www.rotte.info: periodico indipendente d'informazione del paese di Grotte (provincia di Agrigento).

Grotte.info Quotidiano - Marzo 2020

Home

>

Notiziario

>

Marzo 2020

MESSAGGI DAI LETTORI

 

31/03/2020

Poesia. "27 Marzo 2020"; di Gero Miceli

 

Gero Miceli
Gero Miceli

Riceviamo e pubblichiamo.

27 MARZO 2020

Avanzava lu morbu
nni lu munnu
e cunsignava ranti ranti
scantu e ruina.

Nudda midicina
spitala stipati
furnicìa,
tabbuta ncapu tabbuta,
lu scarsu e lu putenti
nni la stessa varca.

Nchiusi dintra
bummardati di nutizii
atturniati di sdisolu
nuatri passàvamu
Quaresima di Grazia
pruvannu lu dijunu
chiù ncrisciusu

turnavanu li cruni nna li manu
e ‘n terra li jinocchia,
la casa faciva arrè di nidu
e di chiesa macari.

Era lu vintisetti marzu.
Carricu di li spiranzi di li popoli
lu viscuvu vistutu di biancu
zuppiannu passava
pi la città vacanti
di silenziu china
e di chiantu di celu.

Quannu iddu jisà lu Sacramentu
na lacrima
e po’ tanti
la facci mi surcaru.

Nni dda chiazza, ddu Vènniri,
chi disìu di Diu
cunfortu di Paradisu
ciauru di pirdunu
e munnu novu!
  

                    Gero Miceli
                           © Riproduzione riservata.
  
Traduzione in lingua italiana

Avanzava il morbo / nel mondo / e spargeva attorno a sé paura e rovina. // Nessuna medicina / ospedali stracolmi /preoccupazione, / bare in quantità / il povero e il potente / sulla stessa barca. // Tappati dentro / bombardati di notizie / circondati dalla desolazione / noi vivevamo Quaresima di Grazia / sperimentando il digiuno più increscioso; // ritornavano le coroncine tra le mani / e le ginocchia a terra, / la casa faceva di nuovo da nido / e pure chiesa. // Era il ventisette marzo. / Carico delle speranze dei popoli / il vescovo vestito di bianco / zoppicando passava / per la città vuota / piena di silenzi / e di pianto di cielo. // Quando egli alzò il Sacramento / una lacrima / e poi tante / mi solcarono il viso. // In quella piazza, quel Venerdì / che desiderio di Dio / conforto di Paradiso / profumo di perdono / e mondo nuovo!
  

                    Gero Miceli
                           © Riproduzione riservata.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


29/03/2020

Poesia. "Urbi et orbi"; di Filippo La Mendola

 

Urbi et orbi
"Urbi et orbi"

Riceviamo e pubblichiamo.

URBI ET ORBI

Era il 27 marzo,
il tempo era pazzo.

Era primavera
il cielo piangeva.
Freddo invernale 
e pioggia a temporale.

Il mondo si è fermato
per un momento sospirato.
In un venerdì quaresimale
che non bisogna dimenticare.

Un uomo venuto da lontano
se ne stava con il cuore in mano,
andava a chiedere il perdono
per poterlo dare in dono.

Francesco vestito di bianco
stava da solo con il volto stanco,
con lui tanta gente
che pregava intensamente.

Si avvicinava all'altare
per iniziare a pregare,
Dio non ci può abbandonare
bisogna aspettare.

"Ci siamo trovati impauriti
e pure smarriti.
Una tempesta inaspettata,
tutti sulla stessa barca che va salvata,
insieme dobbiamo lottare
con Gesù che ci deve aiutare
".

Un Crocifisso bagnato,
un mondo disperato,
aspettando la Benedizione
per una Santa Conversione.

Le campane e le sirene
suonavano insieme;
le prime per adorare,
le altre per disperare.

Con la fatica di un Vecchietto
mette tutto il mondo nel suo petto.
Alzato in alto il Sacramento
fu per tutti un gran momento.

Diede a tutti un grande dono
che resterà nella storia dell'uomo.
L' indulgenza per i peccati 
di noi uomini dannati.
  

                    Filippo La Mendola
                           © Riproduzione riservata.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


20/03/2020

Auguri. Al dott. Carmelo Morgante, per la sua laurea magistrale

 

Dott. Carmelo Morgante
Dott. Carmelo Morgante

Auguri al dott. Carmelo Morgante che ieri, giovedi 19 marzo 2020, ha conseguito la Laurea Magistrale in Ingegneria Chimica presso l'Università degli Studi di Palermo, discutendo una tesi dal titolo "A new process for the valorisation of coal mining brines". La proclamazione di "Dottore Magistrale" è avvenuta con il conferimento del punteggio finale di 110/110, al quale la Commissione ha aggiunto la Lode e la Menzione per il brillante curriculum.

Al dott. Morgante gli auguri da parte di tutti gli amici che hanno potuto seguire la proclamazione in collegamento telematico, insieme ai complimenti ed agli auguri più calorosi dalla nostra Redazione.
   

Dott. Carmelo Morgante
Dott. Carmelo Morgante

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


18/03/2020

Poesia. "Dormi figliu"; di Aristotele Cuffaro

 

Aristotele Cuffaro
Aristotele Cuffaro

Riceviamo e pubblichiamo.

Per tutti quelli che non ce l'hanno fatta.

DORMI FIGLIU

Dormi figliu
dormi cuetu
ti damu l' urtimu
salutu.

Carmu e senza
patimentu
chiusi l'occhi
a lu minutu

pari sulu
abbannunatu
ma di tutti
lacrimatu.

Dormi figliu
dormi cuetu
ti damu l' urtimu
salutu.
  

                    Aristotele Cuffaro
                           © Riproduzione riservata.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


17/03/2020

Auguri. Alla dott.ssa Serena Agrò, per la sua laurea magistrale

 

Auguri per la laurea
Dott.ssa Serena Agrò

Auguri alla dott.ssa Serena Agrò che ieri, lunedì 16 marzo 2020, ha conseguito la Laurea Magistrale in Scienze Pedagogiche presso l'Università degli Studi di Palermo, discutendo una tesi dal titolo "Uomo-donna. Dalla parità alle differenze".

“Nonostante le difficoltà di quest’ultimo periodo, sei riuscita a raggiungere il tuo traguardo!
È stata una laurea inusuale, ma noi siamo stati accanto a te anche da lontano e ci siamo emozionati con te fino alla fine!
Festeggeremo quando tutto questo sarà finito!
Auguri ancora dottoressa Agrò, ti vogliamo tantissimo bene!
Dai tuoi amici Amanda, Alessia, Filippo, Giovanni e Francesca”.
   

Auguri per la laurea
Dott.ssa Serena Agrò

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


16/03/2020

Poesia. "Se fosse una guerra"; di Giovanni Salvaggio

 

Giovanni Salvaggio
Giovanni Salvaggio

Riceviamo e pubblichiamo.

SE FOSSE UNA GUERRA

Siamo in trincea per questo malanno,
la nostra casa è diventato il fossato,
che ci ripara dalle granate.

Chi sono i nemici non conosciamo,
di una guerra che nessuno ha voluto,
ma sono le vittime che ogni giorno sentiamo.

All'ospedale stanno i colpiti 
e si ritengono fortunati,
perché a tutti è concesso
avere posto dove non c'è.

Solo nell'ozio siamo confinati,
ma forse è il momento di riflessioni,
per ricercare i peccati nascosti.

Il dio denaro è stato la guida
di chi tiene il potere,
mettendo il merito e il giusto
sotto il suo piede.

Ogni disgrazia contiene la forza e la ripartenza,
se sa fare mea culpa chi colpa ne ha,
per un futuro che meritiamo.

Noi questo virus lo vinceremo,
le nostre vittime limiteremo,
se la saggezza useremo.
  

                    Giovanni Salvaggio
                           © Riproduzione riservata.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


03/02/2020

Poesia. "L'amore è", di Giorgio Infantino

 

Giorgio Infantino
Giorgio Infantino

Riceviamo e pubblichiamo.

L'AMORE È

È come uno specchio.
Quando ami qualcuno,
tu diventi il suo specchio
e lui il tuo,
e specchiandoti nel reciproco amore
vedi l’infinito.

È spontaneo,
implora di potersi esprimere
attraverso la gioia,
la bellezza, la verità.
Perfino attraverso le lacrime.

È braccia aperte, sempre.
A braccia aperte,
per permettere all’amore
di andare e venire
a sua totale discrezione.

È vivere nell'oggi,
è vero nell'immediato.
Non si perde nel passato
nè guarda al futuro.
Amore vuol dire: adesso!

È... io ti amerò in qualunque caso.
Non temere di perdere il mio amore
se commetti errori,
se scivoli e batti il naso,
se ti comporti come un essere umano.

È quando l’indifferenza
è cancellata
da una mano tesa
in segno di soccorso,
quando grazie a un atto d’amore
una vita umana viene trasformata.

È compassione,
è un atto di tolleranza
in cui trionfano
gentilezza d’animo
e perdono.

È essere più di un sentimento.
L’amore, giorno per giorno,
dev’essere vissuto operando.
L’amore è ciò che occorre
per migliorare questo mondo.
L’amore accorda tanti benefici
a chi lo dona e a chi lo riceve.
L’amore non è amore
se non ne fai buon uso.
L’amore è molte cose,
per poterlo definire
con un termine preciso.

Chi soffre per mancanza d’amore
è perchè ha una nozione limitata.
Ma per fortuna l’occasione d’amore
bussa più di una volta nella vita
.

                    Giorgio Infantino (da Wolfsburg - Germania)
                           © Riproduzione riservata.
 

 

         

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook

www.rotte.info

Copyright © 2002-2020