www.rotte.info: periodico indipendente d'informazione del paese di Grotte (provincia di Agrigento).

Grotte.info Quotidiano - Gennaio 2021

Home

>

Notiziario

>

Gennaio 2021

MESSAGGI DAI LETTORI

 

10/01/2020

Poesia. "Perché siamo qui", di Giorgio Infantino

 

Giorgio Infantino
Giorgio Infantino

Riceviamo e pubblichiamo.

“PERCHÈ SIAMO QUI

Noi uomini siamo qui
sulla terra
per imparare
nella scuola di vita
ciò di cui abbiamo bisogno:
l`applicazione delle Leggi divine.

Siamo sulla terra,
nella scuola di vita,
per prepararci
ad andare nell’aldilà,
in modo che, al nostro decesso
possiamo essere accolti
da esseri di luce.

Siamo nella scuola
di vita terrena
per riconoscere e sistemare,
ciò che vogliono dirci
le giornate, le ore, i minuti,
i secondi  perfino gli attimi.

Siamo nella scuola
di vita terrena
per perdonare il nostro prossimo
con il quale siamo
forse in dissidio
per chiedergli perdono
e per non rifare più
ciò che ha provocato i litigi.

Siamo nella scuola
di vita terrena,
per accettare
le nostre sofferenze e malattie
e, accettandole
riconoscere ciò che ha
provocato la sofferenza e la malattia,
per poi eliminarlo.

Siamo qui nella scuola
di vita terrena,
per adempiere le Leggi divine
e dare nell’aldiquà
un indirizzo luminoso e sereno
alla propria vita
nell’aldilà`.

Lì esistono mondi luminosi,
di materia sottile,
con paesaggi dai colori
che sono un incanto
di armonia e sinfonia.

Chi supera la scuola
di vita sulla terra,
adempiendo le Leggi divine
si crea sin d`ora
una vita luminosa e piacevole
per l’aldilà
.

                    Giorgio Infantino (da Wolfsburg - Germania)
                           © Riproduzione riservata.
 

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


06/01/2021

Poesia. "Fratelli", di Stella Agbonlahor

 

Stella Agbonlahor
Stella Agbonlahor

Riceviamo e pubblichiamo.

“FRATELLI”

Fratello mio, guarda la tua mano.
Che cosa vedi, non vedi dita?
Non sono tutte diverse?
Un dito è molto corto e più piccolo degli altri,
e un altro si allunga un po’ di più,
e un altro ancora è pomposo e grosso.
Ma sono tutte dita.
Allora perché mi paragoni con gli altri?
Non siamo tutti diversi?
Forse io sono più piccola, forse sono più povera…
Mentre tu sei grande e pomposo.
Ma non siamo tutti fratelli?

“BROTHERS”

My brother, look at your hand.
What do you see, don’t you see fingers?
Are they not all different?
One is very short and smaller than the others,
and another stretches a bit more,
and still another one is pompous and big.
But they are all fingers.
So why do you compare me with others?
Are we not all different?
I might be smaller, I might be poorer…
While you are great and pompous.
But are we not all brothers?

                    Stella Agbonlahor
                   
                   
Dalla raccolta “SIMPLICITY - espressioni poetiche di Stella Agbonlahor” (traduzione a cura di Marina Forza)
                    Ivo Forza Editore, Vicenza, Aprile 2020
                    Per gentile concessione dell'Editore

                           © Riproduzione riservata.
 

 

         

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

www.rotte.info

Copyright © 2002-2021