www.rotte.info: periodico indipendente d'informazione del paese di Grotte (provincia di Agrigento).

Grotte.info Quotidiano - Giugno 2022

Home

>

Notiziario

>

Giugno 2022

 

27/06/2022

Alimentazione. "Biodivino": conclusa ieri la prima parte della Rassegna internazionale di vini biologici

 

Lillo Alaimo Di Loro
Lillo Alaimo Di Loro

Biodivino, conclusa la prima parte della Rassegna internazionale dei vini bio e biodinamici. Alaimo Di Loro: “Ora più che mai la 'Sicilia biologica' è un sogno possibile”.
Con la tavola rotonda sul tema “Il comparto vitivinicolo bio siciliano e la sostenibilità: realtà e prospettive future” si è conclusa la prima parte di Biodivino, la rassegna internazionale dei vini bio e biodinamci, svoltasi dal 24 al 26 giugno all’abbazia San Martino delle Scale a Monreale.
Il secondo appuntamento, con la presenza delle prime trenta cantine selezionate, sarà con la cerimonia di premiazione in programma il 18 luglio, alle 19.00, al Castello di Alcamo, sede dell’Enoteca regionale per la Sicilia occidentale.
È stata un’esperienza straordinaria - afferma Lillo Alaimo Di Loro, presidente dell’Associazione nazionale Italia Bio, promotrice della manifstazione - per l’importante risposta da parte delle aziende che numerose hanno partecipato, l’eccellente qualità dei vini e per la risposta in termini di percezione del paesaggio, riferito dalla commissione di assaggiatori, che ha 'incoronato' l’abbazia di San Martino delle Scale il posto ideale per lo svolgimento di una rassegna di questo tipo”.
Partecipata la tavola rotonda svoltasi ieri sera, moderata dal giornalista Marco Volpe e durante la quale sono stati affrontati argomenti importanti per la vitivinicoltura siciliana, presenziata, oltre che da Lillo Alaimo Di Loro, da Rosario Di Lorenzo (professore ordinario di Scienze Agrarie all’Università agli Studi di Palermo), Salvatore D’Agostino (già direttore dell’Istituto regionale della vite e del vino ed esperto Enochimico), Mario Di Lorenzo (presidente del Consorzio DOC Monreale), Leonardo Agueci (presidente Providi Sicilia), Ignazio Garau (vicepresidente della Consulta nazionale del Cibo), Sebastiano di Bella (presidente dell’Istituto Regionale del Vino e dell’Olio) e Dario Cartabellotta (direttore dell’assessorato regionale Agricoltura).
Al termine della tavola rotonda si è svolto il banco d’assaggio e degustazione guidata dei vini bio in abbinamento ai prodotti agroalimentari del territorio, magistralmente condotta da Gianni Giardina, presidente del Comitato scientifico Biodivino.
Interessante l’intervento di Rossella Calascibetta, allevatrice e casara, che ha raccontato della sua scelta di allevare la capra girgentana, proprio sotto l’abbazia di San Martino, sia per le sue qualità di rusticità sia per l’eccellente qualità del latte dal quale ricava gli straordinari formaggi che hanno allietato il palato dei presenti in abbinamento ai vini della serata.
Più che presentare i dati della viticoltura siciliana, di cui meglio potranno parlare gli altri esperti presenti, vorrei parlavi di un 'sogno' - esordisce Lillo Alaimo Di Loro -. Il sogno di una Sicilia che parte dai propri punti di forza per divenire esempio di qualità ambientale e buone pratiche per il Mediterraneo e oltre. La Sicilia, da tempo prima regione del biologico italiano si avvia a raggiungere la quota del 30 per cento di superficie agricola certificata in biologico, rispetto al totale della superficie agricola regionale. Considerate le condizioni ambientali e agronomiche favorevoli basterà ancora un piccolo sforzo generale - prosegue - per raggiungere il traguardo del 51 per cento e dichiarare la Sicilia 'Isola biologica' di cui non è difficile immaginare i vantaggi economici e sociali. Obiettivo tutt’altro che velleitario - continua Alaimo Di Loro - se consideriamo che Il 21 luglio 2021, l’Ars ha approvato all’unanimità la prima legge in ambito europeo sull’Agroecologia e la tutela della biodiversità che prevede, tra l’altro, la riduzione del 50 per cento dell’uso dei pesticidi più pericolosi entro il 2030”.
L’argomento ha subito riscontrato l’apprezzamento di Dario Cartabellotta che nel suo intervento conclusivo ha ribadito l’impegno in tale direzione da parte dell’assessorato all’Agricoltura che lui dirige. Cartabellotta ha anche ricordato che “l’etimologia di Biodivino si compone di bio (vita) e divino (perfetto)” e ribadito come l’impegno di continuare sulla strada della sostenibilità sia ormai un percorso obbligato.
Nel corso del dibattito, Rosario Di Lorenzo ha fatto riferimento al barone La Mendola di Favara, ampelografo, studioso delle varietà di vitigni e inventore del “Grillo” e ha sottolineato il concetto e l’importanza della sostenibilità in agricoltura. Ignazio Garau ha parlato del contributo dei bio-distretti per sostenere una nuova visione del rapporto tra sistemi urbani e sistemi rurali, della necessità di una vera conversione ecologica che sappia associare al vino tutte le attività proprie di una impostazione multifunzionale delle aziende nel territorio, come l’enoturismo e il turismo esperienziale ed ecologico, che bene si raffigura nello slogan: “buon vino, buon viaggio”
.  
  

Redazione
27 giugno 2022.  
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


27/06/2022

Attualità. Rino La Mendola: "La riforma del Codice degli appalti è una legge pessima"

 

Rino La Mendola
Rino La Mendola

Pubblicata la legge delega per la riforma del Codice degli appalti: duro intervento degli architetti agrigentini.
La Mendola: “
È una legge pessima, che dimostra la miopia di una classe politica che non riesce a comprendere l’importanza della centralità del progetto nei processi di trasformazione del nostro territorio”.
Giudizio pesantemente negativo dell’Ordine degli architetti di Agrigento sulla legge n.78, pubblicata il 24 giugno, con la quale il Governo Draghi è stato delegato dal Parlamento a procedere a una riforma del Codice dei contratti, con uno o più decreti legislativi, da emanare entro i prossimi sei mesi.

È una legge pessima - afferma il presidente dell’Ordine degli architetti di Agrigento, Rino La Mendola - che dimostra la miopia di una classe politica che non riesce a comprendere l’importanza della centralità del progetto nei processi di trasformazione del nostro territorio. Si continua a puntare sulla sterile semplificazione degli appalti e su procedure di affidamento stantie come l’appalto integrato, ignorando l’importanza della qualità del progetto e creando conseguentemente terreno fertile per la costruzione di nuove opere pubbliche mediocri, i cui lavori saranno inevitabilmente caratterizzati da una serie di varianti correttive in corso d’opera, che finiranno per allungare i tempi di esecuzione e per alimentare contenziosi e nuove incompiute. Siamo delusi - continua La Mendola - speravamo in una proficua interlocuzione del nostro Consiglio Nazionale con le Commissioni Parlamentari affinché venisse varata una legge che, in linea con il percorso tracciato dalla precedente Legge delega n°11 del 2016, puntasse sulla centralità del progetto, rilanciando il concorso di progettazione quale strumento per promuovere la qualità architettonica delle nostre opere pubbliche e delle nostre città, invece ci troviamo dinanzi a una legge miope, che rilancia l’appalto integrato e addirittura la possibilità, per le stazioni appaltanti, di acquisire progetti a titolo gratuito: basterà soltanto motivare tale scelta. Tutto ciò, da un lato viola i principi comunitari di “trasparenza, pubblicità e libera concorrenza” e, dall’altro, mortifica la professionalità degli architetti che adesso “pretendono” un intervento forte e deciso dei vertici nazionali della categoria per recuperare le “posizioni perse” e impedire che il prossimo Codice dei contratti possa segnare una pesante involuzione rispetto alla normativa di settore vigente la quale, seppure meriti una revisione per superarne alcune criticità, si stava muovendo lungo un percorso utile per rilanciare la centralità del progetto, i concorsi di progettazione, il talento dei progettisti e l’equo compenso per  le prestazioni dei liberi professionisti. Principi fondamentali per garantire la qualità architettonica delle nostre città. Riteniamo - conclude La Mendola - che per una riforma positiva del Codice dei contratti bisogna ripartire da questi punti fermi
.  
  

Redazione
27 giugno 2022.  
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


27/06/2022

Caltanissetta. Il presidente della Commissione Nazionale Antimafia Nicola Morra parla del "Sistema Montante"

 

Le inchieste della Commissione Nazionale Antimafia
Manifesto

Oggi, lunedì 27 giugno 2022, alle ore 19.00 presso la Biblioteca Comunale "Luciano Scarabelli" di Caltanissetta, si terrà un incontro nell'ambito del programma di manifestazioni "Aspettando Miniera" (in svolgimento dal 24 giugno al 21 luglio).
Ospite d'onore della serata l'on. Nicola Morra, Presidente della Commissione Nazionale Antimafia.
Il presidente Morra sarà intervistato da Ivana Baiunco, moderatrice dell'incontro, sul tema "Le inchieste della Commissione Nazionale Antimafia".
"A Caltanissetta si deve prestare tanta tanta attenzione - dichiara l'on. Morra -, dato che da quella città è partito un percorso di mistificazione straordinario quale quello compiuto da Antonello Calogero Montante. E sarà un vero piacere approfondirne i contorni, le aderenze, le complicità"
.  
  

Redazione
27 giugno 2022.  
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


27/06/2022

Chiesa. Avvisi e appuntamenti della settimana

 

Programma della settimana
Unità Pastorale
 

Pubblichiamo gli avvisi diffusi al termine delle sante Messe domenicali e gli appuntamenti ecclesiali più rilevanti (disponibili anche alla pagina "Chiesa").

Lunedì 27 giugno
- ore 08.00, nella chiesa San Rocco, Rosario mariano e Confessioni;
- ore 08.30, nella chiesa San Rocco, Lodi, santa Messa, Ora Media e Coroncina;
- ore 18.00, nella chiesa Madonna delle Grazie, santo Rosario animato da gruppo della Medaglia Miracolosa;
- ore 18.30, in chiesa Madre, santa Messa.

Martedì 28
giugno
- ore 08.00, nella chiesa San Rocco, Rosario mariano e Confessioni;
- ore 08.30, nella chiesa San Rocco, Lodi, santa Messa, Ora Media e Coroncina;
- ore 09.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa.

Mercoledì 29 giugno
- ore 17.30, nella chiesa San Rocco, Rosario mariano e Confessioni;
- ore 18.00, nella chiesa San Rocco, Vespri, santa Messa e Compieta;
- ore 18.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa.

Giovedì 30 giugno
- ore 08.00, nella chiesa San Rocco, Rosario mariano e Confessioni;
- ore 08.30, nella chiesa San Rocco, Lodi, santa Messa, Ora Media e Coroncina;
- ore 09.30, nella chiesa san Francesco, santa Messa (a seguire adorazione per le vocazioni e confessioni);
- ore 11.25, nella chiesa san Francesco, santo Rosario vocazionale, Angelus e Benedizione eucaristica.

Venerdì 1 luglio - Giornata di spiritualità per il Clero agrigentino
- ore 08.00, nella chiesa San Rocco, Rosario mariano e Confessioni;
- ore 08.30, nella chiesa San Rocco, Lodi, santa Messa, Ora Media e Coroncina;
- in mattinata, in chiesa Madre, Ritiro spirituale dei sacerdoti;
- ore 12.00, in chiesa Madre, santa Messa;
- ore 18.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa.

Sabato 2 luglio
- ore 09.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa.
- ore 17.30, nella chiesa San Rocco, Rosario mariano e Confessioni;
- ore 18.00, nella chiesa San Rocco, santa Messa.

Domenica 3 luglio
- ore 09.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 09.30, nella chiesa San Rocco, Rosario mariano e Confessioni;
- ore 10.00, nella chiesa San Rocco, santa Messa;
- ore 11.30, nella pineta Firrio, santa Messa (con i ragazzi del GrEst e le loro famiglie);
- ore 18.30, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa.

  

Redazione
27 giugno 2022.  
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


26/06/2022

Letture Sponsali. "Illuderci che la chiamata alla Verità possa aspettare"

 

Amore Sponsale
Nozze di Giuseppe e Maria

Le "Letture Sponsali" sono uno strumento sperimentale che offre gratuitamente una prospettiva sponsale alle letture della liturgia domenicale. Sono curate dal gruppo "Amore è..." (vedi il sito ufficiale), attivo dal 2006 nella diocesi di Palermo, per favorire un momento di riflessione all'interno delle coppie e nelle comunità ecclesiali. Le letture sono commentate da fidanzati e sposi (tra cui i grottesi Vera e Francesco).

*****

Quando i discepoli rivolgendosi a Gesù gli chiedono se debbano invocare un fuoco che consumi i Samaritani che non li avevano accolti, il Signore li rimprovera.
Dio ci concede la libertà, non possiamo imporre la fede a nessuno, non possiamo imporre agli altri di seguire il Signore: la libertà è alla base del discepolato.
Ti seguirò ovunque tu vada” dice un tale che vuole diventare discepolo: ci rendiamo conto della radicalità e della fatica che richiede tale cammino? Seguire Gesù è un percorso esigente, non è il passaporto per avere una vita facile e fortunata, non sono previsti onori o successi.
Quando è poi il Signore stesso a chiamarci: “Seguimi”, capita di temporeggiare, illuderci che la chiamata alla Verità possa aspettare perché dobbiamo necessariamente concludere dei nostri programmi, perché abbiamo degli affari più urgenti da risolvere prima di intraprendere il cammino.
Lascia che io vada a salutare i miei familiari - dice un altro prima di seguire il Signore. Anche gli affetti, relazioni tossiche e mortifere possono ostacolare il nostro cammino alla sequela di Cristo.
Nessuno che mette mano all'aratro e poi si volge indietro…”. Gesù impone una radicale rottura con il passato, non si può avere nessuna nostalgia nel momento in cui abbracciamo la novità di Dio nei nostri percorsi di vita.
Questo passo, che può sembrare duro e incoerente con altri passi del Vangelo, ci impone una riflessione sulla radicalità dell’Amore che è un percorso esigente e - spesso - non comodo.
Purtroppo è diffusa l’idea che amare significhi piegare l’altro alle nostre visioni e punirlo se non si conforma; oppure che nelle relazioni d’affetto ci sia sempre qualcosa che viene prima: gli impegni lavorativi insormontabili, relazioni parentali che ci impantanano, o anche impegni devozionali che non possono essere rimandati
.
 
Redazione
26 giugno 2022.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


26/06/2022

Politica. On. Decio Terrana (UDC): "Alle prossime elezioni noi correremo con il nostro simbolo: lo scudocrociato"

 

Decio Terrana
Decio Terrana

Alle prossime elezioni regionali gli elettori troveranno sulla scheda elettorale lo scudocrociato dell’UDC”; lo afferma il coordinatore regionale dell’UDC in Sicilia, Decio Terrana, smentendo le voci di una possibile confluenza del partito di Lorenzo Cesa in altre liste elettorali.
Smentisco categoricamente - continua il leader dei centristi in Sicilia - alcuni retroscena che parlano di  fantomatiche liste congiunte dell’UDC con altri partiti alle prossime elezioni regionali. Noi correremo con il nostro simbolo orgogliosi del nostro percorso e forti della nostra identità”.
Per Terrana la recente elezione di Lagalla a sindaco di Palermo dimostra “non solo l’apprezzamento degli elettori per una figura sostenuta ed espressa dall’UDC ma anche per un modo di fare politica dove ideali e pragmatismo convivono ed interagiscono proficuamente. Con la lista dell’UDC siamo intenzionati ad offrire nuovamente a tutti gli elettori siciliani questa proposta politica forte e convincente” - conclude il Coordinatore regionale dello scudocrociato
.  
  

Redazione
26 giugno 2022.  
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


25/06/2022

Aneddoti. "Uomini coraggiosi: negli occhi hanno indirizzi lontanissimi"; di Innocenzo Infantino

 

Innocenzo Infantino
Innocenzo Infantino

Ieri ero nel supermercato.
Due ragazzi di colore sceglievano i prodotti dagli scaffali più bassi, quelli dove il cibo costa meno.
Un altro, appena fuori dalla porta, chiedeva l'elemosina ai passanti carichi di buste gonfie di cibo.
Sono uomini che mi ricordano un'altra realtà oltre alla mia.
Già nel colore della pelle scrivono l'esistenza di un'altra parte di mondo che non ho abitato, una logica diversa che non ho conosciuto, e poi abitudini, lingue, riti e certamente parole d'amore pregne di altri significati, magari più intensi, o magari no.
Questi uomini coraggiosi li osservo con curiosità. Negli occhi hanno indirizzi lontanissimi.
E quando i giorni sono invasati di calcoli, torti, stanchezza, fretta o vita che non torna come vorrei, a me spalancano l'anima e la fanno respirare.
È come se ognuno di loro mi dicesse: "Quest'imperfezione è solo un momento. Non vale la pena ripiegarti su di essa".
O più semplicemente: "Non finisce tutto qui. Oltre la porta di casa tua, la tua strada, le tue convinzioni o le tue parole... c'è un mondo grandissimo aperto anche per te"
. 
  
Innocenzo Infantino
25 giugno 2022
© Riproduzione riservata.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


25/06/2022

Alimentazione. "Biodivino": ieri la presentazione della tre giorni dedicata ai vini biologici, a San Marino delle Scale

 

Biodivino
Brindisi


Lillo Alaimo Di Loro
Lillo Alaimo Di Loro

Tre giorni interamente dedicati al vino biologico con numerose cantine e vini d’eccellenza, provenienti da tutta Europa, in gara.
La cornice della 18^ edizione della Rassegna internazionale "Biodivino" è la splendida Abbazia di San Martino delle Scale a Monreale, dove i commissari degustatori stanno procedendo con le sessioni di assaggio dei vini.
Ieri mattina, alla presenza di Lillo Alaimo Di Loro (presidente dell’associazione nazionale "Italia Bio", promotrice di Biodivino), di Toni Scilla (assessore regionale all’Agricoltura), di Gianni Giardina (enologo e presidente del Comitato scientifico "Biodivino") e dell’onorevole Mario Caputo, si è svolta la conferenza di presentazione della manifestazione che si annovera tra le migliori kermesse dedicate al vino a livello europeo (vedi a lato la foto del brindisi inaugurale).
Obiettivo di Biodivino - spiega Lillo Alaimo Di Loro - è di alzare l’asticella della qualità dei vini biologici italiani e internazionali che è già abbastanza alta nel mondo, in Italia e anche in Sicilia che ha l’onore di rappresentare una buona porzione del vino italiano con circa il 27 per cento di produzione, oltre a essere una buona opportunità culturale per offrire un modello di sostenibilità e di ecologia agricola, liberarsi di ogni supponenza e sottoporsi all’attenzione e alla valutazione di una straordinaria commissione internazionale. Biodivino costituisce anche una buona occasione per valutare i punti critici e acquisire consapevolezza sui punti forti, sulle pregevolezze dell’offerta enologica italiana e internazionale. Il tutto considerando anche che oggi, nel mondo, l’attenzione verso i vini biologici sta attraversando un periodo molto favorevole”.
Durante la rassegna Biodivino, quest’anno in Sicilia, terra di grandi vini, biologici e non solo, saranno valutati i vini di tutta Europa da giurati qualificati - dice Gianni Giardina -. La valutazione, fatta con le schede Oive, l’Organizzazione mondiale del vino, terrà conto dei vini biologici prodotti in Europa. La kermesse si pone lo scopo di mettere in risalto la qualità dei vini, soprattutto biologici che nulla hanno da invidiare ai vini convenzionali anzi, forse hanno una marcia in più perché sono prodotti con criteri di salubrità evitando l’uso di pesticidi e altre sostanze. Vini di grande spessore che faranno di questa edizione di Biodivino una Rassegna davvero particolare”.
"Biodivino", come ribadisce l’assessore regionale all’Agricoltura Toni Scilla, ha tutte le carte in regola per diventare un appuntamento fisso in Sicilia: “Se abbiamo puntato su questa programmazione non è certo per avere un punto di arrivo ma di partenza - afferma l'Assessore - proprio perché non ci possono essere vino, storia, cultura e tradizione della viticultura se la Sicilia non è protagonista. Oggi non è stato finanziato un evento fine a sé stesso ma la proiezione di una idea di governo che punta a riunire il buono e il bello affinché la Sicilia, con l’agroalimentare come protagonista, possa scalare fette importanti di mercato e garantire il futuro alle nostre piccole e medie imprese”.
La Regione, dunque, punta sul turismo attraverso il vino, come ribadisce l’onorevole Mario Caputo: “Il Governo regionale sostiene, promuove e incentiva non solo i produttori ma anche la diffusione del vino, la crescita di tante attività che hanno come oggetto principale il vino. Ormai in Sicilia si viene non solo per le nostre spiagge o per i monumenti ma anche per assaggiare il vino e la nostra cucina”.
Le commissioni, al lavoro già dal pomeriggio di giovedì con le sessioni di assaggio dei vini, sono composte dalla Mset Master Alexandra Alexandrova (Ungheria); dagli agronomi Roberto Gaudio (Italia) e Marco Li Calzi (Francia); dagli enologi Anna Claire Pirrot Minot (Corsica), Antonio Magales (Portogallo), Paolo Thiefendarler (Italia), Giovanni Giardina (Italia), Giacomo Manzo (Italia), Francesco Asaro (Italia), Marquez De Prado De Aguirre (Spagna); dal sommelier Olga Pasychnik (Ucraina); dal Master Wine Eliza Pinta Kauce (Lettonia) e dai giornalisti Erik Klein (Slovacchia), Anne BogDanovic (Francia), Vittek Tibor (Slovacchia).
Alla conferenza stampa di presentazione hanno presenziato: Lillo Alaimo Di Loro, presidente dell’associazione Italia Bio; Turi Scilla, assessore regionale all’Agricoltura, e Gianni Giardina, enologo.
Biodivino proseguirà anche oggi e domenica quando, alle 19.00, è prevista la tavola rotonda sul tema “Il comparto vitivinicolo bio siciliano e la sostenibilità: realtà e prospettive future” e, a seguire, il banco d’assaggio con degustazione guidata dei vini bio siciliani in abbinamento ai prodotti agroalimentari del territorio
.  
  

Redazione
25 giugno 2022.  
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


25/06/2022

Editoria. Alla seconda edizione il romanzo "Pomodamore" di Rodolfo Costanza; ottima la critica

 

Rodolfo Costanza
Rodolfo Costanza

La Stampa, 20/02/2022
20/02/2022

La Stampa, 29/05/2022
29/05/2022

Quando le copie di un libro registrano il tutto esaurito, a buon diritto si può parlare di successo. A maggior ragione lo si può affermare quando, in pochi mesi, le edizioni esaurite sono due.
Questo è quello che è accaduto al romanzo di Rodolfo Costanza dal titolo "Pomodamore", sottotitolo "Donne, amori, galantuomini e rivoluzionari di Sicilia", edito da "LFA Publisher".
La prima edizione, data alle stampe a febbraio 2022, è andata quasi "a ruba", tanto da spingere la casa editrice a stampare la seconda edizione, della quale rimangono in circolazione ancora poche copie.
Del testo (proposto da noi il giorno 8 febbraio 2022) si è occupato il quotidiano "La Stampa" con un’ottima recensione a pagina 50, nell'inserto "Società, Cultura & Spettacoli" del 20 febbraio (leggi l'articolo).
Nelle città di Gattinara e Vercelli le 60 copie richieste dall'Autore alla casa editrice sono state acquistate dai lettori ancor prima che fosse organizzata la presentazione ufficiale del romanzo, prevista per il prossimo autunno.
La casa editrice LFA Publisher ha deciso, all’inizio di aprile, di presentare il romanzo al Salone del Libro di Torino; anche in questa manifestazione il libro ha ottenuto un immediato successo; in quest'occasione, in data 29 maggio, "La Stampa" ha nuovamente recensito il testo (leggi l'articolo).
Il dott. Rodolfo Costanza (nella foto a lato, presso il firma copie al Salone del Libro di Torino) tornerà in vacanza a Grotte, con molta probabilità, all'inizio dell'autunno
. 
 

Carmelo Arnone
25 giugno 2022
© Riproduzione riservata.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


24/06/2022

Iniziative. "Il sogno della vipera" e "Le Donne": altre due opere de "La Biddina" nel centro storico di Grotte

 

"Le Donne"
"Le Donne"

"Le Donne"
"Le Donne"

"Il sogno della vipera"
"Il sogno della vipera"

"Il sogno della vipera"
"Il sogno della vipera"

Altre due opere di street art fioriscono nel centro storico di Grotte. su iniziativa dell'Associazione "La Biddina".
Sono state completate nei giorni scorsi due pitture murali di grande formato, realizzate da giovani - ma già riconosciuti - artisti della street art: Nicola Alessandrini e Gio Pistone.

"Il sogno della vipera"
("Il sogno della vipera" di Nicola Alessandrini)

Con un percorso formativo che include anche l'Accademia di Belle Arti di macerata, Nicola Alessandini, ispirandosi al mito siciliano della "Biddina", ha realizzato un'opera a cui ha dato come titolo "Il sogno della vipera".
Il mito della Biddina é una storia che, come ogni racconto orale e popolare tramandato, porta in sé numerose versioni e sfaccettature. Da spauracchio, nella sua forma di enorme serpente infestante le campagne, assume un carattere totalmente diverso nella tradizione grottese, quello di una donna allontanata dal suo amante perché troppo bella e che perciò si trasforma in una sfuggente biscia d'acqua dolce dal caratteristico muso rosso, ricordo di una vanità terrificante per una società fortemente patriarcale.
"Nel mio lavoro 'Il sogno della vipera' dal titolo di una canzone del cantautore siciliano Cesare Basile, la biddina - dichiara Alessandrini -, la biddina é stata ritratta partendo da una piccola scultura che ho creato in plastilina, materia fortemente simbolica per il suo essere sempre instabile e mutevole, materia grezza plasmabile, che porta in sé infinite possibilità di metamorfosi e cambiamento. Come lo svincolarsi da un ruolo sociale prestabilito, come l'affidarsi al potere immaginifico delle parole e del racconto, come il sognarsi diversi".
L'opera si trova in Via Salvo D'Acquisto (alle spalle dell'ex studio medico del dott. Spalanca).

"Le Donne"
("Le Donne", di Gio Pistone)

Anche Gio Pistone, altra poliedrica artista, è stata rapita dal fascino romantico del centro storico di Grotte e della Biddina.
Nella sua pittura si è lasciata ammaliare dal mito popolare che vedeva come protagonista "li donni", quegli esseri eterei, talvolta benigne altre bizzose, che abitavano le antiche case. S'intitola così la sua opera: "Le Donne".
Le Donne sono esseri soprannaturali che abitavano la Sicilia. Credute talora semplicemente dispettose, ma nella maggior parte dei luoghi pericolose o artefici di situazioni molto difficili, e causa di vere e proprie fughe dai luoghi. La manifestazione più tangibile della loro presenza era rappresentata dall'apparizione di una "trizza" (treccia, capelli intrecciati). Spesso erano i bambini ad essere prescelti, e poiché questa treccia non poteva essere tagliata, pena la morte, vivevano gran parte della loro vita con questo dreadlock penzolante e purtroppo eterno.
"Le Donne, le Cattive o Madonna Trezza secondo me -  dice Pistone - con la treccia volevano indicare un'altra cosa, cioè delle persone speciali, infatti la bambina che ho disegnato ne va molto fiera. Gli spauracchi, come al solito, dipende da come li guardi. E le Donne colpiranno ancora. Attenti. Mentre dipingevo ero controllata da un gatto, il padrone di casa, e accompagnata dallo sbruffo di un cavallo non lontano. Grazie tantissimo - conclude l'Artista - ad Alessandra e Filippo (NdR: Alessandra Marsala e Filippo Lo Presti) della 'Biddina' per avermi accolta come solo in Sicilia qualcuno sa fare"
.
La pittura "Le Donne" è situata in Chiasso Cavallo, un piccolo cortile a cui vi si accede da Via Gioberti, nel quartiere San Rocco
. 
 

Carmelo Arnone
24 giugno 2022
© Riproduzione riservata.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


23/06/2022

Agrigento. "Caddi come una lucciola" e "Xaos": 155° della nascita di Luigi Pirandello; martedì 28 giugno al Caos

 

Caddi come una lucciola
Locandina

Xaos
Locandina

"Caddi come una lucciola": 28 giugno 1867 - 28 giugno 2022.
Un doppio appuntamento nel giorno del 155° anniversario della nascita del premio Nobel agrigentino Luigi Pirandello.
Nell'anfiteatro del Parco Pirandello al Caos, alle ore 03.00 a.m. (orario di nascita di Pirandello), verrà realizzato il primo dei due spettacoli: "Caddi come una lucciola", con interventi istituzionali, interventi celebrativi (di Dino Barone, Paolo Cilona e Mario Gaziano), l'accensione del tripode della memoria pirandelliana e con la  performance "Omaggio a Pirandello" proposta da poeti, artisti e cultori di Pirandello.
Poi, alle ore 21.00 (con ingresso in anfiteatro dalle ore 20.15), lo spettacolo teatrale "Xaos", nella riproposizione del Pirandello classico tra Grecia e Magna Grecia; tra recitazione, video e canti pirandelliani.
Lo spettacolo, ideato e diretto da Mario Gaziano, è stato presentato in anteprima internazionale all'Istituto Italiano di Cultura di Atene e all'Antico Teatro Sacco di Savona.
Con Lia Rocco, Maria Grazia Castellana, Giugiù Gramaglia, Alfio Russo, e la partecipazione straordinaria di Mario Sorbello.
E con Gioacchino Marrella, Vittorio Lauricella e Luca Cacicia. A cura del Parco letterario Pirandello, del Cepasa e del Pirandello Stable Festival. Per la direzione culturale e artistica di Dino Barone e Mario Gaziano.
L'ingresso è gratuito sino a esaurimento dei posti.
Nelle immagini a fianco, le locandine dei sue spettacoli
.  
  

Redazione
23 giugno 2022.  
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


22/06/2022

Racalmuto. Incontro sul tema "All'ombra di Sciascia e Livatino"; sabato 25 giugno alla Fondazione Sciascia

 

All'ombra di Sciascia e Livatino
Manifesto

Sabato 25 giugno 2022, a partire dalle ore 18.30, a Racalmuto presso i locali della Fondazione "Leonardo Sciascia" si terrà un incontro sul tema "All'ombra di Leonardo Sciascia e Rosario Livatino"; sottotitolo "Il dubbio tra diritto, fede e ragione".
La manifestazione, organizzata dall'Assessorato alla Cultura del Comune di Racalmuto e dall'Associazione Nazionale Magistrati, con il patrocinio del Ministero della Cultura, dell'Assessorato regionale dei Beni Culturali e dell'Identità siciliana, e della Fondazione "Leonardo Sciascia", sarà coordinata da Enzo Sardo.
Alla presentazione interverranno: Vincenzo Maniglia (Sindaco di Racalmuto) e Vincenza Gaziano (Presidente dell'Ordine degli Avvocati di Agrigento).
Nel corso dell'incontro Enzo Sardo (scrittore) e Andrea Apollonio (Magistrato) converseranno con:
- Giuseppe Santalucia (Consigliere della Corte di Cassazione e Presidente dell'Associazione Nazionale Magistrati);
- Giovanni Tesè (Avvocato del Foro di Agrigento);
- Don Simone Renna (Sottosegretario alla Congregazione per il Clero);
- Giovanbattista Tona (Consigliere della Corte d'Appello di Caltanissetta).
L'incontro è accreditato dal Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Agrigento e consente agli iscritti il conseguimento di 3 crediti formativi
.  
  

Redazione
22 giugno 2022.  
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


22/06/2022

Viabilità. Effettuati lavori di sistemazione della strada comunale esterna di Contrada Pietra

 

Effettuati lavori di sistemazione della strada comunale esterna di Contrada Pietra
Lavori

Nei giorni scorsi sono stati effettuati dei lavori di sistemazione strada comunale esterna di Contrada Pietra.
L'Amministrazione comunale di Grotte, in particolare con l'impegno dell'assessore alla Viabilità Rurale Giuseppe Mancuso, è intervenuta per fare fronte al disagio causato dai lavori di manutenzione straordinaria del Ponte Petra, sulla SP (strada provinciale ) 15A - attualmente chiuso al traffico - e consentire ai cittadini residenti e ai proprietari di diversi fondi di raggiungere le proprie abitazioni, nonché il regolare transito autoveicolare e dei mezzi agricoli.
Nelle foto a lato, alcune immagini dei lavori
.
   
Redazione
22 giugno 2022.
  

Effettuati lavori di sistemazione della strada comunale esterna di Contrada Pietra
Lavori

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


22/06/2022

Politica. "Persino l'Armata Brancaleone merita maggiore considerazione"; di Enzo Napoli

 

Enzo Napoli
Enzo Napoli

Sono stato impietosamente critico con il Movimento Cinque Stelle e sin dall'inizio ho presagito la loro parabola, eppure oggi non riesco ad accodarmi al coro degli sfottò e all'ironia che dilaga sui social.
Quello che molti non considerano è che questa ulteriore scissione nel campo del centrosinistra, indebolisce e frantuma una coalizione già precaria e senza leader.
Nel centrodestra, Lega, FdI e quel che resta di Forza Italia, vengono stimati dal 40 al 45% e questo basterebbe per stare preoccupati, oltre al fatto che la competizione tra Salvini e la Meloni è, come prospettiva per il Paese, quella tra la brace e la padella.
Da questa parte, PD, Cinque Stelle, Verdi, Articolo Uno, Sinistra Italiana ed ora il partito di Di Maio. Poi il partito di Calenda, quello della Bonino, quello di Renzi, che non si capisce ancora bene da che parte stiano.
Non c'è molto da stare allegri insomma, visto che l'unica certezza che abbiamo è tra una scissione consumata ed una da consumarsi ed una compagine rispetto alla quale persino l'Armata Brancaleone merita maggiore considerazione, visto che quella un comandante, per quanto strampalato, almeno ce l'aveva.

  
Enzo Napoli
22 giugno 2022
© Riproduzione riservata.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


22/06/2022

Chiesa. "Alla scoperta di Padre Vinti" - 2^ parte, di Piero Castronovo; diretta sulla vita del Venerabile.

 

Alla scoperta di Padre Vinti
Guarda il video

"Alla scoperta di Padre Vinti" - 2^ parte, di Piero Castronovo. Una ripresa, trasmessa sulla pagina Facebook "L'Osservatore Grottese", ideata e coordinata da Piero Castronovo (guarda il video).
Al sacerdote grottese Michele Arcangelo Antonio Maria Vinti, salito al cielo in fama di santità il 17 agosto 1943, è stato riconosciuto - dalla Congregazione vaticana per le cause dei santi - l'esercizio eroico delle virtù, e concesso l'attributo di "Venerabile" (passo immediatamente precedente alla beatificazione).
Nell'approssimarsi del 100° anniversario della sua ordinazione sacerdotale, avvenuta il 9 luglio 1922, la Chiesa di Grotte ha organizzato una serie di iniziative nell'ambito delle quali Piero Castronovo, moderatore della pagina Facebook "L'Osservatore Grottese", ha realizzato degli incontri con testimonianze, dialoghi, canti e preghiere, in diretta dalla casa natale del Venerabile padre Vinti.
A questo secondo incontro hanno partecipato: don Rosario Bellavia (vicario parrocchiale), don Calogero Morgante (vice postulatore della causa di beatificazione), dott. Antonio Carlisi (già Sindaco di Grotte e componente del primo comitato per la beatificazione di Padre Vinti) e Domenico Vizzini (custode della casa). Con l'animazione musicale di Valentina Morgante e l'intervento dei piccoli Vittorio Castronovo e Maria Grazia Orlando.

Pubblichiamo le immagini dell'incontro - guarda il video - (riprese di © Piero Castronovo per la pagina Facebook "L'Osservatore Grottese").  
  

Redazione
22 giugno 2022.  
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


21/06/2022

Attualità. "Appuntamento alla prossima tragedia"; di don Carmelo La Magra

 

Carmelo La Magra
Carmelo La Magra

Alla notizia di 44 migranti sbarcati a Lampedusa, il commento di don Carmelo La Magra, parroco a Racalmuto (già parroco di Lampedusa).

*****

Mentre cerchiamo, giustamente, di risolvere il conflitto in Ucraina; mentre, giustamente, cerchiamo di sbloccare le risorse alimentari per non andare incontro ad una crisi; mentre, giustamente, cerchiamo risposte e soluzioni per la siccità; continuiamo a fare finta che dall'Africa non arrivi nessuno e che non ci siano guerre, siccità e fame da risolvere...
Ma il petrolio, naturalmente, passa.
Oso dire che non siamo migliori di Putin se affamiamo l'Africa succhiandone le risorse, vendendo armi, non azzerando il debito, e poi non permettiamo nemmeno alle persone di fuggire in sicurezza.
Ancora una volta, come sempre.
Appuntamento alla prossima tragedia, vi aspetto tutti commossi.

 

   

Don Carmelo La Magra
 

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


21/06/2022

Discussioni. "La condanna inesorabile"; di Michelangelo Palermo

 

Lotta tra Bene e Male
Bene e Male


La condanna inesorabile
.

          Una lotta senza armi, solo
          rivoluzione del pensiero e della parola.
                    (Massimo Fagioli)

          La violenza non è verità dell’essere umano,
          ma una sua distorsione.
          È il rapporto interumano
          la verità sull’essere umano.
                    (Manuela Petrucci)


(Lotta tra Bene e Male)

   Ci sono innumerevoli abilità nell’essere umano del tutto sorprendenti, purtroppo non poche di queste sono motivate da estrema violenza, per lo più cieca, gratuita. Non c’è secolo che possa dirsi esente da tali atrocità, da sempre interpretate come atti connaturati all’essere umano e, quindi, non emendabili.
   Non è un caso che in molte ideologie viga un postulato comune: nell’essere umano per natura alligna il male, quanto se non di più del bene.
   Le crudeltà sono così composite che irrorano capillarmente un’infinità di azioni e di pensieri. Ed è proprio la loro diffusione che ha indotto a credere che all’origine, cioè alla nascita, sia già presente la malvagità; soprattutto in quanto è sempre risultato arduo spiegarsi cosa sia il “Male” e da dove derivi. “Privazione del Bene”, dirà Agostino di Ippona, con un inciso semantico che nulla aggiunge.
   Purtroppo l’humus culturale dominante da millenni è stato fecondo nell’alimentare una visione e un sentire confusi ed inefficaci, inadatti ed impotenti ad ostacolare lo sviluppo incontrollabile della violenza.
   Infatti, per i Greci, fin dalla nascita, alberga in noi una “Bestia” (Platone), per l’Ebraismo in principio v’è il “Nulla”, e per il Cristianesimo ereditiamo il “Peccato originale”, per il quale, ancora oggi, la donna è ritenuta responsabile di una colpa che grava sull’intera umanità ad aeternum… (è piuttosto singolare, guarda caso: sulla nostra terra, ogni venti secondi una donna viene uccisa da un uomo).
   Intriso di tale clima intellettuale il freudismo ritiene che il bambino sia un “perverso polimorfo”, ed il fondo della psiche, “l’Es”, un coacervo di istinti (sic!), obbedienti al “Principio del piacere”, quali aggressività, tendenze omicide, cannibaliche e così via.
   Ne consegue che, per Freud, proprio la giusta repressione di tali istinti primitivi pericolosissimi abbia consentito il sorgere della nostra Civiltà (“Il disagio della civiltà”).
   Messa in questi termini, non v’è alcuna possibilità di scampo, e non si può non finire per cedere all’ineluttabilità di un destino immodificabile, cioè, asservito a perpetua immutabilità; finendo, in ultimo, per affossare qualunque ricerca protesa ad affrancarci da tali vincoli esiziali, da tali inalienabili condanne.
   È l’uomo… fatto così, niente si può fare, si concorda un po’ ovunque se ne discuta.
   I frequentatori di queste tesi - forse inconsapevolmente - si ritrovano a sostenere che qualunque volontà, lotta, ricerca, cura o conoscenza in definitiva resteranno vane, e che tutto al più non potranno che sfociare in una sterile illusione di cambiamento, in un’insignificante trasformazione umana.
   Anche Kant, il grande filosofo, credeva che l’uomo è fatto come un “legno storto”.
   Come se il solo proporre di superare (separazione) tali pronunce minacciose, tali oscuri dogmi creduti naturali, procurasse uno  smarrimento talmente forte da scoraggiare a priori l’abbandono delle antiche credenze.
   La condanna è inesorabile, grava e occupa l’intero azzurro del cielo, come un imponente falco che volteggia in attesa di piombare fatalmente sulla sua preda, su di noi.
   Non resta quindi che gestire, come si può, tali tendenze nocive per sé e per gli altri, andando necessariamente ad ingrossare il mare… della disperazione.
   Come per altre questioni fondamentali, il problema principe è sempre quello culturale, e in questo caso ci si trova a dover fare i conti con l’inciampo di questo Male, di cui nulla si si sa, e che mai potrà essere estirpato (Caino).
   Per fare un po' di chiarezza, basterebbe iniziare a considerare che il male non esiste, poiché è soltanto un termine utilizzato impropriamente, oppure in ambito religioso, mentre esiste la complessità delle patologie della mente; mente che si può ammalare come qualsiasi altra parte del nostro corpo, ma che può essere curata (Massimo Fagioli).
   Peggiora di gran lunga le cose, e in modo ancor più pernicioso, il giudizio che Hannah Arendt diede in “La banalità del male” sulla malvagità umana: le efferate atrocità compiute dai nazisti, sostiene, sono state eseguite “inconsapevolmente”, cioè “da uomini incapaci di rendersi conto di quello che facevano”… Pazzesco!
   Sottolineerei, fra l’altro, che Hannah Arendt è stata legata sentimentalmente a Martin Heidegger, che è “il filosofo del nazismo” (E. Faye). Martin Heidegger, ritenuto grandissimo pensatore, addirittura geniale, ha dominato e condizionato per decenni il campo culturale, e solo da qualche anno i più si sono accorti dell’imbroglio complessivo del suo pensiero ontologico (Dasein). Nel porre la complessità dell’essere, sulla nascita umana - non fa alcuna distinzione tra quella di un essere umano e quella di un animale, poiché al parto entrambi i nati “vengono gettati nel mondo”, così sostiene.
   Disconosce, cioè, il fatto che mentre l’animale risponde agli istinti, sostanzialmente immutabili, la specificità dell’essere umano è la capacità della trasformazione, già fin dalla nascita con il passaggio da feto a bambino (neonatologia).
   Non è neppure un caso che nella seconda metà del secolo scorso conquista un ruolo primario la cosiddetta “antipsichiatria”, accompagnata da teorie (sic!) esistenzialiste affini (Cooper, Esterson, Laing, Szasz ); in Italia tale posizione fu assunta da Franco Basaglia (tanto osannato dalla sinistra per alcune legittime lotte contro la segregazione nei manicomi): nessuno di costoro, pur essendo psichiatri, medici specializzati, ha mai saputo curare la psiche, anche perché la patologia della mente veniva fondamentalmente “negata”, disconoscendone la reale eziologia. Decretando così il fallimento della psichiatria, che inevitabilmente precipiterà pian piano nel dispotico, scellerato quanto disumano, organicismo di oggi.
   Con certi presupposti pseudo-scientifici, quale tesi potrà rivendicare la sana direzione, se il male è considerato biologicamente insito nell’essere umano, o addirittura se ne si annulla di fatto l’esistenza, negandone l’estrema perversità?
   Ancor oggi quasi nessuno si preoccupa di correre ai ripari, quasi nessuno propone di indagarne le cause e ricercare eventuali rimedi.
   Pochissimi, infatti, sono consapevoli che si possa e si debba iniziare a diffondere  una conoscenza valida, rigorosa a livello medico (“Istinto di morte e conoscenza”): poter seguire una strada maestra, in grado di fare emergere quanto invece “è nella sana e reale natura umana fin dalla nascita”, con il compito precipuo di preservarla dalle possibili distorsioni.
   Invece, in codesto oscuro contesto, così confuso da non prevedere spiragli, all’essere umano non viene riconosciuta la sana identità originaria, - tanto che vi sguazzano comodamente coloro che da esso trovano giustificazione per compiere i misfatti più spregevoli.
   È di poche settimane l’ennesima sparatoria (fra le interminabili) di un uomo profondamente malato che ha ucciso in Texas 19 bambini nelle aule di un istituto scolastico.
   Da uno sguardo alle abominevoli vicende che ancora oggi infestano il nostro pianeta, ci accorgiamo subito che se ancora la guerra, la più nefasta di tutte le violenze, viene elevata a metodo per risolvere le controversie fra Stati, poche speranze possiamo nutrire di metterla al bando dai nostri cruenti costumi.
   Se non si smuove a fondo il terreno formativo su cui poggiano errate convinzioni, e non si abbattono credenze che nulla hanno di evidenza scientifica, non si riuscirà a pensare alla imprescindibile trasformazione umana: non ci si potrà aspettare neppure un minimo miglioramento delle nostre società, per renderle più sicure e forti nel fronteggiare il fenomeno della violenza.
   Continueremo a cullarci sulla cosiddetta buona educazione e a credere all’ineluttabilità della violenza, del Male? A cui, fra l’altro, viene anche affibbiata una “reale personificazione”, contro la quale ancora si ricorre addirittura a pratiche esorcistiche.

   Forse è anche per tutto ciò che viene ostacolata l’arte di costruire la pace? Perseverando a “sperare”, con ambigua complicità, che dall’alto del Parnaso discenda un deus ex machina? E che prima o poi, con un colpo di teatro provvederà a risolvere le nostre angosce?
 
 

Michelangelo Palermo
21 giugno 2022
© Riproduzione riservata.
  


 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


21/06/2022

Favara. Giornata nazionale dei distretti del cibo. Convegno su "Ecoturismo e biodistretti"

 

Giornata nazionale dei distretti del cibo
Convegno

Giornata nazionale dei distretti del cibo
Relatori

Ecoturismo e biodistretti
Manifesto

Finalmente si inizia a parlare delle tematiche che riguardano il cibo sostenibile coniugato con la fruizione del territorio e l’ecoturismo. Oggi questi temi si legano tra di loro per uno sviluppo della nostra terra e la sua valorizzazione”.
È intervenuto così Salvatore Ciulla, capofila Ats “Bio&Slow” e presidente Distretto del cibo BioSlow Pane e olio al convegno tenutosi
sabato 18 giugno all’Hotel Belmonte di Favara dal tema “Ecoturismo e biodistretti per la valorizzazione del territorio”, giornata formativa dedicata al legame tra turismo e i biodistretti del territorio siciliano organizzato in occasione della giornata nazionale dei distretti del cibo.
Questa giornata è importante perché sono tematiche che stanno a cuore e sono attuali. Adesso bisogna calare queste questioni a livello nazionale”, ha aggiunto Ciulla.
Il convegno, organizzato dall’Ats “Bio&Slow” (Azienda agricola Muxarello di Ciulla Salvatore, Azienda agricola Collura Giorgio, Bio Di Loro Società agricola semplice, Azienda agricola Filì di Buscemi Viviana, Bioherb srl) e patrocinato dall’Ordine degli Agronomi e dei Dottori Forestali di Agrigento, della consulta nazionale dei distretti del cibo, dal distretto del cibo Bio Slow Pane e Olio e dalla rete dei distretti Bio Slow, è stato organizzato nell’ambito del progetto di cooperazione finanziato con fondi del  PSR Sicilia 2014/2020 Misura 16.3, cooperazione tra piccoli operatori per organizzare processi di lavoro in comune e condividere impianti e risorse.
Alla giornata formativa ha partecipato anche il vicesindaco di Favara, Antonio Liotta: “Questa amministrazione sta affrontando il tema del biologico mettendo insieme i produttori, le attività commerciali e le guide turistiche. Noi abbiamo beni culturali materiali e immateriali importanti, e mettendo insieme le esperienze e le proposte pubbliche e private si può riuscire a dare una svolta positiva da un punto di vista economico, sociale e culturale alla nostra realtà”.
Al convegno, moderato dal giornalista Alan David Scifo, sono intervenuti Giuseppe Scarito, coordinatore del progetto Bio&slow, Lillo Alaimo Di Loro, neo presidente di Italia Bio, Salvatore Tirrito, Ceo di Convivalia società di benefit e fautore progetto di filiera corta organizzata Convivalia, Maria Cristina Leardini insieme con Luigi Alberton, fautori del progetto Sharryland sulle meraviglie italiane da scoprire e partner di Convivalia, Maria Giberto, docente e bioeticista, Marcello Mira, presidente VisitAgrigento e guida naturalistica e Ignazio Garau, vicepresidente della Consulta nazionale dei distretti del cibo.
Nelle immagini a lato, alcuni momenti e il manifesto del convegno
. 
  
Redazione
21 giugno 2022.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


21/06/2022

Riflessioni. "Dalla Russia parole odiose, senza senso, di basso livello culturale"; di Antonio Pilato

 

Antonio Pilato
Antonio Pilato

Riflessione del prof. Antonio Pilato.

*****

Medvedev: “L’UE potrebbe sparire prima dell’entrata dell’Ucraina”.
Il Vicepresidente del Consiglio di sicurezza russo utilizza termini a volte molto forti. Ciò che emerge è un odio nei confronti dell'UE e dell'Occidente.
Ho sentito in televisione riportare la voce becera, rozza di qualche mediocre predicatore russo, secondo cui quando l'Ucraina potrà entrare in Europa, l'Europa non esisterà più.
Al di là di ogni visione profetica, queste parole sono odiose e senza senso, vergognose, puerili, indecenti, di basso livello culturale, che possono scorrere solo in una bocca vacua, senza un elementare filo di intelligenza: il pensiero psicologico che si è tanto evoluto nel corso dei secoli, in alcuni individui è ritornato o rimasto allo stadio antropologico o addirittura meccanico, materiale, improduttivo.

A bene intendere, e a futura memoria.

 

   

Antonio Pilato
 

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


20/06/2022

Volontariato. Ottimi risultati per la prima giornata di donazione di sangue nella sede Avis di Grotte

 

AVIS Comunale di Grotte (AG)
AVIS di Grotte

La prima giornata di donazione di sangue nella sede dell'Avis Comunale di Grotte ha confermato le attese: un successo.
Nella mattinata di ieri, domenica 19 giugno 2022, i donatori già prenotati non hanno fatto mancare il loro apporto.
Il frutto della generosità grottese si può sintetizzare con i numeri: 19 sacche di sangue intero e 12 pre-donazioni effettuate.
A causa del notevole afflusso, che - nonostante il sistema di prenotazione - ha superato le capacità ricettive, 2 donatori e 4 pre-donatori sono stati invitati a presentarsi nella successiva giornata di donazione, programmata per domenica 10 luglio.
L'assistenza medica ai donatori è stata assicurata dalla dott.ssa Donatella Salvaggio, con la collaborazione del dott. Giacomo Orlando.
Il primo donatore in assoluto del nuovo punto di raccolta Avis di Grotte è stato Domenico Tulumello, volontario di antica data che ha all'attivo ben 3/4 donazioni all'anno.
Tra i donatori della mattinata anche il Comandante della Stazione Carabinieri di Grotte, maresciallo maggiore Alfonso David Contrafatto; testimonianza concreta dello spirito di servizio e dell'affetto del personale dell'Arma verso la comunità cittadina.
Il Presidente dell'AVIS Comunale di Grotte, Pietro Zucchetto, al termine della mattinata ha dicharato: "Buona la prima! Noi tutti del Direttivo siamo alquanto soddisfatti di questo primo risultato. Ora aspettiamo il 10 luglio per la seconda giornata di raccolta"
. 
 

Carmelo Arnone
20 giugno 2022
© Riproduzione riservata.
  


 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


20/06/2022

Chiesa. Avvisi e appuntamenti della settimana

 

Programma della settimana
Unità Pastorale
 

Pubblichiamo gli avvisi diffusi al termine delle sante Messe domenicali e gli appuntamenti ecclesiali più rilevanti (disponibili anche alla pagina "Chiesa").

Lunedì 20 giugno
- ore 08.00, nella chiesa San Rocco, Rosario mariano e Confessioni;
- ore 08.30, nella chiesa San Rocco, santa Messa.
- ore 09.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 18.00, in chiesa Madre, santa Messa e confessioni.

Martedì 21
giugno
- ore 08.00, nella chiesa San Rocco, Rosario mariano e Confessioni;
- ore 08.30, nella chiesa San Rocco, santa Messa.
- ore 09.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa.

Mercoledì 22 giugno
- ore 10.00, in chiesa Madre, santa Messa;
- ore 18.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 18.30, in chiesa Madre, santa Messa.

Giovedì 23 giugno
- ore 08.00, nella chiesa San Rocco, Rosario mariano e Confessioni;
- ore 08.30, nella chiesa San Rocco, santa Messa;
- ore 09.00, nella chiesa san Francesco, santa Messa (a seguire adorazione per le vocazioni e confessioni);
- ore 11.25, nella chiesa san Francesco, santo Rosario vocazionale, Angelus e Benedizione eucaristica.

Venerdì 24 giugno
- ore 08.00, nella chiesa San Rocco, Rosario mariano e Confessioni;
- ore 08.30, nella chiesa San Rocco, santa Messa;
- ore 18.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa.

Sabato 25 giugno
- ore 17.30, nella chiesa San Rocco, Rosario mariano e Confessioni;
- ore 18.00, nella chiesa San Rocco, santa Messa;
- ore 18.30, in chiesa Madre, santa Messa.

Domenica 26 giugno
- ore 09.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 09.30, nella chiesa San Rocco, Rosario mariano e Confessioni;
- ore 10.00, nella chiesa San Rocco, santa Messa;
- ore 11.30, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 18.30, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa (con consegna delle maglie del GrEst).

  

Redazione
20 giugno 2022.  
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


19/06/2022

Chiesa. Cresima e Prima Comunione nella parrocchia Madonna del Carmelo; della prof.ssa Graziella Vizzini

 

Cresima e Prima Comunione nella parrocchia Madonna del Carmelo
Foto di gruppo

Ieri, sabato 18 giugno 2022, alle ore 18.30 nella chiesa del Monte Carmelo di Grotte, 22 ragazzi hanno ricevuto, in seno alla bellissima liturgia Eucaristica, il sacramento della Cresima - o Confermazione - e della Prima Comunione (vedi nella foto a lato, di Daniel Carlisi).
La giornata è stata scelta con oculatezza perché oggi, domenica, la Chiesa celebra la Solennità del Corpus Domini, del Santissimo Corpo e Sangue di Cristo.
Giornata singolare per i ragazzi che si sono accostati a questi due importanti sacramenti, ma anche per le loro famiglie che hanno vissuto assieme ai loro figli questi momenti bellissimi.
Sono arrivati a questo traguardo dopo una preparazione fatta con cura ed amore dalle due catechiste, Antonella e Francesca, che li hanno visti crescere sia fisicamente che spiritualmente.
Tantissimi auguri ai ragazzi, ai loro genitori, alle due catechiste.
Un grazie particolare a don Rosario Bellavia.

Cresima e Prima Comunione nella parrocchia Madonna del Carmelo
Altare

   

Prof. Graziella Vizzini
 

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


19/06/2022

Politica. "La crisi dei Cinque Stelle è la cronaca di una morte annunciata"; di Enzo Napoli

 

Enzo Napoli
Enzo Napoli

La crisi dei Cinque Stelle è la cronaca di una morte annunciata.
I movimenti, a differenza dei partiti, nascono per un'esigenza reale, ma temporanea. Occupano uno spazio lasciato vuoto dalla politica tradizionale, raccolgono un consenso più o meno grande e poi, pagando il prezzo delle contraddizioni dalle quali sono nati, ma che non sono stati in grado (e forse non avrebbero comunque potuto) risolvere, si sfaldano.
È stato sempre così.
Sono nati dalla delegittimazione dei partiti, che ha dato vita alla cosiddetta Seconda Repubblica e che non è mai stata risolta.
Eppure l'intuizione che aveva portato prima all'Ulivo e poi al PD era sostanzialmente corretta: riorganizzare il campo progressista in un partito che superasse i modelli organizzativi del '900, rielaborasse una nuova identità ed un nuovo progetto, coinvolgesse di più gli elettori attraverso le primarie e soprattutto impedisse le degenerazioni notabilari attraverso il limite dei due mandati.
È evidente il progetto iniziale del Partito Democratico, per quanto ancora vivacchi navigando attorno al 20%, sia fallito per colpa dell'incapacità di leader che hanno pensato più a sé stessi che al Paese.
Di fronte allo squagliarsi dei Cinque Stelle, ad una Sinistra che rischia di diventare residuale ed un PD ormai impaludato in uno scontro continuo tra correnti, l'unica soluzione sarebbe avviare la fondazione di una nuova forza politica che raccolga, riorganizzi e rinnovi tutto il campo progressista, prima che sia sia troppo tardi.
Non è un'idea mia. Ne aveva parlato Nicola Zingaretti prima che i feudatari del PD decidessero di farlo fuori.
L'ombrello di Draghi non potrà durare per sempre e Destra e Sinistra torneranno, prima o poi, a scontrarsi e, sic stantibus rebus, siamo messi sempre peggio.
Conoscete la storia della rana nella pentola d'acqua sul fuoco?

  
Enzo Napoli
19 giugno 2022
© Riproduzione riservata.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


19/06/2022

Letture Sponsali. "Incontrarsi, donarsi, accogliersi, prendersi cura l'uno dell'altro"

 

Amore Sponsale
Nozze di Giuseppe e Maria

Le "Letture Sponsali" sono uno strumento sperimentale che offre gratuitamente una prospettiva sponsale alle letture della liturgia domenicale. Sono curate dal gruppo "Amore è..." (vedi il sito ufficiale), attivo dal 2006 nella diocesi di Palermo, per favorire un momento di riflessione all'interno delle coppie e nelle comunità ecclesiali. Le letture sono commentate da fidanzati e sposi (tra cui i grottesi Vera e Francesco).

*****

Lo sposo si dona alla sposa.
L'eucaristia è il centro dell'amore sponsale di Cristo nei confronti della Chiesa.
Dal ritmo costante della vita liturgica impariamo la tenerezza e la passione con cui Cristo continua a prendersi cura della sua Sposa.
Eucaristia e Matrimonio sono un unico mistero: dal dono di Cristo impariamo come donarci nel matrimonio.
Il dono del corpo di Cristo rivela il suo slancio di amore totale e gratuito.
Amarsi come sposi significa incontrarsi, donarsi, accogliersi, prendersi cura l'uno dell'altro ed insieme farsi "pane spezzato" per i figli, per la comunità ecclesiale e per il mondo.
Non è sempre facile "diventare pane per gli altri"; quando da figli diventiamo coppia e poi genitori, se ci lasciamo lavorare dalla grazia di Dio, ci rendiamo conto di come gradualmente impariamo a decentrarci, a non chiedere pane agli altri per noi, ma ad offrire noi stessi come nutrimento.
È il passaggio alla vita matura.
L'Eucaristia e la Parola purificano giorno per giorno il nostro amore sponsale dalle tracce di egoismo e dalla paura che ci vorrebbe far conservare ancora "un pezzettino di pane per noi, perché non ne manchi il giorno dopo".
Ricevendo gratuitamente l'amore infinito di Dio impariamo a donarci e a farci nutrimento senza se e senza ma per gli altri con la fiducia che Lui ci darà sapienza e forza per essere "pane spezzato" che miracolosamente si moltiplica.
Rosalinda e Francesco.

 
Redazione
19 giugno 2022.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


18/06/2022

Chiesa. Programma delle celebrazioni nella Solennità del Corpus Domini

 

Solennità del Corpus Domini
Programma

Domani, domenica 19 giugno 2022, la Chiesa celebra la Solennità del Santissimo Corpo e Sangue di Cristo, meglio nota ai fedeli come Festa del Corpus Domini.
Per celebrare la solennità i fedeli della comunità ecclesiale di Grotte potranno partecipare a una delle seguenti celebrazioni:
Sabato 18 giugno
- ore 18.00, nella chiesa San Rocco, santa Messa prefestiva;
Domenica 19 giugno
- ore 09.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 10.00, nella chiesa San Rocco, santa Messa;
- ore 18.00, in chiesa madre, santa Messa solenne;
- ore 19.00 (al termine della santa Messa in chiesa Madre) processione eucaristica.
La processione, l'unica dell'anno liturgico a essere considerata "di precetto", percorrerà il seguente itinerario: chiesa Madre, Via Buonarroti, Largo Pagano, Viale Matteotti, Viale della Vittoria, Corso Garibaldi, chiesa Madre.
I fedeli che abitano nelle vie percorse dalla processione sono invitati ad addobbare i balconi
.
   
Redazione
18 giugno 2022.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


18/06/2022

Editoria. Presentato il libro "Aree interne e comunità" del collettivo PRiNT; ripresa integrale

 

Presentato il libro "Aree interne e comunità"
Guarda il video

Ieri sera, venerdì 17 giugno 2022, presso la Biblioteca Comunale "M. L. King" di Grotte si è svolta la presentazione del libro "Aree interne e Comunità" (Pacini editore) redatto a cura del collettivo PRiNT (guarda il video).
Cronache dal cuore dell’Italia è il sottotitolo che accompagna l'avventura di queste 22 pratiche che raccontano di borghi, percorsi, parchi, festival, nuove imprese, saperi antichi e nuove professioni. 22 percorsi per riabitare il senso dei luoghi più interni, e quindi più impegnativi, del Paese.
Alla presentazione sono intervenuti (in ordine):
- Alessandra Marsala (Moderatrice dell'incontro - Assessore alla Cultura);
- Filippo Lo Presti (Presidente dell'Associazione "La Biddina");
- Francesco Miliziano (Presidente dell'Associazione "Herbessus a cavallo");
- Giorgia Calì (Presidente della Consulta Giovanile);
- Davide Comunale (in videochiamata - Presidente dei Cammini Francigeni di Sicilia);
- Fabrizio Ferreri (Coautore del libro).
Hanno inoltre partecipato al dibattito:
- Santino Lo Presti (Dirigente scolastico C.P.I.A. di Agrigento);
- Calogero Patanella (Medico Pediatra);
- Alfonso Provvidenza (Sindaco di Grotte).

Pubblichiamo le immagini dell'incontro - guarda il video - (riprese di © Associazione Culturale "Punto Info").  
  

Redazione
18 giugno 2022.  
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


18/06/2022

Comune. Stanziati 3 milioni di euro per la razionalizzazione del sistema idrico comunale di Grotte

 

Stanziati 3 milioni di euro per la razionalizzazione del sistema idrico comunale di Grotte
Finanziamento

Oltre 3 milioni di euro sono stati stanziati, nell'ambito del PON (Piano Operativo Nazionale) "Infrastrutture e Reti” 2014-2020 per consentire il rifacimento della rete idrica comunale di Grotte.
Ammonta a 46,554 milioni di euro il finanziamento per le reti idriche dei Comuni agrigentini; di questi, 3,023 milioni sono destinati alle opere per la razionalizzazione del sistema idrico comunale di Grotte.
Il progetto esecutivo dovrà essere predisposto entro il 2023, mentre entro il 2026 si dovrà passare alla fase della realizzazione. Il lavori non potranno interessare l'intera rete idrica cittadina ma una parte considerevole.
"Oltre tre milioni di euro per il nostro Comune - commenta il sindaco Alfonso Provvidenza - a cui si aggiungono ulteriori risorse per la sostituzione e normalizzazione dei misuratori volumetrici all’utenza. Ottimo il lavoro svolto dall'ATI di Agrigento e dal suo Direttore; ho avuto l'onore di essere componente del Consiglio Direttivo per due anni: sono fiero del lavoro svolto dalla nostra squadra. Un altro intervento per il futuro del nostro territorio"
.
   
Redazione
18 giugno 2022.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


18/06/2022

Editoria. Presentato il libro "Aree interne e comunità" del collettivo PRiNT; interviste ai relatori

 

Presentato il libro "Aree interne e comunità"
Guarda il video

Ieri sera, venerdì 17 giugno 2022, presso la Biblioteca Comunale "M. L. King" di Grotte si è svolta la presentazione del libro "Aree interne e Comunità" (Pacini editore) redatto a cura del collettivo PRiNT (guarda il video).
Cronache dal cuore dell’Italia è il sottotitolo che accompagna l'avventura di queste 22 pratiche che raccontano di borghi, percorsi, parchi, festival, nuove imprese, saperi antichi e nuove professioni. 22 percorsi per riabitare il senso dei luoghi più interni, e quindi più impegnativi, del Paese.
A margine della presentazione, moderata da Alessandra Marsala, abbiamo raccolto le dichiarazioni dei relatori
Fabrizio Ferreri (Coautore del libro), Giorgia Calì (Presidente della Consulta Giovanile), Filippo Lo Presti (Presidente de "La Biddina"), Francesco Miliziano (Presidente di "Herbessus a cavallo"), e di Alfonso Provvidenza (Sindaco di Grotte). .
Pubblichiamo le immagini delle interviste - guarda il video - (riprese di © Associazione Culturale "Punto Info").  
  

Redazione
18 giugno 2022.  
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


17/06/2022

Editoria. "Summer Camp 2022": un'estate all'insegna del calcio con la "A.S.D. Pan Sagittarius"

 

Summer Camp 2022
Locandina

Avrà inizio entro il mese di giugno la 1^ edizione del "Summer Camp", iniziativa di sport e attività atletiche promossa dalla "ASD Pan Sagittarius - Scuola Calcio Peppe Castiglione", con il patrocinio del Comune di Grotte.
Si tratta di una serie di attività sportivo-ricreative, previste per i mesi di giugno e luglio, che si svolgeranno nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 09.00 alle ore 11.00, e di tornei di calcio a 5, suddivisi per fasce d'età, dai più piccoli ai grandi, dalle ore 19.00 alle 22.00.
Le partite si disputeranno sul terreno di gioco del campo di calcetto comunale.
L'iniziativa è coordinata da ben 4 "mister", allenatori qualificati FIGC, ai quali è possibile rivolgersi per informazioni e iscrizioni:
- Peppe Castiglione (339.8771180);
- Antonio Pillitteri (335.6436787);
- Luca Cirino (333.6145447):
- Salvatore Baldo (327.6961717)
. 
  
Carmelo Arnone
17 giugno 2022.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


17/06/2022

Editoria. Presentazione del libro "Aree interne e comunità" del collettivo PRiNT; stasera in Biblioteca comunale

 

Presentazione del libro "Aree interne ne comunità"
Locandina

Questa sera, venerdì 17 giugno 2022, a partire dalle ore 19.00 presso la Biblioteca Comunale "M. L. King" di Grotte si terrà la presentazione del libro "Aree interne e Comunità" redatto a cura del collettivo PRiNT.
Cronache dal cuore dell’Italia è il sottotitolo che accompagna l'avventura di queste 22 pratiche che raccontano di borghi, percorsi, parchi, festival, nuove imprese, saperi antichi e nuove professioni. 22 percorsi per riabitare il senso dei luoghi più interni, e quindi più impegnativi, del Paese.

Nel racconto collettivo contenuto nel volume - che nasce anch’esso da una selezione altrettanto collettiva attraverso il bando PRiNT della collana “New Fabric” - si possono cogliere l’impegno e le competenze delle persone, la sapienza e l’amore di quelle comunità resilienti che, anche nel piccolo, concretizzano percorsi di rigenerazione socio-culturale.
A corredo di questa antologia di un’Italia in movimento, le riflessioni e i contributi della prefazione di Ilda Curti e della postfazione di Antonio De Rossi.
Da tempo la direzione della collana “New Fabric” si interrogava su come dare nuovo impulso e nuovo senso allo strumento del bando PRiNT, che negli anni precedenti ha portato alla pubblicazione e alla diffusione di due volumi sulla rigenerazione urbana: Leggere la rigenerazione urbana (Pacini Editore 2017) e Il ritorno a casa degli Ulissi (Pacini Editore 2019).

Alla presentazione, alla quale sarà presente uno degli autori, Fabrizio Ferreri, dopo i saluti istituzionali del sindaco Alfonso Provvidenza, interverranno: Francesco Miliziano (dell'associazione "Herbessus a cavallo"), Filippo Lo Presti (dell'associazione "La Biddina") e Giorgia Calì (della Consulta giovanile)
. 
  
Carmelo Arnone
17 giugno 2022.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


16/06/2022

Giustizia. Cassazione conferma sentenza "Capaci bis"; il dott. Antonio Balsamo: "Contributo per accertare la verità"

 

Antonio Balsamo
Antonio Balsamo

"La conferma della sentenza emessa dalla Corte di assise di Caltanissetta sulla strage di Capaci è un contributo importante per l'accertamento della verità su uno dei fatti più gravi della storia italiana". A dichiararlo in una recente intervista per l'Adnkronos è il Presidente del Tribunale di Palermo, Antonio Balsamo, che era stato il Presidente della Corte d'assise che presiedeva il processo di primo grado del Capaci bis. Sentenza confermata sia in appello che in Corte di Cassazione.
"La sentenza peraltro segnala la completa possibilità che dietro questo drammatico evento ci sia una convergenza di interessi tra Cosa nostra e centri di potere esterni - dice Balsamo -. Questa conclusione viene raggiunta essenzialmente sulla base di due elementi: le dichiarazioni di Antonino Giuffrè a proposito dei sondaggi preventivi che sarebbero stati effettuati da Cosa nostra presso ambienti politici ed economici prima di dare avvio alla strategia stragista e la decisione di salvare Riina che il 4 marzo 1992 comunicò a Vincenzo Sinacori che bisognava porre termine alla missione romana, perché c'erano cose più importanti che sarebbero state realizzate in Sicilia".
E aggiunge: "Questa sentenza accerta in maniera inconfutabile la fase preparatoria dell'attentato ma al tempo stesso apre la strada a un ulteriore lavoro di ricerca della verità che può essere il modo migliore per onorare la memoria di un grande magistrato come Giovanni Falcone".
"La strage di Capaci ha rappresentato un punto di svolta nella coscienza civile nel paese e nell'azione di Stato contro la criminalità organizzata - spiega Balsamo -, essa ha costituito l'inizio della fine di un'epoca in cui la mafia dei corleonesi poteva contare su un rapporto di alleanza con il mondo sociale, economica e politico".
Poi Balsamo ringrazia la giudice a latere del processo di primo grado del Capaci bis, Graziella Luparello, oggi gip a Caltanissetta: "La ringrazio per la straordinaria collaborazione in questo processo, un vero e proprio punto di riferimento"
. 
  
Redazione
16 giugno 2022.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


16/06/2022

Favara. "Ecoturismo e biodistretti per la valorizzazione del territorio"; convegno sabato 18 giugno

 

Ecoturismo e biodistretti
Manifesto

Si terrà sabato 18 giugno, alle ore 09.00, all’Hotel Belmonte di Favara, patrocinato dalla Consulta nazionale dei distretti del cibo, il convegno “Ecoturismo e biodistretti per la valorizzazione del territorio”, manifestazione dedicata al legame tra turismo e i biodistretti del territorio siciliano, organizzata per la giornata nazionale dei distretti del cibo.
Il convegno, organizzato dall’Ats “Bio&Slow” (Azienda agricola Muxarello di Ciulla Salvatore, Azienda agricola Collura Giorgio, Bio Di Loro Società agricola semplice, Azienda agricola Filì di Buscemi Viviana, Bioherb srl) e patrocinato dall’Ordine degli Agronomi e dei Dottori Forestali di Agrigento, dal distretto del cibo Bio Slow Pane e Olio e dalla rete dei distretti Bio Slow, è organizzato nell’ambito del progetto di cooperazione - finanziato con fondi del PSR Sicilia 2014/2020 Misura 16.3 - "Cooperazione tra piccoli operatori per organizzare processi di lavoro in comune e condividere impianti e risorse".
Il tema del convegno riguarderà l’attività dei distretti nei progetti che mirano a valorizzare il territorio attraverso l’ecoturismo e l’enogastronomia.

Ad aprire i lavori sarà Salvatore Ciulla, capofila Ats “Bio&Slow” e presidente Distretto del cibo BioSlow Pane e olio.
In seguito, nel convegno moderato dal giornalista Alan David Scifo, esporranno le loro relazioni: Giuseppe Scarito, che parlerlà del progetto Bio&slow di cui è coordinatore, e Lillo Alaimo Di Loro, neo presidente di Italia Bio.
Interverranno poi Salvatore Tirrito (Ceo di Convivalia), Maria Giovanna Mangione (Presidente Odaf di Agrigento) e Maria Cristina Leardini insieme con Luigi Alberton (fautori del progetto Sharryland sulle meraviglie italiane da scoprire).
Quest’ultimi, insieme con Salvatore Tirrito, presenteranno un progetto innovativo di filiera corta organizzata: Convivalia.
Di enoturismo e distretti parlerà Salvo Ognibene, giornalista della rivista Slowine, mentre Marcello Mira (Presidente VisitAgrigento e guida naturalistica) parlerà della valorizzazione del territorio.
All’incontro interverranno anche Ignazio Garau (Vicepresidente della Consulta nazionale dei distretti del cibo), Silvia Alaimo Di Loro (della società agricola Bio Di Loro) e Maria Giberto (bioeticista e docente), Giorgio Collura (dell’azienda agricola Collura).
Le conclusioni saranno affidate a Giuseppe Dimino, dirigente servizio N. 3 dell’Assessorato regionale dell’Agricoltura, dello Sviluppo rurale e della Pesca mediterranea.
Alla fine dell’evento si terrà un buffet per tutti i partecipanti
. 
  
Redazione
16 giugno 2022.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


16/06/2022

Volontariato. Inaugurata la sede Avis di Grotte; le immagini della manifestazione

 

Inaugurata la sede Avis di Grotte
Vedi le foto

Martedì 14 giugno è stata inaugurata ufficialmente la sede dell'AVIS comunale di Grotte (vedi le foto).
La cerimonia è stata realizzata in concomitanza con il World Blood Donor Day - Giornata Mondiale del Donatore di Sangue.
Alla manifestazione, per la presentazione del punto di raccolta fisso di sangue - in Via Francesco Ingrao n° 92/94 -, sono intervenuti il presidente Pietro Zucchetto e il sindaco Alfonso Provvidenza (l'AVIS di Grotte gode del patrocinio del Comune); hanno partecipato le altre Autorità religiose e militari, e alcuni rappresentanti delle diverse sedi Avis della provincia di Agrigento.
Al taglio del nastro, eseguito dalla piccola Bianca Palermo, è seguita la benedizione dei locali, a cura di don Rosario Bellavia.
Dopo i saluti di benvenuto e i messaggi inaugurali, i presenti hanno partecipato alla santa Messa celebrata all'aperto dal giovane Sacerdote.
Con il taglio della torta e la degustazione del rinfresco si è conclusa la cerimonia.
La prima donazione di sangue in sede sarà effettuata domenica 19 giugno (tutti gli orari di donazione sono stati già prenotati).
Le successiva giornate di donazione sono previste per le domeniche: 10 luglio, 24 luglio, 28 agosto e 11 settembre 2022.
È necessario prenotarsi telefonando al numero dell'AVIS Grotte 377.0974739 o al 320.4434713 del presidente Pietro Zucchetto.
Pubblichiamo alcune immagini della manifestazione - vedi le foto - (33 foto di © Giuseppe Figliola). 
  
Redazione
16 giugno 2022.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


16/06/2022

Volontariato. Inaugurata la sede Avis di Grotte; messaggio di saluto del presidente Pietro Zucchetto

 

Pietro Zucchetto
Pietro Zucchetto

Pubblichiamo il messaggio di saluto del Presidente dell'AVIS di Grotte, Pietro Zucchetto (nella foto a lato), in occasione dell'inaugurazione della sede.

*****

"Signore e Signori tutti,
buona sera a tutti e grazie di esserci.
Porto i saluti del Presidente regionale dell’Avis, avv. Salvatore Calafiore, che sarebbe dovuto essere qui, ma per impegni precedentemente assunti con il Presidente dell’Avis Nazionale, dott. Gianpietro Briola, si scusa e si ripromette di venire quanto prima a farci una visita.
Così come porto i saluti del Consigliere nazionale dell’Avis dott. Salvatore Mandarà, che sarebbe dovuto anche lui essere qui, ma che per impegni scolastici, purtroppo non ha potuto essere con noi, ma che si impegna a venirci a trovare quanto prima.
Visto che la nostra sede Avis guarda con fiducia ai giovani ed al futuro, abbiamo ritenuto opportuno fare tagliare il nastro tricolore inaugurale alla nostra piccola mascotte, Bianca, che con i suoi 6 anni ha tutta una vita davanti, ricca di soddisfazioni e serenità, che auguriamo a tutti i giovani, che vorranno avvicinarsi a noi.
Il mio intervento di oggi sarà farcito di poche riflessioni e tanti, tanti ringraziamenti.
Iniziando subito mi corre l’obbligo di ringraziare tutti voi per la vostra massiccia presenza, qui oggi all’inaugurazione del nostro Punto di Raccolta fisso di Sangue.
Subito un giusto ringraziamento va a tutti voi soci donatori che in questi tre anni nonostante la mancanza del PdR (NdR: punto di raccoltà) a Grotte, non avete mai mollato ed avete continuato a donare in quel di Campobello di Licata o presso i Centri Trasfusionali di Agrigento o Canicatti e ci avete sostenuto con la vostra presenza, i vostri incoraggiamenti.
È giunto ora il momento di ringraziare per averci accompagnato passo dopo passo in questa avventura il presidente della UdR (NdR: Unità di Raccolta) di Campobello di Licata sig. Giovanni Di Liberto e l’ex presidente sig. Amedeo Avanzato e la nostra Responsabile della Qualità, la dott.ssa Chiara Avanzato.
Assieme a loro abbiamo il piacere di salutare il Sindaco uscente di Campobello di Licata, sig. Giovanni Picone ed il sindaco neo eletto dott. Antonio Pitruzzella.
Così come ringraziamo per essere qui i dott. Gaetano Amodeo e Stefano Aprile, che sotto la guida del dott. Filippo Buscemi, oggi impossibilitato ad essere con noi, sono il motore trainante del Centro Trasfusionale di Agrigento, dal quale noi dipendiamo e con i quali ci dobbiamo rapportare.
Sono presenti, inoltre, e li ringraziamo il consigliere regionale Avis Salvatore Ciaccio, il presidente provinciale Avis di Agrigento Domenico Allegro, il consigliere provinciale Avis Angela Vaccaro, il presidente comunale Avis di Agrigento Gaspare Cumbo, il presidente comunale Avis di Ribera Francesco Noto, il presidente comunale Avis di Santo Stefano di Quisquina Martina Chillura con il suo caro papà Francesco, che è stato per oltre un  ventennio il Presidente della Avis locale.
È presente e la ringraziamo la dott.ssa Paola Caracappa, Responsabile territoriale della CeSVoP per la Provincia di Agrigento.
Sono presenti e li ringraziamo per questo tanti medici ed operatori sanitari oltre a tantissima bella gente abbastanza giovane ed interessata.
Ora è mio dovere ringraziare il signor sindaco Alfonso Provvidenza per averci concesso e fatto vivere, questa bella giornata di festa accanto a questo splendido murales, fatto realizzare dall’Associazione “La Biddina”, ed alle Forze dell’Ordine con il maresciallo maggiore Alfonso Contraffatto ed il responsabile P.O. della Polizia Municipale Salvatore Liotta, che ci hanno aiutato a muoverci in sicurezza.
Dopo questa brevissima introduzione permettetemi di dire due paroline di circostanza, perché è giusto lasciare agli altri invitati la possibilità di esprimere il loro pensiero su questa giornata, che definirei storica, per la nostra piccola Grotte.
Noi tutti dell’AVIS Comunale di Grotte OdV (NdR: organizzazione di volontariato) siamo convinti che oggi è uno di quei giorni che ricorderemo a lungo, per decenni.
Di sicuro il ricordo di questo giorno sopravvivrà a tutti noi.
L’AVIS di Grotte sopravvivrà a noi.
Lasceremo ai nostri giovani il frutto dei nostri grandi sacrifici fatti in questi tre lunghi anni di lavoro, ma che grazie alla determinazione, alla testardaggine ed alla coesione del gruppo dirigente, che ora vi presento, siamo riusciti a raggiungere l’obiettivo prepostoci: far nascere a Grotte un Punto Fisso di Raccolta di sangue, nella grande famiglia dell’AVIS.
Naturalmente, tutto ciò è stato possibile solo ed esclusivamente per l’animo sensibile e lungimirante del nostro signor Sindaco, il quale interpellato, ha subito sposato il progetto e con la sua Giunta municipale ci ha concesso in comodato d’uso gratuito i locali della nostra sede, oltre che il patrocinio del Comune di Grotte.
Il suo “sì” alla nostra richiesta  è stata una scelta di vita, di amore, di civiltà:
- scelta di vita: perché “donando il proprio sangue, si dona la vita” a chi ne ha bisogno, a chi ne ha necessità per sopravvivere;
- scelta di amore: perché donando il proprio sangue si fa una scelta di amore verso il nostro prossimo, perché il donatore dona sempre: gratuitamente, spontaneamente ed anonimamente;
- scelta di civiltà: perché attorno al PdR di Grotte noi, siamo sicuri, si avvicinerà tanta bella gioventù sana con uno stile di vita corretta ed esemplare e che farà della sede un proprio punto di incontro sociale e culturale, dove confrontarsi e migliorarsi.
Ecco perché noi tutti dobbiamo dire un grande grazie a questa Amministrazione.
Ora è giunto il momento di fare un po’ di cronistoria, tanto per conoscere meglio i fatti.
Dal lontano 24 marzo 2019, quando ci siamo costituiti, ne abbiamo fatta tanta di strada.
Subito c’era da affrontare la situazione economica, eravamo senza un lira e ci siamo ricordati del grande senso civico della popolazione grottese, della sua grande generosità, del suo grande spirito solidaristico, da sempre sperimentato ed abbiamo deciso di iniziare una “raccolta fondi” fra le aziende locali, fra gli esercizi pubblici, fra la gente comune.
Tutti hanno dato un prezioso contributo in denaro o materiale, che è stato utilizzato per la ristrutturazione e per questo va a tutti loro (oggi presenti e non) un sentitissimo ringraziamento dal profondo del nostro cuore.
Ringraziamo anche coloro che in occasione della perdita di un loro caro, ci hanno chiamato a presenziare ed a raccogliere le libere offerte.
Con quanto raccolto, come già detto, abbiamo iniziato i lavori e per completarli abbiamo acceso un mutuo con la Banca Intesa di Agrigento.
Abbiamo, inoltre, partecipato al Progetto Regionale della “Democrazia Partecipata”, piazzandoci al secondo posto. Così alla fine di questa raccolta fondi abbiamo potuto comprare tutti gli arredi necessari e portare a termine i lavori di ristrutturazione obbligatori per rendere la sede a norma.
Ora è giunto il momento di farvi conoscere, in stretto ordine alfabetico, la squadra che fin dall’inizio ha creduto nel progetto.
Oggi il Consiglio Direttivo è così composto: Gaetano Agnello, Giovanni Arnone, Rocco La Mendola, Annamaria Malignaggi, Nicola Maniscalco, Lucia Santalucia, Pietro Zucchetto, mentre Giovanni Pillitteri è il delegato provinciale.
In un primo momento hanno fatto parte del Consiglio Direttivo pure le signore Claudia Agnello e Vera Morreale, che per ragioni di studio e di lavoro, dopo il primo mandato, si sono dovute allontanare, così come ha fatto parte del primo Consiglio Direttivo pure Giovanni Pillitteri.
Della squadra fanno parte il dott. Giacomo Orlando in qualità di Direttore sanitario, il dott. Francesco Vizzini in qualità di Revisore dei conti, mentre della Commissione Verifica Poteri fanno parte i sigg. Ing. Calogero Chiarenza, Michelangelo Palermo ed Antonio Zucchetto.
Alla fine di questo mio intervento è mio dovere ricordare a tutti noi che l’Avis di Grotte non avrebbe potuto mai vivere questa splendida giornata della sua inaugurazione, in occasione della “Giornata Mondiale del Donatore di Sangue”, se accanto a noi non ci fossero stati gli ing. Calogero Chiarenza e Dino Morreale, i sigg. Rocco e Salvatore La Mendola, il sig. Giovanni Arnone ed il sig. Giovanni Pillitteri e tanti, tanti altri che regalando il loro sapere o il loro denaro o la loro manodopera o il loro materiale, ci hanno permesso di realizzare il nostro comune progetto.
A tutti costoro va il nostro grande grazie!
Prima di chiudere il mio intervento vi voglio ricordare di fare di frequente un giretto nel nostro sito web www.avisgrotte.it, che è sempre tenuto aggiornato in tutte le sue pagine: dai Bilanci alle Assemblee, dalle Relazioni, al Calendario delle donazioni, dal nostro amico comune Carmelo Arnone, che ringraziamo sempre.
Così come ringrazio dal profondo del mio cuore Riccardo Liotta, che da oltre 25 anni si è dimostrato essere sempre accanto alle Associazioni di Volontariato ed anche questa volta ci ha fornito tutto l’occorrente, gratis et amore dei, con il furgone e l’autista compreso. Grazie ancora.
Grazie sempre a tutti voi per esserci vicini!!!

Ora, diciamo che è giusto cedere il microfono al nostro signor Sindaco per il suo saluto ed intervento
"
.
  

 

   

Il Presidente dell'AVIS di Grotte
Pietro Zucchetto

 

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


14/06/2022

Politica. "È necessario capire davvero il senso di questo voto"; di Enzo Napoli

 

Enzo Napoli
Enzo Napoli

È ancora possibile fare una riflessione lucida, scevra da risentimenti ed opportunismi, da difese d'ufficio ed accuse interessate sul risultato di queste amministrative in Sicilia?
So che non è semplice. Ciascuno di noi è il risultato di un vissuto in cui si accumulano esperienze, emozioni e rancori, eppure è necessario, tanto più in un momento in cui il ragionamento è offuscato dalla propaganda e l'analisi piegata sempre all'interesse personale.
È necessario capire davvero il senso di questo voto perché gli appuntamenti che ci aspettano richiedono il massimo della razionalità ed è chiaro che se non ci saranno cambiamento sostanziali e significativi, la Sicilia rimarrà nelle mani di un centrodestra che, per quanto possa sembrare difficile, sta diventando persino peggiore di quanto sia stato fino ad ora.
In questo strano ritorno del bipolarismo, è sempre più chiaro che i sistemi di potere, quelli che contano, si sono riorganizzati attorno a Fratelli d'Italia e Lega, e quel pezzo di centro che in passato ha dominato la Sicilia, alleandosi in qualche occasione anche con la sinistra, stenta a riemergere perché ostaggio di personaggi ormai in declino.
Da questa parte, i Cinque Stelle continuano il loro inesorabile sfaldamento e la sinistra stenta a recuperare terreno.
Resta da capire quanto il PD, che indubbiamente rimane perno della coalizione, sia in grado di svolgere il ruolo che pure sarebbe necessario per alimentare qualche speranza di rivincita.
Quello che da tempo cerco di far capire, senza grandi risultati, è che il correntismo esasperato del Partito Democratico, non è solo un problema che riguarda gli equilibri interni a quel partito, la semplice sopravvivenza politica dei parlamentari in carica, ma è questione che incide, purtroppo in negativo, sulle prospettive di tutto il centrosinistra.
A Palermo, ad esempio, le due correnti principali hanno giocato una partita tutta loro, in un'apparente armonia, che poco aveva a che vedere con il futuro della città e molto invece con le future candidature alle regionali ed alle nazionali.
Il risultato è sotto gli occhi di tutti e pensare che uno come Fabrizio Ferrandelli, da solo, raccolga la metà di quanto siano stati capaci di raccogliere una decina tra deputati regionali e nazionali (PD e cinque stelle), un sindaco ed un'intera giunta uscenti, un esercito di segretari di circolo, consiglieri e presidenti di municipalità, sedicenti dirigenti regionali e nazionali di partito che hanno raccolto una manciata di voti, porta naturalmente a chiedersi a cosa serva il partito e tutte le messe cantate che vengono celebrate.
In molti comuni le dinamiche sono analoghe e potrei citare decine di casi in cui chi avrebbe il compito di unire il partito e la coalizione, ha pensato esclusivamente a piazzare i propri uomini e donne in liste e coalizioni che definire trasversali è un eufemismo.
I casi in cui il centrosinistra vince, sono quelli in cui in cui i capicorrente non riescono a fare danni e l'unità è stata costruita localmente da gruppi dirigenti e candidati sindaci che godono di autorevolezza ed autonomia.
Vogliamo parlarne o dobbiamo necessariamente suonare la grancassa nelle bande di accompagnamento del santo in processione?

  
Enzo Napoli
14 giugno 2022
© Riproduzione riservata.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


13/06/2022

Politica. Referendum abrogativi: i risultati definitivi del voto, relativi al solo Comune di Grotte

 

Referendum abrogativi del 12 giugno
Referendum

Pubblichiamo i dati definitivi del voto referendario, relativi al solo Comune di Grotte (vedi i risultati nel dettaglio).
Si ringrazia il personale dell'Ufficio Elettorale del Comune di Grotte per la disponibilità e la collaborazione.
I dati degli aventi diritto al voto non sono comprensivi dei cittadini residenti all'estero.

Aventi diritto al voto
Referendum popolari 2022: 4415 elettori (2074 uomini e 2341 donne).

Affluenza alle urne
Alle ore 23.00 del 12 giugno hanno votato:
415 elettori (229 uomini e 186 donne), pari al 9,40 % degli aventi diritto
. 

Quesito n° 1
Sì: 226
No: 164
. 

Quesito n° 2
Sì: 241
No: 149
. 

Quesito n° 3
Sì: 298
No: 91
. 

Quesito n° 4
Sì: 296
No: 92
. 

Quesito n° 5
Sì: 281
No: 104.

Vedi i risultati nel dettaglio
. 
 

Carmelo Arnone
13 giugno 2022
© Riproduzione riservata.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


13/06/2022

Chiesa. Cresima e Solennità della Santissima Trinità: un'atmosfera di paradiso; della prof.ssa Graziella Vizzini

 

Cresima e Solennità della Santissima Trinità: un'atmosfera di paradiso
Altare sul palco

Ieri pomeriggio, domenica 12 giugno 2022, alle ore 18.30 nella piazza del mercato di Grotte, 67 giovani hanno ricevuto il sacramento della Cresima o Confermazione.
Giorno particolare per diversi motivi. Si celebrava la Solennità della Santissima Trinità.
Primo mistero della fede: Unità e Trinità di Dio.
Parlare di Trinità significa parlare di amore. Dio è relazione, donazione e presenza. Fare spazio a Dio per potere operare in noi.
Tutto sembrava partecipare a questa bellissima liturgia, presieduta dal Vicario generale dell'Arcidiocesi di Agrigento, mons. Giuseppe Cumbo.
L’assemblea raccolta e silenziosa, il sole, anche il vento ricreavano un'atmosfera di paradiso.
Quel lembo di cielo azzurro sembrava si abbassasse per fare da tetto a questo "cenacolo all'aperto", come l'ha chiamato il Vicario nella sua bellissima e molto profonda omelia.
Mi limito a fare gli auguri ai giovani cresimati, che "sono il volto giovane della nostra comunità" così sono stati presentati dal catechista Giuseppe Cipolla, ai catechisti che li hanno seguiti con tanto amore ed abnegazione, ai genitori, a don Rosario Bellavia, a don Salvatore Zammito.
E un grazie a tutti i collaboratori e volontari che si sono prodigati affinché tutto riuscisse nel migliore dei modi.
Lo Spirito Santo scenda su tutti e ci arricchisca con i suoi santi doni.

 

   

Prof. Graziella Vizzini
 

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


13/06/2022

Politica. On. Decio Terrana (UDC): "Gli exit poll assolutamente incoraggianti per Lagalla"

 

Decio Terrana
Decio Terrana

Gli exit poll diffusi ieri sera sono assolutamente incoraggianti per Roberto Lagalla. Ci auguriamo che i dati reali che giungeranno nel pomeriggio confermino queste previsioni”; lo afferma il leader dell’UDC della Sicilia Decio Terrana.
Se, come credo, la tendenza degli exit poll dovesse essere confermata dallo scrutinio - continua Terrana - stasera Roberto Lagalla sarà il nuovo sindaco dei palermitani e l’UDC potrà celebrare il successo di un'importante scommessa politica che ci ha visti indicare Roberto e stare con convinzione al suo fianco”, conclude il Coordinatore dello scudocrociato
.  
  

Redazione
13 giugno 2022.  
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


13/06/2022

Giustizia. Il TAR ha bocciato il bando del Comune: "Mancu Carmona ci potti"; di Armando Caltagirone

 

Dott. Armando Caltagirone
Armando Caltagirone

Lapide in onore del prof. Luigi Carmona
Al dott. Carmona

Mancu Carmona ci potti”.
Così si usava dire a Grotte quando qualcuno, gravemente ammalato, passava a miglior vita, seppur assistito dal medico Luigi Carmona.

Analogamente si potrebbe dire, a proposito del bando di concorso per la copertura di numero due posti d’istruttore direttivo amministrativo, impugnato davanti al Tar e della relativa
sentenza che ha visto tristemente soccombente il Comune di Grotte:Mancu Rubinu ci potti.
Che il bando fosse affetto da mali incurabili era stato denunciato, per restare in tema medico, in tempi non sospetti, da semplici operatori sanitari cui si è contrapposta, con sicumera, da sedicenti luminari della medicina (del diritto), la diagnosi di:sano come un pesce.
Nonostante le evidenze di sicura morte (soccombenza) si è preferito attivare il costoso e sofferente accanimento terapeutico (resistenza temeraria).
Come l’indiscussa bravura del dott. Carmona, la cui memoria è stata ricordata dal Comune, nel 1986, con l’intitolazione della piazzetta antistante alla casa Natale, non sempre riusciva a vincere la morte, così la fama del professionista Rubino non sempre riesce con successo a difendere l’indifendibile.

Medico insigne il prof. Carmona, d’indiscusse doti scientifiche e umanitarie che ha operato a Grotte agli inizi del novecento per poi trasferirsi a Messina dove ha ideato, per primo in Italia, l’insegnamento della semeiotica chirurgica e della chirurgia sperimentale, le cui prime cattedre furono istituite alla facoltà medica dell'Università di Messina, dove fu professore e poi preside dal 1960 al 1969.

Illustre principe del foro l’avvocato Rubino, spesso citato dai cronisti per i successi legali ottenuti; ignorato, ovviamente, per gli insuccessi che, guarda caso, capitano anche a lui.
L’analogia professionale in rassegna difetta solo nella “pecunia”; mentre il medico Carmona di fronte alla miseria non solo si asteneva dal chiedere compensi, ma spesso elargiva sostegno economico alla famiglia dell’ammalato, non altrettanto per l’attività professionale forense che, pare, legittimamente, parametrata alle difficoltà del caso. Stante il compenso pattuito e si ritiene anche liquidato (euro dodicimila), il “caso” deve essere stato giudicato come: “disperato”.
Che cosa dicono oggi i cattedratici sostenitori dell’ottimo stato di salute del morto?
Nulla; d’altronde è cosa risaputa che i successi hanno tanti padri, gli insuccessi, invece, sono orfani!
Come nulla hanno detto, i medesimi soggetti, sull’auto attribuzione, da parte di alcuni candidati, dell’ulteriore punteggio, previsto nel bando per il possesso di una seconda laurea; titolo confuso con il corso biennale specialistico.
Nell’ordinamento accademico italiano non esiste un corso di laurea biennale.
Eppure diversi candidati hanno considerato seconda laurea la specialistica, attribuendosi un altro punteggio non spettante.
Strano ma vero, tale modus operandi è stato ratificato dalla commissione giudicatrice, almeno all’apparenza, altamente qualificata.
Il maggior punteggio, correttamente interpretato dalla commissione giudicatrice, avrebbe dovuto portare all’esclusione dal concorso tali candidati che hanno dimostrato di avere evidenti e oggettivi problemi interpretativi del testo.
Diversamente opinando si legittimerebbe una disparità di trattamento tra titoli accademici aventi il medesimo valore giuridico.
Che cosa dire del bando “gemello” per la copertura di un posto d’istruttore direttivo contabile, tuttora sub iudice, che ha visto il Comune procedere, ugualmente, all’assunzione?
Non conosciamo i motivi del ricorso e, quindi, i limiti della pronuncia.
Di certo, indipendentemente dall’esito giudiziale, pesa la consapevolezza del male genetico di cui è affetto.
Singolare appare poi, nel ricorso oggetto di sentenza, l’interesse manifestato dalla candidata, collocatasi sesta in graduatoria, che ha proposto controricorso.
Il suo intervento adesivo, alla tesi del resistente Comune di Grotte, legittima solo l’interesse allo scorrimento della graduatoria, magari del proprio comune di residenza.
Alla fine come ogni triste epilogo, per malattie incurabili, si creano due opposti centri d’interessi; da un lato i familiari cui resta la pena affettiva non disgiunta da quella economica, dall’altro gli operatori dei servizi funebri che, per ironia della sorte, vivono sulle disgrazie altrui, manifestando gratitudine, attraverso le sentite condoglianze
. 
 

Armando Caltagirone
13 giugno 2022
© Riproduzione riservata.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


12/06/2022

Politica. Referendum abrogativi: dati di affluenza alle urne, relativi al solo Comune di Grotte

 

Referendum abrogativi del 12 giugno
Referendum

Pubblichiamo i dati dei votanti, relativi al solo Comune di Grotte, alle ore 12.00 del 12 giugno 2022.
Si ringrazia il personale dell'Ufficio Elettorale del Comune di Grotte per la disponibilità e la collaborazione.
I dati degli aventi diritto al voto non sono comprensivi dei cittadini residenti all'estero.

Aventi diritto al voto
Referendum popolari 2022: 4415 elettori (2074 uomini e 2341 donne).

Affluenza alle urne
Novità Alle ore 23.00 del 12 giugno hanno votato:
415 elettori (229 uomini e 186 donne), pari al 9,40 % degli aventi diritto
. 

Affluenza alle urne
Alle ore 19.00 del 12 giugno hanno votato:
247 elettori (142 uomini e 105 donne), pari al 5,59 % degli aventi diritto
. 

Affluenza alle urne
Alle ore 12.00 del 12 giugno hanno votato:
99 elettori (59 uomini e 40 donne), pari al 2,24 % degli aventi diritto
. 
 

Carmelo Arnone
12 giugno 2022
© Riproduzione riservata.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


12/06/2022

Letture Sponsali. "Quando le cose sembrano oscure, confuse, quando non abbiamo le risposte"

 

Amore Sponsale
Nozze di Giuseppe e Maria

Le "Letture Sponsali" sono uno strumento sperimentale che offre gratuitamente una prospettiva sponsale alle letture della liturgia domenicale. Sono curate dal gruppo "Amore è..." (vedi il sito ufficiale), attivo dal 2006 nella diocesi di Palermo, per favorire un momento di riflessione all'interno delle coppie e nelle comunità ecclesiali. Le letture sono commentate da fidanzati e sposi (tra cui i grottesi Vera e Francesco).

*****

L’azione dello Spirito.
Il discorso di Gesù, riportato nel vangelo di oggi, si pone all’interno di una sezione più ampia che riguarda la passione di Cristo: si parla del tradimento di Giuda, dell’annuncio del rinnegamento di Pietro ma sono anche contenuti gli annunci dello Spirito Santo.
Questo del capitolo 16 è il quinto annuncio.
La fine è vicina, il Signore si trova fra persone - i discepoli - confuse, disorientate, ed Egli lascia loro le parole di commiato che verranno comprese solo in un secondo momento: “Molte cose ho da dirvi, ma per il momento non siete capaci…”.
Gesù annuncia ai discepoli di allora e di oggi che verrà lo Spirito, il Consolatore, il Paràclito.
L’azione dello Spirito ci rende veramente cristiani, perché ci apre alla vita di Dio, ci aiuta a vivere nella riconciliazione e nell’unità, ci libera dalle schiavitù, ci aiuta a mantenere la speranza quando le cose sembrano oscure, confuse, quando non abbiamo le risposte.
Anche noi, come i Dodici di allora, possiamo spesso sentirci disorientati.
Ma per cinque volte il Signore dice che non ci lascerà soli ma verrà lo Spirito Santo dal Padre che rimane per sempre, che insegna, che dà testimonianza, che glorifica.
Lo Spirito agisce oggi, qui ed ora nelle nostre vite quotidiane.
Ma non possiamo slegare lo Spirito dal Padre e dal figlio: dobbiamo ricordarci che Dio è trinitario.
Cioè possiamo pensare Dio solo in termini di relazione e comunione.
Ecco che Dio, allora Uno e Trino, rivela le cose a poco a poco.
Non tutte insieme ma secondo una pedagogia che solo Lui conosce: la Verità verrà disvelata sempre in termini di incontro, di relazione con l’Altro e l’altro.
Si giunge alla verità non nella solitudine ma sempre nell’incontro con i fratelli e nell’incontro con l’Assoluto.

 
Redazione
12 giugno 2022.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


11/06/2022

Volontariato. Il presidente dell'Avis di Grotte Pietro Zucchetto: "Siete tutti invitati all'inaugurazione"

 

Il presidente dell'Avis di Grotte Pietro Zucchetto: "Siete tutti invitati all'inaugurazione"
Guarda il video

Si avvicina la data dell'inaugurazione della nuova sede dell'Avis comunale di Grotte, che avverrà il prossimo martedì 14 giugno. Il Direttore di Grotte.info Quotidiano, Carmelo Arnone, è andato a trovare il presidente Pietro Zucchetto - alle prese con gli ultimi preparativi - per raccogliere, dalla sua viva voce, l'invito a partecipare, rivolto a tutti i cittadini grottesi ed esteso ai cittadini dei Comuni di Racalmuto e Comitini (guarda il video).
L'iter burocratico si è prolungato per ben tre anni, ma finalmente martedì prossimo la sede di Via Francesco Ingrao 92-94 verrà inaugurata.
Nell'occasione il presidente Zucchetto ha illustrato il programma di martedì (con inizio alle ore 18.00), elencando le Autorità che saranno presenti e la scaletta della manifestazione. Si è poi soffermato sulle prossime date in cui potrà essere effettuata la donazione di sangue; la prima in assoluto sarà domenica 19 giugno (per questa giornata non è più possibile accettare prenotazioni: tutto pieno).
Gli ulteriori appuntamenti e le modalità di prenotazione sono state ampiamente illustrate dal Presidente dell'Avis comunale di Grotte.

Pubblichiamo le immagini dell'intervista - guarda il video - (riprese di © Associazione Culturale "Punto Info").  
  

Redazione
11 giugno 2022.  
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


11/06/2022

Alimentazione. 18^ Rassegna internazionale di vini biologici e bio dinamici "Biodivino"; a San Marino delle Scale

 

Lillo Alaimo Di Loro
Lillo Alaimo Di Loro

Biodivino 2022, passaggio in Sicilia: i numeri del vino biologico e il “modello Italia” per la conversione ecologica e la difesa del paesaggio culturale.
Tutto pronto per l’avvio della 18^ Rassegna internazionale di vini biologici e bio dinamici “Biodivino”, promossa da Italia Bio e patrocinata dall’assessorato all’Agricoltura della Regione Sicilia, in programma dal 23 al 26 giugno a San Martino delle Scale, a Monreale. La tre giorni sarà interamente dedicata alla produzione di vini biologici, argomento sul quale il presidente di Italia Bio, Lillo Alaimo Di Loro, dettaglia in relazione ai numeri della viticoltura biologica e le potenzialità di un settore che nel mondo si afferma sempre di più anche tra i giovani e, proprio in Sicilia, vede uno dei più importanti punti nevralgici del suo successo.
Nel complesso panorama della bio viticoltura mondiale, infatti - afferma Lillo Alaimo Di Loro - l’Italia, con i suoi 109.423 ettari di superficie bio viticola certificata (Ismea 2019) presenta il più alto rapporto (17,8 %) tra superficie a vigneto biologico e superficie vitivinicola totale che, sempre nel 2019, ammontava a 614.960 ettari. E se il principale merito di questa performance spetta a tre grandi regioni italiane, quali Sicilia, Puglia e Toscana che da sole rappresentano il 55,8% della superficie viticola biologica nazionale e il 55,5% del vino bio prodotto in Italia, il  primato assoluto spetta alla Sicilia che, con una produzione di 556.453 ettolitri e 29.669 ettari di vigneti biologici (rispettivamente pari al 24,70% della produzione e al 27.70 % della superficie nazionale) si piazza al primo posto tra le regioni bio-vinicole italiane. Non solo - prosegue il Presidente di Italia Bio - l’Italia è anche il paese europeo che vanta oltre 2 milioni di ettari di SAU certificata in biologico (dato ISMEA-2020), su cui operano 80.643 imprese biologiche alle quali si associa una raffinata cultura della qualità gastronomica territoriale. Tutto questo costituisce il 'modello Italia', cioè quel luogo materiale e culturale che sperimenta quotidianamente l’utilità di un rapporto rilassato con la terra e le risorse naturali che concorrono alla produzione del cibo e del paesaggio culturale italiano. L’Italia, inoltre, si colloca tra i primi tre paesi d’Europa per maggiore superficie vitata, rappresentando assieme a Spagna e Francia, ben l’86% dei vigneti europei e il 73% dei vigneti della superficie bio vitata mondiale che attualmente ammonta a 6.925.972 ettari, con un incremento del 114% rispetto al 2010 e con un trend in continuo aumento”.
Il settore bio viticolo presenta grandi potenzialità ma rimane ancora parecchia strada da percorrere per affermare la propria presenza sui mercati e incontrare sempre di più il favore dei consumatori.
Prima fra tutte - dettaglia Alaimo Di Loro - la partita della qualità che va perseguita attraverso la  ricerca continua di innovazioni e nuove conoscenze, nella direzione dell’azienda vitivinicola  biologica a bassa entropia, con capacità  di interpretazione del fattore ambientale; l’adozione di sistemi a basso impatto;  la valorizzazione dei lieviti autoctoni per la caratterizzazione della territorialità e del principio della qualità totale e dei sistemi per la misurazione dell’impronta ecologica; la creazione di valore aggiunto  attraverso  la promozione dei prodotti sui mercato  locale e nazionale  anche con l’uso di innovativi sistemi per la Filiera Corta Organizzata e la vendita diretta. Ricordiamo, infatti, che i paesi maggiori consumatori al mondo di vini biologici sono la Germania e la Francia, mentre la destinazione della produzione bio viticola vede Francia, Germania e Stati Uniti produrre principalmente per il mercato interno, mentre Italia e Spagna produrre prevalentemente per l’esportazione. Segno che ancora molto c’è da lavorare sulla cultura del bere nonostante la tradizione millenaria della produzione enologica, l’ineguagliabile ampiezza del panorama ampelografico, l’eccezionale 'terroir' e la familiarità con le più raffinate scuole enologiche. Il lavoro da fare, oltre a migliorare la qualità attraverso gli scambi di conoscenza e tecnologia enologica, è favorire la condivisione dei valori culturali e solidarietà di cui il vino è, per sua natura, eccellente ambasciatore
.
Appuntamento a giovedì 23 giugno con Biodivino, per approfondire gli argomenti di indubbio interesse economico e sociale trattati da esperti nazionali del settore.  
  

Redazione
11 giugno 2022.  
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


10/06/2022

Politica. Le attività comunali a un anno dalle elezioni; ne parliamo con il sindaco Alfonso Provvidenza

 

Le attività comunali a un anno dalle elezioni; ne parliamo con il sindaco Alfonso Provvidenza
Guarda il video

Le attività dell'Amministrazione comunale a un anno dalle elezioni; ne abbiamo parlato con il Sindaco di Grotte, dott. Alfonso Provvidenza (guarda il video).
Rispondendo alle domande del Direttore di Grotte.info Quotidiano, Carmelo Arnone, il Primo Cittadino ricorda i "punti di forza" ma anche i "punti di debolezza" di questa Amministrazione.
Tra gli argomenti trattati: i bandi ai quali il Comune ha partecipato, i finanziamenti che è riuscito ad ottenere, i lavori completati, i cantieri avviati e quelli di prossima apertura, il risanamento del bilancio comunale, i rapporti con la gestione del servizio idrico e con la gestione della raccolta differenziata dei rifiuti.
E poi, le iniziative per far fronte all'emergenza Covid, il ripristino della via di fuga Racalmare, il personale dell'Ente comunale tra pensionamenti e assunzioni, le attività degli Assessori, il Premio "Racalmare - Leonardo Sciascia - Città di Grotte", e tanti altri.

Pubblichiamo le immagini dell'intervista - guarda il video - (riprese di © Associazione Culturale "Punto Info").  
  

Redazione
10 giugno 2022.  
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


10/06/2022

Chiesa. "Alla scoperta di Padre Vinti" - 1^ parte, di Piero Castronovo; diretta sulla vita del Venerabile.

 


Guarda il video

"Alla scoperta di Padre Vinti" - 1^ parte, di Piero Castronovo. Una ripresa, trasmessa sulla pagina Facebook "L'Osservatore Grottese", ideata e coordinata da Piero Castronovo (guarda il video).
Al sacerdote grottese Michele Arcangelo Antonio Maria Vinti, salito al cielo in fama di santità il 17 agosto 1943, è stato riconosciuto - dalla Congregazione vaticana per le cause dei santi - l'esercizio eroico delle virtù, e concesso l'attributo di "Venerabile" (passo immediatamente precedente alla beatificazione).
Nell'approssimarsi del 100° anniversario della sua ordinazione sacerdotale, avvenuta il 9 luglio 1922, la Chiesa di Grotte ha organizzato una serie di iniziative nell'ambito delle quali Piero Castronovo, moderatore della pagina Facebook "L'Osservatore Grottese", ha realizzato degli incontri con testimonianze, dialoghi, canti e preghiere, in diretta dalla casa natale del Venerabile padre Vinti.
A questo primo incontro hanno partecipato: don Totò Zammito, Salvatore Liotta e Domenico Vizzini. Con l'animazione musicale di Valentina Morgante e l'intervento della piccola Azzurra Morreale.

Pubblichiamo le immagini dell'incontro - guarda il video - (riprese di © Piero Castronovo per la pagina Facebook "L'Osservatore Grottese").  
  

Redazione
10 giugno 2022.  
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


09/06/2022

Scuola. Premiati i vincitori del concorso AVIS "Il dono più importante. il dono del sangue"

 

Premiati i vincitori del concorso AVIS
Vincitori

Premiati i vincitori del concorso AVIS
Premiazione

Premiati i vincitori del concorso AVIS
Disegno

Premiati i vincitori del concorso AVIS
Disegno

Per promuovere il dono sangue, l’AVIS Comunale di Grotte (Associazione Volontari Italiana del Sangue) ha indetto per l’anno scolastico 2021/2022 per gli studenti dell'Istituto Comprensivo “Angelo Roncalli” la III Edizione del Concorso “Il dono più importante: il dono del sangue”.


(Vincitori)

Gli studenti sono stati chiamati ad esprimere liberamente il loro pensiero sulla donazione del sangue e sulla solidarietà in generale attraverso la produzione di elaborati grafici, pittorici e fotografici. La Commissione giudicatrice nominata dal Dirigente Scolastico, nei giorni scorsi, ha visionato tutti i lavori e scelto i migliori.
Ieri, mercoledì 8 giugno 2022, presso l'aula magna del plesso di Via Acquanova che ospita le classi di scuola secondaria di primo grado, si è svolta la cerimonia di premiazione dei vincitori.
Ho avuto il privilegio - spiega Pietro Zucchetto, presidente AVIS Grotte - di far parte della commissione esaminatrice del concorso: credetemi è stato bellissimo. Innanzitutto ringraziamo il dirigente scolastico per avere divulgato il progetto; i docenti per avere informato i ragazzi, approfondito l'argomento e fatto in modo che i ragazzi argomentassero in maniera precisa attraverso elaborati e disegni i loro pensieri, trasferendo sulla carta in maniera puntigliosa e scrupolosa qual è l’importanza del dono. Bene, siamo rimasti stracontenti, contentissimi, perché quasi tutte le classi interessate hanno risposto all'appello e la maggioranza dei bambini di quelle classi hanno presentato dei lavori eccezionali, davvero eccezionali.  Si vede che dietro ogni studente c'è una buona famiglia, con un certo livello culturale; si vede che dietro ad ogni studente ci sono dei docenti formatori che li seguono da vicino e li vogliono davvero far crescere. Quindi siamo soddisfatti dei risultati raggiunti. E poi, siamo felicissimi che quest'anno la premiazione sia stata fatta in presenza; il contatto con la nostra comunità per la nostra associazione è importantissimo e i giovani rappresentano i nostri interlocutori privilegiati, il nostro ponte verso un futuro fatto di solidarietà, sussidiarietà e prevenzione”.
Nel corso della premiazione, a tutte le classi partecipanti è stato consegnato un attestato di partecipazione, mentre ai quindici alunni delle scuole Primarie ed ai nove alunni della scuola Secondaria di 1° grado vincitori del concorso sono stati consegnati dei gadget dell’AVIS. La commissione ha, inoltre conferito due premi speciali.
Questi i nomi dei vincitori:
- 1° premio: Giorgia Romito, Ester Scimè;
- 2° premio: Giuseppe Pio Palumbo, Chiara Cutaia;
- 3° premio: Giada La Mendola, Mary Cimino, Gaspare Spalanca, Carola Costanza, Katia Cimino, Davide La Mendola, Alisia Mulè, Giulia Calì, Annamaria Cavallaro, Emanuel Orlando;
- Menzione Speciale: Maria Cristina Brucculeri, Gabriele Morreale.
In questi anni siamo cresciuti parecchio - dichiara Pietro Zucchetto a fine premiazione -, finalmente siamo pronti per l'inaugurazione della sede AVIS comunale di Grotte, prevista per il 14 giugno. La nascita dell'AVIS a Grotte indica un momento altamente culturale per la nostra comunità e un punto di partenza per tanti giovani che si vogliono avvicinare a fare una vita sana, corretta, ordinata che di certo innalza il livello il livello sociale. Io sono contento del sostegno che la scuola dà alla promozione del nostro progetto e del patrocinio che il comune ci ha dato. Da oggi innanzi lavoreremo sodo per far sì che in ogni seduta di raccolta sangue possa venire sempre qualcuno accompagnato da un amico ed essere sempre più numerosi. Con orgoglio voglio condividere con voi dei numeri: per il prossimo 19 giugno sono previste 16 predonazioni e 16 donazioni. Delle 16 predononazioni 14 sono di genere femminile. Per il prossimo 10 luglio abbiamo qualcosa come 14 predonazioni e 10 donazioni e sempre fra le predonazioni c'è una maggioranza femminile. Ciò vuol dire che la sensibilità tra i giovani si fa sempre più forte. Siamo orgogliosissimi di quello che abbiamo seminato a Grotte e che stiamo raccogliendo in questi giorni”.
L’adesione massiccia delle classi al concorso e la ricchezza degli elaborati dimostrano, ancora una volta, la sensibilità dei giovani, una sensibilità che deve diventare fattiva e concreta con il raggiungimento della maggiore età.
Io confido in ognuno di voi - dice Antonina Ausilia Uttilla, dirigente scolastico, rivolgendosi ai suoi studenti - ad avere sempre nel documento di riconoscimento anche il gruppo sanguigno. Dio non voglia dovesse succedere qualcosa sapranno come aiutarvi o come voi possiate aiutare gli altri. A diciott'anni avrete quest'altro dovere in più, quello di andare a donare il sangue. Siamo stati investiti da un numero incredibile di disegni e questo ci ha fatto enormemente piacere perché vuol dire che avete sentito questo argomento molto, molto vicino a voi. E vi devo dire che quando ci siamo incontrati abbiamo avuto grandissima difficoltà a scegliere i vincitori, anche se in realtà siete tutti vincitori perché tutti avete partecipato e avete capito qualcosa in più su questo tema”.
A consegnare i premi, nell’aula magna del “Roncalli”, insieme a Pietro Zucchetto - Presidente AVIS, c’era anche Anna Maria Malignaggi Segretario AVIS Grotte
.
 
Redazione
9 giugno 2022.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


09/06/2022

Servizi. Richiesta avviamento lavoratori forestali con qualifica di Addetti Torrette di Avvistamento

 

Centro per l'impiego
Centro per l'impiego

Un nulla-osta per lavoratori forestali 78/sti e 101/sti in possesso della qualifica di Addetti Torrette di Avvistamento è stato richiesto; a darne comunicazione ufficiale è il Dirigente del Centro per l'Impiego di Canicatti.

*****

"Avviso pubblicazione richiesta avviamento lavoratori forestali".

Si
comunica che il Comando Corpo Forestale - Servizio 8 - Servizio Ispettorato Ripartimentale delle foreste di Agrigento, ha richiesto un nulla-osta per l'avviamento al lavoro di addetti all'attività antincendio del 6° Distretto appartenenti alla fascia di garanzia occupazione per gg 78 e gg 101 in possesso della qualifica di Addetti Torrette di Avvistamento.
I lavoratori interessati debitamente inseriti in graduatoria dovranno recarsi in data 10/06/2022 alle ore 11.00, per dichiarare la propria disponibilità, muniti di documento di riconoscimento presso il CPI di Canicatti (per i lavoratori dei Comuni di Racalmuto e Naro) e presso il Recapito di Grotte e Ravanusa per i lavoratori ivi residenti
.
  

 
 

Il Funzionario direttivo
Dott. Tommaso Vergopia
 

D'ordine del Dirigente ad interim del CPI
Pasquale Patti

Il Funzionario direttivo
Vaccaro Rosa

 

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


08/06/2022

Politica. On. Rosalba Cimino (M5S): "Elezioni a Palermo: diamo una risposta di rinnovamento contro la mafia"

 

Rosalba Cimino
Rosalba Cimino

Palermo non può fare un passo indietro ma bisogna dare una risposta di rinnovamento per evitare un ritorno al passato”. Al termine della manifestazione tenutasi a Palermo su mafia e politica, organizzata dalla Scuola di Formazione M5S, cui hanno partecipato Roberto Scarpinato e Umberto Santino, la deputata del Movimento 5 Stelle Rosalba Cimino sostiene e fa sue le parole del presidente del Movimento, Giuseppe Conte, a pochi giorni dalle elezioni che si terranno domenica Palermo.
Conte ha citato Paolo Borsellino, il quale diceva che mafia e politica o si fanno la guerra o si mettono d’accordo e in un momento del genere non possiamo permetterci che venga distrutto quanto costruito fin qui dopo anni di lotta alla mafia, abbiamo sempre fatto guerra alla mafia e continueremo a farla senza abbassare la guardia. La criminalità è infatti sempre vicina alle elezioni come dimostra l’arresto avvenuto questa mattina, per accordi elettorali con Cosa nostra, di un candidato di Forza Italia ed ex consigliere provinciale con l’UDC. Per questo motivo - continua Cimino - siamo noi dover dare una risposta e dobbiamo farlo domenica, votando candidati che fanno la lotta alla mafia e non cercano accordi con Cosa nostra
. 
  

Redazione
8 giugno 2022.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


08/06/2022

Scuola. Vince il Premio "Racalmare - Leonardo Sciascia - Scuola" 2022 il giovane Antonio Tancredi Cadili

 

Vince il Premio "Racalmare - Leonardo Sciascia - Scuola" 2022 il giovane Antonio Tancredi Cadili
Uttilla, Cadili e Liotta

È Antonio Tancredi Cadili, con il libro “Il presidente Xi e Antonio - Diario di un incontro indimenticabile”, edito da Medinova, il vincitore della XIII edizione del Premio Letterario “Racalmare - Leonardo Sciascia - Scuola”.
Lo ha decretato la giuria del premio formata dagli studenti della scuola media dell'Istituto Comprensivo "Roncalli" con i quali, unitamente agli altri due autori finalisti, Antonio ha amabilmente conversato rispondendo alle loro domande.
Il libro di Antonio Tancredi Cadili è piaciuto ai giovani studenti perché ricco di fotografie, ma soprattutto perché racconta di un sogno che diventa realtà: Antonio, il più giovane “puparo” d’Italia, si esibisce davanti al presidente cinese Xi Jinping e viene invitato dal Presidente stesso a partecipare al Festival internazionale delle marionette in Cina.
Il libro è indubbiamente piaciuto ai ragazzi, ma al “Racalmare - Leonardo Sciascia - Scuola” un ruolo importante ce l’ha anche l’incontro con l’autore. Antonio (nella foto a lato, con la dirigente scolastica Antonina Ausilia Uttilla e con l'editore Antonio Liotta) ha fatto presa sui suoi coetanei per il suo modo di esprimersi, per la sua determinazione, per l’immediatezza comunicativa.
Un grande ritorno quello del Premio “Racalmare - Leonardo Sciascia - Scuola”, che dopo due anni d’assenza celebra la sua XIII edizione, decretando la vittoria di un giovanissimo autore.
Sono lieta di poter riaprire le celebrazioni di questo importante e singolare concorso - ha detto Antonina Ausilia Uttilla, dirigente scolastico del Roncalli - che vanta negli anni la presenza di autori di fama nazionale. È un'opportunità formativa che fa la differenza nello sviluppo delle competenze di cui i nostri ragazzi avranno bisogno poi nell'età adulta. Le diverse dimensioni della nostra comunità educante, quali le opportunità culturali, scolastiche e le attività formative come quella odierna, tracciano un percorso denso di significato e il più possibile stimolante per i giovani studenti protagonisti di questo progetto”.
Sono proprio gli studenti della scuola secondaria di primo grado i protagonisti di questo premio, meta finale di un percorso lungo un anno, che li guida alla scoperta di autori e testi di generi letterari diversi.
Un aspetto che è stato sottolineato nel suo intervento da Santino Lo Presti, dirigente del CPIA, che si è rivolto ai ragazzi con queste parole: “Leggere vi arricchisce, si imparano parole nuove, vi apre al pensiero critico. Più nella vita apprendiamo, e questo vale non solo per voi ragazzi, ma vale anche per gli adulti, più si apprende. E più si apprende più si diventa persone libere. Quindi la libertà aumenta con l’apprendere.  La scuola, dunque, è un luogo; il leggere un libro uno strumento per apprendere e quindi per diventare persone libere. State attenti non è una cosa scontata”.
Il premio “Racalmare - Scuola”, che prende il nome dal grande Premio Letterario Internazionale “Racalmare - Leonardo Sciascia - Città di Grotte”, muove i suoi primi passi come progetto didattico.
Abbiamo sempre sostenuto sin dal nostro insediamento - ha sottolineato Alfonso Provvidenza, sindaco di Grotte - sia il premio ‘Racalmare - Città di Grotte’ sia il premio ‘Leonardo Sciascia – Scuola’. In realtà io penso che questo premio abbia una sua piena identità indipendentemente dall’esistenza dell'altro premio. Tutto questo grazie ai dirigenti scolastici che si sono susseguiti nel tempo, ma soprattutto grazie al corpo docente che negli anni abbiamo avuto a Grotte”.
Quest’anno, a contendersi la XIII edizione, oltre ad Antonio Tancredi Cadili, c’erano anche Alberto Todaro e Nuccio Zicari, con “Haditi racconti d’Africa”, edizioni Medinova, e Francesco D’Adamo con “Giuditta e l’orecchio del diavolo”, Giunti Editore.
Due autori su tre concorrevano con libri pubblicati dalla casa editrice Medinova.
È stato certamente un grande piacere, una grande emozione - commenta Antonio Liotta, editore Medinova -, essere al ‘Racalmare - Leonardo Sciascia – Scuola’ con due libri in finale e poi la vittoria. Penso che miglior risultato per la Medinova non poteva esserci. Si è rinnovata un po’ la grande emozione del 2009, quando abbiamo avuto pure il piacere di vincere la II edizione del premio con ‘Il pappagallo dalle piume di arcobaleno’ di Loredana Mazza. È grande, grande la soddisfazione. Questo premia lo sforzo che la Medinova fa nel puntare sulla qualità dei testi e degli autori: i risultati dimostrano che la strada è quella giusta".
Vincere il premio è stato un sogno - commenta a cerimonia conclusa Antonio Tancredi Cadiliuna cosa indimenticabile, stupenda, un'emozione incredibile. Sono felicissimo, non me lo aspettavo, perché io ovviamente non sono uno scrittore e concorrevo con scrittori di alto livello. Quindi non pensavo di vincere. Sono veramente felicissimo di aver vinto questo premio. Ringrazio la giuria, i ragazzi che mi hanno votato, che hanno letto il mio libro. Io credo che un libro debba trasmettere emozioni e se oggi ho ricevuto questo premio significa che il mio messaggio sia arrivato al cuore di tutti quanti e di questo sono veramente orgoglioso e felice. Grazie
. 
  

Redazione
8 giugno 2022.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


07/06/2022

Ricorrenze. Il Comune di Grotte al 208° annuale di fondazione dell'Arma dei Carabinieri

 

Il Comune di Grotte al 208° annuale di fondazione dell'Arma dei Carabinieri
Autorità

La ricorrenza del 208° annuale di fondazione dell’Arma dei Carabinieri, celebrata ieri, lunedì 6 gennaio 2022, ad Agrigento si è svolta in due fasi: nella mattinata, nell'atrio interno della Caserma "Biagio Pistone" (nel corso della quale il Comandante della Stazione dei Carabinieri di Grotte, Maresciallo Maggiore Contrafatto, ha ricevuto una ricompensa concessa dalla Legione Carabinieri Sicilia); in serata presso la suggestiva cornice del Tempio della Concordia.
A questa seconda manifestazione pubblica sono state presenti le Autorità civili e militari (vedi foto a lato), nonché numerosi Primi Cittadini dei Comuni agrigentini.
Presente anche una rappresentanza del Comune d Grotte, guidata  dal sindaco Alfonso Provvidenza.
"
A nome di tutta la cittadinanza di Grotte - ha dichiarato Provvidenza -, desidero esprimere un sentimento di felicità e di orgoglio per l'importante riconoscimento ricevuto dal Maresciallo Maggiore Alfonso David Contrafatto. Grazie carissimi Carabinieri!".
   
Redazione
7 giugno 2022.
  

Il Comune di Grotte al 208° annuale di fondazione dell'Arma dei Carabinieri
Tempio della Concordia

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


07/06/2022

Scuola. Il torneo di pallavolo del "Roncalli" intitolato a Giada Pillitteri

 

Il torneo di pallavolo del "Roncalli" intitolato a Giada Pillitteri
Foto di gruppo

Il torneo di pallavolo del "Roncalli" intitolato a Giada Pillitteri
Genitori e Autorità

Il torneo di pallavolo del "Roncalli" intitolato a Giada Pillitteri
Genitori e Autorità
 

Se volessimo sintetizzare con un unico aggettivo il torneo di pallavolo di fine anno del “Roncalli”, potremmo certamente definirlo caldo, caldo in senso metaforico e letterale. Gli oltre trenta gradi all’ombra, che la colonnina di mercurio ha regalato alle squadre della scuola secondaria di primo grado, che ieri, lunedì 6 giugno 2022, si sono contese il titolo per l’intera mattinata sul campo di pallavolo della struttura polivalente “Francesca Morvillo” di Grotte, possiamo, senza ombra di dubbio, definirli molto caldi.
Calde e coinvolgenti erano le tifoserie, organizzate per corso di appartenenza, che dagli spalti con cori e striscioni sostenevano le squadre di volta in volta chiamate a contendersi i set.
Caldo l’abbraccio e le lacrime che tutti i presenti hanno rivolto a Giada, la piccola prematuramente scomparsa a cui è stato dedicato il torneo.
L'idea di organizzare un torneo di pallavolo nata dal bisogno di premiare i ragazzi per l’impegno, la passione e la motivazione mostrata durante le attività di educazione motoria, ha preso forma durante il mese di maggio, il mese in cui ci ha lasciati Giada.
I nostri studenti - spiega Eduardo Di Fazio, docente di Educazione fisica - quest'anno per via delle restrizioni Covid e soprattutto per l’assenza di una palestra coperta hanno potuto fare pochissima ginnastica. Con il mio arrivo, lo scorso 21 marzo, sostenuti dall’arrivo della primavera, abbiamo svolto le nostre lezioni all’aperto. Inutile dire quanto i ragazzi abbiano gradito, lasciandosi coinvolgere in tutte le attività proposte. La loro collaborazione è stata fondamentale e dunque quale modo migliore se non un torneo di pallavolo per premiare il loro impegno e renderli allo stesso tempo protagonisti”.
A contendersi il podio nel torneo di pallavolo, organizzato dall’Istituto comprensivo “Angelo Roncalli” con il patrocinio del Comune di Grotte, i ragazzi delle seconde e terze classi della scuola secondaria di primo grado, dei plessi “Orlando” e “Da Vinci”, suddivisi in tre squadre organizzate per corso.
Il primo incontro ha visto in campo gli studenti della squadra A contro quelli della squadra C. A passare il turno è stata la squadra del corso C, che su tre set se ne è aggiudica due. Il secondo incontro, la finale, ha visto scendere in campo gli studenti della squadra C contro quelli della squadra B. Ad aggiudicarsi il torneo con due set su tre, la squadra C.
Studenti, docenti e dirigente scolastico del “Roncalli” hanno fortemente voluto dedicare il torneo alla piccola Giada, che insieme ai suoi compagni di classe si era lasciata coinvolgere nelle attività motorie, diventando protagonista nelle attività proposte e parte attiva della squadra.
In questo breve, ma intenso, percorso - continua Eduardo Di Fazio -, ho cercato di coinvolgere tutti i ragazzi, soprattutto quelli che avevano maggiore difficoltà ad inserirsi. Ognuno di loro ha avuto un ruolo, chi in campo, chi a bordo campo. Anche Giada, come i suoi compagni, oggi avrebbe dovuto indossare la maglietta della sua squadra, scendere in campo e giocare con i suoi compagni. Oggi Giada, anche se non fisicamente presente, è stata con noi”.
Una giornata di sport, di competizioni, di vittorie e di sconfitte, sempre all’insegna del sano divertimento, nel rispetto delle regole e dei compagni di squadra.
Oggi non si celebra soltanto un torneo di pallavolo - dichiara Antonina Ausilia Uttilla, dirigente scolastico -, si celebra la prima edizione di un torneo che da quest’anno sarà intitolato ad una nostra alunna. Io preferirei ricordarla ancora così, come nostra alunna. Preferirei immaginarla ancora tra di noi. E sebbene Giada Pillitteri non è più fisicamente con noi, in questo momento, lo è sicuramente con il cuore. La sua essenza ci spinge a condividere con lei questa grandissima festa”.
A fine torneo, a proclamare la squadra vincitrice, c’erano anche i genitori di Giada, mamma Antonella e papà Vincenzo.
Tutti avremmo preferito avere con Giada con noi - dice Alfonso Provvidenza, sindaco di Grotte, rivolgendosi ai due genitori -, purtroppo non è così. Tuttavia, nella tristezza del momento, volevo ringraziarvi per tutto quello che avete fatto per la vostra bambina. Avete regalato a Giada degli anni meravigliosi, circondata da tanto affetto, amore, opportunità e cure. Grazie di cuore”.
Tra la commozione dei presenti, Antonella, la mamma di Giada conclude: “Per Giada faremmo qualunque cosa”.

Alla cerimonia di premiazione erano presenti: don Rosario Bellavia (vicario parrocchiale dell'Unità Pastorale di Grotte); Maria Rita Grassagliata (assessore alla Pubblica Istruzione di Comitini); Alessandra Marsala (assessore alla Iubblica Istruzione di Grotte); Antonio Morreale (assessore all’Ambiente); Maria Concetta D’Aleo (vicepresidente del Consiglio d'Istituto)
. 
  

Redazione
7 giugno 2022.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


07/06/2022

Riconoscimenti. Attestato al maresciallo maggiore Contrafatto, Comandante della Stazione Carabinieri di Grotte

 

M.llo Magg. CC Alfonso David Contrafatto
Alfonso David Contrafatto

Ieri, lunedì 6 giugno 2022, in tutt'Italia si sono svolte celebrazioni per il 208° annuale di fondazione dell'Arma dei Carabinieri.
Nella mattinata ad Agrigento, nell'atrio interno della Caserma "Biagio Pistone",
a presiedere le celebrazioni e fare gli onori di casa è stato il Comandante provinciale dei Carabinieri, colonnello Vittorio Stingo.
L'occasione è stata propizia per fare il punto dell'attività svolta dai militari sul territorio della provincia di Agrigento sia in termini di repressione che soprattutto di prevenzione.
Sono stati consegnati, inoltre, i riconoscimenti al personale che si è distinto in particolari operazioni di servizio;
ricompense che la Legione Carabinieri Sicilia ha concesso ai militari in servizio presso il Comando provinciale.
Tra i premiati, il maresciallo maggiore Alfonso David Contrafatto, Comandante della Stazione Carabinieri di Grotte.
Da 208 anni i Carabinieri sono al fianco dei cittadini, con le Stazioni e Tenenze territoriali, cui si affiancano, con indissolubile sinergia, le Stazioni Forestali e i Reparti Speciali che consentono la tutela e la salvaguardia della popolazione e della legalità sotto ogni profilo: dalla salute all’ambiente, dalla tutela della sicurezza sui luoghi di lavoro a quella del patrimonio culturale, sino al contrasto alle consorterie criminali e terroristiche. Gli interessi della collettività sono costantemente tutelati da uomini e donne che, guidati dai valori dell’Arma e dalla vocazione alla salvaguardia del prossimo, hanno scelto di essere Carabinieri per la vita
. 
 

Carmelo Arnone
7 giugno 2022
© Riproduzione riservata.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


06/06/2022

Chiesa. Avvisi e appuntamenti della settimana

 

Programma della settimana
Unità Pastorale
 

Pubblichiamo gli avvisi diffusi al termine delle sante Messe domenicali e gli appuntamenti ecclesiali più rilevanti (disponibili anche alla pagina "Chiesa").

Lunedì 6 giugno
- ore 08.00, nella chiesa San Rocco, Rosario mariano e Confessioni;
- ore 08.30, nella chiesa San Rocco, santa Messa.

Martedì 7 giugno
- ore 09.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 08.00, nella chiesa San Rocco, Rosario mariano e Confessioni;
- ore 08.30, nella chiesa San Rocco, santa Messa.

Mercoledì 8 giugno
- ore 17.30, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa.

Giovedì 9 giugno
- ore 08.00, nella chiesa San Rocco, Rosario mariano e Confessioni;
- ore 08.30, nella chiesa San Rocco, santa Messa;
- ore 09.30, nella chiesa san Francesco, santa Messa (a seguire adorazione per le vocazioni e confessioni);
- ore 12.00, nella chiesa san Francesco, Angelus;
- ore 16.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, Confessioni (in particolare per i cresimandi e i padrini);

Venerdì 10 giugno
- ore 09.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 08.00, nella chiesa San Rocco, Rosario mariano e Confessioni;
- ore 08.30, nella chiesa San Rocco, santa Messa.

Sabato 11 giugno
- ore 09.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 17.30, nella chiesa San Rocco, Rosario mariano e Confessioni;
- ore 18.00, nella chiesa San Rocco, santa Messa.

Domenica 12 giugno
- ore 09.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 09.30, nella chiesa San Rocco, Rosario mariano e Confessioni;
- ore 10.00, nella chiesa San Rocco, santa Messa;
- ore 11.00, in chiesa Madre, santa Messa;
- ore 17.30, nella chiesa San Rocco, Rosario mariano e Confessioni;
- ore 18.00, nella chiesa San Rocco, santa Messa;
- ore 18.30, in Piazza Anna Magnani (piazza mercato), santa Messa con la celebrazione della Cresima
.  
  

Redazione
6 giugno 2022.  
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


06/06/2022

Iniziative. "Dalla Terapia alla Terra-Pia": pellegrini in visita a Grotte, lungo la Magna Via Francigena

 

"Dalla Terapia alla Terra-Pia"
Pellegrini

"Dalla Terapia alla Terra-Pia"
Logo del cammino

Il cammino a piedi, a contatto diretto con la natura, lungo paesaggi solitari immersi in un ambiente quanto più possibile incontaminato, costituisce un toccasana per il corpo e per lo spirito.
Sulla base di questi presupposti alcune associazioni di Prato, in collaborazione con il Comune di Prato e l'Azienda USL Toscana Centro, hanno voluto realizzare un'originale iniziativa denominata "Dalla Terapia alla Terra-Pia": il disagio mentale si cura in cammino.
Un'esperienza di cammino in compagnia che si ripete da anni e coinvolge persone con disagio psichico, familiari e volontari, ma anche chi vuole semplicemente riscoprirsi pellegrino.
Per quest'anno è stato scelto il cammino della Magna Via Francigena; antica rotta pedonale che, partendo da Palermo, giunge ad Agrigento.
Lungo il tragitto si attraversa il centro abitato di Grotte; un'occasione unica per ammirare le vestigia del passato di questo Comune, scoprirne la storia, vedere le opere di street art e gustare le specialità gastronomiche locali.
Questa è l'esperienza vissuta nei giorni scorsi dai pellegrini di Prato, accolti calorosamente dai cittadini e dal sindaco Alfonso Provvidenza
.
Nelle immagini a lato, alcuni momenti della visita a Grotte
.  
  

Redazione
6 giugno 2022.  
  

"Dalla Terapia alla Terra-Pia"
Con il Sindaco

"Dalla Terapia alla Terra-Pia"
Nel centro storico

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


06/06/2022

Spettacolo. Ritorna "La Corrida" con Aristotele Cuffaro; aperte le iscrizioni

 

La Corrida
Logo

Dopo due anni di pausa, ritorna a Grotte, in Piazza Marconi, "La Corrida", spettacolo tanto atteso da un affezionato e caloroso pubblico, organizzato e condotto da Aristotele Cuffaro.
Come le precedenti edizioni, quella di quest'anno si preannuncia ricca di spettacolo, comicità e divertimento, con il giudizio insindacabile del pubblico munito di fischietti e campanacci. La manifestazione è la rivisitazione locale del celebre programma televisivo omonimo condotto da Corrado. Semplice la formula: nella prima parte dell'esibizione i concorrenti, provenienti da ogni parte della provincia, vengono lasciati esibire in tranquillità; nella seconda parte, il pubblico esprime il suo gradimento con applausi e frasi di approvazione, o di disapprovazione con sonagli, campanacci, fischietti, pentolame e oggetti di ogni genere.
Questa edizione si articolerà in 3 serate; nelle prime due - martedì 5 e martedì 12 luglio -, si esibiranno 10 concorrenti per ogni serata; i migliori cinque si aggiudicheranno la partecipazione alla finale che si terrà martedì 19 luglio e nella quale verrà decretato il vincitore.
Per iscrizioni o ulteriori informazioni è possibile contattare il numero
388.7908838.  
  

Redazione
6 giugno 2022.  
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


06/06/2022

Racalmuto. Presentazione del libro "Ecologia tra cielo e terra" di Guido Bissanti; sabato 11 giugno alla Fondazione Sciascia

 

Ecologia tra cielo e terra
Manifesto

Sabato 11 giugno 2022, a partire dalle ore 18.00, a Racalmuto presso i locali della Fondazione "Leonardo Sciascia" si terrà la presentazione del libro di Guido Bissanti dal titolo "Ecologia tra cielo e terra"; sottotitolo "Verso l'unica via di convivenza tra Umanità e Natura".
La manifestazione, organizzata dall'Assessorato alla Cultura del Comune di Racalmuto, con il patrocinio del Ministero della Cultura, dell'Assessorato regionale dei Beni Culturali e dell'Identità siciliana, e della Fondazione "Leonardo Sciascia", sarà coordinata da Enzo Sardo.
Alla presentazione interverranno: Vincenzo Maniglia (Sindaco di Racalmuto) e Vittorio Stingo (Colonnello, Comandante provinciale dell'Arma dei Carabinieri di Agrigento).
Le relazioni saranno a cura del Ten. Col. Vincenzo Castronovo (Comandante del Centro Anticrimine Natura Carabinieri di Agrigento), di Calogero Alaimo Di Loro (Presidente nazionale di ItaliaBio) e di Rosa Cartella (Dirigente scolastico dell'Istituto comprensivo "M. L. King" di Caltanissetta. Concluderà l'Autore.
Gli interventi artistici (con musiche del M° Pippo Flora) saranno a cura di Miriam Bissanti, Ignazio Cacciatore, Antonio Provenzani e il Coro di Pippo Flora
.  
  

Redazione
6 giugno 2022.  
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


05/06/2022

Scuola. Premio "Racalmare - Leonardo Sciascia - Scuola"; martedì 7 giugno la cerimonia di premiazione

 

Premio "Racalmare - Leonardo Sciascia - Scuola"
Racalmare - Scuola

Per la XIII edizione del premio letterario “Racalmare - Leonardo Sciascia - Scuola”, la giuria dei lettori dell'Istituto Comprensivo "Angelo Roncalli" di Grotte, composta esclusivamente da studenti della scuola secondaria di primo grado, ha selezionato la terna dei finalisti.
Il premio, organizzato dall’Istituto Comprensivo con il patrocinio del Comune di Grotte, viene riproposto dopo due anni di pausa forzata dovuta alla pandemia.
Tre i testi di narrativa, particolarmente graditi dai ragazzi, tre gli autori che saranno presenti nell'atrio interno del plesso di Via Acquanova, martedì 7 giugno 2022 alle ore 10.30, per contendersi la vittoria.
In concorso per il premio 2022 ci sono:
- "Il presidente XI e Antonio. Diario di un incontro indimenticabile" di Antonio Tancredi Cadili (Medinova Onlus editore);
- "Haditi. Racconti d’Africa" di Alberto Todaro con foto di Nuccio Zicari (Medinova Onlus editore);
- "
Giuditta e l'orecchio del diavolo", di Francesco D'Adamo (Giunti editore).
L'incontro con i tre autori darà loro la possibilità di interagire con il giovane pubblic
o del "Roncalli" per chiarire dubbi, argomentare scelte, orientare interessi. Dopo l’incontro-dibattito con gli autori si svolgerà la votazione, a scrutinio segreto, che decreterà il testo vincitore.
"Il Premio letterario Leonardo Sciascia Scuola - spiega Accursia Vitello, responsabile del premio - per la nostra istituzione rappresenta un importante strumento, preziosissimo dal punto di vista didattico per stimolare e consolidare l’amore per la lettura e la passione per i libri. Leggere un libro vuol dire conoscere nuovi mondi, accarezzare prospettive inedite; vuol dire anche attivare il pensiero critico, stimolare la creatività. Un libro non è mai solo un libro, se adeguatamente mediato può diventare un importante strumento di crescita. Siamo certi che con il Racalmare Scuola instilliamo nei nostri ragazzi un amore per la lettura che difficilmente potranno dimenticare".

"Ritornare a celebrare il Racalmare Scuola - dichiara Antonina Ausilia Uttilla, dirigente scolastico e presidente del premio - restituisce ai nostri ragazzi l’idea di normalità. Non ci siamo liberati completamente dalle restrizioni, ma ritorniamo ad assaporare un modo di fare scuola più stimolante. I nostri ragazzi diventano i veri protagonisti di un progetto che li ha visti impegnati in questi ultimi mesi, guidati dai loro docenti, nella lettura dei testi in concorso. I ragazzi, si sa, hanno un modo autentico di guardare al mondo, di leggere tra le righe, di fare respirare i personaggi di un romanzo. Ecco, incontrare gli autori sarà per loro un’occasione unica, un importante opportunità di crescita, che gli permetterà di scoprire nuove prospettive e nuovi mondi".
La cerimonia di premiazione, che avrà luogo il prossimo martedì 7 giugno 2022 alle ore 10.30 nell’atrio del plesso "Vittorio Emanuele Orlando" in Via Acquanova a Grotte, interverranno: il dirigente scolastico Antonina Ausilia Uttilla (Presidente della Giuria), Alfonso Provvidenza (Sindaco di Grotte) e Alessandra Marsala (Assessore alla Pubblica Istruzione)
. 
  

Redazione
5 giugno 2022.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


05/06/2022

Agrigento. "I concorsi di progettazione per accedere ai fondi del PNRR": Grotte ha firmato un protocollo

 

"I concorsi di progettazione per accedere ai fondi del PNRR": Grotte ha firmato un protocollo
La Mendola e Provvidenza

Al Convegno
Al Convegno

La Mendola e Cancelleri
La Mendola e Cancelleri

Tavola rotonda
Tavola rotonda


Nuovi scenari per l'economia
Locandina

L’Ordine degli architetti ha firmato i primi protocolli d’intesa con le pubbliche amministrazioni: l’obiettivo è garantire il supporto tecnico dell’Ordine nelle procedure concorsuali con la concessione a titolo gratuito della piattaforma informatica del Consiglio Nazionale degli Architetti (CNA), su cui i concorsi si svolgono velocemente e con ampia garanzia di anonimato.
Nel corso del convegno “Nuovi scenari per l’economia, tra guerra in Ucraina, pandemia e Recovery Plan”, promosso dall’Ordine degli architetti, presieduto da Rino La Mendola, svoltosi venerdì 3 giugno nell’aula Crescente del Consorzio universitario Empedocle, relatori autorevoli si sono alternati per spiegare i vantaggi e le opportunità messi a disposizione attingendo alle risorse stanziate dallo Stato lo scorso 17 dicembre.
Accesi i riflettori sui nuovi scenari economici determinati dalla drammatica guerra in Ucraina piuttosto che dalla pandemia da Covid-19 e contestualmente abbiamo lanciato i primi concorsi di progettazione che gli enti beneficiari delle risorse stanziate dallo Stato dovranno bandire entro il prossimo 18 agosto - ha affermato Rino La Mendola -. A queste risorse potranno accedere il Libero Consorzio di Agrigento e i comuni con meno di 30mila abitanti per un importo complessivo di 1milione600mila euro, in termini di montepremi per concorsi di progettazione che genereranno sul nostro territorio una serie di lavori per un importo di 60milioni di euro”.
Presente anche il prefetto di Agrigento Maria Rita Cocciufa, che ha sottolineato l’importanza di accedere ai fondi erogati dallo Stato.
Spero ci siano degli sviluppi concreti - ha dichiarato il prefetto Cocciufa - perché si tratta di una occasione unica ed è un peccato sia sprecata. Certo, i Comuni hanno bisogno di supporto e di persone che redigano i progetti e, per questo, credo sia utile il rapporto di collaborazione con l’Ordine degli architetti anche in considerazione dei tempi brevi. È una iniziativa che va nella direzione giusta. Stiamo cercando di spronare i Comuni, anche perché dal Ministero arrivano delle forti sollecitazioni, ma è difficile che vengano fatti progetti nonostante gli strumenti messi a disposizione perché i Comuni hanno difficoltà a causa della carenza di personale. C’è un altro aspetto che riguarda la vigilanza, affinché queste somme siano utilizzate bene e vadano a imprese sane che lavorano nella legalità. Su questo siamo fortemente chiamati a vigilare”.
Un’interessante iniziativa per spiegare ai Comuni come con i soldi per le progettazioni si possano avviare i lavori per svariati milioni di euro - ha detto Giancarlo Cancelleri, sottosegretario di Stato al Ministero delle Infrastrutture e Mobilità -. Con l’architetto Rino La Mendola abbiamo programmato questo incontro per spiegare ai sindaci come le somme a disposizione per la progettazione sviluppano lavori per oltre 20milioni di euro, opportunità per il territorio che non vanno lasciate al caso. Ecco perché abbiamo voluto radunare tutti quanti e creare il punto di appoggio. Oggi si sono poste le basi per avviare una collaborazione tra enti pubblici e attività private, quali studi di progettazione, ordini professionali, che si mettono a disposizione affinché le risorse arrivino ai territori così da generare sviluppo economico, posti di lavoro e, finalmente, non perdere neanche un centesimo delle opportunità”.
Al convegno, moderato dalla giornalista Giovanna Neri, hanno portato il loro contributo, oltre al presidente La Mendola, Lorenzo Bellicini, direttore del Cresme; Lilia Cannarella, responsabile del dipartimento Agenda Urbana del Cna; l’architetto Gianluca Peluffo.
Dopo le relazioni, si è svolta la tavola rotonda sul tema “I concorsi per accedere al PNRR” alla quale hanno partecipato don Mario Sorce, Cartello sociale Agrigento e direttore diocesano pastorale sociale; Salvatore Pezzino, Camera di commercio; i sindaci Margherita La Rocca Ruvolo (Montevago), Vincenzo Maniglia (Racalmuto), Marilena Mauceri (Menfi), Alfonso Provvidenza (Grotte), Santo Borsellino (Cattolica Eraclea) e Raffaele Sanzo, commissario straordinario del Libero Consorzio comunale di Agrigento.
Per il Comune di Grotte, il sindaco Alfonso Provvidenza ha sottoscritto, con l’Ordine, un protocollo di intesa finalizzato a garantire il supporto tecnico-logistico dello stesso Ordine nella procedura concorsuale, con la concessione, a titolo gratuito, dell’uso della piattaforma informatica del Consiglio Nazionale degli Architetti. Il Comune di Grotte ha ottenuto un finanziamento per concorsi di progettazione per un ammontare di circa 50.000 euro. Il concorso che riguarderà Grotte avrà come oggetto il Calvario: numerosi giovani architetti stileranno progetti sulla riqualificazione del Calvario; il vincitore si aggiudicherà l'importo di 47.000 euro, Sulla base del progetto sarà poi stilato un progetto esecutivo di 2 milioni di euro sulla base del quale si potrà ottenere il finanziamento dei lavori.
Nelle immagini a lato, alcuni momenti della manifestazione
. 
  

Redazione
5 giugno 2022.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


03/06/2022

Volontariato. Martedì 14 giugno inaugurazione della sede dell'AVIS comunale di Grotte

 

Inaugurazione della sede AVIS di Grotte
Manifesto

Dopo almeno due anni d'attesa, finalmente martedì 14 giugno verrà inaugurata ufficialmente la sede dell'AVIS comunale di Grotte OdV (Organizzazione di Volontariato).

Martedì 14 giugno inaugurazione della sede dell'AVIS comunale di Grotte

La cerimonia è stata fissata in concomitanza con il World Blood Donor Day - Giornata Mondiale del Donatore di Sangue.
Alla manifestazione, per la presentazione del punto di raccolta fisso di sangue - in Via Francesco Ingrao n° 92/94 -, interverrà il sindaco Alfonso Provvidenza (l'AVIS di Grotte gode del patrocinio del Comune) e le altre Autorità religiose e militari.
Il programma dell'inaugurazione prevede:
- alle ore 18.00 il taglio del nastro, la benedizione della nuova sede e la celebrazione della santa Messa nel piazzale adiacente, presieduta da don Totò Zammito (in precedenza aveva assicurato la presenza don Baldo Reina il quale, a causa degli impegni imprevisti derivanti dalla recente nomina a vescovo ausiliare di Roma, non potrà intervenire);
- alle ore 19.00 il saluto del Sindaco di Grotte e delle altre Autorità;
- alle ore 20.00 la visita alla sede e il rinfresco.
La prima donazione di sangue in sede sarà effettuata la successiva domenica 19 giugno (è necessario prenotarsi telefonando al numero dell'AVIS Grotte 377.0974739 o al 320.4434713 del presidente Pietro Zucchetto).
Altre seguenti giornate di donazione sono previste per le domeniche: 10 luglio, 24 luglio, 28 agosto e 11 settembre 2022.
Nel rivolgere l'invito alla partecipazione, il presidente Zucchetto esorta: "Non venire da solo, porta con te un amico! Dopo tanta attesa, vi aspettiamo numerosi!"
. 
 

Carmelo Arnone
3 giugno 2022
© Riproduzione riservata.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


03/06/2022

Politica. Festa della Repubblica; il Comune di Grotte presente alla manifestazione di Agrigento

 

2 Giugno 2022
2 Giugno 2022

2 Giugno 2022
2 Giugno 2022

Ieri, giovedì 2 giugno 2022, si è svolta ad Agrigento la manifestazione in occasione dell'annuale della Festa della Repubblica, alla presenza del Prefetto di Agrigento, dei Sindaci del Libero Consorzio dei Comuni, e delle Autorità militari.
"Per essere liberi difendiamo - ha dichiarato il Prefetto di Agrigento Maria Rita Cocciufa - i valori di correttezza, legalità e solidarietà. I valori fondanti della nostra Costituzione sono sempre attuali, dobbiamo renderli vivi con la nostra testimonianza e con il nostro esempio di correttezza, di legalità e di solidarietà. Se dovessimo rinunciare a questi valori, non sarebbe più un Paese civile e libero e bisogna fare attenzione perché abbiamo visto quello che sta accadendo nel cuore dell'Europa che è un attentato alle libertà delle persone".
Alla manifestazione ha partecipato il primo cittadino di Grotte Alfonso Provvidenza, che ha sottolineato: "Come sempre, il Comune di Grotte è presente".
Nelle immagini a lato (foto di © Antonio Salvaggio) alcuni momenti della manifestazione
.  
  

Redazione
3 giugno 2022.  
  

2 Giugno 2022
2 Giugno 2022

2 Giugno 2022
2 Giugno 2022

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


03/06/2022

Politica. Referendum: domenica 5 giugno gazebo della Lega in Piazza Marconi

 

Gazebo della Lega in Piazza Marconi
Manifesto

Domenica 5 giugno, a partire dalle ore 09.00 e sino alle ore 13.00 in Piazza Marconi a Grotte, sarà presente un gazebo della "Lega Salvini - Prima l'Italia", partito promotore dei Referendum popolari per i quali si voterà il 12 giugno.
Gli attivisti e i simpatizzanti della Sezione di Grotte, coordinata dal segretario Joel Butera, incontreranno i cittadini per spiegare le ragioni del "sì" al referendum
.  
  

Redazione
3 giugno 2022.  
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


02/06/2022

Agrigento. Convegno su "Nuovi scenari per l'economia. I concorsi di progettazione per accedere ai fondi del PNRR"

 

Nuovi scenari per l'economia
Locandina

Venerdì 3 giugno alle ore 15.30, ad Agrigento nell’aula Luca Crescente del Consorzio Universitario Empedocle. Si terrà il convegno “Nuovi scenari per l’economia, tra guerra in Ucraina, pandemia e Recovery Plan”, organizzato dall’Ordine degli architetti.
Il convegno è finalizzato ad accendere i riflettori, da un lato, sui nuovi scenari economici determinati dalla guerra in Ucraina e dalla pandemia e, dall’altro, sulla necessità che gli enti beneficiari delle risorse stanziate, dal Presidente del Consiglio dei Ministri, con Decreto dello scorso 17 dicembre, fruiscano, nel migliore dei modi, dei fondi del PNRR attraverso i concorsi di progettazione che dovranno essere banditi, dagli stessi enti, entro il prossimo 18 agosto.
Sul territorio provinciale a tali risorse potranno accedere il Libero Consorzio comunale e i 38 Comuni con meno di 30.000 abitanti, per un importo complessivo di circa 1,6 milioni di euro, quale montepremi per i concorsi di progettazione, che possono generare lavori pubblici, in provincia di Agrigento, per circa 60 milioni di euro.
Rispondendo agli stimoli dell’Ordine, il Libero Consorzio Comunale e i Comuni di Menfi, Montevago, Grotte e Racalmuto hanno immediatamente manifestato l’intenzione di sottoscrivere, con l’Ordine, un protocollo di intesa finalizzato a garantire agli enti beneficiari il supporto tecnico-logistico dello stesso Ordine nella procedura concorsuale, con la concessione, a titolo gratuito, dell’uso della piattaforma informatica del Consiglio Nazionale degli Architetti, su cui i concorsi si svolgono velocemente e con ampia garanzia di anonimato.
Il Comune di Grotte ha ottenuto un finanziamento per concorsi di progettazione per un ammontare di circa 50.000 euro. Il concorso che riguarderà Grotte avrà come oggetto il Calvario: numerosi giovani architetti stileranno progetti sulla riqualificazione del Calvario; il vincitore si aggiudicherà l'importo di 47.000 euro, Sulla base del progetto sarà poi stilato un progetto esecutivo di 2 milioni di euro - spesso i Comuni non riescono ad accedere ai finanziamenti perché sprovvisti di progetti esecutivi - sulla base del quale si potrà ottenere il finanziamento dei lavori.
Al convegno, dopo l’apertura del Presidente ed il saluto delle Autorità presenti, interverranno: il direttore del CRESME Lorenzo Bellicini, la responsabile del Dipartimento “Agenda Urbana” del Consiglio Nazionale degli Architetti e componente del Bureau esecutivo dell’UMAR (Union of  Mediterranean  Architects) Lilia Cannarella ed l'architetto Gianluca Peluffo, apprezzato protagonista di architettura contemporanea di qualità.
A seguire, nel corso della tavola rotonda, coordinata dalla giornalista Giovanna Neri, interverranno anche il commissario straordinario della Camera di Commercio Giuseppe Termine, il rappresentante del Cartello Sociale don Mario Sorce, il commissario del Libero Consorzio Comunale di Agrigento Raffaele Sanzo ed i sindaci  dei Comuni di Grotte Alfonso Provvidenza, di Racalmuto Vincenzo Maniglia, di Menfi Marilena Mauceri e di Montevago Margherita La Rocca Ruvolo.
Concluderà i lavori il sottosegretario di Stato al Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Giancarlo Cancelleri
. 
  

Redazione
2 giugno 2022.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


02/06/2022

Comune. Festa della Repubblica; messaggio del presidente del Consiglio comunale Aristotele Cuffaro

 

Festa della Liberazione; discorso del presidente del Consiglio comunale Aristotele Cuffaro
Aristotele Cuffaro

Pubblichiamo il messaggio del Presidente del Consiglio comunale di Grotte, Aristotele Cuffaro (nella foto a lato), in occasione della Festa della Repubblica.

*****

"Oggi celebriamo il 76° anno d’età della nostra amata Repubblica.
È stato il popolo, attraverso il referendum del 2 giugno del 1946, ad avere scelto questa forma istituzionale dello Stato.
Attraverso la festa della Repubblica prendiamo consapevolezza dell’identità liberaldemocratica della nostra nazione, rafforzando l’amore per la patria, plasmata da un susseguirsi di generazioni protagoniste del pluralismo politico presente.
La ritualità della celebrazioni deve essere monito ad una costante memoria, per non portarci all’appiattimento e alla dimenticanza dei sacrifici e delle morti dei nostri avi.
Viste le vicende di politica estera che coinvolgono indirettamente l’Italia nel conflitto ucraino, il mio desiderio è che il popolo italiano onori la memoria e la consideri cardine della Repubblica, per non cedere a tentazioni di politiche autoritarie ed estremiste.
Talune forze politiche hanno subito il fascino del leader autocrate russo, con visioni espansionistiche di tipo imperiale.
Non possiamo e non dobbiamo mai cedere e farci abbagliare dalla ricchezza oligarchica, figlia della negazione della libertà democratica.
Essere liberi non è uno status sociale scontato!
Pertanto festeggiamo, ricordando e solidarizzando con il popolo ucraino privato della propria autodeterminazione.
Viva la Repubblica!
Viva la libertà!
Viva l’Italia!
".

 

   

Il Presidente del Consiglio comunale
Aristotele Cuffaro

 

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


01/06/2022

Ambiente. Domani, giovedì 2 giugno, Festa della Repubblica, sarà regolare la raccolta differenziata

 

raccolta differenziata porta a porta

Con un avviso diffuso alla cittadinanza, l'Assessorato all'Ambiente del Comune di Grotte ha comunicato che domani, giovedì 2 giugno 2022, Festa della Repubblica, anche se è un giorno festivo, la raccolta differenziata "porta a porta" sarà effettuata regolarmente.  
  

Redazione
1 giugno 2022.  
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


01/06/2022

Social. Piero Castronovo alla scoperta di Padre Vinti; il 3 giugno nuova diretta Facebook sulla vita del Venerabile

 

Piero Castronovo
Piero Castronovo

Venerdì 3 giugno alle ore 19.00, sulla pagina Facebook "L'Osservatore Grottese", verrà trasmesso in diretta streaming un secondo incontro dalla casa natale di Padre Vinti, organizzato e moderato da Piero Castronovo.
Prosegue il cammino di preparazione al 100° anniversario dell'ordinazione sacerdotale di Padre Vinti (avvenuta il 9 luglio 1922 per le mani del vescovo di Agrigento mons. Bartolomeo Lagumina). Il prossimo 9 luglio 2022, a Grotte in Piazza Umberto I, verrà celebrata una solenne santa Messa all'aperto, presieduta dall'arcivescovo S.E. mons. Alessandro Damiano, concelebrata dal clero cittadino e con la partecipazione del vice postulatore della causa di beatificazione don Calogero Morgante, in onore del Venerabile grottese.
In considerazione delle virtù eroiche di Padre Vinti, venerdì 1 luglio (giornata nella quale la Chiesa celebra la solennità del Preziosissimo Sangue) nella chiesa Madre di Grotte si terrà un ritiro spirituale diocesano per tutti i sacerdoti, di cui costituirà un momento particolare il pellegrinaggio verso la casa natale del Venerabile grottese.
Lo scorso 20 maggio, dalla casa natale del venerabile Sacerdote, è stata diffusa una prima diretta Facebook, che ha visto la partecipazione dell'ispettore capo di Polizia Municipale Salvatore Liotta, del coordinatore dell’Unità pastorale cittadina don Totò Zammito e del custode della casa di Padre Vinti Domenico Vizzini.
Alla diretta di venerdì 3 giugno, moderata sempre da Piero Castronovo, parteciperanno: il sindaco di Grotte dott. Alfonso Provvidenza, il vicario parrocchiale dell'Unità pastorale "Santa Venera - BMV del Monte Carmelo" don Rosario Bellavia, il vice postulatore della causa di beatificazione di Padre Vinti don Calogero Morgante, il custode della casa di Padre Vinti Domenico Vizzini e il dott. Antonio Carlis (unico testimone vivente della prima Commissione incaricata di raccogliere dati, testimonianze e documentazione per avviare l'iter diocesano di beatificazione).
La casa natale di Padre Vinti è aperta ogni mercoledì dalle ore 16.30 alle 17.30
; per i pellegrini che desiderano farvi visita in altri giorni e orari, la casa è da considerare sempre aperta previo appuntamento, contattando il numero 320.4475533
.  
  

Redazione
1 giugno 2022.  
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


01/06/2022

Giustizia. Il TAR ha bocciato il bando del Comune per 2 posti di istruttore direttivo amministrativo: la sentenza

 

TAR
Tribunale

Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Sicilia ha annullato il bando di concorso indetto dal Comune di Grotte per la copertura di 2 posti a tempo pieno indeterminato di istruttore direttivo amministrativo Cat. D - posizione economica D1.

Il TAR ha bocciato il bando del Comune per 2 posti di istruttore direttivo amministrativo: la sentenza
(Leggi la sentenza)

Il 28 agosto 2020 il Comune di Grotte aveva pubblicato un "bando di concorso per soli titoli per la copertura di n. 2 posti di Istruttore Direttivo Amministrativo, categoria giuridica ed economica D1, a tempo pieno ed indeterminato, di cui n. 1 riservato al personale interno" (leggi il bando).
Il 23 febbraio 2021, con una Determina Dirigenziale, ne era stata approvata la graduatoria definitiva, contro la quale un concorrente aveva presentato ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale per la Sicilia chiedendone l'annullamento, previa sospensione dell'efficacia.
Il Comune di Grotte si era costituito per resistere al ricorso, dando affidamento dell'incarico legale all’avv. Girolamo Rubino, deducendone l’inammissibilità, oltre che la sua infondatezza nel merito.
Il TAR, nella camera di consiglio del giorno 24 novembre 2021, ha pronunciato la sentenza sul ricorso, accogliendolo, annullando il bando di concorso e condannando il Comune di Grotte alla rifusione delle spese di lite in favore della parte ricorrente.
Il concorrente che ha presentato ricorso al TAR, aveva dedotto, come primo motivo, l’illegittimità del bando di concorso, nella parte in cui non aveva previsto l’accertamento della conoscenza della lingua inglese da parte dei candidati, in violazione dell’art. 37, comma 1 del d. lgs. n. 165/2001, e l’illegittimità derivata di tutti gli ulteriori atti della procedura concorsuale.
Con un secondo motivo di ricorso, aveva lamentato l’illegittimità dell’operato della commissione esaminatrice, laddove questa aveva omesso la valutazione di 4 titoli vantati dal concorrente.
Come terzo motivo, aveva lamentato l’illegittimità dell’attribuzione, in favore di taluni concorrenti, di un punteggio per la laurea triennale quale primo titolo di studio e di un ulteriore punteggio per la successiva laurea specialistica o magistrale, che solo erroneamente sarebbe stata considerata "altro titolo di studio equivalente".
Infine (quarto motivo) aveva dedotto l’illegittimità della positiva valutazione, con conseguente attribuzione di un punteggio, di taluni titoli vantati da alcuni candidati, nonostante questi non fossero in alcun modo inerenti alla professionalità richiesta per il posto messo a concorso.
Dopo aver esaminato il ricorso, gli atti della causa e udito i difensori delle parti, il Tribunale Amministrativo Regionale per la Sicilia è giunto alla conclusione che "il bando di concorso - insieme ai successivi atti applicativi, su cui incide la c.d. invalidità ad effetto caducante - merita annullamento"; pertanto "definitivamente pronunciando sul ricorso, come in epigrafe proposto, lo accoglie, nei sensi precisati in motivazione" e "condanna il Comune di Grotte alla rifusione delle spese di lite in favore della ricorrente, liquidandole in € 2.000,00, oltre accessori e rifusione del contributo unificato".
La sentenza, della quale diamo notizia, è stata pubblicata ufficialmente il 15 febbraio 2022
. 
 

Carmelo Arnone
1 giugno 2022
© Riproduzione riservata.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


www.rotte.info

Copyright © 2002-2022