www.rotte.info: periodico indipendente d'informazione del paese di Grotte (provincia di Agrigento).

Grotte.info Quotidiano - Febbraio 2020

Home

>

Notiziario

>

Febbraio 2020

 

29/02/2020

Letture Sponsali. "Ritrovare il nostro vero volto"

 

Amore Sponsale
Nozze di Giuseppe e Maria

Le "Letture Sponsali" sono uno strumento sperimentale che offre gratuitamente una prospettiva sponsale alle letture della liturgia domenicale. Sono curate dal gruppo "Amore è..." (vedi il sito ufficiale), attivo dal 2006 nella diocesi di Palermo, per favorire un momento di riflessione all'interno delle coppie e nelle comunità ecclesiali. Le letture sono commentate da fidanzati e sposi (tra cui i grottesi Vera e Francesco).

*****

Le Letture della I domenica di quaresima ci riportano alla condizione originaria dell’uomo, creato da Dio, dotato della libertà e della possibilità di discernere dinnanzi al bene a al male, permettendoci di iniziare un cammino di riflessione sulla relazione che abbiamo con noi stessi e con Dio.
Nella prima lettura, dal libro della Genesi, troviamo i nostri progenitori, Adamo ed Eva, che si trovano in una condizione di profonda armonia con Creatore e con il creato e che vengono tentati dal serpente, illusi dalla possibilità di affermare se stessi sopra ogni cosa e sopra Dio stesso, cadendo così rovinosamente nella trappola del peccato originale.
Questo li conduce, in ultima analisi, alla vergogna, alla perdita della felice relazione con sé stessi, alla perdita della propria vera identità.
Il Vangelo di Matteo (Mt 4, 1-11) riprende il tema della tentazione, presentandoci Cristo stesso tentato nel deserto.
Le tentazioni di Gesù adottano la medesima strategia usata con Eva: l’inganno subdolo secondo cui l’affermazione di se stessi è la vera priorità, la sola strada per essere liberi e felici.
Gesù, vero Dio e vero uomo, affronta queste prove rimanendo pienamente uomo, senza rinnegare la sua dimensione corporea e la sua piena umanità.
Non rimuove la tentazione ma accetta di misurarsi con essa, affinché il suo cuore possa essere unificato e non diviso, né inaridito dal tentatore.
La vittoria di Cristo avviene attraverso la Parola di Dio, mediante la memoria Dei, frutto della profonda interiorizzazione della presenza del Padre nella sua esistenza.
Chiara e Fabio

Punto chiave
La prima tentazione riguarda il pane, ossia il cibo, proposto come strumento di autoaffermazione ed emancipazione da Dio, così come abbiamo visto nella prima lettura con Adamo ed Eva.
Questa tentazione avviene quando Cristo è molto affamato, dunque in un momento di maggiore vulnerabilità. La sua risposta ricorda che: "Non di solo pane vivrà l’uomo, ma di ogni parola che esce dalla bocca di Dio", per indicare che la sua vita è nutrita dalla benevolenza del Padre, dalla sua Parola e dalla sua presenza.
La seconda tentazione riguarda il tema della visibilità, della gloria personale, della ricerca dell’apprezzamento altrui, sempre per auto affermarsi; è la subdola idea che i veri figli di Dio possano pretendere che il Signore assecondi le loro iniziative.
Gesù risponde, come nella prima tentazione, che la sua fiducia è riposta pienamente nel Padre e che, proprio per questo, non è necessario chiedergli gesti spettacolari: "Non metterai alla prova il Signore Dio tuo".
Nella terza tentazione, Cristo viene tentato sul tema del potere e del possesso, a patto di piegarsi e di scendere a compromessi dinnanzi al maligno, fino a perdere la propria dignità. Anche in questo caso, Gesù vince la tentazione tornando al Padre: "Il Signore, Dio tuo, adorerai: a lui solo renderai culto".
Il tempo della Quaresima è un momento propizio per ciascuno di noi e per le nostre relazioni sponsali e familiari perché ci permette di ritrovare il nostro vero volto e di scoprire nel volto dell’amato o dell'amata i tratti del Creatore.
Viviamo questo periodo cercando di imparare a non assolutizzare i nostri appetiti, i nostri progetti e i nostri possessi, per tornare pienamente a Dio, per ricondurre a Lui tutta la nostra vita.
Chiara e Fabio
  
Redazione
29 febbraio 2020.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


29/02/2020

Società. "Famiglie connesse o sconnesse?"; incontro con Francesco Pira e don Mimmo Zambito

 

Famiglie connesse o sconnesse?
Locandina

Zambito e Pira
Zambito e Pira

Si terrà domani, domenica 1 marzo 2020 a partire dalle ore 18.30, presso la chiesa parrocchiale Madonna del Carmelo in Grotte, l’incontro-dibattito sul tema “Famiglie connesse o sconnesse? Social media & family”, promosso dall’Unità Pastorale di Grotte.
Le relazioni saranno a cura del sociologo e docente di Comunicazione all’Università di Messina Francesco Pira, e del giudice del Tribunale Ecclesiastico di Agrigento don Mimmo Zambito.
All’incontro sono invitati tutti i componenti della comunità ecclesiale, i volontari, gli operatori pastorali, i componenti dei gruppi, le famiglie, i fidanzati ed i giovani.
Il prof. Francesco Pira affronterà il tema della grande responsabilità che hanno i genitori nel loro ruolo educativo, e di come i mezzi e le tecnologie non siano oggettivamente negativi ma necessitino di consapevolezza nel loro utilizzo.
Don Mimmo Zambito relazionerà sull’essenzialità del ruolo della famiglia, ed in particolare dei coniugi, nella presenza invadente dei social; sulla ricerca di valori autentici che diventano kerigma, annuncio della presenza di Cristo nell’oggi. Indicherà nella famiglia la soluzione e la via privilegiata per una rete di relazioni belle, vere in cui si vive in pienezza la socialità, nell’accettazione autentica dell’altro, così come è in realtà, comprese le fragilità e le imperfezioni.
L’incontro, organizzato in collaborazione con don Salvatore Zammito, don Gaspare Sutera e don Rosario Bellavia, sarà coordinato da Ignazio Infantino.
  
Redazione
29 febbraio 2020.
       

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


28/02/2020

Politica. L'on. Decio Terrana (UDC): "Dopo l'emergenza sanitaria, il Governo eviti il crollo economico"

 

Decio Terrana
Decio Terrana

Il Coordinatore Politico dell’UDC in Sicilia, on. Decio Terrana, ha inviato una nota al Presidente del Consiglio dei Ministri, prof. Giuseppe Conte, affinché intervenga con urgenza anche sulla crisi socio-economica che sta causando l’allarme di questi giorni sulla propagazione del Coronavirus.
"La diffusione del virus COVID-19 in Italia, ed adesso in tutta Europa, sta facendo gravemente crollare l’economia locale, trainata dalle strutture ricettive e di ristorazione - scrive Terrana -. Migliaia sono le cancellazioni nelle nostre strutture siciliane; diversi albergatori ci contattano seriamente preoccupati di non poter più garantire nemmeno i servizi essenziali, trovandosi costretti a chiudere a giorni tutte le attività. Di certo la continua presenza dell’argomento sui media ha anche scatenato misure preventive eccessive che, comunque, oggi si stanno dimostrando efficaci sul contenimento della diffusione dell’epidemia. È però passata, soprattutto all’estero, una forte preoccupazione sul rischio di pandemia in aeree del tutto sicure; le ulteriori misure decise dal Governo, per quanto necessarie, hanno portato i turisti a disdire ogni prenotazione ed evitare ogni luogo affollato. Il risultato è che gli alberghi ed i ristoranti, trovandosi meno gli incassi preventivati in questo periodo, rischiano una grave crisi che costringerà a bloccare l’attività turistica nel nostro territorio".
Il Segretario Regionale dell’UDC, nell’invitare tutti alla calma, sollecita il Governo a prendere misure che possano rendere meno grave la crisi.
"Siamo in continuo contatto con Federalberghi, che ha già segnalato come la situazione turistico-ricettiva sia precipitata in poche ore - continua Decio Terrana - così come ci stiamo già muovendo, a livello regionale, per dare un primo aiuto alle imprese in difficoltà, con la mozione presentata dai nostri deputati regionali Vincenzo Figuccia, Danilo Lo Giudice ed Eleonora Lo Curto per garantire quantomeno l’esenzione temporanea del versamento degli adempimenti fiscali alle imprese coinvolte. Ma sappiamo che può essere troppo poco. Chiediamo anche che si possa sospendere la tassa di soggiorno nei luoghi turistici e che quanto accumulato possa servire per dare una prima boccata d’ossigeno alle strutture ricettive. Inoltre, riteniamo doveroso che il Governo, gestita l’emergenza sanitaria, si preoccupi adesso anche di evitare il completo crollo economico dei nostri territori con misure d’urgenza che mirino ad evitare la chiusura delle nostre attività turistico-alberghiere".
  
Redazione
28 febbraio 2020.
       

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


27/02/2020

Nomine. L'architetto Rino La Mendola confermato al Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici

 

Rino La Mendola
Rino La Mendola

Rino La Mendola, vicepresidente del Consiglio Nazionale degli Architetti, è stato riconfermato componente del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici. La notizia ha suscitato il compiacimento dell’Ordine degli Architetti di Agrigento, anche in considerazione dei tanti obiettivi raggiunti dall’architetto La Mendola a livello nazionale e regionale.
"A nome mio e di tutto il Consiglio dell’Ordine degli architetti - dichiara Alfonso Cimino, presidente dell’Ordine degli architetti di Agrigento - esprimo compiacimento per la riconferma di Rino La Mendola in qualità di componente del Consiglio superiore dei Lavori pubblici. Quest’Ordine è a fianco dell’architetto La Mendola per annoverare ancora nuovi obiettivi e nuovi traguardi a vantaggio dell’intero comparto e, quindi, della collettività".
Nato a Grotte nel 1959, Rino La Mendola si è laureato nel 1983. È stato Presidente dell'Ordine degli Architetti PPC di Agrigento da giugno 1996 a febbraio 2011, per sei mandati consecutivi, e Presidente della Consulta Regionale degli Ordini degli Architetti PPC della Sicilia dal 1997 al 1998 e da gennaio 2004 a marzo 2011. Attualmente è Capo del Genio Civile di Caltanissetta, ruolo che ha ricoperto anche ad Agrigento, dal 2007 al 2010. Ha svolto, in precedenza, la libera professione, occupandosi soprattutto di lavori pubblici e di progettazione ambientale. Da maggio 2013 è componente del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici. È attualmente Presidente della Fondazione Architetti nel Mediterraneo-Agrigento".
  
Redazione
27 febbraio 2020.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


26/02/2020

Attualità. "Non è il Coronavirus, l'incubo siamo noi"; di Alessandra Agnello

 

Coronavirus
Coronavirus

Uno scritto, quello della dott.ssa Alessandra Agnello, velato di una sottile e leggera ironia, che mette all'indice le false comunicazioni ed i programmi che diffondono supposte verità, contribuendo ad alimentare il panico tra la gente (quel popolo di creduloni, incline a farsi condurre al pascolo da chiunque - con frasi assertive - millanti autorevolezza). È un messaggio di buon senso, di speranza, di verità, presentato con estrema semplicità. Contro ogni forma di intolleranza e di razzismo (ma qui è doveroso puntate il dito! Non possiamo e non dobbiamo tacere, perché "siamo umani'). La citazione della laurea, lungi da una auto incensazione (quanto mai distante dal carattere dell’Autrice), contribuisce all'autorevolezza ed alla credibilità delle affermazioni. Nel senso: non lo dice uno che nella vita non ha mai lavorato e non ha una cultura nell’ambito della Medicina, ma lo dice chi è esperto in materia, con cognizione di causa. Un messaggio forte e chiaro, col sorriso sulle labbra.
Carmelo Arnone

*****

"Volevo condividere con i lettori, con i quali non dialogo ormai da molto, alcune informazioni riguardo la nuova influenza il cui nome non voglio nemmeno nominare perché se no viene prurito a qualcuno.
Ma poi mi sono ricordata che ho una laurea in Medicina e una specializzazione, che lavoro da 5 anni e mezzo in ospedali universitari, che mi informo attraverso articoli scientifici e non con giornalini come “Cioè” e con programmi televisivi come “Barbara D'Urso Live Show”, pertanto tutto quello che avrei da dirvi non verrebbe preso sul serio né tantomeno considerato informazione scientifica.
Una cosa però la voglio condividere.
Mi vien da riflettere invece che in questa società che non fa altro che ostentare le proprie conoscenze basate su disinformazione, l'allarmismo creato sia l'unica arma per farvi capire quanto sia importante l'attività scientifica, quanto siano importanti i vaccini, quanto sia importante la medicina e i farmaci, che l'acquasanta non aiuta nessuno, e soprattutto quanto è brutto rimanere in quarantena isolati dal resto del mondo senza la possibilità di comprare cibo, acqua, farmaci, senza la possibilità di avere assistenza domiciliare immediata, senza la possibilità di poter comunicare con il mondo esterno.
Spero che capiate tutto questo e che siate più benevoli con chi arriva da posti dove le quarantene da guerra sono all'ordine del giorno e vi chiede aiuto.
Ma tanto so che dimenticherete presto questi momenti di panico e questi momenti di difficoltà e tornerete a sentirvi forti e invincibili chiudendo i porti e lasciando la gente sulle navi a morire di caldo e di fame.
Stiamo vivendo un incubo, ma l'incubo non è il coronavirus, l'incubo siamo noi.
  
Alessandra Agnello
26 febbraio 2020
© Riproduzione riservata.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


25/02/2020

Cronaca. Considerazioni del sindaco Alfonso Provvidenza sulla morte della cagnetta Camilla

 

Radagismo
Randagismo

In merito all'esecrabile episodio che ha determinato la morte della cagnetta Camilla, e delle polemiche ed accuse (in certi casi vergognose) che ne sono seguite, il sindaco di Grotte, dott. Alfonso Provvidenza, ha espresso con una nota le sue considerazioni, anche a nome dell'Amministrazione comunale. Di seguito si riporta il testo integrale della nota.

*****

"L'Amministrazione comunale esprime sdegno e ripugnanza per la barbara uccisione della dolce cagnetta Camilla nei pressi della Cooperativa La Comune.
Purtroppo sono atti, ancorché isolati nella nostra comunità, che generano un profondo senso di tristezza e di incapacità di comprendere le ragioni di quei pochi che macchiano, come sempre, l'operato di una intera collettività.
Per quanto ci riguarda, in assenza totale di fondi regionali e nazionali (come sempre ci si indigna, ma poi l'Ente locale viene lasciato solo), si è provveduto a fare ogni sforzo possibile.
Nel nostro piccolo è stata stipulata apposita convenzione con un canile dove sono stati già ricoverati due cani che hanno manifestato segni di aggressività e sono state contattate delle associazioni per le adozioni con le quali però non è stato sottoscritto alcun protocollo di intesa (e non per volontà del Comune).
Più in generale, ricordo che sono diversi i cani microchippati e reimmessi nel territorio i quali, secondo la legge possono essere anche essere affidati alle associazioni protezionistiche o animaliste, o in adozione a privati cittadini, che si impegnino ad accudirli e custodirli (ma nessuno si fa avanti).
Infine vorrei sommessamente ricordare che, in base anche ad una Sentenza della Corte di Cassazione, chi dà da mangiare a un cane randagio è responsabile del suo comportamento.
Se ci si occupa del sostentamento di un cane randagio, secondo la Corte di Cassazione, infatti, si diventa responsabili anche di sue, eventuali, aggressioni.
La posizione di garanzia assunta dal detentore di un cane, impone l’obbligo di controllare e di custodire l’animale adottando ogni cautela per evitare e prevenire le possibili aggressioni a terzi.
La compassione oltre la legge... direbbe qualcuno.
Per il resto resta l'amarezza e il grande dolore di un altro cane ucciso, tutto il resto è... noia.

Il Sindaco e l'Amministrazione comunale".
  
Redazione
25 febbraio 2020.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


25/02/2020

Comune. Avviso per chi proviene dalla Lombardia o dal Veneto: contattare le autorità sanitarie

 

Avviso Coronavirus
Avviso Coronavirus

Il sindaco di Grotte, dott. Alfonso Provvidenza, ha diramato un avviso invitando tutte le persone che sono transitate nei Comuni della Lombardia o del Veneto sottoposti a quarantena a causa del coronavirus (o comunque provenienti dalle stesse Regioni) a darne comunicazione alle autorità sanitarie, per essere eventualmente invitati alla quarantena volontaria attiva. Nello stesso avviso il Sindaco ricorda che, in caso di sintomi riconducibili al coronavirus, è possibile contattare i numeri 112 oppure 1500.
Di seguito il testo dell'avviso.

*****

COMUNE DI GROTTE
Libero Consorzio Comunale di Agrigento

AVVISO

Si ricorda che l'art. 2 del DPCM 23 febbraio 2020, ha disposto che:
"In attuazione dell'art. 3, comma 1, del decreto-Legge 23 febbraio 2020, n. 6, e per le finalità di cui al medesimo articolo, gli individui che dal 1° febbraio 2020 sono transitati ed hanno sostato nei comuni di cui all'allegato 1 al presente decreto sono obbligati a comunicare tale circostanza al Dipartimento di prevenzione dell'azienda sanitaria competente per territorio, ai fini dell'adozione, da parte dell'autorità sanitaria competente, di ogni misura necessaria, ivi compresa la permanenza domiciliare fiduciaria con sorveglianza attiva".

I Comuni richiamati dalla disposizione sono:

Nella Regione Lombardia:
Bertonico;
Casalpursterlengo;
Castelgerundo;
Castiglione D' Adda;
Codogno;
Fombio;
Maleo;
San Fiorano;
Somaglia;
Terranova dei Passerini.

Nella Regione Veneto:
Vò.

Si fa appello alla ragionevolezza di ciascuno tale che - oltre l'obbligo normativo sopra indicato - si adotti individualmente ogni possibile forma di norma igienica e di prudenza nei modi ampiamente diffusi dall'informazione resa dal Ministero della Salute.

Si ricorda che in presenza di sintomi riconducibili al Covid-19 (coronavirus) bisogna contattare i numeri 112 0 1500 in modo da essere trattati direttamente da personale sanitario specializzato o contattare il proprio medico curante e attenersi alle indicazioni fornite dal ministero della salute e della Regione Sicilia.

Un'importante misura volta alla riduzione del rischio è quella di comunicare alle autorità sanitarie locali il proprio rientro dalle regioni del nord interessate dall'espansione epidemica, in modo che queste possono valutare eventuali misure di quarantena attiva (volontaria) presso il proprio domicilio, anche in assenza di sintomi, poiché è noto che il periodo di incubazione della malattia può raggiungere le due settimane.

Si confida nel senso di responsabilità di ciascuno comunicando alle Autorità eventuali contatti con focolai nazionali ed internazionali soprattutto nell'eventualità del verificarsi dei primi sintomi (febbre, tosse secca, mal di gola e difficoltà respiratorie) o se si pensa di essere stati esposti al contagio.

Grotte, 25 febbraio 2020
.

 
   

Il Sindaco
Alfonso Provvidenza
 

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


24/02/2020

Cronaca. Morto un cane; accusato sui social un intero condominio. Accusa, difesa e insulti.

 

Morto un cane; accusato sui social un intero condominio
Insulti sui social

L'unico dato certo, al momento, è che è morto un cane. Si chiamava Camilla. Era un randagio.
La notizia, diffusa tramite social dal prof. Giuseppe Napoli, ha destato scalpore sia per la scelta di additare apertamente al pubblico i nomi e cognomi dei presunti "colpevoli" (addirittura un intero condominio formato da 14 appartamenti) che per i pesantissimi insulti e le gravissime offese che hanno fatto seguito al post (nell'immagine a lato, alcuni dei commenti, sui cui autori - dei quali abbiamo oscurato i nomi - non vogliamo esprimere alcun giudizio).
Nel riportare il testo del prof. Giuseppe Napoli (omettendo, per rispetto della dignità delle persone, alcuni dei nomi segnalati), diamo voce alle repliche del dott. Calogero Sbrazzato e della dott.ssa Luisa Cimino.
Carmelo Arnone

*****

"Mi è morta fra le mani, Camilla, avvelenata, colpevole solo di esistere, mentre cercavo di farla vomitare infilandole le dita in gola per farla vomitare e facendole il massaggio cardiaco... già aveva gli occhi in midriasi ma mi vedeva, vedeva chi che le portava il cibo ogni sera.
Avevamo già pensato di adottarla perché era un cane docile e affettuoso che faceva festa a tutti.
Il cane era stato allontanato dal mio condominio a seguito delle percosse di Michele Di Mino (ex sindaco di Grotte) (calci sulla pancia, con lei inerme con le zampe in aria) e del marito di (... omissis...) (bastonata mentre lei si rifugiava sotto una macchina).
Il cane è stato avvelenato con una sostanza a rapida metabolizzazione. (É morta in non più di mezz'ora. Autopsia a breve).
L'assassinio è avvenuto in territorio comunale, presso la cooperativa abitativa "La Comune", in via Pertini (che peraltro non è proprietaria dello spazio esterno).
Sono abitanti della cooperativa in oggetto:
(... omissis... 14 nomi e cognomi).
Domattina sarà presentata regolare denuncia presso la locale stazione dei Carabinieri e presso il corpo dei Vigili Urbani.
Non finisce così.
Giuseppe Napoli".

(Leggi alcuni dei commenti al post).

"Buon giorno, mi preme sottolineare che la cagnolina in questione, che ultimamente si accompagnava con altri 2 cagnolini, 1 di color miele e 1 di colore nero, spesso e volentieri si allontanavano per poi ritornare in serata presso la Cooperativa.
Pertanto, prima di additare con nome e cognome i residenti, sarebbe opportuno valutare anche se non le sia stato fornito cibo avvelenato sparso nel circondario da chi certamente non ama gli animali.
Allo stato attuale diversi residenti sono proprietari di cani, gatti e quant'altro per un totale di 4 cani e 1 gatto a prova che gli animali vengono rispettati, accuditi e amati.
Le accuse gratuite lasciano il tempo che trovano.
Ai posteri l'ardua sentenza.
Calogero Sbrazzato".

"
Scrivo in merito alle accuse false formulate da Giuseppe Napoli nei confronti del sig. Di Mino Michele.
È innanzitutto doveroso precisare quanto la nostra famiglia condanni un atto spregevole, esecrabile e brutale come quello riservato a Camilla, ritrovata avvelenata nei pressi della cooperativa “La comune".
La sacralità della vita, in tutte le sue forme, è valore che da sempre contraddistingue la nostra famiglia.
Proprio perché condanniamo e stigmatizziamo atti tanto deplorevoli che riteniamo doveroso confutare in ogni modo le accuse rivolte da Giuseppe Napoli nei confronti del sig. Di Mino Michele.
Nel mese di dicembre Camilla insieme ad altri cani randagi, ha iniziato a frequentare l’area antisante la cooperativa nei pressi di via Sandro Pertini, fino ad accede giorno dopo giorno nella proprietà privata della nostra cooperativa “Aldo Moro” recintata da cancello, a seguito del cibo offerto da Giuseppe Napoli all’interno del cortile comune.
Più volte è stato pregato e invitato di farlo al di fuori, ma inutilmente.
Cosi per circa due mesi, Camilla è stata ospite della nostra cooperativa non volendo più uscire e causando vari problemi.
Camilla era una cagnetta docile ma un tantino esuberante e la sua incessante ricerca di donare e ricevere amore la portava ad abbaiare e a saltare addosso a chiunque si trovasse all’interno del cortile.
Non è mai stata aggressiva ma i suoi modi irruenti uniti alla grossa stazza era causa di paura, tanto da non permettere più ai bambini di poter giocare tranquillamente dentro il cortile.
Nel tentativo di giocare, infatti, ha terrorizzato una bambina che si stava recando a scuola. Non voleva assolutamente attaccare la piccola, ma una bambina di sei anni non poteva saperlo, come non potevano saperlo le persone che entravano nella cooperativa.
(In questo periodo Giuseppe Napoli con la sua famiglia si trovava fuori Grotte e non ha assistito a questi episodi).
Sono state più volte avvertite le autorità competenti che però hanno sempre risposto di non potere far nulla per aiutarci.
Tutti i condomini quindi, data la situazione, hanno tentato di allontanarla con le buone dalla proprietà, non usando mai violenza, fino a quando un giorno è uscita spontaneamente seguendo gli altri cani randagi, stabilendosi nei pressi della zona vicina.
Il signor Di Mino Michele (accusato ingiustamente di maltrattamenti da Giuseppe Napoli, che verrà querelato per diffamazione e istigazione all’odio, e che tra l’altro non era nemmeno presente al momento dell’accaduto dei fatti da lui stesso narrati), ha solo trascinato il cane fuori che, per l’ennesima volta entrando con altri cani randagi a seguito, non lo facevano uscire dal cancello, ostacolando il passaggio.
Dal dire: “calci sulla pancia con lei inerme con le zampe in aria” a spostarla per farla uscire fuori, c’è una grossa differenza.
Il sig. Di Mino più volte è dovuto scendere giù in cortile a qualsiasi ora per gestire le paure del personale sanitario che veniva presso la sua abitazione per le cure della moglie malata.
Il fenomeno del randagismo purtroppo è sempre più diffuso con l’assoluta indifferenza delle amministrazioni.
Tuttavia questo non giustifica atti di assoluta brutalità e disumanità come quello riservato a Camilla, ritrovata agonizzante nei pressi della cooperativa “La comune”. (La nostra non vuole essere assolutamente un’accusa nei confronti degli inquilini della cooperativa “La comune”).
È vergognoso tuttavia offendere il buon nome di una persona anziana di 85 anni conosciuta da tutti come persona altruista e generosa che ha fatto solo del bene per il nostro paese.
È facile nascondersi dietro il “buon animalista" screditando con parole offensive le persone che vogliono solo vivere tranquille nella propria casa.
Condanniamo ancora una volta qualsiasi atto di violenza e di codardia riservato a ogni essere vivente e in particolare a Camilla
, atti che solo un animo brutale e privo di qualsiasi barlume di coscienza è stato in grado di perpetrare e da cui la nostra famiglia prende le giuste distanza.
La vita di ogni essere vivente è sacra e bisogna averne il massimo rispetto.
Luisa Cimino".
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


24/02/2020

Comune. Informazioni puntuali e corrette sul coronavirus; nota del sindaco Alfonso Provvidenza

 

Alfonso Provvidenza
Alfonso Provvidenza

Questa mattina il sindaco di Grotte, dott. Alfonso Provvidenza, ha diramato un comunicato per diffondere alla popolazione locale notizie corrette e verificate riguardo il coronavirus. Di seguito il testo della nota.

*****

"Al fine di facilitare l’accesso da parte della Popolazione a informazioni puntuali e corrette sull’epidemia da coronavirus, si invita a visitare la pagina web dedicata del Ministero della Salute (www.salute.gov.it/nuovocoronavirus) , il cui link è disponibile sul sito del Comune.
Sulla tematica, si evidenzia la circolare della Direzione generale della prevenzione sanitaria del Ministero della Salute n. 0003190-03/02/2020, con la quale vengono forniti chiarimenti circa i comportamenti da tenersi da parte degli Operatori che, per ragioni lavorative, vengono a contatto con il pubblico.
La predetta circolare è consultabile qui.
È possibile, inoltre, avere ulteriori chiarimenti chiamando il Numero Verde del Ministero della Salute: 1500.

Il Sindaco
Alfonso Provvidenza".
  
Redazione
24 febbraio 2020.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


24/02/2020

Salute. Volare sereni: all'aeroporto di Birgi adottate le misure precauzionali previste dalle Autorità sanitarie

 

Aeroporto di Birgi
Aeroporto di Birgi

A Birgi si effettuano tutti i controlli previsti dal Ministero della Salute e da Enac.
A fronte delle molteplici segnalazioni allarmistiche sul rischio di contagio del Coronavirus, che si stanno diffondendo tra i passeggeri e sui social, Airgest, nella persona del suo presidente Salvatore Ombra, precisa che in aeroporto le autorità sanitarie sono presenti e adottano tutte le misure precauzionali già previste dalle Autorità sanitarie e che la società di gestione non ha competenze dirette e autonome sul controllo delle persone, che transitano dall'aeroporto Vincenzo Florio di Trapani Birgi. Chi ha la responsabilità di farlo è il Ministero della Salute, tramite Usmaf (Ufficio di Sanità Marittima, Aerea e di Frontiera), che segue le indicazioni di Enac.
Abbiamo sentito il responsabile, dott. Giuseppe Giugno, direttore dell'unità di Trapani dell'Usmaf, - ha affermato il presidente di Airgest, Salvatore Ombra - che ha confermato che al momento le misure precauzionali e preventive sono quelle preesistenti, e cioè di effettuare solo il controllo sul volo proveniente da Roma. Ha aggiunto che, a seguito del Consiglio dei Ministri, dovrebbero arrivare degli aggiornamenti, di cui terremo conto con immediata esecuzione, con la stessa precisione con cui sono state applicate le precedenti, fino ad ora. Alla luce degli ultimi fatti - ha aggiunto il presidente Salvatore Ombra - siamo certi che questi controlli saranno intensificati ma non possiamo procedere di nostra iniziativa perché non abbiamo la competenza per farlo, a maggior ragione trattandosi di dati sensibili, come la salute e la privacy dei passeggeri. Ciò che possiamo fare, è stare all'erta e farci trovare immediatamente operativi appena arriveranno le nuove indicazioni ufficiali e diffonderle adeguatamente. Nell'interesse della salute e del benessere dei nostri passeggeri, dei cittadini e dei siciliani, di fronte a questo virus che sta seminando comprensibili timori”.
  
Redazione
24 febbraio 2020.
       

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


24/02/2020

Chiesa. Avvisi ed appuntamenti della settimana.

 

Chiese di Grotte

Pubblichiamo gli avvisi diffusi al termine delle sante Messe domenicali e gli appuntamenti ecclesiali più rilevanti.
Per agevolarne la consultazione, gli avvisi settimanali sono pubblicati anche nella pagina Chiesa.

Lunedi 24
febbraio - Sante Quarantore
- ore 09.30, in chiesa Madre, santa Messa;
- ore 16.00, in chiesa Madre, Ora Santa;
- ore 17.00, nella Cattedrale di Agrigento, Ordinazione diaconale;
- ore 17.30, in chiesa Madre, catechesi e Vespro (con la presenza dei catechisti).

Martedi 25 febbraio - Sante Quarantore (Solennità di San Gerlando)
- ore 09.30, in chiesa Madre, santa Messa;
- ore 16.00, in chiesa Madre, Ora Santa;
- ore 17.30, in chiesa Madre, catechesi e Vespro.

Mercoledi 26
febbraio - Le Ceneri
- ore 17.30, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa (celebrazione per giovani e ragazzi);
- ore 18.00, nella chiesa san Rocco, santa Messa;
- ore 20.00, in chiesa Madre, santa Messa.

Giovedi 27
febbraio
- ore 09.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 17.15, nella chiesa san Rocco, santo Rosario, preghiera a santa Rita e santa Messa;
- ore 18.00, nella chiesa del Purgatorio, santa Messa e presentazione del programma di Adorazione Continua per il mese di marzo;
- ore 19.30, nella chiesa Madonna del Carmelo, Incontro Giovani.

Venerdi 28
febbraio
- ore 09.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 17.30, nella chiesa san Rocco, santa Messa e Via Crucis;
- ore 18.00,  in chiesa Madre, santa Messa e Via Crucis;
- ore 19.30, nel Piazzale Berlinguer, Via Crucis.

Sabato 29
febbraio
- ore 09.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 09.00, nella chiesa san Rocco, santa Messa;
- ore 18.30, in chiesa Madre, santa Messa.

Domenica 01
marzo
- ore 08.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 10.00, nella chiesa san Rocco, santa Messa;
- ore 11.00, in chiesa Madre, santa Messa;
- ore 11.30, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 17.30, in chiesa Madre, santa Messa;
- ore 18.30, nella chiesa Madonna del Carmelo, incontro dibattito "Famiglie connesse e connesse: social media & the family" (con il prof. Francesco Pira e don Mimmo Zambito).

AVVISI

- Domenica 1 marzo non si celebrerà la santa Messa delle ore 17.30 nella chiesa Madonna del Carmelo.

- Domenica 1 marzo la santa Messa vespertina in chiesa Madre sarà celebrata alle ore 17.30.

- Domenica 1 marzo, alle ore 18.30 nella chiesa Madonna del Carmelo, si terrà un incontro dibattito sul tema "Famiglie connesse e connesse: social media & the family"; con il prof. Francesco Pira (sociologo e docente all'Università di Messina) e don Mimmo Zambito (teologo e giudice del Tribunale ecclesiastico).

- Su disposizione di don Salvatore Zammito, non ci saranno altre sante Messe al di fuori di quelle previste nel programma delle Quarantore, eccetto per i funerali.

- Su disposizione di don Salvatore Zammito, tutti i catechisti dovranno essere presenti alla catechesi ed al Vespro nei giorni 5, 10, 14, 17, 21, e 24 febbraio.

- Il prossimo 24 febbraio, vigilia della festa di san Gerlando, l'arcivescovo di Agrigento S.Em. card. Francesco Montenegro ordinerà diaconi i seminaristi: Davide Burgio (32 anni, di Porto Empedocle), Alessio Caruana (40 anni, di Agrigento), Davide Fasone (38 anni, di Agrigento), Matteo Mantisi (31 anni, di Realmonte), Calogero Putrone (35 anni, di Realmonte) e Salvatore Piazza (26 anni, di Menfi).

Sono state fissate le date nelle quali saranno amministrati i sacramenti della Prima Comunione e della Cresima:
- domenica 3 maggio ai ragazzi dell'I.C. la Prima Comunione e la Cresima, in un unico gruppo nella chiesa Madre;
- lunedi 4 maggio la Cresima ai ragazzi di 1° superiore, in un unico gruppo nella chiesa Madre.

Orari delle Sante Messe in vigore dal 01/01/2020:

   Feriali:
   ore 09.00, chiesa san Rocco
   ore 09.00, chiesa Madonna del Carmelo
   ore 18.00, chiesa Madre

   Prefestivi:
   ore 18.30, chiesa Madre
   ore 21.00, chiesa San Francesco (animata dalle comunità neocatecumenali)

   Festivi:
   ore 08.00, chiesa Madonna del Carmelo
   ore 10.00, chiesa San Rocco
   ore 11.00, chiesa Madre
   ore 11.30, chiesa Madonna del Carmelo
   ore 17.30, chiesa Madonna del Carmelo
   ore 18.30, chiesa Madre
  
Redazione
24 febbraio 2020.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


23/02/2020

Lettere. "Disponibilità del dott. Armando Caltagirone, a vantaggio degli utenti grottesi"; di Gaetano Lombardo

 

Gaetano Lombardo
Gaetano Lombardo

Commento del dott. Gaetano Lombardo sulla collaborazione - in forma gratuita -, in materia di tributi e contenzioso tributario, del dott. Armando Caltagirone, con il Servizio Tributi del Comune di Grotte.

*****

"Egregio Direttore,
sono appena venuto a conoscenza della disponibilità che a titolo gratuito il dott. Armando Caltagirone ha voluto elargire a favore della comunità grottese.
Me ne compiaccio altamente in quanto conoscendo personalmente l'alto grado di professionalità del suddetto, maturato nel corso della sua lunga carriera, sono sicuro che il suo contributo tornerà a vantaggio degli utenti grottesi che si avvarranno della sua preziosa esperienza".
 

 
   

Gaetano Lombardo
 

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


23/02/2020

Iniziative. L'Associazione "50&PIÙ" insieme a Grotte per il Carnevale

 

Associazione "50&PIÙ"
Foto di gruppo

Associazione "50&PIÙ"
Balli

Associazione "50&PIÙ"
Balli

Festa di Carnevale per la sezione provinciale di Agrigento dell'Associazione "50&PIÙ", giovedi scorso a Grotte.
Nella sede di Via Ingrao, numerosi soci (coppie ma anche single) si sono raccolti per vivere una delle tante occasioni di socializzazione offerte dall'Associazione: la festa di Carnevale. Tra canti, balli, musica e degustazioni di pietanze locali e dolci di Carnevale, la serata è trascorsa in allegria, animata dalla maestra di danza Antonella Paradiso e da uno staff proveniente da Palermo. Presente all'incontro il Presidente provinciale, Calogero Collura, fautore dell'iniziativa, accompagnato da alcuni componenti del Direttivo provinciale ed il dott. Antonino Cardaci (Componente della Giunta Esecutiva dell'Associazione "Alzheimer Uniti Italia Onlus" e Presidente dell'Associazione "La Grande Famiglia Onlus" di Palermo) con alcuni specialisti della sua equipe venuti appositamente da Palermo.
Insieme al dott. Cardaci, l'Associazione "50&PIÙ" di Grotte da tempo sta conducendo una periodica campagna d'informazione e di prevenzione sull'Alzheimer, in previsione dell'apertura nella sede grottese di un ambulatorio fisso, con personale medico specializzato, che si intende realizzare come punto di riferimento per tutta la provincia di Agrigento.
"Ringrazio tutti gli amici che vengono da fuori sede - ha detto il presidente Collura nel saluto conclusivo -, ringrazio tutti voi presenti per la vostra dimostrazione di unione, segno di un profondo sentimento reciproco, e mi auguro di potervi incontrare ancora alla prossima occasione".
La prossima iniziativa, il 28 marzo 2020 al Villaggio Mosè, sarà la cerimonia conclusiva del concorso "Nonni e nipoti", indetto dall'Associazione "50&PIÙ" provinciale di Agrigento, con lo scopo di rinsaldare i rapporti tra le generazioni, valorizzare l'esperienza del passato e tramandare i valori costitutivi della famiglia e della società.
Nelle immagini a lato (foto di © Davide Fantauzzo), alcuni momenti della festa.
  
Carmelo Arnone
23 febbraio 2020.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


22/02/2020

Servizi. Pubblicate le graduatorie definitive dei lavoratori forestali

 

Centro per l'impiego
Centro per l'impiego

Con una nota ufficiale, il Dirigente del Centro per l'Impiego di Canicatti ha comunicato che il 21 febbraio 2020 sono state pubblicate le graduatorie definitive dei lavoratori forestali.

*****

"Si comunica che a decorrere dal 21/02/2020 è in pubblicazione la graduatoria unica distrettuale definitiva anno 2020.
I lavoratori interessati potranno prenderne visione presso il Centro per l'Impiego di Canicatti e i recapiti di Grotte e Ravanusa.
Avverso la presente graduatoria può essere proposto, entro 30 giorni dalla pubblicazione, ricorso gerarchico c/o il Dipartimento Regionale Lavoro ai sensi del D.P.R.  n° 1199/71, ovvero ricorso giurisdizionale entro il termine di giorni 60".
  

 
 

Il Funzionario direttivo
Dott. Tommaso Vergopia

D'ordine del Dirigente del CPI
Dott. Carmelo Lombardo
 

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


22/02/2020

Letture Sponsali. "Siate straordinari. Siate perfetti. Siate santi"

 

Amore Sponsale
Nozze di Giuseppe e Maria

Le "Letture Sponsali" sono uno strumento sperimentale che offre gratuitamente una prospettiva sponsale alle letture della liturgia domenicale. Sono curate dal gruppo "Amore è..." (vedi il sito ufficiale), attivo dal 2006 nella diocesi di Palermo, per favorire un momento di riflessione all'interno delle coppie e nelle comunità ecclesiali. Le letture sono commentate da fidanzati e sposi (tra cui i grottesi Vera e Francesco).

*****

L’amore non è razionale.
Cari amici, le letture di oggi ci fanno riflettere sulle vere volontà che Dio ha per noi. Il messaggio del cristianesimo è un messaggio nuovo. Un messaggio che non si può comprendere con la nostra razionalità umana.
Infatti Dio Padre attraverso Cristo ci invita alla filosofia dell’Amore e non a quella della Ragione. Il vero Amore non è spiegabile con la ragione umana. Razionalmente non avrebbe senso il “porgere l’altra guancia”, non avrebbe senso “l’amare i nostri nemici” e, soprattutto, non avrebbe senso il sacrificio di Gesù che ha dato la vita per noi.
Ma Dio ci invita ad essere “straordinari” ponendo l’Amore prima della Ragione: questa è la vera volontà del Signore.
Aline e Christian

Punto chiave
Eccoci arrivati alla settima domenica del tempo ordinario, con la Quaresima alle porte.
Tutte le letture, a partire dal libro del Levitico, ci propongono un percorso via via crescente verso un Amore perfetto.
Se ci credevamo "buoni" cristiani solo perché amiamo (e non sempre bene) coloro i quali ci amano, siamo sulla strada errata.
Non si tratta di un cammino semplice e breve, magari impiegheremo tutta una vita per raggiungere quella perfezione, o magari non la raggiungeremo mai.
Ma una cosa è certa, dobbiamo provarci, dobbiamo tendere a quell'Amore perfetto sull'esempio di Cristo.
La prima lettura riporta la proposta di Dio: “siate santi, come Io Sono santo”, e il vangelo: “siate perfetti come è perfetto il Padre vostro celeste”.
La Parola di Dio ci impedisce di rimanere intrappolati nei nostri schemi e convinzioni, e di tendere ad un Amore concreto: "non coverai l'odio, non ti vendicherai, non serberai rancore, amerai".
Per concretizzare questo invito di Gesù iniziamo ad amare con accettazione vicendevole, nonostante i limiti e le debolezze umane.
Anche in famiglia, quante discordie nate solamente per punti di vista diversi e irremovibili. Cambiare idea e andare incontro all'altro è il risultato di uno sforzo.
È possibile sforzarsi di amare? Non è solo un sentimento?
No, certo, l'amore ha anche una componente di volontà soprattutto nei confronti dei nemici, di chi ci ha fatto del male.
Non un amore di affetto, o mieloso, ma una scelta consapevole, dettata dalla nostra vicinanza a Cristo.
Vera e Francesco

  
Redazione
22 febbraio 2020.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


21/02/2020

Comune. Stabiliti i nuovi orari dell'asilo nido

 

Stabiliti i nuovi orari dell'asilo nido
Avviso

Ieri, giovedi 20 febbraio, sono stati comunicati alla cittadinanza i nuovi orari per l'asilo nido comunale.
Il servizio rivolto a tutti i grottesi, utilizzato in particolare dalle famiglie in cui entrambi i coniugi lavorano, resterà aperto al pubblico osservando i seguenti orari:
- dal lunedi al venerdi, dalle ore 07.30 alle ore 15.00.
"A seguito di assegnazioni di specifici fondi da parte della Regione Siciliana - comunica l'Ufficio del Sindaco - riprogrammati dalla Giunta comunale, è stato attivato il servizio di flessibilità oraria dell’asilo nido comunale che consentirà l’ampliamento della fascia oraria di apertura di trenta minuti al mattino (dalle ore 7.30 alle 8.00) e di un’ora nel pomeriggio (dalle ore 14,00 alle ore 15,00)".
  
Redazione
21 febbraio 2020.
       

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


21/02/2020

Iniziative. "Carnevale dei Bambini" a Grotte: un'idea del Movimento 5 Stelle; domenica 23 febbraio

 

Carnevale dei Bambini
Manifesto

"Cos'è il carnevale senza una festa di carnevale?" si sono chiesti i Consiglieri comunali e gli attivisti del Movimento 5 Stelle di Grotte. Dalla domanda all'idea, e dall'idea al progetto, il passo è stato breve.
"Questa è la motivazione che ci ha spinto ad ideare e dare vita ad una festa dedicata proprio ai bambini - scrivono i '5 Stelle' in una nota -, per portare anche a Grotte un po' d'atmosfera carnevalesca e permettere loro di vivere la magia di questa festa, tra coriandoli, bolle di sapone, colori, giochi di magia e tanto divertimento, nonché assaporare dei dolci tipici tradizionali quali chiacchiere e frittelle".
La realizzazione della manifestazione chiamata "Carnevale di Bambini", organizzata dal M5S Grotte con la collaborazione dell'Associazione culturale "ArTesia", è stata possibile grazie alla disponibilità dell'on. Rosalba Cimino ("portavoce" alla Camera dei Deputati). L'appuntamento è per domenica 23 febbraio, dalle 10.00 alle 13.00 in Piazza Marconi.
L'Ufficio del Sindaco, in merito all'iniziativa, comunica che "
il Comune di Grotte ha autorizzato l'Associazione culturale ArTesia, presieduta dalla prof.ssa Giovanna Silvana Di Liberto, ad organizzare nella giornata di domenica 23 febbraio, dalle ore 10.00 alle ore 13.00, l'evento 'Carnevale dei bambini 2020'. La manifestazione si svolgerà grazie al sostegno dell'on. Rosalba Cimino cui va il plauso di tutta l'Amministrazione comunale".
  
Redazione
21 febbraio 2020.
       

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


20/02/2020

Turismo. Il Comitato d'Accoglienza Magna Via Francigena Grotte a "Fieramilanocity", dal 6 all'8 marzo

 

Comitato d'Accoglienza Magna Via Francigena Grotte
Copertina
brochure

Costruttori di presente
25 e 26/01/20

Novità Aggiornamento al 24/02/2020.
La Regione Lombardia, a causa dell’emergenza per il coronavirus, ha sospeso tutte le manifestazioni pubbliche di qualsiasi natura. “Fa’ la cosa giusta!”, d’accordo con Fiera Milano, è posticipata e non si svolgerà quindi nelle date previste, dal 6 all’8 marzo. Siamo in attesa che Fiera Milano comunichi le nuove date in cui ricalendarizzare la manifestazione.

*****

Il Comitato d'Accoglienza Magna Via Francigena di Grotte parteciperà a "Fa' la cosa giusta!", la fiera del consumo critico e degli stili di vita sostenibili in programma a Milano dal 6 all'8 marzo a Fieramilanocity.
Il Comitato grottese sarà presente con un proprio spazio all'interno dello stand dell'Assessorato al Turismo, Sport e Spettacolo della Regione Siciliana, nel padiglione 3 (codice OD1), nell'area tematica dedicata al "Turismo consapevole e percorsi". Nella stessa area tematica troverà posto l'Associazione Europea delle Vie Francigena (AEVF), con uno stand nel padiglione 3 (codice QC2) .
Si tratta di un'occasione preziosa per far conoscere la Via Francigena, la rete associativa e per promuovere sempre di più la dimensione europea del cammino. Tutti obiettivi frutto di una progettualità condivisa con i partner tecnici di AEVF: Terre di Mezzo, ltineraria, Radio Francigena, Studio Guidotti, Sloways, Switch Up.
Lo stand dedicato alla Via Francigena sarà un punto di riferimento per i visitatori che vorranno conoscere l'Itinerario Culturale del Consiglio d'Europa, acquistare i nuovi prodotti con il marchio Via Francigena, le credenziali, le guide, richiedere depliant, cartine e restare in contatto con l'Associazione Europea delle Vie Francigene.
Per l'iniziativa, il Comitato d'Accoglienza Magna Via Francigena di Grotte ha ottenuto il patrocinio del Comune (con la concessione dell'utilizzo dello stemma comunale), per la promozione e la valorizzazione dell'immagine di Grotte, anche attraverso la realizzazione e il sostegno di attività sociali, culturali, artistiche, sportive ed economiche.
"
Raccontarci agli altri, per raccontarci a noi stessi"; questo è lo scopo dichiarato dal Comitato.
"Tra 15 giorni saremo presenti a www.falacosagiusta.org - si legge nella nota diffusa dal Coordinamento -, un'importante fiera nazionale del consumo critico e degli stili di vita sostenibili. Saremo là grazie alla sinergia che si è creata tra il Comune Di Grotte, il Comitato Magna Via Francigena - Grotte, La Biddina e Vie Francigene di Sicilia, che ringraziamo immensamente per darci la possibilità di dire chi siamo e perché viviamo in questo angolo di terra. Insieme abbiamo elaborato materiale informativo sul nostro paese, che porteremo a Milano. Fondamentale e imprescindibile il lavoro di ricerca e raccolta dei dati fatto dal cuore del Comitato, esempio di come una visione condivisa possa portare frutti preziosi".
Il comunicato si conclude con una promessa: "Cercheremo di tenervi aggiornati e di raccontarvi le tre giornate".
Grotte.info Quotidiano ha accolto con entusiasmo la possibilità di sostenere l'iniziativa come media partner del progetto.
Nelle immagini a lato, la copertina della brochure informativa sul territorio di Grotte ed alcuni momenti della due giorni di formazione per i Comitati della Magna Via Francigena "Costruttori di presente" (svoltasi a Grotte dal 25 al 26 gennaio 2020)
.
  
Carmelo Arnone
20 febbraio 2020.
  

Costruttori di presente
25 e 26/01/20

Costruttori di presente
25 e 26/01/20

Costruttori di presente
25 e 26/01/20

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


20/02/2020

Comune. Ufficio Tributi: collaborazione a titolo gratuito del dott. Armando Caltagirone

 

Dott. Armando Caltagirone
Dott. Armando Caltagirone

Il Sindaco di Grotte, dott. Alfonso Provvidenza, con la determina n° 4 del 6 febbraio 2020, ha stabilito "di avvalersi della collaborazione in forma gratuita in materia di tributi e contenzioso tributario del dott. Armando Caltagirone, già direttore dell'Ufficio legale dell'Agenzia delle Entrate ora in quiescenza, il quale si è dichiarato disponibile, al fine di garantire un valido supporto all'organizzazione dell'Area Finanziaria".
In tutti i Comuni il Servizio Tributi costituisce una struttura di primaria importanza. A Grotte, in base alle carenze di organico, si è ravvisata la necessità di avvalersi di una collaborazione a titolo gratuito in materia di tributi e contenzioso tributario, al fine di supportare il nuovo Responsabile ad interim dell'Area Finanziaria. Pertanto il Sindaco ha ritenuto di avvalersi della collaborazione - in forma gratuita -, in materia di tributi e contenzioso tributario, del dott. Armando Caltagirone, già direttore dell'Ufficio legale dell'Agenzia delle Entrate, ora in quiescenza, il quale si è dichiarato disponibile.
Il dott. Armando Caltagirone, per l'esperienza posseduta e per le competenze acquisite nell'attività svolta presso l'Agenzia delle Entrate, potrà garantire un valido supporto all'organizzazione dell'Area Finanziaria.
L'incarico, che non comporta responsabilità gestionali, né l'assunzione di responsabilità verso l'esterno o in alcun modo la rappresentanza dell'Ente, è finalizzato al trasferimento delle competenze e dell'esperienza maturata dal dott. Armando Caltagirone, con piena libertà di organizzazione dell'orario di presenza
.
  
Carmelo Arnone
20 febbraio 2020
© Riproduzione riservata.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


20/02/2020

Comune. Visita istituzionale del sindaco Alfonso Provvidenza al plesso scolastico "Roncalli"

 

Visita istituzionale del sindaco Alfonso Provvidenza al plesso scolastico "Roncalli"
In visita

Al plesso "Roncalli"
Al plesso "Roncalli"

"Diversi ma uguali - Benvenuto Lillo"; questa era la scritta che lunedi scorso, 17 febbraio, campeggiava sulla lavagna di una delle classi di prima elementare del plesso di Viale della Vittoria dell'Istituto Comprensivo "Angelo Roncalli" di Grotte.
Gli alunni erano in festa per il rientro in classe, dopo varie traversie e vicissitudini, di un loro compagno: Lillo. Nei tre anni precedenti, Lillo era stato loro amico e compagno di classe nella scuola dell'infanzia. La frequenza della prima elementare, dapprima rimandata dai genitori ed in seguito ostacolata da circostanze diverse, finalmente lunedi 17 febbraio è iniziata non soltanto con regolarità ma con una calorosa accoglienza da parte di tutto il personale scolastico.
A sottolineare l'avvenimento, anche l'arrivo a sorpresa del sindaco Alfonso Provvidenza e del coordinatore del Corpo di Polizia Municipale di Grotte, l'ispettore capo Antonio Salvaggio, per una visita istituzionale a tutte le classi del plesso.
Il Primo Cittadino, nel ribadire l'importanza del valore dell'accoglienza, soprattutto nel mondo della scuola, si è complimentato con i giovanissimi studenti e con i loro insegnanti per la scelta dello slogan "Diversi ma uguali".
Nelle immagini a lato, alcuni momenti della visita e la scritta sulla lavagna.
  
Carmelo Arnone
20 febbraio 2020
© Riproduzione riservata.
  

Diversi ma uguali
Diversi ma uguali

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


20/02/2020

Racalmuto. Presentazione del "Carnevale Racalmutese 2020"; giovedi 20 febbraio

 

Presentazione del "Carnevale Racalmutese 2020"
Manifesto

Questa mattina, a partire dalle ore 10.30, presso la Sala consiliare del Comune di Racalmuto, si terrà la presentazione ufficiale delle iniziative e manifestazioni relative al "Carnevale Racalmutese 2020".
Gli interventi seguiranno la seguente scaletta:
- ore 10.30, Saluti delle Autorità (Sindaco, Assessori, Scuola, Forze Armate, Associazioni)
- ore 11.00, Incontro con i carristi
- ore 11.15, Recita di Carnevale "Gli esami delle maschere" di Gianni Rodari; a cura degli alunni dell'I.I.S.S. "E. Fermi"
- ore 11.30, Gruppo di ballo e filastrocche, a cura degli alunni della Scuola elementare "G. Macaluso"
- ore 11.45, La storia del Carnevale. Poesia "Carnevale" di Carlo Goldoni
- ore 12.00, Presentazione del Carnevale di Racalmuto. Ballo.
Proporrà le relazioni e coordinerà gli interventi la prof.ssa Tiziana Messina.
  
Redazione
20 febbraio 2020.
       

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


20/02/2020

Iniziative. Programma del "Carnevale Racalmutese 2020"; dal 20 al 25 febbraio

 

Carnevale Racalmutese duemilaventi
Manifesto

Il Comune di Racalmuto con la Proloco, in collaborazione con gli Istituti scolastici "L. Sciascia" ed "E. Fermi", ha organizzato il "Carnevale Racalmutese 2020". Di seguito, il programma delle manifestazioni.

*****

Comune di Racalmuto
Carnevale Racalmutese 2020

Giovedi 20 febbraio
ore 10.00, Sala Consiliare, Breve Excursus sulla storia del carnevale seguita da una rappresentazione teatrale. Inaugurazione mostra di maschere di carnevale a cura dell’I.I.S.S. “E. Fermi” di Racalmuto

Sabato 22 febbraio
ore 18.00 - 01.30 del 23 febbraio, Via Garibaldi (nei pressi della Chiesa di san Pasquale) Partenza della tradizionale sfilata dei carri allegorici con arrivo in Via Garibaldi (incrocio Via Filippo Villa)

Domenica 23 febbraio
ore 10.30-12.00, Via Garibaldi (incrocio Via Filippo Villa), Partenza della tradizionale sfilata dei carri allegorici
ore 11.00-14.00, Gran Gala delle mascherine con Harmonie estetica & benessere
ore 12.00-14.00, Il carnevale delle famiglie. Festa in piazza
ore l8.00-01.30 del 24 febbraio, Via Garibaldi (nei pressi dell’incrocio con la Via Pietro D’Asaro) Partenza della tradizionale sfilata dei carri allegorici con arrivo in Via Garibaldi (incrocio Via Filippo Villa)

Lunedi 24 febbraio
ore 10.30, Cortile Scuola Generale Macaluso, Il carnevale delle scuole con la partecipazione degli alunni dell’I.C. “L. Sciascia” e dell’I.I.S.S. “E. Fermi”

Martedi 25 febbraio
Via Garibaldi incrocio Via Filippo Villa, Partenza delta tradizionale sfilala dei carri allegorici con arrivo in Piazza Umberto I
ore 22.00-02.00 del 26 febbraio, Piazza Umberto I, Serata danzante con DJset, premiazione del miglior carro, della migliore maschera, del miglior gruppo mascherato, della migliore maschera realizzata con materiale da riciclo.
  
Redazione
20 febbraio 2020.
       

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


19/02/2020

Spettacolo. "Come eravamo"; rassegna cinematografica dal 21 febbraio

 

"Come eravamo"; rassegna cinematografica dal 21 febbraio
Guarda il promo

"Come eravamo" è il titolo della rassegna cinematografica che verrà proposta, ad opera del Laboratorio Teatrale "Luchino Visconti" e dell'Associazione culturale "Nino Martoglio", con il patrocinio del Comune di Grotte e della FIDAPA sezione di Racalmuto, a partire da venerdi 21 febbraio, alle ore 18.00 presso l'Auditorium "San Nicola - Stella Castiglione" in Grotte. Tre i film in programma: venerdi 21 febbraio, alle ore 18.00, "Sedotta e abbandonata" di Pietro Germi; venerdi 28 febbraio, alle ore 18.00, "Divorzio all'italiana" di Pietro Germi; venerdi 6 marzo, alle ore 18.00, "Il Bell'Antonio" di Mauro Bolognini. I film verranno presentati da Giusy Costanza, Alessandra Criminisi e Giulia Serravillo. (Guarda il promo).
 
Redazione
19 febbraio 2020.
  

"Come eravamo"
Locandina

 

Guarda il video con
Internet Explorer, Firefox, Opera:

Guarda il video con
Iphone, Ipad, Mac, smartphone Android, Chrome:
   

 
  Promo "Come eravamo" (Video) Visita l'argomento
  
Promo "Come eravamo" (Video) Visita l'argomento
  
 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


18/02/2020

Ambiente. Ottima raccolta differenziata nel 2018: per Grotte premio di 63.000 euro dalla Regione Siciliana

 

Premialità
Decreto

Una premialità di 63.616,69 euro. Questa è la somma per l'anno 2019 destinata al Comune di Grotte dalla Regione Siciliana, per aver superato nell'anno 2018 la soglia del 65% di raccolta differenziata dei rifiuti urbani.
Soltanto 22 dei 43 Comuni della provincia di Agrigento sono riusciti a raggiungere la soglia del 65%  di differenziata ottenendo, con il Decreto Assessoriale n° 28 del 17 febbraio 2020 (vedi foto a lato), le risorse previste dalle leggi regionali n° 8/2018 e n° 1/2019. Nell'elenco mancano Comuni come Racalmuto, Aragona, Favara, Agrigento, Canicatti, Licata, Naro, Sciacca ed altri. In un comunicato, l'Amministrazione comunale di Grotte sottolinea la soddisfazione per il risultato.
"Grazie a tutti i cittadini grottesi - si legge nella nota - a cui va il grande merito del traguardo raggiunto".
"Si coglie l'occasione - continuano gli Amministratori - per invitare tutti i cittadini a segnalare gli abusi di quei pochi 'incivili' che rischiano di vanificare il grande sacrificio della maggior parte dei cittadini onesti e puliti di Grotte".
  
Carmelo Arnone
18 febbraio 2020
© Riproduzione riservata.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


17/02/2020

Racalmuto. Tavola rotonda con Piero Carbone su "Rosalia - Una Santa siciliana"; domenica 1 marzo

 

Rosalia - Una Santa siciliana
Locandina

Piero Carbone
Piero Carbone

Il Centro Culturale "Lo Bue" di Racalmuto presenta una tavola rotonda sulla storia del culto di Santa Rosalia in Sicilia. Domenica 1 marzo 2020, a partire dalle ore 17.00 presso la sede del Centro (Racalmuto, Via Manzoni n° 53), saranno discusse le nuove acquisizioni della ricerca storica, attraverso i documenti trovati e studiati da Angelo Cutaia e Paolo Busub. Nel corso della manifestazione sarà mostrata una reliquia della Santa. La tavola rotonda è promossa dallo scrittore Piero Carbone, che modererà il dibattito.
Di seguito il programma:
- saluti di Lia Lo Bue (presidente del Centro Culturale “Lo Bue”, scrittrice);
- presentazione delle attività del Centro, a cura di Angelo Campanella (vicepresidente, scrittore);
- interventi di: Paolo Busub (autore del libro “Delia e Santa Rosalia. Tra devozione, culto e marchesato Lucchese", Assessorato alla Cultura di Delia e SiciliAntica, Delia 2019); Pippo Perconti (presidente comitato festeggiamenti Santa Rosalia 2019); Angelo Cutaia (cultore di storia locale).
Letture a cura di Federica Piazza e Giulio Seminerio.
 
Redazione
17 febbraio 2020.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


17/02/2020

Agrigento. "La Signora Collins" di Tennessee Williams al Circolo Empedocleo; venerdi 21 febbraio

 

Circolo Culturale "Empedocleo" di Agrigento
Circolo Empedocleo

Venerdi 21 febbraio 2020 alle ore 18.15, per la quarta stagione teatrale  di Teatro da Camera all'Empedocleo di Agrigento, andrà in scena l'atto unico "La Signora Collins" da I Blues di Tennessee Williams.
È la prima volta che si rappresenta in Agrigento un testo di Tennessee Williams, considerato - con Pirandello - l'icona del grande teatro contemporaneo del Novecento.
Personaggi femminili fragili e vittime della crudezza degli uomini e della indifferenza sociale. Un impegno drammaturgico di grande intensità con il particolare adattamento e la regia di Mario Gaziano.
La giovane attrice Maria Grazia Castellana interpreta il personaggio tenero e fragile di Lucrezia Collins, devastata dalla solitudine e dalla trascuratezza sociale.
In realtà Lucrezia Collins vive drammaturgicamente sulla linea della debolezza onirica di Blanche di Un tram che si chiama desiderio e di Laura de Lo zoo di vetro o della turbolenta protagonista de La rosa tatuata, con cui Anna Magnani vinse l'Oscar accanto a Burt Lancaster.
Una vibrante Maria Grazia Castellana interpreta il difficile personaggio, sostenuta dalla bravura di Massimo Agozzino e Maurizio Bognanni, e di Elina Dispensa con i veterani del teatro Alfonso Marchica e Angelo Provenzano. Gli intensi monologhi sono sostenuti dal suono del sax del M° Federico Orefice, in partecipazione straordinaria.
La direzione artistica è di Giuseppe Adamo e di Mario Gaziano.
Ingresso libero per i soci del Circolo e per gli appassionati di Teatro da Camera.
 
Redazione
17 febbraio 2020.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


17/02/2020

Castrofilippo. "Carnevale duemilaventi" con la "Elisir Dance e il Gruppo folk "Herbessus"

 

Carnevale duemilaventi
Manifesto

Il "Carnevale duemilaventi" di Castrofilippo sarà un po' grottese: verrà animato dalla Scuola di Danza "Elisir Dance" di Ersilia Morgante e dalla Compagnia  Folkloristica "Herbessus". Di seguito, il programma delle manifestazioni.

*****

Comune di Castrofilippo
Carnevale duemilaventi

Venerdì 21 febbraio
Ore 09.30 - Sfilata in maschera dei ragazzi delle Scuole accompagnati dal Gruppo di animazione "Compagnia Joculares", artisti di strada di Sant'Agata Li Battiati (CT). Percorso: Via Marito Ciccarelli - Via Crocifisso - Corso Umberto Piazza Giovanni XXIII.

Sabato 22
febbraio
Ore 17.00 - Sfilata delle maschere per le categorie bambini/ragazzi (0-13 anni) presso il Centro Commerciale "Le Vigne" con l'animazione della Scuola di Danza "Elisir Dance" di Ersilia Morgante di Grotte.
Ore 19.00 - Sfilata di un carro allegorico realizzato dall'Associazione "Happy People" di Castrofilippo animato dalla Scuola di Danza "Elisir Dance" di Ersilia Morgante di Grotte. Sfilata dei gruppi mascherati. Percorso: Partenza Corso Umberto - Piazza Giovanili XXIII - Via Regina Elena -Via Trieste - Viale Bonfiglio.

Domenica 23
febbraio
Ore 17.00 - Sfilata di un carro allegorico realizzato dall'Associazione "Happy People" di Castrofilippo animato dalla Scuola di Danza "Elisir Dance" di Ersilia Morgante di Grotte. Sfilata dei gruppi mascherati. Percorso: Partenza Corso Umberto - Piazza Giovanni XXIII - Via Regina Elena -Via Trieste - Viale Bonfiglio.

Lunedì 24
febbraio
Ore 17.00 - Piazza Giovanni XXIII, Raduno dei gruppi mascherati con la presenza del carro allegorico realizzato dall'Associazione "Happy People" di Castrofilippo animato dalla Scuola di Danza "Elisir Dance" di Ersilia Morgante di Grotte. Sfilata della Compagnia Folkloristica "Herbessus" di Grotte.

Martedì 25
febbraio
Ore 17.00 - Sfilata di un carro allegorico realizzato dall'Associazione "Happy People" di Castrofilippo animato dalla Scuola di Danza "Elisir Dance" di Ersilia Morgante di Grotte. Sfilata dei gruppi in maschera. Percorso: Partenza Corso Umberto - Piazza Giovanni XXIII - Via Regina Elena -Via Trieste - Viale Bonfiglio.
Ore 23.00 Premiazione delle maschere. Sara presente la Giuria per la selezione finale che avverrà con votazione palese.
  
Redazione
17 febbraio 2020.
       

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


17/02/2020

Chiesa. Avvisi ed appuntamenti della settimana.

 

Chiese di Grotte

Pubblichiamo gli avvisi diffusi al termine delle sante Messe domenicali e gli appuntamenti ecclesiali più rilevanti.
Per agevolarne la consultazione, gli avvisi settimanali sono pubblicati anche nella pagina Chiesa.

Lunedi 17
febbraio - Sante Quarantore
- ore 09.30, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 16.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, Ora Santa;
- ore 17.30, nella chiesa Madonna del Carmelo, catechesi e Vespro (con la presenza dei catechisti).

Martedi 18 febbraio - Sante Quarantore
- ore 09.30, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 16.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, Ora Santa;
- ore 17.30, nella chiesa Madonna del Carmelo, catechesi e Vespro.

Mercoledi 19
febbraio - Sante Quarantore
- ore 09.30, nella chiesa Madonna delle Grazie, santa Messa;
- ore 16.00, nella chiesa Madonna delle Grazie, Ora Santa;
- ore 17.30, nella chiesa Madonna delle Grazie, catechesi e Vespro;
- ore 18.00, a Canicatti nella chiesa di Maria Ausiliatrice (oratorio Don Bosco), incontro di formazione per i catechisti.

Giovedi 20
febbraio - Sante Quarantore
- ore 09.30, nella chiesa Madonna delle Grazie, santa Messa;
- ore 16.00, nella chiesa Madonna delle Grazie, Ora Santa;
- ore 17.30, nella chiesa Madonna delle Grazie, catechesi e Vespro.

Venerdi 21
febbraio - Sante Quarantore
- ore 09.30, nella chiesa Madonna delle Grazie, santa Messa;
- ore 16.00, nella chiesa Madonna delle Grazie, Ora Santa;
- ore 17.30, nella chiesa Madonna delle Grazie, catechesi e Vespro (con la presenza dei catechisti).

Sabato 22
febbraio - Sante Quarantore
- ore 09.30, in chiesa Madre, santa Messa;
- ore 16.00, in chiesa Madre, Ora Santa;
- ore 17.30, in chiesa Madre, catechesi e Vespro;
- ore 18.30, in chiesa Madre, santa Messa.

Domenica 23
febbraio - Sante Quarantore
- ore 08.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 10.00, nella chiesa san Rocco, santa Messa;
- ore 11.00, in chiesa Madre, santa Messa;
- ore 11.30, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 17.30, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 18.30, in chiesa Madre, santa Messa.

AVVISI

- Su disposizione di don Salvatore Zammito, non ci saranno altre sante Messe al di fuori di quelle previste nel programma delle Quarantore, eccetto per i funerali.

- Su disposizione di don Salvatore Zammito, tutti i catechisti dovranno essere presenti alla catechesi ed al Vespro nei giorni 5, 10, 14, 17, 21, e 24 febbraio.

- Il prossimo 24 febbraio, vigilia della festa di san Gerlando, l'arcivescovo di Agrigento S.Em. card. Francesco Montenegro ordinerà diaconi i seminaristi: Davide Burgio (32 anni, di Porto Empedocle), Alessio Caruana (40 anni, di Agrigento), Davide Fasone (38 anni, di Agrigento), Matteo Mantisi (31 anni, di Realmonte), Calogero Putrone (35 anni, di Realmonte) e Salvatore Piazza (26 anni, di Menfi).

Sono state fissate le date nelle quali saranno amministrati i sacramenti della Prima Comunione e della Cresima:
- domenica 3 maggio ai ragazzi dell'I.C. la Prima Comunione e la Cresima, in un unico gruppo nella chiesa Madre;
- lunedi 4 maggio la Cresima ai ragazzi di 1° superiore, in un unico gruppo nella chiesa Madre.

Orari delle Sante Messe in vigore dal 01/01/2020:

   Feriali:
   ore 09.00, chiesa san Rocco
   ore 09.00, chiesa Madonna del Carmelo
   ore 18.00, chiesa Madre

   Prefestivi:
   ore 18.30, chiesa Madre
   ore 21.00, chiesa San Francesco (animata dalle comunità neocatecumenali)

   Festivi:
   ore 08.00, chiesa Madonna del Carmelo
   ore 10.00, chiesa San Rocco
   ore 11.00, chiesa Madre
   ore 11.30, chiesa Madonna del Carmelo
   ore 17.30, chiesa Madonna del Carmelo
   ore 18.30, chiesa Madre
  
Redazione
17 febbraio 2020.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


16/02/2020

Comune. Dal Brasile: "Grazie per l'attenzione, l'ottimo servizio e la gentilezza"

 

Palazzo Municipale del Comune di Grotte
Palazzo Municipale

Da diversi anni, discendenti di emigrati italiani nei Paesi dell'America Latina chiedono al nostro Ufficio di Stato Civile varie certificazioni relative alle loro famiglie. Qualche volta a spingere la ricerca è il desiderio di riscoperta delle proprie radici; in altri casi è la speranza di ottenere benefici di vario genere. Il nostro Comune - nei tempi consentiti dall'espletamento delle attività quotidiane - risponde sempre cercando di venire incontro alle necessità dei richiedenti. La risposta all'ottenimento della certificazione è, di solito, un breve messaggio di ringraziamento. Di seguito riportiamo il più recente, quello della signora Hellen Cirillo de Oliveira, dal Brasile, e la risposta del sindaco Alfonso Provvidenza. (Leggi la notizia su La Sicilia).

*****

"Ciao, sono Hellen Cirillo de Oliveira,
vorrei ringraziare il Comune di Grotte per la sua gentilezza nell'aiutarmi a ricevere il certificato di nascita del mio trisavolo Domenico Cirillo.
La comunicazione tramite Messenger (oltre all'e-mail) ha reso questo processo molto più semplice; congratulazioni per aver mantenuto questa eccellente forma di contatto con il Comune.
Il signore Giuseppe Figliola mi ha aiutato molto con informazioni chiare e concise, risposte rapide, posizione e ricevuta del certificato (è stato molto gentile nel portarmi il certificato in Brasile durante le sue vacanze).
Grazie per l'attenzione, per l'ottimo servizio e la gentilezza nel servizio del Comune di Grotte.
Cordiali saluti,
Hellen Cirillo de Oliveira

Gentilissima,
la ringrazio per gli elogi espressi al personale del Comune di Grotte.
La aspettiamo a Grotte.
Un caro saluto.
Il Sindaco
Dott. Alfonso Provvidenza
".
 

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


15/02/2020

Attualità. "Caso Gregoretti: la Legge è uguale per tutti... forse"

 

La Legge è uguale per tutti
La Legge è uguale per tutti

Articolo 3 della Costituzione della Repubblica Italiana: “Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali”.

Caso Gregoretti in Senato.

Matteo Salvini, leader della Lega: “La difesa della patria è un sacro dovere, ritengo di aver difeso la mia patria”.

Gregorio De Falco (ex comandante della Marina Militare): “La Gregoretti è una nave di 60 metri e costruita per l'attività di vigilanza e pesca che non può tenere a bordo un gran numero di persone per tanto tempo e sotto il sole: fu un'inutile crudeltà”. Rivolto a Salvini: “Mi piacerebbe che rinunciasse all'immunità”.

Giulia Bongiorno: “In gioco non c'è il suo destino ma l'autonomia del potere politico”.

Pierferdinando Casini: “La ruota gira, colleghi. Quello che capita a Salvini può capitare a Zingaretti domani o a qualcun altro”.

Emma Bonino: “I sostenitori del diniego invocano l’articolo 52 della Costituzione: si trattava di difendere la patria e i confini. Per affermare questo, bisogna sfidare il ridicolo e sostenere che i confini della patria erano minacciati da una unità navale italiana e da 135 naufraghi. La patria italiana correva il rischio di essere invasa da una nave costiera italiana? È assurdo anche solo pensarlo. La sicurezza dell’ordine pubblico era minacciato da qualche decina di marinai italiani e naufraghi? La verità è che marinai e naufraghi sono stati usati per difendere un interesse politico, non per difendere la patria. È ridicolo sostenere che una nave italiana fosse una minaccia per la patria. Voterò a favore dell'autorizzazione a procedere per dare la possibilità a Salvini di difendersi come tutti i cittadini nel processo e non dal processo”.

Il Senato ha autorizzato il processo.

Forse…  “Tutti i cittadini… sono eguali davanti alla legge”.
  
Redazione
15 febbraio 2020.
       

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


15/02/2020

Dialoghi. "L'eredità di Mani Pulite"; di Giuseppe Castronovo

 

Intervento del dott. Giuseppe Castronovo, studioso ed autore di testi di Diritto.

Il Senato ha mandato a processo il leader della Lega ed ex ministro dell'Interno del primo governo Conte Salvini per il caso della nave Gregoretti : viene accusato di sequestro di 131 migranti avendoli fatti sbarcare in un porto italiano dopo giorni di attesa. Al Circolo della Concordia, esaminando  l'operazione "Mani Pulite", è stato affermato dal prof. Vezio, citando la Senatrice Bongiorno, che Mani Pulite ha dato l'avvio al "requiem per la separazione dei poteri".
Giuseppe Castronovo

"L'eredità di mani Pulite"
(Dai Dialoghi svolti al Circolo della Concordia)

Totò: Amici, a quasi trent’anni dall’avvio dell’operazione “Mani Pulite” e a vent’anni dalla morte di Bettino Craxi, il più illustre inquisito di quell’operazione, non possiamo non farci una domanda.

Nenè: Quale?

Totò: Mi chiedo quale sia l’eredità che abbiamo ricevuto da quell’operazione.

Vezio: È una domanda, questa dell’amico Totò, che, specie dopo la decisione del Senato della Repubblica di concedere l’autorizzazione a procede nei confronti  del sen. Salvini, induce anche me a farne un’altra.

Totò: Dica pure.

Vezio: Mi chiedo, sempre più frequentemente, cosa sia diventata nel nostro Paese la Democrazia dopo l’operazione “Mani Pulite”.

Ersilio: Prof., lei, a sua volta, ha formulato una più puntuale domanda rispetto a quella iniziale dell’amico Totò; le chiedo anche una risposta a questa domanda.

Vezio: Una chiara e lucida risposta caro Ersilio ce l’ha fornita la senatrice Bongiorno quando, nel suo intervento in aula del 12 febbraio ultimo scorso, ha parlato di “requiem per la separazione dei poteri”.
     

 

   

Giuseppe Castronovo
(gcastronovo.blogspot.it)
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


15/02/2020

Letture Sponsali. "Purificare il nostro linguaggio e ridurlo all'essenziale"

 

Amore Sponsale
Nozze di Giuseppe e Maria

Le "Letture Sponsali" sono uno strumento sperimentale che offre gratuitamente una prospettiva sponsale alle letture della liturgia domenicale. Sono curate dal gruppo "Amore è..." (vedi il sito ufficiale), attivo dal 2006 nella diocesi di Palermo, per favorire un momento di riflessione all'interno delle coppie e nelle comunità ecclesiali. Le letture sono commentate da fidanzati e sposi (tra cui i grottesi Vera e Francesco).

*****

La legge della libertà.
Gesù va nel profondo del cuore umano; sviscera le realtà più intime e ce le pone innanzi in tutta la loro crudezza. San Paolo, nel capitolo 15 della prima lettera ai Corinzi, dice che "il pungiglione della morte è il peccato e la forza del peccato è la legge. Siano rese grazie a Dio che ci dà la vittoria per mezzo del Signore nostro Gesù Cristo".
La legge, il codice, ci danno occasione di riconoscerci peccatori.
Tuttavia non è seguendo - pedissequamente - la legge, il codice, le regole, che ci salviamo dalla morte del peccato.
In ultima istanza è solo Gesù che ci salva, la Grazia di Dio, lo Spirito d'amore.
Allora si uccide il fratello non solo privandolo della vita, ma anche nel pettegolezzo, nella calunnia, nel parlarne male.
Ancora più radicale è ciò che Gesù dice dell'adulterio: non è solo tradendo fisicamente mia moglie/mio marito che lo si commette ma anche il solo sguardo peccaminoso, predatorio e violento riducono l'altro a oggetto del mio desiderio.
Inoltre se dici la verità, non serve giurare: basta essere onesti e fedeli a se stessi.
Comprendiamo allora che Gesù non vuole rifare il codice, non vuole spazzarlo via, abolirlo ma - anzi - rendere tutto più radicale, per metterci in contatto con il nostro cuore di carne.
Gloria e Luciano

Punto chiave
Nel vangelo, Gesù parte da tre casi in cui sembra scontato che ci possa essere una condanna per coloro che commettono reato, ma riesce a dimostrare che non è solo chi si macchia del reato in questione il vero colpevole, ribaltando il concetto ed il punto di vista.
Uccidere non è forse un crimine da condannare senza alcun indugio?
Ma siamo altrettanto sicuri che solamente chi uccide debba esserlo?
E chi si adira, chi prova collera, chi giudica e chi uccide con la parola un proprio fratello?
Non sono forse anche loro meritevoli di essere “condannati”?
È forse colpevole di adulterio solo chi si presta a tale gesto oppure tutti coloro che pur non arrivando a tanto sono adulteri nel proprio cuore?
Non è forse colpevole colui che dà una falsa testimonianza ed anche chi arranca inutili scuse e spergiura nel nome del Padre?
Alla lettura di questi versi di Gesù in tutta la loro durezza potremmo esclamare come i discepoli "Allora, chi può essere salvato?". Gesù risponde: "questo è impossibile agli uomini, ma a Dio tutto è possibile".
Sì, è possibile non solo non uccidere, ma diventare costruttori di pace e desiderare di donare la vita per il fratello; sì, è possibile non solo non commettere adulterio, ma vivere in modo casto o donare la propria verginità per il regno dei cieli; sì, è possibile purificare il nostro linguaggio e ridurlo all'essenziale, volto al bene.
Di questi miracoli è fortunatamente costellata la vita di tanti cristiani.
È grazia ed è gratis con buona pace dei farisei di ogni tempo.
Rosalinda e Francesco

  
Redazione
15 febbraio 2020.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


14/02/2020

Lavori. Completati gli impianti fotovoltaici dei Plessi "Roncalli" e "V. E. Orlando"

 

Impianti fotovoltaici
Plesso "Roncalli"

Impianti fotovoltaici
Plesso "Orlando"

Sono giunti a termine i lavori di installazione e messa in funzione degli impianti fotovoltaici, realizzati sugli edifici dei plessi "Roncalli" (scuola primaria, al Viale della Vittoria) - potenza di picco 11,70 kW -, e "V. E. Orlando" (scuola secondaria di primo grado, in via Acquanova) - potenza di picco 58 kW -, dell'Istituto Comprensivo "Angelo Roncalli" di Grotte.
A darne notizia è il Sindaco di Grotte, Alfonso Provvidenza. "Le procedure per l'allaccio alla rete sono state già avviate" ha dichiarato il Sindaco, specificando che "i lavori sono stati finanziati dal Decreto legge 30 aprile 2019, n. 34 (Decreto Crescita) con un contributo di euro 70.000,00 per la realizzazione di progetti relativi ad investimenti nel campo dell’efficientamento energetico e dello sviluppo territoriale sostenibile".
Intervenendo nel merito, il Gruppo Consiliare M5S comunica che "grazie alla 'norma Fraccaro' si è potuto realizzare l'impianto fotovoltaico nella scuola 'A. Roncalli' di Viale della Vittoria. È giusto sottolineare - prosegue la Minoranza consiliare - che buona parte di questi fondi sono stati utilizzati per completare l'impianto fotovoltaico della scuola di via Acquanova, opera rimasta per alcuni anni incompiuta".
  
Redazione
14 febbraio 2020.
       

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


14/02/2020

Racalmuto. "Fotografia naturalistica: quanta straordinaria bellezza ci circonda"; di Calogero Alaimo Di Loro

 

Calogero Alaimo Di Loro
Alaimo Di Loro

Ho avuto l’onore, sabato scorso, di contribuire con una mia breve comunicazione alla inaugurazione di una particolare mostra fotografica naturalistica dal titolo Asferico, al Castello Chiaramontano di Racalmuto. Una collettiva di fotografia tra le mura di uno dei tanti  manieri orgoglio dell’architettura medioevale siciliana. Oltre 100 immagini di 72 fotografi di ogni parte del mondo, di cui ben 7 siciliani, per rappresentare, raccontare, testimoniare e documentare la bellezza della biodiversità del mondo.
Per narrare attraverso la fedeltà della fotografia le delicate interconnessioni tra i diversi “Regni della Natura”.
La meraviglia cromatica delle immagini micro e macro che partecipano, contribuiscono, creano i paesaggi degli ecosistemi terresti e di tutta la biosfera in generale. Un grande elogio alla biodiversità, elemento strategico e fondamentale per la conservazione della natura e della vita stessa sulla terra.
La biodiversità: “bellezza che si fa sistema e  forza” per  resistere ai cambiamenti (quelli climatici in primo luogo). Giacimento da cui  attingere di volta in volta per trovare soluzioni adatte ad ogni problema che la natura stessa o molto più spesso  la stoltezza umana pone.
Se dobbiamo a Charles Darwin (1809-1882) la comprensione dei meccanismi dell’evoluzione delle specie, è a Carlo Linneo (1707-1778), grande naturalista, che dobbiamo l’invenzione della nomenclatura binomiale delle specie.
Da allora sono state descritte e classificate oltre 1,7 milioni di specie. Numero impressionante che però è poca cosa rispetto al numero totale di specie che si calcola possano esistere nel mondo: ben 12 milioni, di cui moltissime aspettano di essere scoperte. Una straordinaria ricchezza di principi attivi nutrizionali, medicinali e nutraceutiche che rischiamo di perdere irreversibilmente senza neanche conoscere. Delle specie scoperte ben 1,318 milioni sono specie animali, di cui 1,266 milioni invertebrati e solo 52.500 vertebrati. Di questi ultimi, 2.500 specie di pesci, 9.800 uccelli, 8.000 rettili, 4.960 anfibi, 4.640 mammiferi.
Si aggiungano poi 10.000 specie di batteri, 72.000 funghi, 50.000 protisti e ben 270.000 specie di piante superiori.

L’Italia, grazie alla notevole varietà di zone climatiche e paesaggi differenti, conserva un terzo della biodiversità attualmente presente in Europa: circa 58.000 specie, di cui 55.000 invertebrati, 1.812 protozoi e 1.258 vertebrati.

La Sicilia poi, cui la mostra dedica una specifica sezione, detiene da sola la porzione di biodiversità più importante d’Italia. Infatti dei 2255 siti prioritari censiti a livello comunitario, ai sensi della direttiva Habitat che hanno dato vita alla Rete Natura 2000, ben 247 sono presenti nella regione.
La fotografia naturalistica, genere fotografico che aggiunge al già grande valore di “forma d’arte” anche il merito di essere un’arte con finalità utile sociale, assicura un contributo fondamentale alla necessaria documentazione della ricchezza della variabilità ecologica.
Grazie alla forza delle immagini ci aiuta a comprendere quanta straordinaria bellezza ci circonda e quanto noi, vanagloriosi soggetti (di un’unica specie: Homo sapiens) altro non siamo che osservatori fragili, attoniti e indifesi di un meraviglioso mondo che rischiamo di consumare ancora prima di conoscere.
Asferico, il nome della mostra, è un termine tecnico usato in ottica fotografica per indicare delle lenti non sferiche, che consentono di diminuire le aberrazioni ottiche. Migliore titolo non poteva essere dato: la forza delle immagini, meravigliose ma reali, per affrontare da prospettive nuove la questione della formazione della coscienza ecologica e la consapevolezza del fatto che il mondo che abbiamo preso in prestito dai nostri figli per quanto dotato di grande resilienza e tolleranza, non ha pazienza illimitata. La natura, che comunque ci guarda ancora con occhi amorevoli,  potrebbe prima o poi, come ogni amante non ricambiato, abbandonarci al nostro destino.
La piccola comunità culturale racalmutese, sicuramente prova ad aggiunge una ulteriore piccola perla di speranza nel tentativo lodevole e improcrastinabile di promuovere attraverso l’arte e la cultura in tutte le sue espressioni, il senso grande della vita e la necessità di difenderla con la conoscenza e la ragione.
Buona vi visita a tutti!

Calogero Alaimo Di Loro
14 febbraio 2020.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


11/02/2020

Spettacolo. "Come eravamo"; rassegna cinematografica dal 21 febbraio

 

"Come eravamo"
Manifesto

NovitàAggiornamento al 5 marzo 2020.
Date le recenti disposizioni del Governo in merito alle misure adottate per prevenire la diffusione del Coronavirus, il terzo appuntamento con il cineforum, in programma per venerdi 6 marzo 2020, è rinviato a data da destinarsi.

*****

Inizierà venerdi 21 febbraio, alle ore 18.00 presso l'Auditorium "San Nicola - Stella Castiglione" in Grotte, la rassegna cinematografica dal titolo "Come eravamo", organizzata dall'Associazione culturale "Nino Martoglio" e dal Laboratorio Teatrale "Luchino Visconti", con il patrocinio del Comune di Grotte e della FIDAPA sezione di Racalmuto.
L'iniziativa prevede la proiezione di tre film che hanno fatto la storia del cinema italiano.
Questo è programma delle proiezioni:
- venerdi 21 febbraio, alle ore 18.00, "Sedotta e abbandonata" di Pietro Germi;
- venerdi 28 febbraio, alle ore 18.00, "Divorzio all'italiana" di Pietro Germi;
- venerdi 6 marzo, alle ore 18.00, "Il Bell'Antonio" di Mauro Bolognini.
I film verranno presentati da Giusy Costanza, Alessandra Criminisi e Giulia Serravillo.
  
Carmelo Arnone
11 febbraio 2020
© Riproduzione riservata.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


10/02/2020

Storia. "Giorno del Ricordo": rinnovare la memoria delle vittime delle foibe; di Alfonso Provvidenza

 

Alfonso Provvidenza
Alfonso Provvidenza
 

Brevi riflessioni sul Giorno del Ricordo, del sindaco di Grotte Alfonso Provvidenza.

*****

   Con la legge marzo 2004, n. 92 è stato istituito il «Giorno del ricordo». Il 10 febbraio è stato riconosciuto dalla Repubblica al fine di conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell'esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale.
   Nel settembre-ottobre del 1943 e nella primavera del 1945, con la presa del potere da parte delle autorità jugoslave guidate dal maresciallo Tito, diverse migliaia di italiani della Venezia Giulia e della Dalmazia vennero arrestati e deportati.
   Ragguardevole è il numero di coloro che vennero gettati nelle foibe, cavità naturali a forma di imbuto caratteristiche del paesaggio carsico della regione, spesso delle vere e proprie voragini, che sprofondano verticalmente nel terreno anche per centinaia di metri, dove le loro salme non avrebbero dovuto essere più ritrovate.
   Le foibe divennero così il sepolcro di tantissimi sfortunati, vittime dell’odio e degli avvenimenti storici e politici che travolsero la Venezia Giulia.
   Altrettanto aberrante la circostanza della caduta nel dimenticatoio dell’immane tragedia per oltre cinquant’anni e ciò esclusivamente per becera “opportunità politico-diplomatica”: una "congiura del silenzio" attorno alle stragi compiute dai partigiani titini nell'autunno del '43 in Istria e poi nel '45 soprattutto a Trieste e a Gorizia.


Alfonso Provvidenza
10 febbraio 2020.
    

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


10/02/2020

Lettere. "Logorio da prescrizione in delinquenti danarosi, ossessionati dalla pena"; di Calogero Chiarenza

 

Calogero Chiarenza
Calogero Chiarenza

Intervento dell'ing. Calogero Chiarenza (attivista Movimento 5 Stelle di Grotte) in merito al dibattito in corso sul tema del blocco della prescrizione.

*****

"Dialoghi su “Logorio da prescrizione Bonafede” - I soliti discorsi da bar.
Ancora una volta sono costretto ad intervenire sui cosiddetti “Dialoghi” del 7/2/2020, che sono la rappresentazione plastica di chi dimostra qualunquismo.
Altro che argomenti di diritto, è pressapochismo da quattro soldi (scusate la brutalità: quanno ce vò, ce vò).
Se l’autore dei Dialoghi ha da ridire sull’operato del Governo, sui Ministri Bonafede e Di Maio del Movimento 5 Stelle, lo faccia con dati alla mano, precisi e attendibili, anziché dare giudizi affrettati e privi di motivazione.
La prescrizione di un reato è il sintomo di un sistema giudiziario malato, in cui da una parte l’imputato tende a perseguirla come ultima spiaggia per evitare la condanna pur a danno delle vittime, dall’altra è il risultato conclusivo di una giustizia strutturalmente lenta e inefficiente.
Ricordo all’autore dei Dialoghi che il Ministro Bonafede, ai tempi del governo M5S-Lega, presentò un pacchetto di riforme che, non soltanto metteva dei paletti alla prescrizione, ma introduceva delle misure per accelerare i processi.
Malgrado la resistenza iniziale della Lega, alla fine relativamente al penale si decise con Legge 3/2019 che
Il corso della prescrizione rimane altresì sospeso dalla pronunzia della sentenza di primo grado o del decreto di condanna fino alla data di esecutività della sentenza”, a partire però dal 1° gennaio 2020, ma con l’intesa nel frattempo di emanare la nuova riforma acceleratrice del processo penale.
Caduto il Governo M5S-Lega, la discussione su detta nuova riforma venne poi ripresa in seno al subentrato e attuale Governo Conte 2.
È noto che a fronte di un M5S forte e deciso a velocizzare concretamente i processi, esponenti di altri partiti pieni di imputati sotto processo, di indagati, nonché garantisti di potenti che si possono permettere fior di avvocati, mirano non a rendere più spediti i processi, ma soltanto a salvare sé stessi e i loro amici facoltosi dalle condanne attraverso la prescrizione.
Pur tuttavia in questi giorni all’interno del Governo, sia pure con qualche distinguo, si è riusciti a trovare la quadra su un pacchetto di riforme sul processo penale, che oltre a velocizzarne le fasi, introduce correttivi sul vigente blocco della prescrizione.
Eppure giornali, TV, esponenti di partito (FI, FdI, Italia Viva) vedono nel blocco della prescrizione in sé un ritorno alla barbarie (per me, al contrario, la barbarie è non arrivare a sentenza e non dare giustizia alle vittime), ignorando volutamente lo sforzo che sta facendo questo Governo per un processo che arrivi a sentenza definitiva in tempi ragionevoli.
Ricordo che nel Regno Unito, in Francia e in Germania di fatto non esiste la prescrizione o è limitatissima. Mai questi Stati hanno subito condanne per violazione dei diritti umani.
Per quanto sopra detto, è palese che l’autore dei Dialoghi, nel limitarsi semplicisticamente a vedere nel blocco della prescrizione una violazione dei diritti inviolabili e fondamentali dell’uomo, dimostra di essere disinformato e di non guardare al tema nella sua interezza.
Quindi altro che “logorio della prescrizione Bonafede”, come sostiene l’autore dei Dialoghi, il logorio da prescrizione io invece lo vedrei in tanti delinquenti, soprattutto danarosi, ossessionati dalla paura di subire la certezza della pena.
Non è mancata poi nei Dialoghi la solita battuta finale da bar che richiama lo slogan pubblicitario su un noto liquore amaro con tanto di sfottò al ministro Bonafede: un umorismo che fa ridere solo i polli
".  
  

 

   

Calogero Chiarenza
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


10/02/2020

Chiesa. Avvisi ed appuntamenti della settimana.

 

Chiese di Grotte

Pubblichiamo gli avvisi diffusi al termine delle sante Messe domenicali e gli appuntamenti ecclesiali più rilevanti.
Per agevolarne la consultazione, gli avvisi settimanali sono pubblicati anche nella pagina Chiesa.

Lunedi 10
febbraio - Sante Quarantore
- ore 09.30, nella chiesa san Rocco, santa Messa;
- ore 16.00, nella chiesa san Rocco, Ora Santa;
- ore 17.30, nella chiesa san Rocco, catechesi e Vespro (con la presenza dei catechisti).

Martedi 11 febbraio - Sante Quarantore
- ore 09.30, nella chiesa san Rocco, santa Messa;
- ore 16.00, nella chiesa san Rocco, Ora Santa;
- ore 17.30, nella chiesa san Rocco, catechesi e Vespro.

Mercoledi 12
febbraio - Sante Quarantore
- ore 09.30, nella chiesa del Purgatorio, santa Messa;
- ore 16.00, nella chiesa del Purgatorio, Ora Santa;
- ore 17.30, nella chiesa del Purgatorio, catechesi e Vespro.

Giovedi 13
febbraio - Sante Quarantore
- ore 09.30, nella chiesa del Purgatorio, santa Messa;
- ore 16.00, nella chiesa del Purgatorio, Ora Santa;
- ore 17.30, nella chiesa del Purgatorio, catechesi e Vespro.

Venerdi 14
febbraio - Sante Quarantore
- ore 09.30, nella chiesa del Purgatorio, santa Messa;
- ore 16.00, nella chiesa del Purgatorio, Ora Santa;
- ore 17.30, nella chiesa del Purgatorio, catechesi (a cura di don Stefano Principato, della Pastorale Giovanile Diocesana) e Vespro (con la presenza dei catechisti);
- ore 19.00, nella chiesa del Purgatorio, preghiera per tutti gli innamorati.

Sabato 15
febbraio - Sante Quarantore
- ore 09.30, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 16.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, Ora Santa;
- ore 17.30, nella chiesa Madonna del Carmelo, catechesi e Vespro.

Domenica 16
febbraio - Sante Quarantore
- ore 08.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 10.00, nella chiesa san Rocco, santa Messa;
- ore 11.00, in chiesa Madre, santa Messa;
- ore 11.30, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 17.30, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 18.30, in chiesa Madre, santa Messa.

AVVISI

- Su disposizione di don Salvatore Zammito, non ci saranno altre sante Messe al di fuori di quelle previste nel programma delle Quarantore, eccetto per i funerali.

- Su disposizione di don Salvatore Zammito, tutti i catechisti dovranno essere presenti alla catechesi ed al Vespro nei giorni 5, 10, 14, 17, 21, e 24 febbraio.

- Il prossimo 24 febbraio, vigilia della festa di san Gerlando, l'arcivescovo di Agrigento S.Em. card. Francesco Montenegro ordinerà diaconi i seminaristi: Davide Burgio (32 anni, di Porto Empedocle), Alessio Caruana (40 anni, di Agrigento), Davide Fasone (38 anni, di Agrigento), Matteo Mantisi (31 anni, di Realmonte), Calogero Putrone (35 anni, di Realmonte) e Salvatore Piazza (26 anni, di Menfi).

Orari delle Sante Messe in vigore dal 01/01/2020:

   Feriali:
   ore 09.00, chiesa san Rocco
   ore 09.00, chiesa Madonna del Carmelo
   ore 18.00, chiesa Madre

   Prefestivi:
   ore 18.30, chiesa Madre
   ore 21.00, chiesa San Francesco (animata dalle comunità neocatecumenali)

   Festivi:
   ore 08.00, chiesa Madonna del Carmelo
   ore 10.00, chiesa San Rocco
   ore 11.00, chiesa Madre
   ore 11.30, chiesa Madonna del Carmelo
   ore 17.30, chiesa Madonna del Carmelo
   ore 18.30, chiesa Madre
  
Redazione
10 febbraio 2020.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


09/02/2020

Viabilità. Da mesi, fango sulla strada provinciale 15 "Grotte-Racalmuto"

 

Fango sulla strada provinciale 15 "Grotte-Racalmuto"
Fango sulla strada

Qualche mese fa, parte della carreggiata della strada provinciale 15 (nel tratto che da Grotte porta a Racalmuto, a qualche centinaio di metri dal passaggio a livello) è stata invasa dal fango causato da un’abbondante pioggia. Nonostante il trascorrere del tempo, un quantitativo di quel materiale occupa ancora un congruo spazio della corsia di destra (direzione Racalmuto). Ad avvisare gli automobilisti del pericolo (in quanto l’ingombro si trova al centro di una curva) vi è posizionato - a ridosso del mucchio di terriccio - un semplice segnale di “dare precedenza nei sensi unici alternati”.
Non si tratta di un largo tratto di muro caduto (come pure è successo qualche chilometro più avanti) ma di un quantitativo di materiale abbastanza ridotto, e pur tuttavia in grado di costituire un pericolo per tutti i veicoli in transito.
L’intervento degli Enti preposti, ad oggi, si è limitato al posizionamento di quell’unico segnale stradale (vedi foto a lato).
I cittadini, sui social, non hanno risparmiato commenti: “I cinesi hanno costruito un ospedale in dieci giorni; il fango è lì e da sei mesi e non sono stati capaci di togliere due chiletti di terra. Ma andate a nascondere la testa sotto la sabbia come gli struzzi: vergognatevi! Pagati per fare niente...”.
Che la responsabilità della manutenzione sia del Comune di Grotte o di quello di Racalmuto, del Libero Consorzio Comunale di Agrigento (ex Provincia regionale), dell’Anas o di altri, poco importa ai cittadini: il problema c’è e andrebbe risolto prima che si verifichi qualche incidente stradale
.  
  

Carmelo Arnone
9 febbraio 2020
© Riproduzione riservata.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


09/02/2020

Aneddoti. "Mi hai tolto le bende dal cuore"; di Innocenzo Infantino

 

Innocenzo Infantino
Innocenzo Infantino

Cuore
Cuore

Su una panchina, accanto all'ospedale, poco fa c'era un tale, nascosto in un cappotto marrone con un berretto di lana sfatto, che fumava una sigaretta poggiato nel sole. Che tanto caldo poi oggi non è, ma a vederlo sembrava diverso.
Era uno di quei tipi che hanno un'altra vita, meno fortunata, a cui non presti attenzione: uno di quelli che non saluteresti mai, tanto non ti conosce e non sa chi sei. Uno di quelli che, se hai ancora un'età, non bisogna guardare né ascoltare, anzi, è meglio tirar dritto se ti chiama. Uno di quelli per cui devi fingere un sacco di cose e a fingere poi non finisci mai.
Oggi ci siamo ritrovati faccia a faccia. Per caso. Lontani.
Mi ha salutato prima lui. Poi ha continuato con un sorriso. Restando immobile, dalla panchina, immerso in un mondo tutto suo.
Chissà chi devo essergli sembrato! Quale immaginazione buona.
Che sensazione deve essergli passata dentro per muovergli il braccio verso l'alto e scuotergli la mano come ali di farfalla.
Chissà quante ferite ti porti dentro amico sconosciuto che oggi mi hai fatto sentire il primo raggio di primavera. Quante cose devono averti storpiato la mente per ridurti in miseria.
Mentre gli uccelli volavano da un albero all'altro mi hai tolto le bende dal cuore. Mi hai guarito ogni finzione.
Tu non lo sai, intrappolato come sei, ma se la vita oggi si è fatta più bella, è stata anche grazie a te
.
 

Innocenzo Infantino
9 febbraio 2020
© Riproduzione riservata.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


08/02/2020

Politica. Terrana e Figuccia (UDC): "La Fondazione Sciascia deve essere sostenuta dalla Regione"

 

On. Decio Terrana (UDC)
Decio Terrana

Gli onorevoli Terrana e Figuccia (UDC Sicilia) intervengono in merito al sostegno economico della Regione Sicilia verso la Fondazione "Sciascia" di Racalmuto.
"La Fondazione Leonardo Sciascia è un esempio di attivismo virtuoso dal punto di vista culturale, etico, filosofico e politico non soltanto con riferimento alla comunità di Racalmuto ma dell'intera Sicilia la quale può fregiarsi del celebre poeta e scrittore nato e vissuto nella seconda metà del ‘900 proprio nella nostra terra".
Così esordiscono i due Politici siciliani, che continuano affermando: "Il lavoro svolto dalla Fondazione nella tutela dei valori profusi dallo stesso Sciascia è certamente prezioso e va sostenuto dall'Amministrazione regionale che nella custodia del patrimonio materiale e immateriale deve porre in essere tutte le iniziative necessarie. Tutto ciò premesso e considerato - proseguono Terrana e Figuccia -, ci ha spinti a presentare un'interrogazione al Presidente della Regione nella qualità di Assessore ai Beni Culturali per chiedere le ragioni dei ritardi legati al pagamento di un contributo a favore della Fondazione medesima, già previsto negli scorsi anni e probabilmente rimasto nell'impasse burocratica, a seguito di alcuni ricorsi presentati da parte di alcuni ex esponenti del Consiglio di Amministrazione della Fondazione nei confronti dell'Amministrazione comunale di Racalmuto.  Come forza politica - concludono gli esponenti dell’UDC - ci batteremo perché enti come questo, nevralgici nella crescita e nello sviluppo dell'identità siciliana, siano attenzionati dal Governo regionale".
  
Redazione
8 febbraio 2020.
       

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


08/02/2020

Volontariato. Vittoria di Sami Salvaggio al Campionato dell'Accademia di Motociclismo del Qatar

 

Vittoria di Sami Salvaggio al Campionato dell'Accademia di Motociclismo del Qatar
Sami Salvaggio

Vittoria di Sami Salvaggio al Campionato dell'Accademia di Motociclismo del Qatar
1° Classificato

Vittoria di Sami Salvaggio al Campionato dell'Accademia di Motociclismo del Qatar
In pista

Campionato dell'Accademia di Motociclismo del Qatar: vince Sami Salvaggio.
Dopo esser riuscito a salire sul podio alla prima delle 4 corse del Campionato della Qatar Motorsports Academy lo scorso 8 dicembre, Sami Salvaggio - la cui famiglia è originaria di Grotte - il 1° febbraio ha vinto la seconda corsa sul circuito Lusail di Doha nella categoria 125cc.
Al termine delle qualifiche il giovane Pilota aveva conquistato la terza posizione sulla griglia di partenza. Scattato rapidissimo alla partenza, dimostrando notevole sangue freddo, quando il gruppo dei giovani centauri è giunto compatto alla prima curva, Sami ha tirato fuori classe e coraggio, riuscendo a passare tutti all'interno. Di seguito il Pilota italiano è stato inarrestabile ed irraggiungibile per tutta la gara, che lo ha visto ininterrottamente in prima posizione dall'inizio alla fine, per 12 giri. A metà corsa il suo vantaggio sul secondo in gara era superiore a 7 secondi (per il motociclismo un margine “abissale”); tempo che gli ha consentito di evitare rischi superflui e concludere la gara con un confortevole vantaggio di quasi 4 secondi.
Prima vittoria in carriera dunque per Sami Salvaggio, giovanissimo pilota entrato, alla fine del 2018, nella famosa Accademia di Motociclismo da competizione di Doha.
Con questa vittoria Sami raggiunge anche il 1° posto nella Classifica Piloti nel Campionato 125cc del Qatar 2019-2020, di cui restano da disputare ancora 2 gare.
Il secondo posto alla gara di esordio, lo scorso 8 dicembre, seguito dalla vittoria nella seconda gara, dimostrano i progressi compiuti dal Centauro “grottese”, un quattordicenne grintoso e dalla ferrea volontà di migliorare e progredire che sa fare tesoro dei consigli e degli insegnamenti forniti dal formidabile gruppo di allenatori professionisti che la Qatar Motorsports Academy è riuscita a mettere insieme
.  
  

Carmelo Arnone
8 febbraio 2020
© Riproduzione riservata.
  

Vittoria di Sami Salvaggio al Campionato dell'Accademia di Motociclismo del Qatar
In pista

Vittoria di Sami Salvaggio al Campionato dell'Accademia di Motociclismo del Qatar
In pista

Vittoria di Sami Salvaggio al Campionato dell'Accademia di Motociclismo del Qatar
Solo al comando

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


08/02/2020

Volontariato. Convocata l'Assemblea Ordinaria dei soci dell'AVIS Comunale di Grotte

 

AVIS Comunale di Grotte
AVIS di Grotte

Prosegue senza sosta l'attività dell'AVIS Comunale di Grotte. L'Associazione Volontari Italiani del Sangue, presente a Grotte dal marzo dello scorso anno, su vigoroso impulso del suo presidente Pietro Zucchetto e dei dinamici componenti del Consiglio Direttivo, in meno di dodici mesi di attività ha raggiunto obiettivi ragguardevoli nell'ambito della raccolta di sangue, della diffusione della cultura della donazione e della tutela della salute.
Sono 36 i soci donatori già iscritti, mentre altre 140 richieste di adesione sono in attesa di convalida con la prima donazione.
Pur non disponendo ancora della possibilità di donare a Grotte, al 31 dicembre 2019 l'AVIS Comunale aveva registrato ben 54 donazioni, effettuate sia presso gli ospedali di Agrigento e Canicatti che all'Unità di Raccolta di Campobello di Licata.
Il 9 dicembre 2019 la Giunta municipale, venendo incontro alla richiesta dell'Associazione iscritta al registro delle OdV (Organizzazioni di Volontariato), ha concesso in comodato i locali di Via Francesco Ingrao n° 92/94.
Come previsto dallo Statuto (ai sensi dell'art. 8, comma 6), il presidente Pietro Zucchetto ha convocato l'Assemblea Ordinaria dei soci nei locali della sede in Via Ingrao (in 1^ convocazione venerdi 28 febbraio alle ore 17.00; in 2^ convocazione sabato 29 febbraio alle ore 17.00), per discutere il seguente ordine del giorno:
1) Elezione, fra i non candidati al Consiglio Direttivo, del Presidente e del Segretario dell'Assemblea e di tre componenti il Seggio Elettorale;
2) Relazione del Presidente;
3) Presentazione del Bilancio Consuntivo 2019 (leggi il Consuntivo 2019);
4) Presentazione del Bilancio Preventivo 2020 (leggi il Preventivo 2020);
5) Discussione sulla relazione e sui bilanci presentati;
6) Relazione del Direttore sanitario;
7) Votazione delle relazioni e dei bilanci;
8) Programmazione attività future;
9) Elezione ed insediamento Commissione Verifica Poteri;
10) Determinazione numero dei componenti per il prossimo Consiglio Direttivo;
11) Modalità di votazione e presentazione dei candidati;
12) Elezione dei componenti del Consiglio Direttivo;
13) Votazione e proclamazione degli eletti;
14) Nomina del Delegato all'Assemblea Provinciale;
15) Comunicazioni.
I documenti di cui ai punti 2), 3) e 4) sono depositati e consultabili presso i locali della sede sociale.
Tanto cammino è stato fatto ma tanta altra strada ancora rimane da percorrere per giungere alla piena funzionalità della sede grottese dell'AVIS, ad iniziare dalla risistemazione dei locali per ottenere l'autorizzazione delle Autorità sanitarie regionali ad effettuare donazioni di sangue direttamente in loco; circostanza che agevolerà notevolmente i donatori e consentirà di incrementare il numero di sacche donato.  
  

Carmelo Arnone
8 febbraio 2020
© Riproduzione riservata.
  


 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


08/02/2020

Politica. "Attivati i 'Patti per l'inclusione sociale'?"; interrogazione del Gruppo M5S

 

Movimento 5 Stelle - Grotte

Il Gruppo Consiliare del M5S Grotte ha presentato, il 3 febbraio 2020 (con protocollo n° 1361), una interrogazione al Sindaco ed all’Assessore ai Servizi Sociali del Comune di Grotte, per chiedere se siano stati attivati i procedimenti indicati dal Ministero del lavoro e delle Politiche Sociali tra cui i cosiddetti “Patti per l’inclusione sociale”(Piattaforma GEPI) e l’organizzazione dei “Progetti utili alla collettività”(PUC). Di seguito, il testo dell'interrogazione.

*****

"Al Signor Sindaco
 All'Assessore ai Servizi Sociali
e, p.c. Al Signor Presidente del Consiglio

Interrogazione

Premesso che

- con il decreto legge 28 gennaio 2019, n.4, convertito con modificazioni dalla legge 28 marzo 2019, n. 26, veniva introdotto nell'ordinamento il Reddito di Cittadinanza (RDC), al fine di consentire l'attivazione e la gestione dei Patti per il lavoro e dei Patti per l'Inclusione sociale,

- l'art. 6 del sopraccitato provvedimento, prevede l'istituzione di due piattaforme digitali, una presso l'ANPAL, per il coordinamento dei Centri per l'impiego, l'altra presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, per il coordinamento dei Comuni;

- con il Decreto del ministro del Lavoro e delle Politiche sociali del 23 luglio 2019 sono state approvate le Linee Guida per la definizione dei Patti per l'inclusione sociale, sulle quali era già stata raggiunta l'intesa in Conferenza Unificata il 27 giugno 2019;

- nell'agosto 2019 il Ministero del Lavoro (Nota Mips n. 7250 dell'8.8.19) comunicava agli Uffici competenti in materia di RDC degli Ambiti territoriali, agli Uffici competenti in materia di RDC dei Comuni, nonché all'Anci - Dipartimento Welfare e al Coordinamento delle Regioni; l'attivazione della Piattaforma per la Gestione dei Patti per l'inclusione sociale per i soggetti che stipulano il Patto per l'inclusione sociale, nonché per la gestione dei lavori socialmente utili, nell'ambito del Patto per il lavoro, c.d. Piattaforma GEPI, reperibile all'indirizzo https://pattosocialerdc.lavoro.gov.it/, ovvero dello strumento per l'attuazione dello attività di competenza dei Comuni rivolte ai beneficiari del Reddito di Cittadinanza.

Preso atto che

le piattaforme digitali rappresentano strumenti di condivisione delle informazioni sia tra le amministrazioni centrali e i sevizi territoriali (Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, ANPAL, Inps, Comuni, Centri per l'Impiego e tutti gli altri soggetti accreditati), che tra gli stessi servizi territoriali;

il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali al fine di dare avvio all'inclusione sociale prevista dalla legge istitutiva del RDC, ha predisposto, la Piattaforma GEPI proprio per la gestione dei Patti per l'Inclusione Sociale, nonché per verificare i requisiti anagrafici dei beneficiari di RDC, e, altresì, per la gestione dei Progetti Utili alla Collettività (PUC) cui sono tenuti a partecipare i beneficiari di RDC.

Considerato che

ai fini dell'accreditamento degli utenti alla piattaforma, con nota del Ministero del Lavoro n. 4143 del 16 maggio 2019, è stato richiesto agli Ambiti di indicare il soggetto da accreditare con ruolo "Amministratore di Ambito". Si tratta dell'unico utente abilitato ad accreditare sulla Piattaforma, su indicazione dei relativi Comuni, gli operatori autorizzati a svolgere i ruoli previsti;

nelle more dell'emanazione del Decreto che disciplina la piattaforma GEPI è stato comunque attivato l'accreditamento degli utenti individuati dai singoli Comuni per operare sulla Piattaforma GEPI; e sono altresì state trasmesse le linee guida per l'accreditamento alla piattaforma GEPI, che descrivono i diversi ruoli che gli operatori dei Comuni e degli Ambiti territoriali potranno svolgere sulla piattaforma, nonché il processo e le modalità tramite cui si potranno accreditare;

a tal proposito è necessario che ogni singolo Comune (e, laddove è prevista la gestione associativa dei serviti, il "Soggetto attuatore della forma associativa") stipuli per adesione una convenzione con il Ministero, che la Nota Mips n. 7250 dell'8.8.19, anticipava per presa visione del contenuto, nonché per regolare l'accesso alla Piattaforma e il trattamento dei dati relativi;

in data 04.11.2019 è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto istitutivo del Sistema informativo del Reddito di Cittadinanza, nel cui ambito opera la Piattaforma per la Gestione dei Patti per l'inclusione Sociale (Piattaforma GEPI). Si precisa che le funzionalità necessarie a consentire l'attivazione e la gestione dei Patti per l'Inclusione Sociale, erano già state messe a disposizione dal Ministero del Lavoro, come sopra meglio precisato.

Si chiede al Sindaco e all'Assessore ai Servizi sociali di sapere:

1) se è stato trasmesso in forma singola o associata il/i nominativo/i degli utenti da accreditare sulla piattaforma GEPI per lo svolgimento dei diversi ruoli (case manager per il Patto per l'inclusione sociale, coordinatore per il patto per l'inclusione sociale, coordinatore per i controlli anagrafici, responsabile per i controlli anagrafici), e, nel caso positivo si chiede che venga comunicato il/i nominativo/i;
2) se l'Amministratore di Ambito ha proceduto a caricare la Convenzione, debitamente sottoscritta dal legale rappresentante di questa amministrazione, sulla piattaforma GePI nell'apposita sezione denominata "Verifica Convenzione", secondo le modalità indicate nella nota del Ministero del Lavoro e Politiche Sociali n.7250 del 08/08/2019, e ribadite nella nota n. 9023 del 21/10/2019;
3) Quanti sono i percettori di Reddito di Cittadinanza nel Comune di Grotte. Quanti di questi hanno stipulato o dovranno stipulare il Patto per l'inclusione sociale, e quanti invece hanno stipulato o dovranno stipulare il Patto per il lavoro.
4) Se sono stati attivati i Patti per l'inclusione sociale e i sostegni in esso previsti, nonché la valutazione multidimensionale che eventualmente li precede (ricordando che entrambi costituiscono livelli essenziali delle prestazioni ex art. 4, comma 14, del D.L 4/2019).
5) Se sono stati organizzati i Progetti Utili alla Collettività (c.d. PUC) che interessano sia coloro che hanno stipulato o stipuleranno il Patto per il lavoro, nonché coloro che hanno stipulato o stipuleranno il Patto per l'inclusione sociale. Nel caso positivo si chiede di sapere quali enti del Terzo settore siano stati coinvolti, nonché di conoscere i precisi ambiti dei progetti (culturale, sociale, artistico, ambientale, formativo e di tutela dei beni comuni).
6) Se sono stati verificati i requisiti anagrafici dei beneficiari di RDC. In particolare, se si sono verificati i requisiti di residenza e di soggiorno, nonché se sono stati i medesimi comunicati ad Inps, ex art. 5, comma 4 del D.L. 4/2019.
7) Se sono in corso i controlli a campione sulla composizione del nucleo familiare, attraverso l'incrocio delle informazioni dichiarate ai fini ISEE con quelle disponibili presso gli uffici anagrafici e quelle raccolte dai servizi sociali sulla base di un Piano adottato da ciascun Comune.

Grazie dell'attenzione e distinti saluti.
Grotte, 01/02/2020".

  

 

   

Per il Gruppo consiliare M5S Grotte
Angelo Costanza

 

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


08/02/2020

Attività. Apertura ed inaugurazione del Circolo FENAPI a Grotte; stasera alle ore 18.00

 

Circolo FENAPI
Manifesto

Sabato 8 febbraio, alle ore 18.00 in Viale della Vittoria n° 92 a Grotte, verrà inaugurato il Circolo FENAPI (FEderazione Nazionale Autonoma Piccoli Imprenditori).
Il Circolo, del quale sarà responsabile
Jerry Marchetta, sarà un centro servizi, patronato e Caf, e si occuperà della trasmissione di pratiche di patronato, NASPI, disoccupazioni agricole, pensioni di vecchiaia, invalidità civile, maternità, bonus bebè, carta acquisti, premio nascita, reddito di cittadinanza, Ape social ed altro.
Il Circolo sarà aperto nei giorni di lunedi, mercoledi e venerdi, dalle ore 09.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 19.00.
  
Redazione
8 febbraio 2020.
  


 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


08/02/2020

Letture Sponsali. "L'amore è una parola di luce"

 

Amore Sponsale
Nozze di Giuseppe e Maria

Le "Letture Sponsali" sono uno strumento sperimentale che offre gratuitamente una prospettiva sponsale alle letture della liturgia domenicale. Sono curate dal gruppo "Amore è..." (vedi il sito ufficiale), attivo dal 2006 nella diocesi di Palermo, per favorire un momento di riflessione all'interno delle coppie e nelle comunità ecclesiali. Le letture sono commentate da fidanzati e sposi (tra cui i grottesi Vera e Francesco).

*****

Lampada per i nostri passi è la tua Parola, Signore!
Signore Gesù, in questa V domenica del tempo ordinario ci chiedi una testimonianza decisa, ma al tempo stesso non invadente. Ci parli di piccole cose, come il sale e la luce di una candela, cose piccole, spesso invisibili ed apparentemente insignificanti che alla vita sanno dare sapore.
È infatti il pizzico di sale a dare sapore, è il barlume della candela che illumina, ma non acceca, e rischiara le tenebre.
Ecco che la tua Parola, Signore, se vissuta, ha la stessa funzione di questi due semplici elementi. Perché è la tua Parola che fa nuove tutte le cose, dalla tua Parola “noi siamo”.
Signore, da chi andremo? Tu solo hai parole di vita! Ecco che ci chiedi di prendere parte alla vita del prossimo, nell’amore, con amore e per amore, il quale, soprattutto quello tra coniugi, tra genitori e figli, è fatto di piccoli gesti, di carezze, di sguardi, di attenzioni quotidiane all’altro e al suo bene. Perché l’amore non è fatto da grandi gesta, ma del sale della presenza, della luce del calore coniugale, familiare, fraterno, amicale. Così che risplenda la luce davanti agli uomini, perché vediamo le opere buone e rendiamo gloria a te Padre nostro che sei nei cieli.
Paola e Salvo


Punto chiave
La lettura del Vangelo della V domenica del Tempo Ordinario si pone in continuità con il discorso delle Beatitudini dei versetti precedenti (Mt 5, 1-12), attraverso il quale comprendiamo che la felicità consiste nel porre la propria fiducia in Dio, nonostante le difficoltà, le miserie e la precarietà della nostra esistenza.
L’espressione del Vangelo di questa domenica “Voi siete la luce del mondo” significa che siamo chiamati ad essere luce non per noi stessi ma per qualcun altro, siamo stati accesi da Colui che ci ha creati per essere luce: “non può restare nascosta una città che sta sopra un monte, né si accende una lampada per metterla sotto il moggio, ma sul candelabro”.
La nostra luce trova pieno compimento se si accende per illuminare.
Tutta la nostra storia è finalizzata all’Amore, ad aprirsi all’altro e a Dio, a dare sapore alla nostra vita e a quella di chi ci circonda, ad essere luce.
La missionarietà e la testimonianza del cristiano consistono nel vivere quotidianamente ciò che egli stesso ha scoperto e sperimentato. Non si tratta di un dover essere, di una coerenza nella quale sforzarsi di entrare, sfiorando quasi atteggiamenti nevrotici.
Se veramente siamo nella direzione delle Beatitudini, questo si traduce in una luce per chi ci circonda; se viviamo da innamorati riusciamo ad amare pienamente.
L’amore è una parola di luce, scritta da una mano di luce, su una pagina di luce” (Khalil Gibran).
Chiara e Fabio

  
Redazione
8 febbraio 2020.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


07/02/2020

Attualità. "Trecentomila euro, per denigrare la Sacra Scrittura"; di Nino Genova

 

Pastore Nino Genova
Nino Genova

Intervento del pastore Nino Genova, responsabile del Centro Evangelistico “Condividere Gesù”, comunità cristiana evangelica pentecostale con sede ad Agrigento (Via Re Pietro IV).

*****

"Una volta gli eretici venivano torturati, oggi invece vengono retribuiti con gettoni-presenza di 300.000 euro (tra l’altro con i soldi nostri). Siamo arrivati!
Sanremo 2020.
Poteva mancare il genio di turno, pronto a denigrare “La Sacra Scrittura” (per i cristiani, Parola di Dio)?
Dissacrando questo Libro con un tocco di leggerezza, come un libro che promuove solo l’amore erotico e negando l’applicazione spirituale e la simbologia del rapporto tra Gesù e la Chiesa (lo Sposo e la sposa) che i cristiani hanno sempre creduto, oltre ad essere una vera storia d’amore tra un uomo ed una donna.
Roberto Benigni cita il “Cantico dei Cantici” (“La canzone delle canzoni”) e continua dicendo che questo Libro rappresenta tutte le coppie che si amano, l'uomo che ama la sua donna - spiega ancora prima di declamare l'antico testo -, la donna che ama la sua donna, l’uomo che ama il suo uomo (teniamo presente che la Bibbia condanna i rapporti omosessuali).
Da notare come, ancora una volta, viene fatta l’ennesima promozione al rapporto omosessuale.
Complimenti ancora a Sanremo, complimenti a mamma RAI".
 

Nino Genova
7 febbraio 2020
© Riproduzione riservata.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


07/02/2020

Dialoghi. "Logorio da prescrizione Bonafede"; di Giuseppe Castronovo

 

Intervento del dott. Giuseppe Castronovo, studioso ed autore di testi di Diritto.

È da settimane che la politica italiana è in palese affanno nel disciplinare l'istituto della prescrizione. Tutti contro tutti, ma ancora non si vede una ragionevole via d'uscita dal momento che la politica non tiene conto del fatto che la nostra Carta costituzionale si caratterizza per aver riconosciuto il valore primario della persona. I nostri Padri costituenti stabilirono infatti l'anteriorità degli inviolabili e fondamentali diritti di ogni uomo rispetto ad ogni istituzione politica e ad ogni potere costituito e di questo la riforma Bonafede mi sembra che non tenga affatto conto. Forse sta qui il vero nodo da affrontare.
Giuseppe Castronovo

"Logorio da prescrizione Bonafede"
(Dai Dialoghi svolti al Circolo della Concordia)

Totò: Amici, ferri corti a Palazzo Chigi!

Ersilio: Hai ragione! La prescrizione di fatto ha scatenato una vera e propria guerra fratricida tra gli stessi alleati della compagine governativa.

Marco: In effetti oramai da giorni assistiamo all’impensabile: il ministro grillino Di Maio contro il suo Governo, il Partito Democratico contro Bonafede, Renzi contro Bonafede.

Nenè: Tutti contro tutti; un vero e proprio gioco di nervi.

Franco: Questa è la politica italiana!

Totò: Prof. Vezio, e noi che facciamo?

Vezio: Volete il mio parere? Contro il logorio da “prescrizione Bonafede” beviamo Cynar.
     

 

   

Giuseppe Castronovo
(gcastronovo.blogspot.it)
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


07/02/2020

Politica. "Vivacchiare nell'attesa della girandola degli assessori"; nota del Gruppo M5S Grotte

 

Movimento 5 Stelle - Grotte

Intervento del  Gruppo consiliare M5S di Grotte in merito all'approvazione dello schema di Piano comunale di Protezione Civile.

*****

"Non possiamo continuare a sostituirci all’amministrazione comunale. La Giunta Provvidenza smentisce se stessa.
Da luglio 2018, subito dopo l’esito delle elezioni amministrative, ci siamo rimboccati le maniche ed abbiamo cercato di stimolare l’azione amministrativa con proposte, segnalazioni, mozioni. Il risultato ottenuto è quello di collezionare tante risposte negative ad istanze provenienti dai cittadini.
Resta necessario puntualizzare che, su nostra precisa richiesta, durante il Consiglio comunale del 28/11/18, l’assessore Agnello ha dichiarato che “l’Amministrazione comunale sta lavorando per il Piano di Protezione Civile senza costi per l’Amministrazione”; il 26/07/19 (otto mesi dopo) viene affidato il progetto ad un professionista esterno.
Apprendiamo con  sollievo l’approvazione dello schema del Piano comunale di Protezione Civile.
Conferma che nell'attuale Maggioranza a Grotte non ci sono progetti partecipati, nè una visione di futuro, semplicemente un vivacchiare nell'attesa della girandola degli assessori. Una mera spartizione politica che poco ha a che fare con il ‘buon governo’".
  

 

   

Il Gruppo consiliare Movimento5Stelle Grotte
Angelo Costanza, Mirella Casalicchio,
Salvatrice Morreale e Giada Vizzini

 

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


07/02/2020

Comune. Conclusi i lavori di riqualificazione della Via Meli

 

Via Meli
Vedi le foto

Come già preannunciato lo scorso 5 febbraio, anche i lavori di riqualificazione della Via Meli sono stati completati.
Via Meli, anche se di larghezza ridotta, è una tra le più importanti vie cittadine in quanto costituisce il più breve collegamento diretto - percorribile dalle automobili - tra il Largo Pagano e Via Collegio. Inoltre, da sempre, Via Meli è parte significativa della "Via dei Santi": il percorso urbano seguito dalle processioni religiose che si svolgono in paese.
"Un grande grazie a tutti i lavoratori del Cantiere - scrive il sindaco Alfonso Provvidenza nella nota ufficiale con la quale comunica la conclusione dei lavori - ed al Direttore dei lavori geometra Gianni Gumina, al RUP (NdR: Responsabile Unico del Procedimento) architetto Pietro Calì ed all'assessore ai Lavori Pubblici Tonino Caltagirone".
La via è dedicata al medico e biologo siciliano Giovanni Meli (nato a Palermo il 6 marzo 1740 e morto nella stessa città il 20 dicembre 1815) nella sua più nota qualità di poeta e drammaturgo di caratura nazionale, alla cui figura il dott. Luigi Carmona (insigne chirurgo grottese a cui è stata dedicata una piazza del paese) come critico letterario ha dedicato un testo dal titolo "Giovanni Meli: medico e biologo".
Di seguito, alcune immagini della Via Meli al termine dei lavori (20 foto di © Associazione Culturale "Punto Info").
  
Redazione
7 febbraio 2020
© Riproduzione riservata.

Via Meli: completati i lavori (Foto) Visita l'argomento
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


05/02/2020

Lettere. "Grotte e Racalmuto 'Comuni Virtuosi' nel sostegno ai disabili"; di Salvatore Infuso

 


Salvatore Infuso

Intervento di Salvatore Infuso in merito al contributo straordinario "una tantum" concesso dal Comune di Grotte - così come dal Comune di Racalmuto - come forma integrativa per l'assistenza domiciliare in favore delle persone disabili gravi (rientranti nella fattispecie dell'art. 3, comma 3, della legge 104/92).

*****

"In relazione al risultato ottenuto, con il contributo straordinario una tantum per l'assistenza domiciliare dei disabili gravi che i Sindaci dei Comuni di Grotte e Racalmuto, grazie alla non comune sensibilità, hanno concesso; a conferma che il trasferimento monetario nei confronti dei disabili gravi era e sarà un diritto sancito dalla normativa vigente per le pari opportunità.
Non è un diritto che si può dare per scontato in tutti i Comuni della Regione Sicilia ed è per questa ragione che grazie alle Amministrazioni comunali di Grotte e Racalmuto, questi Comuni si possono definire ‘Comuni Virtuosi’.
Tuttavia gli aventi diritto, o i legali rappresentanti, dovranno necessariamente lottare affinché questo contributo venga adeguato alle reali esigenze che il disabile purtroppo affronta quotidianamente per condurre una vita dignitosa, attraverso il supporto di un assistente di propria fiducia, con l'invio da parte del Governo regionale delle risorse economiche necessarie.
Nella lotta per ottenere l'adeguamento di questo trasferimento monetario sarà fondamentale che i Sindaci e gli Amministratori comunali sostengano fisicamente e con concretezza i loro concittadini disabili, manifestando al loro fianco se questo fosse necessario, per il raggiungimento di questo obiettivo e del riscatto sociale.
Il nostro particolare ringraziamento va esteso agli Amministratori dei Comuni di Grotte e di Racalmuto con l'auspicio di un fervido sostegno anche nel futuro prossimo".
  
  

 

   

Salvatore Infuso
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


05/02/2020

Comune. Cimitero di Grotte: terminati i lavori di riqualificazione dei vialetti

 

Cimitero di Grotte
Vedi le foto

Sono stati completati i lavori di riqualificazione dei vialetti del Cimitero di Grotte. La conferma dell'effettiva conclusione dei lavori è data dal sindaco Alfonso Provvidenza. "Un altro bel lavoro frutto della programmazione e della visione di bello dell'Amministrazione - scrive il Sindaco in una nota -. Ci vuole tempo, non abbiamo la bacchetta magica ma in 18 mesi abbiamo fatto del nostro meglio. Un grazie particolare a tutti i lavoratori del cantiere ed al direttore dei lavori architetto Ignazio Infantino, al RUP (NdR: Responsabile Unico del Procedimento) architetto Pietro Calì ed all'assessore ai Lavori Pubblici Tonino Caltagirone".
Nella stessa nota Provvidenza preannuncia la conclusione anche del cantiere per il rifacimento della Via Meli.
Di seguito, alcune immagini dei vialetti del Cimitero e dell'obitorio al termine dei lavori (16 foto di © Associazione Culturale "Punto Info").
  
Redazione
5 febbraio 2020
© Riproduzione riservata.

Vialetti del Cimitero comunale (Foto) Visita l'argomento
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


05/02/2020

Racalmuto. "Asferico 2019", mostra di fotografia naturalistica; dall'8 febbraio al Castello Chiaramontano

 

Asferico 2019
Asferico 2019

Da sabato 8 a sabato 29 febbraio, nelle sale del Castello Chiaramontano di Racalmuto, si terrà la mostra di fotografia naturalistica dal titolo "Preziose per natura", organizzata dalla sezione siciliana dell'ANFI (Associazione Fotografi Naturalisti Italiani) nell'ambito della mostra internazionale "Asferico 2019".
L'iniziativa, coordinata da Pietro Baiamonte e realizzata con il patrocinio dell'Assessorato alla Cultura del Comune di Racalmuto, verrà inaugurata sabato 8 febbraio alle ore 19.00.
  
Redazione
5 febbraio 2020.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


05/02/2020

Viabilità. "Quando verrà completato il ponte di Contrada Petrusa?"; Alfonso Valenza scrive ad ANAS

 

Alfonso Valenza
Alfonso Valenza

Ad oggi è ancora senza risposta la lettera inviata ai vertici di ANAS, lo scorso 20 gennaio via pec, dal vice presidente di Confcommercio della provincia di Agrigento, Alfonso Valenza, in merito ai tempi di completamento dei lavori sul ponte Petrusa il cui stato di avanzamento procede molto a rilento.
"Da circa tre anni abitanti ed imprese di Agrigento e Favara - scriveva Valenza - affrontano quotidianamente difficoltà a seguito della demolizione del ponte Petrusa che comporta una lunga deviazione con notevole aggravio di spese. Circa un anno fa sono cominciati i lavori di realizzazione del ponte che risulta essere arteria fondamentale per il territorio, la previsione di consegna lavori era datata 11 novembre 2019 ma a tutt’oggi i lavori continuano senza data certa. Lungaggini che fanno preoccupare cittadini ed imprese - concludeva Valenza - costretti ad affrontare non solo aggravio di spese, ma principalmente tempi di percorrenza lunghissimi. Con la presente si chiede con urgenza, conoscere data di consegna lavori e messa in esercizio".
  
Redazione
5 febbraio 2020.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


04/02/2020

Politica. Rappresentanza della "Lega Salvini Sicilia" di Grotte incontra Matteo Salvini a Palermo

 

"Lega Salvini Sicilia" di Grotte incontra Matteo Salvini a Palermo
Salvini e Butera

"Lega Salvini Sicilia" di Grotte incontra Matteo Salvini a Palermo
Con l'avv. Pilato

"Lega Salvini Sicilia" di Grotte incontra Matteo Salvini a Palermo

Ieri, lunedi 3 febbraio, presso il Teatro “Al Massimo” di Palermo si è tenuto un incontro tra il leader della Lega Matteo Salvini ed i rappresentanti dei Circoli “Lega Sicilia Salvini Premier”.
Tra gli attivisti, aderenti e simpatizzanti del partito dell’ex Ministro dell’Interno, anche una significativa rappresentanza proveniente da Grotte, formata dal presidente del Circolo locale Joel Butera e dall’avvocato Gianfranco Pilato.
Un'accoglienza calorosa quella per il Capitano Matteo Salvini al Teatro Al Massimo - dichiara Butera -. Una visita tanto attesa, ricompensata da parole di coraggio che Matteo Salvini ha speso nei confronti del popolo siciliano: “Siciliani a testa alta, onesti e coraggiosi! Voi siete il riscatto della Sicilia, voi siete il buono della Sicilia!”.
La Lega unisce da Nord a Sud - continua il presidente Butera riportando le parole di Salvini - un popolo che vuole riscatto, deciso e determinato verso un progetto di cambiamento che coinvolge i rappresentanti europei, nazionali e regionali e le centinaia di militanti e simpatizzanti quotidianamente impegnati sui territori. L'Italia è bella e vincente se vince tutta insieme. C'è tanto da fare, però vinceremo perché abbiamo uomini, donne ed idee forti!”.
Nelle immagini a lato, alcuni momenti della manifestazione.
  
Redazione
4 febbraio 2020.
  

"Lega Salvini Sicilia" di Grotte incontra Matteo Salvini a Palermo
Da Grotte

"Lega Salvini Sicilia" di Grotte incontra Matteo Salvini a Palermo
Foto di Gruppo

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


04/02/2020

Comune. Approvato lo schema del Piano comunale di Protezione Civile e di contrasto agli incendi boschivi

 

Alfonso Provvidenza
Alfonso Provvidenza

Dopo lustri di attesa, con grande orgoglio ho il piacere di comunicare che la Giunta comunale ha approvato lo schema di Piano comunale di Protezione Civile e Piano Interfaccia contrasto agli incendi boschivi”; è quanto dichiara in una nota il sindaco di Grotte Alfonso Provvidenza.
Finalmente il Comune di Grotte avrà il Piano di Protezione Civile - prosegue il Sindaco - il cui fine è quello di tutelare l’integrità della vita, dei beni, degli insediamenti e dell’ambiente dai danni concreti o dalla messa in pericolo che questi possono subire a seguito del verificarsi di disastri naturali, catastrofi o qualsiasi altro evento calamitoso”.
L'approvazione del Piano - prosegue il Primo cittadino - consentirà anche di attingere ai numerosi finanziamenti erogabili dalla Protezione Civile. Il Piano è stato redatto anche con riferimento al territorio di confine con il Comune di Racalmuto dove vivono tanti nostri concittadini”.
Desidero ringraziare l'ispettore capo Antonio Salvaggio per lo straordinario lavoro svolto - conclude Provvidenza - e il gruppo di lavoro che ha realizzato il Piano guidato dall'architetto Giuseppe Grimaldi: l'architetto Ignazio Infantino, l'ingegnere Settimo Puglisi, l'architetto Daniele Gucciardo e l'architetto Serena Gueli.
  
Redazione
4 febbraio 2020.
  
 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


04/02/2020

Servizi. Pubblicate le graduatorie provvisorie dei lavoratori forestali per l'anno 2020

 

Centro per l'impiego
Centro per l'impiego

Con una nota ufficiale, il Centro per l'Impiego di Canicatti ha comunicato che sono state pubblicate le graduatorie provvisorie uniche dei lavoratori forestali.

*****

"Oggetto: Pubblicazione Graduatorie Forestali Provvisorie Uniche Distrettuali - art. 12 L.R. n. 5 del 2014 - per l'anno 2020 - D.R.S. n. 181/2020 Serv. VIII - C.P.I. di Agrigento.

Si comunica che è in pubblicazione la graduatoria provvisoria unica distrettuale anno 2020.
I lavoratori interessati potranno prenderne visione presso il C.P.I. di Canicatti e i Recapiti di Grotte e Ravanusa.
Gli interessati potranno ricorrere avverso le graduatorie uniche distrettuali presentando eventuali osservazioni scritte presso il C.P.I. di Canicatti e/o presso il Serv. VIII - C.P.I. di Agrigento entro e non oltre il 10/02/2020".
  

 
 

 

Il Dirigente ad interim
Dott. Carmelo Lombardo
 

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


04/02/2020

Chiesa. "Origini e significato delle Quarantore"; riflessione a cura della prof.ssa Graziella Vizzini

 

Quarantore
SS. Sacramento

L'origine di questa devozione che porta il titolo di “Oratio quadraginta horarum”, è incerta.
La prima testimonianza di tale pratica la troviamo tra i Battuti di Zara presso la chiesa di  San Silvestro, già prima del 1214, dove sorse pure la confraternita “In Coena Domini” delle Quarant'Ore.
L'uso di esporre il SS. Sacramento all'adorazione dei fedeli per quaranta ore continue al fine di propiziarsi l'intervento del Signore, specie in tempi di calamità e di guerre, avvenne per la prima volta nel 1527 presso la chiesa del Santo Sepolcro a Milano, per iniziativa dell'agostiniano Antonio Bellotti di Ravenna (1528), che istituì anche la scuola del Santo Sepolcro, legata a tale scopo, avviando l'uso di ripetere le Quarantore anche fuori della Settimana Santa, quattro volte all'anno.
In tale occasione, però, il SS. Sacramento non veniva esposto, poiché l'adorazione avveniva davanti al tabernacolo chiuso.
E' controverso chi abbia per primo incominciato ad esporre per l'occasione il Sacramento, tra speciale rilievo di luci e addobbi.
Sembra che la cosa sia incominciata a Milano, o nel 1534 per opera di Padre Bono da Cremona, barnabita, o nel 1537 per opera del cappuccino Padre Giuseppe da Fermo, al quale ad ogni modo va soprattutto il merito, oltre che di avere diffuso la pratica in altre importanti città italiane, di aver disposto che l'esposizione e l'adorazione del Sacramento passasse da una chiesa all'altra nella stessa città, in modo da creare un ciclo completo di adorazione durante tutto l'anno (Adorazione perpetua).
Il Papa Paolo III, mediante la richiesta del vicario generale di Milano fatta a nome del governatore e del popolo milanese, approvò questa pratica con breve apostolico del 28 agosto 1537 e assegnò le prime indulgenze.
I Cappuccini, a cui si unirono anche i Minoriti, furono ferventi propagatori dell'uso delle Quarantore; altrettanto zelo fu espresso anche dai Gesuiti, i quali diffusero quest'uso in tutta l'Europa e in Italia.
Il Papa Urbano VIII con l'enciclica “Aethernus rerum conditor” del 6 agosto del 1623, prescrisse a tutte le chiese del mondo la celebrazione delle Quarant'Ore. Nei secoli successivi vari papi si sono occupati di esse con vari documenti, vanno ricordati: “Instructio” di Paolo V nel 1606 e di Innocenzo XI nel 1681.
Per quanto riguarda la prassi, dall'indagine storica si rilevano due forme:
-1) un turno annuale ininterrotto d'adorazione di chiesa in chiesa, che si è affermata e mantenuta solo nelle grandi città per ragioni di disponibilità di chiese e fedeli;
- 2) la forma sporadica, legata solo ad alcuni momenti dell'anno, fatta spesso senza l'adorazione notturna, che è quella più diffusa e in uso ancora oggi in molte comunità parrocchiali.
Nel sec. XVII e XVIII questa seconda forma fu introdotta nei tre giorni precedenti il mercoledì delle Ceneri come funzione riparatrice da opporre alle intemperanze del carnevale, sostenuta e diffusa dai Gesuiti.
A Roma ebbe un grande fautore in San Filippo Neri.
Il papa Clemente VIII nel 1592, diede una prima regolamentazione, disponendo che con l'esposizione delle Quarantore, si creasse a Roma in tutto l'anno “una catena ininterrotta di preghiere... ad ogni ora del giorno e della notte”.
Finalmente Clemente XII, nel 1731, stabilì tutto il cerimoniale con cui si devono praticare le Quarantore con una istruzione che porta il nome di “Istructio Clementina”.
Le Quarantore previste dalla “Istructio Clementina” si devono praticare solo in quelle città che hanno molte chiese. La pratica, però, non tardò ad estendersi anche nei centri minori, almeno come esercizio annuale, specialmente dopo che nella città di Macerata nel 1556, due missionari gesuiti organizzarono l'esposizione delle Quarantore con particolare solennità per contrastare la messa in scena di un carnevale profano.
Questa iniziativa piacque anche al Papa, Leone XIII, che estese a tutte le chiese del mondo le indulgenze che alla pia pratica erano state concesse  nella città di Roma. Le Quarantore, ininterrotta esposizione del Sacramento, sono un tempo di grazia.
L'espansione incominciò non appena Paolo III ne approvò la “pia pratica”.
Le prime regioni in cui si organizzarono le Quarantore furono L'Emilia, le Marche, il Lazio. Poi si diffusero in Germania, nei Paesi Bassi, in Svizzera e in quasi tutta l'Europa.
Il II Concilio di Baltimora le introdusse negli Stati Uniti. Molti papi ne caldeggiarono la diffusione. Ai Barnabiti si unirono i Gesuiti. Il Concilio Vaticano II nell' “Eucharisticum misterium” dettò alcune norme per questa devozione.
Il beato Giovanni Paolo II nella “Lettera Dominici Cenae  del Giovedì Santo 1980” affermò: “L'animazione e l'approfondimento del culto eucaristico sono prova di quell'autentico rinnovamento che il Concilio si è posto come fine e ne sono il punto centrale. La Chiesa e il mondo hanno grande bisogno del culto eucaristico. Gesù ci aspetta in questo Sacramento d'amore. Non risparmiamo il nostro tempo per andarlo ad incontrare nell'adorazione, nella contemplazione piena di fede. Non cessi mai la nostra adorazione!”.
Tra le manifestazioni del culto eucaristico, restano ancora attuali le Quarantore, una volta così diffuse e così solenni da costituire un tempo di rinnovamento spirituale e sociale, di preghiera e di penitenza, di comunione tra il clero e il popolo, tra ricchi e poveri, tra superiori e sudditi.
L'adorazione coinvolgeva tutte le categorie di persone che, giorno e notte, si avvicendavano in preghiera. Esse si richiamano in particolare alle 40 ore che Nostro Signore passò nel sepolcro e forse traggono la loro origine nell'adorazione che si faceva tra il Giovedì Santo e il Venerdì Santo davanti alla “Reposizione del Sacramento”, che appunto veniva erroneamente chiamata “Sepolcro”.
Le Quarantore, che nel nostro paese sono iniziate giorno 12 di febbraio, volgono al termine. Restano solo gli ultimi quattro giorni nella chiesa Madre.
Approfittiamo di questo tempo di grazia per chiedere a Gesù Eucaristico solennemente esposto tutte le grazie che il nostro cuore desidera.
 

 

   

Prof. Graziella Vizzini
 

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


04/02/2020

Chiesa. Programma delle Quarantore, da mercoledi 5 a martedi 25 febbraio

 

Quarantore
Programma

Da mercoledi 5 a martedi 25 febbraio la comunità ecclesiale di Grotte celebra le sante Quarantore secondo il seguente programma.

Tutti i giorni:
- ore 09.00, santo Rosario
- ore 09.30, santa Messa ed esposizione del Santissimo
- ore 11.30, Rosario eucaristico e Ora Media;
- ore 16.00, Rosario della Divina Misericordia
- ore 17.30, catechesi
- ore 18.30, Vespri e benedizione.


Mercoledi 5*, giovedi 6 e venerdi 7 febbraio: chiesa San Francesco

Sabato 8, domenica 9, lunedi 10* e martedi 11 febbraio: chiesa San Rocco

Mercoledi 12, giovedi 13 e venerdi 14* febbraio: chiesa del Purgatorio

Sabato 15, domenica 16, lunedi 17* e martedi 18 febbraio: chiesa Madonna del Carmelo

Mercoledi 19, giovedi 20 e venerdi 21* febbraio: chiesa Madonna delle Grazie

Sabato 22, domenica 23, lunedi 24* e martedi 25 febbraio: chiesa Madre

* Con la presenza dei catechisti, a partire dalle ore 17.30.
  
Redazione
4 febbraio 2020.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


03/02/2020

Chiesa. Avvisi ed appuntamenti della settimana.

 

Chiese di Grotte

Pubblichiamo gli avvisi diffusi al termine delle sante Messe domenicali e gli appuntamenti ecclesiali più rilevanti.
Per agevolarne la consultazione, gli avvisi settimanali sono pubblicati anche nella pagina Chiesa.

Lunedi 3
febbraio
- ore 09.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 09.00, nella chiesa san Rocco, santa Messa;
- ore 09.30, nella chiesa Madonna del Carmelo, Adorazione eucaristica e Ora Terza;
- ore 12.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, Angelus e conclusione dell'Adorazione;
- ore 18.00, in chiesa Madre, santa Messa;
- ore 19.30, in chiesa Madre, preghiera RnS.

Martedi 4 febbraio
- ore 09.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 09.00, nella chiesa san Rocco, santa Messa;
- ore 18.00, in chiesa Madre, santa Messa;
- ore 20.30, nella chiesa Madonna del Carmelo, "Gesù è Amore": incontro di preghiera.

Mercoledi 5
febbraio - Sante Quarantore
- ore 09.30, nella chiesa san Francesco, santa Messa;
- ore 16.00, nella chiesa san Francesco, Ora Santa;
- ore 17.30, nella chiesa san Francesco, catechesi e Vespro (con la presenza dei catechisti);
- ore 19.30, in chiesa Madre, catechesi RnS.

Giovedi 6
febbraio - Sante Quarantore
- ore 09.30, nella chiesa san Francesco, santa Messa;
- ore 16.00, nella chiesa san Francesco, Ora Santa;
- ore 16.30, nella chiesa san Rocco, prove del coro;
- ore 17.30, nella chiesa san Francesco, catechesi e Vespro;
- ore 19.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, Incontro Giovani.

Venerdi 7
febbraio - Sante Quarantore
- ore 09.30, nella chiesa san Francesco, santa Messa;
- ore 16.00, nella chiesa san Francesco, Ora Santa;
- ore 17.30, nella chiesa san Francesco, catechesi e Vespro.

Sabato 8
febbraio - Sante Quarantore
- ore 09.30, nella chiesa san Rocco, santa Messa;
- ore 16.00, nella chiesa san Rocco, Ora Santa;
- ore 17.30, nella chiesa san Rocco, catechesi e Vespro;
- ore 17.30, nella chiesa Madonna del Carmelo, prove del coro e chierichetti;
- ore 20.30, nella chiesa san Francesco, santa Messa animata dal Cammino Neocatecumenale.

Domenica 9
febbraio - Sante Quarantore
- ore 08.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 10.00, nella chiesa san Rocco, santa Messa;
- ore 11.00, in chiesa Madre, santa Messa;
- ore 11.30, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa (con la cerimonia di vestizione dei chierichetti);
- ore 17.30, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 18.30, in chiesa Madre, santa Messa.

AVVISI

- Eccetto per i funerali, non ci saranno altre sante Messe al di fuori di quelle previste nel programma delle Quarantore.

- Domenica 9 febbraio, durante la santa Messa delle ore 11.30 nella chiesa Madonna del Carmelo, si svolgerà la cerimonia di vestizione dei ministranti.

- Il prossimo 24 febbraio, vigilia della festa di san Gerlando, l'arcivescovo di Agrigento S.Em. card. Francesco Montenegro ordinerà diaconi i seminaristi: Davide Burgio (32 anni, di Porto Empedocle), Alessio Caruana (40 anni, di Agrigento), Davide Fasone (38 anni, di Agrigento), Matteo Mantisi (31 anni, di Realmonte), Calogero Putrone (35 anni, di Realmonte) e Salvatore Piazza (26 anni, di Menfi).

Orari delle Sante Messe in vigore dal 01/01/2020:

   Feriali:
   ore 09.00, chiesa san Rocco
   ore 09.00, chiesa Madonna del Carmelo
   ore 18.00, chiesa Madre

   Prefestivi:
   ore 18.30, chiesa Madre
   ore 21.00, chiesa San Francesco (animata dalle comunità neocatecumenali)

   Festivi:
   ore 08.00, chiesa Madonna del Carmelo
   ore 10.00, chiesa San Rocco
   ore 11.00, chiesa Madre
   ore 11.30, chiesa Madonna del Carmelo
   ore 17.30, chiesa Madonna del Carmelo
   ore 18.30, chiesa Madre
  
Redazione
3 febbraio 2020.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


03/02/2020

Politica. Installazione di POS al Comune per pagare i tributi; mozione del Gruppo M5S

 

Movimento 5 Stelle - Grotte

Con la mozione il cui testo pubblichiamo di seguito, il Gruppo consiliare M5S di Grotte ha chiesto l'attivazione del servizio di pagamento tramite bancomat-carte di credito (attraverso l'installazione di appositi POS presso uno o più uffici del Comune). Tale servizio consentirebbe ai cittadini di effettuare elettronicamente i pagamenti dei principali tributi dovuti al Comune, evitando le code all'interno degli uffici postali o istituti bancari e risparmiando le spese di commissione.

*****

"Al Presidente del Consiglio
 Al Consiglio comunale

Mozione Consiliare

Oggetto: Pagamento di entrate di competenza comunale allo sportello tramite POS (carta di credito e bancomat).

Premesso che
nell'ottica della semplificazione delle procedure amministrative e dei rapporti con la pubblica amministrazione, andare incontro alle esigenze dei cittadini che chiedono un'amministrazione sempre più agevole;
considerato che
- il sistema di pagamento potrà essere utilizzato per il pagamento dei tributi (escluso IMU e TARI, la cui normativa specifica prevede l'utilizzo del Modello F24), canoni, entrate patrimoniali e diritti vari, in alternativa ai metodi già utilizzati;
- mediante POS si potranno effettuare i seguenti pagamenti:
   canone per l'occupazione di spazi ed aree pubbliche;
   depositi cauzionali;
   diritti di segreteria;
   diritti per il rilascio di certificati anagrafici e carte di identità, oneri di urbanizzazione e proventi dell'attività edilizia in genere;
   preavvisi e verbali relativi a violazioni al Codice della Strada e altre sanzioni amministrative di competenza dell'Ente;
   rimborsi spese ed altre entrate di pertinenza comunale;
   servizio mensa e scuolabus;
   proventi di concessioni e servizi cimiteriali;
- l'operazione non comporterà spese o commissioni per l'utente, basterà recarsi all'ufficio preposto del Comune, presso il quale è installato il POS.
Tutto ciò premesso, visto e considerato
si impegna Sindaco e Giunta comunale
a porre in essere le procedure per l'attivazione del servizio di pagamento tramite bancomat e carte di credito (POS)".

  

 

   

Per il Gruppo consiliare M5S Grotte
Angelo Costanza

 

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


03/02/2020

Chiesa. Festeggiato il 60° compleanno di don Salvatore Zammito

 

Festeggiato il 60° compleanno di don Salvatore Zammito
Auguri don Totò!

Festeggiato il 60° compleanno di don Salvatore Zammito
La torta

Ieri, domenica 2 febbraio 2020, solennità liturgica della "Presentazione di Gesù al tempio", la comunità ecclesiale di Grotte, insieme all'intera comunità cittadina, ha avuto occasione di gioire per un avvenimento particolare: il 60° compleanno di don Salvatore Zammito, parroco moderatore dell'Unità Pastorale.
Il Sacerdote già dai giorni precedenti aveva iniziato a ricevere gli auguri da parte dei fedeli; la notizia della ricorrenza si era sparsa con grande rapidità nel paese.
Al termine della santa Messa vespertina di ieri sera in chiesa Madre celebrata dallo stesso parroco, "don Totò" (come viene affettuosamente chiamato) ha ricevuto gli auguri dalle Autorità cittadine. Dopo la celebrazione, numerosi fedeli hanno partecipato ad una serata in onore di don Salvatore, conclusasi con il taglio della torta. Nell'occasione le torte erano addirittura due: la prima recava la scritta "Buon Compleanno Padre Totò Sapuritu!!! 60"; nella seconda il testo riportava: "60 - Nella comunità tu sei il fiore più bello!!".
A don Salvatore vanno gli auguri più calorosi della nostra Redazione.
Nelle foto a lato: 1) don Salvatore insieme al sindaco Alfonso Provvidenza, al comandante della locale Stazione Carabinieri M.llo Capo Alfonso David Contrafatto, ed al vicario parrocchiale don Rosario Bellavia; 2) una delle due torte
.  
  

Carmelo Arnone
3 febbraio 2020
© Riproduzione riservata.
  


 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


03/02/2020

Dialoghi. "Per favore, un po' di buon senso!"; di Giuseppe Castronovo

 

Intervento del dott. Giuseppe Castronovo, studioso ed autore di testi di Diritto.

Il 2020 sarà l'anno in cui il corpo elettorale sarà chiamato a pronunciarsi sulla riforma costituzionale che riduce il numero dei parlamentari e ad eleggere i nuovi amministratori di  6 Regioni e di centinaia di Comuni. Una lunga stagione durante la quale i partiti, come al solito, si divideranno su tutto al fine di evidenziare ciò che li differenzia tra loro. E tutto ciò a discapito dell'interesse del Paese. Ecco perché al Circolo della Concordia è stato prospettato l'opportunità - referendum costituzionale escluso - di accorpare e far svolgere in un'unica data tutte queste elezioni amministrative. Se ai partiti vengono meno le occasioni per litigare potranno affrontare con maggiore serenità i più urgenti interessi del nostro Paese. Il prof. Vezio, dinnanzi alle perplessità di alcuni, ci ha detto che una volta tanto non c'è male a sperare che anche la classe politica si faccia guidare dal buon senso.
Giuseppe Castronovo

"Per favore, un po' di buon senso!"
(Dai Dialoghi svolti al Circolo della Concordia)

Totò: Amici, archiviate le elezioni regionali calabro/emiliane del 26. Gennaio scorso già si parla delle elezioni regionali e comunali che si svolgeranno nell’ormai imminente prossima primavera.

Nenè: E così si paralizza, ancora una volta, l’attività governativa! Non sono bastate le settimane perse in attesa delle elezioni dello scorso 26 gennaio?

Vezio: Quello che molto spesso manca alla nostra classe politica è il buon senso! E credo che anche questa volta si farà sfuggire l’occasione di operare seguendo la logica del buon senso.

Marco: Cioè?

Vezio: Vedete amici, quando si voterà in Puglia immancabile sarà il discorso sull’ex ILVA di Taranto, quando si voterà in Veneto quale partito non riprenderà il discorso sul MOSE e quando si voterà in Liguria chi non parlerà del crollo del ponte Morandi? E sarà così che la tensione tra i partiti crescerà di giorno in giorno e sarà destinata purtroppo a durare alcuni mesi.

Franco: Prof., lei cosa proporrebbe?

Vezio: Perché il Governo non concorda, con i rappresentanti delle varie Istituzioni, una data comune per lo svolgimento di questa nuova tornata elettorale? Avremo meno spese e meno paralisi dell’attività governativa.

Marco: Mah!

Vezio: Speriamo: che male c’è a sperare?
     

 

   

Giuseppe Castronovo
(gcastronovo.blogspot.it)
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


02/02/2020

Letture Sponsali. "Diventiamo noi stessi candele per gli altri"

 

Amore Sponsale
Nozze di Giuseppe e Maria

Le "Letture Sponsali" sono uno strumento sperimentale che offre gratuitamente una prospettiva sponsale alle letture della liturgia domenicale. Sono curate dal gruppo "Amore è..." (vedi il sito ufficiale), attivo dal 2006 nella diocesi di Palermo, per favorire un momento di riflessione all'interno delle coppie e nelle comunità ecclesiali. Le letture sono commentate da fidanzati e sposi (tra cui i grottesi Vera e Francesco).

*****

Col termine popolare Candelora indichiamo la festa liturgica del 2 febbraio, una celebrazione che conclude il tempo del Natale, rivelandoci il significato della venuta di Cristo.
Al tempo di Gesù, la Legge mosaica stabiliva che 40 giorni dopo la nascita del primo figlio maschio avvenissero simultaneamente l'offerta a Dio, la presentazione del primogenito al tempio appunto, e la purificazione della madre; così fece anche la Santa famiglia secondo quanto narra il vangelo di Luca.
Se ci riflettiamo, si tratta del primo incontro di Gesù con il suo popolo, rappresentato dagli anziani Simeone e Anna, ed in Lui riconoscono il Salvatore.
L’offerta di Gesù al Padre prelude al suo sacrificio sulla croce; e la profezia di Simeone anticipa a Maria la sofferenza di madre, come si intuisce nella frase: “una spada ti trafiggerà l’anima”.
Oggi si benedicono le candele, simbolo di Gesù “luce per illuminare le genti”. Portiamo queste candele nelle nostre case e, ad imitazione di Cristo, diventiamo noi stessi candele per gli altri, mostriamo il nostro vero volto ogni giorno al partner e ai figli, doniamoci.
Questo ci costerà sacrificio e servizio, ci consumeremo proprio come dei ceri, ma avremo vissuto alla luce di nostro Signore. Perché i figli sono un dono di Dio, appartengono a Lui prima ancora che ai genitori, perché il partner è un dono ed è stato affidato alle nostre cure.
Lorenza e Gianluca


Punto chiave
Appare in tutta la sua forza, nelle parole che Simeone rivolge a Maria e Giuseppe, la “contraddizione” da egli stesso evocata. Da un lato, infatti, in un tempio che immaginiamo pieno di gente di ogni età ed estrazione sociale, il “vecchio” Simeone è il solo - insieme ad Anna - a saper riconoscere nel Signore Gesù, ancora bimbo, “la salvezza preparata da Dio davanti a tutti i popoli”, grazie all’atteggiamento di costante attesa che è proprio dell’”uomo giusto e pio”; dall’altro, nel preconizzare a Maria la “spada” che le trafiggerà l’anima, annuncia che Gesù è venuto al mondo “per la caduta e la resurrezione di molti”.
Ma cosa è questa “spada” che è destinata a far soffrire, ad essere segno di contraddizione?
Paolo ci spiega che è la Parola: “la parola di Dio è viva, efficace e più tagliente di ogni spada a doppio taglio; essa penetra fino al punto di divisione dell'anima e dello spirito, fino alle giunture e alle midolla” (Eb 4, 12).
Il Vangelo è una spada che ci libera, svelandoci la Verità; ma scoprire la Verità è un processo duro, scomodo, doloroso, che mette ciascuno di noi alla prova. La spada trafiggerà l’anima a Maria quando, di lì a poco, perderà e ritroverà Gesù nel tempio; quando suo Figlio le si rivolgerà come qualsiasi adolescente, quando poi - da uomo - lascerà la sua casa abbracciando totalmente la chiamata del Padre.
Seguire, abbracciare, amare la Parola può risultare a volte difficile, scomodo e doloroso. Ma la Parola di Gesù è anche segno perfetto di Amore e, in queste prove, non ci lascia mai a noi stessi; al contrario, ci accompagna passo dopo passo, senza abbandonarci mai. Gesù dà tutta la Sua vita per noi, e “proprio per essere stato messo alla prova e avere sofferto personalmente, egli è in grado di venire in aiuto a quelli che subiscono la prova”.
Claudia e Dario

  
Redazione
2 febbraio 2020.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


01/02/2020

Riconoscimenti. Premio "Ars Millennium" a Gero Miceli, per il diorama "Mistero di Croce e di Luce"

 

Gero Miceli
Gero Miceli

Premio "Ars Millennium"
Il Premio

"Per essere stato, nel tempo di svariati anni, ben piantato nello spirito religioso e culturale del suo popolo, instancabile costruttore di magnifici diorami presepiali e pasquali di speciale valenza spirituale, artistico-culturale e valoriale-umana"; è questa la motivazione del "Premio Speciale" attribuito a Gero Miceli per il suo diorama pasquale "Mistero di Croce e di Luce" (Pasqua 2013).
Ad assegnargli il riconoscimento "Premio Speciale Internazionale Ars Millennium" è stata l'Associazione "Opera Internazionale Praesepium Historiae Ars Populi San Pio da Pietrelcina" di Geraci Siculo (PA), fondata e presieduta dal prof. Vincenzo Piccione. L'Associazione, che si propone quale centro di spiritualità per tutti i presepisti del mondo, promuove ogni anno una serie di iniziative culturali aperte all’arte, alla storia e alle tradizioni, e si impegna a valorizzare e promuovere tutte le espressioni culturali ed artistiche delle attività umane
.  
  

Redazione
1 febbraio 2020
© Riproduzione riservata.
  


 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


01/02/2020

Attività. L'amore per gli animali investe Grotte: domenica l'inaugurazione di "Animal Paradise"

 

Animal Paradise
Manifesto

Animal Paradise
La sede

Anche a Grotte il 2020 si conferma come un anno dedicato al rispetto ed alla cura degli animali.
Le famiglie che "ospitano" un amico (che sia a due o a quattro zampe, munito o privo di coda, con le ali o senza), lo considerano a tutti gli effetti un membro del loro nucleo familiare, e sono sempre più disposte ad investire nella cura del benessere del loro "compagno di vita".
Il rapporto con gli animali domestici è senza dubbio cambiato nel tempo: oggi il 76,8% degli italiani considera il proprio "pet" un familiare, il 32,9% addirittura un figlio e sono più della metà coloro che lo reputano il loro migliore amico.
L’Anmvi (Associazione Nazionale Medici Veterinari Italiani) ha confermato che sono in aumento anche i proprietari di animali over 65, passando dal 21,5 al 23,7% del totale negli ultimi sette anni, mentre i single a caccia di animali domestici sono passati dall’8,4 all’11,1%. Com'è facile prevedere, anche nel 2020 cani e gatti saranno immancabili protagonisti dei social network; da una recente stima, il 15% di tutti i video presenti online riguarda proprio cani e gatti. Il fenomeno ha perciò alimentato un fiorente mercato, che si conferma anche all'inizio di questo nuovo anno: dagli accessori al cibo, dalle toelettature ai massaggi rilassanti, i proprietari investono più che volentieri per assecondare ogni necessità del loro animale domestico.
Come rivelato dall’ultimo report Assalco Zoomark, nel corso del 2018 gli italiani hanno speso 2,082 milioni di euro solo per l’alimentazione del cane e del gatto. Il settore, molto florido, sta anche portando alla creazione di migliaia di posti di lavoro.
In Italia
ci sono 53 animali domestici ogni 100 abitanti, e la spesa media per loro è raddoppiata in due anni: il 33,2% dei padroni "investe" dai 51 ai 100 euro al mese per cibo, cure, servizi veterinari, farmaci e cat/dog sitting. Inoltre le catene di pet shop specializzati contano 690 punti vendita, mentre la rete dei petshop tradizionali copre il territorio nazionale con 4.960 negozi, producendo più di 640 milioni di euro di fatturato. I prodotti più cercati per i cani sono mangimi e pappe (77%), trasportini (9%), guinzagli e collari (3,5%), accessori vari (3,3%) e cucce (3%). Per i gatti vengono acquistati prodotti alimentari (46,3%), trasportini (23%), tiragraffi (13,9%), cucce (7,6%) e lettiere (5,3%).
In questo trend si inserisce l'intuizione del signor Diego Salvaggio: offrire ai cittadini di Grotte e dei paesi limitrofi un punto di riferimento per la cura degli animali domestici.
Domani, domenica 2 febbraio 2020, sarà inaugurata a Grotte, in Via Matteotti n° 53, una nuova attività commerciale dedicata al mondo degli animali. La denominazione scelta è "Animal Paradise", il paradiso degli animali. La scopertura dell'insegna con il party di benvenuto avrà luogo alle ore 19.30.
"Animal Paradise" non è il primo negozio per animali aperto a Grotte nel corso degli anni, ma sarà il primo a poter beneficiare di una tendenza economica estremamente favorevole
.  
  

Carmelo Arnone
1 febbraio 2020
© Riproduzione riservata.
  


 

         

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook

www.rotte.info

Copyright © 2002-2020