www.rotte.info: periodico indipendente d'informazione del paese di Grotte (provincia di Agrigento).

Grotte.info Quotidiano - Luglio 2022

Home

>

Notiziario

>

Luglio 2022

 

31/07/2022

Politica. "Per un seggio in parlamento venderebbero l'anima al diavolo"; di Enzo Napoli

 

Enzo Napoli
Enzo Napoli

Provo una certa soddisfazione nell'assistere, con l'approssimarsi delle scadenze elettorali, alla frenesia di tanti che per un seggio in parlamento, regionale o nazionale che sia, venderebbero l'anima al diavolo (cosa che tanti effettivamente fanno).
Un po' perché mi considero guarito da questa forma di psicopatia di cui per lungo periodo vi confesso ho sofferto anch'io, un po' perché per una divina legge del contrappasso, mi diverte assistere alle angosce di coloro che, con bovina lungimiranza, sono stati entusiastici sostenitori dei limiti di mandato e della riduzione del numero dei seggi e rischiano adesso concretamente di restare esclusi.
Mi è capitato di vedere taluni, di cui pure nutrivo grande stima e consideravo amici, precipitare in bassezze e tradimenti da osteria, pur di continuare a difendere od ottenere il privilegio dell'essere deputato.
Mi è capitato, soprattutto nell'ultimo decennio, di assistere ad un'assurda lotteria che ha portato su scranni, un tempo prestigiosi, gente che a malapena riesce a coniugare verbi e pensieri, a cui veniva affidato, da parche non solo cieche, ma palesemente sorde, il compito di votare le leggi che governano le vite altrui.
Solo in casi rari, rarissimi, ho avuto la fortuna di ascoltare da donne ed uomini di rara nobiltà, il sottrarsi al rito tribale delle candidature (dall'esito positivo assicurato), che tanto mi hanno ricordato una delle pagine più belle mai scritte da un siciliano.
"Non ogni cosa era compresa dal buon Chevalley: soprattutto gli riusciva  oscura l’ultima frase: aveva visto i carretti variopinti trainati dai cavalli impennacchiati, aveva sentito parlare del teatro di burattini eroici, ma anche lui credeva che fossero autentiche vecchie tradizioni".
Burattini, eroismo da opera dei pupi, ma stanchi dei fili che i pupari da Roma continuano a muovere su questa invereconda baracca della politica siciliana.

  
Enzo Napoli
31 luglio 2022
© Riproduzione riservata.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


31/07/2022

Attualità. "Totò Agnello in pensione: impiegato comunale, autista modello"; di Piero Castronovo

 

Totò Agnello
Totò Agnello

Il primo luglio 2022 è andato in quiescenza dal servizio il signor Antonio Agnello, detto Totò: impiegato comunale, autista di scuolabus.
Totò è una persona degna di menzione, poiché ha reso un servizio: il suo servizio eccellente, impeccabile e serio.
Garbato, diligente, educato, attento ai mille pericoli che in quel breve tragitto, da casa a scuola, potevano incombere sui nostri figli.
Lo voglio ringraziare personalmente, a nome della mia famiglia e di mio figlio Vittorio.
Non è per nulla scontato che un dipendente pubblico dia il massimo di sé stesso.
Grazie Totò. Goditi la meritata pensione

  
Piero Castronovo
31 luglio 2022
© Riproduzione riservata.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


31/07/2022

Sport. Premiazioni del Torneo Estivo Città di Grotte della "A.S.D. Pan Sagittarius"

 

Premiazioni del Torneo Estivo Città di Grotte
Premiazione

Premiazioni del Torneo Estivo Città di Grotte
Premiazione

Si è concluso, lo scorso mercoledi 27 luglio, il Torneo Estivo - Città di Grotte 2022 di calcio a 5 organizzato dalla "ASD Pan Sagittarius - Scuola Calcio Peppe Castiglione", con il patrocinio del Comune di Grotte, nell'ambito della 1^ edizione del "Summer Camp", iniziativa di sport e attività atletiche.
La partita finale ha fatto registrare una grande partecipazione del pubblico grottese, che ha assistito con entusiasmo, sostenendo calorosamente la propria squadra del cuore. Ad aggiudicarsi il gradino più alto del podio è stata la formazione dei
"Cityzens" che ha battuto in finale il team "Bar Puglisi". Il titolo di capocannoniere è stato conquistato da Dylan Rizzo, mentre il riconoscimento di "Miglior giocatore" è stato conferito a Mario Vizzini.
Le coppe e i premi sono stati consegnati dal
sindaco Alfonso Provvidenza, dall'assessore Giuseppe Mancuso. dall'assessore Antonio Morreale, dalla vicesindaco Roberta Di Salvo e dal consigliere comunale Angelo Carlisi. (nelle foto a lato, alcuni momenti della premiazione).
Mercoledì prossimo, 3 agosto 2022, sempre sul campo di calcetto comunale, si terranno le finale della "Summer Camp" per i giovanissimi atleti delle categorie 2008-2009-2010-2011-2012.

  
Carmelo Arnone
31 luglio 2022.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


31/07/2022

Agrigento. "Pirandello Stable Festival" XXII edizione; appuntamenti col teatro e la poesia

 

Pirandello Stable Festival
Locandina
 

Il "Pirandello Stable Festival" di Mario Gaziano, giunto alla XXII edizione, propone per l'estate 2022 ben 5 appuntamenti con il teatro e la poesia. Il programma delle manifestazioni, per la direzione artistica di Mario Gaziano, è realizzato con il patrocinio del Comune di Agrigento, della Regione Sicilia e del Parco archeologico "Valle dei Templi".
Le serate si svolgeranno nell'anfiteatro del Parco Letterario Pirandello, al Piazzale Caos di Agrigento presso la casa natale di Luigi Pirandello.
Questi gli appuntamenti:
- sabato 6 agosto, ore 21.00, "La patente" e "Il professor Terremoto" (adattamento di Stefano Milioto, dall'omonima novella di Pirandello);
- sabato 20 agosto, ore 21.00, "L'uomo, la bestia, la virtù" (commedia comica di Pirandello);
- domenica 28 agosto, ore 21.00, "La sagra del Signore della nave" e "Il figlio cambiato" (scene popolari tratte da opere di Pirandello);
- lunedì 12 settembre, premiazione del concorso poetico "Una poesia per Pirandello" XI edizione;
- giovedì 15 settembre, XXII Premio Internazionale "Pergamene Pirandello".
Le rappresentazioni teatrali vedranno la partecipazione straordinaria di Mario Sorbello e degli artisti del Pirandello Stable Festival e del Teatro da Camera del Circolo Empedocleo.
L'ingresso è gratuito; è consigliata la prenotazione telefonica al box office chiamando il numero 0922.20500. L'ingresso è consentito dalle ore 20.15; le prenotazioni scadono alle ore 20.40
.
  

Redazione
31 luglio 2022.  
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


31/07/2022

Comune. "Estate a Grotte": programma delle manifestazioni e attività

 

Estate a Grotte
Manifesto
 

Nella serata di ieri è stato diffuso, sui social, il cartellone dell'estate grottese. Il manifesto della "Estate a Grotte", a firma dell'assessora allo Spettacolo Alessandra Marsala, dell'assessore allo Sport Giuseppe Mancuso e del sindaco Alfonso Provvidenza, riporta le date delle manifestazioni e attività destinate ad animare le calde serate estive.
Di seguito pubblichiamo il programma.

Domenica 24 luglio
- o
re 21.30 - in Piazza Umberto I, Innesti Festival - Waiting for the Miss (Miss Jenny Pavone, spettacolo per tutta la famiglia).

Mercoledì 27 luglio
- o
re 21.30 - in Piazza Umberto I, Innesti Festival - Stop! (Ramingo Solo Show, spettacolo per tutta la famiglia).

Lunedì 1 agosto
- o
re 20.30 - in Piazza Umberto I, Premio Nino Martoglio - XIX edizione (ideato e diretto da Aristotele Cuffaro).

Martedì 2 agosto
- o
re 21.30 - in Piazza Umberto I, Innesti Festival - Malleabile (Peppino Marabita, spettacolo per tutta la famiglia).

Giovedì 4 agosto
- o
re 21.30 - in Piazza Umberto I, FuoriClasse - Talenti in Comune (Media & Communication, premiazione giovani studenti grottesi).

Venerdì 5 agosto
- o
re 21.30 - in Piazza Umberto I, Innesti Festival - Di Pezza (Red One Duo, spettacolo per tutta la famiglia).

Sabato 6 agosto
- o
re 21.30 - in Piazza Umberto I, Il figlio legittimo - Commedia popolare (Compagnia Teatro Popolare).

Lunedì 8 agosto
- o
re 21.30 - in Piazza Umberto I, Annata ricca massaru cuntenti - Commedia popolare (Aromi di Sicilia).

Sabato 13 agosto
- o
re 21.30 - in Piazza Umberto I, Quando vivi splendi - Teatro (ArTesia - Il Teatro del Baratto).

Da giovedi 19 a sabato 27 agosto
- o
re 21.30 - in Piazza Umberto I, Premio Racalmare - Leonardo Sciascia.

Settembre (data da definire)
- o
re 21.30 - in Piazza Umberto I, Il soldato sbruffone - Commedia popolare (Teatro della Posta Vecchia, con Aristotele Cuffaro e Giovanni Moscato).

Attività sportive nei mesi di luglio e agosto
- Summer Cup - Tennis, Torneo singolare maschile - T.C. Grotte;
- Torneo Estivo - Pallavolo - Consulta Giovanile di Grotte;
- Summer Camp - Calcio a 5 - A.S.D. Pan Sagittarius.

  

Redazione
31 luglio 2022.  
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


31/07/2022

Letture Sponsali. "L'amore è l'unico investimento destinato a non fallire mai"

 

Amore Sponsale
Nozze di Giuseppe e Maria

Le "Letture Sponsali" sono uno strumento sperimentale che offre gratuitamente una prospettiva sponsale alle letture della liturgia domenicale. Sono curate dal gruppo "Amore è..." (vedi il sito ufficiale), attivo dal 2006 nella diocesi di Palermo, per favorire un momento di riflessione all'interno delle coppie e nelle comunità ecclesiali. Le letture sono commentate da fidanzati e sposi (tra cui i grottesi Vera e Francesco).

*****

L’ospite di casa e del cuore.

In questa pagina (Lc 12,13-21), apparentemente Gesù si rifiuta di dare l’aiuto che un uomo gli richiede.
In realtà Gesù pone l’accento su quello che dovrebbe essere prioritario e quello che non lo è.
Bisogna non leggere un disprezzo per le realtà materiali, dono di Dio destinato a tutti gli uomini, ma è apertura a una prospettiva che va al di là della realtà contingenti.
L’uomo della parabola decide di aumentare il contenitore dentro il quale conservare tutte le proprie sostanze, perché nulla vada perduto ed egli solo possa godere di tale abbondanza. Non c’è alcun riferimento ad altre persone quali moglie, figli, parenti, servi, ma soltanto a sé stesso e ai propri beni. La sfera relazionale personale è completamente assente e non vi è alcun posto né per gli altri uomini né per Dio.
Costui ha vissuto come uno stolto perché ha accumulato per sé, ha sostituito Dio con un idolo: la falsa sicurezza delle ricchezze.
Il non investire sulla preghiera, il non costruire la nostra relazione con Dio, con gli altri, il non avere come obiettivo di vita l’amore ci fa stolti come l’uomo della parabola.
Ci fa poveri pur essendo apparentemente agiati.
Allora Gesù ci fa capire che la giustizia non è quella di questa terra, ma la sua che ha occhi e cuore diversi, priorità diverse.
L’amore è l’unico investimento destinato a non fallire mai, a produrre frutti eterni.
Claudia e Dario

 
Redazione
31 luglio 2022.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


30/07/2022

Chiesa. Breve profilo di santa Venera; a cura della prof.ssa Graziella Vizzini

 

Santa Venera
Santa Venera

Santa Venera è la patrona di Grotte.
I grottesi sono fieri ed entusiasti per avere come patrona una Santa di tale portata: na grande martire amante di Dio tanto da essere una grande evangelizzatrice. Santa Venera, detta anche Veneranda, è venerata dalla Chiesa cattolica come vergine e martire.
Santa Venera nel suo aspetto fisico doveva essere molto bella, fine e degna di venerazione, come sta a significare il nome di origine latina.
La sua storia si intreccia e si sovrappone a quella delle altre sante omonime, tanto da rendere difficoltosa l' identificazione. Comunque sia, santa Venera sarebbe nata il venerdì santo dell'anno 100 d.C. nella zona delle terme Romane Xiphonie vicino Acireale.
I suoi genitori Agatone ed Ippolita, nobili cristiani della Gallia, erano pii e devoti, dediti alla carità e all'aiuto dei poveri. La desiderarono per molti anni. Dopo tantissime preghiere e suppliche Dio fece loro questo dono.
La madre voleva che si chiamasse Venera, dato che era nata il venerdì santo, ma il padre la chiamò Veneranda, perché il suo nome non fosse confuso con quello della dea Venere. I Greci la chiamarono Parasceve per indicare il giorno precedente il sabato di Pasqua.
A venti anni rimase orfana e, dopo aver distribuito tutti i suoi beni ai poveri, cominciò un'intensa opera di apostolato spostandosi in tutta la Sicilia, in Campania e in Calabria, dove venne fermata ed arrestata a Locri dal prefetto Antonio per ricondurla alla religione romana, e poiché ella si rifiutò la sottopose ad atroci torture dalle quali, però, Venera ne uscì illesa convertendo il prefetto Antonio.
La leggenda narra che santa Venera, dotta nelle sacre scritture e accesa d'amore per Dio, abbandonò la sua casa e si diede all'evangelizzazione.
Andò di città in città e venne anche a Grotte. Qui predicò e visse in una grotta posta dove sorgeva la casa Marrelli. nel Corso Garibaldi.
Grotte, che allora era abitata da poche centinaia di famiglie, molte delle quali disagiate, la ospitò con grande accoglienza.
Venera espresse il desiderio di restare a Grotte e visitò molti ammalati, lasciando un persistente profumo di rose.
Venne rapita di notte e fu portata ad Acireale. Dopo essere stata sottoposta al martirio, immersa in olio bollente, la sua bellezza non venne scalfita anzi ne uscì illesa e più bella di prima.
Morì per decapitazione. Il suo corpo giace nelle catacombe di santa Domitilla.
È venerata in Sicilia e in genere nell'Italia meridionale. Santa Venera è la patrona di Grotte e di varie località come: Acireale, Avola, Gerace.
L'iconografia tradizionale la ritrae con in mano il Vangelo, il Crocifisso e la palma del martirio.
Palma intrecciata da una triplice corona per indicare la sua verginità, l'apostolato e il martirio.
Affidiamoci a santa Venera e saremo protetti da fame, terremoto, peste e guerra.
 
 

 

   

Prof. Graziella Vizzini
 

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


30/07/2022

Musica. "Lirica sotto le Stelle" XX Edizione, 14° Premio alla Carriera e alla Giovane Promessa; domenica 7 agosto

 

 

XX edizione del Gran Galà "Lirica sotto le Stelle"

 

"Lirica sotto le Stelle" XX Edizione
Manifesto

Salvatore Salvaggio
Salvatore Salvaggio

Makie Nomoto
Makie Nomoto

Domenica 7 agosto 2022, a Racalmuto, alle ore 21.30 sul sagrato della chiesa Gesù Maestro, si terrà la XX edizione del Gran Galà della Lirica “Lirica sotto le Stelle”.
Per il 20° anno viene realizzato l'eccezionale appuntamento musicale di grande prestigio, unico in Sicilia, dedicato in particolare alla musica lirica nelle sue diverse declinazioni; un punto di riferimento per gli appassionati del bel canto e delle celeberrime arie che hanno reso immortali opere ed interpreti.
Ideatore e direttore artistico della manifestazione è il M° Salvatore Salvaggio (interprete di lunga carriera, visuta sui palchi dei più rinomati teatri del mondo), sostenuto dal Soprano Makie Nomoto. Dalla sua passione per la musica è scaturita - oltre venti anni fa - l’idea di realizzare “Lirica sotto le Stelle”, iniziativa culturale dall'Associazione Musicale “G. Rossini” di Grotte e realizzata quest'anno con il patrocinio del Comune di Racalmuto, della Regione Siciliana - Assessorato ai Beni Culturali e all'Identità Siciliana, e dell'Assemblea Regionale Siciliana.
Nel corso della serata, condotta da Sandra Licata, si svolgerà la cerimonia di consegna di due Premi:
- Premio “Lirica sotto le Stelle” XIV Edizione “Alla carriera”, che sarà conferito al M° Damiano Binetti;
- Premio “Lirica sotto le Stelle” XIV Edizione “Alla giovane promessa”, che verrà assegnato al Tenore Alfonso Zambuto.
Il ricco programma del Gran Galà della Lirica, che spazierà dai più celebri brani d’opera alle canzoni dell’alta tradizione popolare italiana, verrà proposto - con la partecipazione dell'Orchestra Regionale Siciliana - dagli artisti: M° Salvatore Salvaggio (Basso Baritono), Makie Nomoto (Soprano), Alfonso Zambuto (Tenore). Di seguito una breve biografia degli ospiti.
 
 

M° Damiano Binetti
Damiano Binetti

M° Damiano Binetti, Direttore d'Orchestra, Premio “Lirica sotto le Stelle” XIV Edizione “Alla carriera”.
Diplomato con il massimo dei voti al Conservatorio di Musica Niccolò Piccinni di Bari, con la guida del soprano Anna Maria Balboni studia canto e inizia attivamente ad interessarsi del repertorio operistico. Sempre in Italia inizia a studiare la direzione d´Orchestra con il M° Piero Bellugi. Nel 1991 si trasferisce a Praga dove vince una borsa di studio e si iscrive alla facoltà di Musica - HAMU-  seguendo i corsi di composizione e direzione d´Orchestra.  La sua formazione è seguita dai direttori d´Orchestra cechi Frantisek Vajnar, Radomil Eliska, Joseph Kuchynka e Jiri Belohlavek.
Contemporaneamente segue i corsi di Helmuth Rilling sull´interpretazione della musica di J. S. Bach. Nello stesso periodo entra in qualità di tenore a far parte del prestigioso ensemble dei Madrigalisti di Praga, complesso da camera della Filarmonica Ceca. Appare alla critica quando viene proclamato all´unanimità direttore musicale dei Madrigalisti di Praga. Successivamente assume la carica di direttore musicale della Mozart Chamber Orchestra, incarico tenuto sino al 2006. Nel 1996, Binetti verrà invitato a dirigere al festival internazionale Tibor Varga di Sion in Svizzera. Nel 2003 diviene direttore artistico del Teatro Nazionale di Slesia a Opava nella Repubblica Ceca. Nel 2005 viene onorato con il prestigioso riconoscimento “Thalie” per la produzione  della Norma di Vincenzo Bellini al Teatro Nazionale di Praga. Come direttore principale della Mozart Chamber Orchestra, dirige una vasta parte del repertorio mozartiano, incluso il Requiem in re minore, Le Nozze di Figaro, Don Giovanni e i piu´importanti lavori sinfonici. Il Maestro Binetti dirige in questo periodo nelle sale da concerto più rappresentative della Repubblica ceca, inclusa la Dvorak Hall al Rudolfinum e la Smetana Hall all´Obecni Dum di Praga. Dal 1998 ha collaborato con celebri Orchestre di diversi Paesi. Ha tenuto concerti in  Europa e Asia, partecipando a innumerevoli festival internazionali di prestigio come la Primavera di Praga, Landshut Musik Sommer, Settembre Musica di Torino, Festival C. Monteverdi a Cremona, Pomeriggi Musicali a Milano, Varazdin International Baroque Festival, Summer Festival in Dubrovnik, Art and Music Festival a Cividale del Friuli, Tibor Varga in Sion, Festival de Wallonie in Belgium, GOG a Genova, Bruckner Festival in Linz, Music Festival in Nanning - China, and the Opera Festival in Seoul - Korea. Ha collaborato con prestigiosi teatri, come il Teatro Monumental di Madrid in Spagna, Teatro Regio di Parma,  Auditorium Rai di Roma e Torino, Piccolo Teatro di Milano, Teatro Eugenia Victoria di San Sebastian, Spagna, the National Theatre in Malta, and the Polish Opera in Krakow. Ha registrato numerosi lavori, dall´opera al sinfonico. Fra le innumerevoli collaborazioni, quelle piu´importanti con la  Radiotelevisione Ceca,  RAI – Radiotelevisione italiana, Radio Bremen in Germania, Deutsch Bayerisch Radio di Monaco di Baviera, Belgium National Radio, Croatia Television and Radio France International.
 
 


Alfonso Zambuto

Tenore Alfonso Zambuto, Premio “Lirica sotto le Stelle” XIV Edizione “Alla giovane promessa”.
Diplomato in Chitarra Classica presso il conservatorio “L. Cherubini” di Firenze, affianca lo studio dello strumento con quello del canto, diplomandosi nello stesso conservatorio con il maestro Gianni Fabbrini. Nel 2015 vince le selezioni di LTL Operastudio e debutta nel ruolo di Conte d'Almaviva da “Il Barbiere di Siviglia” di G. Rossini, nei teatri di Livorno, Lucca e Novara, diretto da Mº Nicola Paszkowski. A Lunenburg (Canada) canta come solista nella Petite Messe Solennelle di Rossini diretto dal maestro Alberto Zedda. A febbraio 2016 debutta nel ruolo di Lorenzo nel Fra Diavolo di Auber, presso il Teatro dell’Opera di Firenze diretta dal Maestro Alessandro. A maggio debutta nel ruolo di Don Ramiro, da La Cenerentola di G. Rossini, presso il teatro Argentina di Roma. Ad agosto debutta al ROF di Pesaro cantando nel Viaggio a Reims con l’Accademia Rossiniana. È allievo del Soprano Mirella Freni presso il Teatro Comunale di Modena. Nel gennaio 2017 debutta nel ruolo di Rinuccio da "Gianni Schicchi" di G. Puccini diretto dal M° Stefano Seghedoni, presso il teatro comunale Luciano Pavarotti di Modena. È Amaranto ne “Il mondo alla rovescia” di A. Salieri, presso il Teatro Poliziano durante il 42° Cantiere di Montepulciano sotto la bacchetta di Rolan Böer. Nel 2018 a Venezia, nella stagione del Teatro La Fenice, è Ormonte nella Zenobia di T. Albinoni con il M° F. Erle come direttore presso il teatro Malibran. Debutta nel ruolo di Don Basilio/Don Curzio a Treviso per Le Nozze di Figaro di Mozart, presso il Teatro Mario del Monaco con la direzione di S. Alapont. Interpreta anche diversi ruoli nei teatri: Luciano Pavarotti di Modena, al Regio di Parma, al Comunale di Piacenza, al Dante di Ravenna e al Valli di Reggio Emilia. Nel 2019 è allievo dell'Accademia Rodolfo Celletti, nella quale perfeziona la tecnica e lo stile del bel canto. A luglio è presso il palazzo ducale di Martina Franca, ad agosto presso il Teatro Olimpico di Vicenza, ed ancora presso il Teatro Goldoni per il Teatro del Maggio di Firenze. All’Opera di Oslo debutta con il ruolo di Norfolk da Elisabetta Regina d’Inghilterra di Rossini. Al teatro Petrarca di Arezzo canta nel ruolo di Alfredo da La Traviata di G. Verdi. Per il festival del Maggio Musicale Fiorentino del 2022 debutta nel ruolo di Radames in Aida.

  
Carmelo Arnone
30 luglio 2022
© Riproduzione riservata.
  
 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


29/07/2022

Agrigento. "Progetto Genesi arte e diritti umani": mostra al Museo Archeologico "Pietro Griffo"

 

Progetto Genesi arte e diritti umani
Progetto Genesi

Ad Agrigento visita guidata alla mostra "Progetto Genesi arte e diritti umani".
Nell’ambito della manifestazione “Le Notti di BC Sicilia” si terrà sabato 30 luglio 2022 ad Agrigento la visita guidata alla mostra "Progetto Genesi arte e diritti umani". L'appuntamento è al Museo Archeologico Regionale "Pietro Griffo", in Contrada San Nicola alle ore 18.00.
È necessaria la prenotazione, telefonando al 339.5949184.
La mostra itinerante presenta al pubblico le opere d’arte contemporanea della Collezione Genesi che riflettono sulle urgenti, complesse e spesso drammatiche questioni culturali, ambientali, sociali e politiche. La mostra individua sei principali sezioni tematiche attraverso le quali le opere esprimono un messaggio legato alla difesa dei diritti umani: la memoria di un popolo, un’identità multiculturale, le vittime del Potere, il colore della pelle, la condizione femminile, la tutela dell’ambiente.
Le opere sono esposte senza didascalie né testi di sala per permettere ai visitatori un primo approccio diretto con ogni opera, senza filtri, allo scopo di innescare una libera interpretazione basata solo sul proprio sentire.
Al Museo Archeologico Regionale "Pietro Griffo" la mostra si sviluppa nelle sale che si affacciano sulla Sala Zeus e nella Sala Zeus stessa, dove è custodito l’unico esemplare intero di Telamone, una delle maestose statue alte 7,7 metri che sostenevano il grande Tempio di Giove Olimpico nella Valle dei Templi di Agrigento. La visita sarà guidata dall’archeologa Viviana Caparelli esperta in didattica museale
.  
  

Redazione
29 luglio 2022.  
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


29/07/2022

Sport. Torneo di Pallavolo organizzato dalla Consulta Giovanile; dall'1 al 5 agosto

 

Torneo di Pallavolo
Locandina

Presso il campo sportivo polivalente coperto "Francesca Morvillo" di Grotte si svolgerà, da lunedì 1 a venerdì 5 agosto 2022, il Torneo estivo di Pallavolo organizzato dalla Consulta Giovanile.
Sono ben 11 le formazioni - dai nomi fantasiosi - che si contenderanno la vittoria: "Comegghiè", "De La Vega", "Ghetto", "Celestini", "Bruchi Viola", "La Mandria", "Farfalle", "I Gruttisa", "Team Buluna", "Compari Soda" ed "El Trivex".
Da lunedì 1 a giovedì 4 agosto le partite inizieranno alle ore 19.00 e termineranno alle ore 22.00 (inizio dell'ultimo incontro).
Venerdì 5 agosto le partite inizieranno alle ore 18.30 e termineranno alle ore 21.30 (inizio dell'ultimo incontro); dalle ore 22.00 verranno giocate la semifinale e la finale. La cerimonia di premiazione si terrà sabato 6 agosto, alle ore 18.30, presso il Belvedere Cafè.
"Siamo contenti della numerosa partecipazione a questi momenti di sport - dichiara Giorgia Calì, Presidente della Consulta Giovanile - e siamo certi che i nostri sforzi organizzativi saranno premiati dallo spettacolo e dal divertimento. Ringraziamo l'Amministrazione comunale che ci è accanto e ci sostiene e gli sponsor che hanno dato il loro contributo"

  
Carmelo Arnone
29 luglio 2022
© Riproduzione riservata.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


28/07/2022

Spettacolo. Moda, musica e danza, sabato 30 luglio in Piazza Marconi

 

SPETTACOLO
Locandina

Sabato 30 luglio, a partire dalle ore 21.30, in Piazza Marconi a Grotte si svolgerà uno spettacolo di moda, musica e danza.
La manifestazione, presentata da Davide Sardo, comprenderà tre momenti:
- una sfilata di "Baby model";
- una gara canora di giovani talenti dal titolo "Canta Grotte"
- l'esibizione da parte degli allievi della scuola di danza "Pas de Danse" di Antonella Paradiso.
Una serata d'intrattenimento per trascorrere alcuni momenti in allegria
.  
  

Redazione
28 luglio 2022.  
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


28/07/2022

Iniziative. "FuoriClasse - Talenti in Comune"; giovedì 4 agosto consegna dei riconoscimenti agli studenti

 

FuoriClasse - Talenti in Comune
Manifesto

Sandra Licata
Sandra Licata

Una serata in onore di tutti gli studenti grottesi che si sono particolarmente distinti nell'anno scolastico 2021/2022; questa è "FuoriClasse - Talenti in Comune".
La manifestazione, ideata e organizzata da Sandra Licata, è promossa dal Comune di Grotte in collaborazione con l'Associazione "Media & Communication", e rientra nell'ambito delle iniziative dell'Estate Grottese 2022.
Giovedì  4 agosto alle ore 21.00, sul palco allestito in Piazza Umberto I (piazza Municipio) verranno chiamati gli studenti grottesi che, al termine di un ciclo di studi, hanno ottenuto il massimo dei voti: verranno consegnati dei riconoscimenti agli alunni dell'Istituto Comprensivo "Angelo Roncalli" di Grotte che si sono diplomati con "10" o "10 e Lode" e agli studenti degli Istituti di Scuola Secondaria di 2° grado che hanno conseguito la maturità con la votazione di "100/100" o di "100/100 e Lode".
Il sorriso solare e l'innata cortesia di Sandra Licata faranno a filo conduttore ad una manifestazione che si preannuncia ricca di ospiti, e alla quale parteciperanno il sindaco Alfonso Provvidenza e il dirigente scolastico Ausilia Antonina Uttilla
.  
  

Redazione
28 luglio 2022.  
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


27/07/2022

Lavori. Assegnati quasi 2.500.000 euro al Comune di Grotte per la messa in sicurezza del territorio

 

Messa in sicurezza del territorio
Lavori

Un finanziamento di 2.445.003,61 euro è stato assegnato al Comune di Grotte per la messa in sicurezza del territorio.
Il Decreto di finanziamento (leggi il Decreto), a firma del Ministero dell'Interno di concerto con il Ministero dell'Economia e delle Finanze, è stato pubblicato il 18 luglio.
La somma riconosciuta (vedi gli importi) al Comune di Grotte è destinata alla realizzazione di tre progetti:
1) Lavori di "Intervento di Messa in sicurezza del Territorio e consolidamento dei versanti dal rischio idrogeologico in Contrada Fanara con pericolosità P4 molto elevata", per euro 999.711.02;
2) Lavori di "Intervento di Messa in sicurezza del Territorio dal rischio idrogeologico e ripristino del tracciato stradale in Contrada Mandra", per euro 990.292,59;
3) Lavori di "Messa in sicurezza dal rischio idrogeologico del vallone Racalmare e del tracciato stradale nel tratto compreso tra Via delle Rose e Via Comitini in prossimità del centro abitato", per euro 455.000,00.
Con la Delibera di Giunta n° 16 del 9 febbraio 2022 (leggi la Delibera) l'Amministrazione comunale, ritenendo prioritario intervenire con opere di messa in sicurezza del territorio a rischio idrogeologico nel settore delle infrastrutture ambientali, sotto-settore “difesa del suolo”, con la realizzazione di alcuni interventi, aveva approvato all'unanimità l'atto di indirizzo per la richiesta del contributo, che è stato concesso.
La spesa complessiva degli interventi trova copertura finanziaria per l’intera somma nei fondi finanziati, per cui non è prevista la compartecipazione dell’Ente.
"Siamo riusciti ancora una volta ad ottenere un cospicuo finanziamento per il nostro Comune - dichiara il Sindaco di Grotte - che ci permetterà di mettere in sicurezza alcune aree particolarmente fragili del nostro territorio. L'importo massimo finanziabile per ogni Comune era di 2 milioni e mezzo di euro, e noi siamo riusciti ad ottenere quasi il massimo. Prima ancora che accada qualche disgrazia dovuta al dissesto idrogeologico, noi ci siamo impegnati ad intervenire per prevenire ogni possibile calamità e soprattutto per tutelare l'incolumità dei nostri cittadini. Un risultato - conclude Alfonso Provvidenza - che premia i nostri sforzi e che garantisce una ricaduta positiva, in termini di sicurezza e vivibilità, destinata a durare negli anni"

  
Carmelo Arnone
27 luglio 2022
© Riproduzione riservata.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


27/07/2022

Ambiente. Il 29 luglio "Venerdi ecologico" a Grotte: raccolta straordinaria di abiti usati

 

Venerdi ecologico
Manifesto

Riprendono anche quest'anno gli appuntamenti con i "Venerdi ecologici", organizzati dall'Amministrazione comunale di Grotte - Assessorato all'Ambiente, per andare incontro alle esigenze dei cittadini e contrastare l'abbandono sul territorio di rifiuti.
Dopo il successo riscontrato in tutti i "Venerdì ecologici" del 2021, il prossimo venerdi 29 luglio 2022, in Via Seminerio (al campo sportivo) verrà posizionato un cassone scarrabile, presidiato da un operatore, all'interno del quale gli utenti potranno conferire, dalle ore 07.00 alle 11.00, i propri indumenti usati (abiti, borse, cinture, scarpe, cappelli, coperte, biancheria, tende...).
Un'altra occasione per disfarsi in maniera corretta di oggetti non più utili
.  
  

Redazione
27 luglio 2022.  
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


26/07/2022

Spettacolo. Domani secondo appuntamento di "Innesti", con  "Ramingo Solo Show"; alle 21.30 in Piazza Umberto I

 

Innesti
Locandina

Siamo al secondo appuntamento con "Innesti", manifestazione giunta alla quarta edizione, realizzata dall'Associazione culturale "La Biddina", con la direzione artistica di Andrea Burrafato per l'Associazione Culturale "Santa Briganti", con il patrocinio dell'Assemblea Regionale Siciliana e del Comune di Grotte.
"N
ell’arida campagna della profonda provincia, a sud del sud, al fresco di una collina siciliana che guarda a tramontana" viene proposta, a Grotte in Piazza Umberto I alle ore 21.30,  questa "edizione di strada, improvvisa e temporanea, come una folata di vento, ma resistente e pervicace come il finocchio selvatico".
La scorsa domenica 24 luglio è andato in scena lo spettacolo "Waiting the Miss" con Miss Jenny Pavone.
I tre prossimi spettacoli saranno, in ordine:
- mercoledì 27 luglio, "Ramingo Solo Show" con il Circo Ramingo;
- martedì 2 agosto, "Malleabile" con Peppino Marabita;

- venerdì
5 agosto, "Di pezza" con i Red One Duo.
Gli spettacoli in piazza garantiranno un assoluto divertimento per grandi e piccini
. 
  
Carmelo Arnone
26 luglio 2022.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


26/07/2022

Sport. Finali del Torneo Estivo Città di Grotte della "A.S.D. Pan Sagittarius"; domani al campo di calcetto

 

Summer Camp 2022
Locandina

Sta per giungere al termine il torneo di calcio a 5 organizzato dalla "ASD Pan Sagittarius - Scuola Calcio Peppe Castiglione", con il patrocinio del Comune di Grotte, nell'ambito della 1^ edizione del "Summer Camp", iniziativa di sport e attività atletiche coordinata da ben 4 "mister", allenatori qualificati FIGC: Peppe Castiglione, Antonio Pillitteri, Luca Cirino e Salvatore Baldo.
Domani, mercoledi 27 luglio 2022, sul terreno di gioco del campo di calcetto comunale di Via Ingrao, si disputeranno due incontri:
- alle ore 20.00, le formazioni "Belvedere" e "Team Pe-Peroni" si contenderanno il 3° e 4° posto;
- alle ore 21.00, le squadre
"Bar Puglisi" e "Cityzens" si contenderanno il titolo e il 2° posto.
Al termine degli incontri si terrà la cerimonia di premiazione ci saranno le premiazioni
. 
  
Carmelo Arnone
26 luglio 2022.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


25/07/2022

Chiesa. Avvisi e appuntamenti della settimana

 

Programma della settimana
Unità Pastorale
 

Pubblichiamo gli avvisi diffusi al termine delle sante Messe domenicali e gli appuntamenti ecclesiali più rilevanti (disponibili anche alla pagina "Chiesa").

Lunedì 25 luglio - Festeggiamenti in onore di santa Venera
- o
re 18.30 - in chiesa Madre, santo Rosario a Santa Venera;
- ore 19.00 - in chiesa Madre,
santa Messa (animata dall'associazione "RnS" di Aragona) con adorazione eucaristica.

Martedì 26
luglio - Festeggiamenti in onore di santa Venera
- o
re 18.30 - in chiesa Madre, santo Rosario a Santa Venera;
- ore 19.00 - in chiesa Madre,
santa Messa;
- ore 20.00 - processione delle reliquie verso la chiesa di San Rocco; la processione seguirà il percorso: Via Washington, Piazza Fratelli Bandiera
.

Mercoledì 27 luglio - Festeggiamenti in onore di santa Venera
- o
re 08.30 - nella chiesa San Rocco, Lodi, santa Messa, Ora Media e Confessioni (è disponibile frà Diego);
- o
re 18.30 - nella chiesa San Rocco, santo Rosario a Santa Venera;
- ore 19.00 -
nella chiesa San Rocco, santa Messa.

Giovedì 28 luglio - Festeggiamenti in onore di santa Venera
- o
re 08.30 - nella chiesa San Rocco, Lodi, santa Messa, Ora Media e Confessioni (è disponibile frà Diego);
- o
re 18.30 - nella chiesa San Rocco, santo Rosario a Santa Venera;
- ore 19.00 -
nella chiesa San Rocco, santa Messa;
- ore 20.00 - processione delle reliquie verso la chiesa
Madonna del Carmelo; la processione seguirà il percorso: Via Argentina, Via Cavour, Via Duca D'Aosta, Viale della Vittoria.

Venerdì 29 luglio - Festeggiamenti in onore di santa Venera
- o
re 18.30 - nella chiesa Madonna del Carmelo, santo Rosario a Santa Venera;
- ore 19.00 -
nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa.

Sabato 30 luglio - Festeggiamenti in onore di santa Venera
- o
re 18.30 - nella chiesa Madonna del Carmelo, santo Rosario a Santa Venera;
- ore 19.00 -
nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 20.00 - processione delle reliquie verso la chiesa Madre; a processione seguirà il percorso: Corso Garibaldi, Chiesa Madre; a seguire Vespri solenni.


Domenica 31 luglio - Festeggiamenti in onore di santa Venera
- ore 09.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 09.30, nella chiesa San Rocco, Rosario mariano;
- ore 10.00, nella chiesa San Rocco, santa Messa;
- ore 11.00, in chiesa Madre, santa Messa;
- ore 11.30, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 19.00, davanti alla chiesa Madonna delle Grazie, santa Messa (concelebrazione);

- ore 20.00 - processione delle reliquie verso la chiesa Madre; a processione seguirà il percorso: Via Molise, Viale della Vittoria, Piazza Umberto I (consegna di un omaggio floreale del Sindaco), Corso Garibaldi, Via F. Crispi, Corso Garibaldi, Chiesa Madre;
- a seguire, in chiesa Madre, atto di affidamento della Città di Grotte alla Santa Patrona e benedizione dei partecipanti con le reliquie di santa Venera.



AVVISI DELLA CHIESA MADONNA DEL CARMELO
Dal 18 al 28 luglio non ci sono celebrazioni né attività in parrocchia.

  

Redazione
25 luglio 2022.  
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


24/07/2022

Letture Sponsali. "Un padre che ci lascia liberi, anche di sbagliare"

 

Amore Sponsale
Nozze di Giuseppe e Maria

Le "Letture Sponsali" sono uno strumento sperimentale che offre gratuitamente una prospettiva sponsale alle letture della liturgia domenicale. Sono curate dal gruppo "Amore è..." (vedi il sito ufficiale), attivo dal 2006 nella diocesi di Palermo, per favorire un momento di riflessione all'interno delle coppie e nelle comunità ecclesiali. Le letture sono commentate da fidanzati e sposi (tra cui i grottesi Vera e Francesco).

*****

L’ospite di casa e del cuore.

Le prime parole della preghiera che Gesù ci ha insegnato sono "Padre Nostro".
Ma non è facile rivolgerci a Dio come un padre: la figura paterna e l’idea di paternità - che spesso immaginiamo - non sono concetti che associamo sempre alle idee di amore, provvidenza, risposta ai bisogni altrui, disponibilità.
I padri che conosciamo - o anche noi stessi - sono talora padri claudicanti, imperfetti, non sempre presenti, insomma pieni di limiti, difetti, debolezze.
Eppure è la figura del padre che spesso viene fuori dai vangeli come esempio di abnegazione e amore incondizionato: pensiamo al Padre misericordioso della Parabola, padre di ben due figli (l’uno ribelle, l’altro egoista) che non si rendono conto della portata di quell’amore che li attende sempre e comunque; Dio è il Padre celeste che veste i gigli del campo e nutre gli uccelli del cielo, figuriamoci se non si occupa di noi essere umani - dice Gesù -.
E quale padre - dice il Vangelo - darà al proprio figlio una serpe o uno scorpione invece che un pesce o un uovo?
Quindi che Padre è il Signore se non un padre che si occupa di tutti (è nostro padre non solo mio!)?
Un padre che lascia liberi, anche di sbagliare ma è un padre che non esaudisce le nostre preghiere se queste non sono per il nostro bene.
È un padre ma non un dio capriccioso da blandire; un padre con cui possiamo dialogare "a tu per tu" come fa Abramo nella prima lettura.
Recitare il "Padre nostro" non ci può far rimanere indifferenti, né lo si può recitare come una semplice formula, se sappiamo che è così il Dio che ci ascolta.

 
Redazione
24 luglio 2022.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


24/07/2022

Politica. "Presidenziali22": è Caterina Chinnici la candidata del "Campo Progressista" alla Presidenza della Regione

 

Presidenziali22
Candidati

Caterina Chinnici è la candidata del "Campo Progressista" alla Presidenza della Regione.
L'eurodeputata del Partito Democratico Caterina Chinnici è risultata vincitrice delle primarie del "Campo Progressista" per la candidatura alla Presidenza della Regione siciliana. Seconda classificata, la sottosegretaria al Ministero dell'Istruzione Barbara Floridia (Movimento 5 Stelle). Al terzo posto il deputato regionale Claudio Fava (Centopassi).
Questi i dati definitivi:
- Caterina Chinnici voti 14.552, pari al 44,77% (voti online 13.519; ai gazebo 1.033);
- Barbara Floridia voti 10.317, pari al 31,74% (voti online 10.058; ai gazebo 259);
- Claudio Fava voti 7.547, pari al 23,22% (voti online 6.977; ai gazebo 570).
Si erano iscritti al voto 43.020 elettori; hanno votato online 30.640 cittadini (il 77%).
Per le prossimo elezioni alla Presidenza della Regione siciliana sono candidati anche:
- Nello Musumeci, presidente uscente sostenuto da Fratelli d'Italia (al momento Forza Italia, Lega, Udc, Mpa e Noi con l'Italia sono contrari);
- Cateno De Luca, già Sindaco di Messina, appoggiato dal suo movimento Sicilia Vera

  
Carmelo Arnone
24 luglio 2022
© Riproduzione riservata.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


23/07/2022

Volontariato. Domani giornata di donazione di sangue all'AVIS di Grotte; ultimi posti disponibili (gara di generosità)

 

Avis di Grotte (AG)
AVIS Grotte

Domani giornata di donazione di sangue all'AVIS di Grotte; ultimi posti disponibili (gara di generosità).
Nella mattinata di domani, domenica 24 luglio 2022, presso il punto di raccolta AVIS di Grotte (in Via Ingrao, 92/24) si terrà una giornata di donazione di sangue.
Sarà la terza dall'inaugurazione della sede. Le prime due giornate, il 19 giugno e il 10 luglio, hanno fatto registrare il tutto esaurito di donazioni.
Numerose sono state anche le pre-donazioni dei volontari che si sono sottoposti al prelievo per diventare, a tutti gli effetti, donatori.
Tra i soci che hanno già donato, da sottolineare la presenza di due figure istituzionali di rilievo: il Comandante della locale Stazione Carabinieri, maresciallo maggiore Alfonso David Contrafatto, e il sindaco di Grotte Alfonso Provvidenza.
Anche per la giornata di domani i posti disponibili erano già tutti occupati, tuttavia nel pre-triage telefonico alcuni donatori hanno dovuto rinunciare, a causa di vari imprevisti. Quindi si sono liberati alcuni posti, sia per le donazioni che per le pre-donazioni.
Ricordiamo che per poter effettuare la donazione è necessario prenotarsi telefonando al numero 320.4434713 (risponde direttamente il presidente Pietro Zucchetto); con le prenotazioni (un donatore ogni 15 minuti) i tempi di attesa risultano ridotti al minimo.
"Ringrazio di cuore tutti i donatori e i pre-donatori - dichiara Zucchetto - che con il loro gesto di generosità, nell'umiltà dell'anonimato, salvano vite umane. A nome di tutti i riceventi esprimo un enorme grazie"

  
Carmelo Arnone
23 luglio 2022
© Riproduzione riservata.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


23/07/2022

Spettacolo. "Aspettando il Premio Vigata". Giovanni Volpe: "La prima è andata. Buona la prima"

 

Giovanni Volpe con il sindaco di Porto Empedocle Calogero Martello
Volpe e Martello

Aspettando il Premio Vigata
Manifesto

"La prima è andata. Buona la prima"; così il regista Giovanni Volpe commenta al termine della prima serata della rassegna "Porto Empedocle Teatro 2022" - iniziata ieri e della quale è direttore artistico - che prende il nome di "Aspettando il Premio Vigata".
"È stata una serata di recuperi. Recupero della memoria in primis - afferma Volpe (nella foto a lato, con il sindaco di Porto Empedocle Calogero Martello) -. Gli anni delle prime tre edizioni sono rimaste memorabili: compagnie da tutta Italia si davano appuntamento per una settimana a Porto Empedocle sotto l’ala protettrice di Andrea Camilleri. Ieri in pochi secondi - continua il Regista - si è recuperata la magia del Teatro in Piazza Kennedy. Gremita e con persone anche in piedi, la piazza ha ripreso a pulsare Teatro, dopo pochi minuti era come se tutti questi anni non fossero mai passati. Era giusto ricominciare con una Compagnia di Porto Empedocle che ha onorato una solida tradizione teatrale omaggiando Peppino De Filippo con un testo brillante che recupera appieno maschere e atteggiamenti legati alla superstizione della tradizione tipica del Regno delle Due Sicilie o se preferite della Magna Grecia. La prima è andata. Buona la prima. Vi aspettiamo adesso per le successive serate - conclude il Direttore Artistico della rassegna - che sino al 28 agosto ci condurranno per mano verso quella sarà l’anno prossimo la 4 edizione del Premio Vigata - Andrea Camilleri".
Il prossimo appuntamento, a Porto Empedocle in Piazza Kennedy alle ore 21.00, è per venerdi 12 agosto, con l'associazione ArTesia (di Grotte) e il "Teatro del Baratto" (di Torino) che metteranno in scena "Quando vivi splendi - C'è ancora tanta vita nel Mediterraneo", con Luciano Caratto, e con Gabriele Ciraolo, Marianna Rotolo e Claudia Volpe; per la drammaturgia e la regia di Giovanni Volpe

  
Carmelo Arnone
23 luglio 2022
© Riproduzione riservata.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


23/07/2022

Chiesa. Le immagini esclusive della Festa di Santa Venera a Grotte nell'anno 2009

 

Festa di Santa Venera dell'anno 2009
Guarda il video

Le immagini esclusive della Festa di Santa Venera a Grotte nell'anno 2009 (guarda il video).
A 13 anni di distanza dal 2009 ricordiamo, attraverso le nostre esclusive immagini di repertorio, la celebrazione della Festa di Santa Venera, patrona di Grotte.
Il simulacro, dalla chiesa Madonna del Carmelo, viene portato in processione lungo il corso principale sino all'incrocio con Via Machavelli (luogo noto come "la scinnuta di San Giseppi"); poi ricondotto verso la stessa chiesa.
Il clima è quello tipico delle feste di paese, con la banda musicale, i tamburinari, il parroco, i chierichetti, il sindaco, e soprattutto una larghissima partecipazione di popolo.
Quelli erano tempi senza pandemia, nei quali si poteva stare l'uno accanto all'altro in felici e festosi assembramenti.
Tra la folla è facile riconoscere volti di persone care (com'erano oltre 10 anni fa); qualcuno non è più tra noi. Tra tutti, inconfondibile quello di padre Giovanni Castronovo, per mezzo secolo punto di riferimento per l'intera comunità cittadina, prima ancora che ecclesiale.

"Santa Venera verginella, il martirio ti fa bella. Il candore verginale rende il nome tuo immortale. Sposa e martire di Cristo, una vergine si onora. Chi di lei non s'innamora non ha fede e non ha cuor"; i versi del tradizionale "rosario cantato" in onore della patrona di Grotte fanno da colonna sonora alla processione.
Il 2009 è il secondo anno consecutivo nel quale, alla data del 14 novembre, viene ripresa l'antica tradizione di festeggiare con grande rilievo la festa patronale. Già celebrata sino alla metà del secolo scorso, la festa aveva successivamente conosciuto un periodo di oblio, rimanendo nell'ambito delle ricorrenze parrocchiali.
Don Giovanni Castronovo, sostenuto da tutta la comunità cittadina ed in pieno accordo con l'Amministrazione comunale, ha voluto rivalutare la festa anche attraverso la processione della statua.
Una novità di rilievo è rappresentata dal restauro conservativo del simulacro, che ha riportato il manufatto agli antichi splendori.
Unica innovazione, la sostituzione della precedente palma, segno del martirio subìto a causa della fede, con una nuova in argento circondata da una triplice corona a significare le attribuzioni della Santa: Apostola, Vergine e Martire.
I festeggiamenti sono stati animati dalla Banda Musicale "G. Verdi" e dai "Tamburinari di Herbessus".
Alla solenne concelebrazione ed alla processione parteciparono tutti i sacerdoti dell'unità pastorale di Grotte (don Giovanni Castronovo, don Gaspare Sutera e don Julian Mokasse), l'allora seminarista Dario Morreale e il sindaco Paolo Pilato.

Il video si conclude con il saluto del sindaco pro tempore Paolo Pilato e l'intervento finale di padre Castronovo.
Pubblichiamo le immagini della processione - guarda il video - (riprese di © Associazione Culturale "Punto Info")
  
Carmelo Arnone
23 luglio 2022
© Riproduzione riservata.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


22/07/2022

Politica. "Le elezioni e il Palio di Siena"; di Enzo Napoli

 

Enzo Napoli
Enzo Napoli

Le elezioni e il Palio di Siena.
A decidere l'inizio della corsa è il fantino che sta fuori dai canapi. Di solito fa partire la rincorsa quando si accorge che le contrade nemiche sono in difficoltà e quelle amiche in posizione favorevole.
I fantini più bravi, quelli più esperienti, cercano di evitare di farsi schiacciare sullo steccato e che il cavallo sia girato alla partenza.
Non basta, insomma, avere un "bombolone" (cavallo molto veloce), se alla "mossa" rimani fregato.
Che prima o poi saremmo andati al voto si sapeva.
Un buon leader di partito ha il compito di preparare per tempo le elezioni, costruendo alleanze solide, scegliendo il "fantino" migliore e lavorando per non farsi trovare impreparato al momento decisivo.
Con quella faccia da secchione e l'aria da bravo ragazzo messo lì a tranquillizzare tutti dal furbacchione ferrarese, Enrico Lexotan è lo sciagurato autore della cronaca di una sconfitta annunciata.
Il PD si è seduto all'ombra di Draghi e si è affidato al più inaffidabile degli alleati, un movimento guidato da uno pescato al Luna Park alla fiera del populismo.
A fronte di un centrodestra lanciato di gran carriera verso il bandierino, c'è un centrosinistra a pezzi, sbrindellato e senza un leader che guidi la coalizione.
Un capolavoro d'insipienza, sprovvedutezza, miopia e dabbenaggine che peggio era difficile persino immaginare.
C'era tutto il tempo per avviare una stagione congressuale, per rifondare e riorganizzare il campo progressista, per eleggere un nuovo segretario capace di costruire e guidare una coalizione solida con tutti gli interlocutori a centro ed a sinistra.
Invece niente.
Con Renzi non si parla, Calenda per i fatti suoi, Bersani tenuto a distanza.
Un partito chiuso su sé stesso ed attento a non turbare gli equilibri interni, che pretende un'egemonia che non sa meritare, senza idee e senza identità.
Intanto, in quest'aria che puzza di napalm, in Sicilia fra due giorni si faranno le primarie ed il rischio concreto è che le truppe cammellate dei cacicchi del PD ci regalino, come candidata alla presidenza, un ex assessore del governo Lombardo, forse il peggiore della storia dell'isola.
Tutto va bene, madama la marchesa.
Tutto va benissimo.

  
Enzo Napoli
22 luglio 2022
© Riproduzione riservata.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


22/07/2022

Politica. Il silenzio "di li babbaluci"; di Armando Caltagirone

 

Dott. Armando Caltagirone
Armando Caltagirone

Babbaluci
Babbaluci

Il silenzio “di li babbaluci.
Il caldo afoso contribuisce sicuramente ad alimentare la confusione politica nazionale di queste ultime settimane.
Bersaglio di tutte le forze politiche presenti in campo sono i Grillini o quel che resta di un movimento sorto sull’onda della protesta che, come tutte le formazioni nate sul risentimento, sono destinati a scomparire per implosione.
Fanno tutto loro, non hanno bisogno di nessuno; sono riusciti, sempre da soli, a mettersi sulla graticola trovando anche l’ardire di sorridere come “li babbaluci ‘ni lu luci”.
Tutti gli altri fanno ormai: “addosso al cane”.
Il reddito di cittadinanza, imputato ai Grillini, è indicato come il peggiore dei mali italiani. Eppure, al tempo delle presidenziali qualche aspirante aveva plaudito all’iniziativa del Movimento.
Senza volere entrare nel merito della giustezza o meno, occorre soffermarsi, invece, sui veri autori del famigerato provvedimento.
Sono stati i Grillini?
Credo proprio di no!
La paternità va attribuita ai sedicenti politici locali che diventano amministratori e quindi percettori di reddito, volgarmente chiamato indennità di carica (Sindaco, Assessori e in alcuni casi anche Consiglieri comunali), che non è di cittadinanza ma, per i nullafacenti, di sopravvivenza.
Non sarebbe da escludere una “class action” (parafrasando Marx: nullafacenti di tutti i comuni d’Italia unitevi), da parte degli amministratori locali contro il Movimento per rivendicare, a buona ragione, i diritti di autore. Gli elementi, a supporto dell’azione legale, risulterebbero d’indiscusso valore probatorio.
La vergognosa realtà, prima, durante e dopo la competizione elettorale supera ogni immaginazione.
Un’orda di trafficanti del voto baratta il presunto pacchetto di voti con prebende di ogni genere; il massimo si ottiene con il reddito di sopravvivenza per se stessi o per congiunti prossimi, anche per frazione di mandato di alcuni anni o di qualche mese.
Per i Lanzichenecchi, tra elezioni politiche, regionali e amministrative si preparano un autunno e una primavera ricca di opportunità.
Il concetto di democrazia, nel senso più nobile del termine, è svilito dalla reale esistenza dei mandriani del voto.
Mancano all’incirca nove mesi (il tempo necessario per fare un figlio, un Sindaco o un Assessore) per l’elezione del Sindaco nel nostro Comune e già qualche lungimirante “pater familias” è all’opera.
Non si risparmia, nonostante il caldo; gira in lungo e largo a impegnare parenti e amici; retaggio di un’antica cultura agreste che attribuisce all’impegno verbale un valore maggiore di un atto notarile.
L’impegno (usa dire non mi “ostengo”) questa volta è rivolto a un reddito di sopravvivenza più duraturo, non frazionabile, cioè il reddito da Sindaco.
È anche il tempo dei bilanci e di ciò che si è fatto per accampare diritti di rielezione.
Il nostro Sindaco già presenta il conto dei finanziamenti ottenuti grazie al suo impegno; nell’elenco, però, non figura l’extra finanziamento dell’addizionale comunale, voluto fortemente dallo stesso.
Sono personalmente dubbioso sull’effettiva necessità dell’aggravio “addizionale”, tra l’altro, mai quantificato.
Trionfalisticamente, di recente, ha annunciato il cospicuo finanziamento destinato al rifacimento di parte della rete idrica cittadina.
I liquidi scorrono, talvolta a fiumi; è solo il liquido avente formula chimica H2O che non riesce ad attraversare le moderne e sofisticate reti.
Quando si parla di acqua e dei relativi costi, per i grottesi resta sempre il dubbio sulla legittimità del pagamento del costo di depurazione che, guarda caso, incide per il cento per cento.
Da anni si nutre il sospetto (gestione Girgenti Acque) del mancato funzionamento del depuratore; da anni chiedo agli amministratori che si sono succeduti nel tempo una semplice verifica sul funzionamento o meno dell’impianto.
Semplice a dire, difficile da attuare.
La richiesta è più che legittima perché pagare un servizio, ove esistente, è un dovere, non pagare un servizio non reso è un diritto.
Il silenzio alimenta il sospetto, diventa complice d’ingiustizie magari inesistenti.
Una parola di chiarezza, con documenti alla mano, vista, tra l’altro, la doppia veste di Sindaco e Presidente dell’Assemblea dell’AICA, metterebbe fine ai più che legittimi sospetti.
Ad alimentare i dubbi sono le circostanze di fatto.
È mai possibile che il depuratore funzioni senza l’assistenza di personale?
Magari l’impianto è stato, nel tempo, all’insaputa di tutti, completamente automatizzato con controlli a distanza.
Se questo fosse vero, basterebbe dirlo e tranquillizzare la collettività che potrebbe dedicarsi a suggerire il migliore utilizzo delle acque reflue, soprattutto, in tempi di siccità, a fini irrigui.
Purtroppo sull’argomento continua il silenzio più assoluto; si può parlare solo al condizionale; e dire che basterebbe poco, ma la semplicità non è della politica.
Di chiacchiere, da qui a poco, ne sentiremo tante, come tanti saranno i tentativi di farci sorridere come “li babbaluci ‘ni lu luci
. 
 

Armando Caltagirone
22 luglio 2022
© Riproduzione riservata.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


22/07/2022

Chiesa. Festeggiamenti in onore di Santa Venera, patrona di Grotte; programma delle celebrazioni

 

Festeggiamenti in onore di Santa Venera
Manifesto

Dal 24 al 31 luglio si svolgeranno a Grotte le celebrazioni religiose in onore di Santa Venera, patrona del paese.
Di seguito pubblichiamo il programma.

Festeggiamenti in onore di Santa Venera
(Festa di Santa Venera - Dal 24 al 31 luglio 2022)

Domenica 24 luglio
Ore 08.00 - Apertura dei festeggiamenti con sparo di colpi di cannone e scampanio;
Ore 10.00 - Sfilata dell'Associazione dei Tamburinari* per le vie del paese;
Ore 11.00 - Chiesa Madre: S. Messa;
Ore 19.00 - Chiesa Madre: S. Messa;
Ore 20.00 - Raduno all'ingresso del paese (incrocio Portobello);
Ore 20.30 - Rievocazione dell'entrata di Santa Venera con l'accoglienza delle reliquie della Santa;
- Sfilata dell'Associazione dei Tamburinari*;
- Sfilata del corteo storico "La Corte dei Principi d'Aragona" con l'esibizione della Banda Musicale "V. Bellini - Città di Grotte"
- La sfilata seguirà il percorso: Viale della Vittoria, Corso Garibaldi, Chiesa Madre;
- Svelata della statua della Santa patrona e sparo di colpi di cannone, consegna dell'olio votivo e accensione della lampada a Santa Venera.

Lunedì 25 luglio
Ore 18.30 - Chiesa Madre: S. Rosario a Santa Venera;
Ore 19.00 - Chiesa Madre: S. Messa (animata dall'associazione "Rinnovamento nello Spirito Santo" di Aragona) con adorazione eucaristica.

Martedì 26 luglio
Ore 18.30 - Chiesa Madre: S. Rosario a Santa Venera;
Ore 19.00 - Chiesa Madre: S. Messa;
Ore 20.00 - Processione delle reliquie verso la chiesa di San Rocco con l'Associazione dei Tamburinari*; la processione seguirà il percorso: Via Washington, Piazza Fratelli Bandiera.

Mercoledì 27 luglio

Ore 08.30 - Chiesa San Rocco: Lodi, santa Messa, Ora Media e Confessioni (è disponibile frà Diego);
Ore 18.30 - Chiesa di San Rocco: S. Rosario a Santa Venera;
Ore 19.00 - Chiesa di San Rocco: S. Messa.

Giovedì 28 luglio

Ore 08.30 - Chiesa San Rocco: Lodi, santa Messa, Ora Media e Confessioni (è disponibile frà Diego);
Ore 18.30 - Chiesa di San Rocco: S. Rosario a Santa Venera;
Ore 19.00 - Chiesa di San Rocco: S. Messa;
Ore 20.00 - Processione delle reliquie verso la chiesa Madonna del Carmelo con l'Associazione dei Tamburinari*; la processione seguirà il percorso: Via Argentina, Via Cavour, Via Duca D'Aosta, Viale della Vittoria.

Venerdì 29 luglio
Ore 18.30 - Chiesa Madonna del Carmelo: S. Rosario a Santa Venera;
Ore 19.00 - Chiesa Madonna del Carmelo: S. Messa.

Sabato 30 luglio
Ore 18.30 - Chiesa Madonna del Carmelo: S. Rosario a Santa Venera;
Ore 19.00 - Chiesa Madonna del Carmelo: S. Messa;
Ore 20.00 - Processione delle reliquie verso la chiesa Madre con l'Associazione dei Tamburinari*; la processione seguirà il percorso: Corso Garibaldi, Chiesa Madre; a seguire Vespri solenni.

Domenica 31 luglio - Festa di Santa Venera
Ore 10.00 - Sfilata dell'Associazione dei Tamburinari* per le vie del paese;
Ore 11.00 - Chiesa Madre: S. Messa;
Ore 19.00 - Chiesetta della Madonna delle Grazie: Concelebrazione eucaristica;
- a seguire: solenne processione e fiaccolata con il simulacro e le sacre reliquie con la partecipazione dell'Associazione dei Tamburinari*;
- esibizione della Banda Musicale "Giuseppe Verdi" Città di Grotte;
- la processione seguirà il percorso: Via Molise, Viale della Vittoria; Piazza Umberto I;
- omaggio floreale del Sindaco;
- seguirà la processione lungo: Corso Garibaldi, Via F. Crispi, Corso Garibaldi, Chiesa Madre;
- atto di affidamento della Città di Grotte alla Santa Patrona e benedizione dei partecipanti con le reliquie di Santa Venera;
- fuochi d'artificio a conclusione dei festeggiamenti.

Tutte le celebrazioni della settimana in onore della Santa Patrona saranno presiedute dal predicatore fra Diego.
Si invitano i fedeli ad addobbare i davanzali e i balconi delle strade che percorrerà la processione ed al passaggio a lanciare i petali floreali.

* Associazione dei Tamburinari "Santa Venera - Città di Grotte" e "San Vincenzo - Città di Aragona"
. 
  

Redazione
22 luglio 2022.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


21/07/2022

Spettacolo. "Aspettando il Premio Vigata", con la direzione artistica di Giovanni Volpe; dal 22 luglio a Porto Empedocle

 

Aspettando il Premio Vigata
Manifesto

Giovanni Volpe
Giovanni Volpe

È Giovanni Volpe il direttore artistico della rassegna "Porto Empedocle Teatro 2022" che prende il nome di "Aspettando il Premio Vigata", serie di manifestazioni che partirà domani, in quella che fu la "Marina di Girgenti".
Sempre in Piazza Kennedy, e sempre alle ore 21.00, si svolgeranno i quattro appuntamenti con il teatro:
- venerdi 22 luglio, il gruppo teatrale "Caos - Città di Porto Empedocle" proporrà "Non è vero ma ci credo", tre atti di Peppino De Filippo, con l'adattamento e la regia di Renato Terranova;
- venerdi 12 agosto, l'associazione ArTesia (di Grotte) e il "Teatro del Baratto" (di Torino) metteranno in scena "Quando vivi splendi", con la drammaturgia e la regia di Giovanni Volpe;
- venerdi 19 agosto, l'associazione Tersicoreum Teatro (di Canicatti) interpreterà "Il berretto a sonagli", di Luigi Pirandello, con l'adattamento e la regia di Simone Luglio;
- domenica 28 agosto, il gruppo musicale APS "Diapason" di Realmonte reciterà "Tampasiannu dintra casa", scritto e diretto da Giugiù Gramaglia.
Così il direttore artistico Giovanni Volpe ha presentato la rassegna: "Il premio Vigata ha vissuto la sua prima indimenticabile stagione negli anni delle tre edizioni del 2004, 2005 e 2007. Per tutte e tre le edizioni fui direttore artistico con Andrea Camilleri Presidente del Premio stesso, mentre patron indiscusso fu Mario Silvano che il Premio si inventò, volle e realizzò. Fioretta Mari fu invece presente come Presidente della Giuria per tutte e tre le edizioni. Ospiti della Rassegna furono: Ida Carrara, Giuseppe Liotta, Sebastiano Lo Monaco, Leona Peleskova, Bertino Parisi, Mariuccia Linder e Toti Ferlita. Furono anni fervidi, Porto Empedocle per una settimana diventava capitale del Teatro contemporaneo riuscendo a convogliare da tutta Italia a Porto Empedocle messe in scena di autori quali Cavosi, Ruccello, Stancanelli, Nikolaj o regie particolarmente felici e d'avanguardia di autori quali Molière e Ionesco, nonché opere prime al loro debutto nazionale. La caratteristica principale della Rassegna per tutte e tre le edizioni fu proprio la particolare attenzione alle realizzazioni registiche dei lavori. Quando quest'anno sono stato contattato dal sindaco Martello non ho subito creduto alle mie orecchie: potevamo riprendere il discorso interrotto quindici anni fa. Al sindaco Martello e al suo Assessore allo Spettacolo, Picone, il merito assoluto di averci creduto fin da subito e di crederci realmente, se infatti quest'anno stiamo ancora "Aspettando" il Premio per i noti problemi di bilancio, in realtà stiamo già gettando le basi per quel che sarà la Rassegna Nazionale di Teatro l'anno prossimo al suo quarto appuntamento. Certo non ci sarà Andrea Camilleri, ma in suo nome Porto Empedocle riprenderà il Premio Teatrale riportandosi al centro del mondo culturale teatrale italiano contemporaneo. Quest'anno in linea con la linea editoriale del Premio, tre messe in scena, differenti per stile e argomenti: “Non è vero ma ci credo” del Gruppo Teatrale Caos - Città di Porto Empedocle" è un adattamento dal noto testo di Peppino De Filippo operato da Renato Terranova con gusto e precisione. “Quando vivi splendi” scritto e diretto dal sottoscritto, è un percorso di Teatro di Narrazione che legge il mondo contemporaneo con gli occhi dell'antichità, e non solo, e segna anche un gemellaggio tutto teatrale in una coproduzione che unisce Sicilia e Piemonte, coproduzioni che erano uno dei sogni miei e di Camilleri, l'interscambio cioè tra realtà teatrali diverse e geograficamente lontane. Con “Il berretto a sonagli” di Luigi Pirandello, prodotto dalla Ramulia Teatro di Camastra, Simone Luglio rilegge Pirandello in uno dei suoi testi classici, riducendolo anche in atto unico, in maniera intensa e originalissima. Domenica 28 poi il recital “Tampasiannu dintra casa” di Giugiù Gramaglia, incredibile maschera di cento personaggi di altrettanti film, fiction e spettacoli teatrali, chiuderà questa rassegna d'attesa e nel corso della serata saranno rese note le linee guida del Bando della Rassegna Nazionale di Teatro “Premio Vigata Andrea Camilleri” quarta edizione 2023. Buon Teatro e buon vento a noi, a Porto Empedocle e a quanti vorranno, con la loro presenza, incoraggiare questo cammino che riparte"
. 
  

Redazione
21 luglio 2022.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


21/07/2022

Politica. Il Meetup Grotte 5 Stelle si dissocia dalla scelta della deputata Cimino

 

Movimento 5 Stelle - Grotte

Gli attivisti del Movimento 5 Stelle di Grotte tornano farsi sentire. Con un comunicato reso pubblico nella giornata di ieri, mercoledì 20 luglio 2022, sul sito ufficiale del MeeTup Grotte5Stelle (vedi il sito), ad oltre un anno dalla precedente nota, gli attivisti e simpatizzanti prendono le distanze dalla decisione della Deputata on. Rosalba Cimino di sostenere il governo Draghi.
Con questa dichiarazione ufficiale, il cui testo è stato condiviso, corretto ed integrato insieme da simpatizzanti e consiglieri comunali, si palesa lo strappo consumato ormai da tempo tra l'onorevole Rosalba Cimino e la sua base elettorale grottese.
"Anche oggi la parlamentare grottese Rosalba Cimino - si legge nella nota - ci fa arrivare a mezzo stampa la notizia secondo la quale sarebbe forte e decisa la sua determinazione a votare la fiducia al governo guidato da Mario Draghi. Non pare opportuno soffermarsi sulle ragioni di tale scelta né sui motivi di questa “fuga in avanti” in un momento così delicato per tutto il M5S. Tuttavia occorre sottolineare che la legittima posizione della Cimino non è mai stata discussa e portata all’interno del gruppo locale e rimane pertanto  isolata ed autonoma. Gli attivisti, ai quali ci appella solo quando serve, anche in questo caso non sono stati sentiti. Il meetup Grotte 5 Stelle intende quindi dissociarsi dalla scelta della deputata Cimino, diventata parlamentare della Repubblica grazie al sostegno del gruppo locale e dei suoi concittadini, soggetti senza i quali non sarebbe mai esistita l’attivista, la candidata alle regionali del 2017 e poi alle politiche del 2018. Un percorso segnato da una parabola discendente, che, a partire dal momento dell’elezione, arriva rovinosamente fino ad oggi. Anni di distanza dal territorio e disinteresse verso le istanze provenienti dallo stesso, in una provincia che tanto necessitava di presenza, ascolto, attenzione, interventi fattivi. Oggi, con la sua intenzione di voto, così platealmente sbandierata, sancisce il tradimento del patto con gli elettori. Non sono bastate le buone idee e gli ottimi propositi messi in campo dal Movimento per cambiare la politica; non sono servite le regole, e ancor meno serviranno le parole di chi oggi definendosi “responsabile” si erge a salvatore della patria. A segnare la differenza saranno coloro che sapranno, vestendosi di umiltà, ascoltare la sofferenza e il disagio di un popolo, che è e rimane sovrano, e fare scelte conseguenti in piena libertà. Vogliate scusarci - conclude il comunicato -, ma noi continuiamo a sostenere: Aiuti a famiglie e imprese; Reddito di Cittadinanza con gli opportuni correttivi; Superbonus; Transizione ecologica; Salario minimo; Intervento su riscossione scontando sanzioni e interessi; Cashback fiscale; Trasparenza. L’unica condizione, per noi, è tornare alle urne e dare voce ai cittadini
". 
  
Redazione
21 luglio 2022.
    

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


20/07/2022

Racalmuto. Incontro-dibattito su "Normativa fondo vittime di mafia"; domani alla Fondazione "Leonardo Sciascia"

 

Incontro-dibattito su "Normativa fondo vittime di mafia"
Manifesto


AGGIORNAMENTO (alle 18.38 del 20.07.22): la manifestazione è stata rinviata a data da destinarsi.

Il Presidente della Commissione Nazionale Antimafia, on. Nicola Morra, sarà presente domani a Racalmuto
per partecipare ai lavori dell'incontro-dibattito sul tema "Normativa fondo vittime di mafia - Modifiche per l'accesso delle imprese ai benefici".
La manifestazione, promossa da CNA Agrigento, Comune di Racalmuto, Fondazione "Leonardo Sciascia" e Ordine degli Avvocati di Agrigento, si terrà giovedi 21 luglio nei locali della Fondazione, a partire dalle ore 18.30.
All'incontro-dibattito, moderato dal giornalista Gero Tedesco, interverranno:
- Francesco Di Natale (Presidente CNA Agrigento);
- Vincenzo Maniglia (Sindaco di Racalmuto);
- Pieco Ciglione (Segretario regionale CNA Sicilia);
- Vincenza Gaziano (Presidente Ordine degli Avvocati di Agrigento);
- Claudio Spoto (Segretario CNA Agrigento);
- Stefano Catuara (Avvocato).
Le conclusioni sono affidate all'on. Nicola Morra, Presidente della Commissione Nazionale Antimafia.
Agli avvocati partecipanti verranno riconosciuti  relativi crediti formativi professionali
. 
  

Redazione
20 luglio 2022.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


20/07/2022

Sport. Tornei di calcio a 5 "Libertas - Città di Grotte"; aperte le iscrizioni

 

Libertas
Libertas

Sono ben 3 i tornei di calcio a 5 organizzati dal Comitato Provinciale "Libertas" di Agrigento - presieduto da Salvatore Rizzo - in collaborazione con l'Associazione Culturale Sportiva Dilettantistica "New Star" di Grotte.
Il Torneo Calcio a 5 Amatori (libero) "Libertas - Città di Grotte", che si concluderà il 12/13 agosto 2022; la quota di partecipazione per ciascuna squadra è di € 120,00 comprensiva di assicurazione. La squadra che vincerà il torneo, oltre al trofeo, vincerà il montepremi (il totale delle iscrizioni) per la partecipazione ai Campionati Nazionali "Libertas" di Calcio a 5 che si svolgeranno a Rimini dall'8 all'11 settembre 2022, oltre ad un contributo che darà il Comitato Provinciale "Libertas" di Agrigento.
Il Torneo Calcio 5 Giovanile "Libertas - Città di Grotte", riservato agli atleti nati negli anni 2006/2007. La quota di partecipazione per atleta è di euro 4,00 comprensiva di assicurazione.
Il Torneo Calcio 5 Giovanile "Libertas - Città di Grotte", riservato agli atleti nati negli anni 2008/2009/2010. La quota di partecipazione per atleta è di euro 4,00 comprensiva di assicurazione.
Per tutti i tornei è prevista la premiazione di tutti i partecipanti con medaglie; coppe per le prime quattro squadre classificate.
Per le iscrizioni è possibile contattare Salvatore Rizzo al numero 328.6013789 entro il 23 luglio
. 
  

Redazione
20 luglio 2022.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


20/07/2022

Attività. Manutenzione straordinaria del primo tratto del fiume Ipsas; consegnati i lavori

 

Manutenzione straordinaria del primo tratto del fiume Ipsas
Sopralluogo

A breve inizieranno i lavori per la messa in sicurezza del tratto iniziale del fiume Ipsas, ricadente nel territorio di Grotte. Lo scorso lunedì 20 luglio 2022 è stato sottoscritto il verbale di consegna all'impresa aggiudicataria dei lavori di manutenzione straordinaria, la L.R. Costruzioni Srl di Barcellona Pozzo di Gotto (ME). Il bando prevede la realizzazione di opere fluviali, di difesa, di sistemazione idraulica e di bonifica per euro 220.850,00.
"Si tratta di un'opera di prevenzione molto importante per il nostro territorio, attesa da tantissimi anni, che si realizzerà grazie al Genio Civile di Agrigento - Assessorato delle Infrastrutture e della Mobilità della Regione Siciliana" ha dichiarato il sindaco Alfonso Provvidenza.
Nel corso della mattinata, durante il sopralluogo a Grotte, il Direttore dei lavori, geometra Franco Pitruzzella (funzionario del Genio Civile), ha verificato le condizioni locali, eseguendo accertamenti e misure, tracciamenti e ricognizioni ed ha indicato i siti d'impianto delle principali opere. In rappresentanza dell'Amministrazione comunale, l'assessore Antonio Morreale, con l'assistenza tecnica dell'arch. Piero Calì, ha attestato la titolarità e disponibilità delle aree interessate all'esecuzione dei lavori, autorizzando la Direzione dei Lavori e l'Impresa esecutrice ad accedere ai luoghi e quindi a procedere alle realizzazione delle opere
. 
  

Redazione
20 luglio 2022.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


18/07/2022

Siculiana. Inaugurala l'Agorà dell'arte; itinerario fruibile sino al 28 agosto 2022

 

Inaugurata l'Agorà dell'arte
Inaugurazione

Inaugurata l'Agorà dell'arte
Agorà dell'arte

Inaugurata l'Agorà dell'arte
Siculiana

Siculiana: inaugurata sabato 16 luglio l'Agorà dell'arte. Una formula che ha dato ragione ad Amministrazione e Proloco.
La parola magica è arte, e Siculiana punta a un plusvalore culturale per dare la spinta giusta all'estate mediterranea 2022.
In centinaia sotto le stelle per scoprire che niente aggrega di più dell'arte, della poesia e della bellezza e crea un filo magico che accompagna i visitatori lungo una traiettoria ideale, che traccia una mappa luminescente di sapere e tradizioni.
Ecco allora palazzi nobiliari, centro storico e spazi espositivi, in dialogo fra loro.
Siculiana Città degli sposi, luogo dove le unioni nascono e si rafforzano sotto buoni auspici, ha inaugurato sabato 16 luglio la sua Agorà dell'arte. Itinerario di contaminazione culturale nel Borgo di Kalat. Il via dal Giardino del Santuario con tanto di brindisi e e degustazione di vino e prodotti del territorio.
"Abbiamo avviato un processo di rigenerazione dove la cultura e l'arte hanno un ruolo fondamentale - spiega il Sindaco - puntando alla valorizzazione del nostro centro storico, così come del borgo marinaro e la riserva di Torre Salsa, per un’offerta turistica di qualità. Storia, ambiente, tradizioni, identità sono parole che costituiscono un mosaico per fare di Siculiana una cittadina sempre più accogliente, che investe su un’economia sostenibile, capace di interagire positivamente con i tanti imprenditori che hanno scelto di investire nel nostro territorio".
Sino al 28 agosto a Siculiana si parte per un vero e proprio viaggio sensoriale, fra opere di artisti e progetti di rigenerazione. Una esperienza che coniuga un itinerario storico e architettonico con mostre e visioni.
Sabato sera Agorà dell'arte ha condotto curiosi, appassionati e cittadini fra un capo e l'altro del borgo di Kalat.
Riflettori puntati su Palazzo Agnello, Biblioteca comunale, Torre dell’Orologio, Giardino e Salone del Santuario; i luoghi coinvolti da una scia di persone ed emozioni.
La magia si ripete tutte le sere dalle 20.00 alle 24.00.
Agorà dell’Arte nel Borgo di Kalat, lungo il percorso:
- Palazzo Agnello e dintorni (storie, personaggi e accadimenti);
- Biblioteca comunale (Open Space theatre, scolpire il mito, raccontare attraverso le emozioni; di Rosa Tirrito);
- Torre dell’Orologio (Mostra collettiva di arte contemporanea a cura di Marcella Scarpello "La tradizione degli sposalizi a Siculiana" a cura del Museo MeTe. Personale di pittura di Leonardo Tanto);
- Museo MeTe (Memoria e Territorio, Via Casale);
- Santuario del SS. Crocifisso (L’arte sacra, bellezza e spiritualità);
- Salone del Santuario (Mostra di dipinti da allievi dell’Accademia di Belle Arti di Agrigento; esposizione di abiti teatrali creati da Flavia Cocca e sculture di Salvatore Cipolla).
L'estate Mediterranea Siculiana sull'onda 2022, continua e interessa anche Siculiana Marina e la riserva naturale di Torre Salsa
. 
  

Redazione
18 luglio 2022.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


18/07/2022

Comune. In pagamento i compensi dei componenti dei seggi elettorali per il referendum del 12 giugno 2022

 

Scrutatori

A partire da oggi, lunedì 18 luglio 2022, sono in pagamento presso l'agenzia della Unicredit (ex Banco di Sicilia) di Racalmuto, i compensi di coloro che hanno espletato le funzioni di presidente, segretario o scrutatore nei seggi elettorali, in occasione del Referendum del 12 giugno 2022.
Gli interessati potranno recarsi in banca per la riscossione dei compensi
. 
  

Redazione
18 luglio 2022.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


18/07/2022

Politica. On. Rosalba Cimino (M5S): "Se necessario voterò la fiducia"

 

Rosalba Cimino
Rosalba Cimino

La Deputata del M5S: “Meglio un atto di responsabilità che un insensato salto nel buio”.
Mercoledì voterò la fiducia se sarà necessario, mettendoci come sempre la faccia, perché sono convinta che sia più utile votare la fiducia alla responsabilità piuttosto che fare un insensato salto nel buio”. Rosalba Cimino, deputata del Movimento 5 Stelle, parla così all’assemblea congiunta del Movimento.
Chiamata in causa per esprimere le sue intenzioni, Rosalba Cimino precisa che la sua scelta è figlia di una lunga riflessione: “Non votare la fiducia al governo significa causare una crisi che non è mai stata deliberata dalle assemblee che si sono tenute in queste ultime settimane, né tantomeno questa scelta è stata sottoposta ai nostri attivisti - spiega ancora - sono perplessa perché la gente fuori non sta capendo cosa sta avvenendo e allo stesso tempo sono preoccupata perché mentre noi stiamo a dibattere da settimane dovremmo ricordarci che c’è una guerra in corso nel cuore dell’Europa e che stiamo vivendo la peggiore crisi economica degli ultimi tempi. Senza un governo - continua Cimino - le misure realizzate in favore dei cittadini e delle imprese e non potrebbero essere realizzate: salario minimo, sostegno sul caro bollette e PNRR. Inoltre uscire dal governo significherebbe anche far spazzare via le due misure che stanno tenendo in vita le famiglie italiane e le imprese: reddito di cittadinanza e bonus 110”.
Per questi motivi la Deputata, dicendosi delusa per ciò che è avvenuto all’interno del Movimento, sceglie la via della continuità in un momento storico delicato in cui una crisi di governo porterebbe solo esiti negativi: “Faccio questo - precisa - non per paura di perdere la poltrona ma per paura di dover raccontare a mio figlio che sua mamma, quando aveva il potere di cambiare le cose, ha preferito scappare piuttosto che lottare per un mero tornaconto elettorale
. 
  

Redazione
18 luglio 2022.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


18/07/2022

Comune. Il Sindaco: "Un finanziamento di euro 4.366,09 per l'acquisto di libri per la biblioteca"

 

Alfonso Provvidenza
Alfonso Provvidenza

"Anche quest'anno la nostra biblioteca comunale è risultata beneficiaria di un finanziamento di euro 4.366,09 del Ministero della Cultura da destinare all'acquisto di libri". Questo l'annuncio diffuso pubblicamente dal sindaco di Grotte Alfonso Provvidenza.
"Sono tantissimi i libri acquistati da questa Amministrazione - ha continuato il Primo Cittadino - grazie ai contributi del Ministero della Cultura e della Regione Siciliana".
Nel comunicare la notizia, gradita soprattutto agli appassionati della lettura, Provvidenza ha rivolto un pensiero verso un nostro concittadino scomparso prematuramente: "Il pensiero non può andare che a Mimmo Butera; quest'anno sceglieremo i libri senza di lui, ma sarà ugualmente presente nel nostro cuore e nei nostri pensieri"
. 
  

Redazione
18 luglio 2022.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


18/07/2022

Chiesa. Avvisi e appuntamenti della settimana

 

Programma della settimana
Unità Pastorale
 

Pubblichiamo gli avvisi diffusi al termine delle sante Messe domenicali e gli appuntamenti ecclesiali più rilevanti (disponibili anche alla pagina "Chiesa").

Lunedì 18 luglio
- ore 08.00, nella chiesa San Rocco, Rosario mariano e Confessioni;
- ore 08.30, nella chiesa San Rocco, santa Messa;
- ore 10.00, in chiesa Madre, santa Messa.

Martedì 19
luglio
- ore 08.00, nella chiesa San Rocco, Rosario mariano e Confessioni;
- ore 08.30, nella chiesa San Rocco, santa Messa;
- ore 18.30, in chiesa Madre, santa Messa.

Mercoledì 20 luglio
- ore 18.30, in chiesa Madre, santa Messa.

Giovedì 21 luglio
- ore 08.00, nella chiesa San Rocco, Rosario mariano e Confessioni;
- ore 08.30, nella chiesa San Rocco, santa Messa;
- ore 18.30, in chiesa Madre, santa Messa e Adorazione eucaristica.

Venerdì 22 luglio
- ore 08.00, nella chiesa San Rocco, Rosario mariano e Confessioni;
- ore 08.30, nella chiesa San Rocco, santa Messa;
- ore 17.00, in chiesa Madre, incontro di preghiera (del Gruppo della Divina Misericordia) e santa Messa.

Sabato 23 luglio
- ore 17.30, nella chiesa San Rocco, Rosario mariano e Confessioni;
- ore 18.00, nella chiesa San Rocco, santa Messa;
- ore 18.30, in chiesa Madre, santa Messa.

Domenica 24 luglio
- ore 09.30, nella chiesa San Rocco, Rosario mariano e Confessioni;
- ore 10.00, nella chiesa San Rocco, santa Messa;
- ore 11.00, in chiesa Madre, santa Messa;
- ore 18.30, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 19.00, in chiesa Madre, santa Messa.

AVVISI DELLA CHIESA MADONNA DEL CARMELO
Dal 18 al 28 luglio non ci sono celebrazioni né attività in parrocchia.
Domenica 24 luglio sarà celebrata una sola santa Messa alle ore 18.30, da don Paolo Morreale.
Nei giorni 29 e 30 luglio in parrocchia sarà ospitato il reliquiario di santa Venera (santa Messa alle ore 19.00).
Il 30 luglio, al termine della santa Messa, processione verso la chiesa Madre.
Domenica 31 luglio, sante Messe in parrocchia alle ore 09.00 e 11.30; alle ore 19.00 concelebrazione della santa Messa dinanzi alla chiesa Madonna delle Grazie.

  

Redazione
18 luglio 2022.  
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


18/07/2022

Servizi. Pubblicate le graduatorie provvisorie dei lavoratori forestali per l'anno 2022

 

Centro per l'impiego
Centro per l'impiego

Con una nota ufficiale, il Centro per l'Impiego di Canicatti ha comunicato che sono state pubblicate le graduatorie provvisorie uniche dei lavoratori forestali.

*****

Oggetto: Pubblicazione Graduatorie Forestali Provvisorie Uniche Distrettuali - art. 12 L.R. n. 5 del 2014 - per l'anno 2022 - D.R.S. n. 1566/2022 Serv. VII - C.P.I. di Agrigento del 14/07/2022 Anno 2022.


Si comunica che sono in pubblicazione fino al 24/07/2022, le graduatorie uniche distrettuali provvisorie, valide per l'anno 2022.
I lavoratori interessati potranno prenderne visione presso il C.P.I. di Canicatti e i Recapiti di Grotte e Ravanusa.
Gli interessati potranno ricorrere avverso le graduatorie uniche distrettuali, presentando eventuali osservazioni scritte presso il C.P.I. di Canicatti e/o presso il Serv. VII - C.P.I. di Agrigento entro e non oltre il 24/07/2022
.
  

 
 


 

Il Dirigente del CPI
Carmelo Rinaldo

 

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


17/07/2022

Politica. On. Decio Terrana (UDC): "Continuiamo a crescere sul territorio"

 

Decio Terrana
Decio Terrana

Realmonte: il capogruppo al Consiglio comunale Mallia e il presidente del circolo FdI Emanuele Alonci aderiscono all’UDC.
Terrana: “Continuiamo a crescere sul territorio”.
Il consigliere comunale di Realmonte Alessandro Mallia e il presidente del circolo Emanuele Alonci lasciano Fratelli d’Italia e aderiscono all’UDC.
Alessandro Mallia dichiara: “La mia scelta di aderire all’UDC Italia è dettata da quei valori moderati e cristiani che da sempre hanno contraddistinto la mia idea politica e che vedo nell’UDC. Mi sono avvicinato all’UDCcon grande entusiasmo. Per me sarà una nuova stagione politica che mi vedrà affrontare con impegno e costanza le problematiche della mia Realmonte e il confronto con i miei concittadini”.
Emanuele Alonci esprime soddisfazione dichiarando: “Ci concentreremo sulle problematiche legate all’ambiente e al lavoro. Con lo scioglimento del circolo di Fratelli d’Italia inizia una nuova fase e una nuova esperienza politica. Desidero ringraziare il segretario nazionale Lorenzo Cesa, il segretario regionale Decio Terrana e il segretario provinciale Silvio Alessi per la fiducia che ci hanno dato”.
Il consigliere del comune di Agrigento Fabio La Felice esprime soddisfazione affermando: “Oggi inizia una nuova fase, sono certo che assieme costruiremo un laboratorio politico di idee aperto a coloro che condividono il nostro agire per lo sviluppo delle nostre comunità”.
Il segretario Regionale dell’UDC on. Decio Terrana dichiara: “Esprimo soddisfazione per le continue adesione che vi sono in tutta la Sicilia. Siamo compiaciuti e felici di accogliere Alessandro Mallia e di Emanuele Alonci. Queste nuove partecipazioni ci danno la forza per proseguire alla costruzione di un centro moderato che sappia governare bene e affrontare le problematiche che vivono i cittadini. Notiamo con piacere come ci sia sempre di più grande interesse per lo scudo crociato che rappresenta il vero centro culturale e ideologico. Stiamo dimostrando di essere il partito dei valori”.

Il coordinatore provinciale Silvio Alessi afferma:
Queste adesioni all’UDCsono motivo di grande orgoglio per tutto il partito. Queste scelte vogliono essere un segnale affinché ritorni la vera Politica nella nostra provincia.  
  

Redazione
17 luglio 2022.  
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


17/07/2022

Chiesa. La festa della Beata Maria Vergine del Monte Carmelo; della prof.ssa Graziella Vizzini

 

Beata Maria Vergine del Monte Carmelo
Madonna del Carmelo

Sabato, 16 luglio 2022, festa della Beata Maria Vergine del Monte Carmelo.
Il canto del vespro ha preceduto la celebrazione della santa Messa in onore della Madonna del Carmelo.
La festa è stata preparata dalla novena, iniziata giorno 7 luglio e terminata venerdì 15 luglio. Sono stati giorni intensi: canto del santo Rosario, a seguire Fiore del Carmelo, l'invocazione allo Spirito Santo e il Credo che introduceva giornalmente la meditazione della novena.
Ogni giorno non mancava la parola di Dio.
Don Rosario Bellavia, in questi nove giorni, ha spezzettato la preghiera dell' Ave Maria e della santa Maria, spiegando ogni giorno una frase, facendo dei confronti e dandoci anche delle coordinate che ognuno poteva approfondire personalmente.
Le meditazioni sono state semplici ma molto profonde, come del resto è lo stile di don Rosario.
I tesori del cuore della Madonna sono infiniti, come immense sono le grazie e le benedizioni che la Vergine riversa su tutto il mondo.
La Madonna, dando lo "scapolare" a san Simone Stock, ci ha voluto rivestire di un’armatura, di una protezione che se portata con fede ed amore non abbiamo nulla da temere.
La recita della supplica, in conclusione, è stata molto commovente ed emozionante. L"affidamento alla Madre del Cielo con il titolo di Madonna del Monte Carmelo è uscito dal nostro cuore di figli che vogliano stare sempre accanto alla nostra Mamma Celeste.
 
 

 

   

Prof. Graziella Vizzini
 

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


17/07/2022

Letture Sponsali. "Svolgiamo mille faccende anziché ascoltare e capire"

 

Amore Sponsale
Nozze di Giuseppe e Maria

Le "Letture Sponsali" sono uno strumento sperimentale che offre gratuitamente una prospettiva sponsale alle letture della liturgia domenicale. Sono curate dal gruppo "Amore è..." (vedi il sito ufficiale), attivo dal 2006 nella diocesi di Palermo, per favorire un momento di riflessione all'interno delle coppie e nelle comunità ecclesiali. Le letture sono commentate da fidanzati e sposi (tra cui i grottesi Vera e Francesco).

*****

L’ospite di casa e del cuore.
In questa sedicesima domenica del tempo ordinario, Gesù è ospite ben accolto di Maria e Marta.
Le due sorelle hanno modi molto diversi tra loro per far sentire a proprio agio l’ospite. Marta è molto indaffarata a preparare il pranzo, la tavola, mentre Maria è intenta ad ascoltare le parole di Gesù, seduta ai suoi piedi. Gesù apprezza tutti i gesti premurosi delle due sorelle, ma nel momento in cui Marta invita Gesù stesso a richiamare la sorella, ecco che arriva il monito per Marta.
Gesù condanna l’affanno, l’ansia con cui svolge le sue attività, l’essere totalmente assorbita dalle faccende domestiche senza prestare alcuna attenzione alle sue parole.
Gesù oggi viene a richiamare anche noi per questo atteggiamento, spesso siamo molto assorbiti dal lavoro, dal mènage familiare (pulizie, bucato, preparazione del pranzo e della cena, cartelle dei figli) e presi da ansie e preoccupazioni trascuriamo non solo il nostro rapporto con Dio, ma anche con i nostri figli e il nostro coniuge.
Quante volte non guardiamo i nostri figli negli occhi perché distolti dai “molti servizi”, o quante volte per raccontarci la nostra giornata non ci fermiamo un attimo per captare le emozioni dell’altro, spesso superficialmente sentiamo la voce mentre svolgiamo altre mille faccende anziché ascoltare e capire.
Non dobbiamo scegliere se imitare l’atteggiamento di Maria o di Marta, i servizi in casa, al lavoro, in parrocchia sono di certo necessari, ma non bisogna far prevalere l’ansia del fare, del servire.
Gesù dice “di una cosa sola c’è bisogno”, senza lasciare intendere che bisogna pregare tutto il giorno, ma di concederci dei momenti di riflessione, di raccoglimento, di silenzio per fare spazio alla sua parola e donare pace al nostro cuore, come momento per ricaricare lo spirito, come cura della relazione con Dio.
La sua presenza nella nostra vita ci permetterà di riversare il suo amore a tutti coloro che ci circondano, ed ecco che il servizio (a casa, nei luoghi di lavoro, in parrocchia) diventa anch’esso preghiera e lode a Dio.
Vera e Francesco

 
Redazione
17 luglio 2022.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


16/07/2022

Politica. "Il vizio antico della ricerca del compromesso"; di Enzo Napoli

 

Enzo Napoli
Enzo Napoli

Sta venendo fuori, in questa campagna per le primarie, non solo la differenza dello spessore politico tra i candidati, ma anche quella del profilo che darebbero alla coalizione.
La candidata di Lumia, Lupo e Cracolici (ed ora anche di Bianco) porta con sé il vizio antico della ricerca del compromesso con pezzi del centrodestra, la subalternità culturale, l'assenza di una visione propria ed autorevole del futuro della Sicilia.
Quello che Claudio Fava sta mettendo in campo, in tutta l'Isola, è il protagonismo di un fronte progressista e democratico che va oltre i partiti tradizionali, fatto di movimenti, associazioni, donne e uomini liberi che credono che la politica possa rinnovarsi e ridare speranza.
Il 23 luglio potremo scrivere insieme una nuova bellissima pagina, che chiuda definitivamente la stagione degli inciuci, dei notabili e delle clientele.
Basta
registrarsi e votare.
  
Enzo Napoli
16 luglio 2022
© Riproduzione riservata.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


16/07/2022

Lavoro. Emirates cerca personale di bordo; open day lunedi 25 luglio a Palermo

 

Emirates cerca personale di bordo
Emirates team

Emirates, la più grande compagnia aerea internazionale del mondo, è alla ricerca di candidati per il suo team multinazionale che andrà a completare il personale di bordo, con giornate di valutazione previste a Roma, Bari e Palermo nel mese di luglio:
- a Roma giovedì 21 luglio, presso il Radisson Blu GHR Rome, alle ore 09.00;
- a Bari sabato 23 luglio, presso il Mercure Villa Romanazzi Carducci, alle ore 09.00;
- a Palermo lunedì 25 luglio, presso l'Astoria Palace Hotel, alle ore 09.00.
La compagnia aerea con sede a Dubai è alla ricerca di persone che abbiano la passione per un’hospitality improntata alla semplicità, ma allo stesso tempo personalizzata e impeccabile, per offrire ai clienti un’esperienza di viaggio indimenticabile. Essendo la sicurezza una delle massime priorità di Emirates, il candidato ideale dovrà essere in grado di prendere il controllo quando si tratta di gestire i servizi degli aerei e le procedure di sicurezza. Tutto l’equipaggio di Emirates riceverà una formazione di primo livello presso la struttura all’avanguardia della compagnia aerea a Dubai.
I candidati che vogliono dare alla propria carriera un decollo epico devono inviare una candidatura on-line (collegandosi a questa pagina) con un curriculum vitae aggiornato in inglese e una fotografia recente. Ulteriori informazioni sui requisiti per il processo di selezione sono disponibili sul sito ufficiale (vedi il sito).
I candidati dovranno essere pronti a trascorrere l’intera giornata sul posto.
Il personale di bordo Emirates è veramente globale e rappresenta 160 nazionalità, che riflettono il mix di clienti e di mete in oltre 130 città in sei continenti, utilizzando una moderna flotta di oltre 200 velivoli wide-body. La compagnia aerea è il più grande operatore globale di Boeing 777 e Airbus A380.
Emirates offre ai candidati straordinarie opportunità di carriera, con eccellenti strutture di formazione e un’ampia gamma di programmi di sviluppo per i suoi dipendenti. Tutti i membri dell’equipaggio di Emirates risiedono nell’eccitante città cosmopolita di Dubai e godono di un interessante pacchetto di lavoro che comprende una serie di benefit come uno stipendio esente da imposte, un alloggio gratuito fornito dalla compagnia, il trasporto gratuito da e verso l’aeroporto, un’eccellente copertura medica e sconti esclusivi per lo shopping e le attività ricreative a Dubai. Il crescente network globale di Emirates offre molte opportunità di viaggio e si estende su sei continenti. L’equipaggio di bordo di Emirates gode di interessanti agevolazioni di viaggio per sé, per le proprie famiglie e per gli amici in tutte le destinazioni raggiunte dalla compagnia aerea.
Emirates vola in Italia da 30 anni e attualmente offre 32 voli passeggeri settimanali da quattro punti in Italia - Milano, Roma, Bologna e Venezia - a Dubai, oltre al collegamento diretto da Milano a New York
.  
  

Redazione
16 luglio 2022.  
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


16/07/2022

Alimentazione. Rassegna internazionale di vini biologici "Biodivino"; lunedì la cerimonia di premiazione

 

Rassegna internazionale "Biodivino"
Locandina

Lillo Alaimo Di Loro
Lillo Alaimo Di Loro

Vini biologici e biodinamici: lunedì 18 luglio ad Alcamo la premiazione della Rassegna internazionale "Biodivino".
Cinquantuno riconoscimenti, 5 gran medaglie d’oro, 46 medaglie d’oro, 10 regioni premiate. Sono i numeri dell’edizione numero 18 della Rassegna internazionale "Biodivino", quest’anno ospitata in Sicilia grazie al patrocinio della Regione rivolto a un settore ritenuto cardine per il rilancio dell’economia isolana.
La cerimonia di premiazione è prevista per lunedì 18 luglio, alle 19.30, presso l’Enoteca regionale di Alcamo (Castello dei Conti di Modica, in Piazza della Repubblica).
Saranno consegnati gli attestati e allestito un banco d’assaggio con tutti i vini vincitori, in abbinamento con prodotti tipici locali.
Saranno presenti: Maria Possente (presidente dell’Enoteca regionale di Alcamo), Lillo Alaimo Di Loro (presidente di Italia Bio), Gianni Giardina (presidente del Comitato tecnico-scientifico Biodivino), Gaetano Aprile (direttore dell’Istituto regionale del Vino e dell’Olio), Dario Cartabellotta (direttore dell’Assessorato regionale all’Agricoltura).
Concluderà la manifestazione Toni Scilla, assessore regionale dell’Agricoltura, dello Sviluppo rurale e della Pesca mediterranea
.  
  

Redazione
16 luglio 2022.  
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


15/07/2022

Viabilità. A passeggio per le vie del paese: isola pedonale nel centro di Grotte, da oggi a domenica 21 agosto 2022

 

Area pedonale
Area pedonale

Polizia Municipale

Durante le calde serate estive, lungo la via principale di Grotte si potrà passeggiare in tranquillità, senza l'assillo di auto, camion, motorini.
Da stasera, venerdì 15 luglio 2022, sino a domenica 21 agosto viene istituita l'isola pedonale. Lo ha deciso la Giunta Municipale con la deliberazione n° 91 del 4 luglio corso, al fine di "rendere ancor più fruibile da parte di cittadini e visitatori l’arteria cittadina principale, consentendo la circolazione degli stessi senza la contemporanea presenza di circolazione veicolare, soprattutto nei giorni di maggior affluenza turistica, vale a dire in quelli festivi".
In via sperimentale, l'area pedonale urbana è istituita:
- lungo il Corso Garibaldi dal civico 111 al civico 199 (nei giorni di venerdì e sabato, dalle ore 21.00 alle ore 24.00; nei giorni di domenica, dalle ore 18.00 alle ore 24.00).
Nel periodo estivo l’Amministrazione Comunale, per promuovere il turismo sul territorio, ha in programma di realizzare una serie di attività per i cittadini ed i numerosi emigrati che tornano in paese; manifestazioni culturali e di spettacolo che costituiscono da sempre un importante momento di incontro e di aggregazione nel tradizionale clima di festa e solidarietà

  
Carmelo Arnone
15 luglio 2022
© Riproduzione riservata.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


15/07/2022

Politica. "Presidenziali22", le primarie del "Campo Progressista" per le regionali in Sicilia; si vota sabato 23 luglio

 

Presidenziali22
Presidenziali22

Presidenziali22
Candidati

Con molta probabilità si terranno nel mese di novembre 2022 le votazioni per l’elezione diretta del Presidente della Regione Sicilia e il rinnovo dell’Assemblea Regionale Siciliana.
Il “Campo Progressista”, al fine di presentare una candidatura unitaria alla presidenza della regione, ha indetto le Presidenziali22” in Sicilia.
Le primarie si terranno sabato 23 luglio; per votare online occorre iscriversi.
Alle "Presidenziali22" (vedi il sito) sono candidati:
- Barbara Floridia (M5S);
- Claudio Fava (LEU);
- Caterina Chinnici (PD).
Il voto si svolgerà dalle ore 08.00 alle ore 22.00 attraverso la piattaforma online di SkyVote (l’accesso alla piattaforma è garantito da un sistema di sicurezza che assicura l’univocità del voto) e presso i 32 punti voto allestiti in Sicilia.
Non è richiesto alcun contributo per votare.
Per la registrazione online serve un documento d’identità in corso di validità (con fotografia) e un numero di telefono mobile. Bisogna avere compiuto 16 anni ed essere residenti in Sicilia. Nessun numero di telefono mobile potrà essere associato a più di un elettore.
Ci si può registrare (in questa pagina) entro e non oltre le ore 23.59 di giovedì 21 luglio 2022.
Si può votare presso i 32 punti di voto a condizione che sia stata scelta questa modalità durante la registrazione

  
Carmelo Arnone
15 luglio 2022
© Riproduzione riservata.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


13/07/2022

Iniziative. Consulta Giovanile: aperte le iscrizioni ai tornei estivi

 

Consulta Giovanile: aperte le iscrizioni ai tornei estivi
Locandina

I dinamici componenti della Consulta Giovanile di Grotte hanno organizzato, per la prima settimana di agosto, un torneo di pallavolo e una maratona cittadina.
"Ci eravamo lasciati a dicembre - scrivono i giovani sui social - con un torneo che a causa della pandemia non si è potuto realizzare. Ma ci abbiamo voluto riprovare, come avevamo promesso. Abbiamo voluto pensare in grande ed eccoci qua. Un torneo di pallavolo e una maratona cittadina!! Musica, sport, divertimento, gioventù che si riunisce".
Per partecipare è richiesta un'età minima di 14 anni. La quota di partecipazione è di 10 euro a persona.
Le iscrizioni sono già aperte, secondo due modalità:
- di presenza, al banchetto predisposto in Piazza Marconi nei giorni di venerdì e sabato, dalle ore 11.00 alle 13.00;
- online sul profilo Instagram della Consulta Giovanile di Grotte, inserendo il proprio nominativo ed eventualmente quello della squadra che parteciperà al torneo.
L'invito della Consulta è "R-Estate con noi!"
.  
  

Redazione
13 luglio 2022.  
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


13/07/2022

Attualità. "Tempi complessi e difficili, con un ricordo speciale a Shinzo Abe"; del dott. Renato Zaffuto

 

Renato Zaffuto
Renato Zaffuto

 

 

Shinzo Abe
Shinzo Abe

Intervento del dott. Renato Zaffuto, Responsabile di Fideuram Asset Management UK - Gruppo Intesa San Paolo, e tra i 25 top Asset Allocator in Europa.

*****

     Egregio Direttore,
sebbene stiamo vivendo tempi complessi e difficili, non vanno trascurati gli importanti percorsi di transizione che sottendono i processi in corso e le opportunità che stanno emergendo.
     Per vari aspetti, questi tempi sembrano il deja vu degli anni ’70, non solo nei colori ma verso aspettative e richieste di una maggiore tutela socio-economica e verso un maggior riconoscimento dei diritti civili e di inclusione nella cittadinanza attiva. Tuttavia, allora come oggi, bisogna sempre avere una buona bussola che aiuti la rotta verso il futuro.
     Come sempre occorre partire dalle proprie radici e dalla propria storia prima di allargare il campo visivo oltre che la prospettiva.
     Intanto, il primo pensiero va all’ex Primo Ministro giapponese Shinzo Abe. Il suo atroce assassinio è paragonabile, nel vissuto collettivo di una nazione, a quello che fu per gli italiani l’assassinio di Aldo Moro nel 1978 e a quello che fu l’assassinio di John F. Kennedy per gli americani nel 1963.
     Apparentemente vicende distanti nel tempo e nello spazio ma, invece, unite da un unico filo conduttore, dall’uccisione di grandi leader democratici e riformatori con una visione strategica internazionale che amavano il loro Paese e dall’apparente interruzione di un percorso di cambiamento che poi riprende più vigore.
     Le vicende provocarono negli USA e in Italia allora, e in Giappone oggi, un’immensa onda emotiva.
     Le Nazioni democratiche come quelle del G7 trovano sempre dai momenti di crisi spunti di ripartenza.
     Il Giappone, come l’Italia, che appartengono al G7 (in gergo considerati i 7 Paesi democratici più ricchi del Mondo), hanno sempre saputo trovare nuovi motori di ripartenza.
     Pur conoscendo gli ambiti di disagio e di fragilità sociale presenti in tante fasce di popolazione dei Paesi del G7, non è nulla a confronto con quelli dei Paesi che non hanno ancora maturato sistemi politici e di valori collettivi che noi consideriamo liberali e democratici.
     Un ricordo speciale, per me che sono stato varie volte a Tokyo, va a Shinzo Abe. Nonostante gli oltre 9.000 km di distanza geografica, c’è una vicinanza ideale più forte.
     C’è una comunanza di valori per la Cultura, per il Design, per la produzione di automobili e motocicli, per la meccanica tradizionale e per quella di precisione, per l’automazione e per l’Internet-of-Things. Ma alla base di tutto c’è una propensione innata e spiccata delle due popolazioni, con cultura millenaria, verso il Bello e la Bellezza, verso lo Stile e il Decoro dell’Ambiente che circonda l’Essere Umano in tutte le sue manifestazioni come il Design e anche la Gastronomia.
     Sia l’Italia che il Giappone hanno perso la Seconda Guerra Mondiale, ma da quella sconfitta le popolazioni hanno trovato un modo e una strada di sviluppo, sia all’interno che nei rapporti con gli altri Paesi, dimostrando che gli interessi di benessere della propria popolazione sono assoluti per natura.
     Shinzo Abe fu Presidente del Partito Liberal-Democratico (come la nostra Democrazia Cristiana, tanto per intenderci!) e suo Papà Shintaro Abe fu Ministro degli Esteri di Yasushino Nakasone.
     Qualcuno ricorderà il periodo 1982-87 con i meetings del G7 fra i nostri Craxi e Andreotti, da un lato, e Nakasone e Abe (padre), dall’altro.
     L’inflazione degli ultimi mesi ha riportato l’orologio della Storia a 40 anni indietro.
     In Italia l’inflazione ha raggiunto il 6,8%, nella media europea l’8,1%, in Spagna addirittura il 10,2% e negli USA l’8,6%.
     Una parte di questa inflazione è congiunturale, ovvero nel breve si riassorbirà, dovuta alle conseguenze della guerra Russo-Ucraina sui prezzi delle materie energetiche e alimentari e a quelle della riapertura post-lockdown per la pandemia del Covid.
     Stiamo vivendo tempi complessi per gli effetti della Rivoluzione Digitale, per l’aggiustamento degli eccessi alla Globalizzazione e per la normalizzazione delle politiche monetarie.
     In un contesto globale così difficile, la Sicilia finalmente potrebbe avere dalla Storia quelle opportunità economiche, figlie anche dagli attuali sviluppi geo-politici, che non accadevano dai tempi dei Normanni, prima, e dei Romani, poi.
     La transizione energetica verso le fonti rinnovabili solari e eoliche, la favorevole posizione verso il riequilibrio della domanda italiana ed europea a favore di fonti di approvvigionamento del gas liquefatto proveniente dai siti dell’Africa e del Medio-Oriente, il Turismo e l’Agro-industria, anche con tecnologie digitali, aiuteranno a trainare le nuove frontiere di sviluppo economico.
     La Sicilia potrebbe essere una delle aree a beneficiare di più del PNRR, negli interessi strategici dell’Italia e dell’Europa, in questo processo di riassetto post-caduta del Muro di Berlino e post-Globalizzazione verso un nuovo equilibrio geo-politico e dei mercati dell’energia, ma servirebbero più convergenza verso interessi comuni e meno divisioni.

  
Renato Zaffuto
13 luglio 2022
© Riproduzione riservata.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


12/07/2022

Scienza. "Miliardi di galassie... e gli stupidi Homo Sapiens"; di Tommaso Parrinello

 

Universo
Galassie

Questa sera, prendete un granello di sabbia e alzatelo sopra i vostri occhi.
Nello spazio occupato da quel granello, ovunque voi lo posizionate, si trovano miliardi di galassie con miliardi di stelle con decine di pianeti, alcuni forse come il nostro, pieni di vita popolato da esseri intelligenti che in questo momento ci stanno osservando dal loro infinitesimo angolo dell'universo, ponendosi le stesse domande e i medesimi dubbi e magari facendosi la guerra come gli stupidi Homo Sapiens.
Questo è quello che ci dice questa prima immagine del telescopio James Webb (NdR: vedi foto a lato), confermando l'infinita immensità del nostro universo
.  
  
Tommaso Parrinello
12 luglio 2022
  

Tommaso Parrinello
Tommaso Parrinello

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


12/07/2022

Spettacolo. A Tuccio Musumeci, Francesca Ferro e Tom Sinatra il Premio "Nino Martoglio" 19^ edizione

 


Locandina

 

Si terrà lunedì 1 agosto 2022, a Grotte (AG) in Piazza Umberto I, la 19^ edizione del Premio "Nino Martoglio" Città di Grotte, ideato e diretto da Aristotele Cuffaro. La manifestazione sarà presentata da Francesco Bellomo e Martina Difonte.
La Giuria, formata dal produttore Francesco Bellomo, dalla giornalista Maria Lombardo e dal critico cinematografico Eliana Lo Castro Napoli, ha deliberato di conferire, per questa XIX edizione, i seguenti riconoscimenti:
- Premio Speciale "Gregorio Napoli" a Tuccio Musumeci;
- Premio Speciale "Francesco Pillitteri" a Francesca Ferro;
- Premio Speciale per i meriti artistico-musicali a Tom Sinatra.

  

Premio "Nino Martoglio" 19^ edizione
Premio "Nino Martoglio

Tuccio Musumeci
Tuccio Musumeci

Tuccio Musumeci: attore. Inizia la sua attività nel campo dello spettacolo esibendosi nel cabaret e nell'avanspettacolo in compagnia di Pippo Baudo. La svolta della sua carriera di attore avviene con la costituzione del Teatro Stabile di Catania. Uno dei suoi primi successi fu Il berretto a sonagli di Luigi Pirandello interpretato da Turi Ferro. La sua mimica da burattino e la sua vis comica innata gli hanno consentito una lunga carriera di successo. La sua attività teatrale lo ha visto impegnato in ruoli come quelli in Cronaca di un uomo di Giuseppe Fava, Il Consiglio d'Egitto di Leonardo Sciascia, Pipino il breve di Tony Cucchiara e Classe di Ferro di Aldo Nicolaj. Ha calcato i maggiori palcoscenici nazionali e internazionali. A New York nel 1985 ha ricevuto, per la sua interpretazione nel ruolo di Pipino il Breve, il premio "Italian - American Forum" al Mark Hellinger Theatre. Ha preso parte anche a circa quindici film, sempre in ruoli da caratterista, fra i quali Mimì metallurgico ferito nell'onore di Lina Wertmüller, Porte aperte di Gianni Amelio, Lo voglio maschio di Ugo Saitta, Virilità di Paolo Cavara ed altri. Dal 2008 è direttore artistico del Teatro Vitaliano Brancati di Catania.
  
 

Francesca Ferro
Francesca Ferro

Francesca Ferro: attrice e regista. Diplomata all'accademia d'arte drammatica "Umberto Spadaro" presso il Teatro Stabile di Catania, è la direttrice artistica del Teatro Angelo Musco di Catania, sede storica dell’Ente Teatro di Sicilia. Ultimogenita di Turi Ferro e Ida Carrara, da cui ha tratto ispirazione per la sua carriera d’attrice, regista e direttrice artistica, ha sempre intrapreso una sua strada, nonostante un cognome e una tradizione familiare imponenti alle spalle. Dopo la Scuola di recitazione dello Stabile etneo, parte alla volta di Roma per mettersi alla prova in un contesto diverso; torna a Catania solo parecchi anni dopo con una nuova idea di teatro che concretizzerà nell’esperienza della direzione del Teatro Mobile e anche del "Musco".
  
 

Tom Sinatra
Tom Sinatra

Tom Sinatra: chitarrista. Dopo i primi rudimenti, si perfeziona con i fratelli Franco e Totò Li Causi, virtuosi della chitarra e del mandolino, che daranno un'impronta fondamentale per il prosieguo degli studi che Tom completerà in conservatorio. A Roma, nei primi anni '80, inizia la sua carriera, apparendo in numerose trasmissioni radio e TV, sino a firmare un contratto che lo lega alla RAI per molti anni. Suo riferimento è Michele Guardì, dal quale imparerà i rudimenti della scena sia teatrale che televisiva. Compare poi con la sua composizione dal titolo "Hassad" nel CD "Kings of Guitar - Acoustic", per la Columbia, Sony, 1997, che lo acclama tra i primi chitarristi al mondo accanto ad artisti come John Mc Laughlin, Mark Knopfler, Manitas De Plata e Baden-Powell. Fa concerti in tutto il mondo, e varie tournée teatrali come compositore e musicista, accanto ai più grandi attori italiani; primo fra tutti Michele Placido. La sua attività musicale è all'attenzione del vasto pubblico, che lo conosce e lo ama per il suo enorme talento, oltre che per le sue innumerevoli apparizioni televisive, sia italiane che estere. 
  

Redazione
12 luglio 2022.
  
 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


12/07/2022

Riconoscimenti. Medaglia d'oro alla carriera al dott. Gaetano Curto, primario emerito di Urologia

 

Medaglia d'oro alla carriera al dott. Gaetano Curto
Medaglia d'oro

Nel corso di un'emozionante cerimonia svoltasi al Teatro Giunone della Valle dei Templi di Agrigento, è stata consegnata la Medaglia d'oro alla carriera al prof. dott. Gaetano Curto, primario emerito di Urologia.
La cerimonia è stata organizzata dall'Ordine dei Medici di Agrigento, che ha voluto festeggiare i 50 anni di attività del dott. Gaetano Curto che ha avviato e perfezionato in Sicilia la specializzazione della Chirurgia Urologica, aprendo nuovi confini e nuove conquiste nella specifica specializzazione. Una vita per la ricerca urologica. Ricerca ulteriormente sviluppata dal figlio Francesco, primario di Urologia al Sant’Elia di Cefalù.
Nella foto a lato, il prof. dott. Curto stringe la mano al Presidente Nazionale dell‘Ordine dei Medici e degli Odontoiatri, al momento di ricevere la Medaglia d’oro
.  
  

Redazione
12 luglio 2022.  
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


12/07/2022

Chiesa. Avvisi e appuntamenti della settimana

 

Programma della settimana
Unità Pastorale
 

Pubblichiamo gli avvisi diffusi al termine delle sante Messe domenicali e gli appuntamenti ecclesiali più rilevanti (disponibili anche alla pagina "Chiesa").

Lunedì 11 luglio - Novena alla B.M.V. del Monte Carmelo (5)
- ore 08.00, nella chiesa San Rocco, Rosario mariano e Confessioni;
- ore 08.30, nella chiesa San Rocco, Lodi, santa Messa, Ora Media e Coroncina;
- ore 17.45, nella chiesa Madonna del Carmelo, santo Rosario cantano, Inno e Novena alla Madonna del Carmelo;
- ore 18.30, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 18.30, in chiesa Madre, santa Messa.

Martedì 12
luglio - Novena alla B.M.V. del Monte Carmelo (6)
- ore 09.30, nella chiesa San Rocco, Rosario mariano e Confessioni;
- ore 10.00, nella chiesa San Rocco, santa Messa;
- ore 17.45, nella chiesa Madonna del Carmelo, santo Rosario cantano, Inno e Novena alla Madonna del Carmelo;
- ore 18.30, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 18.30, in chiesa Madre, santa Messa.

Mercoledì 13 luglio - Novena alla B.M.V. del Monte Carmelo (7)
- ore 17.45, nella chiesa Madonna del Carmelo, santo Rosario cantano, Inno e Novena alla Madonna del Carmelo;
- ore 18.30, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 18.30, in chiesa Madre, santa Messa.

Giovedì 14 luglio - Novena alla B.M.V. del Monte Carmelo (8)
- ore 09.30, nella chiesa San Rocco, Rosario mariano e Confessioni;
- ore 10.00, nella chiesa San Rocco, santa Messa;
- ore 17.45, nella chiesa Madonna del Carmelo, santo Rosario cantano, Inno e Novena alla Madonna del Carmelo;
- ore 18.30, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 18.30, in chiesa Madre, santa Messa.

Venerdì 15 luglio - Novena alla B.M.V. del Monte Carmelo (9)
- ore 09.30, nella chiesa San Rocco, Rosario mariano e Confessioni;
- ore 10.00, nella chiesa San Rocco, santa Messa;
- ore 17.45, nella chiesa Madonna del Carmelo, santo Rosario cantano, Inno e Novena alla Madonna del Carmelo;
- ore 18.30, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 18.30, in chiesa Madre, santa Messa.

Sabato 16 luglio - Solennità della B.M.V. del Monte Carmelo
- ore 17.30, nella chiesa San Rocco, Rosario mariano e Confessioni;
- ore 17.45, nella chiesa Madonna del Carmelo, santo Rosario cantano, Inno e Novena alla Madonna del Carmelo;
- ore 18.00, nella chiesa San Rocco, santa Messa;
- ore 18.30, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 18.30, in chiesa Madre, santa Messa.

Domenica 17 luglio
- ore 09.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 09.30, nella chiesa San Rocco, Rosario mariano e Confessioni;
- ore 10.00, nella chiesa San Rocco, santa Messa;
- ore 11.00, in chiesa Madre, santa Messa;
- ore 11.30, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 17.45, nella chiesa Madonna del Carmelo, santo Rosario cantano, Inno e Novena alla Madonna del Carmelo;
- ore 18.30, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 19.00, in chiesa Madre, santa Messa.

  

Redazione
12 luglio 2022.  
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


12/07/2022

Cultura. Giuria Popolare del Premio "Racalmare - Leonardo Sciascia"; richieste entro il 31 luglio

 

Premio Letterario "Racalmare - Leonardo Sciascia - Città di Grotte"
Premio Racalmare

Proseguono i lavori per la XXXII edizione del Premio Letterario Internazionale “Racalmare - Leonardo Sciascia - Città di Grotte”.
Già lo scorso 4 luglio la Giunta municipale aveva nominato il
Presidente onorario e la Commissione (detta anche Giuria Tecnica) del Premio. Con un avviso pubblico diramato stamattina, a firma del sindaco Alfonso Provvidenza e dell'assessore alla Cultura Alessandra Marsala, si informavano i cittadini che tutti gli interessati possono presentare richiesta per far parte della Giuria Popolare del Premio.
Unico requisito è quello di aver un'età superiore a 16 anni (compresi). Le richieste (in forma semplice: nome e cognome, data di nascita, residenza, richiesta di far parte della Giuria Popolare della XXXII edizione del Premio) indirizzate al Sindaco di Grotte, possono essere presentate al Servizio "Protocollo Generale" del Comune, oppure inviate via mail pec all'indirizzo "cultura@comunedigrotte.org" entro e non oltre il 31 luglio 2022.
Come per le precedenti edizioni, il Sindaco e l'Assessore alla Cultura, per favorire la massima partecipazione, non hanno precluso a nessuno la possibilità di partecipare; unico criterio è la voglia di leggere libri.
Ricordiamo che a
lla Presidenza onoraria è stato confermato Salvatore Ferlita, alla Segreteria Mariangela Terrana e che la Giuria Tecnica è formata da Giovanni Taglialavoro, Accursia Vitello, Daniela Spalanca, Linda Criminisi, Giovanna Zaffuto, Diega Cutaia, Annamaria Apa, Giuseppe Airò, Francesco Pillitteri, Giorgia Calì, Fausto De Michele e Alessandro Cutrona.
Entro il mese di luglio la Giuria Tecnica dovrebbe selezionare la terna dei libri finalisti, ai primi di agosto dovrebbe essere nominata la Giuria Popolare che, nei mesi di agosto e settembre avrà la possibilità di leggere e valutare i tre libri

  
Carmelo Arnone
12 luglio 2022
© Riproduzione riservata.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


12/07/2022

Racalmuto. Bambini giocano arrampicandosi sul celio

 

Bambini giocano arrampicandosi sul celio
Guarda il video

Racalmuto: bambini giocano salendo sul celio (guarda il video).
Il "celio" dei "burgisi", a pochi giorni dalle aspre polemiche che hanno investito l'intera comunità cittadina di Racalmuto in occasione della tradizionale Festa del Monte, giace in piazza in attesa di essere riposto al chiuso sino al prossimo anno.
Intanto su di esso giocano allegramente alcuni bambini, esercitandosi in innocue arrampicate e ridiscese al pari di un qualsiasi "castello" da parco giochi per l'infanzia.
Nel video, la dimostrazione evidente di quanto del tutto infondati fossero i dati contenuti nella relazione (attribuita, secondo l'opinione corrente, al personale della locale Stazione Carabinieri) in base alla quale il Comitato provinciale per l'ordine e la scurezza pubblica è stato indotto ad assumere la decisione ingiusta e discriminatoria di vietare l'arrampicata contemporanea di più "borgesi".
Quanto fossero del tutto insussistenti i presunti gravi pericoli per l'incolumità delle persone nell'arrampicata sul "celio" è reso manifesto nel video.
Restano del tutto ignoti i reali motivi che hanno indotto l'autore della relazione a paventare la pericolosità della tradizione locale racalmutese, a fronte di decenni di tranquillo svolgimento della festa.
Pubblichiamo le immagini dell'arrampicata dei bambini - guarda il video - (riprese di © Associazione Culturale "Punto Info")
  
Carmelo Arnone
12 luglio 2022
© Riproduzione riservata.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


11/07/2022

Comune. Democrazia partecipata: l'assalto alla diligenza. Ovvero come mettere mano ai soldi pubblici per fini privati

 

Democrazia partecipata: l'assalto alla diligenza
Assalto alla diligenza

Democrazia partecipata: l'assalto alla diligenza. Ovvero come mettere mano ai soldi pubblici per fini privati.
Ho un albero di fichi in giardino, carico di frutti; posso ricavarne denaro? Ho una vecchia Cinquecento in garage; posso ripararla senza spendere di mio? Nei pomeriggi passo il tempo con le amiche offrendo loro il tè e una fetta di torta fatta in casa; posso ottenere gratis una cucina nuova? A queste domande, e tante altre simili, c'è una risposta semplice e chiara: sì. A Grotte posso. Con la Democrazia partecipata.

Assalto alla diligenza
(Assalto alla diligenza)

Anzitutto vediamo cos'è la "democrazia partecipata". Una legge regionale, la n°5/2014, destina la quota del 2% delle somme trasferite dalla Regione Siciliana ai Comuni, per "forme di democrazia partecipata utilizzando strumenti che coinvolgono la cittadinanza per la scelta di azioni di interesse comune".
Dunque il 2% dei soldi che il Comune riceve dalla Regione deve essere impiegato "coinvolgendo la cittadinanza" nella scelta. Per Grotte questa somma ammonta a circa 12.000,00 euro.
Alcuni Comuni predispongono specifici progetti che sottopongono al voto dei cittadini.
Lo fa il Comune di Catania che per la democrazia partecipata del 2021 ha invitato "tutti i cittadini ad esprimere la loro preferenza per l'utilizzo delle somme in questione scegliendo una delle seguenti azioni:
- Realizzazione area attrezzata per lo Sport e il Tempo Libero nel Parco Gioeni;
- Riqualificazione piazza 2 Giugno (viale Mario Rapisardi);
- Progettazione ed esecuzione almeno tre “Zone Scolastiche” in altrettante aree cittadine;
- Riforestazione Parchi Gemmellaro, Ghandi, Lizzio e Fenoglietti con aree di sgambamento per cani".
Lo fa il Comune di Milazzo (ME) che per il 2022 ha individuato 4 proposte da sottoporre al giudizio dei cittadini:
1) Piazzetta del Pescatore. Uno spazio ritrovato per il borgo marinaro di Milazzo. La proposta prevede il recupero della Piazzetta Calcagno (...);
2) Sostare Sostenibile. La proposta intende promuovere l’installazione di rastrelliere per biciclette nel territorio comunale (...);
3) Mens sana in corpore sano – Rinnovo arredo urbano sportivo area Tono ed altre. Il progetto intende promuovere la cultura dello sport e della condivisione mettendo a disposizione tre aree con attrezzature sportive per praticare esercizi a corpo libero all’aperto (...);
4) “Percorso vita lungomare Ponente da campo sportivo a Piazza ‘Ngonia”. La proposta prevede la collocazione di attrezzi dedicati allo svolgimento di attività sportiva all’aperto con idonee attrezzature destinate ai cittadini di tutte le età in un ambiente gradevole (...).
Lo fa il Comune
di Raccuja (ME), per il quale - nell'anno 2022 - le azioni su cui i cittadini sono invitati ad esprimere la loro preferenza sono:
- Verde pubblico, arredo, manutenzione e decoro urbano;
- Prevenzione del dissesto idrogeologico;
- Manutenzione strade;
- Innovazione tecnologica e digitalizzazione.
Prevede l'avviso che "La misura che otterrà più preferenze sarà finanziata in ragione del 50% dell'importo disponibile, alla misura che risulterà 2^ nelle preferenze espresse verrà assegnato il 30%, alla misura che risulterà 3^ invece verrà assegnato il 20%".
Lo fa il Comune di Castell'Umberto (ME), il quale - per il 2022 - invita tutti i cittadini ad esprimere la loro preferenza per l’utilizzo di tali somme, scegliendo una delle seguenti azioni:
- Interventi nel settore istruzione;
- Acquisto, ripristino e installazione di arredo urbano e verde pubblico (giochi per bambini, fioriere, piante, cestini, panchine, ecc..);
- Attività ed iniziative culturali, turistiche, ricreative e sportive;
- Interventi nel settore della viabilità;
- Interventi nel settore idrico relativamente agli impianti di sollevamento ed all’acquedotto;
- Sostegno alle famiglie.
Lo fanno tanti altri Comuni.
In questi casi sarà il Comune che si occuperà di impiegare direttamente le somme della democrazia partecipata, sulla base della volontà espressa dai cittadini, per quei progetti che sono senza dubbio "di interesse comune".
Altri Comuni, invece, si limitano ad indicare genericamente delle aree tematiche in base a cui singoli cittadini o associazioni possono presentare propri progetti da sottoporre alla volontà popolare.
Il regolamento del Comune di Grotte, in merito, prevede che possono presentare proposte progettuali:
a) tutti i cittadini residenti nel territorio comunale che abbiano compiuto il sedicesimo anno di età:
b) le associazioni, le ditte, gli enti pubblici e privati e in generale tutti gli organismi di rappresentazione collettiva che abbiano sede legale od operativa nel territorio comunale.
Le proposte progettuali devono ricadere in una o più delle seguenti aree tematiche:
- ambiente, ecologia e sanità;
- lavori pubblici;
- sviluppo economico e turismo;
- spazi e aree verdi;
- politiche giovanili;
- attività sociali, scolastiche ed educative, culturali e sportive.
Lo stesso regolamento prevede che sia possibile presentare una sola proposta progettuale, per un ammontare massimo di 3.000,00 euro. Inoltre per il 2022 è stato stabilito che "La quota del 50% è riservata per progettualità rientranti nell’area tematica 'attività sociali, scolastiche ed educative, culturali e sportive' e, in particolare, di progetti da realizzare nell’ambito dell’estate grottese 2022".
Quindi per il Comune di Grotte, dei dodicimila euro disponibili, almeno seimila euro devono essere destinati a realizzare progetti per "L'Estate Grottese".
In concreto, chiunque - purché maggiore di 16 anni e residente a Grotte - può inventarsi un proprio progetto, farlo rientrare in una delle aree tematiche indicate, presentarlo, farselo votare da una trentina di amici ed ottenere ben tremila euro dal Comune.
Che poi il progetto sia o meno di "interesse comune" (come prevede la legge istitutiva) è alquanto opinabile.
Negli anni passati a Grotte sono stati presentati progetti oggettivamente validi, di grande valore sociale e di interesse indubbiamente collettivo, che hanno ricevuto il finanziamento, così come progetti il cui valore sociale e il cui interesse collettivo erano abbastanza discutibili. Diciamo che abbiamo letto progetti stravaganti, bizzarri, "originali".
I fondi del bilancio comunale destinati alla democrazia partecipata, che in diversi Comuni sono stati impiegati direttamente dall'Ente pubblico per fini di utilità collettiva (abbiamo letto sopra i progetti di di Catania, Milazzo ed altri), a Grotte sono stati di fatto "interpretati" come contributi da dare alle associazioni per realizzare i propri progetti.
E qualche privato (singolo cittadino) è giunto persino a concepire l'idea di mettere mano a quei fondi per realizzare i propri desideri. Una sorta di assalto alla diligenza, nella speranza di agguantare una parte del bottino.
Rispondendo alle domande che ci siamo posti all'inizio, in merito all'albero di fichi, alla Cinquecento e alla cucina, teoricamente a Grotte sarebbe possibile ottenere dei soldi per realizzare quei sogni presentando appositi progetti.
Posso pensare di realizzare un banchetto in piazza per distribuire "gratuitamente" i fichi dell'albero del mio giardino, col progetto "Atelier del gusto, dell'agroalimentare Bio, dei prodotti della terra a Km zero e delle tradizioni locali" inserito nelle aree tematiche "Sviluppo economico e turismo" (regalo i fichi ai turisti e ai pellegrini della Magna Via Francigena), "Politiche giovanili" (metto al banchetto i miei figli ventenni) e "Attività culturali" (realizzo un cartellone con una breve storia della coltivazione del fico dalla Genesi ai tempi moderni). Inaugurazione del banchetto in piazza con le Autorità, distribuzione di qualche chilogrammo di fichi, incasso di 3.000,00 euro.
Posso far riparare la mia vecchia Cinquecento presentando il progetto "Tour amarcord per le antiche vie del paese", inserito nelle aree tematiche "Sviluppo economico e turismo" (faccio fare "gratuitamente" dei giri del paese ai turisti e ai pellegrini della Magna Via Francigena), "Ambiente, ecologia e sanità" (realizzo una sorta di "car sharing" tra le vie del centro storico) e "Attività culturali" (realizzo un cartellone con una breve - in questo caso brevissima - storia della Cinquecento a Grotte). Inaugurazione della Cinquecento - rimessa a nuovo - in piazza con le Autorità, giro trionfale, qualche giro per i turisti, incasso di 3.000,00 euro.
Posso comprare una nuova cucina per la mia casa presentando il progetto "Casa dell'Accoglienza, del gusto e del tempo libero", inserito nelle aree tematiche "Sanità" (ospito anche persone della terza età), "Politiche giovanili" (qualche tazza di tè e qualche fetta di torta la offrirò ai figli e nipoti delle mie amiche) e "Attività sociali e culturali" (gioco a carte con le amiche e guardiamo insieme qualche film in Tv). Inaugurazione della cucina nuova con le Autorità, assaggio di tè e fetta di torta, incasso di 3.000,00 euro.
Certo, dovrò impegnarmi a fare qualche telefonata, incontrare gli amici e chiedere loro il voto (almeno una trentina), ma per tremila euro ne vale la pena.
Quella che sembra un'iperbole non è assolutamente semplice frutto di fantasia; basta vedere alcuni dei progetti presentati a Grotte negli anni passati, nonché - presumo con un certo grado di attendibilità - alcuni di quelli presentati quest'anno (oggi scade il termine ultimo per la presentazione dei progetti per la democrazia partecipata 2022).
Si può porre rimedio a questo uso privato di soldi pubblici? Certo che si può.
Basterebbe che fosse il Comune a predisporre i progetti
da far votare ai suoi cittadini. Ma visto che abbiamo questo regolamento, e non pare che il Consiglio comunale abbia mostrato interesse a modificarlo per evitare queste possibili "distrazioni" di denaro, l'unica speranza è che gli uffici preposti al controllo formale (e - ci auguriamo - sostanziale) delle istanze pervenute valutino attentamente la sussistenza dei requisiti previsti, e soprattutto che i progetti propongano "azioni di interesse comune".
Con i soldi pubblici si devono realizzare opere pubbliche o interventi di manifesta pubblica utilità, e non devono assolutamente finire nelle tasche di singoli cittadini.
Perciò se voglio vendere i miei fichi, riparare la mia vecchia Cinquecento o comprare una nuova cucina devo mettere mano al mio portafogli.
Alla supponenza di qualcuno si deve rispondere con la dirittura morale: gli uffici pubblici facciano il loro dovere (senza guardare in faccia nessuno); i cittadini si comportino di conseguenza (votando il progetto migliore per la collettività)

  
Carmelo Arnone
11 luglio 2022
© Riproduzione riservata.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


10/07/2022

Comune. 100° di sacerdozio del venerabile padre Vinti; discorso del sindaco di Grotte Alfonso Provvidenza

 

Alfonso Provvidenza
Alfonso Provvidenza

Pubblichiamo il discorso pronunciato in Piazza Umberto I dal Sindaco di Grotte, Alfonso Provvidenza (nella foto a lato, di © Piero Castronovo), il 9 luglio 2022 in occasione della celebrazione eucaristica presieduta dall'Arcivescovo di Agrigento, S.E. mons. Alessandro Damiano, per il 100° anniversario di sacerdozio del venerabile sacerdote Michele Arcangelo Maria Antonio Vinti.

*****

"Autorità religiose, civili e militari,
vi porgo il saluto affettuoso dell’intera cittadina di Grotte.
Un saluto particolare all’arcivescovo di Agrigento S.E. mons. Alessandro Damiano che ci onora della sua presenza per i 100 anni dall'ordinazione sacerdotale del Venerabile padre Vinti ed a tutti gli esponenti del clero agrigentino stasera presenti.
Padre Vinti rappresenta un modello di spiritualità per la comunità di Grotte e l’intera arcidiocesi di Agrigento.
Il cardinale Montenegro lo ha definito “un uomo ricco di parola, di eucaristia e di servizio” sostenendo anche che la sua fama di santità si è sparsa negli anni in diverse parti del mondo grazie “alla sua costante preoccupazione di essere un buon sacerdote ma soprattutto un santo sacerdote. Così visse ogni giorno, fin dal periodo del seminario e durante la vita sacerdotale, sentendo forte la chiamata”.
Don Franco ha avuto modo di ricordare un episodio riguardante il suo vescovo, monsignor Francesco Fasola, il quale era solito regalare ai sacerdoti una tabellina in cui c’era scritto “celebra la tua messa come se fosse la prima, come se fosse l’ultima, come se fosse l’unica”.
Per padre Vinti l’eucaristia rappresentava con ogni probabilità proprio il centro della sua vita sacerdotale e quindi era importante la sua preoccupazione di essere un ponte tra Dio e gli uomini.
Padre Vinti ha vissuto il proprio sacerdozio totalmente, donando se stesso agli ammalati ed ai moribondi.
La società moderna, peraltro sempre più veloce e smart, è caratterizzata da uno spiccato individualismo, spesso sconfinante nell’egoismo e nel narcisismo o, peggio ancora, in vere e proprie derive utilitaristiche.
San Paolo diceva che “c’è più gioia nel donare che nel ricevere”, quindi nella visione cristiana, come affermato da importanti studiosi della bioetica, “la forma etica più profonda del dono è quella che trascende l’oggetto concreto del dono, per riferirsi, soprattutto, all’atto concreto del donare, la cui forma più naturale è quella del dono gratuito della propria disponibilità che, nella forma più semplice, si traduce nel dono della “parola”, in una forma più alta, nel dedicare parte del proprio tempo, cioè parte della propria 'vita', alla compassione, a rispondere alle necessità e ad alleviare la sofferenza degli altri, per raggiungere la forma di dono più elevata nel dare senso alla propria vita spendendola per gli altri, fino all’estremo atto dell’offerta fisica”.
Ecco, padre Vinti ha donato se stesso, con tutta la propria vita fisica e spirituale, al prossimo.
Il pensiero e l’opera di padre Vinti, ancorché manchi un’adeguata produzione letteraria e testimoniale, dovrebbero essere oggetto di una maggiore attenzione degli studiosi soprattutto laici; ciò potrebbe essere utile anche alla comunità locale per la concreta applicazione di due principi regolatori della società umana, la solidarietà e la sussidiarietà, così indispensabili nel mondo moderno per il perseguimento ottimale del bene comune, materiale e spirituale.
Da ultimo una breve riflessione sulle recentissime parole del nostro Vescovo sulla globalizzazione dell’indifferenza che ci rende tutti “innominati” (come detto da papa Francesco), responsabili senza nome e senza volto.
La globalizzazione non è altro che la sommatoria di risultanze di micromondi; la somma di sentimenti come l’indifferenza e l’odio può essere considerato, parafrasando la teoria dei giochi, come un gioco non a somma zero, che genera quindi, a livello globale, un contesto di disagio sociale ben maggiore della semplice unione dei singoli comportamenti.
Urgono soluzioni rapide ma degne, nel rispetto, come ha detto mons. Damiano, dell’appello divino: «dov’è il tuo fratello?» ma anche del principio della nostra Costituzione che riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell'uomo e richiede l'adempimento dei doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale.
Ci affidiamo a padre Vinti. Che vegli su Grotte e su tutti i grottesi".

 

   

Il Sindaco
Alfonso Provvidenza
 

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


10/07/2022

Cronaca. Clamorosa protesta a Racalmuto per la Festa del Monte: i borgesi spogliano il celio

 

Clamorosa protesta a Racalmuto
Guarda il video

Clamorosa protesta a Racalmuto: i borgesi spogliano il celio (guarda il video).
La piazza di Racalmuto (AG), al grido di "Buffoni! Buffoni!" e con rumorosi fischi, ha manifestato la propria disapprovazione nei confronti dei divieti imposti al consueto svolgimento della festa più importante del paese.
Ieri sera, sabato 9 luglio 2022, nel corso dei festeggiamenti in onore della Madonna del Monte, i "borgesi" avrebbero dovuto, secondo tradizione, contendersi lo stendardo posto sulla sommità del "celio".
Invece il Comitato provinciale per l'ordine e la scurezza pubblica, in contrapposizione a consuetudini secolari, aveva autorizzato l'arrampicata di un solo "borgese", vietando la contesa che da sempre rappresenta il momento più iconico della festa celebrata da oltre 500 anni.
In segno di protesta i "borgesi" sono saliti sul "celio" spogliandolo di ogni arredo e lasciandolo del tutto vuoto.
Il pubblico, mostrando di approvare questa forma di protesta con ampi applausi, dopo la spoliazione del "celio" ha rivolto le proprie invettive (urla, fischi, insulti) contro i rappresentanti delle Forze dell'Ordine.
Secondo un'opinione corrente, al personale della locale Stazione Carabinieri sarebbe attribuita una relazione in base alla quale il Comitato provinciale sarebbe stato indotto ad assumere una decisione ingiusta e discriminatoria.
Pare che, temendo una reazione violenta della folla, il servizio di ordine pubblico presente ieri sera in in piazza sia stato affidato a personale di altre Stazioni.
Presenti invece i Vigili Urbani del paese, i quali, insieme a tutta l'Amministrazione comunale, si sono prodigati nell'opera di intermediazione verso il Comitato provinciale affinché la festa potesse essere celebrata secondo tradizione.
Dopo due anni di pandemia, il paese di Racalmuto meritava un ben altro trattamento da parte delle istituzioni provinciali.
La Festa del Monte dell'anno 2022, per questi fatti, sarà ricordata nei decenni a venire.
Pubblichiamo le immagini delle proteste - guarda il video - (riprese di © Associazione Culturale "Punto Info")
  
Carmelo Arnone
10 luglio 2022
© Riproduzione riservata.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


09/07/2022

Politica. "Gli orfani di Montante"; di Enzo Napoli

 

Enzo Napoli
Enzo Napoli

Gli orfani di Montante.
Vogliamo per un attimo riflettere, adesso che anche la Corte d'appello ha confermato le responsabilità penali dell'ex Presidente di Confindustria Sicilia, sulle conseguenze che il sistema, di cui era il principale protagonista, ha avuto sulla politica e sull'economia nella nostra isola?
Non m'interessa l'aspetto giudiziario né quello moralistico che lascio ai professionisti (secondo convenienza) del settore.
La domanda che mi pare più importante e che pochissimi pongono riguarda il prezzo che i siciliani hanno pagato a causa di un gruppo di potere che ha condizionato pesantemente la politica sui rifiuti, quella sullo sviluppo industriale e sulla formazione professionale, che ha scelto per un decennio gli uomini e le donne di governo, che ha indirizzato e gestito enormi risorse, che ha vessato centinaia di imprese la cui unica colpa era quella di non essere organica a quel sistema, che ha minuziosamente spartito i consigli d'amministrazione ai propri sodali.
Gli altri coprotagonisti di quel sodalizio tra affari e politica, molti dei quali ancora in posti di grande prestigio, fanno finta di nulla, come se la cosa non li riguardasse. Invece li riguarda, eccome.
Riguarda anche e soprattutto la politica che, su tale intreccio, tace in modo assordante.
Riguarda il futuro della Sicilia, perché senza chiarezza e senza verità questa maledetta regione non sarà mai libera.

  
Enzo Napoli
9 luglio 2022
© Riproduzione riservata.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


09/07/2022

Cultura. Premio "Racalmare - Leonardo Sciascia": nominati il Presidente onorario e la Commissione della XXXII edizione

 

Premio Letterario "Racalmare - Leonardo Sciascia - Città di Grotte"
Premio Racalmare

Inizia ufficialmente il cammino della XXXII edizione del Premio Letterario "Racalmare - Leonardo Sciascia - Città di Grotte". Con la deliberazione n° 80 dello scorso lunedì 4 luglio 2022, la Giunta municipale ha proceduto alla nomina del Presidente onorario e della Commissione (detta anche Giuria Tecnica) del Premio.
Riconfermato alla Presidenza onoraria il prof. Salvatore Ferlita.
Riconfermata anche la maggior parte dei componenti della Giuria Tecnica: Giovanni Taglialavoro, Accursia Vitello, Daniela Spalanca, Linda Criminisi, Giovanna Zaffuto, Diega Cutaia, Annamaria Apa, Giuseppe Airò e Francesco Pillitteri.
Chiamata a far parte della Giuria Tecnica anche Giorgia Calì,
in rappresentanza della Consulta Giovanile.
Due le "new entry" di questa edizione (su indicazione del Presidente onorario): Fausto De Michele e Alessandro Cutrona; salgono così a 12, quest'anno, i componenti della Commissione.

Alla S
egreteria del Premio è stata riconfermata Mariangela Terrana.
Nel ribadire che tutti gli incarichi verranno svolti a titolo gratuito, la Giunta Municipale, con la determina di nomina, richiamando le "
Linee guida" del Premio, ha richiamato alcuni elementi che caratterizzano lo svolgimento del Premio:
- la selezione e valutazione dei libri in concorso è di esclusiva competenza del Presidente onorario e della Giuria tecnica che provvederanno ad individuare una terna di libri secondo i criteri individuati dal Presidente onorario;
- è facoltà del Presidente onorario assegnare Premi speciali;
- i tre libri scelti dal Presidente onorario e dalla Giuria Tecnica, sono messi a disposizione di una Giuria popolare, composta da tutti i lettori che ne faranno richiesta entro i termini stabiliti con apposito avviso;
- il Presidente onorario, la Giuria tecnica e la Giuria popolare, contestualmente e con voto segreto, decretano il libro vincitore nella serata finale del Premio;
- i vincitori devono partecipare alla cerimonia di premiazione che avrà luogo a Grotte, pena l’esclusione;
- i Premi pecuniari sono destinati ai tre finalisti secondo il budget disponibile;
- i verdetti del Presidente onorario, della Giuria tecnica e della Giuria popolare sono insindacabili e senza alcun appello

  
Carmelo Arnone
9 luglio 2022
© Riproduzione riservata.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


09/07/2022

Cronaca. "Sistema Montante": la Corte d'appello di Caltanissetta condanna a 8 anni l'ex presidente di Sicindustria

 

Antonello Montante
Antonello Montante

Si è concluso ieri, presso la Corte d'appello di Caltanissetta, il processo di secondo grado al cosiddetto "Sistema Montante". Al temine della camera di consiglio, durata oltre otto ore, il Collegio giudicante ha condannato Antonello Montante a 8 anni di reclusione, ridimensionando la precedente condanna a 14 anni inflittagli in primo grado.
Anche per i giudici di secondo grado
è provata la colpevolezza del "paladino dell'antimafia" in merito ai reati di associazione a delinquere finalizzata alla corruzione e accesso abusivo al sistema informatico.
Secondo gli inquirenti Montante sarebbe stato la testa di una sorta di "governo parallelo" in Sicilia, e avrebbe "diretto" la vita politica e amministrativa dell'isola, piazzando suoi uomini in posti strategici. "
È stato accertato con sufficiente chiarezza - scrisse la Procura di Caltanissetta nella richiesta di arresto - che Montante, oltre a promettere e a far ottenere occupazioni lavorative, si prodigasse per soddisfare aspettative di carriera o trasferimenti di sede". Alla corte dell'imputato, secondo l'accusa, erano in tanti: vertici delle forze di polizia e dei Servizi, prefetti, imprenditori, giornalisti, magistrati che a lui si rivolgevano per avanzamenti di carriera. L'inchiesta ha raccontato come l'imprenditore di Serradifalco fosse il destinatario di decine di richieste di raccomandazione: gli investigatori ne hanno trovate almeno una novantina, arrivate tra il 2007 e il 2015, e altre 40 di soggetti che erano stati "certamente" segnalati. Grazie ai suoi contatti e all'influenza che esercitava in alcuni ambienti istituzionali, l'imprenditore avrebbe creato una sorta di rete spionistica: in cambio di favori, esponenti delle forze dell'ordine gli avrebbero dato informazioni su inchieste a suo carico, dritte sui "nemici", consentito di avere pile di dossier su personaggi influenti.
"L'impianto accusatorio ne esce indebolito, ma certo non siamo soddisfatti e
ricorreremo in Cassazione"; questo il commento dell'avvocato Carlo Taormina, legale di Montante.
Assolto il colonnello Gianfranco Ardizzone, ex comandante provinciale della Guardia di Finanza di Caltanissetta, che in primo grado aveva avuto 3 anni; una delle accuse a suo carico è andata in prescrizione. Assolto anche il questore Andrea Grassi, dirigente della prima divisione dello SCO, accusato di aver riferito a Montante notizie riservate; in primo grado aveva avuto un anno e 4 mesi.
Riviste le condanne per gli altri imputati, a vario titolo, di associazione a delinquere finalizzata alla corruzione, rivelazione di notizie coperte dal segreto d'ufficio e favoreggiamento: il capo della security di Confindustria Diego Di Simone (che aveva avuto 6 anni e 4 mesi) è stato condannato a 5 anni; il sostituto commissario Marco De Angelis (che aveva avuto 3 anni), a 3 anni e 6 mesi.
In attesa di leggere le motivazioni della sentenza,
proseguono le traversie giudiziarie di Montante, imputato di associazione a delinquere in altri due processi (il primo iniziato 4 anni fa, il secondo alla quarta udienza) e su cui resta pendente l'inchiesta per concorso esterno in associazione mafiosa aperta dalla DDA di Caltanissetta nel 2014.
Su queste vicende perdura
il silenzio degli "Antonello-boys" (copyright di Mario Barresi, inviato de La Sicilia). 
 

Carmelo Arnone
9 luglio 2022
© Riproduzione riservata.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


08/07/2022

Cinema. A Sciacca il film "Sul'Amuri" di Giovanni Volpe; domani sera per la rassegna "Frammenti d'Arte"

 

"Sul'Amuri" di Giovanni Volpe
Locandina

Giovanni Volpe
Giovanni Volpe

In una nuova versione, con scene aggiunte e un nuovo montaggio, torna "Sul'Amuri", film di Giovanni Volpe.
La pellicola verrà proiettata domani sera, sabato 9 luglio alle ore 21.00 presso il Circolo di Cultura di Sciacca, in Vicolo De Stefani, nell'ambito della rassegna "Frammenti d'Arte Cool-tura" (direttore artistico Accursio Cortese).
Il film, scritto e diretto da Giovanni Volpe, con Giorgia Flora, Angelo Costanza, Giovanna Dominici, Carmelo Rappisi e con la colonna sonora di Accursio Antonio Cortese, è la versione cinematografica di "Malerba e la lupa", melodramma tragico e popolare dello stesso Regista, a sua volta tratto da "La lupa" di Giovanni Verga.

È l’alba. Tra le braccia del fedele amico Cardillo muore Nanni Lasca. La notizia giunge all’Aia Grande di Compare Janu oramai abbandonata se non fosse per la presenza di Malerba, vecchio e semicieco, che da tanti anni la abita in totale solitudine. La notizia, a lungo attesa, riporta Malerba a quando l’Aia era piena di vita così come lo era la gna Pina, detta la Lupa, suo grande amore e tragicamente uccisa proprio da Nanni Lasca. In un tormentato recupero della memoria, assistito da Filomena e Cardillo, testimoni delle vicende, Malerba rivive quella stagione, quelle gioie, quegli avvenimenti che sono alla base del suo intenso dolore.
Nell’aia, insieme alla sorella Ninuzza, è da poco arrivato a lavorare Nanni Lasca, un giovane bello e forte la cui presenza turba non poco, sin da subito, la gna Pina, donna non più giovane, ma di una bellezza intensa e selvaggia, che in ogni modo tenterà di circuirlo. Nel suo progetto è però ostacolata da Malerba che invece la ama di un amore sgraziato e intenso tanto che spesso la protegge dall’ostilità di tutti gli altri abitanti l’Aia e soprattutto da quella di Compare Janu che mal tollera gli atteggiamenti di una donna che non di rado attenta alla sua autorità. Durante il banchetto matrimoniale di Cardillo e Lia, approfittando del fatto che Nanni Lasca ha bevuto, rimasta sola con lui, si dichiara senza mezzi termini arrivando a proporgli un approccio carnale. Nanni si defila con delicatezza e le chiede invece in sposa la figlia Maruzza. Ferita e umiliata, la gna Pina, acconsente e costringe la figlia, che sa della passione della madre, alle nozze. Stretto il patto, in un impeto di passione, dentro la stalla, sotto gli sguardi spianti e increduli degli altri abitanti l’Aia, la gna Pina riesce ad avere l’agognato approccio sessuale con Nanni.
Sono passati due anni da quella notte e per due anni la gna Pina, allontanatasi - convinta da Malerba - dalla sua casa che ha lasciato agli sposi che nel frattempo hanno avuto un figlio, vive un vecchio casolare di campagna dedicandosi alla dura fatica dei campi. Quella vita però non è per lei; quella solitudine, la lontananza da Nanni, la stanno facendo impazzire come ben sa Malerba che va a trovarla di continuo e che non riesce in nessun modo a convincerla ad andar via lontano insieme a lui a rifarsi un’altra vita.
Arriva la Pasqua, è il Venerdì Santo, promettendo a Malerba che il giorno dopo andranno via per sempre, riesce a farsi riportare al borgo per poter parlare un’ultima volta con Nanni. Durante la processione del Cristo morto, la gna Pina, oramai Lupa nell’anima...

  

Redazione
8 luglio 2022.  
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


08/07/2022

Racalmuto. Polemiche per la Festa del Monte. Il sindaco Vincenzo Maniglia: "Vi racconto la mia verità"

 

Festeggiamenti in onore di Maria SS del Monte
Programma

Nei giorni scorsi a Racalmuto sono divampate le polemiche per dei provvedimenti che rischiavano di annullare la Festa del Monte. Su quelle vicende, dopo l'atteso lieto fine, si esprime oggi, tramite un comunicato affidato ai social, il sindaco Vincenzo Maniglia.
Nonostante i chiarimenti, qualche dubbio rimane: dopo decenni di tranquillo svolgimento della Festa, su cosa si basano i "dati in possesso della Questura" dai quali si dedurrebbe che la presa della bandiera "è altamente pericolosa per l'incolumità pubblica"?
Chi ha fornito questi dati? Con quale scopo? Sono dati suffragati da elementi concreti e verificabili?
Il danno che questi "dati" hanno rischiato di provocare è enorme
: in termini economici, in termini di ordine pubblico, in termini di attentato alla storia e alle tradizioni locali. Questo è un aspetto che meriterebbe il dovuto approfondimento, l'individuazione di precise responsabilità e l'assunzione di relativi provvedimenti.
Carmelo Arnone

Di seguito pubblichiamo l'intervento del Primo Cittadino di Racalmuto.

*****

"Festa del Monte 2022 - Cosa è successo? Vi racconto la mia verità.

È successo che dopo due anni di pandemia nei quali la Festa del Monte è stata solo ricordata ma non celebrata, quest'anno finalmente la festa ci sarà.
L’Amministrazione comunale, con grande sforzo ha trovato i fondi, più di € 50.000,00 per celebrare con onore la devozione della città alla sua Madonna del Monte.
Tutte le somme vengono, dunque, celermente impegnate dai funzionari del Comune, Il programma è pronto, viene trasmesso il Piano di Sicurezza e la documentazione di rito alla Questura per il rilascio dell'autorizzazione e nulla fa presagire difficoltà di sorta.
Ma ecco l’imprevisto, a tre giorni dall'inizio dei festeggiamenti, da un maggiore e dettagliato controllo del Piano di sicurezza emergono delle criticità.
Vengo informato che alcuni dei tradizionali e caratteristici eventi della festa non possono essere svolti, mi reco con il Comandante dei Vigili Urbani d’urgenza in Questura dove vengo ricevuto e analizzo con il vice Questore prima, e con il Questore dopo, i punti oggetto di rilievo.
Si rischia di non fare la salita della scalinata con i cavalli, le "prummisioni" a cavallo” e la presa del Cero dei Borgesi.
Comprendo le difficoltà della Questura ma devo difendere le tradizioni, discuto, suggerisco, ascolto; è difficile con le norme sulla sicurezza e con le notizie in possesso della Questura salvare l'intera manifestazione.
L’indomani mi reco nuovamente in Questura, voglio salvare il salvabile, la manifestazione dei Ceri e altre manifestazioni, discuto nuovamente con il vicario del Questore, propongo soluzioni si trova l’intesa sulla salita del corteo dei cavalli sulla scalinata del Monte, si trova intesa sulla manifestazione dei Ceri, ma sulla presa della bandiera c'è diniego.
I dati in possesso della Questura dicono che è altamente pericolosa per l'incolumità pubblica e devo fare però un'ordinanza per impedire che qualcuno possa tentare la presa della bandiera in maniera incontrollata, si rischia la denuncia penale. Torniamo in ufficio, trasmettiamo la nuova integrazione del piano di sicurezza al luogotenente della stazione dei carabinieri di Racalmuto che si mette a disposizione e prontamente lo manda alla Questura. Il 90% della festa è salvo.
Nel frattempo, in piena trattativa con questura e quindi con notizie ancora non definitive, vengo inondato sui social di veleni, insulti, richieste di risposte che non posso ancora dare. Vengo accusato di non volere assumermi responsabilità, viene detto che non sto facendo niente per difendere la nostra festa.
Non bado a tutte queste cattiverie e a coloro i quali “soffiano sul fuoco” ed alimentano odio ed astio.
Rientro a casa intorno alle 21.30 ed ecco che alcuni minuti dopo cominciano a venire davanti casa mia alcuni cittadini delusi e scontenti. Qualcuno ha detto loro che il Sindaco nei suoi pieni poteri può fare un'ordinanza in totale disaccordo con le indicazioni della Questura omettendo la conseguenza di una denuncia penale che ne sarebbe scaturita di conseguenza. Nessuno mi aveva chiesto un incontro ufficiale, avevo sentito che alcuni manifestavano disappunto e dopo qualche ora comunico che avrei ricevuto i manifestanti in Municipio, il luogo dove svolgo la funzione, non a casa mia dove ho la mia vita familiare.
Facciamo la riunione, ribadisco le mie impossibilità a disattendere le indicazione della Questura e comunico che gli incontri con i funzionari svolti nei giorni precedenti sono ancora in atto.
Mi chiedono di potere partecipare agli incontri, io do subito la mia disponibilità e fisso con il Vicequestore l'incontro.
La delegazione deve essere rappresentata però da tutti gli attori principali: Amministrazione, Consiglio Comunale, Chiesa, Associazione Burgisi, Associazione Cavalieri, Associazione ristoratori, tutti oltre le chiacchiere devono conoscere la verità, tutti devono sapere delle difficoltà.
Ieri alle 08.30 ci presentiamo in Questura dove si analizzano gli eventi, si chiedono concessioni e si discute di sicurezza, si parla di “prummisioni”, si spiegano le ragioni, si valutano i rischi e si trova un’intesa.
Si passa alla discussione sulla presa del Cero; le difficoltà sono superiori: la caduta dall'alto, la competizione, il rischio. Si conviene che solo un contendente può prendere la bandiera, il carro deve però essere modificato per contrastare gli avventori.
Si discute, ci si anima, si interviene si contratta e ci si accorda.
Termina l'incontro e le proposte passano al Comitato per l'Ordine e la Sicurezza che si terrà alle 10.30 in Prefettura.
Il Sindaco deve ora difenderle, deve giustificarle e deve farle approvare.
Il Comitato composto dal Prefetto, dal Questore, dal Colonnello dei Carabinieri, dal Colonnello della Guardia di Finanza e dal Direttore sanitario dell'ASP ascoltano le mie ragioni e a tutti racconto, con dovizia di particolari, come si svolge la nostra bellissima festa.
Dopo qualche ora nella quale ogni componente prende parola si dà il verdetto: la festa si farà.
Quando esco dalla Prefettura tutto il gruppo attende l'esito ed è un sollievo per tutti.
È stata una conquista e i cittadini, almeno quelli che in questa vicenda non hanno sentenziato o gufato, sono contenti.
Questa storia l'ho voluta raccontare per amore di verità, per togliermi addosso tutto il fango che ho dovuto subire nei social e da chi per ignoranza, per malafede, ha voluto vomitare veleno.
Oggi tutti si intesteranno questa vittoria, diranno che il Sindaco è incapace e che si è mosso solo dopo la protesta, che è inadeguato, che si deve dimettere.
Io non intendo abbandonare la mia comunità sino alla fine del mandato, continuerò con determinazione e con serietà a svolgere il mio ruolo.
Ringrazio tutti gli impiegati del Comune che prontamente hanno modificato i documenti per l’autorizzazione e tutti quelli che, generosamente e con grande determinazione, si sono spesi per la riuscita della nostra amata Festa del Monte e che mi sono stati a fianco in questi difficilissimi momenti.
Viva Maria!".

 
   

Il Sindaco di Racalmuto
Vincenzo Maniglia
 

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


08/07/2022

Riconoscimenti. Premio Speciale per la Legalità "Alessio Di Giovanni" alla dott.ssa Graziella Luparello

 

Dott.ssa Luparello
Dott.ssa Luparello

Le giurie del Premio Nazionale “Alessio Di Giovanni”, XXV edizione 2022, promosso dall’Accademia Teatrale di Sicilia diretta da Enzo Alessi, hanno reso noti i nomi degli vincitori delle diverse categorie, e delle personalità a cui verranno conferiti i premi speciali.
La Commissione del "Premio Speciale per la Legalità", presieduta da Maria Volpe e formata da Pietro Sicurelli e Fabio Fabiano, ha assegnato il riconoscimento alla dott.ssa Graziella Luparello, Gip presso il Tribunale di Caltanissetta.
Lo stesso Premio verrà conferito anche a Piera Aiello (componente della Commissione Nazionale Antimafia) ed a Mari Albanese e Angelo Sicilia per il loro libro “Io Felicia”.
La cerimonia di premiazione, nella quale consegnati i premi ai vincitori e conferiti i riconoscimenti, avverrà sabato 30 luglio alle ore 18.30, presso il "Caffè Letterario Pirandello" al Piazzale Caos di Agrigento
.  
  

Redazione
8 luglio 2022.  
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


08/07/2022

Chiesa. 100° di sacerdozio del Venerabile padre Vinti; domani santa Messa con l'Arcivescovo in Piazza Municipio

 

100° di sacerdozio del Venerabile padre Vinti
Locandina

Domani, sabato 9 luglio 2022, alle ore 19.00 in Piazza Umberto I, l'arcivescovo di Agrigento S.E. mons. Alessandro Damiano presiederà una solenne celebrazione eucaristica nel 100° anniversario dell'ordinazione sacerdotale del Venerabile Michele Arcangelo Maria Antonio Vinti (1893-1943). Al Sacerdote grottese, salito al cielo in fama di santità il 17 agosto 1943, è stato riconosciuto - dalla Congregazione vaticana per le cause dei santi - l'esercizio eroico delle virtù, e concesso l'attributo di "Venerabile" (passo immediatamente precedente alla beatificazione).
La
celebrazione eucaristica sarà trasmessa in diretta sulla pagina Facebook "L'Osservatore Grottese" di Piero Castronovo.
  

Redazione
8 luglio 2022.  
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


07/07/2022

Comune. Uffici comunali chiusi venerdì 8 luglio per manutenzione straordinaria; garantiti i servizi essenziali

 

Uffici comunali chiusi
Uffici chiusi

Gli uffici uffici comunali di Grotte rimarranno chiusi domani, venerdì 8 luglio 2022.
Lo stabilisce l'Ordinanza sindacale n.13/2022, nella quale si comunica che gli Uffici comunali di Piazza Umberto I resteranno chiusi al pubblico per consentire l'esecuzione di lavori di manutenzione straordinaria all'immobile.
La stessa Ordinanza precisa che saranno garantiti i servizi essenziali: Polizia Municipale, Anagrafe, Stato Civile, Elettorale, Servizi Sociali
.
  

Redazione
7 luglio 2022.  
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


07/07/2022

Attualità. "La Terza Alleanza"; di Raniero La Valle

 

Raniero La Valle
Raniero La Valle

Raniero La Valle, giornalista e intellettuale, è stato direttore de «L’Avvenire d’Italia» e più volte parlamentare.

*****

Il 29 giugno scorso nel vertice di Madrid la NATO ha prenotato la III guerra mondiale, con l'idea che possa essere non nucleare, ripristinando la Russia come Nemico e per la prima volta assumendo la Cina come il Nemico potenziale di oggi e il Nemico finale di domani.
Si spezza pertanto l’unità del mondo, acquisita a fine secolo dal capitalismo ed esaltata nella globalizzazione, e si riproduce la cortina di ferro che la rivista “Limes” definisce oggi come “cortina d’acciaio”.
Da questa parte di essa accorrono anche Giappone, Corea del Sud, Australia e Nuova Zelanda, presenti al vertice su invito.
Si includono nell’Alleanza Svezia e Finlandia con l’assenso della Turchia di Erdogan pagato con la vendita dei Curdi, e si conferma l’uso dell’Ucraina come vittima, approfittando dell’offerta fattane da Zelensky per innescare il conflitto ieri e prolungarne poi il sacrificio per tutto il corso della crisi fino ad ora.
La guerra, cominciata con l’aggressione russa e personalizzata per il volgo come l’aggressione di Putin, si ritorce dunque contro di lui: come ha detto Biden, egli “puntava al modello Finlandia per l'Europa e invece ottiene il modello Nato".
Tanto meno essa potrà servirgli per l’annessione dell’Europa all’Impero di Pietro il Grande, che perseguiva come nuovo Zar, secondo le intenzioni attribuitegli dalla stampa occidentale.
Quanto all’esercizio vero e proprio della guerra esso viene assicurato dalla NATO con le armi largamente fornite all’Ucraina (che ne denuncia il fabbisogno di 5 miliardi di dollari al mese) per sostituire e integrare quelle ex sovietiche con le armi “atlantiche”, e viene predisposto con lo schieramento annunciato da Stoltenberg di 300.000 uomini (come si diceva una volta quando non si teneva conto delle donne) lungo la frontiera europea della Russia.
Come già era accaduto nel 1998, quando aveva intrapreso in proprio la guerra contro la Jugoslavia, la NATO si attribuisce pertanto quello “ius ad bellum” che era stato finora prerogativa ed espressione degli Stati sovrani.
Essa si presenta perciò come un soggetto a se stante, come un nuovo Leviatano nel concerto delle Nazioni, più che come una alleanza tra Stati stipulata dai governi e ratificata, quando si dà democrazia. dai rispettivi Parlamenti.
Si tratta dunque di una Terza Alleanza.
La Prima Alleanza fu quella scaturita dal Patto Atlantico del 4 agosto 1949 per gestire la guerra fredda.
Nel novembre 1991 dopo la guerra del Golfo essa, nonostante lo scioglimento del Patto di Varsavia e il raggiungimento del suo scopo sociale, fu confermata dal vertice di Roma, che tuttavia ribadì la sua natura difensiva e la sua area di competenza geograficamente limitata: perfino con enfasi i documenti di Roma affermavano che “nessuna delle sue armi sarà mai usata se non per autodifesa, né essa si considera avversario di alcuno”.
Tuttavia ciò viene meno quando, nell’aprile 1999 nel pieno della guerra jugoslava, il vertice di Washington dà alla luce una Seconda Alleanza, che introduce un nuovo “concetto strategico” e abbandona il vecchio limite di competenza territoriale per abbracciare tutta “l’area euro-atlantica” compresa la Russia e l’Ucraina, venendo a coincidere così di fatto con l’emisfero Nord del mondo.
Al compito di preservare l’equilibrio in Europa si sostituisce quello della “risposta alle crisi” e di “gestione delle crisi”, anche sul piano militare.
La riserva della natura esclusivamente difensiva dell’impiego della forza armata, stabilita dall’ONU e ribadita dalla risoluzione del ‘91, viene lasciata cadere, e vengono contemplate espressamente operazioni fuori area non coperte dagli art. 5 e 6 del Trattato istitutivo.
La questione non è più la difesa dell’Europa ma è il mondo, è il governo del mondo.
La ragione è che il mondo è diventato troppo pericoloso, e ciò viene ben presto dimostrato l’11 settembre 2001 con l’attacco alle Torri gemelle.
Un anno dopo, nel settembre 2002, gli Stati Uniti rendono nota la nuova “Strategia della sicurezza nazionale” che viene fatta consistere in un dominio esteso a tutta la Terra; nessuna Potenza (nemmeno l’Europa) dovrà mai eguagliare la forza militare degli Stati Uniti, la prevenzione non basta più, “la miglior difesa è l’attacco” prima ancora che la minaccia si riveli.
Questa dottrina viene estesa alla NATO; del resto quando Putin e Clinton avevano nel 2000 a Mosca discusso un eventuale ingresso della Russia postsovietica nella NATO, la delegazione americana presente ai colloqui si era opposta perché un’alleanza (come uno Stato) non può sussistere senza nemici. Anzi il nemico, inteso hegelianamente come l’estraneo, lo straniero, è secondo la dottrina schmittiana corrente in Occidente, il criterio stesso del politico.
Il nuovo “concetto strategico” adottato a Madrid segna ora l’avvento della Terza Alleanza.

Quale risposta può essere data all’altezza di questa sfida?
Essa non può essere né quella di un’alleanza contro l’altra (i Paesi del BRICS, Brasile, Russia, Cina, Sudafrica, contro quelli della NATO) né di un’uscita unilaterale dall’Alleanza, che sarebbe catastrofica e inefficace.
In un’assemblea popolare che, per una fortuita coincidenza, si è tenuta a Messina il giorno successivo al vertice di Madrid, si è condivisa una proposta che avevamo formulato anche noi, quella di una risposta propriamente politica.
Occorre che almeno uno Stato sovrano si faccia promotore di una visione del mondo diversa, di una politica internazionale inclusiva, di una casa comune abitata non da nemici ma da una stessa umanità.
Questo Paese sovrano può essere l’Italia, per la sua stessa vocazione costituzionale; la proposta perciò è di promuovere una legge costituzionale di iniziativa popolare per aggiungere alla Costituzione una norma transitoria e finale per la quale l’Italia operi perché il ripudio della guerra in tutte le sue forme, comprese le sanzioni e le altre modalità di genocidio, sia fatto proprio da tutti gli Stati, siano ridotte consensualmente le armi e le spese militari, siano sciolte le alleanze di parte, sia salvaguardata la Terra e si persegua il fine di una Costituzione mondiale che garantisca giusti ordinamenti e il godimento universale dei diritti e dei beni fondamentali per tutti, nessuno escluso.
Alle alleanze di guerra imposte dai poteri, può far seguito una Nuova Alleanza voluta dai popoli
.  
  
Raniero La Valle
7 luglio 2022
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


07/07/2022

Racconti. "Sogno di una notte d'inizio estate"; di Carmelo Rotolo

 

Carmelo Rotolo
Carmelo Rotolo





Sogno di una notte d'inizio estate
Sogno

I luoghi, le persone, col tempo mutano. Tratti che paiono familiari si rivelano come riverbero di ciò che furono in passato. Te ne accorgi quando le vuoi ritrovare, e scopri che l'unico luogo nel quale sono rimasti immutati è la tua mente.
Se hai provato qualcosa per loro, ne terrai il sigillo sul cuore, senza fine.
Carmelo Arnone

SOGNO DI UNA NOTTE D'INIZIO ESTATE

SOGNO DI UNA NOTTE D'INIZIO ESTATE

Ho fatto un sogno, o meglio quello che a me è sembrato essere un sogno.
Percepivo ogni singola immagine, ogni singolo colore, ogni profumo, come reale.
Io, spettatore all'interno di un viaggio a ritroso nel tempo, dove anche le lacrime appaiono vere; ne percepisco il salato, il calore umido, come si confà alle cose reali.
Percepisco anche uno strano lamento, come di riso e pianto, provenire da un lato appartato della casa.


È pomeriggio inoltrato.
I raggi del sole illuminano a malapena l'altissima vasca di cemento armato che svetta sull'altipiano della contrada San Rocco, distribuendo l'acqua potabile a parte del paese, creando una vasta zona d'ombra che arriva sino a coprire per intero la nostra casa.
Gli aghi dei pini e le foglie secche dell'alto sommacco, caduti per la siccità cronica di quest'ultimo periodo dell'anno, ricoprono come un immenso tappeto la garzana a sinistra della vecchia casa, e giù ancora sino ad arrivare al grande albero di gelso rosso, e oltre.
A mano mancina, dieci o venti piante di vite, mezze rinsecchite, un albero di amarena, e qualche vecchio albero di pero, riempiono la garzana sino al confine con la casa di lu zi' Ninu.
In mezzo a questo micromondo di vegetazione, un'ampia aria quadrata in terra battuta dalla quale si dipartono gli accessi alla casa e ai vari poderi della proprietà.
Tante sono le persone che animano questo spazio, vi sono tutti, ma proprio tutti: mio padre che annaca tuttu priati un panaru di bifari, mia madre, seduta nel primo scalino di accesso a casa, con la falletta piena di mandorle da sbucciare, innervosita da qualche tafano cammurriusu che la disturba, poi mio nonno che appoggiato all'albero di sommacco mostra al di sotto della canottiera bianca smanicata le quattro ossa che gli sono rimaste dall'età e dal faticoso lavoro nelle miniere di zolfo, poi ancora mia zia Fofa, in eterna lotta con una goccia di muco che le scende dal minuscolo naso arrossato da una rosacea ormai aggravata dall'età.
E poi mia nonna Carmela, fina fina e sempre vestita di nero, che affacciata alla piccola finestra, controlla tutta la situazione senza dire una parola, a differenza di mia nonna Caluzza, che girata di lato di nascosto, si sta pulendo a dovere un piriazzuolo succulento.
Ancora io, e il vento caldo che arriva dalla vallata in basso, il profumo della terra, l'odore della menta e del timo selvatico, l'abbaiare di qualche cane randagio.
In un angolo lontano, seduto su un tronco mezzo mangiato dalle tarme e dal tempo passato, un vecchietto dalla barba grigia ben curata se ne sta silenzioso a guardare tutti, passando in rassegna primo l'uno poi l'altro.
E ride, ride soddisfatto, grattandosi il neo peloso sull'ala sinistra del naso, asciugandosi con il dorso della mano qualche lacrima che a stento riesce a frenare.
Un vento caldo lo distrae.
Guarda lontano, incuriosito.
Le folate creano un mulinello di foglie secche che le fa girare tutt'attorno a loro stesse così vorticosamente che sembrano un tutt'uno, un enorme disco volante di foglie striminzite che fluttuano in aria a zonzo senza un perché, seguendo il capriccio del vento dispettoso.
Quattro di loro sembrano abbandonare il gruppo, si accasciano a terra, poi riprendono il moto, poi ancora a terra e su di nuovo, attratte dal vortice delle altre foglie rimaste compatte nel gruppo.
Ecco, il vento sembra cedere un po', si distrae, cambia direzione, ora di qua ora di là, ora in su, e poi di nuovo in giù, trascinandosi dietro la girandola delle foglie.
Di nuovo le quattro foglie, eccole apparire all'esterno del mulinello, si staccano dal gruppo, volteggiano insieme in cerchi via via sempre più piccoli, toccano terra, l'una accanto all'altra, quasi si sfiorano.
"Che spettacolo!", sembrano dire le sue pupille, in uno spasmo di ritrovata vivacità.
Un attimo di tregua poi ancora il vento, le abbraccia e le porta via separatamente, ognuna per la propria strada, ognuna con il proprio destino.
Anche il sole sembra andar via, lasciando una coltre d'ombra languida sull'intera aia.
È quasi sera ormai, un’unica rondine, soddisfatta della giornata, volteggia cinguettando alla ricerca del nido, alla ricerca dei suoi piccoli, che agitati schiamazzano indicandole la via del ritorno, mentre qualche pipistrello, in anticipo sul buio incombente, fa le prove generali per la lunga notte a venire.
Un geco aggrappato saldamente al muro di gesso della casa, subito sotto la finestra dov'era affacciata la nonna, ruota le orbite accompagnando l'ultimo lembo d'ombra che chiude definitivamente l'ampio sipario al giorno che sta per finire.
L'uomo avanti con gli anni, la barba bianca e il piccolo neo peloso a lato del naso, si alza, sposta delicatamente il tronco, si gira un'ultima volta verso l'aia ormai vuota, inarca le narici all'estremo come a raccogliere gli ultimi profumi della sera, porta lo sguardo verso l'alta vasca di cemento della Casa dell’Acqua, e come un attore all'ultima battuta di questa grande commedia della vita, in silenzio, piano piano, scompare tra le fratte dell'alto sommacco che costeggia lo sterrato.
Io, spettatore all'interno di questo sogno, entratovi inconsciamente per cercare la mia infanzia, ho trovato semplicemente un uomo con la barba bianca e un piccolo neo sul viso, custode geloso di questi anni passati.
Mi sono svegliato, uomo con la barba bianca, anziano di sessanta anni, semplicemente felice.

Vorrei dedicare questa piccola storia a due personaggi di fantasia che ultimamente mi tengono compagnia con le loro storie, e le loro profonde discussioni sulla metafora della vita: i "Leo".
Se mi è concesso, vorrei dire loro: ho provato, ma non ci sono riuscito.
È più forte di me.
Sentirsi uno straniero in patria, e la sola forza che mi spinge a ricordare per non dimenticare.
Ma sino a quando?
 
  
Carmelo Rotolo
7 luglio 2022
© Riproduzione riservata.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


06/07/2022

Attualità. Il presidente del Consiglio comunale Aristotele Cuffaro: "Grazie al vostro calore e incoraggiamento"

 

Aristotele Cuffaro
Aristotele Cuffaro

Il Presidente del Consiglio comunale di Grotte, Aristotele Cuffaro, affida a una nota diffusa sui social il proprio ringraziamento a quanti gli hanno dimostrato solidarietà in occasione del grave incidente stradale nel quale è rimasto coinvolto.
"Cari amici, volevo ringraziarvi per la vicinanza e l'affetto dimostratomi per la mia disavventura - scrive Cuffaro -. Grazie al vostro calore ed incoraggiamento sto passando questo periodo di convalescenza con maggiore conforto. Vi abbraccio tutti fraternamente"
.
  

Redazione
6 luglio 2022.  
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


06/07/2022

Dialoghi. "Ricordiamoci pure che esiste la Sanità"; di Giuseppe Castronovo

 

Intervento del dott. Giuseppe Castronovo.

Oramai sono più di quattro mesi che le nostre forze politiche, in ciò spinti anche dall'Europa, discutono e "litigano" in Parlamento se e di quanto aumentare le spese di bilancio da destinare alle spese militari.
L'esperienza maturata in questi mesi mi induce a gridare ad alta voce: "Più soldi alla Sanità, meno soldi agli armamenti".
Giuseppe Castronovo

"RICORDIAMOCI PURE CHE ESISTE LA SANITÀ"

In occasione di alcune visite presso le nostre strutture ospedaliere mi sono reso conto dell’impegno profuso da tutti coloro che vi operano:
Non c’è giorno, non c’è notte.
Strutture non sempre all’altezza della situazione.
Per l’esperienza maturata riteniamo poter chiedere:
PIÙ SOLDI ALLA SANITÀ
MENO SOLDI AGLI ARMAMENTI.

     

 

   

Giuseppe Castronovo
(gcastronovo.blogspot.it)
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


06/07/2022

Riconoscimenti. Premio "Save the Brand" al Gruppo Mancuso, per la categoria Sviluppo e Innovazione

 

Famiglia Mancuso
Famiglia Mancuso

Mormina e Fumagalli
Mormina e Fumagalli

Lo scorso lunedì 4 luglio, presso il Four Seasons Hotels and Resorts di Milano, si è tenuta la nona edizione di "Save the Brand", l'evento organizzato da LC Publishing Group - con la sua testata digitale Foodcommmunity.it -, che celebra le eccellenze del Made in Italy, per essersi distinte nel settore Food & Beverage italiano.

La Famiglia Mancuso
(La famiglia Mancuso: Salvatore, Antonio e Rosario con la mamma Pietra La Rocca)

Il Gruppo Mancuso è stato premiato nella categoria Sviluppo e Innovazione.
Siamo orgogliosi - afferma Antonio Mancuso, Presidente del Gruppo - che il nostro impegno quotidiano nel creare e distribuire prodotti di alta qualità da materie prime italiane e siciliane, investendo nell'innovazione, venga premiato e apprezzato da una platea cosi ben riconosciuta".

"Save the Brand" 2022 - Sviluppo & Innovazione - Winner: MANCUSO
("Save the Brand" 2022 - Sviluppo & Innovazione - Winner: MANCUSO)

Questo è un premio che ci rende orgogliosi - continua il presidente Antonio Mancuso - ma è soprattutto un impegno che io e i miei fratelli Salvatore e Rosario dedichiamo a nostra Madre e a tutti i collaboratori delle nostre aziende”.
Il Premio è stato ritirato dal consigliere della holding di famiglia dott. prof. Angelo Mormina e dal dott. Federico Fumagalli (vedi foto a lato).
Il Gruppo Mancuso, da 100 anni attivo nella produzione di gelati e dessert, nel periodo 2022-2024 sarà protagonista di un piano di investimento per rispondere alle crescenti esigenze del mercato e di un piano assunzioni che prevede 80 ingressi in Italia. Nel 2022 la società ha, inoltre, lanciato una nuova divisione specializzata nella produzione del gelato senza glutine e senza lattosio, con un nuovo stabilimento specializzato nella produzione di gelati e dessert per il mercato della celiachia e delle nuove esigenze alimentari
.
  

Redazione
6 luglio 2022.  
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


04/07/2022

Caltanissetta. Presentazione del libro "Uomini soli", di Attilio Bolzoni; martedì 5 luglio alla biblioteca Scarabelli

 

"Uomini Soli", di Andrea Bolzoni
Copertina

Domani, martedì 5 luglio 2022 alle ore 19.00, verrà presentato a Caltanissetta, presso la biblioteca Scarabelli, il libro di Attilio Bolzoni dal titolo "Uomini Soli": trent'anni dopo le stragi, cos'è cambiato (e cosa non è cambiato) dall'estate del 1992. Converserà con l'Autore la prof.ssa Marcella Natale, Assessore alla Cultura del Comune di Caltanissetta.
Pio La Torre e Carlo Alberto Dalla Chiesa. Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. Un destino comune che spaventa, anche a distanza di 20 anni.
Una geometria nel giro di vite, che sembra il calcolo esatto di una logica efferata.
30 aprile 1982, 3 settembre 1982. 23 maggio 1992, 19 luglio 1992. Uniti nella vita e nella lotta alla mafia, uniti nel destino e nella morte.
Uniti dalla caparbietà e dal coraggio, dalla tenacia e dalla fermezza. Uniti nella consapevolezza, perché “lo sapevano che li avrebbero fermati. Prima o poi”. Uniti dalla solitudine. Come uomini, politici, magistrati, soldati.
C’è tutto questo e tanto altro in “Uomini soli”, il libro di Attilio Bolzoni (Melampo Editore), già giornalista d’inchiesta di Repubblica, oggi del quotidiano "Domani"; un libro che, come ha spiegato Marino Sinibaldi durante la presentazione del testo al pubblico della Fandango, è un romanzo storico, un’inchiesta giornalistica, un racconto autobiografico.
Tre generi uniti e compenetrati da tre fili rossi inscindibili: l’emozione, il ricordo e Palermo.
Quattro uomini diversi e tutti troppo soli. Una solitudine prodotta dal loro stesso mondo, realtà nelle quali hanno creduto fino alla fine e in cui lavoravano fino allo sfinimento, il partito e l’Arma da una parte, la magistratura dall’altra.
Una solitudine che si somma a qualcosa di ancora più grave: l’isolamento da parte dello Stato.
Facevano paura al potere - commenta l’autore -. Erano italiani speciali, troppo diversi e troppo soli per avere una sorte diversa. La loro è stata una solitudine generata non soltanto da interessi di cosca o di consorteria. Ma anche da meschinità più nascoste e colpevoli di negligenze, decisive per trascinarli verso una fine violenta. Erano uomini circondati dal silenzio: Pio La Torre, nel partito al quale ha dedicato tutta la vita. Il generale Dalla Chiesa, che aveva gli alamari cuciti sulla pelle, nella sua Arma. Falcone, sconfitto 32 volte come il colonnello Bunedia, e Borsellino in un tribunale popolato da giudici infidi. Vita scivolate in un isolamento costante, pubblico e istituzionale. Fino alla morte feroce e destabilizzante”.
Il racconto collettivo ed emozionante di Attilio Bolzoni scorre tra documenti originali, cronache e commenti personali, riportando a galla la memoria diretta dei quattro personaggi, di una Palermo “caput mundi” della Sicilia insanguinata e mai rassegnata, e di una mafia che cambia nei decenni, dalla brutalità dei corleonesi alla raffinatezza dei nuovi imprenditori. Ad uscirne è l’immagine di quattro uomini esemplari, nella vita e nella professione, quattro bandiere di una patria malandata e il pensiero, unico e condiviso, che continuerà ad alimentare il coraggio alla lotta. “Non li avete uccisi: le loro idee camminano sulle nostre gambe”.

(Giulia Focardi)
.
  

Redazione
4 luglio 2022.  
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


04/07/2022

Chiesa. "GrEst: a vincere è stata la famiglia, di ogni bambino, dell'Oratorio, della Chiesa"; di don Rosario Bellavia

 

Don Rosario Bellavia
GrEst 2022

Don Rosario Bellavia
Don Rosario Bellavia

Con la celebrazione della santa Messa del 3 luglio presso l’atrio esterno dell’Oratorio “Rosario Livatino” si è conclusa la settimana di GrEst iniziata lo scorso 26 giugno a Grotte.

GrEst 2022 a Grotte
(GrEst 2022 a Grotte)

Lungo la via tracciata da Tobia, personaggio biblico intorno a cui è stato strutturato il sussidio del GrEst 2022 promosso dal Centro Diocesano per l’Evangelizzazione “Tobia, in cammino verso l’Amore”, i cento giovani insieme ai quasi sessanta animatori hanno vissuto una intensa attività di laboratori a tema, balli, preghiera, e giochi a punti, che hanno permesso a una delle quattro squadre in gioco di aggiudicarsi la partecipazione alla gara del GrEst diocesano dell’1 agosto a Villaseta insieme alle altre squadre vincitrici degli oltre trenta GrEst sparsi in tutta la diocesi.
Le squadre in gioco hanno assunto ciascuna un nome identificativo associato ad un colore diverso delle maglie, nome legato all’esperienza del personaggio principale, Tobia appunto: la squadra “Bellezza” con il colore giallo; la squadra “Coraggio” con il colore arancio; la squadra “Amare” con il colore rosso; la squadra “Famiglia” con il colore verde.
Quattro parole che sgorgano dallo slogan che sin dall’inizio è stato lanciato dagli animatori (con la maglia di colore blu), durante la presentazione del GrEst, ossia “La Bellezza di avere il Coraggio di Amare la Famiglia”.
Ciò che sembra essere passato “in sordina” e che invece riteniamo essere significativo e capace di farci riflettere è che a vincere la gara, ludica e spirituale al tempo stesso, del GrEst sia stata proprio la squadra verde della “Famiglia”.
Nel motto che ha permesso di individuare i nomi delle quattro squadre, la famiglia costituisce il termine ultimo e sorgivo, il centro gravitazionale e al tempo stesso propulsivo, dell’esperienza della bellezza, del coraggio e dell’amore.
Il GrEst ha imposto da sé il senso e il valore della famiglia, quasi con naturalezza, e ha dato l’occasione di sperimentarla vivendone le dinamiche ad essa insite: in una famiglia avviene che ci si prende cura l’uno dell’altro, che ci si organizza nelle reciproca fiducia, si sente la responsabilità per gli altri e per l’impegno assunto, avvengono talvolta richiami e discussioni in vista mai del proprio tornaconto ma del bene da costruire insieme, si superano difficoltà relazionali con il coraggio del dialogo, e le tentazioni a mollare con la forza della perseveranza, si gioisce in attimi di sereno riposo; si sta tra i più piccoli facendoli sentire grandi, si anima dando spazio in sé alla gioia che proviene dall’altro, si rispettano i tempi e i compiti di ciascuno, e ci si mette a lavoro mossi dalla voglia di esserci e dell’essere insieme.
Si scopre la dinamica della famiglia per mezzo del vincolo dell’amicizia, indicato dal blu degli animatori.
Tobia ci ha consegnato questo nella multiforme esperienza di famiglia, nella premura verso il padre, nella sensibilità di questi verso il proprio popolo, nella pazienza verso la madre, nell’amicizia con san Raffaele, fedele compagno di viaggio, nell’incontro con una nuova famiglia diversa dalla propria, quella di Raguele, nell’amore per Sara con cui costruisce la sua nuova famiglia, nell’accoglienza in casa propria con un amore che guarisce e rivela.
In un periodo come l’attuale, in cui la famiglia è divenuta - come l’amore - solo un termine ad uso e consumo, per di più sfruttato, abusato, e caricato di qualsivoglia senso semantico passi per l’opinione di ciascuno, a vincere è stata la famiglia, quella di ogni bambino, quella dell’Oratorio, quella della Chiesa.
Il GrEst diviene l’occasione perché tutto questo possa confluire per rileggerlo insieme, metterlo in discussione e farlo maturare.
Ogni bambino ha dietro di sé una famiglia da cui impara a muovere i primi passi verso l’amore, a volte in modo spedito, altre in modo eccentrico, altre ancora in modo fortuito o fragile; ogni adolescente animatore ha una storia familiare, con ferite, cicatrici ormai chiuse, o su cui si costruisce la persona, con situazioni irrisolte e non dette, con speranze difficili da coltivare nella solitaria lotta della crescita, storia da cui si esce nell’avventura del GrEst e dell’Oratorio con l’ardire e anche il timore tipici di quell’età.
Chi accoglie la sfida, con coraggio, di imparare ad amare se stesso, con le esperienze oratoriali scopre di esser tratto fuori da un mondo caotico che illude di far oltrepassare le proprie paure, di risolvere i propri interrogativi e di insegnare ad amare solo se stessi, coprendo il proprio vissuto e mettendo a tacere il silenzio del cuore che invece intimamente interroga, guarda, conosce, quando si è posti in un rapporto sano con gli altri.
Si impara, in una esperienza di GrEst e di Oratorio, a rispettare le persone più grandi - valore ormai quasi estinto - e si apprende la delicatezza dinanzi alla preziosità dei più piccoli - oggigiorno lasciati alla deriva educativa.
Importantissima è stata la presenza di animatori più grandi e di alcune famiglie, mamme e papà che hanno garantito la presenza discreta, silenziosa quanto carica, anche per loro, di divertimento, ed essenziale non solo per merende o medicamenti, ma per dare precise indicazioni, maturi consigli e saggi incoraggiamenti, come adulti inseriti in quelle relazioni che i giovani talvolta, non sapendo come gestire, rifuggono ma delle quali hanno bisogno.
Ha vinto la famiglia della comunità ecclesiale di Grotte, coi suoi tanti benefattori, sponsor, persone vicine che hanno gioito della gioia di tutti.
Forse non sarà stato il miglior GrEst della Diocesi, e certo si poteva fare molto di più, tanto altro c’è ancora da fare, da imparare o da migliorare, ma rimane pur sempre un elemento assodato, e l’Oratorio “Livatino” si è posto a servizio di questo: alla fine cioè del lungo percorso durato tutto l’anno lungo i passi della bellezza alla luce di Cristo, possiamo dire che è davvero bello avere il coraggio di amare la famiglia.
(NdR: nelle foto a lato, di
© Piero Castronovo, alcuni momenti del GrEst).
  
Don Rosario Bellavia
4 luglio 2022
© Riproduzione riservata.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


04/07/2022

Salute. Covid-19: fase epidemica acuta. Il ministro Speranza: "Le mascherine sono e restano fondamentali"

 

Emergenza Coronavirus
Emergenza Coronavirus

Covid-19: siamo in piena ondata estiva; l'incidenza settimanale tocca quota 763 e salgono i ricoveri. Il ministro della Salute Speranza: “Mascherine fondamentali. Continuare a rispettare le misure comportamentali raccomandate, l’uso della mascherina, aereazione dei locali, igiene delle mani e ponendo attenzione alle situazioni di assembramento”.
Nuovo salto in avanti dell’incidenza settimanale che tocca i 763 casi per 100 mila abitanti rispetto ai 504 della precedente rilevazione. Per quanto riguarda l’occupazione dei letti sono in aumento le terapie intensive: a livello nazionale il tasso è al 2,6% rispetto all’2,2% di sette giorni fa. Salgono anche i pazienti in Area non critica che si attestano al 10,3% rispetto al 7,9% della scorsa settimana. È quanto emerge dal monitoraggio settimanale curato dall’Istituto Superiore di Sanità.
Nonostante il periodo estivo - si legge nel report -  in cui molte attività vengono svolte all’aperto, si conferma una fase epidemica acuta caratterizzata da un forte aumento dell’incidenza, da una trasmissibilità (sia calcolata su casi sintomatici che su casi ricoverati in ospedale) al di sopra della soglia epidemica e da un aumento nei tassi di occupazione dei posti letto in area medica e terapia intensiva. In questa fase - prosegue il rapporto - si ribadisce la necessità di continuare a rispettare le misure comportamentali individuali e collettive previste/raccomandate, l’uso della mascherina, aereazione dei locali, igiene delle mani e ponendo attenzione alle situazioni di assembramento. L’elevata copertura vaccinale, il completamento dei cicli di vaccinazione ed il mantenimento di una elevata risposta immunitaria attraverso la dose di richiamo, con particolare riguardo alle categorie indicate dalle disposizioni ministeriali, rappresentano strumenti necessari a mitigare l’impatto clinico dell’epidemia”.
Le mascherine sono e restano fondamentali, abbiamo un obbligo più limitato e una raccomandazione che facciamo con forza, dopo due anni di pandemia chiediamo alle persone di avere ancora un atteggiamento di prudenza e cautela. Puntiamo sulla responsabilità individuale". Lo ha detto il ministro della Salute Roberto Speranza, a margine di un evento della Cgil, a Roma.
In autunno - ha annunciato - costruiremo una campagna di vaccinazione più larga, per fasce generazionali più ampie, ma quella la costruiremo. Dobbiamo insistere sulla campagna di vaccinazione, per un secondo richiamo subito alle persone fragili chi ha più di 80 anni, chi vive nelle Rsa, chi ha particolari fragilità. Il secondo richiamo funziona. Questo si può fare subito
.
  

Redazione
4 luglio 2022.  
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


04/07/2022

Società. "De tascitudine"; di Enzo Napoli

 

Enzo Napoli
Enzo Napoli

De tascitudine.
Non è certo commisurata al reddito, ma quella dei poveri è certamente più genuina e talvolta commovente.
Con l'aumentare della disponibilità economica, si manifesta in forme assai più evidenti, fino a punte di vera e propria arte nei figli della borghesia delle grandi città.
L'esser tasci richiede una predisposizione dello spirito, una vocazione naturale difficilmente acquisibile anche attraverso le peggiori e durature frequentazioni.
Non v'è dubbio però che gli odierni strumenti di comunicazione di massa abbiano contribuito ad elevare la tascitudine a modello comportamentale ed in moltissimi casi è diventata una professione che assicura un fatturato considerevole.
Chi è tascio non sarà mai consapevole di esserlo, anzi. Al contrario, considera le manifestazioni del suo estro come espressioni di eleganza e raffinatezza, lo confortano nel suo bozzolo di esclusività.
Quello che è ancora oggetto di studio è perché con l'avvento della stagione estiva e l'elevarsi delle temperature, la tascitudine esploda in maniera irrefrenabile.
Alcuni teorizzano che siano gli stabilimenti balneari ed i locali notturni ad incentivare lo scatenarsi dei sintomi più eclatanti, considerato che sono i luoghi più idonei per scattare selfie e girare video che verranno poi postati sui social ad imperitura testimonianza del proprio talento.
Quelli più imprudenti assoceranno didascalie pseudo colte, recuperate da siti che campano con la riproduzione a caso di frasi, preferibilmente di Bukowski o Jim Morrison, a significare l'indomito spirito bohémien dell'impiegato di banca o del commerciante di biancheria per la casa, dell'avvocato o del caporeparto in fabbrica, che completano, con stridente poetica, il bicipite tatuato o l'abitino scosciato di Dolce e Gabbana.
Al momento, pare non vi sia rimedio alcuno e l'unica possibilità di arginare il fastidio che tale dilagante fenomeno provoca a chiunque goda di un minimo di buon gusto e sobrietà, sia quello di evitare quanto più possibile i luoghi più "trendy" e qualora non se ne possa fare a meno, armarsi del più bonario ed indulgente sorriso di compassionevole sopportazione.
In fondo non è tutta colpa loro.

  
Enzo Napoli
4 luglio 2022
© Riproduzione riservata.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


04/07/2022

Musica. "Ucraina, Ucraina! (Vittoriosa Ucraina)"; un nuovo brano di Antonio Cipolla

 

Ucraina, Ucraina!
Ascolta la canzone

S'intitola "Ucraina, Ucraina!" il nuovo brano musicale di Antonio Cipolla, che ha come sottotitolo "Vittoriosa Ucraina".
"Questa semplice canzone - scrive l'Autore - è dedicata al coraggio del popolo ucraino, che si rifiuta di vivere sotto un nuovo impero russo. Questa è una guerra insensata e l'Ucraina vincerà, per quanto tempo ci vorrà".
"Mi inorridiscono - continua Cipolla - le immagini quotidiane della brutale e insensata distruzione di un Paese intero da parte dell’esercito russo: i barbari di Putin! E non c’è giorno che non voglia gridare: Basta! Fermatevi nel nome di Dio!".
Il brano di Antonio Cipolla è già su Youtube (vedi e ascolta); questo è il testo:

Ucraina, Ucraina!
Terra martoriata.
O Popolo valoroso
di gesta eroiche,
gli invasori scaccerà,
e tornerà la libertà
.
  

Redazione
4 luglio 2022.  
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


04/07/2022

Chiesa. Avvisi e appuntamenti della settimana

 

Programma della settimana
Unità Pastorale
 

Pubblichiamo gli avvisi diffusi al termine delle sante Messe domenicali e gli appuntamenti ecclesiali più rilevanti (disponibili anche alla pagina "Chiesa").

Lunedì 4 luglio
- ore 08.00, nella chiesa San Rocco, Rosario mariano e Confessioni;
- ore 08.30, nella chiesa San Rocco, Lodi, santa Messa, Ora Media e Coroncina;
- ore 18.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 18.30, in chiesa Madre, santa Messa.

Martedì 5
luglio
- ore 08.00, nella chiesa San Rocco, Rosario mariano e Confessioni;
- ore 08.30, nella chiesa San Rocco, Lodi, santa Messa, Ora Media e Coroncina;
- ore 09.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 18.30, in chiesa Madre, santa Messa.

Mercoledì 6 luglio
- ore 17.30, nella chiesa San Rocco, Rosario a san Giuseppe e Confessioni;
- ore 18.00, nella chiesa San Rocco, Vespri, santa Messa, Compieta, Stellario di san Giuseppe;
- ore 18.30, in chiesa Madre, santa Messa.

Giovedì 7 luglio - Novena alla B.M.V. del Monte Carmelo (1)
- ore 08.00, nella chiesa San Rocco, Rosario mariano e Confessioni;
- ore 08.30, nella chiesa San Rocco, Lodi, santa Messa, Ora Media e Coroncina;
- ore 17.45, nella chiesa Madonna del Carmelo, santo Rosario cantano, Inno e Novena alla Madonna del Carmelo;
- ore 18.30, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 18.30, in chiesa Madre, santa Messa.

Venerdì 8 luglio - Novena alla B.M.V. del Monte Carmelo (2)
- ore 08.00, nella chiesa San Rocco, Rosario mariano e Confessioni;
- ore 08.30, nella chiesa San Rocco, Lodi, santa Messa, Ora Media e Coroncina;
- ore 17.45, nella chiesa Madonna del Carmelo, santo Rosario cantano, Inno e Novena alla Madonna del Carmelo;
- ore 18.30, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 18.30, in chiesa Madre, santa Messa.

Sabato 9 luglio - Novena alla B.M.V. del Monte Carmelo (3)
- ore 17.30, nella chiesa San Rocco, Rosario mariano e Confessioni;
- ore 18.00, nella chiesa San Rocco, santa Messa;
- ore 18.15, in Piazza Umberto I, santo Rosario cantano, Inno e Novena alla Madonna del Carmelo;
- ore 19.00, in Piazza Umberto I, santa Messa presieduta dall'Arcivescovo, nel 100° di sacerdozio del Venerabile Michele Arcangelo M. A. Vinti.

Domenica 10 luglio - Novena alla B.M.V. del Monte Carmelo (4)
- ore 09.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 09.30, nella chiesa San Rocco, Rosario mariano e Confessioni;
- ore 10.00, nella chiesa San Rocco, santa Messa;
- ore 11.00, in chiesa Madre, santa Messa;
- ore 11.30, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 17.45, nella chiesa Madonna del Carmelo, santo Rosario cantano, Inno e Novena alla Madonna del Carmelo;
- ore 18.30, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 19.00, in chiesa Madre, santa Messa.

  

Redazione
4 luglio 2022.  
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


03/07/2022

Racalmuto. Festeggiamenti in onore di Maria SS del Monte, dal 6 a 16 luglio; programma

 

Festeggiamenti in onore di Maria SS del Monte
Programma

Si svolgeranno, come di consueto, da mercoledì 6 a sabato 16 luglio i festeggiamenti in onore di Maria Santissima del Monte, a Racalmuto.
Di seguito pubblichiamo il programma delle manifestazioni.

Da venerdì 1 a domenica 10 luglio (ogni giorno)
Ore 18.30, Santuario Maria SS del Monte - Rosario e Novena meditati dai gruppi ecclesiali e dalla «Congregazione Maria SS. del Monte»
Ore 19,00, Santa Messa

Mercoledì 6 luglio
Ore 18,00, Largo Monte, Scuderie del Teatro Regina Margherita - Inaugurazione «Museo delle antiche bardature» a cura dell’Associazione «Cavalieri Maria SS del Monte»
Ore 20.00, Via Vittorio Emanuele - Presentazione del progetto «Ciliu degli Emigrati Racalmutesi» a cura dell’Associazione «Vivi Racalmuto»

Giovedì 7 luglio - Giornata Sacerdotale
Ore 10.00, Santuario Maria SS. del Monte - Santa Messa con meditazione
Ore 19.30, Messa Solenne
Ore 20.30, Via Garibaldi, 153 - Sede Associazione Cero dei Burgisi, Esposizione delle bandiere, consegna degli abiti alle dame e presentazione del libro “Burgisi - Il Cilio e le Bandiere tra cielo e terra”

Venerdì 8 luglio
Ore 09.00, Santuario Maria SS del Monte - Messa Solenne e benedizione dei bambini
Ore 18.00, Sbampà la festa! - Sparo di 21 colpi di cannone, rullo di tamburi ed entrata della banda musicale cittadina
Ore 19.30, Santuario Maria SS del Monte - Messa Solenne con la presenza della «Confraternita Maria SS del Monte»
Ore 20.00, Castello Chiaramontano - Corteo di Dame e Cavalieri verso il Santuario
Ore 20.30, Santuario Maria SS del Monte - «La Prucissioni», Processione del simulacro della Madonna posto sul tradizionale carroccio «Lu Carruozzu» trainato dai buoi, accompagnata dai personaggi storici percorrendo le vie L. Sciascia, Gen. Macaluso, F. Martini, Piazza Carmelo, Roma, Garibaldi, Regina Elena
Ore 21.00, Piazza Barona - Omaggio pirotecnico dinanzi «Lu Carruozzu», prosecuzione processione lunghe le vie M.A. Alaimo e Garibaldi
Ore 22.30, Piazza Francesco Crispi - «La vinuta di la Madonna di lu Munti», Recita rievocativa dell’arrivo del simulacro a Racalmuto
Ore 23.00, Continuazione della processione, del Corteo di personaggi storici per le vie Garibaldi, A. Puma, Vittorio Emanuele, L. Sciascia - Arrivo e ingresso della statua della Madonna al Santuario - Corteo a cavallo lungo le vie G. Garibaldi, A. Puma, Scalinata del Santuario
Ore 23.30, Scalinata del Santuario, «L’acchianata di li cavaddri»

Sabato 9 luglio
Ore 19.30, Santuario Maria SS del Monte, Solenni Vespri
Ore 20.00, Via Manzoni 41, partenza del Cero dei «Burgisi» percorrendo le vie Annaratone, Garibaldi, F. Villa, G. Macaluso, F. Martini, Piazza Carmelo, Roma
Ore 21.30, Via Garibaldi, tradizionale discesa dei Ceri (Cilii)
Ore 22.30, Piazza Francesco Crispi, lancio di palloni aerostatici e spettacolo piro-musicale
Ore 23.00, «La pigliata di lu Ciliu», presa della bandiera dei «Burgisi»
Ore 23.45, Prosecuzione della processione dei Ceri per le vie Garibaldi, A. Puma, Vittorio Emanuele, L. Sciascia, Largo Monte
Ore 00.00 di domenica 10 luglio, Santuario Maria SS del Monte, arrivo dei Ceri e omaggio alla Madonna, Corteo a cavallo lungo le vie Garibaldi, A. Puma, Scalinata del Santuario
Ore 00.15, Scalinata del Santuario, «l’acchianata di li cavaddri»
Ore 02.00, Piazza Barona, «li firrioli», sparo di fuochi d’artificio

Domenica 10 luglio
Ore 07.00, Rullo di tamburi per le vie del paese
Ore 09.00, Santuario Maria SS del Monte, Santa Messa
Ore 09.30, Giro della Banda Cittadina per le vie del paese
Ore 10.00, Santuario Maria SS del Monte, «Li prummisioni», consegna dei tradizionali doni sino alle ore 12.00
Ore 12.00, Messa Solenne con panegirico celebrata dall'arciprete don Carmelo La Magra, animata dal «Coro Terzo Millennio» diretto dal Maestro Domenico Mannella
Ore 13.30, Piazza Barona, Sparo di moschetteria e castagnole
Ore 15.00, Santuario Maria SS del Monte, continuazione de «Li Prummisioni» sino alle ore 19.00
Ore 17.30, Via Garibaldi 153, sede Associazione Cero dei Burgisi, consegna del premio al giovane «Burgisi» che ha preso la bandiera e «Prummisioni» dell’Associazione
Ore 18.30, «Prummisioni» dell’Associazione «Cavalieri Maria SS del Monte»
Ore 19.00, Santa Messa
Ore 20.30, Via Michelangelo Cardillo, partenza della Processione del Simulacro della Madonna posta sul caratteristico carro addobbato
Ore 22.00, Piazza Francesco Crispi, Santa Messa all'arrivo del «Carro Trionfale»
Ore 23.00, continuazione della processione attraverso le vie Garibaldi, A. Puma, Vittorio Emanuele, L. Sciascia - Arrivo e ingresso della statua della Madonna al Santuario - Corteo a cavallo lungo le vie Garibaldi, A. Puma, Scalinata del Santuario
Ore 23.30, Scalinata del Santuario, «l’acchianata di li cavaddri»
Ore 02.00 di lunedì 11 luglio, Piazza Barona, «li Firrioli», sparo di fuochi d’artificio

Lunedì 11 luglio
Ore 19.00, Castello Chiaramontano, Dibattito sulle Emergenze Archeologiche a cura del «Gruppo archeologico RahalMut Racalmuto» in collaborazione con la «ProLoco Racalmuto»

Martedi 12 luglio
Ore 21.00, Piazza Francesco Crispi, Spettacolo di Cabaret con Leonardo Fiaschi e Paolo Migone «Zelig»

Mercoledì 13 luglio
Inizio tornei sportivi in onore di «Maria SS. del Monte»

Giovedì 14 luglio
Ore 20.00, Parco Filippo Villa, Inaugurazione Campo di Padel in onore di «Maria SS del Monte»
Ore 21.00, Piazza Francesco Crispi, concerto musicale Miracle - Italian Queen Tribute Band

Venerdì 15 luglio
Ore 20.00, Via Garibaldi, raduno di Carretti Siciliani a cura dell’Associazione «Cavalieri Maria SS. del Monte», con la collaborazione dell’Associazione «U Carrettu Girgintanu», accompagnati dal Gruppo Folkloristico «I Picciotti da Purtedda», e dai «Tammurinara Maria SS del Monte» e con sfilata delle bandiere del «Cero dei Burgisi»
Ore 21.00, Promozione e degustazione prodotti biologici a cura del «Consorzio Isola Bio Sicilia»

Sabato 16 luglio
Ore 21.00, Via Garibaldi, Artisti di strada nel corso principale - Rullo di tamburi per le vie del paese
.  
  

Redazione
3 luglio 2022.  
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


03/07/2022

Chiesa. "Giornata Sacerdotale" a Grotte; interviste di Piero Castronovo

 

"Giornata Sacerdotale" a Grotte
Guarda il video

Venerdì 1 luglio 2022 si è tenuta a Grotte (AG) la "Giornata Sacerdotale", un ritiro spirituale periodico per sacerdoti e diaconi dell'Arcidiocesi di Agrigento (guarda il video).
Nella ricorrenza liturgica del Preziosissimo sangue di Gesù, i presbiteri dell'agrigentino sono stati convocati eccezionalmente a Grotte per ripercorrere il cammino spirituale del Venerabile sacerdote Michele Arcangelo Maria Antonio Vinti (1893-1943).
Le attività della Giornata Sacerdotale sono state trasmesse in diretta sulla pagina Facebook "L'Osservatore Grottese", ideata e coordinata da Piero Castronovo.
Nell'occasione sono state realizzate interviste a:
- S.E. mons. Alessandro Damiano (Arcivescovo di Agrigento);
- don Giuseppe Cumbo (Vicario generale dell'Arcidiocesi di Agrigento);
- don Calogero Morgante (Vice postulatore della causa di beatificazione del Venerabile Michele Arcangelo M. A. Vinti).

Pubblichiamo le immagini delle interviste - guarda il video - (riprese di © Piero Castronovo per la pagina Facebook "L'Osservatore Grottese").  
  

Redazione
3 luglio 2022.  
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


03/07/2022

Letture Sponsali. "C'è sempre una buona ragione per essere insoddisfatti"

 

Amore Sponsale
Nozze di Giuseppe e Maria

Le "Letture Sponsali" sono uno strumento sperimentale che offre gratuitamente una prospettiva sponsale alle letture della liturgia domenicale. Sono curate dal gruppo "Amore è..." (vedi il sito ufficiale), attivo dal 2006 nella diocesi di Palermo, per favorire un momento di riflessione all'interno delle coppie e nelle comunità ecclesiali. Le letture sono commentate da fidanzati e sposi (tra cui i grottesi Vera e Francesco).

*****

Nemmeno l'insufficienza di operai a confronto di una messe tanto abbondante induce Gesù a inviare singolarmente i discepoli innanzi a sé nelle città e nei luoghi dove stava per recarsi.
Il messaggio è chiaro: le sfide e le avversità ("ecco, vi mando come agnelli in mezzo ai lupi") vanno affrontate insieme.
Nessuno basta a se stesso, soprattutto nei momenti difficili della vita. Non serve avere un grande equipaggiamento ("non portate borsa, né sacca, né sandali") ma è fondamentale essere in comunione di spirito.
E dalla comunione di una coppia (la forma di relazione più elementare possibile), attraverso Gesù e nel nome di Gesù, scaturisce la comunione dell'intera comunità ("restate in quella casa, mangiando e bevendo di quello che hanno").
Tu puoi crederci? Quante fatiche, quanti impedimenti, quante complicazioni! Manca sempre qualcosa: il denaro, la salute, la tranquillità.
C'è sempre una buona ragione per essere insoddisfatti, sempre una buona ragione per rinunciare ad avere fiducia.
Come quelle città che non accolsero i discepoli di Gesù. Ma i settantadue, come dice il Vangelo, con loro stessa grande sorpresa, scoprirono che non è così: toccarono con mano che chi crede in Gesù non può essere sopraffatto dai suoi demoni e non conosce mai una vera sconfitta.
Come dice San Paolo, scrivendo ai Galati: "D'ora innanzi nessuno mi procuri fastidi: io porto le stigmate di Gesù sul mio corpo".
E così la croce, che è sinonimo di sofferenza, diventa addirittura un vanto, perché croce di Gesù, messaggio d'amore di Dio per l'umanità.
La vita è spesso un percorso accidentato, ma una coppia che è unità dall'amore in Gesù lo percorre senza inciampare.
Conoscerà il lutto ma - come dice Isaia - riuscirà a sfavillare di gioia; avrà fame, ma sarà saziata e consolata, come una madre consola un figlio.
Non conta affidarsi a stereotipi e soluzioni di facciata: "non è la circoncisione che conta, né la non circoncisione". Quel che conta veramente, come dice San Paolo, è "l'essere una nuova creatura".
E, attraverso Gesù e la sua parola, ogni coppia potrà sempre essere rinnovata e compiere il cammino, a volte faticoso ma benedetto nella sua fatica, che passo dopo passo conduce al Regno di Dio.
Barbara e Adriano

 
Redazione
3 luglio 2022.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


01/07/2022

Cronaca. Il presidente del Consiglio comunale Aristotele Cuffaro ferito gravemente in un incidente stradale

 

Aristotele Cuffaro
Aristotele Cuffaro

Il Presidente del Consiglio comunale di Grotte, Aristotele Cuffaro, è rimasto gravemente ferito in un incidente stradale. Attualmente sono buone le sue condizioni di salute.
La scorsa domenica, 26 giugno, la motocicletta sulla quale viaggiava Cuffaro come passeggero impattava, nei pressi di Porto Empedocle, contro un'automobile la quale, impegnata in una inversione a U, invadeva la corsia opposta.
Nello scontro Cuffaro veniva sbalzato e ricadeva pesantemente contro il parabrezza dell'autoveicolo, la cui rottura gli provocava una profonda ferita al braccio sinistro e ferite più lievi alla gamba sinistra. Sono rimaste incolumi le altre persone coinvolte nell'incidente.
A seguito dell'intervento del 118, il ferito veniva portato al pronto soccorso dell'ospedale San Giovanni di Dio di Agrigento e da qui indirizzato alla sala operatoria per essere sottoposto a un immediato intervento chirurgico al braccio.
I chirurghi che si sono occupati della ricostruzione dell'arto hanno accertato che non vi sono lesioni ai tendini e che la funzionalità della mano non è stata compromessa. Meno gravi le ferite alla gamba sinistra, che hanno richiesto solo un paio di punti di sutura.
I tempi per la completa guarigione delle ferite e per il recupero della funzionalità del braccio, che dovrà essere sottoposto a diversi cicli di fisioterapia, si preannunciano lunghi. Dimesso dall'ospedale, il presidente Cuffaro sta trascorrendo la convalescenza nella propria abitazione
. 
 

Carmelo Arnone
1 luglio 2022
© Riproduzione riservata.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

www.rotte.info

Copyright © 2002-2022