www.rotte.info: periodico indipendente d'informazione del paese di Grotte (provincia di Agrigento).

Grotte.info Quotidiano - Febbraio 2018

Home

>

Notiziario

>

Febbraio 2018

 

22/02/2018

Dialoghi. "Campagne elettorali ai tempi dei Romani e ai tempi nostri: analogie"; di Giuseppe Castronovo

 

"Dialogo" del dott. Giuseppe Castronovo, studioso ed autore di testi di Diritto.

A marzo ci recheremo ai seggi elettorali per il rinnovo delle Assemblee parlamentari. Ebbene, se le elezioni costituiscono il momento più alto nella vita delle democrazie, non altrettanto possiamo dire per le campagne elettorali che quasi mai sono esenti da bassezze di ogni tipo. L’attuale campagna elettorale in vista delle elezioni politiche del prossimo quattro marzo ha offerto ai soci del Circolo della Concordia l’occasione per discutere delle tecniche comunicative usate in campagna elettorale nell’antica Roma e fare i relativi raffronti con la campagna elettorale di quest’anno. Anche la campagna elettorale di questo 2018 sembra infatti, a causa dei vari fatti di corruttela di politici emersi e denunciati proprio in questi giorni, non essere da meno rispetto a quella condotta nella Roma del 63 a C. che vide parteciparvi anche Marco Tullio Cicerone per l’elezione a Console.
Giuseppe Castronovo

"Campagne elettorali ai tempi dei Romani e ai tempi nostri: analogie"
(Dai dibattiti svolti al “Circolo della Concordia” )

Totò: Amici, che ne dite della campagna elettorale di questo 2018?

Franco: Posso dire quello che penso?

Cecè: Dillo pure. Siamo tra amici!

Franco: La campagna elettorale? È un’operazione utilizzando la quale i partiti si sputtanano vicendevolmente. Una puntualizzazione se me lo permettete.

Giacomo: Puntualizza pure.

Franco: Intendo per “sputtanamento” una rivelazione malevola di notizie, più che altro di natura privata e non pubblica, per rovinare la reputazione di qualcuno presso l’opinione pubblica.

Giacomo: Prof. Vezio, lei cosa ne pensa?

Vezio: Permettetemi di aggiungere all’analisi, da me condivisa, dell’amico Franco, una riflessione sulla principale attività che sta caratterizzando questa campagna elettorale: “I Comizi tenuti in campagna elettorale”.
Ebbene, il Comizio elettorale è, in effetti, un modo del tutto particolare per agitare l’elettorato prima dell’uso. E i modi per agitarlo sono tanti: uno di questi è lo “sputtanamento” appunto.
Relativamente poi al termine “sputtanamento” permettetemi ricordarvi come già più di duemila  anni fa Quinto Cicerone, fratello del più famoso Marco Tullio Cicerone, scrisse proprio per suo fratello, impegnato nel 63 a. C. nella campagna elettorale per l’elezione a Console, una serie di consigli e riflessioni per istruirlo sulle strategie necessarie per un suo possibile successo elettorale.
In seguito il tutto venne raccolto in un volume intitolato“Commentariolum petitionis”, ossia “Piccolo manuale per la campagna elettorale”.
Tra i consigli ve ne sono alcuni non propriamente condivisibili da un punto di vista etico.
Leggiamo, ad esempio, verso la fine del capitolo 13° il seguente consiglio: “fai anche in modo che, nei limiti del possibile, venga fuori nei confronti dei tuoi avversari qualche maldicenza che abbia ad oggetto le loro abitudini o in tema di disonestà o smoderatezza nei desideri o di sperpero di denaro”.
Siamo nel 63 a. C.: ecco cosa consigliava già allora lo “spin doctor” alla romana al già famoso avvocato Marco Tullio Cicerone candidato in una competizione elettorale: scavare nella vita privata degli avversari, individuare le loro vulnerabilità più nascoste e denunciarle pubblicamente.
Davvero niente di nuovo sotto il cielo: ciò che valeva 2000 anni fa per i candidati di allora, vale anche oggi.
Non è infatti difficile intravedere nella divulgazione di una lite familiare tra il Capitano Gregorio De Falco e sua moglie una vera e propria applicazione scientifica del consiglio di Quinto Cicerone.
Il De Falco, oggi candidato con il M5S, diventato celebre per aver condotto le operazioni di salvataggio delle persone a bordo della Costa Concordia, è diventato subito facile bersaglio di Renzi e della candidata del PD nello stesso collegio di De Falco.
Un consiglio dunque, questo di Quinzio Cicerone, che, vista la reazione del Partito di Renzi, sta a testimoniare l’eterna immutabilità dell’animo umano.
Campagne elettorali non esenti da bassezze allora, così come  lo sono quelle cui assistiamo oggi noi!
     

 

   

Giuseppe Castronovo
(gcastronovo.blogspot.it)

  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


21/02/2018

Elezioni. Manifesti elettorali: abusivo e recidivo; ma nessuno vede e provvede

 

Manifesti elettorali: abusivo e recidivo
Abusivi

Manifesti elettorali: abusivo e recidivo
Abusivo

A viso aperto; così si è manifestata ieri sera la mancanza di rispetto delle norme, nel pieno centro del paese di Grotte. Non soddisfatti dei manifesti abusivi già affissi in precedenza, i sostenitori di uno dei candidati hanno avuto l'idea di mettere in evidenza altri manifesti elettorali dello stesso candidato su vetrine poste lungo il corso principale: ai numeri 163 e 165 di Corso Garibaldi e sulla copertura trasparente del gazebo del Bar Diana (come documentato dalle foto a lato).
Il candidato - del quale non mettiamo in dubbio l'onestà - pur presente all'interno del gazebo, evidentemente non ha ritenuto di chiedere ai propri sostenitori di ripristinare la legalità con la rimozione dei suoi manifesti affissi in spregio delle norme sulla propaganda elettorale. Della circostanza - presenza dei manifesti affissi abusivamente - possono darne testimonianza diretta le due unità di personale del Corpo di Polizia Municipale presenti, una nelle immediate vicinanze e l'altra in zona.
Riguardo le norme sulla propaganda elettorale, ne ricordiamo alcune:
- "L’affissione di stampati, giornali murali od altri e di manifesti di propaganda, da parte di partiti o gruppi politici che partecipano alla competizione elettorale con liste di candidati o, nel caso di elezioni a sistema uninominale, da parte dei singoli candidati o dei partiti o dei gruppi politici cui essi appartengono, è effettuata esclusivamente negli appositi spazi a ciò destinati in ogni comune" (art. 1, comma 1, Legge 4 aprile 1956 n° 212);
- "Tra gli stampati, giornali murali od altri e manifesti previsti dai precedenti commi si intendono compresi anche quelli che contengono avvisi di comizi, riunioni o assemblee a scopo elettorale" (art. 1, comma 3, Legge 4 aprile 1956 n° 212);
- "Dal trentesimo giorno precedente la data fissata per le elezioni è vietata ogni forma di propaganda elettorale luminosa o figurativa, a carattere fisso in luogo pubblico, escluse le insegne indicanti le sedi dei partiti. È vietato, altresì, il lancio o il getto di volantini in luogo pubblico o aperto al pubblico e ogni forma di propaganda luminosa mobile" (art. 6, comma 1, Legge 4 aprile 1956 n° 212).
E queste sono le disposizioni della Prefettura, che chiariscono eventuali dubbi:
- "Il divieto di affissione e di esposizione di stampati, giornali  murali o altro materiale di propaganda elettorale si estende a qualsiasi luogo pubblico o esposto al pubblico quale, ad esempio, le vetrine dei negozi, porte o saracinesche, finestre o balconi, ecc. Sono in particolare vietate le affissioni mediante adesivi su qualsiasi superficie pubblica o privata esposta al pubblico. Per quanto riguarda le sedi di comitati elettorali sono consentite esclusivamente le insegne relative alle sedi stesse (nome e simbolo del comitato o della lista), con espresso divieto di affissione di striscioni, manifesti, adesivi etc..";
- "Le sedi dei comitati elettorali, sostenitori dei partiti o gruppi politici presenti nella campagna elettorale, sono equiparate alle sedi dei partiti. I manifesti di propaganda elettorale possono essere affissi solo all’interno delle sedi partiti e dei comitati. Per la violazione della norma di cui all’art. 8 comma 3 della L. n. 212/56, requisito essenziale è che il manifesto sia affisso in luogo pubblico, cioè tale che si offra alla visione pubblica. L’illecito dunque non ricorre quando il manifesto, posto almeno 50 cm dalla vetrina, sia visibile al passante che si fermi dinanzi ad un locale che per essere fornito di vetrine consenta anche la visione all’interno".
Il personale del
Corpo di Polizia Municipale di Grotte avrà fatto il proprio dovere; da parte mia porgo l'invito ai proprietari dei locali sulle cui vetrine sono stati affissi i manifesti a provvedere alla loro immediata rimozione o ricollocazione entro i limiti indicati, almeno per evitare di incorrere nelle sanzioni previste.
  
Carmelo Arnone
21 febbraio 2018
© Riproduzione riservata.
        

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


21/02/2018

Politica. Rosalba Cimino (M5S) candidata per la Camera dei Deputati incontra i cittadini

 

Rosalba Cimino
Rosalba Cimino

Rosalba Cimino, candidata per la Camera dei Deputati nelle liste del Movimento 5 Stelle, nel Collegio plurinominale Sicilia 1-03 (Sciacca, Agrigento e Gela) nei prossimi giorni sarà presente in numerosi paesi delle province di Agrigento e Caltanissetta per incontrare i cittadini. Di seguito gli appuntamenti più rilevanti.

Mercoledì 21 febbraio
- Casteltermini ore 10.30
- Racalmuto ore 17.00

Giovedì 22
febbraio
- Ribera ore 09.30
- Cattolica Eraclea ore 18.00
- Cianciana ore 20.30

Venerdì 23
febbraio
- Milena ore 16.00

Sabato 24
febbraio
- Campobello di Licata ore 09.30
- Naro ore 16.30
- Camastra ore 17.30
- Caltanissetta ore 18.30

-
Palma di Montechiaro ore 21.00

Domenica 25
febbraio
- Canicattì ore 10.00
- Casteltermini ore 18.30
- San Giovanni Gemini ore 20.30

Tutti i cittadini sono invitati a partecipare
.
 
Redazione
21 febbraio 2018.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


20/02/2018

Ambiente. Domani ancora disagi: assemblea sindacale degli operatori ecologici nelle ultime due ore

 

Grotte: raccolta differenziata "porta a porta"
"Porta a porta"

Per domani mattina, nelle ultime due ore lavorative, gli operatori ecologici che svolgono servizio a Grotte hanno indetto una nuova assemblea sindacale. L'orario lavorativo inizia alle ore 07.00 e termina alle ore 13.20, dunque dalle 07.00 alle 11.20 il servizio di raccolta differenziata porta a porta dovrà essere effettuato regolarmente. Di seguito il comunicato ufficiale dell'Amministrazione.

*****

COMUNE DI GROTTE
Assessorato Igiene Ambientale

Servizio di raccolta rifiuti porta a porta.
Si comunica che nella giornata di domani, mercoledi 21 febbraio 2018, i lavoratori addetti alla raccolta dei rifiuti si riuniranno in Assemblea Sindacale le ultime due ore di lavoro.
Pertanto nell'intento di evitare disagi per la cittadinanza si comunica che i rifiuti potranno essere conferiti presso il centro comunale di raccolta di via Francesco Ingrao dalle ore 13.00 alle ore 18.00.
  
    

 

  L'Assessore all'Ambiente
Piero Castronovo
Il Sindaco
Paolino Fantauzzo
 
 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


20/02/2018

Comune. "Sempre garantito i pagamenti"; lettera dell'Amministrazione alla CGIL

 

Comune di Grotte

Lettera ufficiale dell'Amministrazione comunale alla CGIL di Agrigento in merito all'assemblea sindacale del 19 febbraio 2018 ed ai pagamenti delle spettanze ai lavoratori dei servizi ambientali.

*****

COMUNE DI GROTTE
Agrigento

Prot. n. 3022 del 19/02/2018

Oggetto: assemblea lavoratori ISEDA e SRR - Riscontro nota CGIL del 16/02/2018

CGIL Agrigento - alla c.a. del Segretario Generale dott. Massimo Raso

CGIL Funzione Pubblica Agrigento - sig. Vincenzo Iacono

e, p.c.

SRR ATO 4 Agrigento Est

ISEDA Srl - Zona Industriale ASI - Qgrigento

    
Con nota del 13 luglio 2017, pervenuta al protocollo generale di questo Comune in data venerdì 14 luglio 2017 alle ore 19.33 durante le ore di chiusura degli uffici, l'Organizzazione sindacale C.G.I.L. nella persona del Sig. Vincenzo Iacono, comunicava l'indizione di un'assemblea sindacale per i giorni 17.07.17 e 19.07.17 nelle ultime due ore di turno lavorativo, lamentando in anticipo i ritardi dei pagamenti delle spettanze ai lavoratori dei servizi ambientali impiegati nel cantiere di Grotte.
     A distanza di mesi, purtroppo, con nota del 16/02/2018 anch'essa trasmessa a mezzo pec durante le ore di chiusura degli uffici comunali (ore 19.00 circa di venerdi 16 u.s. sempre a firma del Sig. Iacono), e quindi protocollata e smistata agli uffici il lunedì successivo, l'episodio si ripete.
     Questo Comune ha sempre garantito i pagamenti nel rispetto dei normali tempi tecnici e contrattuali, ma i lavoratori che avrebbero dovuto percepire le spettanze il 15/02/18, a nostro parere in maniera inopportuna, già in data 16/02/18 richiedevano l'Assemblea sindacale per il ritardo del pagamento della retribuzione.
     Relativamente ai lavoratori della SRR il mandato è stato trasmesso al tesoriere comunale Unicredit sede di Palermo già nella mattinata del 16/02/2018, mentre non era possibile inoltrare il mandato relativo ai lavoratori dell'Iseda per motivi tecnici legati alla temporanea sospensione a livello nazionale del sistema di rilascio delle verifiche Equitalia.
     I lavoratori di che trattasi, pur informati della circostanza di cui sopra, quindi resi edotti che la problematica non era imputabile esclusivamente a questo Ente, hanno ugualmente tenuto l'assemblea sindacale nelle due ultime ore di servizio, ciò comportando la non regolare raccolta dei rifiuti su tutto il territorio comunale con conseguente disagio per i cittadini.
     La comunicazione di assemblea sindacale, pur essendo stata trasmessa con due giorni di anticipo, si ribadisce, è pervenuta al Comune nel fine settimana durante gli orari di chiusura degli uffici, non consentendo all'Amministrazione di adottare eventuali provvedimenti che avrebbero consentito la normale raccolta.
     Pur ritenendo legittime le richieste dei lavoratori, si ritiene eccessivo indire un'assemblea sindacale per un solo giorno di ritardo nel pagamento, malgrado la ditta affidataria avesse ricevuto rassicurazione che l'assemblea odierna non si sarebbe tenuta.
Pertanto si chiede a Codesta Organizzazione Sindacale di valutare, qualora in futuro abbiano a verificarsi circostanze simili, la possibilità di informare l'Ente con congruo anticipo.
  

 

  L'Assessore all'Ambiente
Piero Castronovo

Il Sindaco
Paolino Fantauzzo
 

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


20/02/2018

Cronaca. Ieri assemblea sindacale degli operatori ecologici, senza preavviso (non è la prima volta)

 

Operatori ecologici
Operatori ecologici

"Oggi sciopero! L'isola ecologica è chiusa! Sciopero!".
Nella tarda mattinata di ieri, lunedi 19 febbraio, sono andato al centro comunale di raccolta per conferire la differenziata del giorno: organico e carta. Ho trovato la recinzione chiusa ed alcuni operatori ecologici seduti tranquillamente all'esterno. Appena vista la mia auto, alcuni di loro mi hanno accolto, con mio stupore, con le parole: "Oggi sciopero! L'isola ecologica è chiusa! Sciopero!". Sono andato via con la netta impressione che qualcosa non quadrasse. Mi sono informato. Non si trattava di sciopero ma di riunione sindacale; anche se l'astensione dal lavoro non era finalizzata ad un incontro per discutere sui propri diritti bensì aveva il solo scopo di creare deliberatamente un disservizio a danno dei cittadini: "Oggi sciopero! L'isola ecologica è chiusa! Sciopero!". Il motivo del contendere è il mancato accredito mensile dello stipendio alla data stabilita. É un dato di fatto, ed i lavoratori hanno pieno diritto di rivendicare - per sé e soprattutto per le proprie famiglie - la giusta paga senza ritardi. Accanto a questo sacrosanto diritto vi è il diritto dei cittadini incolpevoli, che pagano un servizio - e con esso lo stipendio degli stessi operatori ecologici - che viene arbitrariamente disatteso. Il giusto diritto di riunione sindacale ed anche quello di sciopero va garantito, così come deve essere sempre garantito il rispetto per la cittadinanza. Un rispetto imprescindibile, per la dignità delle persone. Un rispetto che va manifestato nel dare il preavviso alla popolazione. Nei Paesi "civili" gli scioperanti "civili" diffondono con diversi giorni di anticipo l'informazione del mancato servizio insieme alle scuse per il disagio arrecato. Da noi, non solo non ti avvisano ma ti ridono in faccia: "Oggi sciopero! L'isola ecologica è chiusa! Sciopero!". Formalmente il preavviso ci sarebbe stato, ma solo formalmente, perché è stato inviato con una mail (una "pec" che ha il valore legale di una raccomandata con avviso di ricevimento) alle 19.00 del precedente venerdi sera, quando si sa che gli uffici comunali sono chiusi e rimarranno chiusi sino al successivo lunedi mattina. Una pratica - non è la prima volta che accade - sostanzialmente scorretta. In questo modo non vi è la possibilità di avvisare i cittadini, che si organizzino in altro modo, che non mettano fuori la differenziata. Ribadisco come sacrosanto il diritto degli operatori ecologici nel rivendicare i propri stipendi ma contesto fermamente la mancanza di rispetto - non verso l'Amministrazione comunale o i vertici aziendali - verso i cittadini.
Sul diritto al regolare stipendio i lavoratori hanno la nostra piena solidarietà, sulla mancanza di rispetto che scade nell'irrisione (sia detto con dispiacere per gli operatori grottesi da sempre stimati) perdono la nostra simpatia.
  
Carmelo Arnone
20 febbraio 2018
© Riproduzione riservata.
        

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


20/02/2018

Politica. Decio Terrana (UDC) candidato per il Senato incontra gli elettori; il 25 a Sciacca, il 26 a Marsala

 

Decio Terrana (UDC)
Decio Terrana

Domenica 25 febbraio, alle ore 10.30 a Sciacca presso il Cinema Campidoglio (in Piazza Duomo) l'on. Decio Terrana - candidato per il Senato - incontrerà gli elettori nella manifestazione di apertura della campagna elettorale di "Noi con l'Italia - UDC". Gli amici ed i simpatizzanti sono invitati a partecipare.
Lunedi 26 febbraio, alle ore 17.00 a Marsala presso la sala "Monna Lisa" del Complesso Armony (Contrada Ciappola, strada statale 115), si terrà un incontro regionale organizzato dal Movimento Cristiano lavoratori, in vista delle imminenti elezioni politiche del 4 marzo. Sarà presente Carlo Costalli, Presidente nazionale MCL, ed interverranno: Ester Bonafede; l’on. Decio Terrana candidato al Senato della Repubblica; l’on. Mimmo Turano, Assessore regionale delle Attività Produttive. Gli amici ed i simpatizzanti sono invitati a partecipare.
 
Redazione
20 febbraio 2018.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


19/02/2018

Sport. Antonio Infantino trionfa sui 200 metri indoor alla Birmingham Arena

 

Antonio Infantino
Antonio Infantino

Un Antonio Infantino in piena forma trionfa dalla grandiosa Birmingham Arena, dove nel fine settimana si sono svolti i campionati britannici in quella che si può considerare la prova generale dei prossimi Mondiali indoor che si terranno dall’1 al 4 marzo. L’atleta azzurro di origini grottesi, che vive in Inghilterra, tesserato per l’Athletic Club 96 Alperia, si è fatto ammirare ieri, domenica 18 febbraio, nell’ultima giornata di gare, sulla distanza dei 200 metri dominati con un ragguardevole tempo di 20.77 in finale; un risultato che rappresenta una delle migliori prestazioni di sempre al coperto sulla distanza. Il 26enne diventa il quinto italiano di sempre sui 200 metri indoor, con il miglior crono di un azzurro dal 1990.
Era dal 1990 che un italiano non realizzava un crono così veloce sui 200 metri in sala; il 14 febbraio di quell’anno Stefano Tilli corse in 20.76 a Genova. La prestazione di ieri lancia Antonio Infantino al quinto posto nella graduatoria nazionale di sempre (dopo, in ordine, Stefano Tilli, Pierfrancesco Pavoni, Pietro Mennea e Carlo Simionato). Un tempo vicino al record italiano di 20.52 detenuto proprio da Tilli e risalente al 1985.
  
Redazione
19 febbraio 2018.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


19/02/2018

Elezioni. Primi manifesti abusivi per le Politiche: perfetta par condicio tra Centrodestra e Centrosinistra

 

Primi manifesti abusivi per le Politiche
Abusivi

Primi manifesti abusivi per le Politiche
Abusivi

Ci hanno messo del tempo, però purtroppo hanno fatto la loro comparsa anche stavolta. A 14 giorni dalla data fissata per le elezioni Politiche per il rinnovo del Senato della Repubblica e della Camera dei Deputati, che si terranno nella giornata di domenica 4 marzo 2018, sui muri di Grotte sono apparsi - come sempre senza che nessuno si sia accorto di nulla - i manifesti affissi abusivamente, cioè al di fuori degli spazi appositamente individuati.
Due i candidati immortalati sui manifesti: uno che aspira ad un seggio con il Centrodestra e l'altro che spera in un seggio con il Centrosinistra. Un perfetto equilibrio anche nell'abusivismo.
La constatazione non stupisce, visto che politici eletti in passato con uno schieramento si ritrovano oggi a competere nello schieramento diametralmente opposto: per i candidati, basta che poltrona sia, e non importa sotto quale simbolo; per le coalizioni, basta che voti siano, non importa da dove vengono.
Nessun giudizio; ci limitiamo a riportare la prova che, almeno sui muri di Grotte, l'illegalità nel mancato rispetto delle norme che regolano la campagna elettorale è patrimonio comune dei due schieramenti.
  
Carmelo Arnone
19 febbraio 2018
© Riproduzione riservata.
        

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


19/02/2018

Politica. Bando per asili nido, ludoteche e centri diurni per minori; nota del Meetup M5S di Grotte

 

Asilo nido
Asilo nido

Con una nota inviata alla nostra redazione, il Meetup del Movimento 5 Stelle di Grotte segnala la pubblicazione di un bando dedicato ai Comuni per la realizzazione di asili nido, ludoteche e centri diurni per minori.
Pubblicato sulla gazzetta ufficiale Regione Sicilia del16/02/2018 il bando dell’Azione 9.3.1 “Finanziamento piani di investimento per comuni associati per realizzare nuove infrastrutture e recuperare quelle esistenti (asili nido centri ludici, servizi integrativi prima infanzia, ludoteche e centri diurni per minori, comunità socioeducative) conformi alle normative regionali” promossa dal Dipartimento della famiglia e delle politiche sociali, nell’ambito del PO FESR 2014/2020, con il quale si intende sostenere gli interventi mirati al miglioramento della qualità e dell’accessibilità dei servizi socio educativi per l’infanzia e per l’inclusione attiva anche dei minori. La scadenza del bando è fissata al 18 maggio 2018.
Nella nota, il Meetup esprime perplessità circa la possibilità per Grotte di partecipare al bando: "Salvo proroghe, evitando commenti sull’operato del Sindaco e le sue Giunte, la nostra comunità non potrà partecipare perché la nuova amministrazione si insedierà solo a giugno!".
  
Redazione
19 febbraio 2018.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


19/02/2018

Festeggiamenti. Celebrato il 100° compleanno della signora Giuseppa Cimino, la "Zia Pina"

 

Celebrato il 100° compleanno della signora Giuseppa Cimino
Vedi le foto

Lo scorso venerdi 16 febbraio 2018, la signora Giuseppa Cimino ha celebrato il suo 100° compleanno. Per festeggiare la nostra concittadina, entrata a far parte dell'albo d'oro dei centenari, si sono ritrovati insieme tutti i suoi numerosi parenti, nipoti, pronipoti e trisnipoti per brindare a questo ambìto traguardo raggiunto dalla "Zia Pina".
Una ricorrenza che è stata sottolineata dalla presenza, in veste ufficiale, dell'Amministrazione comunale; il vice sindaco Piero Castronovo, l'assessore Giusy Cimino e l'Ispettore Capo Salvatore Liotta hanno consegnato alla signora Cimino una targa in ricordo dell'avvenimento. Come in tutti i compleanni, non sono mancati gli applausi, il taglio della torta, gli auguri ed il brindisi alla salute della festeggiata. Nelle immagini che pubblichiamo (foto di © Michele Carrara) alcuni momenti dei festeggiamenti.
  
Carmelo Arnone
19 febbraio 2018
© Riproduzione riservata.

Festa per i 100 anni della "Zia Pina" (Foto) Visita l'argomento
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


18/02/2018

Attualità. Guida semiseria alle elezioni 2018: 3 forze politiche si contenderanno il trono

 

Elezioni
Comizio

In un tempo in cui i poli arretrano e si sciolgono mentre in politica addirittura diventano tre (magari Trump aveva ragione sul clima?), è chiaro che scegliere la casella giusta alle urne diventa più difficile che spiegare gli aggettivi alla Fedeli.
D'altronde chi non è d’accordo con le promesse che sentiamo in questi giorni?
Tra poco saremo una potenza mondiale, tra poco il PIL tornerà a salire di 10 punti all’anno, tra poco le tasse caleranno.
Si, tra poco, ma non ora, dopo la pubblicità.
Tempo fa un’anziana signora mi chiese un’indicazione su chi avrebbe dovuto votare. Una domanda tanto concisa pretende però una risposta tutt’altro che concisa! Non volendo ripetere a memoria quegli spot pubblicitari delle pensioni, dei bonus e degli stipendi, decisi di schematizzare “terra terra”.
Dunque, esistono essenzialmente 3 forze politiche che si contenderanno il trono.
Il partito che, specie in terre bisognose come la Sicilia, è sempre stato determinante, il partito del lavoro.
No, non mi riferisco ai compagni partigiani dei “Bella ciao”. Mi riferisco a quelli che scambiano la promessa di un lavoro col voto. “Io voto lui perché mancia ma fa manciari”.
Ogni riferimento a forestali, articolisti e servizi idrici è puramente casuale. Ahimè, se oggi non è rimasto nulla in quel triangolo di cultura, agricoltura e turismo è perché chi ha mangiato ha pure digerito e defecato sopra. Il partito del lavoro così definito è in buona sostanza il motivo per cui non c’è lavoro.
La seconda forza che imperterrita resiste a carestie, indagati e pentiti è il partito dei tifosi.
Quelli che chiudono gli occhi, turano il naso, allacciano le cinture e… votano. Perché “un partito è per sempre”, “non si abbandona mai, neanche nei momenti più difficili”. Che tenerezza! Poi ci sono i tifosi più vicini alla squadra, talmente vicini che sono anche consanguinei. E la tenerezza raggiunge livelli platonici: “me niputi è carusu d’oru”, “me cugnatu si lu merita”. Il partito dei tifosi ha soltanto un difettuccio piccolino: per essere sostenuto devi lasciare il cervello a casa, non serve. Puoi portare solo nostalgia, ricordi, passioni e una bandiera o una trombetta che un po’ di caciara tra tifosi non guasta mai.
La terza forza in campo è secolare, di lunga tradizione nonché osteggiata da un certo Dante che li rinchiuse nell’antinferno: il partito degli ignavi.
La loro ideologia poggia sulla convinzione che la questione non è di loro competenza, che “tanto non cambia nulla”, insomma verte sull’inutilità del voto. E colgo l’occasione per sfatare un mito duro a morire: se il tuo voto vale uno non vuol dire che non decide nulla. Vengo e mi spiego. Oggi il partito degli ignavi pesa per circa il 30% degli aventi diritti al voto. In pratica se andassero a votare uniti da una motivazione comune (che so, una pizza gratis a settimana per tutti) probabilmente il 5 marzo Mattarella si ritroverebbe a discutere di coalizioni, alleanze e… capricciose. Il partito degli ignavi ci ha restituito gli impresentabili e un po’ di suspense nei sondaggi. Un consiglio: puntate sulla pizza gratis, è già un buon inizio.
In effetti esiste un’altra forza rilevante. È il partito dei diffidenti.
Quelli che non si fidano di niente, che fanno sempre domande, vogliono spiegato tutto per filo e per segno. Se fai parte di uno schieramento diverso e vuoi convincerli devi assolutamente evitare frasi del tipo “È così, lo sanno tutti!” oppure “fidati di me!”. Per non parlare dei sondaggisti che, poveracci, non riescono mai a classificarli. I diffidenti, lo avete capito, hanno il brutto vizio della curiosità e della memoria. Il partito in questione è minoritario, non avrà mai la maggioranza e forse non vuole nemmeno ottenerla. Scoprire come stanno le cose è già una vittoria appagante, giusto per rendere meno doloroso il maalox.
  
Alessio Sanfilippo
18 febbraio 2018
© Riproduzione riservata.
        

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


17/02/2018

Chiesa. Convegno diocesano del Rinnovamento nello Spirito; domenica 18 febbraio a Raffadali

 

Convegno diocesano del Rinnovamento nello Spirito; domenica 18 febbraio a Raffadali
Manifesto

Si svolgerà domenica prossima, 18 febbraio 2018 a partire dalle ore 15.30, presso la chiesa Madre di Raffadali, il Convegno diocesano organizzato dal Comitato Diocesano di Servizio del "Rinnovamento nello Spirito Santo".
Il tema scelto per la giornata è "Il Signore è il mio pastore: non manco di nulla" (Sal 23,1).
La relazione sarà tenuta da don Luigi Lo Mascolo, assistente spirituale diocesano del RnS e parroco della parrocchia BMV Immacolata a Campobello di Licata.
Il programma della manifestazione è il seguente:
- Ore 15.30, Accoglienza
- Ore 16.00, Preghiera comunitaria carismatica
- Ore 16.45, Insegnamento sul tema del Convegno (a cura di don Luigi Lo Mascolo)
- Preghiera di intercessione per i sofferenti (guidata dal Comitato diocesano)
- Testimonianze
- Pausa
- Ore 18.45, Celebrazione Eucaristica (presieduta da don Giuseppe Livatino)
- Ore 20.15, Congedo.
  
Redazione
17 febbraio 2018.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


17/02/2018

Iniziative. Con "Miracolo a Palermo" termina il Cineforum di Aristotele Cuffaro al Teatro Posta Vecchia

 

Cineforum: 3 film del regista Beppe Cino
Locandina

Con il film “Miracolo a Palermo” si conclude il cineforum ideato e diretto da Aristotele Cuffaro dedicato al regista Bebbe Cino. L’appuntamento è previsto per martedi 20 febbraio alle ore 09.00 al Teatro della Posta Vecchia di Agrigento. Il regista sarà presente ed a fine proiezione dibatterà con gli alunni del liceo classico Empedocle sui film visti: "In viaggio verso Est", "Rosso di sera" e "Miracolo a Palermo".
Quest'ultima pellicola è ambientata nei vicoli di Palermo dove una popolana, dopo l’omicidio del marito, lava le scale di palazzi decaduti per sfamare i figli che si arrangiano covando il desiderio di vendetta. Un dramma che sfocia in speranza, con un vero e proprio miracolo.
 
Redazione
17 febbraio 2018.
  

Bebbe Cino
Bebbe Cino

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


16/02/2018

Attualità. Truffa ai danni di aspiranti principesse e del Principe ereditario di Dubai

 


Principe ereditario del Dubai
Principe ereditario


Truffa su facebook ai danni di aspiranti principesse e all'immagine del principe ereditario di Dubai Sua Altezza Sheikh Hamdan bin Mohammed Rashid Al Maktoum, detto Fazza.

A tutte le aspiranti principesse del principe ereditario di Dubai Fazza, conosciuto non soltanto come uno fra i più ricchi del mondo, ma anche come quello più "social" e direi anche tra i più belli ed affascinanti, state in guardia!
E giá, perché nell'era in cui gli incontri sono più virtuali che materiali ed in cui spesso si conosce l'amore della propria vita con un semplice click o con qualche like, é facile anche incappare per errore in conoscenze che non sono davvero ciò che sembrano. E sin qui niente che non sia ormai noto, se non che addirittura ci si possa ritrovare tra i propri amici facebook anche un principe, o quantomeno qualcuno che così vuol farci credere. É capitato ad una utente, la quale si è ritrovata ad essere contattata su messenger dallo pseudo principe Fazza. All'inizio tutto normale, conversazioni tranquille fra due persone che si stanno conoscendo e in cui ci si chiede: "che fai nella vita, quali sono i tuoi interessi, sei single e ti piacciono i bambini", particolare quest'ultimo da tenere a mente, ed il profilo sembrava così reale da farci cascare chiunque. D'altra parte, i principi arabi per definizione amano i bambini, non a caso si dice che l’Islam sia "il Paese dei bambini che sorridono".
Inizia un corteggiamento da parte del finto Sceicco tra "ti amo", dediche di poesie scritte dal vero Fazza e promesse di fidanzamento e di trasferimenti nel palazzo reale, perfino di una nomina ad Ambasciatore per occuparsi insieme a lui dei bambini più sfortunati del suo Paese. Il tutto, contornato da invio di video di lui, il vero Fazza si intende, insieme al suo migliore amico, un bimbetto di circa 6 anni di nome Mohammed bin Ahmed Jaber Al Harbi, o insieme al padre, perfettamente adeguati ed inseriti nella cronologia della conversazione studiata a puntino e, addirittura, innanzi alla titubanza della fortunata, o forse meglio sfortunata prescelta, anche una foto del documento di identità con tanto di microchip. In cambio, per realizzare il sogno che hanno di certo tutte le donne del mondo, e qui si scopre l'insidia, soltanto un versamento in denaro per costruire un orfanotrofio per i suoi orfani, da fare, pensate un po', attraverso un suo esecutore ad Honolulu, attraverso un noto sistema di trasferimento di soldi per l'estero, chiaramente non tracciabile. La cifra varia dai 5 ai 3 mila euro, ma se siete in ristrettezze sarà sufficiente anche un versamento di soli 500 euro per non fare arrabbiare sua maestà, purché fatto con urgenza perché i soldi servono pure a poter fare un intervento chirurgico ad un bimbo rimasto ferito in un incendio per salvargli la vita, di cui ovviamente l'esperto truffatore allega delle foto. Ma attenzione care aspiranti principesse, vi credete furbe e tergiversate per capire cosa sta realmente accadendo? Nessun problema! Arrivano anche delle scuse da parte del finto principe e del padre con tanto di invito al palazzo reale di Dubai, basterà solo compilare il modulo che il suo Avvocato vi invierà per poter ricevere l'invito ed avere il visto, ed intanto vi saranno estorte altre informazioni personali che qualcuno potrebbe usare a vostro discapito.
Per fortuna non tutte ci cascano e basta interrompere il collegamento, salvare come prova la conversazione e fare una denuncia alle forze dell'ordine e, pazienza, addio sogno fiabesco ma almeno non ci si ritrova con il conto in banca svuotato.
Detto ciò, ci si chiede: ma il giovane principe Fazza, quello autentico, sarà al corrente di cosa accade alle sue spalle? Perché al di là del tentativo di truffa ai danni di giovani ragazze in cerca di un amore da favola, vi sono reati forse ancor più gravi che vi si insidiano quali il furto di identità e sicuramente un grave danno alla immacolata immagine di Sua Altezza Sheikh Hamdan bin Mohammed Rashid Al Maktoum, dal momento che realmente è noto per la sua benevolenza e per il suo impegno nei confronti dei bambini e degli orfani.
E chi non sogna di incontrare un uomo così? Hamdan pesca tonni a mani nude, fa nascere puledrini, trasporta macigni in cemento senza versare una goccia di sudore. Hamdan detto Fazza, pseudonimo con il quale firma raccolte di poesie che parlano d’amore e di patria, ama gli animali, i bambini e lo sport. Appassionato di cavalli, vincitore di una medaglia d’oro ai mondiali d’equitazione d’Asia del 2006, paracadutista, sciatore, esploratore di ghiacciai, sub... e quando non si fa i muscoli con lo sport, se li fa dandosi ai lavori di fatica assieme agli uomini del suo staff. Sempre sorridente, sempre elastico e lindo, intrepido e sensibile, quasi troppo perfetto per sembrare vero, ma lo è!
Ecco perché la persona che è stata oggetto della tentata truffa a suo nome, non ha ritenuto giusto che qualsivoglia truffatore possa sfruttare la personalità e l'immagine di un Principe nell'anima oltre che per il titolo, che possa sfruttare i gesti provenienti dalla sua sensibilità e far leva su quella di chi subisce, consapevole o no che sia, l'insidioso raggiro, ed ha deciso di rivolgersi all'Ambasciata di Dubai comunicando l'accaduto e chiedendo di informare subito Sua Altezza. E chi lo sa, magari da tutto ciò potrebbe anche scaturirne un incontro "reale".

  
Ivana Sicurelli
16 febbraio 2018
© Riproduzione riservata.
        

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


16/02/2018

Teatro. "Occhio di Capra" al Circolo Culturale Empedocleo di Agrigento; venerdi 16 marzo

 

"Occhio di Capra" al Circolo Culturale Empedocleo di Agrigento; venerdi 16 febbraio
Guarda il promo

Venerdi 16 marzo, alle ore 18.00 presso il Circolo Culturale Empedocleo di Agrigento, nell'ambito della quinta stagione di Teatro da Camera, sarà proposta l'azione scenica "Occhi di Capra", su testi di Leonardo Sciascia.
La manifestazione è promossa dal "Pirandello Stable Festival" di Mario Gaziano e dal Laboratorio Teatrale "Luchino Visconti" di Grotte. Drammaturgia di Mario Gaziano e Salvatore Bellavia, con la regia di Salvatore Bellavia.
 
Redazione
16 febbraio 2018.
  

Circolo Culturale "Empedocleo" di Agrigento
Circolo Empedocleo

 

Guarda il video con
Internet Explorer, Firefox, Opera:

Guarda il video con
Iphone, Ipad, Mac, smartphone Android, Chrome:
   

 
  Promo "Occhio di Capra" (Video) Visita l'argomento
  
Promo "Occhio di Capra" (Video) Visita l'argomento
  
 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


16/02/2018

Politica. Decio Terrana (UDC) candidato per il Senato incontra gli elettori; domenica 18 e lunedi 19

 

Decio Terrana (UDC)
Decio Terrana

Domenica 18 febbraio, alle ore 10.30 presso l'Hotel Dioscuri a San Leone - Agrigento - l'on. Decio Terrana incontrerà gli elettori nella manifestazione elettorale di "Noi con l'Italia - UDC"; saranno presenti i vertici del partito. Gli amici ed i simpatizzanti sono invitati a partecipare.
Lunedì 19 febbraio, alle ore 17.00 al Villaggio Mosè di Agrigento, presso l’Hotel Akrabello, si terrà una manifestazione elettorale di "Noi con l’Italia - UDC". Saranno presenti: l’assessore regionale alle Attività Produttive on. Mimmo Turano, la presidente della Commissione Sanità on. Margherita La Rocca Ruvolo e l'on. Decio Terrana, candidato per il Senato. L'incontro è aperto a tutti i simpatizzanti.
 
Redazione
16 febbraio 2018.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


15/02/2018

Festeggiamenti. Il 100° compleanno della "Zia Pina"; gli auguri alla signora Giuseppa Cimino

 

Il 100° compleanno della "Zia Pina"
La Zia Pina

Ci siamo quasi. Manca solo un giorno e finalmente un'altra concittadina sarà entrata nell'albo d'oro dei centenari di Grotte.
Domani, venerdi 16 febbraio 2018, la signora Giuseppa Cimino festeggerà il suo 100° compleanno. Un traguardo invidiabile raggiunto nella serenità, attorniata dall'affetto dei suoi cari, per i quali è sempre stata semplicemente "la zia Pina".
Ecco il messaggio d'auguri dei suoi nipoti:
"La giovinezza è felice perché ha la capacità di vedere la bellezza. Chiunque conservi la capacità di cogliere la bellezza non diventerà mai vecchio (Franz Kafka, “La metamorfosi”).
Il compleanno è solo un giorno in più di tutti quelli che verranno, ma diventa un ricordo speciale se trascorso con chi si ama, infatti non è la data in sé a renderlo tale ma l'amore che si è seminato negli anni, raccolto attraverso le attenzioni e i sorrisi di chi ci sta accanto e tu, cara zia Pina, hai ed avrai un posto speciale nei nostri cuori.
Per questi primi 100 anni ti auguriamo le cose più belle della vita.
I tuoi nipoti che ti vogliono tanto bene"
.
La nostra Redazione si unisce con gioia alla festa per la "Zia Pina", augurandole di poter aggiungere, ai suoi ricordi, tanti altri momenti di felicità.

  
Carmelo Arnone
15 febbraio 2018
© Riproduzione riservata.
        

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


14/02/2018

Chiesa. Mercoledi delle Ceneri, inizia la Quaresima

 

Mercoledi delle Ceneri, inizia la Quaresima
"Le Ceneri"

Oggi, con il Mercoledi delle Ceneri, inizia la Quaresima, periodo che precede la Pasqua. È giorno in cui la Chiesa propone digiuno e astinenza dalle carni; l’altro giorno di digiuno e astinenza è il Venerdì Santo.
Un tempo, nella Chiesa, in questo giorno vi era la celebrazione pubblica della penitenza ed iniziava il cammino di penitenza dei fedeli che sarebbero stati assolti dai loro peccati la mattina del Giovedì Santo. Le ceneri indicano, simbolicamente, la penitenza, perché richiamano la caducità della vita terrena e la necessità della conversione.
Prima della riforma liturgica, il sacerdote, nell’imporre le ceneri sul capo dei fedeli diceva: “Memento homo, quia pulvis es et in pulverem reverteris», cioè “Ricordati uomo, che polvere sei e polvere ritornerai”. Parole che leggiamo in Genesi 3,19 quando Dio, dopo il peccato originale, cacciando Adamo dal giardino dell’Eden lo condanna alla fatica del lavoro e alla morte: “Con il sudore della fronte mangerai il pane; finché tornerai alla terra, perché da essa sei stato tratto: polvere tu sei e in polvere tornerai!”.
Ai nostri giorni, dopo il Concilio Vaticano II, viene pronunciata la frase: “Convertitevi e credete al Vangelo” (Mc 1,15); formula che esprime, oltre a quello penitenziale, l’aspetto positivo della Quaresima che è tempo di conversione, preghiera assidua e ritorno a Dio.
L’importanza del digiuno è compresa da tutte le religioni; i cristiani celebrano la Quaresima, gli ebrei il Kippur ed i musulmani il Ramadan.
Le ceneri indicano la debole e fragile condizione dell'uomo; ne parla Abramo: “Vedi come ardisco parlare al mio Signore, io che sono polvere e cenere” (Gen 18,27), Giobbe: “Mi ha gettato nel fango: son diventato polvere e cenere” (Gb 30,19), l’Autore del libro di Giona: “I cittadini di Ninive credettero a Dio e bandirono un digiuno, vestirono il sacco, dal più grande al più piccolo. Giunta la notizia fino al re di Ninive, egli si alzò dal trono, si tolse il manto, si coprì di sacco e si mise a sedere sulla cenere” (Gio 3,5-9), l’Autore del libro di Giuditta: “Ogni uomo o donna israelita e i fanciulli che abitavano in Gerusalemme si prostrarono davanti al tempio e cosparsero il capo di cenere e, vestiti di sacco, alzarono le mani davanti al Signore” (Gdt 4,11), insieme a diverse altre citazioni bibliche.
La comunità ecclesiale di Grotte celebrerà il rito alle ore 09.00 nella chiesa Madonna del Carmelo, alle ore 18.00 nella chiesa di san Rocco e, sempre alle ore 18.00, in chiesa Madre.
  
Redazione
14 febbraio 2018.
        

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


13/02/2018

Pittura. Opere di Antonio Pilato in esposizione alla 13^ edizione di "Arte in Fiera Dolomiti"

 

Arte in Fiera Dolomiti
"Arte in Fiera Dolomiti"

Dal 17 al 25 febbraio 2018 si svolgerà presso i padiglioni della Fiera di Longarone (BL) la 13^ edizione della mostra mercato d’Arte Moderna e Contemporanea "Arte in Fiera Dolomiti 2018". La Fiera d’Arte si sviluppa su una superficie interna ed esterna di circa 20.000 mq; è tra le più longeve nel panorama artistico italiano e negli ultimi anni si è trasformata in una sequenza di eventi dove gli artisti diventano protagonisti assoluti. La nuova formula delle cinque giornate espositive ha fatto segnare nelle edizioni precedenti un record di presenze con oltre 16.000 visitatori. Tra gli artisti le cui opere sono state selezionate per l'esposizione, anche il pittore grottese Antonio Pilato.
La Fiera è aperta
nei giorni 17, 18, 23, 24 e 25 febbraio 2018: venerdi dalle ore 14.30 alle 19.00; sabato e domenica dalle ore 10.00 alle 19.00. Biglietto d'ingresso 8.00 euro.
  
Redazione
13 febbraio 2018.
        

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


12/02/2018

Iniziative. Programma del Carnevale 2018 a Grotte, con le maschere degli alunni del "Roncalli"

 

Programma del Carnevale 2018 a Grotte
Manifesto

Confermato il programma del Carnevale 2018 a Grotte, per domani, martedi 13 febbraio, con sfilate in maschera e musica in piazza. Una iniziativa del Comune in collaborazione con l'Istituto comprensivo "A. Roncalli".
Alle ore 10.00 gli alunni di tutte le classi dell'Istituto partiranno dal plesso "Roncalli", al Viale della Vittoria, e giungeranno sino a Piazza Marconi per poi concentrarsi in Piazza Umberto I, nella quale si svolgeranno momenti di animazione musicale.
In caso di condizioni meteo avverse, i festeggiamenti si svolgeranno:
- alle ore 10.00 per la Scuola dell'Infanzia, al plesso di Via Europa;
- alle ore 11.00 per la Scuola Primaria, al plesso "Roncalli" del Viale della Vittoria;
- alle ore 12.00 per la Scuola Secondaria di 1° grado (scuola media), nell'atrio interno del Palazzo comunale.
Sempre alle ore 12.00, al Municipio, si svolgerà la cerimonia di consegna del tablet al vincitore del concorso "Grotte Ricicla".
Rimane invariato il programma della serata.
A partire dalle ore 19.00, in Piazza Umberto I, si terrà il "Ballo in maschera" con la libera e spontanea partecipazione dei cittadini, con l'animazione musicale a cura di Ausilio Polifemo ed il "Dj set" di Gerlando Terrana.
  
Carmelo Arnone
12 febbraio 2018
© Riproduzione riservata.
        

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


12/02/2018

Chiesa. Avvisi ed appuntamenti della settimana.

 

Chiese di Grotte

Pubblichiamo gli avvisi diffusi al termine delle sante Messe domenicali e gli appuntamenti ecclesiali più rilevanti.
Per agevolarne la consultazione, gli avvisi settimanali sono pubblicati anche nella pagina Chiesa.

Lunedi 12
febbraio
- ore 08.45, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 09.30, in chiesa Madre, santa Messa (Quarantore);
- ore 16.00, in chiesa Madre, Ora santa (Quarantore) e Vespri;
- ore 18.00, in chiesa Madre, santa Messa;
- ore 19.00, in chiesa Madre, incontro di preghiera animato dal Rinnovamento nello Spirito.

Martedi 13 febbraio
- ore 08.45, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 09.30, in chiesa Madre, santa Messa (Quarantore);
- ore 16.00, in chiesa Madre, Ora santa (Quarantore) e Vespri;
- ore 18.00, in chiesa Madre, santa Messa.

Mercoledi 14
febbraio - Le Ceneri
- oggi la Chiesa raccomanda il digiuno e l'astinenza dalle carni;
- ore 09.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa (delle Ceneri);
- ore 18.00, nella chiesa san Rocco, santa Messa (delle Ceneri);
- ore 18.00, in chiesa Madre, santa Messa delle (delle Ceneri).

Giovedi 15
febbraio
- ore 08.45, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 17.30, in chiesa Madre, santa Messa.

Venerdi 16
febbraio
- oggi la Chiesa raccomanda l'astinenza dalle carni;
- ore 08.45, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa e Via Crucis;
- ore 16.30, in chiesa Madre, Via Crucis e santa Messa;
- ore 17.00, nella chiesa san Rocco, Via Crucis e santa Messa.

Sabato 17
febbraio
- ore 08.45, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 18.30, in chiesa Madre, santa Messa prefestiva.

Domenica 18
febbraio
- ore 08.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 10.00, nella chiesa san Rocco, santa Messa;
- ore 11.00, in chiesa Madre, santa Messa;
- ore 11.30, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 17.30, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa (con il cammino di fede per i fidanzati);
- ore 18.45, in chiesa Madre, santa Messa.
- ore 19.00, in Oratorio (Via del Gesù), incontro dei genitori dei fanciulli del 2° anno dell'iniziazione cristiana;
- ore 19.00, a san Francesco, incontro dei genitori dei fanciulli del 1° e 3° anno dell'iniziazione cristiana;
- ore 21.00, in chiesa Madre, Adorazione eucaristica di quaresima per i catechisti.

AVVISI

- Da giovedi 8 febbraio iniziano i 15 giovedi di santa Rita.

- Da mercoledi 24 gennaio sino a martedi 13 febbraio saranno celebrate le Quarantore durante le quali la santa Messa in chiesa Madre, da lunedi a venerdi, sarà celebrata alle ore 18.00:
   dal 24 al 26 gennaio a san Francesco (ore 09.30 santa Messa, ore 16.00 Ora Santa);
   dal 27 al 30 gennaio a san Rocco (ore 09.30 santa Messa, ore 16.00 Ora Santa);
   dal 31 al 2 febbraio al Purgatorio (ore 09.30 santa Messa, ore 16.00 Ora Santa);
   dal 3 al 6 febbraio alla Madonna del Carmelo (ore 09.30 santa Messa, ore 16.00 Ora Santa);
   dal 7 al 9 febbraio alla Madonna delle Grazie (ore 09.30 santa Messa, ore 16.00 Ora Santa);
   dal 10 al 13 febbraio in chiesa Madre (ore 09.30 santa Messa, ore 16.00 Ora Santa).

Continuano le attività di catechismo; leggi gli orari.

Orari delle Sante Messe in vigore dal 29/10/2017:

   Feriali:
   ore 08.45, chiesa Madonna del Carmelo
   ore 17.30, chiesa Madre

   Prefestivi:
   ore 18.30, chiesa Madre
   ore 20.15, chiesa San Francesco (animata dalle comunità neocatecumenali)

   Festivi:
   ore 08.00, chiesa Madonna del Carmelo
   ore 10.00, chiesa San Rocco
   ore 11.00, chiesa Madre
   ore 11.30, chiesa Madonna del Carmelo
   ore 17.30, chiesa Madonna del Carmelo
   ore 18.45, chiesa Madre
 

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


12/02/2018

Iniziative. "L'amore è sempre, non solo a San Valentino"; campagna contro la violenza sulle donne

 

Campagna contro la violenza sulle donne
"Donna con te"

“L’amore è sempre, non solo a San Valentino. L’amore vero non ammette violenza”.
Questo è lo slogan scelto per la campagna “Donna con te” contro la violenza sulle donne. Una iniziativa, ideata da Angelo Palermo e portata avanti con successo ormai da diversi anni insieme ad un gruppo di volontari, sostenuta anche dal supermercato Conad di Grotte che dice NO alla violenza sulle donne. Da oggi, lunedi 12 febbraio, a mercoledì 14 febbraio è possibile trovare i gadget “Donna con te” presso le casse del supermercato. Un piccolo contributo per un’importante causa.
  
Redazione
12 febbraio 2018
© Riproduzione riservata.
        

Campagna contro la violenza sulle donne
"Donna con te"

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


12/02/2018

Dialoghi. "Tempo di elezioni: riflettiamo con Giorgio Gaber"; di Giuseppe Castronovo

 

"Dialogo" del dott. Giuseppe Castronovo, studioso ed autore di testi di Diritto.

Tempo di campagna elettorale e quindi di promesse molto spesso impossibili da mantenere. E questo vale sia per la Destra che per la Sinistra; o, meglio ancora, per tutti nessuno escluso. Vedeva bene l'artista Giorgio Gaber già nel 1995. Al Circolo della Concordia abbiamo parlato di una sua celebre canzone  "Destra - Sinistra" che ironizzando prevedeva, già allora quello cui assistiamo oggi.
Giuseppe Castronovo

"Tempo di elezioni: riflettiamo con Giorgio Gaber"
(Dai dibattiti svolti al “Circolo della Concordia” )

Totò: Amici…

Serafino: Dì pure.

Totò: La politica non cambia proprio mai!

Serafino: In che senso?

Totò: Campagna elettorale, tempo di aspri contrasti anche questa volta.

Giacomo: Contrasti, cari amici, che evidenziano tutta l’inadeguatezza culturale di buona parte della nostra classe politica nell’affrontare i gravi problemi che affliggono il nostro Paese.

Ennio: Siamo tornati indietro di alcuni decenni: si è ritornati a parlare prevalentemente di Fascismo e Antifascismo, di saluto romano e di pugno chiuso, di Destra e di Sinistra. E l’aspetto preoccupante sta nel fatto che la politica sembra aver dimenticato il dramma della disoccupazione che costringe molti giovani a lasciare il nostro Paese.

Giacomo: Hai ragione! Ma più ragione ancora aveva Giorgio Gaber.

Ludovico: Giorgio Gaber chi? Il cantante?

Giacomo: Si proprio lui.

Ludovico: E cosa diceva?

Giacomo: Cose attualissime in una sua composizione del 1995 intitolata proprio “Destra - Sinistra” dove possiamo leggere queste riflessioni:

“Le parole definiscono il mondo, se non ci fossero le parole, non avremmo la possibilità di parlare di niente.
Ma il mondo gira e le parole stanno ferme, le parole si logorano invecchiano, perdono di senso e tutti noi continuiamo ad usarle, senza accorgerci di parlare, di niente.

Tutti noi ce la prendiamo con la storia
ma io dico che la colpa è nostra.
È evidente che la gente è poco seria
quando parla di sinistra o destra.

Ma cos’è la destra cos’è la sinistra,
ma cos’è la destra cos’è la sinistra.

Fare il bagno nella vasca è di destra,
far la doccia invece è di sinistra.
Un pacchetto di Marlboro è di destra,
di contrabbando è di sinistra.

Ma cos’è la destra cos’è la sinistra.

I blue-jeans che sono un segno di sinistra,
con la giacca vanno verso destra.
Il concerto nello stadio è di sinistra,
i prezzi sono un po’ di destra.

Ma cos’è la destra cos’è la sinistra.

La piscina bella azzurra e trasparente,
è evidente che sia un po’ di destra.
Mentre i fiumi, tutti i laghi e anche il mare
sono di merda più che sinistra.

Ma cos’è la destra cos’è la sinistra.

L’ideologia, l’ideologia.
Malgrado tutto credo ancora che ci sia.
È la passione, l’ossessione della tua diversità
che al momento dove è andata non si sa,
dove non si sa dove non si sa.

Ma cos’è la destra cos’è la sinistra.

La tangente per natura è di destra,
col consenso di chi sta a sinistra.
Non si sa se la fortuna sia di destra,
la sfiga è sempre di sinistra.

Ma cos’è la destra cos’è la sinistra.

Il saluto vigoroso a pugno chiuso
è un antico gesto di sinistra.
Quello un po’ degli anni 20 un po’ romano,
da stronzi oltre che di destra.

Ma cos’è la destra cos’è la sinistra.

I collant son quasi sempre di sinistra,
il reggicalze è più che mai di destra.
Son sicuro che il bastardo è di sinistra,
il figlio di puttana è a destra.

Una donna emancipata è di sinistra,
riservata è già un po’ di destra.
Ma un figone resta sempre un’attrazione,
che va bene per sinistra o destra.

Ma cos’è la destra cos’è la sinistra,
ma cos’è la destra cos’è la sinistra.

Destra sinistra
Destra sinistra
Destra sinistra
Destra sinistra
Basta!”.

Ennio: Giacomo, hai proprio ragione. Ho notato, nonostante siano trascorsi più di vent’anni dalla sua pubblicazione, tutta l’attualità dei problemi affrontati dal Gaber
.
     

 

   

Giuseppe Castronovo
(gcastronovo.blogspot.it)

  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


10/02/2018

Salute. Il defibrillatore già disponibile 24 ore al giorno; attivo un numero di reperibilità immediata

 

Defibrillatore salvavita a tutela dei cittadini di Grotte
Defibrillatore

Il defibrillatore semiautomatico, consegnato dalla Seus (società co-gestore del 118 in Sicilia) all’Amministrazione comunale di Grotte lo scorso venerdi 2 febbraio 2018, nell'ambito del progetto “Ti abbiamo a cuore” promosso dall’Assessorato Regionale della Salute, è già disponibile 24 ore su 24 per chiunque dovesse averne necessità di utilizzo: non soltanto i 5 dipendenti comunali formati con un apposito corso (Salvatore Liotta, Giuseppe Figliola, Giuseppe La Mendola, Matteo Carlisi e Paolo Agrò) ma anche il personale medico e paramedico che opera sul territorio grottese, nonché il personale del 118 che dovesse essere chiamato ad intervenire e quanti hanno seguito il corso di formazione per l'utilizzo dell'apparecchiatura salvavita.
Il defibrillatore verrà installato all'esterno del Palazzo municipale in area videosorvegliata, in una apposita teca - in fase di acquisizione - munita di vetro frangibile (come per gli estintori) per un immediato utilizzo. Nell'attesa della sistemazione definitiva, al momento è posizionato nell'atrio interno dello stesso Palazzo municipale, che rimane aperto durante il consueto orario lavorativo. Durante i periodi notturni e festivi, quando gli uffici del Comune sono chiusi, per l'accesso al defibrillatore è possibile contattare il numero 0922.944197 (Comando di Polizia Municipale); il recapito è immediatamente disponibile 24 ore al giorno.
  
Redazione
10 febbraio 2018
© Riproduzione riservata.
        

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


10/02/2018

Professioni. "Impegno Solenne" dell'Avvocato Spalanca; il 7 febbraio al Tribunale di Agrigento

 

"Impegno Solenne" dell'Avvocato Spalanca
Impegno Solenne

Clima di gioia ed emozione, lo scorso mercoledi 7 febbraio al Tribunale di Agrigento. Alle ore 15.30, presso l'Aula "Rosario Livatino" del Palazzo di Giustizia agrigentino, si è svolta la cerimonia di pronuncia dell'"Impegno Solenne" da parte dei nuovi avvocati iscritti all'Ordine. Alla presenza di tutto il Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Agrigento, presieduto dall' avv. Vincenzo Avanzato, 43 neo avvocati hanno formulato, alla presenza di familiari ed amici, il loro "giuramento". Assistita dai due legali (in termine tecnico "Domini") che l'hanno seguita lungo il percorso di formazione, gli avvocati Alfonso Neri e Salvatore Pennica, anche l'avvocato Maria (Mariolina) Spalanca ha pronunciato la formula con la quale ufficialmente è stata ammessa ed iscritta all'Ordine.
A nome di tutta la redazione, gli auguri all'avvocato Spalanca di una futura brillante carriera professionale.
Nelle immagini a lato: la pronuncia dell'Impegno Solenne, e l'avv. Spalanca con i suoi "domini".

  
Carmelo Arnone
10 febbraio 2018
© Riproduzione riservata.
  


Impegno Solenne

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


10/02/2018

Religioni. Testimoni di Geova in opera presso il Centro Accoglienza per i Richiedenti Asilo di Mineo

 

Testimoni di Geova in opera presso il CARA di Mineo
C.A.R.A. di Mineo

Il centro di accoglienza più grande d’Europa, il C.A.R.A. di Mineo, si trova in Sicilia, nel territorio dell’omonimo Comune in provincia di Catania ed ospita migliaia di richiedenti asilo provenienti da oltre 40 Paesi, tra cui Eritrea, Nigeria, Siria e Somalia.
Da cinque anni i Testimoni di Geova si recano regolarmente al centro di accoglienza (vedi foto) per offrire istruzione biblica gratuita a chi è interessato. Grazie alla stretta collaborazione con l’amministrazione del C.A.R.A. è stato messo a disposizione un autobus da 50 posti per permettere ai migranti che lo desiderano di frequentare le riunioni religiose dei Testimoni. Da allora molti stanno andando ogni settimana al loro luogo di culto, la Sala del Regno.
Devo dire che riconosco e apprezzo il lavoro che hanno fatto e che fanno costantemente per gli ospiti del centro - dice Ivana Galanti, vicedirettrice del C.A.R.A. di Mineo, a proposito della sua esperienza di collaborazione con i Testimoni di Geova -. Credo che per i migranti, che si trovano in un ambiente che non conoscono, fuggiti da situazioni sicuramente tristi, se non addirittura devastanti, sentirsi accolti è sicuramente un’esperienza ricca e soddisfacente”.
Christian Di Blasio, portavoce dei Testimoni di Geova in Italia, osserva: “L’opera principale che svolgiamo consiste nell’aiutare le persone a capire cosa insegna la Bibbia. La collaborazione tra noi e il personale del C.A.R.A. di Mineo ha dato ai migranti la possibilità di trarre beneficio dall’istruzione biblica, un’istruzione che risponde a molti dei loro bisogni spirituali ed emotivi.
 
Redazione
10 febbraio 2018.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


09/02/2018

Scuola. L'Educazione Stradale con gli alunni e le "mamme" dell'Istituto Comprensivo "A. Roncalli"

 

Le "mamme" dell'Istituto comprensivo "A. Roncalli" di Grotte
Vedi le foto

Sono numerose, attivissime e cariche di entusiasmo. Sono le mamme degli alunni dell'Istituto Comprensivo "Angelo Roncalli" di Grotte, guidato dalla dott.ssa Anna Gangarossa. Sempre pronte a rispondere all'appello della Scuola, negli ultimi giorni si sono dedicate alla realizzazione dei supporti necessari alla sfilata del Carnevale 2018. Per loro è stata l'occasione per stare insieme condividendo momenti di creatività ed allegria, unite dall'amore per i propri figli e dalla gratitudine verso tutto il personale scolastico (dirigente, docenti, personale di segreteria, collaboratori).
Tutto nasce dal progetto di Educazione Stradale (che comprende l'imprescindibile rispetto delle regole e la conoscenza dei segnali stradali) che la Scuola sta portando avanti anche con la collaborazione del Comune, in particolare per la partecipazione degli alunni al Carnevale 2018, portando come tema - insieme a quello del Riciclo - anche l’Educazione Stradale.
La Scuola ha coinvolto le mamme degli studenti di tutti i plessi, da quello della Scuola dell'Infanzia allo "Sciascia" ed al "Roncalli", che hanno aderito con entusiasmo. Ogni giorno, per una settimana circa, le mamme si sono incontrate per realizzare le maschere a tema, ma anche per scherzare, prendere un caffè e qualche pasticcino insieme. Quello che in altre realtà è straordinario, nell'Istituto di Grotte costituisce la quotidianità; un Istituto da sempre aperto alla collaborazione con il territorio, con i genitori, con gli enti e le istituzioni. Il progetto non terminerà con il Carnevale ma verrà portato avanti sino alla fine dell’anno scolastico. Nelle immagini che pubblichiamo (foto di © G. Mangione e F. Volpe), momenti di creatività con alcune mamme ed alcune docenti.
  
Carmelo Arnone
9 febbraio 2018
© Riproduzione riservata.

Le "Mamme" degli alunni del "Roncalli" (Foto) Visita l'argomento
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


09/02/2018

Teatro. "Voci di Sicilia" al Circolo Culturale Empedocleo di Agrigento; venerdi 16 febbraio

 

Circolo Culturale "Empedocleo" di Agrigento
Circolo Empedocleo

Quinto appuntamento della stagione teatrale da Camera al Circolo Empedocleo di Agrigento con la partecipazione del grande cantastorie popolare nazionale Nonò Salamone.
"Voci di Sicilia" è una grande kermesse sulla cultura popolare siciliana che attraversa costumi, atteggiamenti, contrapposizioni della Sicilia con personaggi della tradizione, da Giufà di Francesco Lanza ai personaggi di Ignazio Buttitta, dello stesso Salamone e di Profazio e Trincale.
Un nuovo spettacolo da Teatro da Camera con il progetto artistico di Giuseppe Adamo e Mario Gaziano per il Pirandello Stable Festival. Sono in scena con Nonò Salamone: Maria Fantauzzo, Rosa La Franca, Alfio Russo; con la partecipazione di Alfonso Marchica nel ruolo di artista-conduttore.Proposte musicali popolari del maestro Gioacchino Marrella.Collaborazioni artistiche di Maria Grazia Castellana, Andrea Cassaro, Alfonso Mossuto e Giuseppe Portannese.
L'appuntamento teatrale da Camera è per venerdì 16 febbraio 2018 alle ore 18.15 nel Salone delle Feste del Circolo Empedocleo. Ingresso gratuito per i soci del circolo e per gli amici appassionati di Teatro da Camera.
 
Redazione
9 febbraio 2018.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


09/02/2018

Comune. 20 febbraio: sciopero a Palermo degli allevatori ed agricoltori; un pullman da Grotte

 

Allevamento
Allevamento

Per martedi 20 febbraio 2018, alle ore 11.00 a Palermo, l'Unione Allevatori e Agricoltori di Sicilia ha indetto uno sciopero generale. Al fine di favorire la partecipazione degli interessati, l'Amministrazione comunale di Grotte raccoglie le adesioni per l'impiego di un pullman a cura del Comune. Di seguito l'avviso ufficiale.

*****

COMUNE DI GROTTE

AVVISO

OGGETTO: Sciopero generale del 20 febbraio 2018 alle ore 11.00 a Palermo.

L’Unione Allevatori e Agricoltori di Sicilia, con nota Prot. n. 2313 del 07.02.2018, ha comunicato che è indetto lo sciopero generale di cui all’oggetto.
Si invitano, pertanto, gli interessati che intendono aderire alla suddetta manifestazione a comunicare la propria adesione entro le ore 13.00 del giorno 15 febbraio 2018, al fine di potere valutare la possibilità dell’impiego di pullman a cura di questo Comune
.

Grotte, lì 9 febbraio 2018

 

   

Il Sindaco
Paolino Fantauzzo
 

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


09/02/2018

Dialoghi. "Trentatre anni per far riscuotere un credito"; di Giuseppe Castronovo

 

"Dialogo" del dott. Giuseppe Castronovo, studioso ed autore di testi di Diritto.

Campagna elettorale, tempo di promesse! Uno dei temi più dibattuti è quello del lavoro che purtroppo non c’è nonostante la presenza dell’articolo 1 della Costituzione dove leggiamo che “L’Italia è una Repubblica democratica fondata sul lavoro”.
La politica tutta promette in questi giorni, ai giovani in particolare, di voler guardare alle loro legittime aspettative di affermazione nel campo del lavoro per consentire l’affermazione della loro dignità di persona.
Di questo tema abbiamo di recente discusso al Circolo della Concordia: un dibattito nel quale è stato posto l’accento sul fatto che tutti promettono di “creare nuovi posti di lavoro”, mentre sarebbe il caso di affrontare il tema sotto un’altra angolatura e cioè come “non distruggere i posti di lavoro già esistenti”.
Lo spunto per riflettere su questo particolare aspetto del problema ci è stato fornito dalla vicenda vissuta dall’imprenditore di Recanati Aldo Cipolletta che, per vedersi riconosciuto il diritto ad ottenere la liquidazione delle sue spettanze di diritto, quale creditore della Cooperativa “Villaggio Le Grazie” che era insolvente, ha dovuto attendere ben 33 anni. Un diritto che gli è stato riconosciuto, è bene ribadirlo, non dalla giustizia italiana, ma dalla Corte Europea dei Diritti dell’uomo (CEDU) che ha condannato l’Italia per l’eccessiva lentezza dell’azione giudiziaria. I tempi si sono protratti così a lungo che il Cipolletta è morto, prima della sentenza, alla età di 89 anni.
Aldilà dei casi limite come questo vissuto dal Cipolletta, la lentezza della giustizia civile - e non solo a dire il vero quella civile - è, a livello europeo, superata dalla sola Grecia: un imprenditore italiano per avere giustizia in una causa civile deve aspettare in media - se tutto va bene - 1.185 giorni, cioè più di 3 anni, contro i 1.300 giorni dell’imprenditore greco. Ma si tratta di numeri che non descrivono tutta la drammaticità del mondo giustizia italiano: basta solo riflettere sul fatto che l’Italia ha un tessuto produttivo che non può essere assolutamente paragonabile a quello greco dove di fatto non c’è industria manifatturiera comparabile con quella italiana.
La drammatica lentezza della giustizia civile italiana trova ulteriore conferma nella procedura fallimentare: in Italia bisogna avere pazienza e aspettare in media 7 anni.
Sono numeri che dovrebbero far riflettere la politica - e ovviamente anche la stessa Magistratura - che un simile modo di procedere della giustizia è, in un’economia globalizzata, un freno per le aziende italiane che riduce, e di molto, la loro competitività nei confronti degli operatori economici stranieri.
Bisogna che da parte di tutti i protagonisti venga finalmente acquisita la consapevolezza che i ritardi della giustizia ricadono inevitabilmente anche sul sistema economico paralizzandolo. Altrimenti detto che la patologia della giustizia italiana sta portando al collasso dell’intero sistema delle nostre attività produttive.
Ed è così che la giustizia da strumento di garanzia s’è trasformato nel tempo un’ulteriore ostacolo nella vita quotidiana del cittadino.
Recentemente è intervenuto sul tema anche il presidente del Parlamento Europeo Antonio Tajani affermando che “la lentezza dei processi equivale all’uno, al due, a volte anche al tre per cento del nostro Prodotto Interno Lordo. Un danno enorme all’economia. É tempo di cambiare”.
Le statistiche ci dicono che in Italia ogni anno chiudono i battenti centinaia di aziende proprio a causa della lentezza della macchina giudiziaria. E ogni azienda che chiude sovente significa decine di dipendenti che rimangono a casa. Da qui la proposta emersa dal dibattito al Circolo: Si promettano pure nuovi posti di lavoro, ma prima si pensi a non distruggere i posti di lavoro esistenti.
Giuseppe Castronovo

"Trentatre anni per far riscuotere un credito non bastano alla Giustizia italiana.
Ci pensa la Corte di Giustizia Europea, ma nel frattempo il creditore passa a miglior vita
"
(Dai dibattiti svolti al “Circolo della Concordia” )

Totò: È proprio da leggere!

Marco: Che cosa?

Totò: Questa notizia.

Ludovico: Cosa dice?

Totò: L’imprenditore Aldo Cipolletta di Recanati, vince la causa e gli viene riconosciuto il credito dallo steso vantato per una somma di quasi 130.000 euro.

Ludovico: Dove sta la notizia?

Totò: Tre momenti di riflessione amici miei:
I - Che sono trascorsi 33 anni da quando (eravamo nel 1985) il Cipolletta chiese, a termini di legge, il pagamento del credito vantato nei confronti di una Cooperativa edilizia;
II - Che l’importo, allora a 300 milioni circa, rappresentò una triste vicenda sul piano politico/economico e sociale della città che diede i natali al poeta Giacomo Leopardi;
III - Che il suo diritto è stato riconosciuto quando il Cipolletta, all’età di 89 anni, è già  passato a miglior vita.

Ludovico: Ritengo che anche alla luce di fatti come questo la Classe politica tutta e la Magistratura italiana dovrebbero  chiedersi se han fatto tutto quanto era nelle loro possibilità. Se per un credito maturato a 60 anni devo aspettare, in caso di controversie, 30 anni per aver riconosciuto il mio diritto sicuramente c’è qualcosa che non va.

Giacomo: Lentezze giudiziarie e caos legislativo che provocano fallimenti di aziende, licenziamenti di operai, banche impossibilitate a recuperare i loro crediti e in definitiva un’economia da quarto mondo. Questa, amici miei, è l’Italia del P.I.L. che non cresce! Questo è il triste risultato di un sistema che non valuta il lavoro del  potere legislativo e il lavoro dell’ordine giudiziario anche secondo parametri di analisi economica. Forse è arrivato il momento in cui politica e magistratura acquisiscano finalmente, ciascuno per la parte di sua competenza, la consapevolezza che più che promettere nuovi posti di lavoro è necessario incominciare a pensare a come non distruggere i pochi posti di lavoro ancora esistenti.

Totò: Prof. Vezio ci dica la sua.

Vezio: Grazie amici. Qualche riflessione.
Mi sia innanzi tutto consentito chiamarvi a riflettere sul fatto che la soluzione della “vicenda Cipolletta” non è merito dei giudici italiani, ma della Corte Europea dei Diritti dell’uomo (CEDU).
Per i giudici italiani, infatti, il nostro Ordinamento giuridico, nonostante la presenza di oltre 150.000 leggi, non prevede una norma, un articolo, un comma - chiamatelo come volete voi - che permetta  loro di riconoscere al Cipolletta la violazione di un suo diritto, tutelato dalla legge, da parte della Cooperativa edilizia  “Le Grazie”.
Ed è stato così che la Corte Europea dei Diritti dell’uomo ha per l’ennesima volta condannato l’Italia!
Non parliamo poi dell’art. 111 della Costituzione, nel testo novellato dalla legge costituzionale n.2/1999, dove leggiamo che al cittadino deve essere garantita la “ragionevole durata” del processo. Risparmiatemi ogni commento in merito. Ecco perché langue la nostra economia: le aziende molto spesso sono costrette a chiudere i loro battenti e a licenziare i loro collaboratori in attesa che ci sia un giudice in grado di trovare tra le 150.000 leggi  il comma più  idoneo a risolvere il caso sottopostogli.
Altrimenti detto: un giudice in grado di trovare il classico “ago nel pagliaio”.
Amici miei pensate un po’ cosa possa significare nella vita di ognuno di noi un arco di tempo lungo 30 anni! Altro che “ragionevole durata”, qui possiamo parlare di “lucida follia”.
Scusatemi se mi dilungo più del solito ricordandovi il pensiero del saggio ceco Jan Sobotka: “È dimostrato che si può sopravvivere 3 giorni senza avere acqua, 2 mesi senza ricevere cibo e tutta la vita senza ottenere giustizia”.
     

 

   

Giuseppe Castronovo
(gcastronovo.blogspot.it)

  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


08/02/2018

Comune. Nominativi degli scrutatori per le elezioni politiche del 4 marzo 2018

 

Sorteggio degli scrutatori

Ieri, mercoledi 7 febbraio 2018, alle ore 17.00 nel Palazzo Municipale di Grotte, la Commissione elettorale comunale - riunita in pubblica adunanza nella sala consiliare - ha proceduto alla nomina degli scrutatori (tramite sorteggio) che saranno destinati agli uffici di sezione per le elezioni della Camera dei Deputati e del Senato della Repubblica che si svolgeranno domenica 4 marzo 2018.
Gli Uffici Elettorali delle sezioni (per il Comune di Grotte sono 12) sono costituite da 1 Presidente, 1 Segretario e 4 Scrutatori; il compenso loro spettante è di euro 187,00 per il Presidente, euro 145,00 per ciascuno degli Scrutatori ed il Segretario.
I componenti del seggio elettorale (Presidente, Segretario, Scrutatori) saranno convocati alle ore 16.00 di sabato 3 marzo per il tempo necessario ad allestire il seggio (generalmente un paio di ore) e per l'intera giornata di domenica, fino al termine dello scrutinio per le schede della Camera dei Deputati e del Senato. I seggi resteranno aperti dalle ore 07.00 sino alle 23.00 e le operazioni di scrutinio avverranno alla chiusura dei seggi.

Pubblichiamo l'elenco degli Scrutatori e dei supplenti.

Sezione n° 1: Terrana Andrea Baldassare, Agnello Antonietta, Mangione Luana, Tirone Francesca.

Sezione n° 2: Vitello Vincenzo Pio, La Paglia Filippo, Sole Calogero, Bordonaro Rosa.

Sezione n° 3: Palumbo Giovanna, Alfano Baldassare, Cimino Amanda, Tomaselli Caterina.

Sezione n° 4: Salvaggio Francesca, Palumbo Anna, Pasaro Andrea, Licata Denise.

Sezione n° 5: Terrana Stefano, Morgante Delfina, Costanza Anna, Sciascia Ylenia.

Sezione n° 6: Ciraolo Vincenzo, Morreale Vincenzo, Ruggieri Cinzia, Gumina Miriam.

Sezione n° 7: Alfano Margherita, Apa Giovanni, Agnello Anna, Cicuta Chiara.

Sezione n° 8: Miceli Angela, Carraggi Angelo, Provvidenza Maria Rita, Vizzini Pietro.

Sezione n° 9: Mulè Alessandra, Zappini Maria, Polizzotto Salvatore, Salvaggio Dina.

Sezione n° 10: Rizzo Mauro, Arnone Linda, Conti Innocenza, Stuto Angela.

Sezione n° 11: Maggio Antonella, Agnello Rosa Maria, Barone Maria Grazia, Vitello Alberto.

Sezione n° 12: Morreale Rosa, Russello Mirko, Agnello Assunta, Boscarino Rita Alba.

Elenco degli Scrutatori supplenti, in ordine di estrazione:
Costanza Giuseppina, Sciascia Annalisa, Palumbo Francesca, Agnello Venanzio, Di Salvo Michelangelo, Castronovo Enrico, Farruggia Rosa, Giambra Alfonso, Collura Rosetta, La Mendola Ivana, Maida Selene, Salvaggio Antonietta.
  
Redazione
8 febbraio 2018
  

Comune di Grotte

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


08/02/2018

Iniziative. Sfilate in maschera e musica in piazza, per il Carnevale 2018 a Grotte

 

Programma del Carnevale 2018 a Grotte
Manifesto

Anche Grotte, il prossimo martedi grasso, 13 febbraio, festeggerà il Carnevale 2018 con sfilate in maschera e musica in piazza. Per iniziativa del Comune in collaborazione con l'Istituto comprensivo "A. Roncalli", alle ore 10.00 gli alunni di tutte le classi dell'Istituto - guidato dalla Dirigente scolastica Anna Gangarossa - partendo dal plesso "Roncalli" al Viale della Vittoria daranno vita alla sfilata che avrà come tema "Riciclo creativo ed Educazione stradale". Il festoso corteo giungerà sino a Piazza Marconi per poi concentrarsi in Piazza Umberto I, nella quale si svolgeranno momenti di animazione musicale.
In serata, a partire dalle ore 19.00, sempre in Piazza Umberto I, si terrà il "Ballo in maschera" con la libera e spontanea partecipazione dei cittadini, e con l'animazione musicale a cura di Ausilio Polifemo.
  
Carmelo Arnone
8 febbraio 2018
© Riproduzione riservata.
        

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


07/02/2018

Ambiente. Concorso "Grotte ricicla": un tablet in palio per i ragazzi dell'Istituto Comprensivo "A. Roncalli"

 

Grotte ricicla: un tablet in palio per i ragazzi dell'Istituto Comprensivo "A. Roncalli"
Tablet

É stata prorogata a martedi 13 febbraio la scadenza del concorso "Grotte Ricicla", indetto dall'Amministrazione comunale in collaborazione con l'Istituto Comprensivo “A. Roncalli”. Intento dell'iniziativa è quello di far veicolare il messaggio che la plastica, se non riciclata, costituisce materiale dannoso per l'ambiente. Agli alunni dell'Istituto grottese è affidato l'incarico - con l'ausilio della loro fervida fantasia -  di suggerire un sistema utile allo scopo di incentivare la raccolta differenziata della plastica. Gli alunni parteciperanno al concorso elaborando testi, immagini, slogan, e caricando il materiale sulla pagina facebook "Grotte ricicla"; risulterà vincitore l'autore dell'idea che avrà ottenuto il maggior numero di "mi piace". Inizialmente il termine per la presentazione degli elaborati e dell'espressione dei "mi piace" era stata fissata per il 9 febbraio; per favorire una maggiore partecipazione il termine ultimo è stato prorogato alle ore 09.00 di martedi 13 febbraio. Di seguito, il comunicato ufficiale del Comune.
  
Carmelo Arnone
7 febbraio 2018.

*****

Alla c.a. del Dirigente scolastico

Concorso "Grotte Ricicla" promosso dal Comune di Grotte - ARO Grotte-Castrofilippo per l'Istituto Comprensivo "A. Roncalli" per l'assegnazione di n. 1 tablet Samsung PC Galaxy Tab E 9,6 nell’ambito delle iniziative di comunicazione locale sul "Riciclo" dei rifiuti.
Allo scopo di consentire una maggiore partecipazione ed adesione degli studenti al concorso sopra specificato, come d'accordo per le vie brevi con la direzione scolastica, si comunica che la data di scadenza dello stesso è prorogata al 13 febbraio 2018 alle ore 09.00.
La constatazione del vincitore sarà effettuata, alla data e all'ora di scadenza, alla presenza del Dirigente Scolastico, del Vice dirigente, del Sindaco, dell'Assessore all'Ambiente e del Dirigente dell’Area LL.PP. Servizi Manutentivi ed Ambiente del Comune.

Distinti saluti.
  

 

 

Il Vice Sindaco - Assessore all’Ambiente
Piero Castronovo

Il Sindaco
Paolino Fantauzzo

 

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


07/02/2018

Politica. Incontro con l'on. Maria Iacono presso il circolo PD di Grotte; venerdi 9 febbraio

 

Maria Iacono
Maria Iacono

Si svolgerà il prossimo 9 febbraio alle ore 18.00, presso il circolo del PD di Grotte, un incontro con l’on. Maria Iacono candidata al Senato nel Collegio uninominale per il PD e l'alleanza di Centro Sinistra.
Sarà l' occasione per approfondire le tematiche della campagna elettorale e ribadire le ragioni del PD e dell'impegno di Maria Iacono nelle Istituzioni che nella scorsa legislatura l'ha vista, alla Camera, impegnata su diversi fronti a difesa del territorio e per lo sviluppo di questa provincia.
 
Redazione
7 febbraio 2018.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


06/02/2018

Comune. Mercoledi 7 febbraio, sorteggio degli scrutatori per le elezioni politiche del 4 marzo

 

Nomina degli scrutatori

Mercoledi 7 febbraio 2018, alle ore 17.00 nel Palazzo Municipale di Grotte, la Commissione elettorale comunale - riunita in pubblica adunanza nella sala consiliare - procederà alla nomina degli scrutatori (tramite sorteggio) che saranno destinati agli uffici di sezione per le elezioni della Camera dei Deputati e del Senato della Repubblica che si svolgeranno domenica 4 marzo 2018.

*****

ELEZIONI POLITICHE
DI DOMENICA 4 MARZO 2018

CONVOCAZIONE
DELLA COMMISSIONE ELETTORALE COMUNALE
PER LA NOMINA DEGLI SCRUTATORI

IL SINDACO

- Visto il testo unico delle leggi recanti norme per l’elezione della Camera dei deputati, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 30 marzo 1957, n. 361, e successive modificazioni;
- Visto il testo unico delle leggi recanti norme per l’elezione del Senato della Repubblica, di cui al decreto legislativo 20 dicembre 1993, n. 533, e successive modificazioni;
- Visto l’articolo 9 della legge 23 aprile 1976, n. 136, contenente norme sulla riduzione dei termini e sulla semplificazione del procedimento elettorale;
- Visto l’articolo 6 della legge 8 marzo 1989, n. 95, recante norme per l’istituzione dell’albo delle persone idonee all’ufficio di scrutatore di seggio elettorale, e successive modificazioni;
- Visto il decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2017, n. 209, pubblicato nella Gazzetta ufficiale n. 302 del 29 dicembre 2017, con il quale sono stati convocati i comizi, per il giorno di domenica 4 marzo 2018, per lo svolgimento delle elezioni della Camera dei deputati e del Senato della Repubblica;

RENDE NOTO

che la Commissione elettorale comunale è convocata nella sede del Comune in pubblica adunanza per il giorno 7 febbraio 2018, alle ore 17.00, per procedere alla nomina degli scrutatori che saranno destinati agli uffici elettorali di sezione per le elezioni della Camera dei deputati e del Senato della Repubblica che si svolgeranno domenica 4 marzo 2018.

Grotte, addì 5 febbraio 2018

Comune di Grotte

   

Il Sindaco
Paolino Fantauzzo
 

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


05/02/2018

Cordoglio. Il saluto della Banda "Giuseppe Verdi" a Giuseppe Palumbo, uno dei suoi fondatori

 

Complesso bandistico "G. Verdi"
Banda "G. Verdi"

Sono stati celebrati oggi pomeriggio, nella chiesa Madre di Grotte, i funerali di Giuseppe Palumbo, scomparso prematuramente all'età di 59 anni. Una folla numerosa, nonostante la pioggia, ha atteso fuori dalla chiesa gremita, per porgere l'ultimo saluto al concittadino. Al termine della santa Messa, Gabriele Russello, Presidente del Complesso bandistico "G. Verdi", ha rivolto un messaggio di cordoglio alla Famiglia.

*****

"È con grande cordoglio che oggi diamo il saluto a uno dei soci fondatori della Banda “Giuseppe Verdi”, che ci ha lasciato troppo presto.
Ed io, come Presidente, a nome di tutti i componenti, insieme al Maestro Puglisi, ci uniamo al dolore della famiglia tutta.
Lo ricorderemo per il suo buonumore, la sua allegria, il suo talento nella musica: uno di noi.
E siccome la musica non ha confini, lo salutiamo con le note che tanto amava.
Ciao, Maestro Palumbo".

 

    Il Presidente dell'Ass. Cult. Musicale "G. Verdi"
Dott. Gabriele Salvatore Russello

  
 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


05/02/2018

Politica. Rosalba Cimino (M5S) candidata per la Camera: "Ripartire dall'energia dei giovani"

 

Rosalba Cimino
Rosalba Cimino

Cimino e Di Maio
Cimino e Di Maio

Voti per Rosalba Cimino
Voti

20 Punti per la qualità della vita degli italiani
Programma

20 Punti per la qualità della vita degli italiani
Programma

"Partecipa. Scegli. Cambia"; con tre parole chiare inizia la presentazione di Rosalba Cimino, candidata per la Camera dei Deputati nelle liste del Movimento 5 Stelle, nel Collegio plurinominale Sicilia 1-03 (Sciacca, Agrigento e Gela).
"Far parte del Movimento 5 Stelle non è semplice e non è per tutti - dice la giovane grottese -. Spesso non si è compresi, altre volte non si è guardati di buon occhio, ma si ha la possibilità di essere liberi. Ma davvero viene così difficile capire, che ci hanno massacrato il futuro con scelte politiche sbagliate su tutti i punti di vista? Ma i giovani disoccupati, i lavoratori che non possono andare in pensione e i laureati emigrati all'estero, davvero non riconoscono che noi siamo qui a batterci contro un sistema corrotto fino al collo, anche per loro?".
Poi Rosalba spiega le ragioni del suo impegno: "Anch'io avrei potuto starmene a casa, studiare o partire a cercarmi un lavoro, uscire tutti i sabati sera, pensare che non cambierà mai nulla perché forse è la strada più semplice. Invece mi sono voluta informare, poi impegnare in un gruppo, poi lottare per un ideale e non me ne pento; questa esperienza mi ha solo arricchita e mi continua ad arricchire moralmente, con tutti i sacrifici e le rinunce di una giovane ragazza della mia età".
Sull'azione concreta del Movimento, la candidata è chiara: "Nei miei portavoce ad ogni livello: ho visto rinunciare a stipendi d'oro e privilegi; ho visto percorrere km solo per portare avanti un'altra idea di Paese; ho visto persone semplici farsi Stato e continuare a rimanere cittadini; ho visto progetti realizzarsi; ho visto impegno e abnegazione, condivisione, l'insieme davanti al singolo; ho vissuto troppe cose belle che ne è valsa e ne varrà sempre la pena. Tra tutte queste cose ho anche imparato che in politica occorre fare delle scelte e portarle avanti, con coraggio e chiarezza, e se io lotto per l'onestà e l'integrità di qualcosa, lotto anche affinché le persone che lo fanno insieme a me, siano degne rappresentanti di questi valori. Per questo e per altri milioni di motivi - continua Rosalba -, ho proposto la mia candidatura alla Camera dei Deputati per il collegio plurinominale Sicilia 1-03, che comprende i collegi di Sciacca, Agrigento e Gela, e sono risultata terza in lista per l'alternanza di genere, pur essendo arrivata seconda per numero di voti: 236 attivisti del Movimento 5 Stelle mi hanno dato fiducia".
Nella sua dichiarazione, la candidata ricorda il recente risultato personale ottenuto alle ultime elezioni regionali siciliane: "L'esperienza vissuta alle scorse regionali, che mi ha vista affermare con 3288 preferenze in provincia di Agrigento, mi ha dato ancora più la certezza che la passione e l'impegno ripagano sempre. Devo ringraziare, in particolar modo, il mio paese, Grotte, che ha dimostrato grande libertà d'opinione, recandosi alle urne e facendo attestare la lista del Movimento 5 Stelle al 34,29%, conseguendo un ottimo risultato che ci vede terzi in provincia. Adesso ci dirigiamo verso le elezioni del 4 marzo e sono sicura che daremo ancora un grande contributo di cittadini liberi e onesti, che hanno voglia di cambiare sul serio questo Paese".
Oltre alla propria candidatura, Rosalba presenta il programma che intende portare avanti, insieme a tutto il Movimento: "Sono i '20 Punti per la qualità della vita degli italiani' presentati dal candidato premier Luigi Di Maio e costruiti in questi anni da tutti i nostri portavoce con la stretta collaborazione dei cittadini.
Tra tutti i punti sono particolarmente legata a:
- Reddito di Cittadinanza e Pensione di Cittadinanza, che sarebbero un'importante manovra economica per far ripartire davvero il lavoro, ma soprattutto la dignità dei cittadini italiani;
- Smart Nation, con nuovo lavoro e nuovi lavori, per stare al passo con i tempi, investendo sulla mobilità elettrica, la digitalizzazione della pubblica amministrazione e investire nella nuova tecnologia;
- tagli a privilegi e costi della politica;
- stop al business dell'immigrazione;
- Green Economy, per un'Italia 100% rinnovabile;
- 17 miliardi alle famiglie, con rimborsi per asili nido, pannolini e baby sitter;
- superamento della "Buona Scuola" e della "Legge Fornero".
È chiaro che ognuno vi presenterà il programma migliore del mondo ma bisogna guardare soprattutto alla credibilità di chi li presenta. Io mi impegnerò moltissimo per dare il mio contributo all'Italia, prestando particolare attenzione alla nostra Sicilia e soprattutto al nostro territorio, martoriato da anni di malgoverno, corruzione e assenza delle Istituzioni.
Sono convinta che si può ripartire dall'energia dei giovani e dall'esperienza delle energie che hanno fatto grande questo Paese
".
 
Redazione
5 febbraio 2018.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


05/02/2018

Riconoscimenti. A Santino Lo Presti il Premio "Manlio Graziano - al Dirigente dell'anno"

 

Santino Lo Presti
Santino Lo Presti

È stato attribuito a Santino Lo Presti, Presidente della FIGC Sicilia, il Premio "Manlio Graziano - al Dirigente dell’anno" conferito dai giornalisti sportivi siciliani aderenti all'USSI (Unione Stampa Sportiva Italiana).
Le motivazioni dell’assegnazione del riconoscimento, a firma del giornalista RAI Roberto Gueli, Presidente USSI Sicilia, sono le seguenti:
I prestigiosi risultati da Ella ottenuti in carriera rappresentano motivo di orgoglio e vanto per tutti i siciliani.
Il Suo impegno ed il Suo modo di interpretare l’attività sportiva, sono da esempio per chi ama i veri valori dello sport fondati sulla sana competizione e sul raggiungimento dei risultati attraverso una quotidiana applicazione fatta di sacrifici e rinunce.
Il Suo indubbio talento, unito alla Sua serietà professionale, hanno indotto i giornalisti sportivi siciliani aderenti all’Ussi a conferirLe il riconoscimento
”.
La cerimonia di consegna del Premio si svolgerà domani, martedi 6 febbraio, alle ore 17.30 presso il Museo della Musica di Piedimonte Etneo (CT).
Al prof. Santino Lo Presti i complimenti della nostra redazione per questo prestigioso riconoscimento, e gli auguri per ulteriori successi sportivi e professionali.
  
Carmelo Arnone
5 febbraio 2018
© Riproduzione riservata.
        

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


05/02/2018

Chiesa. Avvisi ed appuntamenti della settimana.

 

Chiese di Grotte

Pubblichiamo gli avvisi diffusi al termine delle sante Messe domenicali e gli appuntamenti ecclesiali più rilevanti.
Per agevolarne la consultazione, gli avvisi settimanali sono pubblicati anche nella pagina Chiesa.

Lunedi 5
febbraio
- ore 09.30, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa (Quarantore);
- ore 16.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, Ora santa (Quarantore);
- ore 18.00, in chiesa Madre, santa Messa;
- ore 19.00, in chiesa Madre, incontro di preghiera animato dal Rinnovamento nello Spirito.

Martedi 6 febbraio
- ore 09.30, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa (Quarantore);
- ore 16.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, Ora santa (Quarantore);
- ore 18.00, in chiesa Madre, santa Messa.

Mercoledi 7
febbraio
- ore 09.30, nella chiesa Madonna delle Grazie, santa Messa (Quarantore);
- ore 16.00, nella chiesa Madonna delle Grazie, Ora santa (Quarantore);
- ore 18.00, in chiesa Madre, santa Messa.

Giovedi 8
febbraio
- ore 09.30, nella chiesa Madonna delle Grazie, santa Messa (Quarantore);
- ore 16.00, nella chiesa Madonna delle Grazie, Ora santa (Quarantore);
- ore 18.00, in chiesa Madre, santa Messa.

Venerdi 9
febbraio
- ore 09.30, nella chiesa Madonna delle Grazie, santa Messa (Quarantore);
- ore 16.00, nella chiesa Madonna delle Grazie, Ora santa (Quarantore);
- ore 17.00 (sino alle 18.30), nell'oratorio di Via del Gesù, Carnevale 2018 (animato dai ragazzi dell'oratorio Ohana) per i ragazzi di 1^, 2^ e 3^ elementare;
- ore 18.00, in chiesa Madre, santa Messa;
- ore 19.00 (sino alle 20.30), nell'oratorio di Via del Gesù, Carnevale 2018 (animato dai ragazzi dell'oratorio Ohana) per i ragazzi di 4^, 5^ elementare e 1^ media.

Sabato 10
febbraio
- ore 08.45, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 09.30, in chiesa Madre, santa Messa (Quarantore);
- ore 17.00, in chiesa Madre, Ora santa (Quarantore);
- ore 18.30, in chiesa Madre, santa Messa prefestiva;
- ore 19.00 (sino alle 23.00), nell'oratorio di Via del Gesù, Carnevale 2018 per i giovani (animato dai ragazzi dell'oratorio Ohana).

Domenica 11
febbraio
- ore 08.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 10.00, nella chiesa san Rocco, santa Messa;
- ore 11.00, in chiesa Madre, santa Messa (Quarantore);
- ore 11.30, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 16.00, in chiesa Madre, Ora santa (Quarantore);
- ore 17.30, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa (con il cammino di fede per i fidanzati);
- ore 18.45, in chiesa Madre, santa Messa.

AVVISI

- Da giovedi 8 febbraio iniziano i 15 giovedi di santa Rita.

- Da mercoledi 24 gennaio sino a martedi 13 febbraio saranno celebrate le Quarantore durante le quali la santa Messa in chiesa Madre, da lunedi a venerdi, sarà celebrata alle ore 18.00:
   dal 24 al 26 gennaio a san Francesco (ore 09.30 santa Messa, ore 16.00 Ora Santa);
   dal 27 al 30 gennaio a san Rocco (ore 09.30 santa Messa, ore 16.00 Ora Santa);
   dal 31 al 2 febbraio al Purgatorio (ore 09.30 santa Messa, ore 16.00 Ora Santa);
   dal 3 al 6 febbraio alla Madonna del Carmelo (ore 09.30 santa Messa, ore 16.00 Ora Santa);
   dal 7 al 9 febbraio alla Madonna delle Grazie (ore 09.30 santa Messa, ore 16.00 Ora Santa);
   dal 10 al 13 febbraio in chiesa Madre (ore 09.30 santa Messa, ore 16.00 Ora Santa).

Continuano le attività di catechismo; leggi gli orari.

Orari delle Sante Messe in vigore dal 29/10/2017:

   Feriali:
   ore 08.45, chiesa Madonna del Carmelo
   ore 17.30, chiesa Madre

   Prefestivi:
   ore 18.30, chiesa Madre
   ore 20.15, chiesa San Francesco (animata dalle comunità neocatecumenali)

   Festivi:
   ore 08.00, chiesa Madonna del Carmelo
   ore 10.00, chiesa San Rocco
   ore 11.00, chiesa Madre
   ore 11.30, chiesa Madonna del Carmelo
   ore 17.30, chiesa Madonna del Carmelo
   ore 18.45, chiesa Madre
 

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


04/02/2018

Riflessioni. "Chiacchiere, chiacchiere, sempre chiacchiere dei politici"; di Antonio Pilato

 

Antonio Pilato
Antonio Pilato

Riflessione del prof. Antonio Pilato, docente di Filosofia e Scienze dell'Educazione, e Pittore.

*****

"Chiacchiere, chiacchiere, sempre chiacchiere dei politici.
Nessuno di questi politici, a meno di qualche eccezione, ritiene e sostiene, entro il quadro di questa democrazia liberale, come presupposto filosofico e metodologico un atteggiamento culturale di tipo relativistico e fallibilista, per il quale non esistono verità indiscutibili e valide una volta per tutte, valori assoluti realizzabili.
All’opposto, quasi tutti predicano da tutti i fronti e da qualsiasi altare o pulpito mediatico di possedere la verità ineccepibile, la terapia a tutti i mali, oscurando così, volutamente o ignorantemente, l’infondatezza di senso del linguaggio della comunicazione pragmatica.
Spetta a noi uomini della “piazza”, ma soprattutto ai giovani, che ormai si trovano assetati di lavoro in pieno deserto occupazionale e senza ancora la prospettiva di una via d’uscita, ascoltare attentamente, analizzare chirurgicamente i contenuti delle loro chiacchiere, e valutarle per il loro giusto peso fattibile, anche se sperato.
Le chiacchiere non curano, non pagano, anzi accrescono la paura (quella paura che il signor Renzi condanna come una sorta di pauperismo sociale predicato a qualche partito), la disperazione e soprattutto l’angoscia, che deriva dalla consapevolezza della limitatezza dell’agire e quindi il sentimento d’incertezza del risultato: “forse che sì, forse che no”.
E mentre i problemi si consolidano e si moltiplicano vertiginosamente, tutti questi politici presentano la loro faccia pulita, irradiata di  luce e sorriso, da fare invidia e anche rabbia a chi porta dentro e sopra la testa il macigno indissolubile della sofferenza, predicano promesse, promesse allo scopo di farsi una buona campagna elettorale, per salire sul carro del vincitore, dopo i risultati di marzo del 2018.
Ecco le sparate più forti:
- abolizione delle tassa sulla tv;
- salario minimo garantito;
- reddito di cittadinanza;
- aumento delle pensioni minime, potandole a 780,00 euro;
- cancellazione del Jobs Act;
- abolizione della legge Fornero;
- abolizione delle tasse universitarie;
- abolizione del bollo auto;
- via la noma d’obbligo dei vaccini;
- abolizione imu e “pace fiscale”.
Un memorandum che tornerà utile a urne chiuse, ma che tornerà a galla quando i partiti dovranno fare i conti con la realtà.
A futura memoria".

 

   

Antonio Pilato
 

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


03/02/2018

Politica. Maria Iacono (PD) candidata per il Senato: "Rappresentare al meglio questo territorio"

 

Maria Iacono
Maria Iacono

"Ho accettato la candidatura nel collegio senatoriale di Agrigento-Sciacca-Mazara del Vallo. So bene che è una sfida difficile ed ho consapevolezza delle polemiche che sono seguite alla scelta dei candidati".
Così, in un comunicato ufficiale, l'on. Maria Iacono - già Deputata nell'ultima legislatura - annuncia ufficialmente l'accettazione della candidatura per il Senato.
"Ho dato la mia disponibilità poiché credo di aver lavorato, in questi cinque anni, spendendomi al massimo delle mie possibilità per rappresentare al meglio questo territorio in parlamento e ritengo doveroso, come chi ha sempre pensato alla politica con spirito di servizio, cercare di continuare, con la stessa determinazione, gli stessi valori, il medesimo attaccamento alla mia terra, le tante battaglie per offrire occasioni di sviluppo e garantire i più deboli".
Sulle recenti vicende che hanno caratterizzato la formazione delle liste, l'on. Iacono commenta: "Mi dispiace che altri colleghi parlamentari del mio partito, con cui in questi anni abbiamo condiviso tanti momenti esaltanti, tante delusioni, ma anche tanti risultati positivi, non possano condividere, al pari di me, questa sfida e so benissimo che tanti altri, al mio posto, meriterebbero di concorrere a rappresentare il centrosinistra di questo territorio al Senato della Repubblica. È un onore che è toccato a me e le dinamiche che hanno determinato questa scelta non sono state certamente da me scelte. Al pari di altri ho sentito il dovere di non sottrarmi, di non condizionare il mio impegno alla garanzia dell'elezione nel collegio plurinominale, di ritenere che quanto da me fatto in parlamento potesse offrire agli elettori la possibilità di rinnovare la fiducia che ho sempre cercato di conquistare non solo a Roma, ma anche in ogni singolo comune di questo territorio, in un costante, faticosissimo ed esaltante impegno a contatto con migliaia di cittadini, di lavoratori, di amministratori locali, di giovani e di donne. Il mio desiderio più grande, al di là dell'esito di questa sfida, è quello di avere al mio fianco in questa campagna elettorale, anche coloro che, in queste ore stanno esprimendo tutto il loro disagio per le modalità con cui si è arrivati alla scelta dei candidati".
Un pensiero della candidata va anche ai componenti delle altre formazioni politiche: "Il nostro avversario rimangono le destre ed i nuovi e vecchi populismi, la nostra idea di una politica legata al rapporto quotidiano con i bisogni, le diseguaglianze, e le tante emergenze della nostra terra, rimane immutata. Non è col disimpegno, col malumore, con l'autolesionismo, che potremo far sentire meglio la nostra voce in futuro".
Con poche parole, l'on. Iacono riassume il suo percorso politico: "Con me porto una storia, un bagaglio di esperienze maturate come donna e madre alle prese con le difficoltà ed i problemi quotidiani, come lavoratrice dipendente, come Consigliere Comunale, Assessore, Sindaco di un piccolo comune, come militante e dirigente politico. Con me porto il sentire di una comunità politica, l'aspirazione di questa terra ad essere più libera, più florida, più giusta. Questo mese che ci separa dal voto segnerà forse la dignitosa conclusione di una splendida esperienza che ho vissuto in parlamento o forse la prosecuzione di un percorso che ci ha visti, in tanti anni, vincere sfide che sembravano impossibili. Affronterò questa campagna elettorale con la serenità e la determinazione che ho sempre speso per le cose in cui credo, ma, credetemi, sarà comunque importante farlo insieme, pensando positivamente, dimostrando che siamo più forti delle delusioni, degli ostacoli, delle difficoltà"
.
 
Redazione
3 febbraio 2018.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


03/02/2018

Salute. Progetto "Ti abbiamo a cuore": un defibrillatore salvavita a tutela dei cittadini di Grotte

 

Defibrillatore salvavita a tutela dei cittadini di Grotte

Defibrillatore salvavita a tutela dei cittadini di Grotte

Defibrillatore salvavita a tutela dei cittadini di Grotte


Defibrillatore salvavita a tutela dei cittadini di Grotte

Un defibrillatore semiautomatico è stato consegnato all’Amministrazione comunale ieri, venerdi 2 febbraio 2018, dalla Seus (società co-gestore del 118 in Sicilia).
L’adesione al progetto “Ti abbiamo a cuore”, attivamente sostenuta dal sindaco Paolino Fantauzzo, è stata promossa dall’Assessorato Regionale della Salute.
Un percorso, iniziato lo scorso maggio 2017, all'interno del quale il Comune ha promosso la formazione, con la partecipazione ad un apposito corso, di 5 dipendenti comunali: Salvatore Liotta (Ispettore Capo della Polizia Municipale), Giuseppe Figliola, Giuseppe La Mendola, Matteo Carlisi e Paolo Agrò; questi operatori potranno intervenire avendo già acquisito le nozioni di utilizzo del defibrillatore.
Lo strumento salvavita verrà dislocato dall'Amministrazione Comunale in un luogo agevole e facilmente raggiungibile sia dal personale formato, sia dagli operatori del 118 che da chiunque ne dovesse avere necessità di utilizzo.
L'iniziativa, che si colloca all’interno di un ampio programma di interventi a tutela della salute dei cittadini grottesi, è tra quelle che possono venire incontro ad un'emergenza per la quale un intervento immediato unito alla disponibilità di un defibrillatore può salvare una vita.
A prendere in consegna il defibrillatore, il vice sindaco Piero Castronovo, che ha firmato la relativa convenzione tra il Comune e la Seus per la quale era presente - assieme ad un operatore del 118 - Nicolò Piave, responsabile del progetto "Ti abbiamo a cuore" per le province di Enna, Caltanissetta ed Agrigento (nelle foto a lato, la firma della convenzione e la consegna del dispositivo).
Come tutti gli altri defibrillatori del progetto, anche quello consegnato al Comune di Grotte sarà registrato nel portale “Ti Abbiamo a cuore” al sito www.daesicilia.it, la banca dati regionale dei defibrillatori presenti in Sicilia.
Con la loro localizzazione, tramite georeferenziazione attraverso un’App potenzialmente “salvavita”, sarà possibile individuare in tempo reale il defibrillatore più vicino, visualizzare il percorso più breve per raggiungerlo e contemporaneamente contattare il 118.
  
Redazione
3 febbraio 2018
© Riproduzione riservata.
        

Defibrillatore salvavita a tutela dei cittadini di Grotte

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


03/02/2018

Attualità. Elezioni politiche: per l'estero il MAIE punta sul giornalista Leonardo Metalli

 

Leonardo Metalli
Leonardo Metalli

Elezioni Politiche: per l'estero il MAIE punta alla pole position con un personaggio trascinante, il noto giornalista Leonardo Metalli. A sostenerlo, decine di famosi artisti della musica e dello spettacolo italiani.

Sempre più vicina la data del 4 marzo che vedrà gli italiani impegnati ad eleggere il nuovo Parlamento; chiamati al voto saranno anche i nostri connazionali che si trovano all'estero. A poter votare nella Circoscrizione Estero saranno però soltanto coloro che sono iscritti all'AIRE, ossia l'Anagrafe degli Italiani Residenti all'Estero. Fra i vari partiti pronti ad accattivarsi i voti dei nostri emigrati vi è anche un movimento, il MAIE (Movimento Associativo Italiani all'estero), fondato in Argentina nel 2007 da Ricardo Antonio Merlo, di matrice principalmente culturale e sociale e dissociato dagli schemi classici di partito, volto esclusivamente alla valorizzazione ed alla promozione dell'identità degli italiani che vivono fuori dal Paese e alla difesa dei diritti loro e dei loro discendenti. I principi guida del MAIE si ravvisano fondamentalmente nella protezione a livello sociale dei migranti italiani, nella promozione della nostra cultura e della nostra lingua e nella costruzione del "Sistema Italia" nel mondo (cultura, commercio, turismo, scambi universitari, ecc.). Ed è allo scopo di raggiungere tali obiettivi che per questa tornata elettorale, tra gli altri, il movimento ha deciso di candidare un personaggio davvero trascinante, non politico ma altamente rappresentativo della cultura italiana, il noto giornalista Rai Leonardo Metalli (nella foto a lato, di © Ivana Sicurelli).
Metalli, candidato nella circoscrizione America del Nord e del Centro, è nato a Roma il 18 agosto 1966, ha studiato al DAMS di Bologna ed è giornalista professionista dal 1995. Dal 2005 inviato speciale Rai e attualmente in forza nella Redazione Cultura del Tg1. Una lunga e brillante carriera la sua, durante la quale ha sempre coltivato con passione la collaborazione con personaggi storici della televisione italiana, la divulgazione di cultura e spettacoli in Italia e all'estero. Dal 2000 lavora in distacco dal Tg1 a Rai1 come inviato negli Stati Uniti al programma “Italia che vai, mondo che trovi”, una serie creata da lui per raccontare le storie di grandi italoamericani negli Stati Uniti.
Inoltre è il fondatore e promotore della Digital Migration di Mad For Italy, piattaforma che racconta l’Italia in inglese e si auto-aggiorna attraverso i contributi di tutti i viaggiatori on-line e degli italiani che vivono fuori dal nostro paese e lo raccontano con passione.
Leonardo Metalli, ci racconta: "Ho aderito a questo movimento per portare avanti le nostre proposte culturali legate alla Digital Migration e alle nuove tecnologie che consentiranno di semplificare i rapporti tra Paesi e Istituzioni, rafforzare le reti consolari e dare nuovo impulso ai business italiani e quelli degli italiani all’estero. Diremo no alle tasse sulla prima casa degli Italiani all’estero e no a tutte le tasse di cittadinanza legate al rinnovo dei passaporti semplificando le richieste di cittadinanza italiana. Mentre diremo sì alla tessera Sanitaria, che è un diritto per gli italiani di tutto il mondo, sì alla riconquista del passaporto italiano per chi lo ha perso e per chi deve ancora averlo ed ancora sì a nuove risorse e impegno per le Comunità Cattoliche, vero punto di aggregazione delle nostre famiglie all’estero negli anni delle migrazioni e oggi punto di riferimento religioso e culturale".
Inoltre, il candidato che potrebbe trascinare il MAIE alla pole position per quanto riguarda gli eletti nel nord e centro America dal momento che la sua candidatura sta praticamente spopolando tra i più famosi artisti italiani che si sono schierati al suo fianco per sostenerlo, primo tra tutti il cantautore Gigi D'Alessio, ha continuato dicendo: "Mad For Italy (Pazzi per l’Italia) è il nostro slogan, portare la meravigliosa cultura italiana e i nostri artisti in tutto il mondo, chiedere agli imprenditori di sostenerli, fare squadra fuori dal Paese per essere più forti dell’Italia, tutti insieme possiamo essere migliori, uniti si vince!".
Certamente i buoni propositi, ricchi di genuinità e di entusiasmo, descritti da Leonardo Metalli, saranno di aiuto nella divulgazione della cultura e delle tradizioni di un'Italia che forse, più che mai, necessita di conservare e far conoscere a chi non ha mai visitato questa terra quanto di buono essa abbia ancora da offrire e di far sentire più vicino a casa chi, per scelta o per destino, l'ha dovuta lasciare ma sempre la porta nel cuore.
  
Ivana Sicurelli
3 febbraio 2018
© Riproduzione riservata.
        

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


02/02/2018

Ambiente. "Grotte Ricicla!": Scuola, Comune e Forze dell'Ordine insieme ai ragazzi per un futuro sostenibile

 


Vedi le foto

Per un futuro migliore ed uno sviluppo sostenibile, la strada che siamo chiamati a percorrere passa indiscutibilmente dal rispetto per l'ambiente che ci circonda, attraverso una costante e una corretta raccolta differenziata dei rifiuti da avviare al riciclo.
Questo è stato, in breve, il messaggio che l'Amministrazione comunale in perfetta sinergia con l'Istituto comprensivo "Angelo Roncalli" e con i Carabinieri della Stazione di Grotte hanno voluto dare agli alunni nel corso di un incontro che si è svolto ieri, lunedi 1 febbraio, nei locali della Scuola grottese.
Il primo appuntamento si è tenuto con i più piccini, al plesso della Scuola dell'Infanzia. Con un linguaggio semplice ed esaustivo il vice sindaco Piero Castronovo - accompagnato dall'assessore Giusy Cimino -, il Dirigente scolastico Anna Gangarossa ed il Maresciallo Alfonso Contrafatto hanno illustrato ai giovanissimi alunni le modalità per una corretta raccolta differenziata dei rifiuti, insistendo in particolare sulla raccolta della plastica. Ad accompagnare la spiegazione, un cartone dal titolo "Il riciclaggio dei rifiuti" interpretato dal personaggio di Peppa Pig, fumetto tanto amato dai fanciulli. I piccoli si sono esibiti in un brano corale sul riciclo dei rifiuti e le insegnanti hanno mostrato, con orgoglio, le creazioni che i loro bambini sono riusciti a realizzare utilizzando materiali altrimenti destinati alla discarica. Ai piccoli sono stati regalati magliette e cappellini di colore verde, offerti dal Comune, allo scopo di sensibilizzare ulteriormente le famiglie ad un corretto riciclo dei rifiuti domestici.
L'incontro successivo si è svolto al plesso "V. E. Orlando" che ospita le classi di scuola secondaria di primo grado. A coordinare gli interventi, il prof. Antonio Distefano, primo collaboratore del Dirigente scolastico. Anche agli alunni della scuola media sono stati donati magliette e cappellini verdi, indossati per l'occasione anche dal Vice Sindaco e dal prof. Distefano.
Il primo intervento, di cui proponiamo un estratto, è stato proposto dal vice sindaco Castronovo:
"Se Grotte è un paese che per la differenziata è conosciuto in tutta la Sicilia lo si deve a voi studenti; perché noi siamo venuti qui a scuola, abbiamo parlato con voi, e voi siete stato in grado di portare il nostro messaggio di raccolta differenziata e rispetto dell’ambiente ai vostri genitori, e quindi siamo stati in grado - grazie soprattutto a voi - di raggiungere nella differenziata livelli altissimi.
Anzitutto devo ringraziare il vostro Dirigente scolastico, perché ci dà sempre l’opportunità di promuovere queste iniziative con voi studenti. Grazie Signor Dirigente, anche a nome del sindaco Paolino Fantauzzo che doveva essere qui però ha avuto degli impegni istituzionali e non può essere presente con  noi.
Ringrazio il Maresciallo Comandate della Stazione Carabinieri, che è sempre presente laddove noi andiamo, e che rappresenta il rispetto delle Leggi, che è la cosa più importante.
Fare la differenziata significa salvaguardare l’ambiente ed anche la nostra salute. Dobbiamo differenziare tutti i materiali ma dobbiamo fare più attenzione ad uno di questi che selezioniamo a casa: la plastica.
La plastica è entrata nelle nostre abitudini senza che ce ne siamo accorti, perché magari costa poco. In un carrello della spesa, se ci facciamo caso, il 40% è plastica: involucri delle merendine, bottiglie dell’acqua, il confezionamento della carne, della pasta…
Quando non facevamo la differenziata, tutta la plastica andava a finire in discarica, dove si ammassavano tutti i nostri rifiuti.
In discarica, la plastica viene degradata da diversi microrganismi e rilascia delle sostanze nocive che penetrano nel terreno, vanno a finire nelle falde acquifere e di seguito nell’acqua che beviamo o che bevono gli animali che mangiamo, quindi a noi arrivano sostanze nocive per la salute.
Sono venuti qua per chiedervi un aiuto, e ve lo chiediamo anche attraverso il concorso ‘Grotte Ricicla’ che abbiamo fatto insieme con la scuola, quello in cui si vince un tablet; perché accade ancora, tra le nostre abitudini domestiche, che non tutta la plastica venga selezionata e consegnata il mercoledi. Questo avviene perché, siccome la nostra plastica non è pulitissima - e noi abbiamo detto che la plastica deve essere ‘sufficientemente pulita’ per essere differenziata - molta gente il piatto di plastica sporco di sugo lo getta nella indifferenziata; invece il piatto sporco basta pulirlo anche semplicemente con un tovagliolo, e metterlo nella plastica, perché se la plastica si ricicla crea meno inquinamento e meno problemi alla nostra salute.
Il rifiuto indifferenziato non è tutto quello che produciamo a casa, è tutto quello che rimane dopo aver fatto una corretta selezione dei rifiuti.
Il concorso ‘Grotte Ricicla’ cosa vi chiede?
Vogliamo delle idee, da parte vostra; tutti quelli che aderiranno ci diano un’idea che possa convincere i genitori a differenziare bene la plastica: un disegno, un volantino, un tema… mettete tutto sulla pagina facebook ‘Grotte ricicla’; l’autore dell’idea che riceverà più ‘mi piace’, vincerà un bellissimo tablet
".
Nel concludere l'intervento, Piero Castronovo ha presentato un video tratto dalla trasmissione di Rai3 "Report" sul tema "L’età della plastica".
Al termine del filmato la dott.ssa Anna Gangarossa, Dirigente scolastico, ha così preso la parola proponendo agli alunni il concetto di "sviluppo sostenibile":
"Grazie a voi, grazie Assessore per questa lezione - ‘professore Castronovo’ - permettetemi di chiamarlo così oggi.
A noi le classi aperte piacciono, oggi abbiamo fatto una lezione all’aperto, non solo fuori dalle classi ma anche aperte al territorio, grazie ai nostri graditi ospiti che ci hanno guidati nel commentare i rischi che corriamo quotidianamente.
Il video che ci è stato proposto è abbastanza inquietante e ci fa riflettere su quanto è alto il rischio di inquinamento ambientale.
E allora noi cosa possiamo fare?
Voi siete i cosiddetti ‘nativi ambientali’ e siete quelli che subiscono le scelte che sinora sono state fatte dalle generazioni che vi hanno preceduto, ma è anche vero che voi, proprio perché siete giovani, e perché un giorno sarete i dirigenti, i manager, voi più di noi dovete sapere quali sono i rischi e quanto sono alte le responsabilità che ci chiamano a fare scelte intelligenti.
Sviluppo sostenibile significa questo: vivere l’educazione ambientale, la consapevolezza che noi tutti assieme, cittadini del mondo, non ci possiamo più permettere di fare un uso così intensivo delle nostre risorse, perché non sono più infinite, perché il pianeta è nostro e lo dobbiamo salvaguardare.
E questo - ci è stato suggerito dall’Assessore - a cominciare dalla raccolta differenziata, a cominciare dal rispetto per tutto quello che ci circonda.
La plastica va pulita, sciacquata con un minimo di attenzione e può essere riciclata; questo comportamento non risolverà immediatamente tutti i problemi ma a lungo tempo ci permetterà di fare qualche passo in avanti.
Noi diciamo che il nostro futuro ce lo immaginiamo, e ci crediamo, perché come Scuola, come Comune, come enti locali, come territorio, tutti quanti vogliamo fare la nostra parte perché vogliamo uno sviluppo sostenibile.
Nella nostra piccola famiglia che si chiama Scuola già la facciamo, la raccolta differenziata; siamo ormai molto attenti.
E mi auguro che questo modo di fare, questo ‘costume’ ormai lo dovete indossare e lo dobbiamo indossare in maniera permanente per la vita, non come un’occasione, un’opportunità casuale, ma come un vestito che ormai ci appartiene. Un modo di procedere che non può essere più un tema produttivo tradizionale, ma una produzione attenta a questa nuova economia.
Noi ci assumiamo questo impegno, come cittadini di Grotte, come cittadini d’Italia, come cittadini d’Europa, come cittadini del mondo.
Siamo contenti di partecipare a questo concorso perché ci dà anche la possibilità di avere un premio - poi vedremo chi sarà il vincitore - ma tutti ci impegneremo e porteremo le informazioni nelle nostre case, nelle nostre famiglie.
Se qualche genitore e qualche nonno non sa, ci sarete voi, ad informare perché voi sapete"
.
Negli angoli dell'ampio atrio interno del plesso "V. E. Orlando", in evidenza, numerosi variopinti contenitori destinati alla differenziata, realizzati dagli alunni della Scuola, e nelle prime file diversi cartelloni sul tema; argomento interdisciplinare trattato con impegno da tutti i docenti nel corso degli ultimi anni scolastici.
Nel suo breve ma incisivo intervento, il Maresciallo Alfonso Contrafatto, Comandante della
Stazione Carabinieri di Grotte, ha ricordato ai giovani studenti che l'inosservanza delle norme sulla corretta raccolta differenziata comporta l'applicazione di sanzioni amministrative di non lieve entità, facilmente evitabili con un comportamento corretto e rispettoso dell'ambiente.
La commissione del concorso "Grotte Ricicla", formata dal
Dirigente Scolastico, dal prof. Distefano, dal Sindaco, dall'Assessore all'Ambiente e dal Dirigente dell’Area LL.PP. Servizi Manutentivi ed Ambiente del Comune, si riunirà il prossimo giovedi 8 febbraio per costatare il nominativo del vincitore, cioè lo studente il cui elaborato avrà ricevuto il maggior numero "mi piace" sulla pagina facebook "Grotte Ricicla".
Pubblichiamo alcune immagini della manifestazione (50 foto di © Associazione Culturale "Punto Info").
  
Carmelo Arnone
2 febbraio 2018
© Riproduzione riservata.

"Grotte Ricicla!" - Incontri al "Roncalli" (Foto) Visita l'argomento
  

 

         

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook

www.rotte.info

Copyright © 2002-2018