inteso collaborare con la sensibilità che li contraddistingue".
  
Carmelo Arnone
5 aprile 2017
© Riproduzione riservata.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


05/04/2017

Pittura. Concorso "Viaggio nella legalità": premiato Vincenzo Vitello, del "Majorana" di Agrigento

 

Concorso di pittura "Viaggio nella legalità"
Targa

Concorso di pittura "Viaggio nella legalità"
Opera pittorica

Premio a Vincenzo Vitello, studente grottese al 4° anno del liceo scientifico "E. Majorana" di Agrigento.
Tra i nove ragazzi vincitori del concorso di pittura "Viaggio nella legalità" c'è anche Vincenzo Vitello, che si è classificato al 2° posto tra gli studenti del "Majorana". L'iniziativa rientra tra le manifestazioni del progetto “Legalità… un gioco da ragazzi”, promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri diffuso e diretto alle scuole superiori, al quale hanno aderito gli istituti "Sciascia" e "Majorana" di Agrigento e "Ambrosini" di Favara. Nell'ambito del concorso, gli studenti ragazzi hanno realizzato disegni su tela, esprimendo attraverso l’arte il concetto di legalità.
Questi i premiati:
- per l'istituto "Majorana" di Agrigento (studenti coordinati dalla prof.ssa Lucia Scimè): 1° Luca Biserta, 2° Vincenzo Vitello, 3^ Jennifer Careca;
- per l'istituto "Sciascia " di Agrigento (studenti coordinati dalla prof.ssa Giusi Parisi): 1^ Elisa Capraro, 2^ Adriana Olivieri, 3^ Giorgia Rodi;
- per l'istituto "Ambrosini" di Favara (studenti coordinati dalla prof.ssa Melina Mistretta): 1^ Ivana Lombardo, 2° Alessandro Di Rocco, 3° Giuseppe Costanza.
  
Carmelo Arnone
5 aprile 2017
© Riproduzione riservata.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


05/04/2017

Nomine. Armando Salvaggio nuovo vice presidente del Comitato Regionale Arbitri della Sicilia

 

Armando Salvaggio
Armando Salvaggio

Un nuovo prestigioso incarico per Armando Salvaggio: il Comitato Nazionale Arbitri presieduto da Marcello Nicchi, lo scorso lunedi 3 aprile, lo ha nominato Vice Presidente del CRA (Comitato Regionale Arbitri) Sicilia. Nell'assumere l'incarico, Salvaggio lascia la precedente carica di Coordinatore Regionale dello stesso Comitato. L'arbitro grottese aveva già svolto le funzioni di vice presidente del CRA Sicilia per la stagione sportiva 2013-14.
Nella sua lunga carriera, Armando Salvaggio ha ottenuto numerosi riconoscimenti, tra cui, nel dicembre 2012, la Medaglia d’Oro assegnata dalla Presidenza AIA (Associazione Italiana Arbitri), quale Premio come Miglior Presidente di Sezione d’Italia 2012.
Al nuovo Vice Presidente Regionale sono giunte le congratulazioni del Presidente della Sezione di Agrigento, del Presidente Onorario, del Consiglio Direttivo e di tutti gli associati. La notizia della nomina è stata accolta con piacere dagli arbitri grottesi, lieti di festeggiare Armando Salvaggio per l'importante traguardo.
  
Carmelo Arnone
5 aprile 2017
© Riproduzione riservata.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


04/04/2017

Politica. Diretta streaming della seduta del Consiglio comunale, stasera alle ore 20.00; nota del M5S Grotte

 

Movimento 5 Stelle - Grotte
Sito ufficiale

Il Presidente del Consiglio comunale di Grotte, Rosellina Marchetta, ha accolto favorevolmente la proposta presentata dal Meetup del Movimento 5 Stelle Grotte relativa alla possibilità di effettuare la ripresa audiovisiva della seduta del Consiglio di questa sera. Di seguito il comunicato del Meetup M5S di Grotte.

*****

"Gent.mo Direttore,
apprendiamo con favore la scelta effettuata di trasmettere in diretta streaming il Consiglio comunale del giorno 4 aprile 2017.
Sarà possibile seguire i lavori della seduta consiliare cliccando al seguente link:
http://www.ustream.tv/channel/tFSEhnx5z9P.
Saranno discussi i seguenti punti all'ordine del giorno:
1) Nomina scrutatori, lettura ed approvazione verbali delle sedute precedenti;
2) Acquisto locali sottostanti il Palazzo Comunale;
3) Modifica Regolamento Comunale per il servizio di noleggio con conducente, approvato con delibera C.C. n. 17 del 31/05/2000 e ss.mm.ii.;
4) Mozione "Rimborso abbonamenti pendolari";
5) Comunicazione del Sindaco".
  

 

 
 

Meetup Grotte5Stelle
 

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


04/04/2017

Economia. "La ripresa nell'Area Euro sta finalmente dando segnali di rafforzamento"; di Renato Zaffuto

 

Renato Zaffuto
Renato Zaffuto

L'autorevole intervento dell'economista dott. Renato Zaffuto, che ospitiamo con piacere, riguarda un'analisi sulla ripresa economica nell'Area Euro. Sempre legato a Grotte, suo paese di origine (il prossimo martedi 11 aprile ricorrerà il 1° anniversario della scomparsa del papà), il dott. Zaffuto vanta un curriculum ricco di prestigiosi incarichi: Responsabile Azionario presso la società Capitalgest SGR (Gruppo UBI) dal 1999 al 2000; Responsabile delle Gestioni Patrimoniali e Chief Investment Officer  in ABN AMRO Asset Management SGR dal 2000 al 2009; Responsabile della Strategia d'Investimento di Portafoglio in Banca MPS dal 2010 al 2013. Nel 2009 “Il Sole 24 Ore” gli ha conferito il Premio come Responsabile del migliore team di gestione di fondi comuni di investimento per il 2006-2008. Attualmente è Responsabile Azionario di Fideuram Asset Management Ireland.

*****

"La ripresa nell’Area Euro sta finalmente dando segnali di rafforzamento e per la prima volta dalla grande crisi finanziaria (seguita al fallimento della banca americana Lehman nel settembre del 2008) e dalla crisi del debito sovrano nella zona euro del 2011-12 (prima Grecia, successivamente Irlanda e Portogallo, e poi Italia e Spagna) sta mostrando ora la sua massima accelerazione ciclica. A ben vedere i segnali positivi si potevano già scorgere nella seconda metà dello scorso anno, quando l’Eurozona aveva esibito a sorpresa una notevole capacità di resistenza a numerose sfide sia domestiche sia esterne. É dal primo trimestre dello scorso anno che il livello del PIL in termini reali si è riportato in linea con quello di inizio 2008, recuperando così il gap che si era aperto durante la crisi. Più precisamente, l’Area Euro sta crescendo dalla fine del 2014 su livelli medi trimestrali annualizzati dell’1.5-1.8%, un ritmo non spettacolare, ma costante nel tempo. Anche le prospettive sono favorevoli: per la prima volta quest’anno, dopo quasi dieci anni, la Commissione Europea prevede una crescita positiva per tutti i paesi membri dell’UE sull’intero orizzonte previsivo (2017-2018).

Il motore principale continuerà ad essere la domanda interna, in particolare i consumi privati. Ci sono segnali di una ripartenza più convinta degli investimenti a dispetto dell’incertezza politica, mentre le esportazioni dovrebbero continuare a beneficiare del miglioramento del commercio internazionale. Anche la spesa pubblica è tornata a crescere: l’austerità è finita nel 2015 e la politica fiscale sta fornendo ora un contributo debolmente positivo.

Questo recupero è il risultato di diversi stimoli ciclici che si sono rafforzati a vicenda nel corso del tempo: a partire dalla seconda metà del 2014, l’Area Euro ha potuto infatti beneficiare sia del deprezzamento dell’euro (quasi -10% in termini effettivi, verso i principali partners commerciali) sia della riduzione del prezzo del petrolio (-30% misurato in euro).  Ma soprattutto, la politica ultra-espansiva della BCE ha fornito uno stimolo importante e senza precedenti, che la stessa BCE calcola essere ancora in atto, e pari all’1.7% del PIL per il periodo che va dal 2016 al 2019. La differenza l’ha fatta l’avvio del programma di QE voluto dal Presidente Draghi nel marzo del 2015, che ad oggi ha portato ad espandere il bilancio della Banca Centrale di quasi 2 trilioni di euro (equivalenti al 16% del PIL dell’Area euro).

Anche l’Italia è tornata a crescere negli ultimi due anni ad un ritmo medio trimestrale dell’1%, grazie alla fine dell’austerità e alla normalizzazione dei tassi di interesse seguita alla crisi del debito sovrano. Il deprezzamento dell’euro e la riduzione del prezzo del petrolio sono stati fondamentali per il settore manifatturiero: la ripresa delle esportazioni è stata superiore alle attese e più vivace rispetto al complesso dell’Area Euro, consentendo all’Italia di registrare nel 2016 l’avanzo della bilancia commerciale più elevato degli ultimi 25 anni (poco sopra i 50 miliardi).

Il rafforzamento della crescita ed il miglioramento delle prospettive è stato poi fondamentale per avviare dalla fine del 2016 una graduale risalita delle aspettative di inflazione. La presenza in diverse economie di un debito ancora elevato (privato e/o pubblico) rende infatti cruciale ancorare le aspettative di inflazione per evitare l’instaurarsi di una spirale deflazionistica, in cui la discesa dei prezzi porta al rinvio delle decisioni di spesa ed investimento a causa della convinzione che i prezzi futuri saranno più bassi di quelli odierni, con conseguente rallentamento della crescita e riduzione dei flussi reddituali nominali, che a loro volta aumentano l’onere del servizio del debito (ovvero il pagamento degli interessi sul debito). L’inflazione nell’Area Euro è passata dall’essere negativa o prossima a zero,in tutto il periodo tra la fine del 2014 e l’autunno 2016, a “rinormalizzarsi” risalendo all’1.9% a febbraio di quest’anno. Anche in Italia, nonostante i timori che le riforme strutturali avrebbero limitato di molto la risalita dell’inflazione, l’inflazione si è “normalizzata” (1.6% a febbraio, ultimo dato). Va riconosciuto che per il momento la risalita dell’inflazione è guidata da impulsi esogeni (nei comparti dell’energia e alimentari),mentre l’inflazione core è ancora poco sotto l’1% (sia in Italia che nell’Area euro), ma la svolta al rialzo dei prezzi “esogeni” è stata comunque importante per ancorare le aspettative di inflazione e arrestare la discesa dell’inflazione core.

La ripresa in atto non è però ancora del tutto auto-sostenibile e l’azione di supporto della politica monetaria espansiva della BCE rimane necessaria, non solo per mantenere bassi i tassi di interesse ed il tasso di cambio, ma anche per fornire un’ancora di stabilità in presenza di rischi sia interni sia esterni. L’Area Euro affronta infatti quest’anno un calendario politico importante (in Francia, in Germania, e al più tardi a inizio 2018 anche in Italia), da cui emergerà la leadership che dovrà portare avanti il processo di integrazione per rispondere alle sfide crescenti dei prossimi anni (migrazioni, sicurezza, de-globalizzazione e disimpegno degli USA dalla difesa europea). Brexit rimane inoltre un rischio al ribasso potenzialmente significativo per lo scenario, ma per il momento in sordina e di difficile quantificazione (sia nella tempistica che nell’impatto politico-economico), vista la notevole indeterminatezza che ancora lo caratterizza
".
  
Renato Zaffuto
4 aprile 2017
© Riproduzione riservata.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


04/04/2017

Toponomastica. Intitolare vie a padre Tortorici e padre Castellino; proposta di don Paolo Morreale

 

Don Paolo Morreale
Don Paolo Morreale

La proposta viene da un giovane e dinamico sacerdote grottese, don Paolo Morreale. Già parroco a Licata e che dal 20 ago 2016 svolge il suo servizio pastorale nelle parrocchie della Madonna del Lume e di San Nicolò di Bari a Naro.
"Carissimi, vorrei presentarvi una iniziativa, che per me è importante - scrive il sacerdote -, perché scaturisce da un senso di gratitudine che sia io personalmente, ma penso Grotte, debba avere verso chi ha fatto la storia del nostro paese, specialmente nel dopoguerra, che ha risollevato il popolo in campo spirituale e umano". Don Paolo chiarisce subito le persone a cui fa riferimento: "Mi riferisco ai due grandi sacerdoti, Padre Tortorici (patri cipreti) e Padre Castellino. Chi può dire di non averne avuto una benché minima conoscenza? Ancora, dopo anni dalla scomparsa del primo, o dal trasferimento e poi scomparsa del secondo, Grotte cattolica si identifica in loro: l'uno il buono, il semplice, l'umile, il sorridente, il prete della "Pasqua"; l'altro il combattivo, il paterno, il sottile presente nella piazza sociale e nella scuola, amico dei poverissimi di San Rocco e ponte con il mondo politico del boom economico".
Poche parole che riassumono, nella voluta semplicità, due percorsi di vita pastorale: "Due figure che io ho visto completarsi a vicenda per il bene del nostro paese. Di così lunghi ministeri (56 anni Tortorici, 51 anni Castellino) non credo che ci saranno in avvenire. Ormai, per noi preti, è il tempo di fare staffetta. Invece loro sono stati dallo start al podio lì, a gareggiare per darci unicamente Gesù". Ed ecco concretizzarsi la proposta. "Ma io mi chiedo: come mai non intitolare a perenne memoria una strada per ciascuno? A Grotte molto parla di loro; facciamone ancora parlare alla toponomastica".
Le parole di don Paolo sono rivolte in particolare al Sindaco, alla Giunta ed ai Consiglieri comunali, molti dei quali (se non tutti) sono cresciuti proprio alla "scuola" di padre Tortorici o di padre Castellino.
  
Carmelo Arnone
4 aprile 2017
© Riproduzione riservata.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


03/04/2017

Politica. Autorizzazione alle riprese audiovisive del prossimo Consiglio comunale; richiesta del M5S Grotte

 

Movimento 5 Stelle - Grotte
Sito ufficiale

Richiesta autorizzazione alle riprese audiovisive
Richiesta

Il Meetup del Movimento 5 Stelle Grotte lo scorso 29 marzo ha presentato al Presidente del Consiglio comunale formale richiesta per poter effettuare le riprese audiovisive della prossima seduta consiglio comunale, convocato per domani sera martedi 4 aprile, precisando che l'attività sarà svolta a titolo gratuito e senza alcun aggravio per le case comunali.
Di seguito la richiesta ufficiale.

*****

"Al Presidente del Consiglio comunale
      Sede

e, p.c. Ai Consiglieri comunali

Oggetto: Richiesta autorizzazione alle riprese audiovisive della prossima seduta di Consiglio comunale.

Considerato che nel prossimo Consiglio comunale saranno discussi temi per i quali riteniamo utile la massima diffusione e partecipazione dei cittadini,
considerato che l'ex Presidente del Consiglio comunale ha sospeso le riprese audiovisive,
vista la delibera del Consiglio comunale n° 29 del 2013,
si richiede l'autorizzazione alle riprese dei lavori del Consiglio comunale così come previsto dal Regolamento.
Si precisa altresì che questa attività non avrà alcun aggravio economico per le casse comunali, sarà fatto a titolo gratuito.
In attesa di un cortese riscontro, si porgono distinti saluti
".
  

 

 
 

Meetup Grotte5Stelle
Gaspare Bufalino
Salvatore Polizzotto
Ignazio Infantino
Angelo
Costanza
Rosalba Cimino
 

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


03/04/2017

Chiesa. Avvisi ed appuntamenti della Settimana

 

Chiese di Grotte

Pubblichiamo gli avvisi diffusi al termine delle sante Messe domenicali e gli appuntamenti ecclesiali più rilevanti.
Per agevolarne la consultazione, gli avvisi settimanali sono pubblicati anche nella pagina Chiesa.

Lunedi 3
aprile
- ore 06.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, Lodi mattutine animate dal Cammino Neocatecumenale;
- ore 08.45, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 09.00, a san Rocco, santa Messa;
- ore 18.00, in chiesa Madre, santa Messa;
- ore 19.30, in chiesa Madre, liturgia penitenziale animata dal Rinnovamento nello Spirito.

Martedi 4
aprile
- ore 06.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, Lodi mattutine animate dal Cammino Neocatecumenale;
- ore 08.45, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 09.00, a san Rocco, santa Messa;
- ore 18.00, in chiesa Madre, santa Messa.

Mercoledi 5
aprile
- ore 06.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, Lodi mattutine animate dal Cammino Neocatecumenale;
- ore 08.45, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 09.00, a san Rocco, santa Messa;
- ore 17.00, in chiesa Madre, liturgia penitenziale per i ragazzi di seconda media;
- ore 18.00, in chiesa Madre, santa Messa;
- ore 19.30, in chiesa Madre, catechesi a cura di padre Giovanni.

Giovedi 6
aprile
- ore 06.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, Lodi mattutine animate dal Cammino Neocatecumenale;
- ore 08.45, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 18.00, in chiesa Madre, santa Messa;
- ore 17.30, a san Rocco, santo Rosario, preghiere a santa Rita e santa Messa;
- ore 19.30, in chiesa Madre, liturgia penitenziale per i ragazzi di primo e secondo anno dell'iniziazione cristiana;

Venerdi 7
aprile - Giorno di astinenza dalle carni
- ore 06.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, Lodi mattutine animate dal Cammino Neocatecumenale;
- ore 08.45, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 16.30, a san Rocco, santa Messa e Via Crucis;
- ore 18.00, in chiesa Madre, santa Messa;
- ore 20.00, Via Crucis Cittadina, dal Portobello al Calvario.

Sabato 8
aprile
- ore 08.30, nella chiesa Madonna del Carmelo, ritiro dei ragazzi di Prima Comunione;
- ore 08.45, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 09.00, a san Rocco, santa Messa;
- ore 18.30, in chiesa Madre, santa Messa prefestiva.

Domenica 9
aprile - Domenica delle Palme
- ore 08.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 09.30, nella Villetta San Pio, benedizione delle palme e processione verso la chiesa san Rocco;
- ore 10.00, nella chiesa san Rocco, santa Messa;
- ore 10.00, nell'atrio della scuola "Roncalli", benedizione delle palme e processione verso la chiesa Madonna del Carmelo;
- ore 11.30, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 12.00, in chiesa Madre, santa Messa con la benedizione delle palme;
- ore 18.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 19.15, in chiesa Madre, santa Messa.

AVVISI

Tutti i giorni, eccetto i prefestivi ed i festivi, nella chiesa Madonna del Carmelo alle ore 06.00 vengono recitate le lodi mattutine animate del Cammino Neocatecumenale; chi vuole può unirsi alla preghiera.

In tutti i venerdi di quaresima, astinenza dalle carni.

Orari delle Sante Messe in vigore dal 26/03/2017:

   Feriali:
   ore 08.45, chiesa Madonna del Carmelo
   ore 18.00, chiesa Madre

   Prefestivi:
   ore 18.30, chiesa Madre
   ore 20.15, chiesa San Francesco (animata dalle comunità neocatecumenali)

   Festivi:
   ore 08.00, chiesa Madonna del Carmelo
   ore 10.00, chiesa San Rocco
   ore 11.00, chiesa Madre
   ore 11.30, chiesa Madonna del Carmelo
   ore 18.00, chiesa Madonna del Carmelo
   ore 19.15, chiesa Madre
 

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


02/04/2017

Lettere. "Figli di un dio minore"; di Salvatore Lo Presti

 

Salvatore Lo Presti
Salvatore Lo Presti

Lettera aperta di Salvatore Lo Presti all'Amministrazione comunale, sulla recente vicenda dell'uccisione dei cuccioli e sulla lotta al randagismo.

*****

"Figli di un dio minore.
C’erano una volta, nell’Alto Medioevo, in un paesino chiamato Grotte, i cosidetti “Figli di un dio minore”. Anzi no. Facciamo che la favola sia ambientata nel 2017. Meglio, niente favola, soltanto la cruda realtà.
In questi giorni molti grottesi hanno assistito ad una vera e propria strage. Circa una decina di cani avvelenati in Contrada Stazione. In foto vi sono la madre con i suoi piccoli ed innocenti cuccioli, purtroppo avvelenati da chi non ha un cuore.
Sono anni ormai che assistiamo a gesti crudeli e disumani da parte di alcuni ignoti vigliacchi.
Il Sindaco in campagna elettorale, fra i vari lungimiranti punti, promise: “Lotta al randagismo” ed “Apertura centro veterinario, anagrafe canina, canile comprensoriale”. Non riesco ancora a comprendere il significato di tali profonde frasi.
Nessuna campagna di sensibilizzazione. Nessun canile. Solo promesse e qualche sterilizzazione con rimessa in territorio dei cani.
Dopo quattro anni posso dire con tutta sincerità e sicurezza che l’Amministrazione sotto questo punto ha fallito miseramente.
Mi chiedo: la morte di questi esseri viventi, “figli di un dio minore”, di chi sarà la responsabilità? L’unica cosa di cui sono certo, è che chiunque sia stato, si tratta di un vigliacco.
C’è chi si chiede se gli animali abbiano la coscienza, io mi domando se gli umani hanno una coscienza.
Sono passati secoli dal Medioevo, e nulla pare sia cambiato se non l’aumentare delle violenze e delle atrocità di alcuni nei confronti dei più deboli.
Mi rivolgo al Sindaco, alla Giunta e al Consiglio comunale tutto:
fissate urgentemente un incontro con il Prefetto per motivi di pubblica sicurezza per discutere sui crimini che si verificano ogni anno in questo Comune nei confronti degli animali che stazionano nel centro abitato e nelle contrade, e trovate una soluzione permanente, affinché gesti del genere non vengano nemmeno immaginati dalla mente umana".
  

 
   

Salvatore Lo Presti
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


02/04/2017

Cronaca. Avvelenatori in azione nella Contrada Stazione: una fine terribile per sette cuccioli

 

Cuccioli avvelenati
Cuccioli avvelenati

É stata una strage. Premeditata, eseguita e portata a termine senza la minima esitazione. Increduli i passanti che hanno assistito impotenti alla straziante scena: sette cuccioli di cane in preda agli spasmi. L'esecrabile episodio si è verificato ieri, sabato 1 aprile 2017, in Contrada Stazione (territorio al confine tra Grotte e Racalmuto). Vano ogni tentativo di soccorso prestato. Quattro animali sono deceduti quasi contemporaneamente (vedi foto a lato) mentre altri tre sono spirati dopo qualche decina di minuti, sulla macchina con la quale venivano trasportati verso una clinica veterinaria. Mani pietose hanno composto ai bordi della strada i quattro animali morti. Pochi i dubbi sulla causa del decesso: avvelenamento. Come spesso accade, in casi come questi, ignoti rimangono gli autori del crimine che, pur temporaneamente sfuggendo alle maglie delle Forze dell'Ordine, tuttavia non sfuggono alle invettive di decine di cittadini indignati i quali, sui social network, hanno espresso parole di condanna senza mezzi termini verso chi si è reso colpevole di aver tolto la vita ai sette innocui cuccioli.
     

Redazione
2 aprile 2017.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


02/04/2017

Editoria. "I tre legionari", pubblicato il nuovo libro di Diego Licata; disponibile sulle piattaforme online

 

I tre legionari
Copertina

Diego Licata
Diego Licata

Diego Licata, autore grottese che da anni vive a Roma, è già alla sua terza fatica letteraria. Dopo "Storie di altri tempi", uscito nel settembre 2012, e "I racconti di Nonno Alfonso", pubblicato nel giugno 2015, ecco la sua terza opera dal titolo "I tre legionari" (tutte edizioni Youcanprint). Articolata la trama. Michele è un giovane contadino il quale, mentre è al lavoro nel suo appezzamento di terra, riceve la visita inaspettata di un individuo che lo fulmina con un "Metà del tuo campo mi appartiene". Da quell'istante la vita di Michele viene stravolta. In pieno Secondo Conflitto Mondiale il giovane si ritrova, dopo varie vicissitudini, ad essere arruolato nella Legione Straniera; del suo plotone fanno parte due evasi, con i quali instaura una sincera amicizia. In un avvincente viaggio i tre sono catapultati dalle sabbie dell'Africa alle foreste dell'Asia e riescono, tra mille pericoli e diverse peripezie, a portare a termine la loro ferma. Ed è da civili che ritornano in Africa; qui, nonostante l'ambiente inospitale, scoprono la dolcezza dell'amore e la magia del Sahara. Quando tutto sembra volgere per il meglio, la comparsa di emissari del KGB stravolge ancora una volta l'esistenza dei tre.
Diego Licata ha vissuto per 35 anni da emigrato, prima in Francia e poi in Inghilterra. Oggi divide il suo tempo tra Roma e Grotte, paese che gli ha dato i natali e nel quale ama trascorre i mesi estivi. In tutti i suoi libri traspare sempre il ricordo delle contrade della sua infanzia, e l'immenso affetto che nutre per questa terra.
L'edizione cartacea de "I tre legionari" è disponibile su Amazon e Createspace; la versione in ebook è disponibile sulla piattaforma Kindle.
  
Carmelo Arnone
2 aprile 2017
© Riproduzione riservata.

"I TRE LEGIONARI"
(Incipit)

“Si dice che «Si sa dove si nasce ma non si sa dove si muore». Per molti il desiderio di lasciar riposare i propri resti mortali nel luogo d’origine è innato. Nonostante nella loro vita possano aver vagato per  il mondo, in lungo e in largo, alla fine dei loro giorni, l’unico sogno rimasto è di poter ritornare e riposare nel proprio nido di nascita. Questo è il desiderio di Lisa, la matriarca della piccola comunità, che a seguito e nonostante le tante vicende riesce a raggiungere. Si avvererà anche per Michele, che da giovane contadino a causa di una lite - che alla fine si può considerare futile - si trova invischiato con la Legione Straniera nel deserto più arido e grande, a combattere una guerra della quale non conosce i motivi? Nella Legione prima e nel Sahara dopo avvengono incontri che finiranno per indirizzare la sua vita e quella dei suoi compagni, al di là d’ogni attesa che potesse aver intravisto da giovanotto nel suo piccolo paese siciliano.
Gradina non si era ancora completamente risvegliata, solo lo scalpitio degli animali risuonava per le sue strette viuzze, accompagnando i contadini che si dirigevano verso i loro campi per continuare il lavoro che non cambiava mai, anno dopo anno: aratura, semina, attesa e poi la mietitura; come aveva fatto il genitore, il nonno e così fin dall’antichità più remota.
La sera prima Michele si era accordato che Stefano e Gioacchino, i suoi due fratelli: si sarebbero recati nel loro campo in Contrada Racalmare, mentre lui da solo sarebbe andato a finire quel poco di aratura che il giorno prima non avevano potuto terminare a Sinatra, che era dall’altro lato del paese, verso nord.
Una volta compiuto il lavoro, se fosse stato ancora presto, sarebbe andato a raggiungerli.
Già i primi raggi del sole indoravano la campagna quando arrivò nel suo podere; aggiogato il mulo all’aratro, si immerse nel campo e con le redini spronò l’animale che spaccava la terra arida trainando il vomere.
I solchi si susseguivano uno dopo l’altro ed era quasi giunto a metà del suo lavoro quando si accorse del nuovo vicino, un uomo alto e grosso con una faccia butterata, capelli grassi e neri, che armeggiava con dei paletti dentro il suo campo.
Legato il mulo a un tronco, scese verso quel signore che già aveva piantato alcuni paletti ben dentro la terra di Michele.
«Cosa stai facendo?» chiese il giovane.
L’altro aveva un foglio in mano e indicava che la sua particella andava oltre il corso del torrente asciutto.
«Ma che dici? È da anni che si sa che questo terreno è nostro».
L’altro continuava a insistere, con quella specie di mappa in mano, che il limite era dove lo segnava lui. E continuava a fissare nuovi picchetti, mentre Michele estirpava quello a lui più vicino.
Allora l’uomo strattonò il giovane per impedirgli di tirar fuori il picchetto. L’uno spingeva l’altro, cercando d’ostacolarlo, finché il grassone spinse con più violenza Michele, che finì per terra.
Il giovane, rialzatosi, si lanciò contro l’avversario che…”.

                    Diego Licata
                           © Riproduzione riservata.
 

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


02/04/2017

Religioni. Dalla provincia di Agrigento, lettere di protesta dei testimoni di Geova verso la Russia

 

Lettere verso la Russia
Il Cremlino

Centinaia di lettere stanno partendo in questi giorni dalla provincia di Agrigento verso la Russia. “Siamo stati incoraggiati a scrivere direttamente al Cremlino e ai funzionari della Corte Suprema - dice Alfredo Pennica, rappresentante stampa dei Testimoni di Geova di Agrigento - per chiedere il loro intervento. Sul nostro sito ufficiale, alla sezione Sala Stampa, è stata data a tutti i Testimoni l’indicazione di attivarsi per un’iniziativa mondiale contro la minaccia di proscrizione in Russia. Noi Testimoni siamo una grande famiglia. Oltre 8.000.000 di Testimoni attivi siamo uniti in un’unica fratellanza mondiale e questo ci ha dato l’incentivo a fare la nostra parte”.
La Russia è l’unica nazione al mondo ad avere bloccato il sito ufficiale dei Testimoni di Geova considerandolo estremista e mettendo al bando le pubblicazioni dei Testimoni: dalla rivista “La Torre di Guardia” ai libri per bambini dal titolo “Racconti Biblici”. Si sta tentando di applicare ai Testimoni una legge emanata per fronteggiare l’estremismo religioso. Il 5 aprile la Corte Suprema delibererà se proscrivere o meno ogni loro attività. A rischio la chiusura della sede nazionale dei Testimoni in Russia, vicino alla città di San Pietroburgo. Di conseguenza, le circa 400 associazioni religiose locali registrate verrebbero sciolte e le attività delle oltre 2.300 congregazioni dei Testimoni di Geova della Russia verrebbero considerate illegali. Le proprietà della filiale russa, come pure i luoghi di culto in cui si radunano i Testimoni di tutto il paese, potrebbero essere confiscate dallo Stato. Inoltre i singoli Testimoni di Geova potrebbero essere perseguitati penalmente per il loro impegno nelle loro normali attività religiose. Da mesi, diversi studiosi, uomini di legge, gente di spettacolo nonché media a livello mondiale stanno levando voci di dissenso su questa decisione che, se diventerà definitiva, determinerà un passo indietro per la libertà di pensiero e di religione di tutte le minoranze presenti in Russia. Secondo la Corte Europea dei Diritti dell’Uomo, la Russia si è resa protagonista, mediante la firma di 11 trattati internazionali, di ben 235 violazioni.
Il portavoce dei Testimoni di Geova presso la sede mondiale, David Semonian, ha affermato: “È evidente che leggere la Bibbia, cantare e pregare con i propri compagni di fede non sono atti criminali”.
     

Redazione
2 aprile 2017.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


01/04/2017

Musica. "Cantare il Mistero": Concerto di Pasqua del Coro di Santa Cecilia; stasera ad Agrigento

 

Coro di Santa Cecilia
Coro

Concerto di Pasqua del Coro di Santa Cecilia
Manifesto

Sarà un concerto in onore di Papa Giovanni Paolo II, salito agli onori degli altari, nel 12° anniversario della scomparsa, quello che il Coro dell’Associazione Filarmonica Santa Cecilia eseguirà stasera, sabato 1 aprile alle ore 19.00, nella Basilica dell’Immacolata di Agrigento.
La Corale agrigentina, diretta dal M° Alfonso Lo Presti, in ricordo del Santo Papa rimasto nel cuore dei fedeli, proporrà opere di alcuni dei più celebri compositori di musica sacra, tra cui Palestrina, Da Vittoria, Duruflè e Liberto (già Direttore del Coro della Cappella Sistina, per volere di Giovanni Paolo II).
Alcuni scritti del Santo Papa, tra poesie e brani di discorsi, saranno proclamate nel corso del concerto da Giusy Carreca.
Come ogni anno, il Coro di Santa Cecilia intende così fare memoria della vita e delle opere del Papa, come gesto di affetto e di gratitudine per l’attenzione rivolta alla stessa Corale ed alla Città di Agrigento.
     

Redazione
1 aprile 2017.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


01/04/2017

Comune. Convocato il Consiglio comunale per martedi 4 aprile alle ore 20.00

 

Aula consiliare "Antonio Lauricella"
Aula consiliare

L'adunanza del prossimo Consiglio comunale, convocato in seduta ordinaria su determinazione della presidente Serafina Marchetta, è stata fissata per martedi 4 aprile, alle ore 20.00, nella Sala Consiliare “Antonio Lauricella”.

Diretta streaming al seguente link: http://www.ustream.tv/channel/tFSEhnx5z9P.

Verrà discusso il seguente ordine del giorno:

1) Nomina scrutatori, lettura ed approvazione verbali delle sedute precedenti;

2) Acquisto locali sottostanti il Palazzo comunale;

3) Modifica regolamento comunale per il servizio di Noleggio con Conducente, approvato con delibera C.C. n° 17 del 31/05/2000 e ss.mm.ii.;

4) Mozione "Rimborso abbonamenti pendolari";

5) Comunicazioni del Sindaco.

In caso di mancanza del numero legale la seduta sarà sospesa per un'ora e, qualora dopo la sospensione non ci fosse ancora la presenza del numero legale dei Consiglieri, la seduta di seconda convocazione sarà tenuta il giorno successivo, sempre alla stessa ora.
     

Redazione
1 aprile 2017.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


01/04/2017

Politica. Mozioni della Minoranza consiliare su rimborso abbonamenti pendolari e orari Polizia Municipale

 

Grotte Libera e Solidale
Sito ufficiale

Il gruppo di minoranza "Grotte Libera e Solidale" interviene, in merito al recente dibattito sul rimborso degli abbonamenti agli studenti pendolari e sulla rimodulazione dell'orario di servizio della Polizia Municipale, con due mozioni da discutere in Consiglio comunale. Di seguito, il testo delle due mozioni.

*****

"Al Presidente del Consiglio
Rosellina Marchetta
e, p.c. al Sindaco

Oggetto: mozione rimborso abbonamenti pendolari.

I sottoscritti Consiglieri comunali del gruppo “Grotte Libera e Solidale” in merito alle recenti polemiche sul rimborso degli abbonamenti degli studenti pendolari, non essendo stati informati dalla decisione dell’attuale Amministrazione che ha decurtato i suddetti rimborsi senza aver preventivamente avvisato i cittadini. In un momento di grave crisi economica che il nostro Paese sta attraversando

CHIEDIAMO

al Consiglio comunale di dare un indirizzo al Sindaco affinché nel bilancio di previsione 2017 vengano inserite le quote per il rimborso totale degli abbonamenti dal 2014 ad oggi.
Grotte, 27/03/2017

I Consiglieri Comunali del gruppo “Grotte Libera e Solidale”
Cutaia Leonardo, Magrì Davide, Santino Lombardo, Anna Todaro, Vincenzo Cimino".

*****

"Al Presidente del Consiglio
Rosellina Marchetta
e, p.c. al Sindaco

Oggetto: mozione revoca Delibera di Giunta n°15 del 01 marzo 2017 (articolazione e distribuzione orario di lavoro del personale facente parte del corpo della Polizia Municipale).

I sottoscritti Consiglieri Comunali del gruppo “Grotte Libera e Solidale”,

premesso

che il corpo di Polizia Municipale del nostro Comune si è sempre contraddistinto per efficienza e professionalità;
che la loro presenza nel territorio è di grande importanza in quanto sono chiamati ad assolvere funzioni di pubblica sicurezza come il mantenimento dell’ordine pubblico, la sicurezza dei cittadini, la tutela della proprietà, l’osservanza delle varie ordinanze e il soccorso in caso di calamità;
che inoltre sono investiti della qualità di pubblico ufficiale per tutelare gli interessi specifici alla comunità in materia di attività commerciale, urbanistico-edilizia, sanitaria, rurale, mortuaria e tributaria;

CHIEDONO

al Consiglio di votare per la revoca della delibera di Giunta in oggetto e di ripristinare l’orario di lavoro come accordato in precedenza.
Grotte, 27/03/2017

I Consiglieri Comunali del gruppo “Grotte Libera e Solidale”
Cutaia Leonardo, Magrì Davide, Santino Lombardo, Anna Todaro, Vincenzo Cimino".

 

 
         

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook

www.rotte.info

Copyright © 2002-2017