www.rotte.info: periodico indipendente d'informazione del paese di Grotte (provincia di Agrigento).

Grotte.info Quotidiano - Aprile 2019

Home

>

Notiziario

>

Aprile 2019

 

20/04/2019

Ambiente. Lotta al volantinaggio indiscriminato, contro il degrado ambientale; ordinanza del Sindaco

 

Ordinanza sindacale contro il volantinaggio abusivo
Volantinaggio

Il volantinaggio casa per casa è un utile strumento pubblicitario, se adottato con criterio; altrimenti diviene fastidioso elemento di disturbo e ingombro nelle cassette postali o nelle abitazioni dei cittadini, nonché ammasso informe di cartaccia per le vie dei paesi.
Ad indirizzare correttamente l'utilizzo di questo strumento a disposizione delle aziende ci aveva già provato l'Amministrazione Fantauzzo, con l'ordinanza n° 8 del 21 febbraio 2017.
Adesso ci riprova con una nuova ordinanza (leggi l'ordinanza) il sindaco Alfonso Provvidenza, attraverso una "Regolamentazione della distribuzione di volantini, manifesti o altro materiale pubblicitario al fine di prevenire il degrado ambientale e altri divieti per l'igiene e il decoro urbano".
La nuova ordinanza sindacale n° 6 del 15 aprile 2019 prevede:
1) la distribuzione di dépliant commerciali "porta a porta" esclusivamente quale deposito degli stessi nelle cassette della posta dei residenti e/o condominiali. La distribuzione potrà avvenire solamente ove queste ultime siano idonee a contenere per dimensione e quantità detti materiali. I dépliant commerciali non devono fuoriuscire in misura tale da cadere all'esterno delle cassette stesse;
2) il volantinaggio potrà essere effettuato nella giornata del martedi;
3) è fatto assoluto divieto di distribuire volantini, dépliant, manifesti, opuscoli pubblicitari o altro materiale pubblicitario sotto le porte di accesso e nelle cassette postali ove è evidenziato il divieto di deposito di detto materiale e sui parabrezza dei veicoli;
4) il volantinaggio potrà essere altresì effettuato solo se la ditta e/o gli incaricati delle operazioni di volantinaggio, almeno 3 giorni prima, hanno segnalato la data del giorno di volantinaggio al Comando di Polizia Municipale e l'itinerario che seguiranno nella distribuzione dei volantini nonché trasmessa la ricevuta di pagamento dell'imposta comunale di pubblicità;
5) in occasione di manifestazioni politiche, sindacali, religiose, celebrative, ecc. potranno essere distribuiti volantini nell'ambito delle manifestazioni autorizzate su aree pubbliche ai cittadini che si dimostrino interessati;
6) è fatto divieto a tutte le aziende o privati cittadini di effettuare pubblicità mediante volantinaggio e/o affissione di manifesti sui pali dell'illuminazione pubblica, sui pali della segnaletica stradale, sui muri delle abitazioni private o comunque su strutture murali non regolarmente autorizzate in tutto il territorio Comunale;
7) il volantinaggio potrà essere effettuato solo a seguito del pagamento dell'imposta comunale di pubblicità;
8) sono escluse dai citati divieti le attività di volantinaggio per comunicazione di pubblica utilità effettuate dall'amministrazione pubblica o da altri enti o aziende pubbliche rivolte alla cittadinanza o all'utenza per gravi e comprovati motivi;
9) il divieto di depositare rifiuti o materie di qualsiasi specie, insudiciare e imbrattare comunque la strada e le sue pertinenze;
10) il divieto di insozzare la strada o le sue pertinenze gettando rifiuti o oggetti dai veicoli in sosta o in movimento.
Ai divieti, l'ordinanza fa seguire le sanzioni:
- il personale che diffonde volantini e/o affigge manifesti e/o opuscoli pubblicitari in qualità di trasgressore, le aziende commissionanti e commissionarie in qualità di obbligate (salvo che il fatto sia previsto dalla legge come reato o costituisca illecito amministrativo più grave), è soggetto alla sanzione amministrativa da euro 50,00 a euro 500,00 oltre al rimborso spese per il ripristino dello stato dei luoghi;
- chiunque deposita rifiuti sulla strada è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 26,00 a euro 102,00 oltre al rimborso spese per il ripristino dello stato dei luoghi;
- chiunque getta sulla strada rifiuti da veicoli in sosta o in movimento è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da euro 108,00 a euro 434,00 oltre al rimborso spese per il ripristino dello stato dei luoghi.
Per mantenere il paese pulito, il Sindaco chiede la collaborazione dei cittadini; sia nel contribuire concretamente a non gettare rifiuti nelle strade urbane ed extraurbane, sia segnalando eventuali comportamenti in contrasto con le prescrizioni dell'ordinanza, semplicemente con una telefonata al Comando di Polizia Municipale (al  numero 0922.944197)
.
  
Carmelo Arnone
20 aprile 2019
© Riproduzione riservata.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


20/04/2019

Politica. Messaggio di auguri Pasquali del Movimento 5 Stelle di Grotte

 

M5S: Buona Pasqua
Auguri

Il Movimento 5 Stelle di Grotte, con il messaggio che pubblichiamo di seguito, rivolge ai concittadini gli auguri in occasione delle festività Pasquali.

*****

"Le campane suonano a festa e dentro ai cuori ricolmi di gioia si accende una luce splendente che ci mostra la giusta via.
Tanti auguri di buona Pasqua".

 

   

Movimento5Stelle Grotte
 

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


20/04/2019

Letture Sponsali. "Il vuoto della tomba riempie il cuore titubante"

 

Amore Sponsale
Nozze di Giuseppe e Maria

Le "Letture Sponsali" sono uno strumento sperimentale che offre gratuitamente una prospettiva sponsale alle letture della liturgia domenicale. Sono curate dal gruppo "Amore è..." (vedi il sito ufficiale), attivo dal 2006 nella diocesi di Palermo, per favorire un momento di riflessione all'interno delle coppie e nelle comunità ecclesiali. Le letture (scarica il foglietto della domenica) sono commentate da fidanzati e sposi (tra cui i grottesi Vera e Francesco).

*****

La Pasqua di Risurrezione è una Pasqua dai segni "minimi".
Se ci riflettiamo e leggiamo attentamente il brano evangelico, quasi si può dire che non succede assolutamente nulla: una donna, una discepola di Gesù, scopre che la pietra che chiudeva il sepolcro è divelta, va a chiamare i discepoli.
Sono Giovanni e Pietro ad accorrere.
Il primo è "figura", metafora, dell'amore che intuisce, dell'innamoramento, quello che ti fa correre d'istinto: infatti arriva per primo, ma Giovanni non entra; è Pietro il primo ad entrare, egli rappresenta la Chiesa, la colonna, la fermezza, il magistero.
Ma di segni ce ne sono pochi, un velo scomposto, un corpo che manca.
Non c'è nulla di eclatante. Questo è quello che ci chiede Gesù.
Una fede fondata non sull'eclatante, su grandi segni meravigliosi, ma la fede nel Risorto, nel vero Dio vivente.
Gloria e Lucian
o

Punto chiave. “E vide e credette”.
Oggi è il giorno della Gioia. Il più bello tra i giorni. Oggi Cristo è risorto. La Sua Gloria è piena e perfetta.
E tutto comincia con un’assenza.
Maria di Magdala, Simon Pietro e un altro discepolo, “quello che Gesù amava”, si recano al sepolcro al mattino, quando è ancora buio.
La pietra è spostata. Il corpo non c’è. L’hanno portato via. Questa è la conclusione immediata.
Quando una cosa non si vede, semplicemente, non c’è. O forse non è così.
E se l’assenza del corpo di Gesù all’interno del sepolcro fosse invece la prova più inattaccabile della Suo esserci per noi?
Per sempre: “Il suo amore è per sempre” dice il Salmo. Il vuoto della tomba riempie il cuore titubante di coloro che arrivano.
Di tutti noi. “Sono risorto. E sono sempre con te”… questo oggi ci dice Gesù. Ancora.
Egli ci offre la Sua mano. E oggi davvero tutti noi possiamo stringerla.
Barbara e Adrian
o
  
Redazione
20 aprile 2019.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


19/04/2019

Ambiente. Calendario della raccolta differenziata nei festivi del 22 aprile (Pasquetta) e del 25 Aprile

 

raccolta differenziata porta a porta

L'Amministrazione comunale di Grotte (Servizio Raccolta Differenziata dei Rifiuti) ha diffuso un comunicato con il quale avvisa i cittadini che lunedi prossimo 22 aprile (Pasquetta) si svolgerà regolarmente la consueta raccolta differenziata porta a porta. Il successivo giovedi 25 aprile (Festa della Liberazione) la raccolta porta a porta non ci sarà.
Nel comunicato si chiede ai cittadini di non esporre i rifiuti nelle ore serali della Domenica di Pasqua.
Questo il testo della nota:
"Si avvisa la cittadinanza che nella giornata di lunedi 22/04/2019 (Pasquetta) la raccolta dei rifiuti sarà regolarmente effettuata.
Si invitano i cittadini a non esporre i rifiuti nelle ore serali della domenica di Pasqua.
Si avvisa, altresì, che nella giornata di giovedi 25 aprile 2019 la raccolta non verrà effettuata".
  
Redazione
19 aprile 2019.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


19/04/2019

Pasqua 2019. "Iuovidi Ssantu"; di Giancarlo Bonsignore

 

Calvario
Calvario

Dopo quello sulla Domenica delle Palme, torna Giancarlo Bonsignore a mostrarci un altro "affresco", appuntamento immancabile della Settimana Santa grottese: il Giovedi Santo (anzi, "lu Iuòvidi Ssàntu").

*****

“IUOVIDI SSANTU”

Sorgono la mattina i primi universitari, emigrati, "pentiti" di Grotte.
Tra-montano il pomeriggio le ultime bancarelle.
Cala la sera.
Passeggiate in costume apostolare.
Mal celata indifferenza.
Niente calzamaglia, c'è la lavanda.
"Prova sà sà prova.."
"Iiii-iiiisra-ell...".
Rami d'ulivo, pane, vino, fuocherello... tutto a posto.
Benedizione.
"Maestro...".
"...voglio dell'amore mio, mostrarvi l'ultimo eccesso".
"Calicepermepienodamarezza!"
Lo staff sbircia in scena dalle quinte.
Cristo è arrestato.
Pietro ha rinnegato.
Giuda si è impiccato.
I bimbi in prima fila raccolgono i "trenta denari" gettati.
Si apre tra la ressa il portone della Matrice.
Si apre dall'emozione il cuore!
Si apre la fotocamera.
Marcia: Quaranta.
Sguainata, lancia tesa e mano nella pettorina.
Luccichìo di smartphone.
Urna ni lu chianu: annacamu.
Mantellina di raso rossa, capelli ben sistemati.
Cambio foto nei profili social.
Cambio spalla del portatore.
Cambia banda e marcia: Cristo alla Colonna.
La lancia da terra, batte e torna su, come prima.
Squilli di tromba.
Colpi di cassa.
Controcanto di flicorno.
Dal fondo il rumore dei motori delle bancarelle.
Calca alle scale di Padre Vinti.
Disposti per salire rapidi al Calvario.
Marcia: 37
Sguainata.
Ammuttamu.
Devozione d'occasione e deposizione.
Rientra solitaria e vuota l'urna.
Rientra stanca la banda.
Rientro rifocillante ai bar.
Un caffè.
Un cornetto.
"Un panino col prosciutto! ...ah no, è già venerdì".
Viaggio al calvario.
Prummisioni.
Calze spesse in spugna.
Rosario timido alla cappelletta.
Agghiorna lu venniri matinu.
  

                    Giancarlo Bonsignore
                           © Riproduzione riservata.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


18/04/2019

Volontariato. Pietro Zucchetto in udienza privata da Papa Francesco, con una delegazione AIDO

 

Pietro Zucchetto e Papa Francesco
Zucchetto e il Papa

Udienza privata da Sua Santità Papa Francesco
Pass

Sala Clementina
Logo AIDO

Sala Clementina
Sala Clementina

Sala Clementina
Sala Clementina

Sala Clementina
Sala Clementina

Sabato 13 aprile 2019, alle ore 12.00 in Vaticano presso la Sala Clementina, Pietro Zucchetto (referente del Gruppo comunale AIDO "Elisa Zucchetto" di Grotte), insieme ad una folta delegazione AIDO, è stato ricevuto in udienza privata da Sua Santità Papa Francesco. La delegazione dell'Associazione Italiana per la Donazione di Organi tessuti e cellule era formata da circa 500 persone provenienti da tutte le Regioni d'Italia, tra cui 20 provenienti dalla Sicilia.
Al termine dell'udienza Papa Francesco ha voluto salutare singolarmente tutti i partecipanti, scambiando con ciascuno qualche breve frase (nelle foto a lato, alcuni momento dell'incontro).
Di seguito, il discorso pronunciato dal Santo Padre in occasione dell'udienza.

"Cari fratelli e sorelle, buongiorno!
Sono lieto di accogliere tutti voi, volontari dell’Associazione Italiana Donatori di Organi (AIDO), qui convenuti in rappresentanza di migliaia di persone che hanno scelto di testimoniare e diffondere i valori della condivisione e della donazione, senza nulla chiedere in cambio. Vi saluto tutti cordialmente e ringrazio la vostra Presidente, dott.ssa Flavia Petrin, per le parole con le quali ha introdotto questo incontro.
Gli sviluppi della medicina dei trapianti hanno reso possibile donare dopo la morte, e in certi casi anche in vita (come ad esempio nel caso del rene), degli organi per salvare altre vite umane; per conservare, recuperare e migliorare lo stato di salute di tante persone malate che non hanno altra alternativa. La donazione degli organi risponde ad una necessità sociale perché, nonostante lo sviluppo di molte cure mediche, il fabbisogno di organi rimane ancora grande. Tuttavia il significato della donazione per il donatore, per il ricevente, per la società, non si esaurisce nella sua “utilità”, trattandosi di esperienze profondamente umane e cariche di amore e di altruismo. La donazione significa guardare e andare oltre sé stessi, oltre i bisogni individuali e aprirsi con generosità verso un bene più ampio. In questa prospettiva, la donazione di organi si pone non solo come atto di responsabilità sociale, bensì quale espressione della fraternità universale che lega tra loro tutti gli uomini e le donne.
A tale proposito, il Catechismo della Chiesa Cattolica insegna che «La donazione di organi dopo la morte è un atto nobile e meritorio ed è da incoraggiare come manifestazione di generosa solidarietà» (n. 2296). In virtù della intrinseca dimensione relazionale dell’essere umano, ciascuno di noi realizza sé stesso anche attraverso la partecipazione alla realizzazione del bene altrui. Ogni soggetto rappresenta un bene non solo per sé, ma per l’intera società; da qui il significato dell’impegno per il conseguimento del bene del prossimo.
Nella Lettera Enciclica Evangelium vitae, San Giovanni Paolo II ci ha ricordato che, tra i gesti che concorrono ad alimentare un’autentica cultura della vita «merita un particolare apprezzamento la donazione di organi compiuta in forme eticamente accettabili – questo va sottolineato –, per offrire una possibilità di salute e perfino di vita a malati talvolta privi di speranza» (n. 86). Per questo è importante mantenere la donazione degli organi come atto gratuito non retribuito. Infatti, ogni forma di mercificazione del corpo o di una sua parte è contraria alla dignità umana. Nel donare il sangue o un organo del corpo, è necessario rispettare la prospettiva etica e religiosa.
Per quanti non hanno una fede religiosa, il gesto verso i fratelli bisognosi chiede di essere compiuto sulla base di un ideale di disinteressata solidarietà umana. I credenti sono chiamati a viverlo come un’offerta al Signore, il quale si è identificato con quanti soffrono a causa della malattia, di incidenti stradali o di infortuni sul lavoro. È bello, per i discepoli di Gesù, offrire i propri organi, nei termini consentiti dalla legge e dalla morale, perché si tratta di un dono fatto al Signore sofferente, il quale ha detto che ogni cosa che abbiamo fatto a un fratello nel bisogno l’abbiamo fatta a Lui (cfr Mt 25,40).
È importante, quindi, promuovere una cultura della donazione che, attraverso l’informazione, la sensibilizzazione e il vostro costante e apprezzato impegno, favorisca questa offerta di una parte del proprio corpo, senza rischio o conseguenze sproporzionate, nella donazione da vivente, e di tutti gli organi dopo la propria morte. Dalla nostra stessa morte e dal nostro dono possono sorgere vita e salute di altri, malati e sofferenti, contribuendo a rafforzare una cultura dell’aiuto, del dono, della speranza e della vita. Di fronte alle minacce contro la vita, cui dobbiamo purtroppo assistere quasi quotidianamente, come nel caso dell’aborto e dell’eutanasia - per menzionare soltanto l’inizio e la fine della vita -, la società ha bisogno di questi gesti concreti di solidarietà e di amore generoso, per far capire che la vita è una cosa sacra.
Vi incoraggio a proseguire nei vostri sforzi di difendere e promuovere la vita, attraverso i mezzi meravigliosi della donazione degli organi. Mi piace ricordare le parole di Gesù: «Date e vi sarà dato: una buona misura, pigiata, colma e traboccante - non risparmia gli aggettivi qui il Signore - vi sarà versata nel grembo» (Lc 6,38). Riceveremo la nostra ricompensa da Dio secondo l’amore sincero e concreto che abbiamo mostrato verso il nostro prossimo.
Il Signore vi sostenga nei vostri propositi di bene.
Da parte mia, vi accompagno con la mia umanità e la mia benedizione.
Grazie".
Papa Francesco.
  
Carmelo Arnone
18 aprile 2019
© Riproduzione riservata.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


18/04/2019

Pasqua 2019. Mostra di pittura "Caravaggio in bianco e nero", di Diego Infantino; dal 18 al 21 aprile

 

Mostra di pittura "Caravaggio in bianco e nero"
Mostra

Diego Infantino, autoritratto
Diego Infantino

Sarà in esposizione gratuita al pubblico della Settimana Santa grottese, da giovedi 18 a domenica 21 aprile 2019, presso la chiesa del Purgatorio, la mostra di pittura di Diego Infantino dal titolo "Caravaggio in bianco e nero".
L'iniziativa è patrocinata dall'assessorato alla Cultura del Comune di Grotte.
Le opere, 20 riproduzioni in "tecnica mista" delle più celebri pitture a tema sacro di Caravaggio, saranno visibili dal Giovedi Santo alla Domenica di Pasqua, dalle ore 16.30 alle ore 23.00.
Diego Infantino, classe 1962, dal 1978 - appena sedicenne - si dedica all'arte. Tra le sue "personali" ricordiamo: 1990, Grotte; 1998, Racalmuto (Auditorium Santa Chiara); 2007, Canicatti (Spazio Arte); 2018, Grotte (Chiesa del Purgatorio).
Nel 1990, la sua prima prestazione artistica nell'Aula Consiliare di Grotte fu presentata a cura del dott. Salvatore Bellavia.
Ne pubblichiamo il testo.
"Non ritengo d'essere la persona più adatta a fare la presentazione di una mostra di pittura: so di non possedere gli strumenti culturali necessari per potere entrare nel merito della tecnica pittorica usata dall'artista.
Tuttavia ho voluto cimentarmi, pur essendo sprovveduto di capacità critiche, su un terreno per me quasi ignoto non per presunzione, ma perché sorretto da una "Speranza": a Grotte si ricomincia a fare cultura!
Il segno di questo rinato interesse per le cose dell'arte appare, a mio parere, tanto più forte se consideriamo che ad invitarci a riflettere sulle cose dell'arte e della cultura in genere, è un giovane che pur essendo di temperamento socievole come pittore ha vissuto sempre fuori da qualsiasi forma di esibizionismo: come tutti gli artisti veri ha temperato i sacri furori dell'arte con l'ironia e con una sorta di civetteria sorniona.
Da anni sapevo dell'amore di Diego Infantino per la pittura; sapevo delle sue timidezze e dei suoi turbamenti: quando, in più occasioni, gli amici lo hanno invogliato a organizzare una mostra dei suoi lavori, Diego Infantino si é sottratto a queste affettuose sollecitazioni chiudendosi in un silenzio eloquente, oppure, e questo capitava più spesso, nascondeva il suo imbarazzo dietro una battuta di spirito o un micidiale sberleffo.
L'Artista, e questo e un caso molto raro, non è vanitoso!
Diego Infantino pur credendo fortemente in ciò che quotidianamente elabora e realizza preferisce vivere in solitudine e lontano da ogni ribalta.
Oggi, finalmente, con un atto di dolce violenza i suoi amici lo hanno costretto ad uscire dal suo laboratorio, e Grotte potrà apprezzare l'opera di un autentico artista.
L'autore è dotato di grande e forte personalità, ma anche una calda dolcezza di animo: il personaggio rappresentato resta integro: solo amorevolmente sottolineato in un vezzo, in un sorriso, in uno sguardo.
Alle volte sembra che il ritratto guardi con incantata meraviglia l'Autore, e a me piace pensare che lo ringrazi.
Guardando i ritratti si sente che Diego Infantino ama i personaggi che dipinge, ma li ama di un amore discreto non invadente: non altera il tratto somatico, non fa psicologismo.
Ogni suo ritratto è un inno all'intelligenza e alla vita".
Salvatore Bellavia

  
Redazione
18 aprile 2019.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


18/04/2019

Politica. On. Rosalba Cimino (M5S): "Con decreto Emergenze attenzione anche per i produttori siciliani"

 

On. Rosalba Cimino
On. Rosalba Cimino

Dichiarazione dell'on. Rosalba Cimino (in una nota congiunta con i deputati siciliani Antonio Lombardo, Maria Marzana e Dedalo Pignatone), deputata del Movimento 5 Stelle alla Camera e componente della XIII Commissione Agricoltura, sul "decreto Emergenze".

*****

"Il decreto emergenze agricole appena approvato alla Camera introduce norme importanti per il settore ovino-caprino e agrumicolo della Sicilia.
Anche grazie al nostro lavoro in commissione Agricoltura, veniamo incontro alle esigenze di numerosi operatori della nostra Regione.
Il provvedimento approvato alla Camera stanzia 10 milioni di euro per il 2019 destinato a sostenere i contratti di filiera e promuovere gli interventi di regolazione dell'offerta di formaggi ovini DOP, in modo da favorire la competitività nel settore.
Con altri 5 milioni di euro si copre poi il costo degli interessi sui mutui bancari contratti entro il 31 dicembre 2018.
Un importante intervento per il settore lattiero-caseario è il sistema di monitoraggio e tracciabilità del latte prodotto, che consentirà di tenere sotto controllo le dinamiche della domanda e dell’offerta insieme a quelle dell’import-export e ai quantitativi della produzione.
L’attenzione del Movimento 5 Stelle e del Governo si è concentrata anche sul settore agrumicolo: ogni produttore vedrà coperti i costi sostenuti per gli interessi dovuti per il 2019 sui mutui bancari in misura commisurata alla produzione degli ultimi tre anni, anche in questo caso per un ammontare complessivo di 5 milioni di euro.
A ciò si aggiunge l’incremento di 20 milioni di euro per il 2019 della dotazione del Fondo di solidarietà nazionale - interventi indennizzatori, finalizzato a sostenere e promuovere i settori agroalimentari in crisi.
Sappiamo che in Sicilia e nel Paese sono tante le emergenze da risolvere e con il Ministero dell’Agricoltura siamo già al lavoro per affrontarle e superarle.
La nostra attenzione continuerà ad essere massima e costante: siamo e continueremo ad essere accanto agli agricoltori e ai pastori siciliani
".
  

  

   

Rosalba Cimino
Deputata M5S Camera
 

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


17/04/2019

Iniziative. Ringraziamento a Salvatore Milano, dalla Famiglia Costanza, per il gentile omaggio

 

Ringraziamento a Salvatore Milano, dalla famiglia Costanza
"Costanza"

Gentile il pensiero di Salvatore Milano, Direttore emerito della Biblioteca comunale di Grotte, nei confronti della Famiglia Costanza, titolare della ditta "Euro Alimenti dei F.lli Costanza": realizzare e donare una pergamena nella quale è riportata l'interpretazione del patronimico. Nel caso in particolare, nella descrizione, significativo e calzante è l'aggettivo "perseverante"; ad indicare la capacita dei fratelli Costanza di far crescere, nel giro di pochi anni, la loro attività commerciale sino a farla divenire un punto di riferimento nazionale nell'importazione, lavorazione e distribuzione degli alimenti. Attività che si presenta oggi come una delle diverse imprese grottesi che favoriscono la crescita economica del territorio e meglio rappresentano lo spirito imprenditoriale degli abitanti di Grotte. Di seguito, le parole di ringraziamento.

*****

"Caro Salvatore,
anzitutto a te va il nostro elogio per aver saputo individuare racchiudere in poche righe l'essenza della nostra Famiglia, così come è descritta dal nostro cognome.
Da una persona di cultura come te - da sempre a contatto con i libri, dapprima a livello professionale come Direttore della Biblioteca comunale e poi a livello di passione come Presidente del Laboratorio Teatrale "Luchino Visconti", ottimo "lettore" e splendido interprete - non ci potevamo attendere di meno.
Ti ringraziamo, come Famiglia e come ditta "Euro Alimenti" per l'omaggio davvero inatteso e gradito".
  

 

   

A nome della "Euro Alimenti dei F.lli Costanza"
Giacomo Costanza
 

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


16/04/2019

Attualità. "Ieri mi sono sentita francese"; di Ermelinda Salvaggio

 

Incendio della Cattedrale di Notre Dame, a Parigi
Notre Dame

Ho visto le dirette dell'incendio di Notre Dame e ho sentito le urla dei francesi mentre cadeva la guglia.
Sono rimasta affascinata dal loro silenzio, dalla loro compostezza, dal loro profondo dispiacere.
Nessuno pensava a dare la colpa a nessuno, e nessuno "della gente comune" contestava l'operato o proponeva soluzioni; tutti erano sinceramente addolorati e fiduciosi nel fatto che i pompieri stavano facendo del loro meglio.
Ho amato la forza dei francesi, che dopo aver visto le macerie si sono detti: "Ok, adesso ci sbracciamo e da domani la ricostruiamo".
Ho adorato la raccolta fondi che subito hanno messo in piedi, dai miliardari alla gente comune.
Ho amato la loro spontanea partecipazione alla raccolta fondi senza l'ombra o il pensiero sottile di qualcuno che insinua: "Chissà se questi soldi arriveranno a destinazione!".
Io ieri mi sono sentita francese, e mi è piaciuto.
  
Ermelinda Salvaggio
16 aprile 2019
© Riproduzione riservata.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


16/04/2019

Cultura. Giuria Popolare del Premio "Racalmare - Leonardo Sciascia"; richieste entro il 31 maggio

 

Premio Letterario "Racalmare - Leonardo Sciascia - Città di Grotte"
Premio Racalmare

Proseguono i lavori in preparazione alla XXX edizione del Premio Letterario InternazionaleRacalmare - Leonardo Sciascia - Città di Grotte”.
Già lo scorso 5 febbraio la Giunta municipale aveva nominato la Giuria Tecnica ed approvato le "Linee guida" del Premio (leggi la deliberazione di Giunta, con l'atto di nomina e le "Linee guida"). Con un avviso pubblico diramato nei giorni scorsi, a firma del sindaco Alfonso Provvidenza e dell'assessore alla Cultura Annamaria Todaro, si informavano i cittadini che tutti gli interessati possono presentare richiesta per far parte della Giuria Popolare del Premio.
Unico requisito è quello di aver un'età superiore a 16 anni (compresi). Le richieste (in forma semplice: nome e cognome, data di nascita, residenza, richiesta di far parte della Giuria Popolare della XXX edizione del Premio) indirizzate al Sindaco di Grotte, possono essere presentate al Servizio "Protocollo Generale" del Comune, oppure inviate via mail pec all'indirizzo "comunedigrotte@pec.it" entro e non oltre il 31 maggio 2019.
Il Sindaco e l'Assessore alla Cultura, per favorire la massima partecipazione, non hanno precluso a nessuno la possibilità di partecipare; unico criterio è la voglia di leggere libri.
Ricordiamo che
alla Presidenza onoraria è stato confermato Salvatore Ferlita, alla Segreteria Mariangela Terrana e che la Giuria Tecnica è formata da Accursia Vitello, Mimmo Butera, Giovanni Taglialavoro, Linda Criminisi, Alessandra Marsala, Daniela Spalanca, Giovanna Zaffuto, Diega Cutaia, Annamaria Apa, Giuseppe Airò e Francesco Pillitteri.
Entro il mese di maggio la Giuria Tecnica dovrebbe selezionare la terna dei libri finalisti, ai primi di giugno dovrebbe essere nominata la Giuria Popolare che, nei mesi di giugno e luglio avrà la possibilità di leggere e valutare i tre libri. Infine ad agosto si dovrebbero svolgere le iniziative legate all'edizione 2019 del Premio che si concluderanno con la proclamazione del vincitore.
  
Carmelo Arnone
16 aprile 2019
© Riproduzione riservata.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


16/04/2019

Pasqua 2019. "W il Re d'Israele, evviva! evviva!"; di Giancarlo Bonsignore

 

W il Re d'Israele! Evviva! Evviva!
Vedi le foto

L'arte di descrivere in maniera univoca, con poche decise pennellate, un luogo, un avvenimento, una persona, fissando singoli frammenti di vita, sparute frasi o immagini più oniriche che reali, è capacità rara.
Anche se il titolo di questa composizione (poesia? riflessione?) non fosse esplicativo, le situazioni - agli occhi degli abitanti di Grotte - sono inequivocabili; se ne sentono i suoni, gli odori, se ne vivono le emozioni.
Al termine della Festa, con affetto e nostalgia si salutano gli amici (sono tre i nomi alla fine, che tutti riconosciamo, ma potrebbero essere tanti altri...).
A Giancarlo Bonsignore il mio personale "grazie".
Carmelo Arnone

*****

“DOMENICA DELLE PALME”

La campana sona.
Appuntamento a San Rocco.
Sandalo liscio e calzamaglia color carne.
U sciccareddu è pronto e zuppareddu.
"Questi solo è dell'infernooo..".
Curtiglia curtiglia.
Si montano gli altoparlanti in piazza.
"Prova sà sà prova".
Palloncini, giochini e caramelle.
Zucchero filato e cubàita calda.
Mezza sambuca al volo.
Le monetine nei pantaloncini di jeans sotto la calzamaglia color carne.
Sbatte la lancia sulla bàsula.
Sbatte la mano sull'asinello.
Sbatte la teglia di pasta sul forno della nonna.
Foto a scala.
Selfie a gogò.
Reflex al collo.
Esce il parroco con la croce e i chierichetti con gli ulivi.
Esce il nonno con la nipotina.
Esce la diretta su facebook.
"W il Re d'Israele, evviva! evviva!".
"Smanio! Fremo! Sospiro!".
"Gerusalemme ingrata...".
Tre inchini sulla navata della matrice.
Tre Crodino sul banco del bar.
Tre giorni al prossimo capitolo.
Domenica delle Palme a Grotte.
Ciao Rino, ciao Antonio, ciao Ignazio.
  

                    Giancarlo Bonsignore
                           © Riproduzione riservata.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


16/04/2019

Agrigento. " E Sciascia che ne dice?"; giovedi 2 maggio, riflessioni a trent'anni dalla scomparsa di Sciascia

 

E Sciascia che ne dice?
Locandina

Il Parco Archeologico Valle dei Templi, diretto dall’architetto Giuseppe Parello, e l’Associazione “Amici di Leonardo Sciascia”, presieduta da Francesco Izzo, commemoreranno lo scrittore Leonardo Sciascia a trent'anni dalla sua morte. La manifestazione avrà luogo giovedi 2 maggio, alle ore 17.30 presso Casa Sanfilippo (Agrigento, Via Passeggiata Archeologica n° 10), con interventi di: Giuseppe Parello, Gaspare Agnello, Luigi Carassai (past presidente dell’Associazione “Amici di Sciascia”), Zino Pecoraro (docente), Pino Di Silvestro (pittore, incisore, scrittore), Francesco Izzo (presidente dell’Associazione “Amici di Leonardo Sciascia”) e con gli interventi artistici di Giusy Carreca.
L’incontro avrà come tema: “E Sciascia che ne dice?” - Riflessioni a trent’anni dalla morte di Leonardo Sciascia.
La manifestazione è realizzata anche con il patrocinio della Proloco "Herbessus" di Grotte.
Le iniziative dell’Associazione “Amici di Leonardo Sciascia”, per celebrare i trent’anni dalla sua scomparsa, sono tantissime. Tra le altre ricordiamo: un incontro presso l’Università di Perugia su “Sciascia e il Mondo Arabo”; la mostra tenuta al Castello Sforzesco di Milano su “Sciascia e Mino Maccari” con la pubblicazione di un volume curato da Francesco Izzo; la mostra di incisioni tenuta sempre a Milano, al Castello Sforzesco, delle opere partecipanti al concorso biennale “Sciascia amatueur d’estampes”; ancora la stessa mostra a Palazzo Riso, a Palermo; il prossimo incontro del 2 maggio ad Agrigento; gli incontri che si terranno a Parigi nel mese di Novembre.
Inoltre è in preparazione un fitto calendario di incontri e manifestazioni per celebrare il prossimo centenario della nascita dello Scrittore di Racalmuto
.
  
Redazione
16 aprile 2019.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


16/04/2019

Pasqua 2019. Racconto per immagini dell'Ingresso di Gesù a Gerusalemme, nella Domenica delle Palme

 

Ingresso di Gesù a Gerusalemme, nella Domenica delle Palme
Vedi le foto

La Domenica delle Palme, per i grottesi, rappresenta l'inizio delle "Recite", oltre che della Settimana Santa. Per i giovani dell'Associazione Culturale "Gruppo dei Giudei - Andrea Infantino", dopo numerose ed estenuanti prove, benché vissute in un clima disteso e cordiale, è il momento di "entrare in Scena" con la rappresentazione dell'Ingresso di Gesù a Gerusalemme (vedi le foto). Il testo viene ripetuto ben 4 volte nell'arco della mattinata domenicale: dapprima in Piazza Fratelli Bandiera, davanti alla chiesa parrocchiale dedicata a San Rocco (con la benedizione impartita da don Gaspare Sutera); poi in Piazza Renzo Collura, nello spiazzale davanti alla fontana; ancora una volta al Largo Pagano; infine - ed è la rappresentazione indubbiamente più significativa sia per il luogo che per la presenza del pubblico folto e partecipe - in Piazza Marconi, che è la piazza principale del paese. Nello stesso luogo, sul palco realizzato nella Piazzetta "Mancuso", di seguito viene svolta la celebrazione religiosa della benedizione delle Palme (quest'anno le liturgie sono state presiedute da don Marcél Ndzana Ndzana) al termine della quale, in breve ed ordinato corteo, tutti i fedeli entrano in chiesa Madre per partecipare alla santa Messa, con la presenza delle Autorità cittadine.
Pubblichiamo alcune immagini della mattinata di domenica (36 foto di © Salvo Lo Re "President").
  
Carmelo Arnone
16 aprile 2019
© Riproduzione riservata.

Domenica delle Palme: "recite" e celebrazioni (Foto)
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


15/04/2019

Politica. L'UDC pubblica curriculum e casellario giudiziale dei candidati in Sicilia

 

Cesa e Terrana
Cesa e Terrana

Anche se in Sicilia la normativa non è stata ancora recepita, su indicazione del segretario nazionale on. Lorenzo Cesa, l'U.D.C. in Sicilia (ai sensi della legge 9 gennaio 2019, n. 3 “Misure per il contrasto dei reati contro la pubblica amministrazione, nonché in materia di prescrizione del reato e in materia di trasparenza dei partiti e movimenti politici”, pubblicata sulla G.U. n. 13 del 16/01/2019 ed entrata in vigore il 31/01/2019, come ai commi 14 e 15 dell’art.1 della legge n. 3/2019), ha pubblicato sul sito politico regionale www.udcsicilia.it il curriculum vitae e il certificato del casellario giudiziale di tutti i candidati alle prossime elezioni amministrative nei Comuni dove si vota con una popolazione al di sopra di 15.000 abitanti; nello specifico: Caltanissetta, Gela, Mazara Del Vallo e Bagheria.
"
La nostra - ha detto il coordinatore politico regionale e responsabile nazionale Enti locali Decio Terrana - è stata una scelta politica di massima trasparenza nei confronti degli elettori. Sin dall'inizio abbiamo chiesto ai candidati dell'U.D.C la documentazione richiesta dalla norma nazionale. Personalmente ritengo che i partiti devono garantire la massima trasparenza, il sano impegno politico e il rispetto nei confronti dei cittadini elettori; una scelta, quella di pubblicare i dati, in linea con i nostri principi e valori".
I presentatori delle liste che hanno fatto pervenire la documentazione pubblicata sono: Nicola Lisma (per il Comune di
Mazara Del Vallo), Ennio Di Pitero e Silvio Scichilone (per il Comune di Gela), Lorenzo Tricoli (per il Comune di Caltanissetta) ed Alessandra Pace (per il Comune di Bagheria)
.
     

Redazione
15 aprile 2019.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


15/04/2019

Lettere. "Criteri seguono razionalità o ritorno in termini elettorali?"; intervento di Salvatore Morgante

 

Legge di Bilancio 2019

Nella lettera che segue, Salvatore Morgante si interroga su quali criteri segua il Legislatore nell'assegnazione di somme in Legge di Bilancio.

*****

"Gentilissimo Direttore,
mi riferisco alla dichiarazione dell’on Rosalba Cimino del 07/04/2019 riguardante lo stanziamento in Legge di Bilancio di 400 milioni di Euro per i piccoli Comuni. In base ai criteri di ripartizione “… le somme stanziate vanno dai 50.000 euro per i comuni con un massimo di 5.000 abitanti fino a 250.000 euro per quelli oltre i 250.000 abitanti”.
Risulta immediato chiedersi se, tra i vari interventi di recupero, per “… mettere in sicurezza le tante strade dissestate del nostro territorio”, sia corretto utilizzare il criterio basato sul numero di abitanti dei Comuni al posto della superficie. È facile immaginare che, per il ripristino delle strade rurali, il criterio di ripartizione basato sulla superficie risponde maggiormente al criterio di equità su base territoriale.
L’esempio tipico ce lo offre il Comune di Grotte che, pur essendo di superficie particolarmente limitata, gli interessati alla viabilità nei territori dei Comuni limitrofi sono in massima parte grottesi. Pertanto, considerato ad esempio il piccolo Comune di Comitini (piccolo in termini di abitanti), riceverebbe uno stanziamento molto maggiore se fosse proporzionato alla superficie del proprio territorio. Con grande beneficio dei grottesi proprietari nel territorio del Comune di Comitini presso il quale, peraltro, vengono versate le tassazioni immobiliari.
Mi chiedo (e continuerò a chiedermi) se i criteri degli stanziamenti scelti dai nostri amministratori seguono la razionalità e l’equità al posto del ritorno in termini elettorali.
Cordiali saluti"
.

 

   

Salvatore Morgante
 

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


15/04/2019

Agrigento. Trentennale della scomparsa di Sciascia; il 26 aprile al Circolo Culturale Empedocleo

 

Trentennale della scomparsa di Sciascia al Circolo Culturale Empedocleo
Locandina

Il Circolo Culturale  Empedocleo di Agrigento e il Pirandello Stable Festival celebrano il trentennale della scomparsa del grande scrittore e intellettuale Leonardo Sciascia (1989 - 2019).
Venerdi 26 aprile alle ore 18.15 sarà presentata la performance "Laurana? ... un cretino", azione scenica tra video, recitazioni, canti popolari e trailers di film sciasciani.
Il titolo "Laurana? ... un cretino" ripropone la celebre frase conclusiva del famosissimo romanzo di Sciascia "A ciascuno il suo", incentrato sulla collusione tra la mafia dei colletti bianchi e il territorio siciliano. Un romanzo del 1966 di grande fascino letterario e intellettuale, che non mancò di sollevare infinite polemiche, come peraltro accadde con quasi tutte le pubblicazioni di Sciascia: "E quindi ci sono state tante polemiche - dichiara Sciascia nell'intervista rilasciata a Mario Gaziano per RAI Sicilia - ... e così via insomma... sempre c'è polemica. L'ultima è stata la più feroce, sul caso Moro. Quel libro è stato stroncato prima ancora di essere pubblicato".
Un'azione scenica a tutto tondo, presentata già nell'ottobre dell'anno scorso all'Istituto Italiano di Cultura di La Valletta a Malta. Una performance internazionale che viene riproposta al Circolo Empedocleo come settimo spettacolo della felice stagione teatrale di Teatro da Camera, giunta alla 3^ edizione.
L'azione scenica è un progetto artistico-culturale di Mario Gaziano con l'intervento straordinario di Berta Ceglie, Maria Grazia Castellana, Salvatore Nocera Bracco, Alfonso Marchica , Gioacchino Marrella, Giuseppe Portannese e Andrea Cassaro.
Gli artisti propongono un itinerario sciasciano, da Il Consiglio d'Egitto, A ciascuno il suo, Morte dell'Inquisitore e L'onorevole. Canti popolari di ispirazione di cultura popolare a cui Sciascia fu fortemente legato (I pirati npalermu, U cuccu ci dissi a li cucchiotti, La Sicilia è chista ccà). Ed ancora i trailers dei film sciasciani più famosi con cast internazionale (Il giorno della civetta, A Ciascuno il suo, Todo modo, Cadaveri eccellenti, Il Consiglio d'Egitto). Un modo per ricordare Sciascia, scrittore e intellettuale europeo. La direzione artistica è di Giuseppe Adamo con Mario Gaziano. Venerdì 26 aprile 2019 alle ore 18.15. Ingresso libero per soci e per appassionati di Teatro da Camera.
  
Redazione
15 aprile 2019.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


14/04/2019

Comune. Messaggio di auguri Pasquali del sindaco Alfonso Provvidenza

 

Messaggio di auguri Pasquali del sindaco Alfonso Provvidenza
Guarda il video

All'inizio della Settimana Santa e della Pasqua 2019, il Sindaco di Grotte rivolge gli auguri, a mezzo video, a tutti i suoi concittadini: "La festa di Pasqua è il momento più esaltante, più bello della nostra vita di grottesi".
Con l'occasione il Primo Cittadino Alfonso Provvidenza comunica alcune delle iniziative messe in atto o già programmate dalla sua Amministrazione: i finanziamenti per i cantieri scuola (risistemazione dei vialetti del cimitero e di via Meli), avvio dei lavori di completamento della strada "Lumia-Falcia", riqualificazione dell'ex plesso "Sciascia" e dei campetti di "San Rocco", presentazione dei progetti di efficientamento energetico degli edifici pubblici, progetto di riqualificazione dell'ex "Collegio di Maria", progetto di riqualificazione del Cine Teatro "Liotta", progetto di nuovi lavori per l'asilo comunale, interventi sulla viabilità con il ripristino del manto stradale e la riparazione delle buche presenti, bando per la vendita di tre terreni comunali, installazione gratuita di colonnine elettriche per l'alimentazione della auto elettriche, presentazione del Piano d'Azione Energia Sostenibile e Clima, bando per l'utilizzazione del "Boccone del Povero" per dotare il Comune di Grotte di una residenza per anziani, firma del protocollo d'intesa con il Comune di Favara (grazia alla disponibilità del sindaco Anna Alba) per la rimozione della spazzatura e la riparazione delle buche della strada extraurbana "Racalmare" e installazione della segnaletica verticale, convenzione con un canile e progetto di realizzazione di un canile intercomunale (con Racalmuto e Castrofilippo), autonomia scolastica dell'Istituto Comprensivo "Angelo Roncalli", presenza del Comune di Grotte nel Consiglio d'Amministrazione della SRR e nel Consiglio Direttivo del Consorzio "Tre Sorgenti", le borse lavoro ed il servizio civico grottese, l'avvio delle stabilizzazioni dei precari del Comune, il rinnovo della convenzione con l'ESA per il decoro urbano, l'istituzione del "Testamento Biologico" e della disponibilità alla donazione degli organi.
Una parte rilevante dell'intervento del Sindaco Provvidenza è dedicata alla raccolta differenziata dei rifiuti ed alla questione della TARI: strategia per ottimizzare la raccolta, approvazione del regolamento sul compostaggio, partecipazione al bando per la realizzazione di un Centro Comunale di Raccolta.
"In questi giorni ci sono voci incontrollate sul costo della spazzatura - dichiara il Sindaco -; la verità è un'altra: il costo della spazzatura 2019 in realtà è diminuito perché noi abbiamo imposto a tutte le componenti che arrivano alla determinazione della TARI un coefficiente di miglioramento della produttività dell'1,2 %. Il problema è che il costo complessivo - spiega Provvidenza - non è che è aumentato: è che ci sono dei costi aggiuntivi che non sono legati alla mia Amministrazione. Una nota della SRR ci obbliga ad inserire in bolletta tutti i costi, anche quelli che si riferiscono ad anni precedenti ancorché non siano di pertinenza della mia Amministrazione. Da quando ci siamo insediati noi siamo riusciti ad aumentare la raccolta differenziata, abbiamo raggiunto un coefficiente del 69% circa e questo ci consentirà di avere un bonus stimato nell'ordine di 50.000 euro, che ci dovrebbe consentire di sterilizzare questi maggiori costi che non abbiamo sostenuto noi".
Tra i regolamenti approvati dal Comune vi è il "Regolamento sulle Entrate" che prevede la possibilità - a chi è in ritardo con il pagamento della spazzatura - di fare dei pagamenti dilazionati, senza sanzioni ed interessi; un altro regolamento approvato prevede di potere chiudere le controversie tributarie che già sono in giudizio (entro il 31 maggio). Nei prossimi giorni verrà potenziato l'Ufficio Tributi, per venire incontro alle esigenze dei cittadini.
"Da ultimo voglio comunicare - prosegue il Sindaco - che ci ha scritto la Cassa Depositi e Prestiti e, com'era ovvio e come era logico, abbiamo avuto l'anticipazione di liquidità per il pagamento dei debiti pregressi; e naturalmente su questo non c'erano dubbi".
La dichiarazione del Primo Cittadino si conclude con gli auguri: "Auguro una serena Pasqua a tutti; e questi auguri vi vengono da me, dalla Giunta e da tutti i Consiglieri comunali".
(R
iprese di © Associazione Culturale "Punto Info").
  
Redazione
14 aprile 2019
© Riproduzione riservata.
  

 

 

Guarda il video con
Internet Explorer, Firefox, Opera:

Guarda il video con
Iphone, Ipad, Mac, smartphone Android, Chrome:
   

 
  Auguri di Pasqua dal Sindaco (Video) Visita l'argomento
  
Auguri di Pasqua dal Sindaco (Video) Visita l'argomento
  
 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


13/04/2019

Letture Sponsali. "L'insensatezza di un Dio che si dona"

 

Amore Sponsale
Nozze di Giuseppe e Maria

Le "Letture Sponsali" sono uno strumento sperimentale che offre gratuitamente una prospettiva sponsale alle letture della liturgia domenicale. Sono curate dal gruppo "Amore è..." (vedi il sito ufficiale), attivo dal 2006 nella diocesi di Palermo, per favorire un momento di riflessione all'interno delle coppie e nelle comunità ecclesiali. Le letture (scarica il foglietto della domenica) sono commentate da fidanzati e sposi (tra cui i grottesi Vera e Francesco).

*****

Entrare a Gerusalemme
Oggi Gesù entra a Gerusalemme. Egli si avvia alla Passione. E a tutto ciò che essa comporta. Alla paura, al dolore per il tradimento subìto e per l’inconsapevolezza ignorante di chi lo uccide, alla sofferenza fisica. Egli sa (e lo sappiamo anche noi, anche se a volte lo dimentichiamo) che a tutto questo seguiranno risurrezione e salvezza, luce e gloria.
Ma è bene ricordare che tale consapevolezza non diminuisce il peso della sua sofferenza.
Gesù, pur essendo nella condizione di Dio, non ritenne un privilegio l’essere come Dio, ma svuotò se stesso assumendo una condizione di servo, diventando simile agli uomini”.
Diventando simile agli uomini, Cristo sceglie di soffrire nell’animo e nel corpo come un uomo.
E questo ce lo rende vicino come null’altro. Egli sa che è necessario.
È quasi impossibile per noi, ancora oggi, comprendere la portata reale del suo sacrificio: morire per qualcuno che ti uccide e ti deride, mentre anche il migliore dei tuoi amici rinnega di conoscerti e il potenziale sollievo dal dolore è lì, ad un passo, in un Padre che invece viene invocato solo perché perdoni coloro che gli uccidono il figlio.
Un esempio come questo ci confonde, ci affascina, ci fa sentire grati, certo, ma anche piccoli, a volte.
La sofferenza, invece, la capiamo meglio. E anche se quella patita da Cristo è comunque troppo grande, di certo in essa Egli si fa più vicino a noi.
Pensare che il Suo dolore sia più lieve perché egli è il Figlio di Dio vorrebbe dire sminuire la grandezza del Suo sacrificio.
La Sua angoscia è grande e vera, tanto quanto lo sono la Sua Gloria e il Suo Amore.
Egli sceglie di soffrire come uomo. Egli sceglie di entrare a Gerusalemme e nel nostro cuore.
A noi la scelta di lasciarlo entrare.
Barbara e Adriano

Punto chiave. Libero di donarsi.
Oggi facciamo memoria della Domenica delle Palme; nel vangelo di Luca è condensata tutta la passione di Gesù: dalla Pasqua con i discepoli, all'intensa preghiera sul monte degli Ulivi, poi la consegna da parte di Giuda, la flagellazione, la crocifissione.
Questo lungo brano evangelico ci dispiega tutta la libertà che Gesù esprime nel suo amore per noi; è un amore libero, il suo.
Lontano dalle apparenze, dalla necessita di apparire come Re splendido e sfarzoso (arriverà a Gerusalemme in groppa a un umile asino).
Lontano da interessi personali, da una volontà di rivalsa, da facile pietismo (Gesù consola le donne che lo piangono).
L'amore di Gesù è gratuito, libero.
La mitezza, l'insensatezza di un Dio che si dona a noi che spesso, invece, siamo travolti da malvagità, cecità, interessi personali.
Non è facile confrontarsi con un tale Amore.
Dio ci insegna l'amore più libero, più fiducioso, più misericordioso anche nei confronti di coloro che sembrano non meritarlo; Gesù ci insegna a fidarci dell'amore del Padre, sceglie di consegnarsi, è l'amore di chi non sa se il suo gesto sarà inutile o no.
È l'ultima tentazione di Satana.
Gloria e Luciano
  
Redazione
6 aprile 2019.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


11/04/2019

Racalmuto. Elezioni: la campagna elettorale del candidato sindaco Cinzia Leone

 

Cinzia Leone

La campagna elettorale a Racalmuto sta entrando nel vivo. La candidata sindaco Cinzia Leone, con la sua lista SiAmo Racalmuto, promuove incontri, manifestazioni ed elabora strategie. “Sono veramente contenta di quello che stiamo facendo e delle persone che incontriamo. Abbiamo costruito un bel gruppo, unito, impegnato e che vuole lavorare bene sfruttando le capacità e le professionalità di ciascuno - dichiara Cinzia Leone -. Si stanno organizzando nuovi appuntamenti, primo fra tutti, l’incontro di sabato prossimo 13 aprile in Piazza Crispi, nel corso del quale i candidati consiglieri saranno ufficialmente presentati ai concittadini e si illustreranno i punti più importanti del programma amministrativo”. Sarà l’occasione per conoscere i candidati e sentire dalla loro voce impressioni, idee, programmi e soluzioni ai problemi e alle criticità della comunità racalmutese. Scenderanno in campo anche i primi due assessori designati: Giuseppe Craparo e Andrea Sciascia.
Craparo è stato scelto per le sue competenze nel campo della scuola e dell’agronomia, ha 41 anni, è laureato in Scienze e Tecnologie agrarie, è docente e svolge anche la libera professione di agronomo. Inoltre è esperto nella progettazione relativa ai fondi europei e consulente per conto di enti ed aziende operanti sul territorio comunale. Si occupa di tutela sindacale dei lavoratori ed è coordinatore del sindacato Gilda degli Insegnanti della provincia di Agrigento.
Sciascia è laureato in Scienze della Comunicazione e opera nel campo delle assicurazioni, ha 27 anni, ha maturato esperienze nel campo dell’associazionismo locale e si è impegnato ad organizzare diverse manifestazioni per il paese di Racalmuto. È Presidente della Pro-loco di Racalmuto, vice presidente del Vespa Club, collabora con le parrocchie ed è legato agli scout di cui fa parte da più di vent’anni.

È da tanto che sogno per questo paese una vera svolta sociale e culturale - conclude Cinzia Leone - e sono convinta che oggi più che mai tutto ciò possa diventare straordinaria realtà. Un Sindaco donna, tra l’altro, non si è mai visto a Racalmuto e già per questo, mi sento sin da subito in dovere di ringraziare tutte le donne che mi stanno seguendo da vicino senza mai farmi mancare un sostegno davvero speciale. Non deluderò i miei sostenitori, fiduciosa di amministrare presto questa splendida comunità. Con l’aiuto dei racalmutesi, della mia famiglia, dei miei amici e di questo meraviglioso gruppo
.
     
Redazione
11 aprile 2019.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


11/04/2019

Scuola. Lezione di Educazione Stradale al "Roncalli" con la Polizia Municipale di Grotte

 

Lezione di Educazione Stradale al "Roncalli"
Plesso Sciascia

Lezione di Educazione Stradale al "Roncalli"
Scuola dell'Infanzia

Martedi scorso, 9 aprile, al plesso "Sciascia" che ospita le classi di scuola Primaria dell'Istituto Comprensivo "Angelo Roncalli" di Grotte, si è svolto un incontro inusuale per gli alunni. In cattedra, al posto dei docenti, una persona in divisa: l'Ispettore Capo della Polizia Municipale Antonio Salvaggio, nelle insolite vesti di insegnante di Educazione Stradale.
L'Ispettore Salvaggio, responsabile del Corpo della locale Polizia Municipale, ha intrattenuto i giovani studenti spiegando loro, in maniera semplice e con esempi tratti alla vita quotidiana, le regole più elementari per circolare in piena sicurezza sulle strade urbane. Questi incontri, promossi dall'Amministrazione comunale con la più ampia collaborazione del preside Santino Lo Presti e dei docenti, hanno lo scopo di sensibilizzare i bambini, sin dalla più tenera età, a tenere un comportamento consono a quanto previsto dal Codice della Strada - sia come pedoni, sia come ciclisti che come passeggeri - al fine di garantire l'incolumità propria e quella degli altri.
Tante le domande degli scolari, più che mai attenti e partecipi, che hanno ricevuto esaurienti risposte. L'incontro di martedi è stato preceduto da una "visita" al plesso di scuola dell'Infanzia, e sarà seguito da altri appuntamenti con gli alunni della Primaria del plesso "Roncalli" e dei ragazzi della scuola Secondaria di 1° grado del plesso di Via Acquanova.
  
Carmelo Arnone
11 aprile 2019
© Riproduzione riservata.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


11/04/2019

Dialoghi. "Siate felici ma non troppo: meglio ancora non dimostrarlo"; di Giuseppe Castronovo

 

"Dialogo" del dott. Giuseppe Castronovo, studioso ed autore di testi di Diritto.

Scetticismo, sconcerto, incredulità: sono stati questi i sentimenti che hanno colpito i soci del Circolo della Concordia nell’affrontare la tragedia consumatasi a Torino dove il cittadino italiano di origine marocchina Said Machaouat dichiara alle Forze dell’Ordine di aver ucciso il cittadino italiano Leo Stefano “perché gli sembrava una persona felice”: Stefano Leo era un ragazzo trentenne che, conseguita la laurea, progettava il suo futuro. E invece siamo qui a fare i conti con la quotidianità costellata anche di questi folli e incomprensibili gesti. Durante la discussione più di una volta sono echeggiati due interrogativi: “Come mai siamo arrivati a questa situazione? Quale può essere la strada per uscirne?”. Interrogativi rimasti purtroppo senza risposta.
Giuseppe Castronovo

"Siate felici ma non troppo: meglio ancora non dimostrarlo"
(Dai dibattiti svolti al “Circolo della Concordia” )

Santo: Amici, credo che anche voi siate rimasti perplessi nel leggere la folle dichiarazione rilasciata alle Forze dell’ordine di Torino da quel nostro concittadino di origine marocchina che avrebbe ucciso il cittadino italiano Leo Stefano di anni 33.

Enzo: Ho seguito anch’io la vicenda e sono rimasto sconcertato dalle motivazioni addotte dal presunto omicida quando dice di “averlo ucciso perché era felice”.

Franco: Prof. Vezio, una sua riflessione su questa tragedia.

Vezio: Credo che l’omicida non abbia mai letto il poeta latino Ovidio.

Franco: Ha scritto qualcosa che possa guidarci nella lettura di questa vicenda?

Vezio: Cari amici, il nostro poeta Ovidio ci dice di “non chiamare felice nessuno prima che sia morto, anzi prima che sia seppellito”. E si dà il caso che il cittadino italiano di origine marocchina Said Machaouat ha dichiarato di “aver ucciso perché la vittima aveva un’aria felice”. L’essere  felice, quindi, l’unica colpa della vittima.

Cecè: Se le cose stanno così c’è da riflettere e da preoccuparsi seriamente.

Ludovico: Cosa possiamo fare?

Vezio: Non sorridete in pubblico: rischiate di apparire felici. E qualcuno che felice non è potrebbe, per invidia, diventare il vostro killer. Sarà anche il caso che per strada se qualcuno da voi sconosciuto vi chiedesse se voi siate felici, rispondiate con prontezza che non siete felici e vi chiamate Vercingetorige, Patroclo o con qualche altro nome del genere.
     

 

   

Giuseppe Castronovo
(gcastronovo.blogspot.it)
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


11/04/2019

Politica. "Le indennità subito al massimo e può si vidi"; di Diego Aquilina

 

Diego Aquilina
Diego Aquilina

Risposta di Diego Aquilina, già vice sindaco nell'Amministrazione Fantauzzo, alla nota del sindaco di Grotte Alfonso Provvidenza.

*****

"Il sindaco Provvidenza, purtroppo per lui, continua ad essere assillato dallo spettro dell'amministrazione Fantauzzo che lo turbava e, a quanto pare, tuttora lo turba (cfr. nota pubblicata il 7 aprile u.s.).
Prova ne sia che, per l'ennesima volta, Provvidenza tenta di celare la sua inadeguatezza ad amministrare attribuendo ad altri gli esiti negativi della sua gestione.
Come al solito, persevera nell'accusare in maniera molto vaga e fuorviante.
Già altre volte lo si è invitato ad essere più preciso ma, ad oggi, questo privilegio non ci è concesso.
Dovrebbe iniziare a prendere la buona abitudine di essere concreto e, nel caso di specie, spiegare, nel dettaglio e con valido supporto documentale, le sue asserzioni relativamente alla posizione debitoria dell'ente.
Così, magari, potrebbe ricevere alcuni contributi finalizzati a fare chiarezza.
Come già caldamente consigliato, avrebbe fatto bene a consultarsi con alcuni suoi illustri compagni di viaggio e sponsor, attuali consiglieri ed assessori, già facenti parte attiva della precedente maggioranza e/o comunque strettamente legati ad importanti e determinanti esponenti della medesima.
Tutti inevitabilmente e parimenti colpevoli delle responsabilità genericamente lamentate da Provvidenza, trattandosi di questioni che non potevano non essere ad essi arcinote e le cui conseguenze non potevano prescindere dal loro contributo.
Forse non c'erano?
Se c'erano dormivano?
Sarebbe irriguardoso ed ingrato sospettare questo nei confronti di chi lo ha fatto accomodare sulla tanto agognata poltrona di sindaco.
Laddove avesse chiesto lumi, ad esempio ai suoi "padri nobili", avrebbe potuto apprendere che l'amministrazione Fantauzzo, non appena insediatasi, ha dovuto affrontare un'importante esposizione debitoria ereditata da chi lo aveva preceduto e che, ironia della sorte, ha contribuito proprio all'elezione del sindaco Provvidenza.
Avrebbe potuto, altresì, apprendere che anche chi aveva governato prima di Fantauzzo, a propria volta, si era imbattuto in debiti fattigli trovare dai rispettivi predecessori, pure in questo caso, però, dovrebbe fare i conti con altri suoi importanti sostenitori.
Meglio fermarsi qui, onde evitare di trovare altri debiti, sempre ascrivibili alla nutrita compagnia di Provvidenza.
L'amministrazione Fantauzzo, consapevole che i debiti costituiscono una componente imprescindibile dell'azione amministrativa, così come buona parte delle amministrazioni passate, piuttosto che attribuire colpe ai propri predecessori, ha preferito lavorare per provare ad affrontare, con non poche difficoltà, i tanti problemi cui quotidianamente ogni amministratore si imbatte.
Questa cosa ovvia non risulta neppure accennata nel manuale del buon amministratore sul quale ha studiato Provvidenza?
Forse lo studio si è interrotto al capitolo 1° intitolato: “Le indennità subito al massimo e può si vidi”.
Provvidenza non si preoccupa per nulla di quanto stia incidendo nelle casse comunali il suo stipendio e quello degli altri cinque componenti della sua squadra.
Si preoccupa, invece, di attribuire inesistenti responsabilità agli amministratori precedenti.
Con siffatto comportamento, come suo solito, vorrebbe sviare l'attenzione dal suo operato che, al momento, non è altro che tutto fumo e niente arrosto.
Non avremmo voluto minimamente intrometterci in questo percorso di vita amministrativa ma Provvidenza non perde occasione per tirare in ballo la passata amministrazione, addossandole, ingiustamente, colpe di qualsivoglia genere.
Quanto ai risultati della sua azione amministrativa, ad oggi, non ne abbiamo visti, neanche il funzionamento dell'orologio della piazza che si era impegnato a fare aggiustare, al massimo nei primi cento giorni dal suo insediamento al comune.
Per non parlare della fontanella, sempre della piazza (il c.d. beverino), che doveva essere attiva tutti i giorni ed in tutte le ore mentre, in realtà, l'erogazione dell'acqua continua a soggiacere ai turni stabiliti dal gestore Girgenti Acque.
A tutt'oggi, solo e soltanto chiacchiere.
A quanto pare, Provvidenza intende restare in campagna elettorale per tutta la durata del suo mandato, nella vana speranza di celare l’immobilismo e l'inconcludenza dell’attuale amministrazione.
Un'ultima veloce battuta sulla ripetuta affermazione secondo cui l'opposizione sarebbe stata eletta "grazie ai voti dell'ex sindaco Fantauzzo e dei suoi seguaci".
Innanzitutto, è d'uopo stigmatizzare la classe e l'eleganza del sindaco Provvidenza allorquando si permette di apostrofare altre persone come "seguaci".
Una persona che si ritiene così erudita possiede siffatto vocabolario?
Che tristezza!
Con questa affermazione offende gli elettori, quasi fossero dei burattini al giogo di abili manipolatori della libera volontà altrui.
Usando lo stesso criterio, cosa si dovrebbe pensare dei voti presi dal sindaco Provvidenza?
Allora cosa dovremmo supporre, paragonando il risultato ottenuto dall'attuale sindaco nelle ultime elezioni con i voti ottenuti in occasione delle precedenti amministrative, quando Provvidenza venne designato assessore dell'allora candidato Orlando?
Dovremmo pensare al miracolo della moltiplicazione dei pani e dei pesci?
La risposta appare superflua, essendo di pubblico dominio.
Vogliamo scommettere che la colpa dell'aumento della tassa sui rifiuti, deciso da Provvidenza in questi giorni con l'avallo della sua maggioranza consiliare, è dell'amministrazione Fantauzzo che, invece, l'ha ridotta negli ultimi tre anni del suo mandato?
Qualcuno potrebbe pensare, come recita una nota pubblicità, che a chi vuole scommettere su questo piace vincere facile.
Staremo a vedere.
Un grazie a tutti coloro che avranno la bontà di dedicarci un po' di attenzione ed al direttore Carmelo Arnone per lo spazio concesso nel suo giornale.
È gradita l'occasione per augurare a tutti una serena Pasqua".

 

 

 

Diego Aquilina
 

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


10/04/2019

Pasqua 2019. Video promozionale di Nuccio Arnone sulla "Pasqua di Grotte"

 

Video promozionale di Nuccio Arnone sulla "Pasqua di Grotte"
Guarda il video

La "Pasqua di Grotte" non è solo una ricorrenza annuale, è un'esperienza da vivere, più che da osservare.
Non si viene a guardare la festa ma ad esserne partecipi, anche inconsapevolmente. Le rappresentazioni messe in scena dal "Gruppo dei Giudei - Andrea Infantino" vengono proposte, per la maggior parte, "tra la gente", proprio in mezzo al popolo che da spettatore diviene componente essenziale del dramma.
È in mezzo alla folla che gli Apostoli inneggiano a Gesù nel giorno della Domenica delle Palme; folla che si assiepa accanto all'asinello per osservare da vicino, toccare, sentire il Figlio di Dio attorniato dalle Pie Donne.
Ancora tra la folla viene condotto il Cristo, carico della croce, nel Venerdi Santo, sino al Calvario; accompagnato nelle sue tre tradizionali cadute.
In mezzo alla gente l'urna con il simulacro di Gesù morto viene condotta in processione per le antiche vie del paese, sino a notte fonda. Ed ancora in mezzo al "suo" popolo il Risorto incontra la Madre nel giorno di Pasqua.
Nella Pasqua di Grotte, dalle "Palme" e per tutta la Settimana Santa, la rappresentazione del "Dio fatto uomo" non rimane distante ma si fa presente e vicina non solo ai fedeli ma a quanti sanno riconoscere nell'"Uomo della Croce" il simbolo di un'umanità sofferente ma capace di risorgere a vita nuova; per una speranza che varca la soglia della vita.
La "Pasqua di Grotte", con tutte le sue caratterizzazioni e particolarità, coinvolge e rimane nel cuore.
Pubblichiamo il video promozionale (realizzazione di © Nuccio Arnone, con la collaborazione del "Gruppo dei Giudei - Andrea Infantino).
  
Carmelo Arnone
10 aprile 2019
© Riproduzione riservata.
  

 

 

Guarda il video con
Internet Explorer, Firefox, Opera:

Guarda il video con
Iphone, Ipad, Mac, smartphone Android, Chrome:
   

 
  "Pasqua di Grotte 2019"- Promo (Video) Visita l'argomento
  
"Pasqua di Grotte 2019" - Promo (Video) Visita l'argomento
  
 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


10/04/2019

Pasqua 2019. Programma delle "Recite", celebrazioni liturgiche e manifestazioni collaterali

 

Pasqua di Grotte: programma della Settimana Santa
Manifesto

PASQUA 2019
PROGRAMMA

Venerdi 12 aprile
Ore 20.00 - Via Crucis cittadina, dal Portobello al Calvario

Sabato 13 aprile

Ore 18.30 - Chiesa Madre: santa Messa prefestiva delle Palme
Ore 20.30 - Chiesa del Purgatorio, spettacolo teatrale "In ogni pozzo c'è l'acqua" regia di Giovanni Volpe*

Domenica 14 aprile - “Le Palme”
Ore 11.45 - Piazza Marconi: Benedizione delle Palme
Ore 12.00 - Piazza Marconi: Rievocazione storica dell’entrata di Gesù a Gerusalemme**
Ore 12.30 - Chiesa Madre: santa Messa solenne
Ore 19.15 - Chiesa Madre: santa Messa solenne
Ore 20.30 - Piazza Marconi: VI edizione della sacra rappresentazione della "Passione" a cura dei piccoli dell'Associazione Culturale “Gruppo dei Giudei Andrea Infantino”
Ore 22.00 - Piazza Marconi: Rievocazione “Il commiato tra Gesù e Maria”**

Lunedi 15 aprile
Ore 21.00 - Via Orsini: Rievocazione storica "Il tradimento di Giuda"**; percorso lungo Via Orsini, Via Scoppettieri e Piazzetta Pieve San Nicola

Martedi 16 aprile
Ore 19.30 - Chiesa del Purgatorio, Musical "Il Risorto - L'Amore è vivo tra noi"***
Ore 22.00 - Chiesa del Purgatorio, Musical "Il Risorto - L'Amore è vivo tra noi"***

Mercoledi 17 aprile - Mercoledi Santo
Ore 18.00 (sino alle ore 23.00) - Auditorium San Nicola, "Laboratorio Radice Quadrata"****
Ore 22.00 - Chiesa del Purgatorio, Musical "Il Risorto - L'Amore è vivo tra noi"***

Giovedi 18 aprile - Giovedi Santo
Ore 16.30 (sino alle ore 23.30) - Chiesa del Purgatorio, Mostra di pittura "Caravaggio in bianco e nero" a cura di Diego Infantino
Ore 17.30 - Chiesa Madre: santa Messa solenne “In Coena Domini”
Ore 19.30 - Piazza Marconi: Rappresentazione de “L’Ultima Cena”, Arresto di Gesù, Rinnegamento di Pietro, Disperazione di Giuda**
Ore 21.30 - Chiesa Madre: Adorazione Eucaristica
Ore 22.00 - Processione del Cristo*****

Venerdi 19 aprile - Venerdi Santo
Ore 02.00 - Calvario: “Via Crucis”
Ore 11.00 - Piazza Marconi: Processo e condanna di Cristo**
Ore 12.00 - Corso Garibaldi: Via Crucis “Li Caduti”**
Ore 13.00 - Calvario: Crocifissione di Cristo**
Ore 16.00 - Processione dell'Addolorata dalla Chiesa Madre al Calvario
Ore 16.30 (sino alle ore 23.30) - Chiesa del Purgatorio, Mostra di pittura "Caravaggio in bianco e nero" a cura di Diego Infantino
Ore 17.00 - Chiesa Madre: Solenne Liturgia della Passione e Morte del Signore
Ore 19.30 - Calvario: “Li Rieciti”, Deposizione del Cristo dalla Croce**
Ore 21.00 - dal Calvario alla chiesa Madre, Processione del Cristo e dell'Addolorata*****

Sabato 20 aprile - Sabato Santo
Ore 02.00 - Chiesa Madre: Sepoltura del Signore
Ore 16.30 (sino alle ore 23.30) - Chiesa del Purgatorio, Mostra di pittura "Caravaggio in bianco e nero" a cura di Diego Infantino
Ore 23.00 - Chiesa Madre: Veglia Pasquale e solenne Celebrazione Eucaristica

Domenica 21 aprile - Pasqua di Resurrezione
Ore 07.00 - Alborata (colpi di cannone)
Ore 11.00 - Chiesa Madre: Santa Messa solenne
Ore 12.00 - Piazza Marconi: Incontro del Cristo Risorto con la Madonna, suono di campane e sparo di mortaretti
Ore 16.30 (sino alle ore 23.30) - Chiesa del Purgatorio, Mostra di pittura "Caravaggio in bianco e nero" a cura di Diego Infantino
Ore 19.30 - Chiesa Madre: Santa Messa solenne
Ore 21.00 - Piazza Marconi: Spettacolo musicale con Lello Analfino e i Tinturia
Ore 24.00 - Piazza Anna Magnani: Spettacolo Pirotecnico

* a cura dell'Associazione Culturale “Artesia”
** a cura dell'Associazione Culturale “Gruppo dei Giudei Andrea Infantino”
*** a cura dell'Associazione "Photo Evolution"
**** a cura dell'Associazione Culturale "La Biddina", in collaborazione con i bambini del catechismo
***** con la partecipazione delle Bande Musicali “V. Bellini” e “G. Verdi”
  

Redazione
10 aprile 2019
© Riproduzione riservata.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


10/04/2019

Pasqua 2019. I piccoli del "Gruppo dei Giudei" in scena con "L'Ultima Cena" e "Li Rieciti"

 

I piccoli del "Gruppo dei Giudei" in scena con "L'Ultima Cena" e "Li Rieciti"
Manifesto

Domenica 14 aprile, Solennità della Domenica delle Palme, a partire dalle ore 21.00 sul palco allestito nella Piazzetta Mancuso, accanto alla Piazza Marconi, i piccoli attori dell'Associazione Culturale "Gruppo dei Giudei - Andrea Infantino" metteranno in scena la VI edizione della rappresentazione "L'Ultima Cena" e "Li Rieciti", realizzata con il patrocinio dell'Assessorato allo Spettacolo del Comune di Grotte.
Entrambe le opere sono l'anticipazione fedele (nel testo, nella gestualità, nell'intonazione, nelle cadenze) delle "recite" che i grandi proporranno rispettivamente il Giovedi Santo ed il Venerdi Santo.
Personaggi ed interpreti di questa edizione sono:
- Davide Zicari (Gesù);
- Francesco Di Mino (Pietro);
- Stefano Costanza Scinta (Giacomo);
- Giacomo Costanza (Giovanni);
- Francesco Fantauzzo (Centurione);
- Flavio Sanfilippo (Putifar);
- Gaetano Agnello (Rubinit);
- Calogero Infantino (Rabam);
- Vincenzo Licata (Misandro);
- Simone Puma (Giuda);
- Gabriele Garifi (Stelle);
- Salvatore Terrana (Malco);
- Antonio Carlisi (Giuseppe);
- Giuseppe Miceli (Nicodemo);
- Erica Boscarino (Maria);
- Gloria Mancuso (Maddalena);
- Manuela Calì (Veronica);
- Domenico Romito (Longino);
- Stefano Lombardo (Caifas);
- Flavio Neglia (Nizec).
Molti attori della "Pasqua di Grotte" si sono formati partecipando, negli anni precedenti, alle rappresentazioni dei piccoli, che si rivelano fucina di nuovi interpreti.
  

Redazione
10 aprile 2019
© Riproduzione riservata.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


10/04/2019

Pittura. Opere di Filippo Baldo in mostra a Comitini, per "Primavera in Arte"

 

Filippo Baldo
Filippo Baldo

Ieri, martedi 9 aprile, è stata inaugurata preso il Palazzo Bellacera di Comitini la mostra collettiva di pittura "Primavera in Arte". La manifestazione, patrocinata dal Comune di Comitini, ha visto la partecipazione di numerosi artisti, che hanno accettato di esporre le proprie opere.
Tra i pittori invitati alla mostra, il grottese Filippo Baldo, stimato autore di "personali" e "collettive" in diverse città, che il prossimo sabato 13 aprile - sempre nell'ambito della mostra - dalle 09.30 alle 12.30 prenderà parte ad una estemporanea in Piazza Umberto I.
"Primavera in Arte" si concluderà martedi 16, con una cerimonia nel Palazzo Bellacera.
  

Redazione
10 aprile 2019
© Riproduzione riservata.
  

Primavera in Arte
Manifesto

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


09/04/2019

Politica. Paolino Fantauzzo: "I Padri Nobili del Sindaco"

 

Paolino Fantauzzo
Guarda il video

Citato direttamente in un intervento del Sindaco di Grotte, l'ex Primo Cittadino Paolino Fantauzzo (predecessore dell'attuale sindaco Alfonso Provvidenza) risponde con un video in merito all'operato della sua Amministrazione: dall'inserimento del Comune nella black list delle società di distribuzione dell'energia elettrica ai presunti debiti nei confronti dei commercianti e meccanici; dal contributo fornito all'elezione dell'Opposizione, ai progetti già avviati nel suo quinquennio.
"Le auguro soltanto buon lavoro - conclude Fantauzzo -, Le ricordo che non sono stato suo competitor, Le ricordo che ho scelto per mia volontà di tornare ad essere un cittadino comune, un cittadino che ama questo paese".
L'intervento termina con l'augurio di una serena e santa Pasqua a tutti i concittadini.
  
Carmelo Arnone
9 aprile 2019
© Riproduzione riservata.
  

 

 

Guarda il video con
Internet Explorer, Firefox, Opera:

Guarda il video con
Iphone, Ipad, Mac, smartphone Android, Chrome:
   

 
  Fantauzzo: "I Padri Nobili del Sindaco" (Video) Visita l'argomento
  
Fantauzzo: "I Padri Nobili del Sindaco" (Video) Visita l'argomento
  
 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


09/04/2019

Comune. Una Pasqua serena: dal traffico alla musica, provvedimenti per la festa e l'incolumità dei cittadini

 

Palazzo Municipale del Comune di Grotte
Palazzo Municipale

Per garantire uno svolgimento sereno delle manifestazioni che animeranno la Settimana Santa, ed a tutela dell'incolumità dei cittadini, l'Amministrazione comunale di Grotte ha emesso tre ordinanze riguardanti rispettivamente: la regolazione del traffico veicolare; le emissioni sonore; il divieto di vendita alcolici in vetro o lattine e di portare al seguito oggetti contundenti.
L'ordinanza sulla regolazione del traffico veicolare (leggi le prescrizioni nel dettaglio) in sostanza prevede il divieto di transito veicolare e di sosta lungo le vie e nelle piazze dove si svolgeranno le varie attività. Le zone principalmente interessate sono: Viale della Vittoria, Corso Garibaldi e Piazza Marconi; ma anche la "Via dei Santi" (per le processioni) e Piazza Magnani con le vie limitrofe (per i fuochi d'artificio).
L'ordinanza sul divieto di emissioni sonore da parte dei locali pubblici (leggi le prescrizioni nel dettaglio) riguarda esclusivamente gli orari ed i luoghi in cui si svolgeranno le processioni e le manifestazioni in programma; d'altronde sarebbe irrispettoso della sensibilità comune diffondere musiche inappropriate ad alto volume mentre passano le processioni o mentre si svolge uno spettacolo a tema pasquale. La spessa ordinanza prevede che si possa - dal 13 al 21 aprile - posticipare la chiusura dalle 24.00 alle 02.00 delle attività di somministrazione bevande e alimenti (bar) e che durante il Concerto di Pasqua si possano superare i limiti di emissioni sonore.
Più articolata è l'ordinanza sul "Divieto di somministrazione e vendita di alcolici e altre bevande in bottiglie di vetro e in lattine sul territorio comunale. Divieto di portare al seguito, nell'area di svolgimento del concerto, ombrelli, aste per selfie, oggetti contundenti di vario tipo, caschi e bombolette spray urticanti e di qualsiasi altro genere" durante la Settimana Santa e la Pasqua 2019 (leggi le prescrizioni nel dettaglio). Questo provvedimento riguarda la sicurezza e l'incolumità dei cittadini, soprattutto durante le manifestazioni nelle quali è previsto un notevole afflusso di persone (come riportano le cronache nazionali, basta un minimo comportamento scriteriato per scatenare una fuga precipitosa e causare gravissimi danni ai partecipanti). Particolare importanza è dedicata alla pulizia degli spazi pubblici, prevedendo l'obbligo per gli esercenti di posizionare appositi contenitori per la raccolta differenziata e la rimozione di eventuali rifiuti abbandonati dai clienti negli spazi antistanti le aree utilizzate. Da ricordare - soprattutto a quanti hanno smanie di protagonismo "social" - il divieto di portare "aste per selfie" al Concerto di Pasqua.
  
Carmelo Arnone
9 aprile 2019
© Riproduzione riservata.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


09/04/2019

Sport. Tornei di Pasqua: mini volley e calcio giovanile al campo polivalente coperto "F. Morvillo"

 

Raduno di Pasqua
Manifesto

Tornei di Pasqua
Manifesto

Il Centro Provinciale "Libertas" di Agrigento, in collaborazione con l'Associazione Culturale Sportiva Dilettantistica "New Star" di Grotte e con la scuola Calcio "Football Academy", organizza due manifestazioni sportive rivolte ai più giovani.
Lunedi 15 aprile 2019, alle ore 15.00 presso il campo polivalente coperto "Francesca Morvillo" di Grotte, si terra il 1° Raduno di Pasqua di Mini Volley.
Dal 9 al 16 aprile, sempre alle ore 15.00 e presso il campo polivalente "F. Morvillo" avrà inizio il 1° Torneo di Pasqua Libertas di calcio giovanile "Città di Grotte", che si articolerà in tre giornate:
- martedi 9 aprile giocheranno i "Piccoli Amici" nati negli anni 2012/13/14;
- giovedi 11 aprile scenderanno in campo i "Primi Calci" nati negli anni 2010/2011;
- martedi 16 aprile sarà la volta dei "Pulcini" nati negli anni 2008/2009.
  

Redazione
9 aprile 2019
© Riproduzione riservata.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


08/04/2019

Politica. Gruppo Consiliare M5S Grotte: "Siamo tutti economisti"

 

Gruppo Consiliare M5S Grotte
Consiglieri M5S

Pubblichiamo, di seguito, la nota del Gruppo di Minoranza al Consiglio comunale di Grotte (Movimento 5 Stelle); replica alla risposta del sindaco Alfonso Provvidenza.

*****

"Siamo tutti economisti.
Economia, finanza, contabilità pubblica, discipline che in passato si distinguevano per avere propri confini, oggi, per un certo effetto di mescolamento, si sovrappongono e si confondono.
Esperti, specialisti: tutti economisti, anche quelli che erano semplici computisti, con le nere mezze maniche, le matite e gli inchiostri rossi e neri.
Ma la logica, appunto il ragionare corretto e consequenziale, nulla ha a che fare con la ragioneria. E ne è esempio tangibile l’argomentare astioso e canzonatorio che il Sindaco ha affidato al quotidiano Grotte.info.
Poveri Consiglieri 5 stelle: incapaci ed impreparati, che si trovano senza meriti ad occupare i banchi dell’opposizione grazie ai voti di Fantauzzo e dei suoi seguaci, una sorta di confraternita urbana e laica del terzo millennio.
Certo, data la vigente legge elettorale, con sole due liste concorrenti, una vince, ed è maggioranza e governa, l’altra perde ed è opposizione, anche con solo quattro voti, solo quelli personali dei quattro eletti. Così è.
Però secondo Provvidenza, secondo la sua logica, i 5 stelle sono opposizione grazie ai voti di rinforzo.
Quindi ne discenderebbe sempre a rigor di logica, o di forte pensiero, che ove ciò non fosse avvenuto, anche i banchi dell’opposizione sarebbero stati occupati dalla maggioranza e ciò è ragione di profonda ingiustizia
".
  

  

   

Il Gruppo Consiliare M5S Grotte
(Angelo Costanza, Salvatrice Morreale,
Mirella Casalicchio, Giada Vizzini)
 

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


08/04/2019

Servizi. Nuovo sportello dedicato a "Quota 100"; informazioni e servizi gratuiti della "50&Più"

 

50&Più

Il Patronato 50&PiùEnasco, che ha sede ad Agrigento in Via Imera, 223/C (tel. 0922.595682), ora che “Quota 100” è realtà, per fare fronte alle sempre più numerose richieste di informazioni sulle nuove modalità di accesso alla pensione, ha deciso di lanciare un servizio ad hoc, mettendo a disposizione i propri esperti per valutare le concrete possibilità di accesso per i lavoratori e i vantaggi che si possono ottenere.
A Grotte la sede del patronato è in Via Meli (accanto al cinema "Liotta"), aperta ogni mercoledi dalle 16.00 alle 19.00.
La scelta deve essere riferita anche alla migliore combinazione tra il momento del pensionamento e l’ottenimento del maggiore beneficio economico, sottolinea Claudio Iacono, Responsabile dell’Ufficio Provinciale di Agrigento.
I servizi più richiesti dai cittadini, che 50&Più mette a disposizione gratuitamente, si possono riassumere nelle seguenti voci:
- verifica del diritto alla pensione anticipata “quota 100”;
- calcolo importo presunto di pensione;
- calcolo importo di pensione di vecchiaia/anticipata;
- calcolo del differenziale (minore importo) tra “quota 100” pensione di vecchiaia/anticipata;
- consulenza sulla combinazione più efficace per accedere alla pensione con la decorrenza più immediata ed il migliore beneficio economico;
- valutazione della contribuzione accredita o da accreditare;
- verifica delle opportunità di incrementare la contribuzione per raggiungere il diritto e valutazione della relativa convenienza come ad esempio nel caso di: riscatto laurea, riscatto contribuzione omessa, ricongiunzione da Casse Professionali, cumulo tra gestioni INPS, accredito servizio militare, periodi di maternità fuori dal rapporto di lavoro, maggiorazione figurativa per lavoratori invalidi.
La scelta del pensionamento -
evidenzia Claudio Iacono - non va fatta a cuor leggero o affidandosi a interlocutori che possono generare dubbi; 50&PiùEnasco è, con oltre 50 anni di esperienza, il soggetto capace di offrire il supporto necessario per una decisione così delicata”.
50&PiùEnasco, Istituto di Patronato e di Assistenza Sociale, da oltre 40 anni tutela i diritti di tutti i cittadini offrendo gratuitamente assistenza e consulenza per tutte le tipologie di prestazione erogate dall’Inps e dagli Enti collegati. Gli operatori 50&PiùEnasco forniscono preziose indicazioni sulle soluzioni più idonee per risolvere nel modo più favorevole le esigenze di assistenza sociale e previdenziale di ogni persona.
Ulteriori informazioni contattare Patronato 50&Più Enasco, sede di Agrigento, Via Imera, 223/C (tel. 0922.595682)
.
     
Redazione
8 aprile 2019.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


08/04/2019

Teatro. "In ogni pozzo c'è l'acqua", di Giovanni Volpe; sabato 13 aprile nella chiesa del Purgatorio in Grotte

 

In ogni pozzo c'è l'acqua
Locandina

Giovanni Volpe
Giovanni Volpe

Sabato 13 aprile, alle ore 21.00 presso la chiesa del Purgatorio in Grotte, andrà in scena "In ogni pozzo c'è l'acqua", rappresentazione teatrale proposta con il patrocinio del Comune di Grotte, prodotta da "ArTesia Teatro" per la riduzione, adattamento e regia di Giovanni Volpe, da un testo del 1985 di John Pielmeier.
La vicenda narrata avviene a
ll'interno di un convento di clausura, nel quale una novizia partorisce, in assoluto segreto, un bambino che subito dopo il parto viene ucciso. La ricerca dell'assassino, le modalità del concepimento e del parto, e soprattutto il nome del padre del piccolo sono gli interrogativi ai quali dovranno rispondere lo psichiatra Livio De Marchi, inviato come consulente dal tribunale, e Suor Miriam, madre superiora del convento.
Lo scontro ideologico ed esistenziale tra un psichiatra sopravvissuto con disincanto al marxismo e una suora problematicamente cattolica è il vero contrasto su cui si basa l'intera sinossi. Il parto, la morte del bambino, la paternità, lo stesso personaggio della novizia Anna, saranno gli strumenti del viaggio che i due, in un alternarsi di scontri e ricomposizioni, intraprenderanno all'interno dello loro stesse vite e l’indagine metterà a confronto le loro apparenti diversità, ma a dispetto di ciò che li divide sapranno trovare motivi di avvicinamento e infine di complicità
Ad interpretare i personaggi sono gli attori:
Giovanni Volpe (lo psichiatra Livio De Marchi), Rosa Maria Montalbano (la Superiora Madre Miriam) e Carmela Butera (la novizia, suor Anna).
Hanno collaborato alla realizzazione della rappresentazione:
Giovanni Volpe e Calogero Vella (scenografie), Accursio Antonio Cortese (musiche originali ), Riccardo Liotta (disegno luci), Giovanna Bonsignore (costumi), Tonino Spitali (responsabile tecnico d’allestimento), Rosi Mandracchia (direttore di scena), Gabriele Ciraolo e Marianna Rotolo (assistenti alla regia), Giuseppe Spitali (foto e riprese).
     
Redazione
8 aprile 2019.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


08/04/2019

Chiesa. Avvisi ed appuntamenti della settimana.

 

Chiese di Grotte

Pubblichiamo gli avvisi diffusi al termine delle sante Messe domenicali e gli appuntamenti ecclesiali più rilevanti.
Per agevolarne la consultazione, gli avvisi settimanali sono pubblicati anche nella pagina Chiesa.

Lunedi 8
aprile
- ore 06.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, celebrazione delle Lodi animata dalle Comunità Neocatecumenali;
- ore 08.45, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 18.00, in chiesa Madre, santa Messa;
- ore 19.30, in chiesa Madre, incontro di preghiera del gruppo dell'associazione RnS.

Martedi 9 aprile
- ore 06.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, celebrazione delle Lodi animata dalle Comunità Neocatecumenali;
- ore 08.45, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 18.00, in chiesa Madre, santa Messa.

Mercoledi 10
aprile
- ore 06.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, celebrazione delle Lodi animata dalle Comunità Neocatecumenali;
- ore 08.45, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 18.00, in chiesa Madre, santa Messa.

Giovedi 11
aprile
- ore 06.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, celebrazione delle Lodi animata dalle Comunità Neocatecumenali;
- ore 08.45, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 18.00, in chiesa Madre, santa Messa (al termine, Adorazione eucaristica).

Venerdi 12
aprile - oggi la Chiesa raccomanda l'astinenza dalle carni
- ore 06.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, celebrazione delle Lodi animata dalle Comunità Neocatecumenali;
- ore 08.45, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 18.00, in chiesa Madre, santa Messa;
- ore 20.00, dal Portobello al Calvario, Via Crucis cittadina.

Sabato 13
aprile
- ore 08.45, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 18.30, in chiesa Madre, santa Messa prefestiva.

Domenica 14
aprile - Domenica delle Palme
- ore 08.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 09.30, nella Villetta San Pio, benedizione delle palme e processione verso la chiesa san Rocco;
- ore 10.00, nella chiesa san Rocco, santa Messa;
- ore 10.00, nell'atrio della scuola "Roncalli", benedizione delle palme e processione verso la chiesa Madonna del Carmelo;
- ore 11.30, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 11.30, in Piazza Marconi, benedizione delle palme ed ingresso in chiesa Madre;
- ore 12.00, in chiesa Madre, santa Messa;
- ore 18.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 19.15, in chiesa Madre, santa Messa.

AVVISI

- Ogni giorno (esclusi prefestivi e festivi) alle ore 06.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, celebrazione delle Lodi animata dalle Comunità Neocatecumenali; la partecipazione è aperta a tutti i fedeli.

Orari delle Sante Messe in vigore dal 31/03/2019:

   Feriali:
   ore 08.45, chiesa Madonna del Carmelo
   ore 18.00, chiesa Madre

   Prefestivi:
   ore 18.30, chiesa Madre
   ore 20.15, chiesa San Francesco (animata dalle comunità neocatecumenali)

   Festivi:
   ore 08.00, chiesa Madonna del Carmelo
   ore 10.00, chiesa San Rocco
   ore 11.00, chiesa Madre
   ore 11.30, chiesa Madonna del Carmelo
   ore 18.00, chiesa Madonna del Carmelo
   ore 19.15, chiesa Madre
 

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


07/04/2019

Scuola. AIDO: incontro con gli alunni del "Roncalli" sulla cultura della donazione degli organi

 

AIDO: incontro con gli alunni del "Roncalli"
Vedi le foto

Coinvolgere i ragazzi e diffondere tra i più giovani la cultura della donazione degli organi e della solidarietà, è l'obiettivo che i volontari della Sezione Provinciale AIDO di Agrigento perseguono ogni giorno. Lo scorso giovedi 4 aprile ad essere coinvolti sono stati gli alunni delle classi di scuola elementare e media dell'Istituto Comprensivo "Angelo Roncalli" di Grotte (vedi le foto), grazie alla sensibilità del preside prof. Santino lo Presti, ed alla disponibilità del prof. Antonio Distefano e degli altri docenti.
L’AIDO considera da sempre la scuola come uno dei luoghi privilegiati per diffondere la conoscenza alla donazione degli organi. Quello di giovedi è stata una giornata ricca di emozioni: tante l'attenzione dimostrata dai ragazzi, numerosi gli interventi a cui sono seguiti i relativi chiarimenti da parte dei volontari che - in maniera semplice e chiara, adatta all'età dei ragazzi - hanno dato sulla donazione degli organi e sulla donazione del sangue. Un contributo concreto alla realizzazione dell'iniziativa è stato fornito da Pietro Zucchetto, referente AIDO di Grotte, nonché promotore della nascente nuova realtà AVIS.
Pubblichiamo alcune immagini dell'incontro (27 foto di © AIDO Agrigento).
  
Redazione
7 aprile 2019.

Al "Roncalli" la cultura della donazione (Foto)
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


07/04/2019

Politica. On. Rosalba Cimino (M5S): "Questo Governo punta su una crescita sostenibile"

 

On. Rosalba Cimino
On. Rosalba Cimino

Dichiarazione dell'on. Rosalba Cimino, deputata del Movimento 5 Stelle alla Camera e componente della XIII Commissione Agricoltura, sul "decreto Crescita e la "Norma Fraccaro".

*****

"Grazie al decreto Crescita arriveranno ulteriori 500 milioni di euro per i Comuni italiani, utili per avviare opere pubbliche in materia di efficientamento energetico e sviluppo sostenibile. La cosiddetta "norma Fraccaro" ha l’obiettivo di rilanciare gli investimenti e le economie locali da molti anni stagnanti a causa di politiche caratterizzate da tagli e austerità. In questo modo potremo veder nascere tanti piccoli cantieri che serviranno, ad esempio, a rendere finalmente efficienti gli edifici pubblici dal punto di vista energetico oppure a mettere in sicurezza le tante strade dissestate del nostro territorio. Si tratta di un cambio di rotta deciso già intrapreso a dicembre con lo stanziamento in Legge di Bilancio di 400 milioni di euro per i piccoli Comuni.
Questo Governo punta su una crescita sostenibile che parta dalle realtà più prossime ai cittadini. Le somme stanziate vanno dai 50.000 euro per i comuni con un massimo di 5.000 abitanti, fino a 250.000 euro per quelli oltre i 250.000.
Il mio auspicio è che le amministrazioni comunali si facciano trovare pronte a cogliere queste opportunità con progetti che sappiano rispondere alle reali esigenze della cittadinanza
".
  

  

   

Rosalba Cimino
Deputata M5S Camera
 

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


07/04/2019

Politica. "I cittadini hanno voluto la politica del sì"; risposta del sindaco Alfonso Provvidenza

 

Alfonso Provvidenza
Alfonso Provvidenza

Il sindaco di Grotte, Alfonso Provvidenza, ribatte - con la nota che pubblichiamo di seguito - alle critiche che gli sono state mosse, nel corso delle ultime settimane, dai Consiglieri comunali di Minoranza del Movimento 5 Stelle.

*****

"Ho letto, senza stupore, le “riflessioni pseudo politiche” della Minoranza che evidenziano la totale mancanza di conoscenza, oltre che delle basilari regole di comportamento della politica, anche delle più elementari regole di contabilità pubblica.
Già nel corso dell’ultimo Consiglio comunale è stato necessario
spiegare ad una Consigliera di opposizione la differenza tra il principio della competenza finanziaria e quello di cassa; oggi mi trovo a dovere illustrare a chi non sa che, così dispone il Testo Unico degli Enti Locali, nel corso di un esercizio provvisorio è possibile fare una qualunque spesa nei limiti di quanto approvato nel bilancio precedente e che tale spesa, non essendo frazionabile in dodicesimi (nel nostro caso "tre", visto che gli impegni di spesa sono stati assunti alla fine di marzo), può essere interamente effettuata in una unica soluzione.
È buona prassi, pertanto, utilizzare la medesima somma prevista nell’anno precedente; di più non è possibile, di meno per prudenza non è il caso.
Con l’occasione tengo a sottolineare che lo spettacolo canoro costerà 6.600 euro in meno rispetto l’anno scorso e che buona parte di questa somma rimarrà nel nostro territorio; sono stati concessi maggiori contributi (per carità, limitati e non bastevoli rispetto lo straordinario impegno profuso) all’Associazione dei Giudei ed alle Bande musicali, nonché assegnati piccoli contributi a giovani locali per la realizzazione di diversi spettacoli.
Così come non viene rilevato che i punti luce straordinari sono stati commissionati dalla Pro Loco (che ringrazio di cuore) in quanto l’Amministrazione comunale è morosa ed inserita nella black list delle società di distribuzione dell’energia elettrica (per tutti i debiti che la precedente Amministrazione ci ha lasciato; in proposito basta fare un giro dai commercianti locali, dagli alimentari ai meccanici).
È sempre bene ricordare che l’Opposizione è stata eletta grazie ai voti dell’ex sindaco Fantauzzo e dei suoi seguaci e, infatti, omette sistematicamente di ricordare che tutti i danni attuali provengono dall’Amministrazione precedente.
Alla Minoranza non resta che l’agire fatto di vignette e puntuali delazioni. Tutto ciò, comunque, non può che rivelarsi inconsistente rispetto alla politica del fare dell’Amministrazione
.

Nella tabella che segue un breve esempio della realtà:

Nella tabella che segue un breve esempio della realtà:

Il movimento è il movimento del no e delle denunce (tutte prive di fondamento).
Non mi resta che ricordare che i cittadini hanno voluto la politica del sì.
  

 

   

Il Sindaco
Alfonso Provvidenza
 

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


06/04/2019

Diritti. "SvegliaRegione!"; incontro al Comune di Grotte per la riforma forestale in Sicilia

 

SvegliaRegione!


SvegliaRegione!


SvegliaRegione!


SvegliaRegione!


SvegliaRegione!

Lunedi 1 aprile 2019, nell'Aula consiliare del Comune di Grotte, nell'ambito dell'iniziativa “SvegliaRegione! - Giornata per la Riforma Forestale in Sicilia” indetta dalle sigle sindacali Fai-Flai-Uila, si è tenuto un incontro dei lavoratori del comparto forestale, con la partecipazione del sindaco Alfonso Provvidenza e del presidente del Consiglio comunale Angelo Carlisi (a lato, alcuni momenti della manifestazione; foto di © Salvatore Milano).
L'importante vertenza per il futuro del comparto coinvolge direttamente 31 nuclei familiari di Grotte che hanno quest'unica fonte di reddito. Dieci i punti-chiave della proposta presentata dai lavoratori. Tra questi, il passaggio dalla gestione dell’emergenza alla “pratica ordinaria” di manutenzione e messa in sicurezza del territorio “con un considerevole risparmio di risorse umane e finanziarie”, la governance del settore con l’istituzione di una cabina di regia comune, l’incremento delle attività imprenditoriali legate alla valorizzazione ambientale e gli interventi pubblici in amministrazione diretta anche in aree demaniali non incluse nel patrimonio forestale. Il disegno di legge, infine, prevede che i forestali - attualmente, perlopiù precari - siano inquadrati in due soli contingenti: gli LTI (a Tempo Indeterminato), dove transiterebbero tutti i centocinquantunisti, ed i Lavoratori con Garanzia Occupazionale di 151 giornate annue, cui destinare gli attuali centounisti e settantottisti.
Nel dettaglio, queste sono le proposte dei lavoratori:
    
a) sistemazione e manutenzione idraulico-forestale, difesa del suolo, interventi finalizzati alla tutela e al miglioramento ambientale e allo prevenzione del dissesto idrogeologico, opere di difesa e conservazione del suolo a presidio degli invasi, opere di sistemazione idraulico e idraulico-forestale dei bacini idrografici, anche montani, opere di regolazione dei corsi d'acqua, interventi integrati di rinaturazione e recupero di suoli abbandonati, regimare le acque, preservare e migliorare la qualità dell'ambiente e del paesaggio, prevenire o contenere i danni da valanghe e altre calamità, comprese le cure colturali degli stessi fino alla loro completa affermazione nonché la rinaturalizzazione, anche tramite specie forestali autoctono e tecniche d'ingegneria naturalistica, di aree degradate, di corsi d'acqua e di rimboschimenti;
     b) lotta passiva agli incendi boschivi, settore di attività realizzato nelle aree demaniali forestali e nelle superfici comunque gestite, che include azioni mirate a ridurre le cause e il potenziale innesco d'incendio, comprendendo la realizzazione e la manutenzione dei viali tagliafuoco, la viabilità forestale e le infrastrutture connesse, gli interventi previsti nel piano regionale per la difesa della vegetazione dagli incendi boschivi, nonché a titolo esemplificativo anche i lavori di prevenzione degli incendi lungo le fasce di bordo delle sedi stradali aperte al pubblico, entro i perimetri dei complessi boscati demaniali e delle superfici comunque gestite, dei bacini idrografici montani, per la profondità tecnicamente necessaria in relazione alle condizioni dei luoghi, limitatamente all'asportazione di piante secche, rovi o altro materiale infiammabile, e conservando le alberature vitali di qualsiasi specie, gli arbusti aventi funzione produttiva od ornamentale ovvero di protezione e difesa del suolo;
     c) imboschimento e rimboschimento, impianto di essenze arboree su terreni di proprietà di enti pubblici odi enti morali, sempre ché destinati alla pubblica fruizione;
     d) prevedere due soli contingenti di lavoratori: LTI (Lavoratori a Tempo Indeterminato) dove transitano tutti i 151isti e Lavoratori con Garanzia Occupazionale di 151 giornate annue;
     e) per dare un futuro ed una prospettiva al lavoro forestale bisogna pensare ad introdurre in questo comparto, anche in piccole percentuali (15 /20 %) rispetto a chi fuoriesce, i giovani. Una volta ultimato il processo di stabilizzazione dei lavoratori oggi in attività, bisogna avviare anche un turn over per un ricambio generazionale (anche per poter trasmettere a giovani leve le preziose conoscenze del territorio, degli strumenti e delle tecniche), senza il quale, fra qualche anno, vista l'età media degli attuali lavoratori, parleremo di questo comparto al passato. Oltretutto, anche per realizzare una nuova forestazione occorrono energie fresche e nuove professionalità;
     f) programmare l'attività di formazione continua utilizzando le somme accantonate presso i fondi interprofessionali (oggi vi è un utilizzo assai opaco di queste risorse);
     g) riscrittura art. 12 L. R. n° 5 del 28/01/2014, prevedendo comunque che i lavoratori dell'antincendio con garanzia di 151 giornate annue, svolgano interamente le giornate alle dipendenze del Comando del Corpo Forestale;
     h) prevedere il reintegro automatico, al verificarsi dei posti resosi liberi nella fascia superiore;
     i) istituire una voce di bilancio per i lavoratori LTI, per dare continuità e tempi certi nei pagamenti delle retribuzioni e prevedere un fondo di rotazione, da rimpinguare alla fine dell'iter delle perizie, per pagare gli stagionali.
A seguito dell'incontro, giovedi 4 aprile la Giunta municipale, su proposta dell'assessore Antonino Caltagirone, ha approvato una deliberazione avente ad oggetto "Riordino Settore Forestale. Atto di indirizzo".
"In considerazione degli effetti positivi sul clima, territorio e ambiente, derivanti da una presenza costante e condivisa, tra le amministrazioni locale e gli Enti regionali e i Consorzi - riporta la Deliberazione - questa Amministrazione comunale intende supportare e promuovere le proposte del comparto forestale".
     

Redazione
6 aprile 2019.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


06/04/2019

Chiesa. Concluso il corso di preparazione al matrimonio; consegna degli attestati ai fidanzati

 

Concluso il corso di preparazione al matrimonio
Foto di gruppo

Si è concluso domenica scorsa, 31 marzo 2019, con una solenne celebrazione nella chiesa Madonna del Carmelo, il corso interparrocchiale di preparazione al sacramento del matrimonio, organizzato dall'Unità Pastorale di Grotte. Durante il periodo di preparazione, i fidanzati sono stati guidati dalle coppie di sposi Mimmina e Salvatore Carlisi, Anna e Gianni Cipolla, ed hanno avuto il sostegno dello psicologo Francesco Castronovo e l'assistenza spirituale dell'arciprete padre Giovanni Castronovo. Al termine della santa Messa, presieduta da padre Gaspare Sutera, hanno ricevuto gli attestati: Calogero Alaimo e Tania Miccichè, Calogero Carlisi ed Erica Campanella, Antonio Cufaro e Linda Vetro, Salvatore Giangreco e Gessica Maria Spitali, Salvatore La Rosa e Viviana Agnello, Antonio Maida e Glenda festa, Michelangelo Vizzini e Lorena Valenti, Sabrina Aquilina.
  

Redazione
6 aprile 2019
© Riproduzione riservata.
  

Concluso il corso di preparazione al matrimonio
Attestato

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


06/04/2019

Letture Sponsali. "Analfabeti a raccontare il bene"

 

Amore Sponsale
Nozze di Giuseppe e Maria

Le "Letture Sponsali" sono uno strumento sperimentale che offre gratuitamente una prospettiva sponsale alle letture della liturgia domenicale. Sono curate dal gruppo "Amore è..." (vedi il sito ufficiale), attivo dal 2006 nella diocesi di Palermo, per favorire un momento di riflessione all'interno delle coppie e nelle comunità ecclesiali. Le letture (scarica il foglietto della domenica) sono commentate da fidanzati e sposi (tra cui i grottesi Vera e Francesco).

*****

La potenza della risurrezione.
La parola di questa domenica ritorna sul medesimo concetto più volte: solo la capacità consapevole di lasciar perdere le cose passate e di protendersi verso quelle future con lo sguardo fisso a Cristo può assicurarci l’Amore.
Non ricordate più le cose passate, non pensate più alle cose antiche!” scrive Isaia.
Quante volte Cristo lo ha fatto per noi? E quali sarebbero state le conseguenze altrimenti?
Attenzione: non si tratta certo di un invito a cancellare del tutto e in maniera acritica il ricordo dei torti che pensiamo di avere subito o visto, ovvero di quelli che abbiamo subito o visto realmente.
Si tratta di discernere e scegliere con consapevolezza per poter arrivare a “grandi cose”… a Gesù.
Si tratta di scegliere l’Amore di Cristo con cognizione. Perché Cristo non vuole certo essere subìto, ma essere scelto.
E allora, cosa faremo? Ci lasceremo schiacciare dal ricordo del passato? Oppure cercheremo di fare come Paolo, che dice “Per lui ho lasciato perdere tutte queste cose e le considero spazzatura, per guadagnare Cristo ed essere trovato in lui, avendo come mia giustizia non quella derivante dalla Legge, ma quella che viene dalla fede in Cristo, la giustizia che viene da Dio, basata sulla fede”.
Il vangelo di Giovanni parla di un’adultera.
Consideriamola prima il simbolo di un concetto ampio. Il simbolo di qualsiasi errore che, alla luce del riconoscimento della nostra natura imperfetta e del desiderio di tendere verso Dio, possiamo trovare la forza di superare.
Poi, consideriamola il simbolo dell’errore che a un marito (una moglie) può accadere di commettere: gli sposi sono davvero tali solo in Cristo. E verso di Lui e con Lui camminano insieme.
Solo la consapevolezza di questo può aiutare a superare i momenti più difficili: sempre protesi verso di Lui, consapevoli delle reciproche imperfezioni, disposti ad andare oltre e a “non peccare più”.
Solo allora sarà possibile per tutti noi arrivare a coltivare la speranza concreta di sperimentare la potenza della risurrezione.
Barbara e Adriano

Punto chiave
D’ora in poi...”, ecco la chiave di lettura in questa V domenica di quaresima.
Il Signore Gesù ci invita a non ricordare più le cose passate, siano esse belle o brutte, buone o cattive, perché Egli fa nuove tutte le cose. Quando si vive nel Signore Gesù, si può sempre ricominciare, si può sempre dire: d’ora in poi.
Gesù azzera il contatore, è venuto a farci ripartire perché noi potessimo vivere il “d’ora in poi”.
Quando ci confrontiamo con il peccato, nostro o altrui, cosa è più importante: rimarcare l’errore altrui o aiutare l’altro a rinascere?
La cosa più importante è ripartire.
Dio scrive una nuova storia. La potenza di Dio non è rivolta alla feroce punizione, ma alla rinascita. Quello che conta è sempre vivere, riprendere a vivere, ricostruire.
Tante volte siamo estremamente bravi a raccontare il male e analfabeti a raccontare il bene.
Ecco, questo tempo di quaresima è il tempo per ricominciare e riprendere il filo del bene.
Paola e Salvo
  
Redazione
6 aprile 2019.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


05/04/2019

Comune. Finanziati due cantieri di lavoro (Cimitero comunale e Via Meli) per 143mila euro

 

Cantieri di lavoro

Sono due i cantieri di lavoro, i cui progetti sono stati presentati dall'Amministrazione Provvidenza, ammessi a finanziamento dall'Assessorato Regionale della Famiglia, delle Politiche Sociali e del Lavoro (leggi la comunicazione ufficiale); si tratta del progetto di manutenzione straordinaria della pavimentazione di Via Meli (storica via cittadina, parte della "Via dei Santi" per la quale transitano tutte le processioni) per un importo di 73.908,74 euro, e del progetto di manutenzione straordinaria e completamento dei vialetti all'interno del Cimitero comunale (zona centrale e zona ovest) per l'importo di 69.446,45 euro.
Con il totale di 143.335,19 euro si andranno a risistemare due zone del paese che necessitano effettivamente di interventi: il manto stradale di Via Meli si presenta notevolmente sconnesso e la zona "nuova" del Cimitero è in parte ancora da completare.
Due opere che daranno lavoro alla manodopera ed alle maestranze locali, contribuendo ad incrementare l'economia della comunità cittadina. Tuttavia l'iter relativo al finanziamento rimarrà in sospeso sino a quando il Comune non provvederà a completare gli adempimenti relativi agli obblighi di monitoraggio di due cantieri realizzati della precedente Amministrazione.
Adempiuti questi obblighi di monitoraggio pregressi, e sottoscritta la convenzione per questi nuovi cantieri, saranno emessi i decreti di finanziamento.
  
Carmelo Arnone
5 aprile 2019
© Riproduzione riservata.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


05/04/2019

Spettacolo. Concerto di "Lello Analfino & i Tinturia" per la Pasqua di Grotte

 

Lello Analfino & i Tinturia
I Tinturia

Concerto di "Lello Analfino & i Tinturia" per la Pasqua di Grotte
Invito

Sarà Lello Analfino con i "Tinturia" ad animare lo spettacolo della Domenica di Pasqua a Grotte.
Una scelta dell'Amministrazione comunale che ha incontrato consensi unanimi, per la band agrigentina ormai affermata a livello nazionale.
Nata a metà degli anni ’90, accoglie Lello Analfino nel 1996; dapprima come tastierista, poi come cantante ed infine come frontman del gruppo. La loro musica spazia dal pop al reggae, dal funk al rap (con un pizzico di folk). Dal loro primo album “Abusivi di necessità” (1999) i Tinturia sono impegnati in tournée in tutta la Penisola, ricevendo consensi ed entusiasmi ad ogni concerto.
Attualmente la band è formata da:
Lello Analfino (voce e diamonica), Angelo Spataro (batteria), Domenico Cacciatore (basso), Peppe Milia (chitarra), Edoardo Musumeci (chitarra), Lillo Costa (Chitarra).
Già ospiti a Grotte in una lontana Pasqua del 2002-2003, ed allora accolti con entusiasmo, per Lello Analfino ed i "Tinturia" - ma soprattutto per il pubblico - lo spettacolo di questa Pasqua si preannuncia come un grande successo.
     

Redazione
5 aprile 2019.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


05/04/2019

Politica. "Non avevamo dubbi sulla gestione politicamente sterile"; nota del Gruppo consiliare M5S

 

Movimento 5 Stelle - Grotte

Pubblichiamo di seguito una nota del Gruppo consiliare del Movimento 5 Stelle di Grotte, nella quale contesta all'Amministrazione di aver "copiato" dall'anno precedente l'importo delle somme impegnate per la realizzazione delle iniziative e manifestazioni della Settimana Santa.

*****

"Copiare oggi, domani, sempre.
Ci sono diversi modi di copiare, soprattutto serve accortezza per non essere scoperti. Ma i “Qualificati e Competenti” si perdono in un bicchier d’acqua tra “copia e incolla” e “salva con nome”.
C’era cascata la precedente Amministrazione, nell’approvazione di un regolamento comunale integralmente copiato dal Comune di Viareggio, è già successo a questa Amministrazione nel 2018, prima con un Piano di Sicurezza copiato da quello del Comune di Sciacca, poi con il DUP (Documento Unico di Programmazione), adesso è la volta della Settimana Santa.
All’albo pretorio online sono accessibili a tutti le somme impegnate negli anni precedenti:
2018 € 45.721,85 Sindaco Fantauzzo
2019 € 45.721,85 Sindaco Provvidenza
Salta subito all’occhio l’incredibile coincidenza nella spesa impegnata per gli ultimi due anni.
In perfetta continuità con l’Amministrazione precedente, al centesimo!
Verrebbe da ridere se non fosse tragico, perché gestire la cosa pubblica in modo così superficiale denota la qualità e la competenza di chi ci sta amministrando. Non avevamo dubbi sulla gestione politicamente sterile che è ormai evidente, resta il rammarico per la spesa destinata alle indennità di funzione di Sindaco, Presidente del Consiglio Comunale, Vicesindaco ed Assessori. Una spesa eccessiva per il contribuente grottese visti gli esiti.
Unica nota positiva, sarà Lello Analfino con i “Tinturia” ad allietare la sera di Pasqua".
  

 

   

Il Gruppo Consiliare M5S Grotte
(Angelo Costanza, Salvatrice Morreale,
Mirella Casalicchio, Giada Vizzini)

 

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


04/04/2019

Editoria. Presentazione del libro "Leonardo Sciascia" di Enzo Sardo; sabato 13 aprile

 

Presentazione del libro "Leonardo Sciascia" di Enzo Sardo
Locandina

Sabato 13 aprile 2019, a partire dalle ore 17.00 nell'Aula consiliare del Comune di Grotte, sarà presentato il nuovo libro di Enzo Sardo "Leonardo Sciascia - Il vero Nobel della cultura europea", Salvatore Sciascia Editore.
Il programma della manifestazione, organizzata dal Movimento Cristiano Lavoratori con il patrocinio del Comune di Grotte, prevede:
- Saluti di
     Alfonso Provvidenza (Sindaco di Grotte);
     Annamaria Todaro (Assessore alla Cultura);
- Interventi di
     Roberto Lagalla (Assessore regionale all'Istruzione e Formazione professionale);
     Margherita La Rocca (Presidente della Commissione parlamentare regionale Salute, Servizi sociali e sanitari);
- Relazioni di
     Santino Lo Presti (Dirigente scolastico);
     Giovanna Zaffuto (Ispettrice scolastica emerita).
La presentazione, presieduta e coordinata da Decio Terrana (Componente dell'Esecutivo nazionale MCL), sarà conclusa dall'intervento dell'Autore.
     

Redazione
4 aprile 2019.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


04/04/2019

Concorsi. "Fotografa la Settimana Santa 2019"; scatta e partecipa, dal 14 al 21 aprile

 

Fotografa la Settimana Santa 2019
Manifesto

Immortalare le tradizioni pasquali che rendono la Settimana Santa di Grotte una delle più caratteristiche della Sicilia. Questo è lo scopo del concorso fotografico “Fotografa la Settimana Santa 2019”, avente come soggetto i riti e le celebrazioni della Pasqua grottese, dal 14 al 21 aprile.
L'iniziativa, organizzata da "Photo Evolution", "President Events" e "DC Produzioni", si propone anche di promuovere i talenti nascenti nel campo della fotografia, mettendo a confronto le immagini scattate durante le festività.
La partecipazione al concorso è gratuita ed aperta a tutti (fotografi professionisti, fotoamatori e semplici cittadini) senza limiti d’età.
In palio per gli autori delle foto:
- 1° premio: stampa della foto su tela, in formato 30x40;
- 2° premio: stampa della foto su pannello, in formato 30x40;
- 3° premio: stampa della foto su pietra lavica, in formato 15x20.
Il Gruppo dei Giudei “Andrea Infantino” assegnerà un Premio Speciale a due delle tre foto vincitrici, che costituiranno le immagini della prossima Settimana Santa 2020.
La giuria, che esprimerà un giudizio insindacabile, è formata dai professionisti della fotografia Angelo Baldo (Photo Evolution), Salvatore Lo Re (President Events), Andrea Sardo (Riflessi Studios) e Daniel Carlisi (DC Produzioni), con la partecipazione dell'avvocato Venerando Bellomo (storico delle tradizioni pasquali grottesi) e Carmelo Arnone (direttore di Grotte.info Quotidiano). La Giuria è integrata da Raimondo Licata e Alessandro Sanfilippo (in rappresentanza del Gruppo dei Giudei “Andrea Infantino”).
Ciascun concorrente potrà partecipare presentando da una a cinque fotografie.
Sono ammesse solo fotografie inedite, sia in bianco e nero che a colori, con inquadrature orizzontali o verticali. La risoluzione di ciascuna foto deve essere di 300 dpi e in formato jpeg (.jpg). Non sono ammesse opere realizzate o ritoccate al computer. Le immagini non conformi alle specifiche non verranno prese in considerazione.
Sono esclusi dal concorso i membri della commissione giudicatrice e i rispettivi familiari, nonché tutti i soggetti che a vario titolo collaborano all’organizzazione del concorso.
Ogni partecipante è responsabile del materiale da lui presentato al concorso, pertanto si impegna ad escludere ogni responsabilità degli organizzatori nei confronti di terzi, compresi gli eventuali soggetti raffigurati nelle fotografie.
Il concorrente dovrà informare gli eventuali interessati (persone ritratte) nei casi e nei modi previsti dal D. Lgs. 30 giugno 2003 n. 196, e procurarsi il loro consenso alla diffusione delle immagini. In nessun caso le immagini inviate potranno contenere dati qualificabili come sensibili.
Ogni partecipante dichiarerà inoltre di essere unico autore delle immagini inviate e che esse sono originali, inedite e non in corso di pubblicazione, che non ledono diritti di terzi e che, qualora ritraggano soggetti per i quali è necessario il consenso o l’autorizzazione, egli l’abbia ottenuto.
Gli organizzatori si riservano, inoltre, di escludere dal concorso le foto non conformi nella forma e nel soggetto a quanto indicato nel bando oppure alle regole comunemente riconosciute in materia di pubblica moralità, etica e decenza, a tutela dei partecipanti e dei terzi.
Le foto dovranno essere consegnate a mano (su pendrive o scheda di memoria) presso Photo Evolution in Corso Garibaldi n°106 a Grotte, oppure inviate all'indirizzo e-mail b.angelo@hotmail.it entro e non oltre il 26 aprile 2019.
Per ulteriori informazioni contattare:
Photo Evolution - Corso Garibaldi,106 - 92020 Grotte (AG);
cellulare n° 3921800865;
indirizzo e-mail b.angelo@hotmail.it.
     

Redazione
4 aprile 2019.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


04/04/2019

Cinema. Proiezione del film "I Cantastorie", con il regista Gian Paolo Cugno; venerdi 5 aprile

 

I cantastorie
Manifesto

Il cinema di Gian Paolo Cugno
Programma

Per il ciclo "Il Cinema di Gian Paolo Cugno", organizzato dall'Associazione culturale "Nino Martoglio", venerdi 5 aprile, alle ore 20.00 presso l'Auditorium "San Nicola" in Grotte sarà proiettato il film "I cantastorie".
Questa la trama del film: Angelo (David Coco), impresario di successo a Roma e la moglie Anna (Tiziana Lodato), giovane avvocato in carriera, devono fare i conti con la crisi economica che attanaglia l'Italia, causando la perdita del lavoro dell'uomo - che finisce col fare il manovale alle dipendenze di un suo ex operaio - e anche la fine del loro amore. Anna lascia Angelo e lui decide di ritornare in Sicilia, dopo trent'anni di assenza, con la figlia Maria Teresa (M. T. Esposito), che lo segue nell'avventura. Fino a quando un furgone e un anziano cantastorie gli cambiano la vita.
Fanno parte del cast gli attori: David Coco, Tiziana Lodato e Maria Teresa Esposito.
Alla proiezione del film, con il quale termina il ciclo dedicato a Gian Paolo Cugno, sarà presente il Regista che parteciperà al dibattito conclusivo
.
     

Redazione
4 aprile 2019.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


04/04/2019

Politica. "Riqualificazione e messa in sicurezza delle villette comunali"; nota del Gruppo consiliare M5S

 

Movimento 5 Stelle - Grotte

Villette comunali

Villette comunali

Villette comunali

Villette comunali

Il Gruppo consiliare del Movimento 5 Stelle di Grotte, nella nota che pubblichiamo di seguito, ripropone interventi per la riqualificazione delle villette comunali, ed in particolare della Villetta "Cimino".

*****

"Ormai da qualche giorno è primavera e con le belle giornate di sole è sempre piacevole trascorrere qualche ora al parco giochi insieme ai propri bambini. A Grotte di parchi giochi ne abbiamo parecchi, ospitati all'interno di villette e spazi verdi. Ma siamo sicuri che siano sicuri? Per risolvere il quesito, nell'interesse dell'intera comunità e, soprattutto dei bambini, i piccoli fruitori di queste aree, abbiamo effettuato un sopralluogo in quelli più frequentati (NdR: la nota è corredata dalle foto a lato). Quanto emerge non è affatto rassicurante. Alcuni di questi versano in stato di totale abbandono, incorniciati da sterpi e disseminati di rifiuti di vario genere (tra i quali anche resti di bottiglie di vetro alquanto pericolosi). Altri risultano inadeguati giacché presentano attrezzature ludiche obsolete e fuori norma, bulloni scoperti, pavimentazioni sconnesse, vuoti tra i gradini degli scivoli, seggiolini delle altalene danneggiati e sistemati alla meglio con lacci ed altri mezzi di fortuna.
Ebbene. Di fronte a tanto scempio non si può stare con le mani in mano. Ci eravamo occupati del problema già parecchi mesi fa, con la proposta di una mozione con la quale chiedevamo la riqualificazione e messa in sicurezza delle villette comunali. La mozione era stata discussa in consiglio lo scorso 7 novembre ma non ha ottenuto il risultato sperato. La maggioranza consiliare, infatti, ha deciso unanimemente di rinviare la mozione perché considerata troppo "vincolante". Ebbene sì, troppo vincolante secondo loro il termine di tre mesi per eseguire una ricognizione di tutte le villette comunali, troppo vincolante l'impegno di sostituire le attrezzature danneggiate, troppo vincolante adeguare tali spazi per consentirne la fruizione ai bambini diversamente abili.
Questo rinvio, tuttavia, non ha frenato il nostro entusiasmo. Con la legge di bilancio 2019 sono stati assegnati al nostro Comune 70.000 euro per la realizzazione di investimenti per la messa in sicurezza di scuole, strade, edifici pubblici e patrimonio culturale. Ci è parsa questa un'importante occasione per concretizzare parte del progetto. Lo scorso 19 febbraio, infatti, abbiamo protocollato una proposta di destinazione dei contributi summenzionati nella quale si invita l'Amministrazione Provvidenza ad impiegare parte di essi nella riqualificazione del parco giochi della villetta "Cimino" (antistante la biblioteca comunale).
Il nostro augurio è che questa richiesta venga accolta affinché finalmente i nostri bambini possano tornare a giocare in tutta sicurezza".
  

Villette comunali

Villette comunali

Villette comunali

Villette comunali

Villette comunali

   

Il Gruppo Consiliare M5S Grotte
(Angelo Costanza, Salvatrice Morreale,
Mirella Casalicchio, Giada Vizzini)

 

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


04/04/2019

Politica. "La Maggioranza ha una visione miope sui bisogni dei cittadini"; nota del Gruppo consiliare M5S

 

Movimento 5 Stelle - Grotte

Il Gruppo consiliare del Movimento 5 Stelle di Grotte (Angelo Costanza, Salvatrice Morreale, Mirella Casalicchio e Giada Vizzini) in una nota congiunta esprimono alcune considerazioni sul rinvio della loro proposta presentata nel corso dell'ultima seduta consiliare.
"Altra proposta del Movimento5stelle Grotte rinviata - scrivono i Consiglieri -.
La copertura dell’area esterna adibita ad attività motorie nella scuola media di via Acquanova è un’opera realizzabile ad un costo molto basso grazie all’Istituto per il Credito Sportivo(ICS). Considerato che i tempi di esecuzione e messa in opera sono molto brevi, la struttura può essere utilizzata già dal prossimo anno scolastico. Il Gruppo di Maggioranza (che ha Grotte nel cuore) dimostra ancora una volta di avere una visione miope sui reali bisogni dei cittadini".
La Minoranza consiliare preannuncia nuove azioni: "Il Movimento 5 Stelle non demorde: se la mozione è stata rinviata, chiederemo la convocazione di una commissione consiliare per adoperarci direttamente al fine di individuare le somme necessarie per la realizzazione del progetto"
.
     

Redazione
4 aprile 2019.
  
 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


02/04/2019

Iniziative. L'Associazione "La Biddina" presenta "Transumanze"; intervista agli autori

 


Guarda il video

Transumanze
Logo

Associazione Culturale "La Biddina"
La Biddina

Da martedi 26 a domenica 31 marzo, nel quartiere "San Nicola", è stato messo in atto il progetto video/pittorico "Transumanze", che mira a raccontare il rapporto uomo/natura indagando la micro-migrazione e i suoi effetti, l’abbandono dei luoghi e delle usanze popolari. Nelle "note a margine" del progetto, così scrivono Alberto Ruce e "Giniusa", i due artisti che ne sono ideatori e realizzatori: "Come il bestiame transumato lascia le zone collinari per trovare il cibo, così le persone migrano, da un posto all’altro, da luoghi dove le opportunità scarseggiano a posti in cui trovare nuove risorse. Mondi interi che stanno svanendo insieme al ricordo di piccoli gesti e al loro significato simbolico".
Domenica 31 marzo abbiamo intervistato Filippo Lo Presti, Presidente
dell'Associazione culturale "La Biddina" che ha promosso la realizzazione del progetto a Grotte, insieme ad Alberto Ruce ("UrbanArtist" conosciuto ed apprezzato anche in Francia, dove ha creato diverse sue opere) ed a Carla Costanza, in arte "Giniusa" ( laureata col massimo dei voti all'Istituto Italiano Design di Perugia, Graphic Designer con approfondita competenza di Motion Design e Video Editing).
Il progetto
video/pittorico "Transumanze" partito da Palermo il 18 marzo, segue altre sei tappe in giro per la Sicilia:
- a Poggioreale (TP) dal 22 marzo (a cura dell'Associazione Poggioreale Antica);
- a Grotte (AG) dal 26 al 31 marzo (a cura dell'Associazione La Biddina);
- a Delia (CL) dal 2 aprile (a cura del Comune di Delia);
- a Caltagirone (CT) dal 5 aprile (a cura di Mansourcing);
- a Catania dall'8 aprile (a cura del Collettivo Res Publica Temporanea);
- a San Marco D’Alunzio (ME) dall'11 aprile (a cura del TRE60lab San Marco D'Alunzio).
Pubblichiamo le interviste (riprese di © Associazione Culturale "Punto info").
  
Carmelo Arnone
2 aprile 2019
© Riproduzione riservata.
  

Alberto Ruce
Ruce all'opera

Giniusa
Giniusa

 

Guarda il video con
Internet Explorer, Firefox, Opera:

Guarda il video con
Iphone, Ipad, Mac, smartphone Android, Chrome:
   

 
  "Transumanze" Interviste (Video) Visita l'argomento
  
"Transumanze" Interviste (Video) Visita l'argomento
  
 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


02/04/2019

Lavoro. Selezione pubblica per l'assunzione a tempo indeterminato di 26 precari nel Comune di Grotte

 

Assunzione a tempo indeterminato
Gazzetta Ufficiale


Assunzione a tempo indeterminato
Testo

"Abbiamo avviato le procedure di stabilizzazione; entro il 31 dicembre sarà approvato anche il piano di fabbisogno del personale che consentirà, l'anno prossimo - io spero entro al fine di giugno -, di pervenire alla completa e definitiva stabilizzazione dei 26 precari del nostro Comune; un impegno preso che va al di là della politica"; questa la dichiarazione del sindaco di Grotte, Alfonso Provvidenza, contenuta nel messaggio di fine anno 2018.
Alla dichiarazione hanno fatto seguito le azioni concrete: l'approvazione entro il 31 dicembre del piano di fabbisogno del personale e la pubblicazione dei relativi avvisi. Nella Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana, lo scorso venerdi 29 marzo 2018, è stato pubblicato l'avviso del Comune di Grotte di "Selezione riservata al personale in servizio a tempo determinato, finalizzata all'assunzione di n. 26 unità, varie categorie e profili professionali" (a lato il frontespizio della Gazzetta Ufficiale ed il testo pubblicato).
La selezione riguarda in particolare il seguente personale:
- n° 1 Istruttore Contabile di categoria C (leggi l'avviso e la domanda di partecipazione);
- n° 12 Collaboratori di categoria B3 (leggi l'avviso e la domanda di partecipazione);
- n° 13 Operatori Ausiliari di categoria A (leggi l'avviso e la domanda di partecipazione).
Le domande di partecipazione
dovranno essere trasmesse al Comune entro e non oltre il termine perentorio di 15 giorni a partire dal 29 marzo 2019 (compreso).
Si avvia così a conclusione positiva un percorso lunghissimo che ha visto vivere nell'incertezza dell'instabilità lavorativa 26 lavoratori - ed altrettanti nuclei familiari - che da anni attendono una definitiva stabilizzazione. Anche per il Comune la definitiva assunzione a tempo indeterminato, benché parziale a 24 ore settimanali, del personale divenuto ormai indispensabile, rappresenta la garanzia di poter continuare ad assicurare i servizi alla collettività.
  
Carmelo Arnone
2 aprile 2019
© Riproduzione riservata.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


01/04/2019

Comune. Incrementiamo la differenziata: no ai sacchi neri; ordinanza del sindaco

 

No ai sacchi neri


No ai sacchi neri

Per incrementare la corretta differenziazione dei rifiuti solidi urbani, il sindaco di Grotte Alfonso Provvidenza ha disposto il divieto di utilizzo dei sacchi neri (che impediscono un efficace controllo del materiale contenuto), il divieto di depositare nel "residuo secco non riciclabile" (detto comunemente "indifferenziato") materiale per il quale è prevista la raccolta differenziata, e l'obbligo di utilizzo dei sacchetti biodegradabili per la raccolta dell'organico destinato a diventare compost. Di seguito il testo dell'ordinanza.

*****

COMUNE DI GROTTE
(Libero Consorzio Comunale di Agrigento)

Ordinanza Sindacale n. 3 del 29/03/2019.

Oggetto:
Divieto utilizzo sacchi non trasparenti per il conferimento di RSU e obbligo compostabili per la frazione umida.

IL SINDACO

Considerato che:
    
- le Pubbliche Amministrazioni, in base alla normativa vigente, hanno l’obbligo, in generale, di predisporre ogni azione di prevenzione e di riduzione delle quantità di rifiuti, e devono inoltre svolgere azioni rivolte alla valorizzazione, allo studio e all’introduzione di sistemi integrati per favorire il massimo recupero di energia e di risorse materiali;
     - in particolare, i singoli Comuni devono impegnarsi a raggiungere gli obblighi di raccolta differenziata finalizzata al riutilizzo, al riciclo e al recupero delle frazioni organiche e dei materiali recuperabili riducendo in modo sensibile la quantità di rifiuti secchi indifferenziati da conferire alle cosiddette discariche;
     - che in caso di mancato raggiungimento dell’obiettivo previsto dalle norme di settore, la tariffa sulla raccolta dei rifiuti è destinata ad aumentare, con l’aggravio delle sanzioni per i Comuni che non rispettano gli obblighi previsti;

Dato atto che, in tale prospettiva, l’Amministrazione comunale si prefigge le seguenti finalità:
     - ridurre la produzione di rifiuti, soprattutto durante la stagione estiva;
     - incrementare e valorizzare la raccolta differenziata diminuendo la percentuale di rifiuto secco residuale a favore della quota destinata al compostaggio;
     - diminuire i costi di raccolta e smaltimento dei rifiuti a carico della collettività;
     - diminuire il ricorso a materie prime non rinnovabili, favorendo l’utilizzo delle materie prime rinnovabili;
     - informare, sensibilizzare e orientare la comunità cittadina verso scelte di consumo e comportamenti consapevoli e virtuosi che mirano a salvaguardare l’ambiente.

Rilevato che:
     - con particolare riferimento al conferimento matrice umida risulta in alcune situazioni la presenza di frazioni contaminanti, posate metalliche, vetro, ceramica, imballaggi in plastica, ed inoltre il rifiuto è contenuto in sacchetti di plastica neri o sacchi i non conformi a contenere questa tipologia di frazione secondo la corretta pratica;
     - la presenza costante di tali frazioni rappresenta un problema di ordine tecnico (possibile danneggiamento dei macchinari) e di ordine economico, in quanto aggrava la frazione da smaltire successivamente in discarica, oltre a diminuire la qualità finale del compost ricavato dal trattamento di tali rifiuti;
     - l’utilizzo dei sacchi neri non facilita il controllo da parte degli operatori ecologici, teso a verificare la conformità dei rifiuti conferiti al servizio di raccolta differenziata, comportando disfunzioni agli impianti di trattamento, incidendo negativamente sui costi di gestione ed a discapito dell’intera cittadinanza;
     - occorre salvaguardare l'igiene e la pubblica salute e migliorare gli standard di pulizia;
     - è opportuno e necessario intervenire adottando gli opportuni provvedimenti al fine di garantire una corretta gestione dei rifiuti urbani ed assimilabili;

Viste le Ordinanze del Presidente della Regione Siciliana n.2/Rif. del 28/02/2018, n.3/Rif. del 08/03/2018, n.4/Rif. del 06/07/2018, n. 6/Rif. del 10/08/2018, n.7/Rif. del 03/12/2018 e n. 8/Rif. del 11/12/2018;
Vista la Legge Regionale n. 9/2010 “Gestione integrata dei rifiuti e bonifica dei siti inquinati”;
Visto il D. Lgs. 3 aprile 2006 n. 152 “Norme in materia ambientale”;
Visto gli artt. 50, 54 e 7-bis del D. Lgs. n.267/2000 (T.U.E.L.);
Visto l’O.R.EE.LL. della Regione Siciliana;
Visto lo Statuto comunale vigente;

ORDINA

1. È fatto divieto assoluto di depositare e esporre qualsiasi tipologia di rifiuto in sacchi neri o comunque non trasparenti, tali da impedire alla ditta gestore del servizio di igiene ambientale ed agli operatori ecologici addetti alla vigilanza e verifica del corretto conferimento;
2. È fatto divieto assoluto di utilizzo di sacchi e/o sacchetti diversi da quelli biodegradabili compostabili per il conferimento della frazione organica;
3. È fatto divieto assoluto di introdurre nel sacco contenente il rifiuto indifferenziato frazioni di rifiuto per le quali è attivo il servizio di raccolta differenziata.

AVVERTE

1. che i trasgressori della presente ordinanza saranno puniti con le sanzioni amministrative di cui dell’art.7 bis, comma 1-bis, del D. Lgs n. 267/2000, e del D. Lgs. n.152/2006, nonché segnalato all’Autorità Giudiziaria qualora la violazione costituisca fattispecie penalmente punibile ai sensi delle leggi vigenti;
2. che qualora il trasgressore sia un operatore economico e incorra nella sanzione di cui sopra per più di due volte nell’arco di sei mesi si procederà alla sospensione temporanea dell’attività esercitata per almeno sette giorni.

AVVISA

1. che avverso il presente atto è ammesso il ricorso al T.A.R. previa notifica a questa Amministrazione entro 60 gg. dalla data di pubblicazione della presente, oppure in alternativa, il ricorso al Capo dello Stato (D.P.R. 24/11/1971 n.1199);
2. che il presente provvedimento sostituisce e abroga ogni altra disposizione emanata con precedenti ordinanze che dovessero essere in contrasto con essa.

La presente ordinanza è trasmessa:
a) alla Prefettura di Agrigento (per conoscenza);
b) al Comando della Stazione dei Carabinieri di Grotte;
c) al Comando del Centro Anticrimine Natura Carabinieri di Agrigento;
d) alla Polizia Municipale;
e) al Responsabile del Settore Igiene ambientale;
f) al RTI Iseda Spa
.
  

 

    Il Sindaco
Dott. Alfonso Provvidenza
  
 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


01/04/2019

Comune. Liberiamoci dalla plastica; ordinanza del sindaco per l'uso dei prodotti riciclabili e biodegradabili

 

Liberiamoci dalla plastica





Il Comune di Grotte si impegna nella lotta contro la plastica monouso. Il sindaco Alfonso Provvidenza, con una ordinanza, ha disposto il divieto di commercializzazione e uso di stoviglie monouso non biodegradabili o compostabili.
A partire dal 1° luglio 2019 potranno essere venduti ed usati nel territorio comunale solo "sacchetti da asporto monouso, piatti, posate, bicchieri, coppe e coppette, ciotole e ciotoline, cannucce, mescolatori per bevande e contenitori per alimenti, non preconfezionati alla produzione, monouso in materiale biodegradabile e/o compostabile, oppure in materiale non monouso lavabile (es. ceramica, vetro, vetroceramica, acciaio inox, legno, ecc…); è consentito l’utilizzo delle eventuali scorte di magazzino esclusivamente fino alla data del 30/06/2019". Di seguito il testo dell'ordinanza.

*****

COMUNE DI GROTTE
(Libero Consorzio Comunale di Agrigento)

Ordinanza Sindacale n. 2 del 29/03/2019.

Oggetto: D
isposizione alle famiglie e alle attività economiche presenti sul territorio comunale per la riduzione dei rifiuti, l'incremento della raccolta differenziata e la riduzione dell'impatto ambientale. Divieto di commercializzazione e uso di stoviglie monouso non biodegradabili e/o compostabili.

IL SINDACO

Premesso che:
    
- l’art. 9-bis del Decreto-Legge 20 giugno 2017, n. 91, convertito con modificazioni dalla Legge 3 agosto 2017, n. 123, prevede il divieto definitivo di commercializzazione di contenitori non biodegradabili, non rispondenti alla normativa comunitaria ed alle norme tecniche approvate a livello comunitario;
     - il 16/01/2018 la Commissione Europea ha adottato la “Strategia europea per la plastica nell'economia circolare” che ha posto le basi per una nuova economia della plastica, in cui la progettazione e la produzione di questo materiale e dei suoi prodotti rispondano pienamente alle esigenze di riutilizzo, riparazione e riciclaggio e in cui il loro sviluppo avvenga all'insegna della sostenibilità;
     - le Pubbliche Amministrazioni, in base alla normativa vigente, hanno l’obbligo, in generale, di predisporre ogni azione di prevenzione e di riduzione delle quantità di rifiuti, e devono inoltre svolgere azioni rivolte alla valorizzazione, allo studio e all’introduzione di sistemi integrati per favorire il massimo recupero di energia e di risorse materiali;
     - in particolare, i singoli Comuni devono impegnarsi a raggiungere gli obblighi di raccolta differenziata finalizzata al riutilizzo, al riciclo e al recupero delle frazioni organiche e dei materiali recuperabili riducendo in modo sensibile la quantità di rifiuti secchi indifferenziati da conferire alle cosiddette discariche;
     - che in caso di mancato raggiungimento dell’obiettivo previsto dalle norme di settore, la tariffa sulla raccolta dei rifiuti è destinata ad aumentare, con l’aggravio delle sanzioni per i Comuni che non rispettano gli obblighi previsti;


Dato atto che, in tale prospettiva, l’Amministrazione comunale si prefigge le seguenti finalità:
     - ridurre la produzione di rifiuti, soprattutto durante la stagione estiva;
     - incrementare e valorizzare la raccolta differenziata diminuendo la percentuale di rifiuto secco residuale a favore della quota destinata al compostaggio;
     - diminuire i costi di raccolta e smaltimento dei rifiuti a carico della collettività;
     - diminuire il ricorso a materie prime non rinnovabili, favorendo l’utilizzo delle materie prime rinnovabili;
     - informare, sensibilizzare e orientare la comunità cittadina verso scelte di consumo e comportamenti consapevoli e virtuosi che mirano a salvaguardare l’ambiente.

Viste le Ordinanze del Presidente della Regione Siciliana n.2/Rif. del 28/02/2018, n.3/Rif. del 08/03/2018, n.4/Rif. del 06/07/2018, n. 6/Rif. del 10/08/2018, n.7/Rif. del 03/12/2018 e n. 8/Rif. del 11/12/2018;
Vista la Legge Regionale n. 9/2010 “Gestione integrata dei rifiuti e bonifica dei siti inquinati”;
Visto il D. Lgs. 3 aprile 2006 n. 152 “Norme in materia ambientale”;
Visto gli artt. 50, 54 e 7-bis del D. Lgs. n.267/2000 (T.U.E.L.);
Visto l’O.R.EE.LL. della Regione Siciliana;
Visto lo Statuto comunale vigente;

ORDINA

Di osservare e rispettare quanto di seguito riportato:
     - gli esercenti, le attività commerciali, le attività di servizio, le attività artigianali e quelle di ristorazione, con o senza somministrazione di alimenti e bevande, presenti sul territorio comunale, potranno distribuire ai clienti e agli avventori esclusivamente sacchetti da asporto monouso, piatti, posate, bicchieri, coppe e coppette, ciotole e ciotoline, cannucce, mescolatori per bevande e contenitori per alimenti, non preconfezionati alla produzione, monouso in materiale biodegradabile e/o compostabile, oppure in materiale non monouso lavabile (es. ceramica, vetro, vetroceramica, acciaio inox, legno, ecc…); è consentito l’utilizzo delle eventuali scorte di magazzino esclusivamente fino alla data del 30/06/2019;
     - i commercianti, i privati, le associazioni e gli Enti, in occasione di feste pubbliche e sagre, potranno distribuire al pubblico, visitatori e turisti, esclusivamente piatti, posate, bicchieri, cannucce e contenitori per alimenti, non preconfezionati alla produzione, monouso in materiale biodegradabile e/o compostabile;
     - a tutti i residenti, turisti, villeggianti e/o visitatori, è fatto obbligo di utilizzare esclusivamente materiale monouso del tipo biodegradabile e/o compostabile (sacchetti da asporto, posate, piatti, bicchieri, coppe e coppette, ciotole e ciotoline, cannucce, mescolatori per bevande, aste per palloncini, bastoncini cotonati tipo “cotton fioc”, ecc.).

DISPONE

che la presente ordinanza abbia efficacia a decorrere dal 01/07/2019 e che ne sarà data pubblicità mediante pubblicazione sull’Albo Pretorio online del sito istituzionale del Comune e mediante pubblica affissione.

AVVERTE

1. che i trasgressori della presente ordinanza saranno puniti con le sanzioni amministrative di cui dell’art.7 bis, comma 1-bis, del D. Lgs n. 267/2000, e del D. Lgs. n.152/2006, nonché segnalato all’Autorità Giudiziaria qualora la violazione costituisca fattispecie penalmente punibile ai sensi delle leggi vigenti;
2. che qualora il trasgressore sia un operatore economico e incorra nella sanzione di cui sopra per più di due volte nell’arco di sei mesi si procederà alla sospensione temporanea dell’attività esercitata per almeno sette giorni.

AVVISA

1. che avverso il presente atto è ammesso il ricorso al T.A.R. previa notifica a questa Amministrazione entro 60 gg. dalla data di pubblicazione della presente, oppure in alternativa, il ricorso al Capo dello Stato (D.P.R. 24/11/1971 n.1199);
2. che il presente provvedimento sostituisce e abroga ogni altra disposizione emanata con precedenti ordinanze che dovessero essere in contrasto con essa.

La presente ordinanza è trasmessa:
a) alla Prefettura di Agrigento (per conoscenza);
b) al Comando della Stazione dei Carabinieri di Grotte;
c) al Comando del Centro Anticrimine Natura Carabinieri di Agrigento;
d) alla Polizia Municipale;
e) al Responsabile del Settore Igiene ambientale;
f) al RTI Iseda Spa
.
  

 

    Il Sindaco
Dott. Alfonso Provvidenza
  
 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


01/04/2019

Chiesa. Avvisi ed appuntamenti della settimana.

 

Chiese di Grotte

Pubblichiamo gli avvisi diffusi al termine delle sante Messe domenicali e gli appuntamenti ecclesiali più rilevanti.
Per agevolarne la consultazione, gli avvisi settimanali sono pubblicati anche nella pagina Chiesa.

Lunedi 1
aprile
- ore 06.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, celebrazione delle Lodi animata dalle Comunità Neocatecumenali;
- ore 08.45, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 18.00, in chiesa Madre, santa Messa.

Martedi 2 aprile
- ore 06.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, celebrazione delle Lodi animata dalle Comunità Neocatecumenali;
- ore 08.45, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 18.00, in chiesa Madre, santa Messa.

Mercoledi 3
aprile
- ore 06.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, celebrazione delle Lodi animata dalle Comunità Neocatecumenali;
- ore 08.45, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 18.00, in chiesa Madre, santa Messa;
- ore 18.30, in chiesa Madre, Incontro di Spiritualità con don Marcel su "Il perdono come rivoluzione interiore contro l'offesa".

Giovedi 4
aprile
- ore 06.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, celebrazione delle Lodi animata dalle Comunità Neocatecumenali;
- ore 08.45, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 18.00, in chiesa Madre, santa Messa (al termine, Adorazione eucaristica).

Venerdi 5
aprile - oggi la Chiesa raccomanda l'astinenza dalle carni
- ore 06.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, celebrazione delle Lodi animata dalle Comunità Neocatecumenali;
- ore 08.45, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa e Via Crucis;
- ore 17.00, in chiesa Madre, Via Crucis;
- ore 18.00, in chiesa Madre, santa Messa;
- ore 18.30, in chiesa Madre, liturgia Penitenziale per i cresimandi (con i padrini ed i genitori) della chiesa Madre e di san Rocco, in preparazione al rito di elezione;
- ore 17.30, nella chiesa san Rocco, Via Crucis e santa Messa.

Sabato 6
aprile
- ore 08.45, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 18.30, nella chiesa Madonna del Carmelo, liturgia Penitenziale per i cresimandi (con i padrini ed i genitori) della chiesa Madonna del Carmelo, in preparazione al rito di elezione;
- ore 18.30, in chiesa Madre, santa Messa prefestiva.

Domenica 7
aprile
- ore 08.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 10.00, nella chiesa san Rocco, santa Messa;
- ore 11.00, in chiesa Madre, santa Messa (con il rito di elezione dei cresimandi);
- ore 11.30, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa (con il rito di elezione dei cresimandi);
- ore 18.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 19.15, in chiesa Madre, santa Messa.

AVVISI

- Ogni giorno (esclusi prefestivi e festivi) alle ore 06.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, celebrazione delle Lodi animata dalle Comunità Neocatecumenali; la partecipazione è aperta a tutti i fedeli.

Orari delle Sante Messe in vigore dal 31/03/2019:

   Feriali:
   ore 08.45, chiesa Madonna del Carmelo
   ore 18.00, chiesa Madre

   Prefestivi:
   ore 18.30, chiesa Madre
   ore 20.15, chiesa San Francesco (animata dalle comunità neocatecumenali)

   Festivi:
   ore 08.00, chiesa Madonna del Carmelo
   ore 10.00, chiesa San Rocco
   ore 11.00, chiesa Madre
   ore 11.30, chiesa Madonna del Carmelo
   ore 18.00, chiesa Madonna del Carmelo
   ore 19.15, chiesa Madre
 

 

         

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

www.rotte.info

Copyright © 2002-2019