www.rotte.info: periodico indipendente d'informazione del paese di Grotte (provincia di Agrigento).

Grotte.info Quotidiano - Giugno 2020

Home

>

Notiziario

>

Giugno 2020

 

30/06/2020

Comune. Ultimo giorno di servizio per l'Ispettore Capo di P.M. Antonio Salvaggio, da domani in pensione

 

Ispettore Capo di P.M. Antonio Salvaggio
Isp. Capo di P.M. Antonio Salvaggio

La formula burocratica contenuta nella determina sindacale n° 14 del 17 giugno 2020 è sintetica: "... l'attuale Responsabile dell'Area n. 1 sarà collocato in quiescenza dal 01/07/2020".
Si parla dell'Ispettore Capo di Polizia Municipale Antonio Salvaggio, attuale responsabile del Corpo di Polizia Municipale nonché Responsabile di Posizione Organizzativa di 2 delle 4 Aree apicali del Comune di Grotte: Area n. 1 "Vigilanza - Cultura" e, ad interim, Area n. 2 "Economico Finanziaria".
Per lui oggi, in fondo, è una giornata lavorativa come le altre, tra le numerose incombenze da adempiere. Eppure è il suo ultimo giorno di servizio, indossando ancora una volta la divisa che ha portato con orgoglio per decenni e guidando - per diversi periodi - il Corpo di P.M. dopo l'avvicendamento con il Comandante Diego Aquilina (ultimo "Comandante" a pieno titolo della Polizia Locale di Grotte).
Intensa anche oggi, come sempre, l'attività lavorativa ed impegnative le responsabilità alle quali far fronte quotidianamente. E da domani? Non sarà più in servizio al Comune ma continuerà a considerarsi "al servizio dei cittadini", dedicandosi maggiormente alle attività che non ha mai trascurato: tra le prime la famiglia, a seguire l'impegno con la comunità ecclesiale cittadina.
All'Ispettore Capo Antonio Salvaggio i migliori auguri dalla nostra redazione. 
  
Carmelo Arnone
30 giugno 2020
© Riproduzione riservata.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


29/06/2020

Chiesa. Padre Vinti: prosegue l'iter per la beatificazione; riapertura della casa per la preghiera personale

 

Casa di Padre Vinti
Casa di Padre Vinti

In attesa di conoscere la data nella quale il "servo di Dio" padre Michele Arcangelo Maria Vinti sarà proclamato "venerabile" dalla Chiesa Cattolica (voci ufficiose indicano i primi mesi del 2021), giovedi scorso 25 giugno, presso gli uffici della Curia arcivescovile di Agrigento, alla presenza del vicario giudiziale don Lillo Argento, del vice-postulatore don Calogero Morgante e del sig. Rosario Gambino, sono stati tolti i sigilli agli atti del processo canonico diocesano, per ulteriori studi e approfondimenti richiesti dai teologi consultori della commissione della Congregazione della Causa dei Santi.
Intanto dopo il lungo periodo di chiusura a causa del Covid-19, l'umile casa natale del Sacerdote grottese, già meta di pellegrinaggi nonché luogo di preghiera e raccoglimento, viene riaperta ai fedeli, tutti i mercoledì dalle ore 17.00 alle 18.30. L'accesso alla dimora terrena di padre Vinti è consentito solo per la preghiera personale (essendo vietata ogni forma di assembramento); si entra al massimo due persone per volta, indossando la mascherina ed igienizzando le mani (il disinfettante è disponibile sul posto).
 

Redazione
29 giugno 2020
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


29/06/2020

Dialoghi. "Il distanziamento sociale dei parlamentari grillini"; di Giuseppe Castronovo

 

Intervento del dott. Giuseppe Castronovo.

Uno degli ultimi temi affrontati al Circolo della Concordia riguarda l'inarrestabile emorragia di parlamentari grillini che lasciano il Movimento 5 Stelle per approdare verso altri gruppi parlamentari. Espulsioni e abbandoni volontari che mettono a repentaglio la tenuta del Governo Conte II.
Giuseppe Castronovo

"Il distanziamento sociale dei parlamentari grillini"
(Dai Dialoghi svolti al Circolo della Concordia)

Totò: Amici, avete seguito in questi ultimi mesi quello che sta succedendo in casa del Movimento 5 Stelle?

Franco: Cosa in particolare?

Totò: Sempre più iscritti abbandonano il Movimento e parlamentari passano ad altri gruppi parlamentari in aperta polemica con le decisioni loro imposte dalla Dirigenza del Movimento.

Marco: Non possiamo non ricordare, a sostegno dell’affermazione dell’amico Totò, il caso della senatrice e grillina Alessandra Riccardi la quale, in forte dissenso con la decisone imposta a tutti i parlamentari di votare a favore dell’autorizzazione a procedere verso l’ex ministro Salvini per il caso della ONG Open Arms, ha abbandonato il gruppo grillino quando le è stato imposto di votare a favore del processo a Salvini da persone che non avevano nemmeno letto il fascicolo.

Nenè: Penso anche a un abbandono “pesante” quale quello del senatore Paragone e di tanti altri meno noti al grande pubblico.

Santo: Abbandoni che quasi sempre risulta facile giustificare!

Nenè: Prof. Vezio, a Lei la parola.

Vezio: La dirigenza pentastellata, per giustificare questi abbandoni, sostiene una tesi originale e intelligente anche se offende l’intelligenza degli italiani.

Nenè: Cosa sostiene?

Vezio: Devo riconoscere che trattasi di una tesi ben argomentata che si sviluppa seguendo questi passaggi:
     -con l’arrivo del Coronavirus si è affermato il principio del “distanziamento sociale” al fine di contenerne il suo diffondersi;
     -visto che in Parlamento il gruppo più folto è proprio quello del Movimento 5 Stelle, sta capitando che parecchi parlamentari grillini, proprio per rispettare il principio del “distanziamento sociale”, hanno lasciato il Movimento al fine di evitare accuse di assembramento.

Nenè:  Tesi davvero originale! Ma lei prof. che ne pensa?

Vezio: Chi ha fondato il movimento?

Nenè: L’attore comico Beppe Grillo.

Vezio: Caro Nenè, con l’aggettivo da te utilizzato hai dato tu la risposta che chiedevi a me.
     

 

   

Giuseppe Castronovo
(gcastronovo.blogspot.it)
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


28/06/2020

Ambiente. Assemblea sindacale degli operatori ecologici il 2 luglio; possibili disagi nella raccolta porta a porta

 

Operatori ecologici
Operatori ecologici

Un'assemblea sindacale degli operatori addetti al servizio di igiene ambientale nel paese di Grotte è stata indetta dalla FIADEL (Federazione Italiana Autonoma Dipendenti Enti Locali) - sede provinciale di Agrigento - per le ultime due ore del turno di giovedi 2 luglio 2020. Per l'occasione potrebbero presentarsi disagi nella raccolta giornaliera porta a porta della differenziata.
La comunicazione ufficiale della convocazione dell'assemblea sindacale, datata 27 giugno 2020, è stata trasmessa alla ISEDA, alla SRR ed al Comune di Grotte.
"I lavoratori dipendenti delle Società in indirizzo - si legge nel comunicato -, non percepiscono gli stipendi nei tempi stabiliti dal CCNL di settore, inadempienza che si verifica sistematicamente, ponendo i lavoratori in uno stato d'incertezza e difficoltà. A tutt'oggi le Società in indirizzo non hanno provveduto a liquidare lo stipendio del mese di maggio - lamentano i rappresentanti sindacali -, per i lavoratori delle imprese il pagamento della retribuzione viene effettuato mensilmente in via posticipata, entro il 15 del mese successivo a quello di riferimento come prevede l'art. 30 CCNL Fise, per i lavoratori della SRR di norma la retribuzione va corrisposta tra il 27 e l'ultimo giorno del mese cui la retribuzione stessa si riferisce come prevede l'art. 29 del CCNL UTILITALIA, considerando che giorno 30 giugno scade anche il pagamento dello stipendio di giugno e la 14^ mensilità la quale va corrisposta ai lavoratori il 30 giugno. Quanto sopra costituisce grave violazione degli obblighi contrattuali e arreca notevole danno ai lavoratori, quasi tutti monoreddito, che non possono far fronte ai propri impegni e alle esigenze primarie delle loro famiglie. Pertanto - conclude il comunicato - la scrivente O. S. comunica che intende tenere un'assemblea Sindacale, così come statuito dal CCNL vigente, il giorno 2 luglio 2020, le ultime due ore per ogni turno". 
  
Carmelo Arnone
28 giugno 2020
© Riproduzione riservata.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


28/06/2020

Letture Sponsali. "Mettere da parte gli affetti per la fede?"

 

Amore Sponsale
Nozze di Giuseppe e Maria

Le "Letture Sponsali" sono uno strumento sperimentale che offre gratuitamente una prospettiva sponsale alle letture della liturgia domenicale. Sono curate dal gruppo "Amore è..." (vedi il sito ufficiale), attivo dal 2006 nella diocesi di Palermo, per favorire un momento di riflessione all'interno delle coppie e nelle comunità ecclesiali. Le letture sono commentate da fidanzati e sposi (tra cui i grottesi Vera e Francesco).

*****

Il brano in cui Gesù ci invita apparentemente ad “amare meno” i nostri figli o i nostri genitori per seguirlo è uno di quelli che, ad una prima lettura, risultano più duri e “scomodi” da accettare dell’intero Vangelo per noi che, da un lato, viviamo spesso immersi nei nostri amori familiari e, dall’altro, leggiamo nelle scritture che onorare il padre e la madre è uno di cardini della fede dei nostri padri.
In realtà Gesù, nel suo rendere nuova ogni cosa, oggi vuole semplicemente darci modo di rileggere alla sua luce tutti i nostri rapporti umani. Queste frasi all’apparenza così inflessibili vanno lette alla luce del suo comandamento nuovo: che ci amiamo gli uni gli altri come lui ha amato noi e, allo stesso tempo, che amiamo lui sopra ogni cosa.
In queste regole non c’è una gerarchia, Gesù non vuole che amiamo prima o di più lui e dopo i nostri affetti umani: ci invita più semplicemente a vivere tutto l’amore che permea la nostra vita alla sua luce. I nostri figli, i nostri genitori, vanno amati non “dopo” e non “in secondo piano” rispetto a lui, semmai “attraverso” lui, che in quanto amore divino e assoluto deve diventare la misura ed il riferimento di ogni altro amore. E appare significativo che nella sua esemplificazione Gesù citi gli affetti che sono nati da noi - i figli - e dai quali siamo nati -  i genitori - mentre non parli degli sposi: la circostanza che non sia menzionato l’amore sponsale è per noi una poderosa indicazione del fatto che l’amore tra coniugi affonda sin dal principio le proprie radici in Cristo, nel sacramento del matrimonio; nasce in lui, cresce in lui ogni giorno e senza di lui non può neppure esistere.
Claudia e Dario

Punto chiave
Chi ama il padre o la madre più di me...
Il passo del vangelo pone una domanda ben precisa e mette in crisi il modo di mettere in pratica la nostra fede: cosa mettiamo al primo posto? I nostri affetti anche quelli più cari, i figli?
Certamente è una parola scomoda questa proclamata da Gesù; chi non vuole il bene dei propri cari, quale genitore non ama i propri figli, più della sua vita?
Gesù ci chiede di mettere in prospettiva e di fare la sua volontà, tutto deriva dal fare la sua volontà, dal prendere la propria croce, dal perdere la vita se questa è la volontà di Dio, dall'accogliere le persone che Dio manda nelle nostre vite, dal dar da bere, vestire, consigliare etc... chi è assetato, chi è nudo, chi è nel dubbio.
Questo è seguire la vocazione, questa è la vera conversione.
Non a caso nella prima lettura, tratta dal secondo libro dei Re, Eliseo è accolto e ospitato da una ricca donna la quale riceverà come ricompensa la nascita del tanto desiderato figlio.
Non rimane che chiederci: che cosa è per noi perdere la vita? Accogliere chi viene da Dio? Mettere da parte gli affetti per la fede?
Gloria e Luciano
  
Redazione
28 giugno 2020.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


27/06/2020

Servizi. Distribuzione idrica ridotta per qualche giorno a Grotte, per riparazioni lungo la condotta

 

Ridurre i consumi di acqua
Ridurre i consumi

Il quantitativo di acqua a disposizione dei cittadini di Grotte subirà una riduzione per qualche giorno, già a partire da oggi, sabato 27 giugno 2020, a causa dei lavori di riparazione lungo la condotta effettuati sia dalla Gestione Commissariale di Girgenti Acque, sia dal Consorzio Tre Sorgenti.
A darne notizia è l'Amministrazione comunale con un comunicato attraverso il quale "Si informa la cittadinanza che in data odierna la Gestione Commissariale di Girgenti Acque ha effettuato un intervento di riparazione alla condotta idrica in contrada Falcia-Racalmare. Nella giornata di domani il Consorzio Tre Sorgenti effettuerà degli interventi di riparazione alla condotta in contrada Arena (zona campo sportivo). Da comunicazione del suddetto Consorzio la distribuzione idrica potrebbe subire per qualche giorno una diminuzione di portata, fino al ripristino della normalità".
L'invito rivolto ai cittadini è quello di limitare, per quanto possibile, il consumo di acqua
.
 

Redazione
27 giugno 2020
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


27/06/2020

Sport. Promozione della Reggina; per Derio Garufo la quarta occasione per giocare (finalmente!) in serie B

 

Derio Garufo
Derio Garufo

Il suo è senza dubbio un record: aver giocato con quattro squadre di serie C che hanno vinto la promozione alla categoria superiore (col Novara nel campionato 2014-2015, col Parma nel 2016-2017, col Trapani nel 2018-2019 ed adesso con la Reggina nel 2019-2020). Record che eguaglia quello del portiere Antonio Lonardi, classe 1936, che però oltre a vantare 4 promozioni dalla C alla B sfoggiava pure 3 promozioni dalla B alla A (con 33 presenze in seria A e 228 presenze in serie B).
Desiderio (Derio) Garufo, calciatore professionista, pur avendo conseguito le promozioni alla categoria superiore, seguendo i consigli del suo procuratore ha continuato a militare in serie C. Stavolta sembra proprio l'occasione propizia per il grande salto, infatti il contratto siglato dal 32enne laterale destro lo vede impegnato con la Reggina sino al 30 giugno 2022.
Dunque i tifosi grottesi che lo hanno seguito nel corso della sua carriera tifando, di volta in volta, "Forza Novara!", "Forza Parma!", "Forza Trapani!" e "Forza Reggina!", vedendolo scendere in campo nel prossimo campionato di serie B potranno finalmente gridare "Forza Derio!". Sempre che il procuratore non lo dirotti, ancora una volta - e sarebbe la quarta -, verso la serie minore. Garufo, pur avendo vissuto per lunghi periodi lontano da Grotte seguendo la sua professione, è senza dubbio rimasto nel cuore dei suoi concittadini - che ne hanno seguito le gesta - non soltanto per le qualità atletiche ma soprattutto per l'affetto che ha sempre mostrato verso il paese, gli amici, la gente, che continua a sostenerlo: "Forza Derio, Grotte è con te!"
.
  

Carmelo Arnone
27 giugno 2020
© Riproduzione riservata.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


26/06/2020

Agrigento. 153° della nascita di Luigi Pirandello; cerimonia domenica 28 giugno, alle ore 03.00, al Caos

 

Luigi Pirandello
Luigi Pirandello

153° anniversario della nascita di Luigi Pirandello; cerimonia domenica 28 giugno 2020 alle ore 03.00 (antimeridiane) ad Agrigento, presso l’area Casa Natale di Pirandello al Caos.
Il Pirandello Stable Festival di Mario Gaziano, il CEPASA di Paolo Cilona e il Parco Letterario L. Pirandello di Dino Barone, con la collaborazione dell’Associazione “Dante Alighieri” Comitato di Agrigento e del Circolo Culturale Empedocleo, organizzano la quarta edizione della Cerimonia Ufficiale dell’Anniversario della nascita del grande Premio Nobel agrigentino, proprio nell’ora della nascita.
Il programma prevede diversi momenti suggestivi, tra recitazioni, canti popolari, danze e interventi.
Durante la manifestazione, ai piedi della casa natale-museo, verrà acceso il Tripode della Memoria (acceso di anno in anno già dal 1986, in occasione del cinquantenario della nascita).
Hanno già aderito: Liliana Arrigo, Stella Camilleri, Enzo Argento, Daniela Ilardi, Giovanni Licata, Rosa Maria Maglio, Maria Grazia Castellana, Maria Fantauzzo, Rosa La Franca, Giovanna Messina, Giuseppe Gramaglia, Angelo Cinque, Gaia Magro, Gioacchino Marrella, Caterina e Nicola Barberi.
La regia e la conduzione è a cura di Mario Gaziano.
 

Redazione
26 giugno 2020
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


26/06/2020

Politica. L'on. Rosalba Cimino (M5S) a Lampedusa: "Miglioriamo le condizioni dell'hotspot"

 

L'on. Rosalba Cimino (M5S) a Lampedusa
A Lampedusa

La deputata del Movimento 5 Stelle Rosalba Cimino, dopo gli incontri a Pozzallo e Agrigento per discutere sul tema dell’accoglienza migranti durante l’emergenza Coronavirus, insieme ai componenti del Comitato Schengen si è recata a Lampedusa per far visita all’hotspot dell’isola e incontrare l’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Totò Martello, con l’obiettivo di comprendere le problematiche legate all’accoglienza e all’emergenza sanitaria, al fine di redigere un documento per il Governo.
Abbiamo incontrato nell’aula consiliare l’Amministrazione e i cittadini riuniti in un comitato spontaneo - spiega l’on. Cimino -, abbiamo discusso delle condizioni dell’hotspot dell’isola per cui alcuni hanno chiesto la chiusura. La nostra intenzione è però di migliorare le condizioni della struttura e garantire la sicurezza, non di chiudere il centro di accoglienza lampedusano”.
Sull’isola la deputata del Movimento 5 Stelle, componente della Commissione Agricoltura e Pesca, ha poi ascoltato le richieste di alcuni lavoratori, affrontando i problemi della marineria: “Ho anche tranquillizzato i cittadini sul fatto che si sta lavorando per risolvere i problemi legati all’attività di pesca”.
Tra le attività sull’isola, la Parlamentare ha ascoltato anche altre problematiche che danneggiano Lampedusa: “Abbiamo trattato - aggiunge ancora la Deputata siciliana - il tema dei barchini dei migranti che arrivano sulle coste lampedusane non rimangano sul molo o nel mare, perché, oltre ad inquinare, danneggiano sempre più spesso le reti dei pescatori e le imbarcazioni con cui questi lavorano. Dopo aver ascoltato le proposte dei cittadini al riguardo, tornerò a Roma per mettermi immediatamente al lavoro”.
La deputata ha inoltre accolto le richieste del comitato spontaneo dei cittadini che chiede un controllo dell’inquinamento ambientale, secondo alcuni abitanti, causati dai radar navali: “Ho chiesto i dati all’Arpa - conclude Cimino - per avere contezza di quello che accade e riferire così alla cittadinanza
.
  
Redazione
26 giugno 2020.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


25/06/2020

Salute. Distribuzione gratuita di gel disinfettante, da domani presso la Onlus "Padre Vinti - Grotte Solidale"

 

Gel disinfettante
Gel disinfettante

Venerdi 26 e sabato 27 giugno, dalle ore 09.00 alle 12.00 e dalle 16.00 alle 19.00, presso la sede della Onlus "Padre Vinti - Grotte Solidale" in Via Pirandello (ex scuola media), sarà effettuata a cura dei volontari della stessa Onlus la distribuzione gratuita di gel disinfettante a tutti i cittadini che si presenteranno, portando con sé un contenitore della capienza massima di mezzo litro. Avranno la precedenza coloro che non hanno beneficiato, in precedenza, della distribuzione gratuita del disinfettante.
Il liquido (100 litri di gel disinfettante) è una ulteriore donazione al Comune di Gotte da parte dell'Università degli Studi di Catania. "Grazie al Prof. Roberto Purrello, Professore ordinario di Chimica Generale ed Inorganica, al Prof. Benedetto Torrisi e al Dott. Ivan Paci" scrive nel messaggio di ringraziamento il sindaco Alfonso Provvidenza.
  
Redazione
26 giugno 2020.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


25/06/2020

Ambiente. Primo passo verso la realizzazione di un Centro Raccolta Rifiuti a Grotte

 

Centro comunale di raccolta differenziata dei rifiuti
Insegna

La notizia è stata resa nota tramite un comunicato diffuso dal Comune: "Ammesso a valutazione il progetto del Comune di Grotte. Il Dipartimento regionale Acqua e Rifiuti ha pubblicato gli elenchi delle istanze ammissibili per destinare 21,4 milioni di euro del Po Fesr 2014-2020. Il progetto redatto dal Comune di Grotte di 838.000 euro per la realizzazione del nuovo CCR, Centro Comunale di Raccolta, ha superato la prima fase con l'ammissione a valutazione".
Senza dubbio è un primo passo verso il ritorno di quella che chiamavamo "isola ecologica" (vedi foto a lato); un servizio davvero utile per tutta la comunità, portato avanti dagli Amministratori che l'avevano voluta e realizzata, e dagli operatori (in particolare Rocco La Mendola) che con impegno e sacrificio l'avevano gestita e resa punto di riferimento per tutti quei cittadini che, per rispetto dell'ambiente e senza obbligo di legge, si impegnavano nella raccolta differenziata dei rifiuti domestici. In quell'isola ecologica potevi portarci di tutto: oltre alle consuete tipologie di rifiuto (carta e cartone, plastica e lattine, vetro, secco residuo, umido) anche batterie esauste, lampade, ingombranti, sfalcio erba, sfabbricidi, farmaci scaduti (dimentico altro?). La chiusura di quel servizio è stata una delusione per quanti l'apprezzavano, e una sconfitta per il paese.
L'Amministrazione Provvidenza, partecipando lo scorso anno ad un avviso pubblico regionale, il 19 ottobre 2019 ha presentato un progetto per la realizzazione di un nuovo Centro di Raccolta Rifiuti, per un importo di 838.882,73 euro.
La notizia qual è? Terminata la costruzione del CCR? Almeno iniziata? Affidati i lavori? Indetto il bando per la costruzione? Arrivati i fondi? Approvata la graduatoria del bando regionale? No, niente di tutto questo. La notizia è che il progetto è "ammesso a valutazione", cioè che rientra tra le 87 "istanze ammissibili per la successiva fase di valutazione".
Quindi 87 progetti hanno superato questa "ammissione" ma non tutti verranno finanziati, perché i fondi europei destinati a questo scopo sono "solo" 21.472.213,55 euro e non bastano per tutti.
Sapete quanto è durata questa "fase istruttoria"? Dal 29 novembre 2019 al 12 giugno 2020: sei mesi e mezzo.
Si può pensare che il Servizio 6 "Interventi sistema impiantistico dei rifiuti" del Dipartimento Regionale dell’Acqua e dei Rifiuti non ci abbia perso tempo; la Commissione di Valutazione si è riunita solo 11 volte (una a novembre, a dicembre niente... ci sono le feste, 4 a gennaio, 2 a febbraio... il mese è più corto, a marzo niente... c'è il Coronavirus, 4 ad aprile). 11 giorni di lavoro che, esclusi sabati e domeniche, poteva essere concluso in 3 settimane. Dall'ultimo verbale del 27 aprile, per la firma del Dirigente si è passati al 12 giugno (46 giorni per una firma).
Il Decreto del Dirigente Generale (chi volesse leggerlo lo trova qui) che si conclude con soli 7 articoli (di cui 3 sono sempre gli stessi: art.1) Le premesse fanno parte integrante del presente decreto; art. 6)
Il presente decreto sarà pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana...; art. 7) Avverso il presente decreto può essere presentato ricorso giurisdizionale...) è lungo 7 pagine contenenti ben 72 "visto": si parte dallo Statuto della Regione Siciliana e dal Trattato istitutivo della Comunità Europea, sino a comprendere le gustose note tra gli Uffici (a pagina 6) che possiamo così semplificare: "Ti passo lo schema"; "Ho visto, mi fai alcune modifiche?"; "No, non servono".
Parafrasando l'astronauta Neil Armstrong, potremmo dire: "Questo è un piccolo passo per il Comune di Grotte, un gigantesco balzo per la pachidermica macchina burocratica della Regione Siciliana".
Adesso non ci resta che aspettare la graduatoria (pazientemente, molto pazientemente) e chissà, se tutto va bene, tra quatto o cinque anni avremo il nuovo CCR (quella sì che sarà una notizia)
.
  
Carmelo Arnone
26 giugno 2020
© Riproduzione riservata.
  

  

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


23/06/2020

Servizi. Dal 24 giugno ritorna l'apertura pomeridiana dell'Ufficio Postale di Grotte

 

Ufficio Postale di Grotte
Ufficio Postale di Grotte

Da domani, mercoledi 24 giugno 2020, l'Ufficio Postale di Grotte tornerà ad essere aperto anche il pomeriggio.
A darne comunicazione è il dott. Giovanni Corrao, Media Relations Sicilia di Poste Italiane che, in una nota ufficiale, così scrive: "In concomitanza col primo giorno di pagamento anticipato delle pensioni del mese di luglio, a partire da domani 24 giugno previsto inoltre il potenziamento dell’ufficio postale di Grotte sito in Viale della Vittoria 126, che nei giorni dal lunedi al venerdi sarà aperto anche il pomeriggio con orario prolungato fino alle 19.05".
"La riapertura degli uffici postali della provincia di Agrigento - si legge nel comunicato - è stata possibile anche grazie all’adozione di idonee misure di sicurezza per l’emergenza sanitaria, come ad esempio l’installazione di pannelli schermanti in plexiglass, il posizionamento di strisce sul pavimento che garantiscono il mantenimento della distanza interpersonale e procedure di sanificazione realizzate a tutela della salute di personale e clientela".
Per venire incontro agli utenti - che a Grotte avevano lamentato disagi per la chiusura pomeridiana, ai quali aveva dato voce il sindaco Alfonso Provvidenza - il
dott. Corrao ricorda che le pensioni del mese di luglio verranno accreditate a partire da domani per i titolari di un Libretto di Risparmio, di un Conto BancoPosta o di una Postepay Evolution e che è possibile prelevare il contante presso gli ATM Postamat. Coloro che invece non possono evitare di ritirare la pensione in contanti nell’ufficio postale, dovranno presentarsi agli sportelli rispettando una turnazione alfabetica valida dal 24 al 30 giugno (nella foto a lato, l'Ufficio Postale di Grotte).
  
Carmelo Arnone
23 giugno 2020
© Riproduzione riservata.
  

  

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


22/06/2020

Comune. I nuovi orari di lavoro degli uffici comunali, dal 22 giugno a 7 settembre

 

Nuovi orari degli uffici comunali.

Sono entrati in vigore oggi, lunedi 22 giugno 2020, i nuovi orari di lavoro degli uffici comunali di Grotte.
A stabilirli è la disposizione di servizio n° 6376 dello scorso 15 giugno a firma del segretario comunale dott. Pietro Amorosia.
Le motivazioni della decisione sono da attribuire al fatto che "le particolari condizioni climatiche nel periodo estivo rendono poco produttiva l'apertura pomeridiana degli uffici comunali sia per motivi legati al benessere climatico lavorativo del personale dipendente, sia in relazione al ridotto accesso agli uffici comunali da parte dell'utenza".
Pertanto l'orario di lavoro degli uffici comunali per il periodo dal 22 giugno al 7 settembre 2020 sarà il seguente:
- dal lunedi al venerdi dalle ore 07.45 alle ore 14.15;
- lunedi dalle ore 16.00 alle ore 19.30.
  
Redazione
22 giugno 2020.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


22/06/2020

Arte. L'Associazione "La Biddina" presenta "Santa Venera", opera dello street artist Gab El

 

"Santa Venera", opera dello street artist Gab El
Via Archimede

"Santa Venera", opera dello street artist Gab El
Santa Venera

Percorrendo una delle numerose stradine caratteristiche della parte più antica del centro abitato di Grotte, non si può che rimanere affascinati dalle facciate delle case, ancora abitate, che mostrano tutti i segni dell’inesorabile trascorrere del tempo. Una di queste strade è Via Archimede; qui, tra due abitazioni che pullulano di vita, un vecchio rudere si è prestato quale tela ideale per ospitare l’immagine della Santa patrona del paese: Santa Venera (vedi foto a lato).
Lo street artist noto come Gab El, uno dei più apprezzati esponenti contemporanei dell’arte di strada modulata attraverso visioni raffigurative policrome, su caloroso invito dell’Associazione Culturale “La Biddina” (che sta conducendo una serie di programmi e di interventi per la valorizzazione, la riscoperta e la rigenerazione del territorio urbano), ha voluto realizzare un “omaggio” alla Santa.
Attualmente impegnato in una ricerca pittorica sulle icone sacre, che integra con elementi della contemporaneità, Gab El (vedi il suo sito) è rimasto colpito dalla vetrata della chiesa Madre di Grotte raffigurante la Santa. Ne ha contestualizzato la storia del martirio, consentendo all’osservatore di potersi soffermare sul concetto del continuo ripetersi della Storia.
Così l’Artista ha voluto rileggere la vita della Santa: “Santa Venera viaggiò dalla Gallia fino a Roma per predicare la verità. Si narra che arrivò fino in Sicilia, a Grotte, dove gli abitanti furono accoglienti e la ascoltarono con interesse. La voce di tale evangelizzazione arrivò fino alle più alte sfere dell'establishment di Roma, che si preoccupò di inviare dei droni per localizzare la portatrice sana di verità. Prima la diffamarono come eretica e poi, una volta presa di mira, mandarono un'intera divisione dell'esercito (con tanto di carri armati) per catturarla e portarla ad Acireale, dove fu martirizzata. Il copioso uso di forze militari, secondo Roma, dovette servire proprio a dare l'esempio, a estirpare il virus della verità dalla radice, in modo da evitarne la diffusione. Tentativi controproducenti visto che tutt'oggi, circa 1900 anni dopo, i cittadini di Grotte venerano ancora la Santa con devozione”.
L’opera, come sottolineano da “La Biddina”, è stata realizzata grazie ai fondi della Democrazia Partecipata (un finanziamento regolato dall’art.6 della L.R. n. 5/2014 che prevede lo stanziamento di una somma per la realizzazione di progetti condivisi, che a Grotte vengono proposti e votati direttamente dagli abitanti).
“Santa Venera” di Gab El, in Via Archimede, è solo una delle opere (alcune già realizzate, altre da realizzare entro il 2020) rese possibili grazie alla Democrazia Partecipata
. 
  
Carmelo Arnone
22 giugno 2020
© Riproduzione riservata.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


22/06/2020

Chiesa. Concluso il corso di preparazione al matrimonio; consegna degli attestati ai fidanzati

 

Concluso il corso di preparazione al matrimonio
Foto di gruppo

Si è concluso ieri sera, domenica 21 giugno 2020, con una solenne celebrazione nella chiesa Madonna del Carmelo, il corso interparrocchiale di preparazione al sacramento del matrimonio, organizzato dall'Unità Pastorale di Grotte. Durante il periodo di preparazione, i fidanzati sono stati guidati dalle coppie di sposi Mimmina e Salvatore Carlisi, Anna e Gianni Cipolla, Rosa Marina e Federico Lo Verde, ed hanno avuto il sostegno dello psicologo Francesco Castronovo con la moglie Giuseppina, e l'assistenza spirituale dei sacerdoti dell'Unità Pastorale.
Al termine della santa Messa, presieduta da don Stefano Principato, vice direttore del Centro diocesano per l'Evangelizzazione, e concelebrata da don Rosario Bellavia, hanno ricevuto gli attestati le doppie di fidanzati: Giuseppe Cacciato e Dina Salvaggio, Fabio Salvatore Cipolla e Valeria Emmanuele, Salvatore Di Maggio e Caterina Bellavia, Alfonso Ferlisi e Gloria Cipolla, Giuseppe Magrini e Ianira Finco, Salvatore Maida e Amanda Cimino, Antonio Mendolia Calella e Calogera Rizzuto, Fabio Tony Pellegrino e Federica Milioto, Alex Polizzotto e Lorena Vizzini, Luigi Rizzo ed Erica Vizzini, Vincenzo Sciortino e Angela Stuto, Gerlando Vaccaro e Claudia Montalbano, Calogero Zaffuto e Valentina Candino. Dopo la Celebrazione le coppie hanno concluso con un momento conviviale presso l'oratorio di Via Del Gesù.
  

Redazione
22 giugno 2020
© Riproduzione riservata.
  

Concluso il corso di preparazione al matrimonio
Attestato

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


21/06/2020

Comitini. Festa per il 393° anniversario della fondazione del Comune; martedi 23 giugno

 

Comitini
Manifesto

Martedi 23 giugno 2020 ricorre il 393° anniversario della fondazione del Comune di Comitini.
Per festeggiare la ricorrenza l'Amministrazione comunale, in collaborazione con diverse associazioni presenti sul territorio, ha stilato il seguente programma di attività da svolgersi nel pomeriggio:
- ore 18.00, Omaggio ai quartieri ed alle vie di Comitini da parte del Corteo Storico, a cura dell'Associazione "La Corte dei Giganti", con la partecipazione del Corteo Storico "La Corte dei Principi di Aragona", del Gruppo Tammurinara "Maria SS. del Monte di Racalmuto", e di Turi Scandura e la "Casa del Musical" (con giochi di fuoco, musici e giocolieri);
- ore 19.00, in Piazza Umberto I, saluto delle Autorità e lettura dello Jus Populandi a cura del prof. Benedetto Raneri;
- ore 19.15, in Piazza Umberto I, Santa Messa, celebrata da don Gioacchino Zagarri.  
  

Redazione
21 giugno 2020
  
 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


21/06/2020

Letture Sponsali. "La paura ci rende umani"

 

Amore Sponsale
Nozze di Giuseppe e Maria

Le "Letture Sponsali" sono uno strumento sperimentale che offre gratuitamente una prospettiva sponsale alle letture della liturgia domenicale. Sono curate dal gruppo "Amore è..." (vedi il sito ufficiale), attivo dal 2006 nella diocesi di Palermo, per favorire un momento di riflessione all'interno delle coppie e nelle comunità ecclesiali. Le letture sono commentate da fidanzati e sposi (tra cui i grottesi Vera e Francesco).

*****

Sopravvivere alla paura.
Conviviamo con la paura da mesi, la paura dell'altro, la paura di morire, la paura di ammalarsi, eppure Gesù nel vangelo di oggi ci ripete per ben tre volte " non abbiate paura". La paura ci rende umani, ma non dobbiamo renderci schiavi della paura.
Anche Gesù ha avuto paura nel Getsemani, in quella circostanza ha manifestato la sua natura umana, ma si è affidato alla volontà del padre. Come possiamo convivere con la paura, lasciando il nostro cuore libero da questo macigno? Vivere distaccati dalla paura non vuol dire essere irresponsabili, incoscienti ("Non metterai alla prova il Signore Dio tuo"), ma fidarsi e affidarsi a colui che ci ha creati per Amore.
La paura ostacola anche la formazione di nuove famiglie in Cristo, la paura del domani, la paura di dire un Sì eterno. Quale certezza può sostenere le giovani coppie? Prima o poi tutto vacilla se il nostro porto sicuro non diventa Cristo. Non possiamo basare tutto sulle nostre certezze "umane", rischiamo di restare bloccati e intrappolati in noi stessi, nelle nostre tenebre.
Con Cristo nel cuore riusciremo a fare entrare la speranza nelle nostre case.
Vera e Francesco

Punto chiave
Nella liturgia di questa domenica il termine “paura” si ripete tante volte. Non dobbiamo però farci trarre in inganno, perché mentre è chiaro il suggerimento di non aver paura degli uomini, risulta meno semplice comprendere il concetto di paura in relazione a Dio.
Dio è amore ed è Padre, è Colui che desidera costantemente la nostra salvezza, sempre ci sostiene e ci perdona, e di certo non c’è motivo di avere paura di Lui. È anche vero che Gesù ci dice che gli uomini che non temono Dio devono temere il suo castigo: quindi il castigo deve fare paura, ma non Dio.
Perché sostituiamo il termine paura con timore? Il punto è che queste letture ci parlano del timore di Dio, uno dei sette doni dello Spirito Santo. Questo è il dono che ci permette di essere piccoli come bambini, di riconoscerci umili e desiderosi di ringraziare un Padre che tutto ci dona. Ecco allora che il timore di cui si parla nel Vangelo assume la giusta connotazione e lo possiamo paragonare al rispetto filiale che si ha nei confronti dei genitori (in un rapporto non paritario). Il dono del timore di Dio comporta dinamismo, un cammino (di fede) dentro di sé e verso gli altri, è il dono della libertà di affidarsi a Dio, esattamente il contrario dell’obbedienza dettata dalla paura. San Paolo, parlando della vita di coppia, introduce un legame col timore di Dio con queste parole: "Siate sottomessi gli uni agli altri nel timore di Cristo" (Ef 5, 21). Alla luce di quanto detto sopra, si intuisce come la sottomissione di cui parla Paolo non è generata da una forza violenta, ma da una forza d'amore, è un donarsi reciprocamente che nasce dal rispetto (stavolta fra pari).
Lorenza e Gianluca
  
Redazione
21 giugno 2020.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


20/06/2020

Ambiente. Possibili disagi nella raccolta differenziata: assemblea degli operatori ecologici il 23 e 25 giugno

 

Operatori ecologici
Operatori ecologici

Si prevedono disagi per i cittadini di Grotte nei giorni di martedi 23 e giovedi 25 giugno 2020. La raccolta differenziata dei rifiuti domestici "porta a porta" non verrà effettuata nelle ultime due ore di ogni turno; infatti il 23 ed il 25 giugno i lavoratori dipendenti della IDEDA S.r.l. e della SRR impegnati nel servizio di igiene ambientale nel Comune di Grotte si riuniranno in assemblea. All'ordine del giorno il mancato accredito con regolarità delle spettanze mensili; situazione che determina l'impossibilità ai lavoratori di garantire le esigenze primarie delle loro famiglie.
La lettera con la comunicazione dell'Assemblea sindacale è stata trasmessa oggi, alla ISEDA, alla SRR ed al Comune di Grotte, dalla Segreteria Territoriale di Agrigento della UILTRASPORTI.
"Abbiamo appreso che è stato proclamato, tramite la propria segreteria territoriale, lo stato di agitazione da parte del personale dipendenti della Società Iseda s.r.l. e della SRR Ato 4 AG Est in servizio nel cantiere del Comune di Grotte - scrivono i Consiglieri comunali del M5S di Grotte -. Ad oggi (20 giugno 2020) i suddetti lavoratori non hanno ancora percepito lo stipendio del mese di maggio a causa di una controversia tra il Comune di Grotte e la Società che si occupa della raccolta rifiuti. A prescindere dalle cause della controversia - concludono i Consiglieri -, il Gruppo consiliare del M5S Grotte ritiene ingiustificato qualsiasi motivo che possa causare un disagio economico ai lavoratori e alle loro famiglie". 
  
Carmelo Arnone
20 giugno 2020
© Riproduzione riservata.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


20/06/2020

Viabilità. Isola pedonale e occupazione di suolo pubblico per la ripresa di bar e ristoranti

 

Area pedonale
Area pedonale

Polizia Municipale

Al fine di "porre in essere, straordinariamente, misure transitorie volte a ridurre lo stato di disagio economico in cui versano talune categorie commerciali" e per "promuovere la ripresa delle attività turistiche, danneggiate dall’emergenza epidemiologica da COVID-19", l'Amministrazione comunale di Grotte ha deliberato (con la Deliberazione di Giunta Municipale n° 50/2020) - concordemente alle norme nazionali e regionali - di concedere alle attività commerciali l'esonero sino al 31 ottobre 2020 dal pagamento della tassa per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche (TOSAP) e del canone per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche (COSAP). Inoltre bar, ristoranti ed altre attività turistiche potranno ottenere "nuove/ulteriori occupazioni temporanee di suolo pubblico ... sui marciapiedi, nelle aree pedonalizzate o sottoposte a formali limitazioni del traffico, e, sulle sedi stradali...".
Anche le attività religiose potranno essere svolte all'aperto, in quanto potrà essere rilasciata "
concessione di suolo pubblico negli spazi antistanti alle Chiese o negli spazi di pertinenza delle Scuole pubbliche, al fine di ivi svolgere le funzioni con la partecipazione di un maggior numero di persone rispetto a quella consentita all’interno delle Chiese ma pur sempre nel rispetto delle linee guida emanate in materia di svolgimento delle attività di culto".
Confermando quanto deliberato nei precedenti anni, anche per questa estate 2020 è stata istituita
l'isola pedonale nel centro abitato di Grotte; attualmente sino al 30 giugno (ma è probabile che successivamente sia prorogata al 1° settembre).
Pertanto per i soli giorni 20, 21, 27 e 28 giugno 2020 la circolazione veicolare e la sosta sono vietate:
- lungo il Corso Garibaldi dal civico 111 al civico 157 (nel giorno di sabato, dalle ore 21.00 alle ore 24.00 e nel giorno di domenica, dalle ore 18.00 alle ore 24.00);
- in Via Francesco Crispi, lungo il Corso Garibaldi nel tratto compreso tra l'intersezione di Via Confine e Via Machiavelli (nei giorni di sabato e domenica, dalle ore 21.00 alle ore 24.00).
Con l'auspicio, espresso dall'Amministrazione comunale, di "creare luoghi identificativi per i cittadini ove è possibile, pur nel rispetto delle distanze fisiche, incontrarsi e socializzare con altri cittadini e che è possibile raggiungere a piedi; avviare una riorganizzazione degli spazi aperti pubblici trasformandoli in nuovi luoghi dove è possibile incentivare sviluppo commerciale e attività ricreative; ampliare l’offerta delle aree pedonalizzate attribuendo un diverso ruolo agli spazi pubblici, ridefinendone l’uso, per offrire luoghi all’aperto sicuri ove sostare, giocare, e al contempo poter sviluppare attività commerciali e ricreative".  
  
Carmelo Arnone
20 giugno 2020
© Riproduzione riservata.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


19/06/2020

Cordoglio. L'estremo saluto di Grotte alla 18enne cinese Tina Zhang

 

Cordoglio
Cordoglio

Nella mattinata di ieri, giovedi 18 giugno, si è svolto al cimitero di Grotte il pietoso rito dell'estremo saluto alla 18enne cinese Tina Zhanga, morta dopo aver a lungo combattuto contro la leucemia. Da tempo ricoverata a Messina, la giovane nata ad Ottaviano (NA) ma cresciuta a Grotte e perfettamente integrata nella comunità locale, si è spenta prematuramente. La notizia ha destato profondo dolore in paese, soprattutto in quanti - amici, compagni di scuola e professori - l'hanno conosciuta ed apprezzata per la simpatia e l'intelligenza (aveva terminato il ciclo di studi a Grotte con il massimo dei voti).
L'urna cineraria contenenti le spoglie di Tina è stata accompagnata ieri al cimitero, accolta dal Responsabile della Polizia Municipale Isp. Capo Antonio Salvaggio (in rappresentanza della comunità cittadina e dell'Amministrazione), stretta tra le braccia del fratello 29enne Bingke Zhang accanto ai genitori straziati dal dolore. Il triste rito della deposizione dell'urna nel loculo è stato preceduto da un momento di raccoglimento.  
  

Redazione
19 giugno 2020
  
 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


19/06/2020

Attualità. Riapertura della Biblioteca comunale, dal lunedi al venerdi, dalle 08.00 alle 14.00

 

Biblioteca comunale
Biblioteca comunale

Durante tutto il periodo della piena emergenza dovuta alla diffusione del Covid-19, la Biblioteca comunale di Grotte, con l'ingresso dalla Villetta "Cimino", è rimasta chiusa al pubblico per evitare occasioni di contagio. Con l'ordinanza n° 34 dello scorso 14 giugno, il Sindaco ne ha stabilito la riapertura fissando i giorni e gli orari: dal lunedi al venerdi, dalle ore 08.00 alle 14.00. L'ordinanza ha validità sino al 14 luglio 2020. Le condizioni per poter accedere alla Biblioteca sono quelle, ormai consuete: rispetto della distanza interpersonale, uso della mascherina, uso di soluzioni igienizzanti per le mani (prima di toccare libri e giornali), eventuali accessi pianificati con prenotazione (in caso di afflusso numeroso), percorsi separati di ingresso e uscita, adeguato ricambio di aria all'interno dei locali. Un importante presidio di cultura e di informazione (oltre ai libri sono a disposizione diversi quotidiani) torna così ad essere messo a disposizione della collettività.  
  

Redazione
19 giugno 2020
  
 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


17/06/2020

Commercio. Nuove norme per il mercatino settimanale, da domani sino al 14 luglio 2020

 

Mercato settimanale

Da domani, giovedi 18 giugno e sino al 14 luglio 2020 lo svolgimento del mercatino settimanale a Grotte sarà regolato dalle disposizioni emanate dal sindaco Alfonso Provvidenza, con l'ordinanza n° 31 del 14/06/2020.
L’apertura del mercato settimanale è fissata alle ore 07.00 e la chiusura alle 13.30.
Dovrà essere rispettato il mantenimento del distanziamento interpersonale. Gli accessi verranno scaglionati in funzione degli spazi disponibili, differenziando, ove possibile, i percorsi di entrata e di uscita. Dovrà esserci ampia disponibilità e accessibilità a sistemi per la disinfezione delle mani (gel e liquidi disinfettanti), in particolare accanto alle postazioni di pagamento. Sarà obbligatorio l'uso di guanti “usa e getta”, particolarmente per l’acquisto di alimenti e bevande. Obbligatorio anche l'utilizzo di mascherine sia da parte degli operatori che da parte dei clienti. All'ingresso del mercatino saranno apposti cartelli in italiano e inglese per informare la clientela sui corretti comportamenti.
I commercianti dovranno pulire e igienizzare le attrezzature prima dell’avvio delle operazioni di vendita; dovranno indossare le mascherine (l’uso dei guanti può essere sostituito da una igienizzazione frequente delle mani); dovranno mettere a disposizione della clientela, in ogni banco, prodotti igienizzanti per le mani; dovranno rispettare il distanziamento interpersonale di almeno un metro (anche dagli altri operatori e nelle operazioni di carico e scarico). In caso di vendita di abbigliamento, dovranno essere messi a disposizione della clientela guanti monouso da utilizzare obbligatoriamente per scegliere in autonomia, toccandola, la merce. In caso di vendita di beni usati, è obbligatoria l'igienizzazione dei capi di abbigliamento e delle calzature prima che siano posti in vendita. Al termine del mercatino tutti i rifiuti prodotti dovranno essere, a cura dell’esercente, collocati in appositi sacchetti che dovranno essere chiusi (la ditta incaricata provvederà al ritiro dei sacchetti); è vietato il deposito sparso dei rifiuti per terra sia durante che al termine del mercatino.  
  

Redazione
17 giugno 2020
  
 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


17/06/2020

Cordoglio. Grotte piange la morte della 18enne cinese Tina Zhang

 

White lantern
Lanterne bianche

Ha combattuto a lungo contro la malattia che ieri, martedi 16 giugno 2020, l'ha portata via per sempre all'età di 18 anni. La diffusione della notizia ha suscitato profondo dolore in tutta la comunità cittadina di Grotte. La ragazza, di origine cinese, si chiamava Tina Zhang e da anni si era integrata in paese, con tutta la sua famiglia.
"Oggi Grotte piange la morte prematura di Tina Zhang - ha scritto il Sindaco di Grotte -, morta dopo una lunghissima malattia all'età di 18 anni. Una ragazza brillante e integrata, strappata all'amore della sua famiglia e degli amici. Non ci sono parole per esprimere il dolore di tutta la comunità per la perdita di questa giovane vita. Sentite condoglianze alla famiglia - ha concluso Alfonso Provvidenza -. Grotte condivide il vostro dolore".  
  

Redazione
17 giugno 2020
  
 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


16/06/2020

Viabilità. "Vogliamo l'autostrada da Gela a Castelvetrano"; lettera dei Sindaci al Ministro dei Trasporti

 

Strada Statale 115 Sud Occidentale Sicula
SS 115

Tutti i Sindaci della Provincia di Agrigento sono scesi in campo per far giungere al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti una richiesta ormai ineludibile: la realizzazione del tratto autostradale da Gela a Castelvetrano.
L'attuale SS 115 (Strada Statale 115 - Sud Occidentale Sicula) è da tempo che risulta del tutto inadeguata alle necessità del territorio che comprende le province di Caltanissetta, Agrigento e Trapani.
Sono notizie quotidiane gli incidenti, molto spesso con gravissime conseguenze, che si verificano su questa strada. Curve e incroci pericolosi, manto stradale inadeguato, restringimenti della carreggiata caratterizzano tutta la SS 115.
E mentre alcuni inseguono il miraggio di un "ponte sullo Stretto" (argomento ottimo per ogni campagna elettorale o come "arma di distrazione di massa"), i siciliani e chi si avventura sui percorsi della Trinacria si trovano a viaggiare su mulattiere (definite pomposamente "strade statali") e "regie trazzere" (rinvenimenti archeologici di epoca borbonica utili nell'emergenza per sopperire all'assenza di alternative carrabili).
Per non parlare delle "strade provinciali" e "comunali": ne fanno esperienza sulla loro pelle gli abitanti di tutti i paesi, soprattutto montani e dell'entroterra.
Ma proviamo più semplicemente ad andare da Grotte ad Agrigento, via Racalmare o "RoccaPetra"... lo facciamo ogni giorno; ormai le buche, i fanghi, i dossi e gli avvallamenti fanno parte della nostra "eredità culturale".
Ci siamo tanto abituati al "peggio", rassegnati all'abbandono da parte del Governo nazionale, all'inerzia del Governo regionale, alla palese manifesta inattività degli Enti preposti alla manutenzione della rete stradale, che non ci impressioniamo più.
"Riconoscere alla Sicilia le infrastrutture che, per troppi anni, sono state negate"; questa, in estrema sintesi, la richiesta che ieri, lunedi 15 giugno 2020, i Sindaci dell'Agrigentino hanno inviato alle Autorità preposte: al Ministero dei Trasporti, al Presidente ed all'Amministratore delegato di ANAS, al Responsabile struttura territoriale Sicilia di ANAS.
Mi chiedo (è una domanda retorica), da semplice cittadino: ma questi Signori, insieme ai Ministri siciliani (numerosi) ed ai Politici siciliani che nel corso degli ultimi 50 anni si sono seduti sugli scranni del Parlamento, ai Presidenti della Regione Siciliana ed ai loro Assessori, non hanno mai percorso una qualsiasi strada statale in Sicilia? Occorre davvero che i Sindaci scrivano che le nostre strade fanno pena (sono stati più diplomatici nei termini ma il senso è quello, e non è una metafora)?
Alla Sicilia non servono promesse, discorsi, incontri, dibattiti, gruppi di studio e di lavoro, incarichi e studi di fattibilità; di questi argomenti ne ha già avuto a iosa. Occorre che vengano stanziate ed impiegate in Sicilia le "risorse" (soldi) per costruire strade, ponti e ferrovie (quello delle condizioni vergognose in cui versa la rete ferroviaria siciliana nel suo insieme - binario unico e vetture in condizioni di manifesta obsolescenza - è un altro capitolo dello stesso ignobile romanzo).
La lettera che i Sindaci hanno inviato ieri (che pubblichiamo di seguito - scarica il testo) produrrà qualche effetto? C'è da sperarlo. Se non altro è utile a non dare conferma all'adagio "chi tace acconsente": non vogliamo "acconsentire", perciò non dobbiamo tacere.
  
Carmelo Arnone
16 giugno 2020
© Riproduzione riservata.

*****

Al Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti - On. Paola De Micheli
Al Presidente di Anas - Dott. Claudio Andrea Gemme
All’Amministratore delegato e Direttore Generale di Anas - Ing. Massimo Simonini
Al Responsabile Struttura Territoriale SICILIA - Ing. Valerio Mele

Oggetto: Richiesta incontro per finanziamento SS 115 per chiusura anello autostradale siciliano.

Gentilissimo Signor Ministro,
con la presente missiva, i Sindaci della Provincia di Agrigento, rappresentanti di un territorio che, non solo per latitudine, si trova nel profondo Sud d’Europa, chiedono di riconoscere alla Sicilia le infrastrutture che, per troppi anni, sono state negate.
È indubbio che, dopo un lungo periodo di emergenza e di crisi, il nostro Paese debba avviare un percorso di ripresa e di crescita economica. Prioritaria, nell’agenda di governo, dovrà essere una nuova questione meridionale che punti a ridurre il divario infrastrutturale tra il Nord ed il Sud dell’Italia.
Ministero delle Infrastrutture e Anas dovranno occuparsi della realizzazione di un’opera viaria, attesa da decenni e mai realizzata: la chiusura dell’anello autostradale siciliano.
La realizzazione di un tratto autostradale da Gela a Castelvetrano, se non si vuole abbandonare questo territorio al proprio destino e mettere il sigillo ad una umiliazione che la nostra provincia continua a subire da anni per mancanza di una programmazione seria ed efficace soprattutto nel settore delle infrastrutture, non è più rinviabile.
Noi Sindaci del territorio non vogliamo essere correi di un tracollo infrastrutturale della Sicilia e non possiamo permettere che rimanga questa arretratezza infrastrutturale che determina un atavico isolamento delle province di Trapani, Agrigento e Caltanissetta.
L’autostrada tra Gela e Castelvetrano è una struttura strategica per la Sicilia e, sebbene possa apparire periferica per l’Europa, a noi piace rappresentarla come una infrastruttura centrale nel Mediterraneo che metta in collegamento i due aeroporti di Comiso e Birgi, liberando dal traffico la Valle dei Templi di Agrigento, patrimonio dell’Unesco, e che, nel suo nuovo tracciato, non interferisca con il traffico urbano di molti paesi e città della riviera agrigentina.
Ci piace credere che, in questa fase storica, anche la provincia di Agrigento possa realmente uscire dal disagio viario e dal ritardo infrastrutturale in cui versa con la programmazione, la progettazione esecutiva e la realizzazione dell’autostrada Gela-Castelvetrano.
Vogliamo pensare che l’Italia non sia solo Genova e che l’interesse del Governo Nazionale nella realizzazione delle opere stradali non si fermi a Reggio Calabria.
Chiediamo, Signor Ministro, il Suo impegno concreto e fattivo.
Un impegno che Ella vorrà assumere nel corso di un incontro con noi Sindaci, i quali credono ancora al tricolore che indossano e ogni giorno continuano ad essere, per dirla con le parole del Presidente Conte, delle vere e proprie sentinelle della Nostra Italia.

Firmato
Carmelo D’Angelo, Sindaco di Ravanusa
Giovanni Picone, Sindaco di Campobello di Licata
Leo Ciaccio, Sindaco di Sambuca di Sicilia
Milko Cinà, Sindaco di Bivona
Francesco Cacciatore, Sindaco di Santo Stefano di Quisquina
Ettore Di Ventura, Sindaco di Canicatti
Marilena Mauceri, Sindaco di Menfi
Carmelo Pace, Sindaco di Ribera
Franco Matinella, Sindaco di Burgio
Salvatore Dazzo, Sindaco di Lucca Sicula
Maria Grazia Brandara, Sindaco di Naro
Stefano Castellino, Sindaco di Palma di Montechiaro
Giuseppe Spinelli, Sindaco di Calamonaci
Franco Martorana, Sindaco di Cianciana
Mimmo Gueli, Sindaco di Santa Elisabetta
Giovanna Bubello, Sindaco di Alessandria della Rocca
Carmelo Panepinto, Sindaco di San Giovanni Gemini
Alfonso Provvidenza, Sindaco di Grotte
Angelo Tirrito, Sindaco di Sant’Angelo Muxaro
Franco Valenti, Sindaco di Santa Margherita Belice
Santo Borsellino, Sindaco di Cattolica Eraclea
Giuseppe Portella, Sindaco di Ioppolo Giancaxio
Vincenzo Giambrone, Sindaco di Cammarata
Francesca Valenti, Sindaco di Sciacca
Margherita La Rocca, Sindaco di Montevago
Mimmo Balsamo, Sindaco di Villafranca Sicula
Leonardo Lauricella, Sindaco di Siculiana
Franco Badalamenti, Sindaco di Castrofilippo
Pino Galanti, Sindaco di Licata
Caterina Scalia, Sindaco di Montallegro
Calogero Zicari, Sindaco di Realmonte
Ida Carmina, Sindaco di Porto Empedocle
Calogero Cattano, Sindaco di Caltabellotta
Giuseppe Pendolino, Sindaco di Aragona
Lillo Firetto, Sindaco di Agrigento
Vincenzo Maniglia, Sindaco di Racalmuto
Silvio Cuffaro, Sindaco di Raffadali
Nino Contino, Sindaco di Comitini
Anna Alba, Sindaco di Favara
Salvatore Martello, Sindaco di Lampedusa e Linosa
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


16/06/2020

Attualità. I nuovi orari di apertura del Cimitero comunale, sino al 14 luglio

 

Cimitero di Grotte (AG)
Cimitero di Grotte

Sono cambiati gli orari d'accesso al Cimitero comunale di Grotte.
Da ieri, lunedi 15 giugno, e sino al 14 luglio si potrà entrare per porgere un saluto ai propri cari defunti tutti i giorni, dal lunedi alla domenica, in orario antimeridiano dalle ore 08.00 alle 13.30.
Inoltre è fissata la possibilità di accesso pomeridiana nei giorni di martedi e giovedi, dalle ore 15.30 alle 18.30.
Con l'ordinanza n° 32 del 14/06/2020, a firma del sindaco di Grotte Alfonso Provvidenza, viene stabilito che "È consentito l’ingresso alle persone munite di dispositivi di protezione individuale (utilizzo di mascherina o altro strumento di copertura di naso e bocca), con l’obbligo del rispetto del mantenimento della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro e del divieto di ogni forma di assembramento".  
  

Redazione
16 giugno 2020
  
 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


15/06/2020

Chiesa. Avvisi ed appuntamenti della settimana.

 

Chiese di Grotte

Pubblichiamo gli avvisi diffusi al termine delle sante Messe domenicali e gli appuntamenti ecclesiali più rilevanti.
Per agevolarne la consultazione, gli avvisi settimanali sono pubblicati anche nella pagina Chiesa.

Lunedi 15
giugno
- ore 09.00, nella chiesa san Rocco, santa Messa;
- ore 18.30, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa e Vespri (munirsi di breviario o App Liturgia delle Ore);
- ore 19.00,  in chiesa Madre, santa Messa;
- ore 20.30, nella chiesa Madonna del Carmelo, incontro conclusivo itinerario di fede dei fidanzati.

Martedi 16 giugno
- ore 09.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 09.00, nella chiesa san Rocco, santa Messa;
- ore 19.00,  in chiesa Madre, santa Messa.

Mercoledi 17
giugno
- ore 09.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 09.00, nella chiesa san Rocco, santa Messa;
- ore 19.00,  in chiesa Madre, santa Messa.

Giovedi 18
giugno
- ore 09.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa (seguirà un'ora di Adorazione eucaristica);
- ore 09.00, nella chiesa san Rocco, santa Messa;
- ore 19.00,  in chiesa Madre, santa Messa.

Venerdi 19
giugno - Solennità del Sacro Cuore di Gesù
- ore 09.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 09.00, nella chiesa san Rocco, santa Messa;
- ore 18.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, santo Rosario;
- ore 18.30, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa e Vespri (munirsi di breviario o App Liturgia delle Ore);
- ore 19.00,  in chiesa Madre, santa Messa.

Sabato 20
giugno
- ore 09.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 18.00, nella chiesa san Rocco, santa Messa;
- ore 19.00,  in chiesa Madre, santa Messa.

Domenica 21
giugno
- ore 08.15, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 10.00, nella chiesa san Rocco, santa Messa;
- ore 11.00, in chiesa Madre, santa Messa;
- ore 11.30, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 18.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 19.00, nella chiesa san Rocco, santa Messa;
- ore 19.00,  in chiesa Madre, santa Messa.

AVVISI

- Giovedi 18 giugno, alle ore 20.00, ad Agrigento nella chiesa di Sant'Alfonso, per la "Scuola della Parola", celebrazione della santa Messa e Lectio Divina (si potrà seguire anche via web sulla piattaforma Cisco; per informazioni sul link inviare un messaggio al n° 320.1145893).

- Sabato 5 settembre, Solennità della Dedicazione della Basilica Cattedrale, in Piazza don Minzoni, di fronte alla Cattedrale di Agrigento, sarà celebrata l'ordinazione episcopale di mons. Alessandro Damiano (eletto Arcivescovo Coadiutore dell'Arcidiocesi di Agrigento).

- Sua Eminenza il card. Francesco Montenegro ha annunciato che giovedi 1 ottobre saranno ordinati sacerdoti 6 diaconi della diocesi, invitando i fedeli alla preghiera.

Numero di fedeli consentito nelle chiese di Grotte:
- chiesa Madre: 112
-
chiesa Madonna del Carmelo: 60
-
chiesa San Rocco (Villetta San Pio): 25
Disposizioni particolari:
- non è consentito l'ingresso a persone con una temperatura corporea pari o superiore a 37,5° o che hanno avuto contatti con persone positive a SARS-COV2 nei giorni precedenti.
I fedeli hanno l'obbligo di:
- entrare ed uscire dalla chiesa rispettando la distanza di 1,5 metri dagli altri fedeli;
- indossare la mascherina;
- igienizzare le mani al dispenser situato all'ingresso;
- occupare il posto contrassegnato;
- mantenere la distanza di almeno 1 metro laterale e frontale dalle altre persone;
- evitare qualsiasi forma di contatto fisico;
- non dare il segno della pace;
- attenersi alle indicazioni del celebrante per ricevere la santa Comunione;
- depositare le offerte per la parrocchia negli appositi contenitori;
- non sostare in chiesa o sul sagrato dopo la celebrazione
.

Orari delle Sante Messe in vigore dal 15/06/2020:

   Feriali:
   ore 09.00, chiesa san Rocco (Villetta San Pio)
   ore 09.00, chiesa Madonna del Carmelo
   ore 19.00, chiesa Madre

   Prefestivi:
   ore 18.00, chiesa san Rocco (ore 17.30 santo Rosario)
   ore 19.00, chiesa Madre

   Festivi:
   ore 08.15, chiesa Madonna del Carmelo
   ore 10.00, chiesa San Rocco (ore 09.30 santo Rosario)
   ore 11.00, chiesa Madre
   ore 11.30, chiesa Madonna del Carmelo
   ore 18.00, chiesa Madonna del Carmelo
   ore 19.00, chiesa San Rocco (Villetta San Pio - ore 18.30 santo Rosario)
   ore 19.00, chiesa Madre
  
Redazione
15 giugno 2020.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


14/06/2020

Iniziative. Manutenzione "ordinaria" della chiesa San Rocco, su proposta ed a carico dei fedeli

 

Chiesa San Rocco
Chiesa di San Rocco

Nella chiesa parrocchiale di San Rocco, a Grotte, durante le scorse settimane sono stati effettuati dei lavori di manutenzione "ordinaria". In realtà era da tempo che questi lavori non si facevano, per cui la manutenzione tanto "ordinaria" non è stata.
Vediamo di cosa si è trattato. Sono stati ridipinti i portoni, ritinteggiate la chiesa, la sacrestia e la canonica, risistemata e pitturata la ringhiera esterna, si è provveduto al lavaggio professionale dei tappeti, alla pulizia approfondita della chiesa e della canonica, al lavaggio del tendone posto dinanzi al portone principale, alla sostituzione del vetro della scrivania nell'ufficio parrocchiale, all'acquisto di una stufa "a fungo", al ripristino del prospetto esterno (quest'ultimo lavoro svolto gratuitamente da Dante Cirino). Inoltre nei prossimi giorni saranno ripulite le grondaie (da Antonio Arnone, a titolo gratuito).
Tre le parrocchiane promotrici dell'iniziativa: Stefanina Ciranni, Nicoletta Carlisi e Piera Infantino.
La numerosa partecipazione ed adesione dei fedeli ha portato ad una raccolta (iniziata a gennaio) di 4.575,00 euro, di cui il prospetto delle spese - per correttezza e trasparenza - è stato affisso nella bacheca parrocchiale.
Alle promotrici, ai fedeli che hanno donato con generosità ed a quanti si sono impegnati nello svolgimento dei lavori, il ringraziamento del parroco don Gaspare Sutera.
  
Carmelo Arnone
14 giugno 2020
© Riproduzione riservata.
  

  

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


14/06/2020

Letture Sponsali. "Abbiamo accanto qualcuno da amare, amiamolo!"

 

Amore Sponsale
Nozze di Giuseppe e Maria

Le "Letture Sponsali" sono uno strumento sperimentale che offre gratuitamente una prospettiva sponsale alle letture della liturgia domenicale. Sono curate dal gruppo "Amore è..." (vedi il sito ufficiale), attivo dal 2006 nella diocesi di Palermo, per favorire un momento di riflessione all'interno delle coppie e nelle comunità ecclesiali. Le letture sono commentate da fidanzati e sposi (tra cui i grottesi Vera e Francesco).

*****

Lo Sposo si dona alla Sposa.
L'Eucaristia è il centro dell'amore sponsale di Cristo nei confronti della Chiesa. Dal ritmo costante della vita liturgica impariamo la tenerezza e la passione con cui Cristo continua a prendersi cura della sua Sposa. Eucaristia e Matrimonio sono un unico mistero. Dal dono di Cristo impariamo come donarci nel matrimonio. Il dono del corpo di Cristo rivela il suo slancio di amore totale e gratuito. Amarsi come sposi significa incontrarsi, donarsi, accogliersi, prendersi cura l'uno dell'altro ed insieme farsi "pane spezzato" per i figli, per la comunità ecclesiale e per il mondo. Non è sempre facile diventare "pane per gli altri"; quando da figli diventiamo coppia e poi genitori, se ci lasciamo lavorare dalla grazia di Dio, ci rendiamo conto di come gradualmente impariamo a decentrarci, a non chiedere pane agli altri per noi, ma ad offrire noi stessi come nutrimento. È il passaggio alla vita matura. L'Eucaristia e la Parola purificano giorno per giorno il nostro amore dalle tracce di egoismo e di rapacità che vorrebbero conservare ancora un pezzettino di pane per noi, perché non ne manchi il giorno dopo. Ricevendo gratuitamente l'amore infinito di Dio impariamo a donarci; impariamo a farci nutrimento senza se e senza ma per gli altri, con la fiducia che Lui è con noi, che ci darà sapienza e forza per essere nel modo giusto "pane spezzato" che miracolosamente si moltiplica.
Rosalinda e Francesco

Punto chiave
L’istituzione dell’Eucaristia è la celebrazione più alta del mistero della creazione. In essa si incontrano elementi creati quali l’uva e il grano, trasformati dall’ingegno, dal gusto e dal lavoro umano e tali assunti come propri componenti dalle parole divinizzanti del Figlio di Dio. In essa avviene la pacificazione di tutto il creato, la sua autentica redenzione. Nulla più ne viene escluso fuorché il male, luogo dell’estremo nascondimento da Dio, permesso per la nostra libertà ma non voluto certamente per la nostra perdizione. Di tutto Gesù ha fatto per amarci. E per guarirci dal primitivo morso al frutto dell’Eden, non ha reputato sconveniente per un Dio farsi mangiare dalle sue creature. Così nutriti di materia divina ci ha ricreati uomini nuovi, capaci di Dio e quindi suoi figli. Capiremo mai la profondità l’altezza, la vastità di questo dono e mistero? Da soli mai. Ma non siamo più da soli. Se solo ce ne rendessimo conto...
Abbiamo accanto qualcuno da amare, amiamolo! E se non ne siamo capaci invochiamo il Paraclito e saremo raggianti di gioia! Basta decidersi di morire al male. E credere, operare e fidarsi di Gesù. Sempre.
Vito
  
Redazione
14 giugno 2020.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


13/06/2020

Politica. Riqualificazione della Villetta Cimino: "Apprendiamo con favore"; nota del Gruppo M5S Grotte

 

Movimento 5 Stelle - Grotte

Nota del Gruppo consiliare M5S di Grotte sul finanziamento dei lavori di riqualificazione della Villetta Cimino.

*****

"Finalmente dopo tanta insistenza del gruppo consiliare del MoVimento 5 Stelle, Angelo Costanza, Mirella Casalicchio, Salvatrice Morreale, Giada Vizzini, sulla riqualificazione delle Villette Comunali, lo scorso anno il Consiglio comunale ha trattato la "Riqualificazione della Villetta Cimino".
Apprendiamo con favore la notizia dell’assegnazione dei fondi.
Continueremo in Consiglio comunale la nostra azione propositiva e di buon senso". 
 

 

   

I Consiglieri
Costanza Angelo
Casalicchio Mirella
Morreale Salvatrice
Vizzini Giada
 

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


13/06/2020

Economia. Parliamo di IMU, TARI, buoni spesa e cassetto fiscale; intervista al Sindaco di Grotte

 

Intervista al Sindaco di Grotte
Guarda il video

Il Sindaco di Grotte, dott. Alfonso Provvidenza, risponde alle domande del direttore di Grotte.info Quotidiano, Carmelo Arnone, in merito alle recenti novità sui tributi locali (IMU e TARI), alla possibilità di compensazione tra crediti e debiti nei confronti del Comune, al potenziamento del "cassetto fiscale" con l'accesso tramite il sito www.portaletributi.it, ai controlli sulle autocertificazioni relative ai "buoni spesa" ed ai controlli sulla raccolta differenziata (con particolare riferimento al residuo secco).
Si è parlato del pagamento dell'IMU, il cui acconto scade il 16 giugno 2020 (per i dettagli guarda il video); chi non è nelle condizioni di pagare entro il 16 giugno, può presentare richiesta agli Uffici comunali di differimento del pagamento dell'acconto al 30 settembre.
La bollettazione riguardo il pagamento della TARI arriverà a casa dei cittadini entro la prima decade di luglio; sarà in 3 rate della quali la prima scadrà il 31 luglio 2020.
Da questo mese vi è la possibilità, deliberata dal Consiglio comunale su proposta della Giunta municipale, per i cittadini di Grotte di compensare i debiti verso il Comune con gli eventuali crediti (borse di studio, indennità di esproprio, rimborso spese scolastiche, rimborso abbonamenti ferroviari...); quindi chi deve ricevere somme dal Comune, può concordare con gli Uffici la compensazione rispetto ai crediti che vanta verso lo stesso Ente.
È stato potenziato il cosiddetto "cassetto fiscale", il "Portale Tributi" (www.portaletributi.it) del Comune, sportello telematico attraverso il quale il cittadino munito di credenziali (nome utente e password) può verificare la propria situazione immobiliare e le imposte da pagare. Attraverso questo servizio telematico si potrà verificare la correttezza e l'aggiornamento dei propri dati, si potrà stampare il modello F24 o si potrà procedere al pagamento online, senza la necessità di recarsi al Comune o presso gli sportelli bancari o postali.
Sono stati tutti distribuiti i buoni spesa finanziati dalla Protezione Civile (su alcuni modelli di autocertificazione estratti a sorte si stanno effettuando controlli in collaborazione con l'Agenzia delle Entrate, l'Inps e la Guardia di Finanza) ed è già avviato l'iter per la distribuzione dei buoni spesa finanziati dalla Regione (il calcolo dell'importo avviene con modalità differenti, guarda il video).
In ultimo, i controlli sulla correttezza della raccolta differenziata dei rifiuti (con l'utilizzo dei mastelli distribuiti agli utenti) e l'avvio delle procedure di recupero delle somme relative alle bollette della TARI non pagate, con controlli a tappeto ad iniziare dagli Amministratori e Consiglieri comunali in carica e dei precedenti mandati, dei dipendenti comunali (con il prelievo sulle spettanze, in caso di protratta inadempienza) e di tutti i cittadini.
Chi avesse domande da fare al Sindaco, su questi o altri argomenti (anche in forma riservata), può segnalarlo alla nostra redazione con una telefonata, un messaggio WhatsApp, una e-mail o un sms, tramite i nostri contatti.
Pubblichiamo il video dell'intervista - guarda il video - (riprese © a cura dell'Associazione Culturale "Punto Info").
  
Redazione
13 giugno 2020.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


13/06/2020

Politica. "Finanziamenti per Grotte e nomina dell'assessore regionale Samonà"; nota del Circolo Lega

 

Lega Salvini Premier

In merito al finanziamento per la riqualificazione della Villetta "Cimino" ed alla recente nomina dell'assessore regionale Alberto Samonà, pubblichiamo la nota del Direttivo della sezione "Lega Salvini Premier" di Grotte, formato da Joel Butera,  Salvatore Salvaggio, Gianfranco Pilato, Antonio Vella e Luca Bonsignore.

*****

"In merito al Decreto dell'Assessorato regionale ai Beni Culturali ed Identità Siciliana, la sezione "Lega Salvini Premier" di Grotte plaude al fatto che il Comune di Grotte è stato inserito nella graduatoria definitiva delle proposte progettuali in base ai fondi PAC/POC 2014-2020 "interventi a sostegno degli investimenti dei Comuni".
Al nostro Comune sarà finanziata la somma di € 67.242,38 per la sistemazione della villetta "Prof. Cimino"e la manutenzione del Corso Garibaldi il quale in alcuni tratti versa in condizioni di reale pericolo per i passanti.
Il Direttivo cittadino con il commissario Joel Butera esprimono grande soddisfazione per la recente nomina, fortemente voluta dal governatore Musumeci, del dott. Alberto Samonà ad Assessore dei Beni Culturali ed Identità Siciliana.
Visto lo spessore umano e culturale di cui è dotato il nostro Assessore, siamo certi che il suo lavoro saprà dare slancio all'azione amministrativa e finalmente valorizzare al meglio le tante bellezze della nostra amata terra e la nostra identità Siciliana".

  

 

   

Sezione "Lega Salvini Premier" di Grotte
Il Direttivo
 

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


13/06/2020

Dialoghi. "Magistratura e Politica: il caso Palamara"; di Giuseppe Castronovo

 

Intervento del dott. Giuseppe Castronovo.

Il tema del mancato corretto funzionamento della Magistratura è una delle principali emergenze che affliggono da tempo, da troppo tempo invero, il nostro Paese. Dalle intercettazioni telefoniche del magistrato Palamara, sta emergendo in queste ultime settimane la politicizzazione della Magistratura tanto tenacemente negata dai magistrati, ma invece venuta alla luce del sole, in modo inequivocabile, in tutta la sua drammaticità. Se poi alla politicizzazione aggiungiamo la volgare scurrilità del linguaggio, così come emerge per il Palamara, possiamo dire che la misura è colma. Quando il magistrato Palamara dice che il Ministro Salvini “bisogna attaccarlo anche se ha ragione e gli italiani sono con lui - perché - è una m…”, a parte la volgarità del suo linguaggio, fa anche scelte politiche che non può fare nell’esercizio della funzione giurisdizionale. Il prof. Vezio stigmatizzando la volgarità del linguaggio palamaresco che non sa governare la sua lingua, arriva a dubitare della capacità dello stesso di emanare sentenze giuste ed eque secondo legge.
Giuseppe Castronovo

"Magistratura e Politica: il caso Palamara"
(Dai Dialoghi svolti al Circolo della Concordia)

La Magistratura vuole una Politica in uno stato di sudditanza e prona ai suoi voleri: il caso Palamara ce ne dà conferma.

Totò: Amici, che ne dite dei problemi relativi al cattivo funzionamento del Consiglio Superiore della Magistratura che stanno emergendo dalle intercettazioni telefoniche alle quali è stato sottoposto il magistrato Luca Palamara, anche ex componente del Consiglio Superiore della Magistratura ed ex Presidente dell’Associazione Nazionale Magistrati, una delle più agguerrite e influente tra le associazioni sindacali dei Magistrati?

Lino: Mi sembra una concentrazione di ruoli (posso dire poteri?) capace di gettare un sinistro fascio di luce su questo indiscutibile intreccio di poteri e su come lo stesso abbia potuto influire in modo così invasivo e determinante sul lavoro del Consiglio Superiore della Magistratura nell’assegnazione degli uffici giudiziari.

Franco: C’è da essere preoccupati - e direi anche molto - per lo stato di salute della Magistratura italiana.

Cecè: Non esageriamo!

Franco: Caro Cecè, non sto affatto esagerando. Stavolta ne va di mezzo la credibilità e l’autorevolezza dell’intera Magistratura. E se la Magistratura non funziona, chi ne paga le conseguenze non è il Magistrato ma il Paese e in ultima istanza ognuno di noi. Vedete…

Nenè: Che cosa?

Franco: Dalle intercettazioni telefoniche emerge che il magistrato Auriemma, parlando telefonicamente con Palamara, espone a quest’ultimo tutte le sue perplessità sulla politica portata avanti, contro l’allora ministro degli Interni Matteo Salvini, dalla Magistratura italiana e gli dice: “mi dispiace dover dire che non vedo veramente dove Salvini stia sbagliando… illegittimamente si cerca di entrare in Italia e il Ministro dell’Interno interviene perché questo non avvenga”. E il Palamara che fa? Risponde al collega dicendo che “bisogna attaccarlo anche se ha ragione e gli italiani sono con lui”, per concludere dicendo che Salvini è una merda (sic).

Nenè: Dichiarazione, questa del Palamara, che considero una vera e propria pietra angolare della concezione che la Magistratura ha del suo ruolo da quando con l’operazione “Mani Pulite” si appropriò (meglio dire “strappò”) del primato che da sempre era spettato alla politica. Ed è proprio la difesa con i denti di questo primato strappato alla politica che costituisce l’obiettivo che sta alla base dell’azione che la Magistratura ha portato avanti da Tangentopoli in poi. Trattasi di problemi, il cui esame richiedendo una non superficiale competenza che a me onestamente manca, potrebbe meglio illustrarci il prof. Vezio. Ecco perché mi sembra alquanto riduttivo parlare di un “caso Palamara”, ritenendo invece dover concludere affermando che dietro il “caso Palamara” c’è il “Problema della Magistratura”.

Totò: La parola al prof. Vezio.

Vezio: Osservazione meritevole di adeguata riflessione, questa dell’amico Nenè, sulla quale rifletteremo a tempo debito. Oggi mi sia consentita una riflessione molto semplice e ispirata dalla quotidiana esperienza di ognuno di noi: ebbene, prendendo in esame il linguaggio scurrile cui ricorre il Palamara mi son convinto che si tratta di una persona non in grado di governare la sua lingua: il suo linguaggio è scurrile, volgare, privo di pudore nell’esibire la sua grossolana volgarità e quindi non consono al delicato ruolo chiamato a svolgere. Mi son chiesto, amici miei, se una persona non in grado di governare la sua lingua, possa governare con la necessaria saggezza il diritto naturale,costituzionalmente riconosciuto e garantito, di ogni persona qual’ è il diritto alla libertà.

Cecè: Qual è la sua risposta?

Vezio: Forse sarebbe il caso che qualcuno gli ricordasse il vecchio insegnamento dei nostri avi; quello che pressappoco diceva così: “la tua lingua non preceda giammai il pensiero”. Un insegnamento che costituisce la strada maestra per l’emanazione di sentenze giuste ed eque secondo legge.
     

 

   

Giuseppe Castronovo
(gcastronovo.blogspot.it)
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


13/06/2020

Politica. On. Rosalba Cimino (M5S): "Aumentare il bonus vacanze"

 

On. Rosalba Cimino
On. Rosalba Cimino

La deputata agrigentina alla Camera Rosalba Cimino ha presentato le modifiche degli emendamenti contenuti nel decreto Rilancio (D.L. 34/2020) per aumentare il cosiddetto bonus vacanze e renderlo spendibile in più strutture.
La proposta nasce dopo una serrata interlocuzione con operatori del settore turistico agrigentino: nella nuova proposta la portavoce del Movimento 5 Stelle chiede una modifica della legge al fine di portare alla misura di mille euro l’importo da poter spendere nelle strutture per ogni nucleo familiare (oggi è di 500 euro) aumentando a 600 euro il bonus per nuclei composti da due persone ed a 300 euro per quelli composti da un’unica persona.
In queste settimane ho ascoltato numerosi imprenditori agrigentini che lavorano nel settore turistico - afferma la Deputata - comprendendo i loro timori di un’estate su cui gravita l’incognita Covid-19. La nuova proposta vuole dare una boccata d’ossigeno a un settore cruciale per la Sicilia, ma per tutta l’Italia che vive di turismo”.
L’altra proposta presentata dall'on. Comino chiede invece che il bonus (contenuto nell’articolo 176 del testo) diventi spendibile in più strutture. “Dopo interlocuzioni con le associazioni di settore e rappresentanti del turismo, come Agriturist, ho proposto una modifica al fine di rendere possibile agli italiani di spendere il bonus in più strutture ricettive (dalle aziende di agriturismo ai bed and breakfast) in diversi periodi della stagione
.
  
Redazione
13 giugno 2020.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


11/06/2020

Attualità. Disagi per gli utenti dell'Ufficio Postale di Grotte; il Sindaco chiede l'apertura pomeridiana

 

Ufficio Postale di Grotte
Ufficio Postale di Grotte

All'esterno dell'Ufficio Postale di Grotte, ogni giorno lavorativo, si forma una lunga fila di utenti in attesa di entrare nell'edificio. Dall'inizio del periodo di emergenza dovuta alla diffusione del Coronavirus, gli orari di servizio del locale Ufficio Postale sono stati ridotti alla sola mattina. La chiusura pomeridiana ha determinato, e continua a determinare, notevoli disagi alla cittadinanza. Disagi dovuti non soltanto ai periodi di attesa - per quanto il personale dell'Ufficio faccia il massimo per garantire la puntualità e rapidità del servizio - ma anche legati al fatto che l'attesa avviene all'esterno, in fila lungo il marciapiede, sotto il sole già cocente. Il ripristino del normale orario lavorativo, con l'apertura pomeridiana, agevolerebbe gli utenti che potrebbero accedere all'Ufficio in tempi più rapidi e, durante l'attesa in fila, rimanendo all'esterno sotto l'ombra.
"In questi giorni ho ricevuto diverse segnalazioni di protesta di cittadini in merito alla perdurante chiusura pomeridiana dell'ufficio postale di Grotte - scrive il sindaco Alfonso Provvidenza -. Ho invitato i vertici di Poste Italiane a provvedere con la massima urgenza a garantire il servizio pomeridiano e superare le criticità registrate nelle ultime settimane".
Nella foto a lato, l'Ufficio Postale di Grotte durante la chiusura pomeridiana (da notare il marciapiede all'ombra).

  
Carmelo Arnone
11 giugno 2020
© Riproduzione riservata.
  

  

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


11/06/2020

Progetti. Assegnati fondi per la riqualificazione della Villetta Cimino e del Corso Garibaldi

 

Villetta Cimino
Villetta Cimino

Assommano a 67.242,38 euro i fondi assegnati al Comune di Grotte dal Dipartimento regionale dei Beni Culturali e dell'Identità siciliana della Regione Siciliana, nell'ambito del Programma di Azione e Coesione PAC/POC 2014/2020.
Il finanziamento è stato assegnato a seguito della "
proposta di intervento" presentata, su indirizzo della Giunta Comunale, per "una migliore fruizione dell’offerta turistico-culturale nelle aree di attrazione del Corso Garibaldi (Magna Via Francigena) e della Villetta Collodi al fine di perseguire le finalità connesse al miglioramento delle condizioni del contesto sociale ed economico del contesto urbano e del territorio".
Già a ottobre dello scorso anno si era avuta notizia della "ammissibilità a finanziamento" del progetto; nei giorni scorsi, dalla Regione, è giunta conferma della "approvazione della graduatoria definitiva" (leggi il Decreto).
Alla burocrazia regionale sono serviti 7 mesi, dopo la presentazione del progetto e la valutazione di "ammissibilità", per stilare ed approvare la graduatoria definitiva. I lavori di riqualificazione della Villetta Cimino (già nota coma Villetta Collodi) e di manutenzione straordinaria del Corso Garibaldi sono tesi ad incrementare l'offerta turistica del territorio comunale
.
  
Carmelo Arnone
11 giugno 2020
© Riproduzione riservata.
  

  

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


10/06/2020

Località. Ricordi di Barcis (PN): "Solo dal cuore di un artista"

 

Barcis (Pordenone)
Barcis

Barcis è un'amena località, in provincia di Pordenone, nella quale vivono circa 250 anime; un paesino che si affaccia sull'omonimo lago. Abitarci è un'esperienza che lascia il segno, e chi l'ha fatta ne conserva gelosamente il ricordo, che qualche volta si traduce in versi. Il prof. Carmelo Luparello ha messo nero su bianco ciò che la memoria con vigore ripropone. Ne è scaturita una composizione della quale è venuto a conoscenza Claudio Traina, sindaco di quel borgo del Friuli-Venezia Giulia, che così si è espresso: "Bellissima poesia, incantevole descrizione di questo borgo e degli elementi che lo caratterizzano e che può venire solo dal cuore di un artista che ne è stato conquistato. Da incorniciare".
La proponiamo (insieme alla foto a lato) ai lettori, ringraziando il prof. Luparello per la gentile concessione.

"BARCIS"

È Barcis il borgo
più bello d'Italia,
più bello del mondo,
e dove è giocondo
trascorrere i giorni.

Son limpide l'acque
del fiume Cellina
che sera e mattina
sorride a chi passa.

Di notte la luna,
di giorno anche il sole
si specchiano sempre
nell'acque pulite.

Controllano forse
i loro capelli,
i loro vestiti
che voglion vedere
se son sempre belli.

Chi abita a Barcis
è sempre felice,
respira ogni giorno
quell'aria più pura
che altrove non c'è.

Intorno alle case
c'è sempre un  profumo,
profumo di fiori
che inebriano i cuori.

Dal bosco vicino,
di giorno e di notte,
ti arriva all'orecchio
un canto divino.

E sono  i camosci,
e sono i caprioli,
l'uccello reale,
i galli cedroni,
i galli forcelli,
che cantano tutti
i canti più belli.

Chi sente quei canti
si sente rinato,
si sente guarito
il grave ammalato.

È Barcis il borgo
più bello d'Italia,
più bello del mondo
e dove è giocondo
trascorrere i giorni
.
  

                    Carmelo Luparello
                           © Riproduzione riservata.
  
Redazione
10 giugno 2020.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


10/06/2020

Chiesa. Santa Messa ed Adorazione (ma senza processione) nella Solennità del Corpus Domini

 

Corpus Domini (anno 2011)
Corpus Domini

Nell'annuale solennità del Santissimo Corpo e Sangue di Cristo, meglio nota ai fedeli come festa del "Corpus Domini", che quest'anno ricade domani, giovedi 11 giugno 2020, anche a Grotte - su disposizione del Centro per il Culto e la Liturgia dell'Arcidiocesi di Agrigento - non si terrà la consueta processione eucaristica che, a norma del Diritto Canonico, è l'unica ad essere "di precetto".
Per celebrare la Solennità, i fedeli sono invitati a partecipare alla santa Messa, che in paese saranno celebrate:
- alle ore 18.00 nella chiesa San Rocco,
- alle ore 19.00 in chiesa Madre,
- alle ore 20.00 nella chiesa Madonna del Carmelo.
Seguirà, per ciascuna santa Messa, l'Adorazione eucaristica.
"Per consentire, in questo tempo di pandemia, alle comunità ecclesiali di poter vivere un momento unitario attorno all'Eucarestia - scrive il Centro per il Culto e la Liturgia -, visto che non è consentita la processione eucaristica nel giorno della solennità del Corpo e Sangue di Cristo, in ottemperanza al "Protocollo" del 7 maggio 2020, le comunità si ritroveranno insieme giovedì 11 giugno, osservando il numero di capienza della chiesa dove si raduneranno, per celebrare l'Eucarestia seguita dall'adorazione Eucaristica, terminata la quale viene impartita la benedizione". Nella nota, a firma del direttore don Rino Lauricella Ninotta, si specifica che: "La domenica successiva 14 giugno, invece, si celebrerà la Solennità del Corpo e Sangue di Cristo come previsto dal Calendario Liturgico".
  
Carmelo Arnone
10 giugno 2020
© Riproduzione riservata.
  

  

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


09/06/2020

Ambiente. Domani, mercoledi 10 giugno, controlli sulla raccolta differenziata; nota dell'Amministrazione

 

Controlli sulla indifferenziata
Controlli

Nella mattinata di domani, mercoledi 10 giugno 2020, saranno effettuati dei controlli sulla raccolta differenziata dei rifiuti domestici. Il personale della Polizia Municipale di Grotte affiancherà gli operatori della ditta che gestisce il servizio di raccolta dei rifiuti; sarà verificata sia la correttezza del conferimento che l'effettivo utilizzo dei mastelli in dotazione agli utenti (è vietato l'uso dei sacchi neri).
Di seguito, la nota dell'Amministrazione.

*****

"Servizio di raccolta differenziata dei rifiuti.
Si avvisa la cittadinanza che mercoledì 10 giugno 2020 personale della Polizia Municipale e della ditta gestore del servizio effettuerà dei controlli sui rifiuti conferiti dalle utenze.
In particolare verrà controllata la corretta differenziazione dei rifiuti e l’uso dei mastelli. Si raccomanda l’utilizzo del mastello e si ricorda che è vietato l’utilizzo dei sacchi neri
".
  

 

    L'Amministrazione Comunale
 
 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


09/06/2020

Trasporti. Alitalia abbandona l'aeroporto di Trapani Birgi: "Non siamo in grado di guadagnarci"

 

Trapani Birgi
Trapani Birgi

A pochi giorni dalla riapertura ufficiale dopo il lockdown dell’aeroporto di Trapani Birgi, la compagnia aerea Alitalia, attraverso una call conference con la dirigenza di Airgest, società di gestione dello scalo, ha improvvisamente e unilateralmente comunicato di cancellare da luglio le proprie rotte, quotidiane, da Trapani Birgi verso Roma Fiumicino e Milano Linate, nonostante i biglietti già venduti.
Inoltre Alitalia ad oggi non ha mai firmato il contratto con il Comune di Marsala che le avrebbe garantito, in modo di rapido e diretto, oltre 600mila euro grazie alla legge regionale 24/2016.
Non siamo in grado di guadagnarci e allora andiamo via. Con queste poche parole ci hanno liquidati - denuncia il presidente di Airgest, Salvatore Ombra -. L'incontro con cui ci hanno annunciato il sostanziale abbandono è durato pochi minuti e si è svolto alla presenza di Andrea Benassi, revenue management di Alitalia e Gianluigi Lo Giudice, vice presidente Ground Operation”.
La notizia della fuga di Alitalia da Trapani, giunge dopo alcuni interventi polemici del Presidente di Airgest, Salvatore Ombra, che aveva sostenuto che le politiche del Governo nazionale a vantaggio della cosiddetta compagnia di bandiera avrebbero messo in fuga le low cost e fatto schizzare in alto il prezzo dei biglietti.
Non voglio pensare che sia una vendetta - afferma Ombra - ma la tempistica è sospetta ed è fuori da ogni logica. La compagnia Alitalia così ampiamente sostenuta dallo Stato non può, riteniamo, abbandonare senza conseguenze un aeroporto e il suo territorio. A questo punto - continua Salvatore Ombra - ogni nostro tentativo di rilanciare l'aeroporto sembra essere vittima di politiche contrarie che non trovano spiegazioni. Lanciamo un appello al territorio, alla stampa, a tutto il personale politico locale, regionale e nazionale ma anche alle categorie produttive e agli operatori del turismo a scendere in piazza e manifestare affinché questo omicidio non si compia. Chiediamo, innanzitutto, un intervento forte del presidente della Regione, Nello Musumeci, per bloccare questa decisione insana. Programmeremo iniziative di protesta fino a che Alitalia non farà un passo indietro e mercoledì 17 giugno ci sarà un'adunanza popolare all'aeroporto Vincenzo Florio. Tutti i trapanesi stanchi di subire possono venire in aeroporto, dove ci sono le giuste distanze, per farsi sentire e dire basta al soffocamento della nostra economia e della nostra terra
.
  
Redazione
9 giugno 2020.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


08/06/2020

Scuola. "La vita non tarderà a sorridere"; lettera di fine anno scolastico del prof. Emanuele Giordano

 

Emanuele Giordano
Emanuele Giordano

Prof. Emanuele Giordano, Dirigente scolastico dell'Istituto Comprensivo "Angelo Roncalli" di Grotte e Comitini.

*****

Gentilissimi,
al termine di un anno scolastico inenarrabile ed inimmaginabile, colgo l’occasione per ringraziare tutti voi in modo inedito e invisibile, dato che sarà assente tutta quella carica emotiva ed affettiva che ha connotato ogni anno la fine delle lezioni “in presenza”: verifiche finali, eventi letterari, manifestazioni sportive, recite ed eventi musicali, abbracci, tanti saluti e qualche lacrimuccia.
Tutto ciò non c’è stato, ma la nostra Scuola come una mamma benevola è stata presente in modo diverso accompagnando con ogni mezzo i propri alunni, cercando di lenire il disagio causato dall’attuale pandemia da Sars Cov-2.
Ogni operatore della scuola, dal collaboratore scolastico all’assistente amministrativo e al DSGA, così come ogni docente in collaborazione con i genitori, ha mostrato, ciascuno per la propria parte, un impegno immane e una dedizione esemplare pur di garantire il sacrosanto diritto allo studio e all’apprendimento di tutti i nostri alunni.
In svariate modalità si è cercato di assicurare quella necessaria continuità del percorso di crescita e di formazione dei nostri bambini e dei nostri ragazzi.
Pur in un difficile e faticoso contesto operativo, si è ugualmente percorsa la strada delle relazioni umane e degli affetti che nessuna epidemia potrà mai eliminare.
Infatti, il bisogno di amare e di essere amati è un’esigenza insopprimibile del cuore umano e, in tal senso, la scuola è un luogo privilegiato, direi un vivaio, che favorisce lo sviluppo di relazioni vere, di collaborazioni efficaci e di visioni strategiche per un futuro raggiante, migliore e luminoso.
La “didattica a distanza” ha fatto sperimentare un nuovo modo di fare scuola e un nuovo modo di intendere il rapporto alunno-docente: una volta per tutte si può affermare che al centro del rapporto educativo c’è il cuore di ogni persona: “cor ad cor loquitur” (il cuore parla al cuore), diceva il cardinale Newman.
Solo un rapporto educativo basato sull’affetto e su relazioni umane positive fa nascere nel cuore di ogni bambino quel desiderio di bene per i contenuti espressi dal soggetto degno di fiducia, cioè il docente, che diventano oggetto di curiosità e di ammirazione, quindi di motivazione allo studio.
Ancora non sappiamo quando torneremo ad abbracciarci senza paure o quando nelle nostre aule risuoneranno le voci festanti dei nostri bambini o lo schiamazzo leggero dei nostri ragazzi, sicuramente la vita non tarderà a sorridere e a regalarci quella gioia vera che tutti meritiamo.
Nel frattempo, voglio ribadire il mio più sentito ringraziamento a:
- tutto il personale ATA e al DSGA per aver assicurato l’attività amministrativa, la pulizia e l’igienizzazione degli ambienti, nonché il supporto tecnico e logistico al sottoscritto dirigente scolastico, ai docenti, agli alunni ed ai genitori;
- tutti i docenti che hanno garantito le relazioni umane e il diritto all’istruzione dei propri alunni sia con la didattica a distanza sia con altri mezzi di comunicazione digitale;
- tutti i genitori che con spirito di sacrificio e con sana apprensione hanno sostenuto i propri figli e hanno collaborato in modo da rendere efficaci le iniziative avviate dalla scuola;
- tutti i nostri cari alunni, dai più piccoli a quelli che quest’anno saranno impegnati in un “diverso” Esame di Stato: grazie davvero, non vedo l’ora di rivedervi a settembre e di abbracciarvi uno ad uno nell’attesa di tempi migliori e di nuovi traguardi che abbiano come punti cardinali il miglioramento continuo di sé, l’amore per lo studio, la solidarietà con i più deboli, la collaborazione con gli altri.
A tutti voi va il mio più sincero augurio di una serena e felice estate libera dalle angosce e dalle paure che hanno caratterizzato gli ultimi quattro mesi della vita del Mondo intero.
Buone Vacanze!

 

   

Il Dirigente scolastico
Prof. Emanuele Giordano
 

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


07/06/2020

Letture Sponsali. "Relazione d'amore, generosa e non giudicante"

 

Amore Sponsale
Nozze di Giuseppe e Maria

Le "Letture Sponsali" sono uno strumento sperimentale che offre gratuitamente una prospettiva sponsale alle letture della liturgia domenicale. Sono curate dal gruppo "Amore è..." (vedi il sito ufficiale), attivo dal 2006 nella diocesi di Palermo, per favorire un momento di riflessione all'interno delle coppie e nelle comunità ecclesiali. Le letture sono commentate da fidanzati e sposi (tra cui i grottesi Vera e Francesco).

*****

Dio non ha mandato il figlio per condannare ma per salvare.
I due versetti del vangelo di Giovanni si innestano in un passo più ampio che vede un dialogo fra Gesù e Nicodemo. Quest'ultimo è un fariseo, un anziano, un notabile, un uomo di cultura.
Questi va da Gesù di notte, forse per non essere notato dagli altri mentre va a trovare questo rabbì scomodo o forse perché nel silenzio della notte si assapora meglio la Parola di Dio; certamente Nicodemo riconosce il valore di Gesù le cui parole non sono come quelli degli altri, tuttavia ne riconosce la differenza, un di più ripetto alla Legge che - certamente - Nicodemo conosce benissimo.
Egli riconosce che le parole e, soprattutto i miracoli che Gesù compie sono qualcosa di grande, quindi riconosce che il Maestro viene da Dio e tuttavia... non è pronto a convertirsi totalmente.
"Devi nascere di nuovo" gli dice Gesù, rendendo il suo interlocutore ancora più confuso tanto da rispondere "come posso tornare nel grembo di mia madre!?".
Nicodemo pensa a una rinascita della carne, ma Gesù gli sta parlando della rinascita dello Spirito che rende liberi da qualsiasi giogo, che rende liberi dalla religiosità fatta di ritualismi e rispetto pedissequo della Legge di Mosè.
Tale è la libertà dell'Amore, la libertà di quel vento che soffia dove vuole che è lo Spirito Santo, che chiunque crede nel Figlio unigenito non sarà condannato ma salvato.
Carne e spirito, nascere da "acqua e Spirito", dice Gesù a Nicodemo e a noi sposi. Anche gli sposi attingono alle fonti della loro unione, cioè al Sacramento. Non si può basare un matrimonio solo sulle esigenze della carne, solo sul ritualismo e il rispetto sterile delle consuetudini, delle abitudini che - a lungo andare - rendono arido il rapporto, ma è necessario sempre nascere dall'alto, dallo Spirito, dal dono di Dio che muta l'acqua in vino per lo sposalizio.
Gloria e Luciano

Punto chiave
Per farci capire il mistero della santissima Trinità, Gesù non sfrutta un momento della sua vita "pubblica", non lo fa alla presenza della folla: svela questo mistero a tu per tu in una chiacchierata con uno di noi, in un momento di relazione esclusiva con Lui: lo troviamo ogni volta che, come Nicodemo nel cuore della notte, lo cerchiamo davvero, e risponde a tutte le nostre domande.
E, come ogni qualvolta vuole farci capire qualcosa, Gesù ci spiega la Trinità facendo riferimento semplicemente all'Amore.
Ci spiega infatti che Dio ha tanto amato il mondo da mandare il suo Figlio unigenito per salvarlo.
Scopriamo così che l'essere (uno e) trino non è, per il nostro Padre celeste, un riflesso lontano di un concetto astratto: è invece la più concreta, tangibile, salvifica prova del suo infinito amore per il mondo, per noi, suoi figli, e per tutte le sue creature.
La Trinità ci mostra la perfetta realizzazione del "dare", che sempre si accompagna all'Amore: Dio ci ama, quindi si dà a noi, ci dona il suo Figlio, ci sostiene e consola con lo Spirito, e da Padre premuroso e attento non ci giudica per i nostri errori, non ci condanna per le nostre mancanze, ma ci dona salvezza.
Così ci invita, allo stesso modo, ad instaurare gli uni con gli altri la stessa relazione salvifica: la relazione d'amore, generosa e non giudicante, nelle nostre famiglie e con il nostro prossimo ci salva da una vita di solitudine, di apatia e ci conduce alla felicità piena e senza fine.
Claudia e Dario

  
Redazione
7 giugno 2020.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


06/06/2020

Politica. On. Rosalba Cimino (M5S): "Collaborazione con i Carabinieri ed il Prefetto nella lotta al caporalato"

 

On. Rosalba Cimino
On. Rosalba Cimino

Voglio manifestare la piena collaborazione all’Arma dei Carabinieri e al neo prefetto di Agrigento Maria Rita Cocciufa, nella lotta al caporalato e al lavoro ‘nero’ in agricoltura”. Lo dichiara Rosalba Cimino, deputata parlamentare del Movimento 5 Stelle e componente della Commissione Agricoltura, in occasione della cerimonia celebrativa per i 206 anni dalla fondazione dell’Arma dei Carabinieri. “Nel resoconto annuale, è stato toccato un tema importante e spesso trascurato come quello del caporalato. Voglio ringraziare le forze dell’Ordine per l’impegno nella nostra provincia - dichiara Cimino -. Il caporalato è ancora vivo e presente nelle nostre terre, ma grazie alle forze dell’Arma, che negli ultimi anni ha eseguito importanti operazioni per fermare un vero e proprio schiavismo, si sono fatti enormi passi avanti. I numeri sul lavoro ‘nero’ dimostrano come sia importante anche l’appoggio dei cittadini, affinché ogni sfruttamento venga denunciato. Noi, parlamentari della commissione Agricoltura, siamo sempre disposti a collaborare per far vincere la legalità”. Il deputato conclude augurando buon lavoro al Prefetto e alle Forze dell’Arma.
  
Redazione
6 giugno 2020.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


06/06/2020

Servizi. Richiesta avviamento lavoratori forestali "101/sti" e "151/sti" addetti alla prevenzione incendi

 

Centro per l'impiego
Centro per l'impiego

Con una nota ufficiale, il Dirigente del Centro per l'Impiego di Canicatti ha comunicato che è stata avviata la richiesta del nulla-osta per 184 lavoratori forestali 101/sti e 151/sti addetti all'attività antincendio. Gli interessati possono inviare i giustificativi entro le ore 11.00 di martedi 9 giugno 2020.

*****

"Si comunica che l'ispettorato Ripartimentale delle Foreste U.O. 17 "Attività Antincendio" di Agrigento, giuste note protocollo n° 44483 e 44500 del 03/06/2020, ha richiesto un nulla-osta per n. 184 lavoratori, appartenenti all'elenco speciale di cui all'art. 56 comma 4 lett. a) b) c) L.R. 16/96,  e art. 44 comma 3 L.R. 14/2006, L.R. n° 5 del 28/01/2014, come modificato dalla L.R. n° 9 del 07/05/2015 art. 47 comma 5 modificato dalla L.R. n° 21 del 09/10/2015 art. 12 comma 3, appartenenti al IV Distretto fascia occupazionale dei 101sti e 151sti addetti alla prevenzione incendi.
I lavoratori interessati possono far pervenire entro le ore 11.00 del giorno 09/06/2020 eventuali giustificativi (malattia, maternità, infortunio o altre cause di forza maggiore) ovvero opzioni nel caso di più qualifiche possedute, all'indirizzo di posta elettronica sc03c00@regione.sicilia.it
".
  

 
 

Il Funzionario direttivo
Dott. Tommaso Vergopia

D'ordine del Dirigente del CPI
Arch. Angelo Di Franco
 

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


06/06/2020

Soldi. In pagamento la seconda mensilità dei Cantieri regionali di lavoro

 

Denaro
Denaro

A partire dal prossimo lunedi 8 giugno, i lavoratori che sono stati impiegati a Grotte nei Cantieri regionali di lavoro riceveranno direttamente sul conto corrente le spettanze relative alla seconda mensilità. Il pagamento è stato disposto dall'Amministrazione comunale che ha anticipato le somme, non ancora pervenute dalla Regione. Già nello scorso mese di aprile il Comune aveva adottato un provvedimento analogo, per venire incontro alle necessità di quanti avevano prestato la loro opera ma non erano ancora stati pagati. Nella breve nota diramata dall'Amministrazione si legge. "Si comunica che il Comune ha anticipato le somme per il pagamento ai lavoratori della seconda mensilità dei cantieri regionali di lavoro. Le somme saranno disponibili sul conto con valuta 08/06/2020".  

Redazione
6 giugno 2020.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


05/06/2020

Iniziative. Concorso letterario "Una poesia per Pirandello 2020"; partecipare entro giovedi 30 luglio

 

Mario Gaziano
Mario Gaziano

Il Pirandello Stable Festival di Mario Gaziano indice la 9^ edizione del concorso letterario poetico “Una poesia per Pirandello 2020”. Il concorso intende promuovere le sensibilità poetiche verso la figura e l'opera di Pirandello, in forma generica o specialistica, usando toponimi, figure, personaggi e sentimenti pirandelliani di vario genere.
Il concorso ha due sezioni: a) in dialetto; b) in lingua italiana.
I poeti potranno partecipare con una sola composizione e per una sola sezione. I componimenti poetici non dovranno superare il numero di 30 versi. Sezioni del concorso: sonetto, ode, componimento lirico libero, componimento lirico a rima (baciata, alternata, incrociata,..), madrigale, poesia a contrasto.
Le composizioni poetiche in concorso e fuori concorso non dovranno superare 30 versi e dovranno essere inviate per e-mail agli indirizzi: lilianaarrigo@gmail.commariogaziano@libero.it, graziafest85@gmail.com e triassi@libero.it e entro le ore 19.00 di giovedi 30 luglio 2020.
Ciascuna composizione dovrà riportare:
- intitolazione del Concorso poetico “Una poesia per Pirandello” Ed. 2020;
- dati anagrafici;
- indirizzi telefonici, fax, e-mail;
- titolo della poesia;
- sezione per la quale il componimento poetico concorre (se in concorso) e se fuori concorso va indicata la specifica scelta.
Le poesie in concorso e fuori concorso verranno lette dalla specifica commissione.
La premiazione avrà luogo il 30 agosto 2020, alle ore 20.30, presso l’Area Casa Museo Pirandello al Caos - Parco Letterario Pirandello di Dino Barone. La cerimonia  della premiazione verrà registrata e messa in onda il giovedi successivo nello speciale “Punto Fermo” su Teleacras.
La Giuria del Premio “Una poesia per Pirandello” è composta da: Enzo Argento (presidente), Liliana Arrigo (co-presidente), Liborio Triassi, Rosalba Calaciura, Gaetano Siracusa, Maria Grazia Castellana (segretaria), Mario Gaziano (direttore Pirandello Stable Festival), Dino Barone (sovrintendente direttore Parco Letterario) e Stefano Milioto (presidente del Centro Nazionale Studi Pirandelliani).  

Redazione
5 giugno 2020.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


04/06/2020

Comune. Completata la distribuzione di buoni spesa (fondi della Protezione Civile) per 54.830 euro

 

Buoni spesa
Buono spesa

Con una nota, il Comune di Grotte ha comunicato che è stata completata la distribuzione dei buoni spesa finanziati con l'Ordinanza - n° 658 del 29/03/2020 - della Protezione Civile.
Le domande pervenute sono state 244; 238 le famiglie che hanno fruito di buoni spesa; 1.317 i buoni distribuiti, tutti a domicilio; 54.830,00 euro il valore complessivo dei buoni assegnati. Il 20% delle domande sarà soggetto ai controlli sulla veridicità delle autocertificazioni.
Scrivono il Sindaco di Grotte e l'Assessore ai Servizi Sociali: "Un ringraziamento di cuore all'Ufficio Servizi Sociali: Carmelo Alaimo, Giovanna Provenzano, Giovanna Carlisi e Giuseppe Figliola".
Per il corrente mese di giugno è in via di definizione la procedura per l'assegnazione di ulteriori buoni spesa finanziati dalla Regione Siciliana (presentazione delle domande entro lunedi 8 giugno) a valere sul Fondo Sociale Europeo.  

Redazione
4 giugno 2020.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


04/06/2020

Servizi. Richiesta avviamento lavoratori forestali "78/sti"

 

Centro per l'impiego
Centro per l'impiego

Con una nota ufficiale, il Dirigente del Centro per l'Impiego di Canicatti ha comunicato che è stata avviata la richiesta del nulla-osta per 12 lavoratori forestali. Gli interessati possono inviare i giustificativi entro le ore 11.00 di martedi 9 giugno 2020.

*****

"Si comunica che il Dipartimento Regionale dello Sviluppo Rurale e Territoriale Servizio 9 Servizio per il Territorio di Agrigento giusta nota protocollo n° 36434 del 03/06/2020 ha richiesto un nulla-osta per n. 12 lavoratori, per lavoratori forestali appartenenti all'elenco speciale di cui all'art. 45 ter L.R. 16/96, come introdotto dall'art. 43 della L.R. n. 14/06 appartenenti al 6° Distretto con la qualifica di B.A. per i cantieri di Grotte e Racalmuto, come segue:
1) lavoratori di Grotte n. 7 fascia “78/sti” da adibire nel cantiere del comune di Palma di Montechiaro per giorni 30;
2) lavoratori di Racalmuto n. 5 “78/sti” da adibire nel cantiere del comune di Naro per giorni 30.
I lavoratori interessati possono far pervenire entro le ore 11.00 del giorno 09/06/2020 eventuali giustificativi (malattia, maternità, infortunio o altre cause di forza maggiore) ovvero opzioni nel caso di più qualifiche possedute, all'indirizzo di posta elettronica sc03c00@regione.sicilia.it
".
  

 
 

Il Funzionario direttivo
Dott. Tommaso Vergopia

D'ordine del Dirigente del CPI
Arch. Angelo Di Franco
 

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


04/06/2020

Comune. Acqua: approvato Statuto "Azienda Speciale Consortile"; lettera del presidente Angelo Carlisi

 

Angelo Carlisi
Angelo Carlisi

Il Consiglio comunale di Grotte, nella seduta di ieri mercoledi 3 giugno 2020, ha approvato la bozza di Statuto della "Azienda Speciale Consortile" per la gestione pubblica dell'acqua nell'ambito dei Comuni appartenenti all'Assemblea Territoriale Idrica di Agrigento (Ambito Territoriale 9). Un altro significativo passo in avanti per subentrare alla gestione molto discussa e criticata della Girgenti Acque S.p.A., azienda privata già colpita, il 16 novembre 2018, da interdittiva antimafia emessa dalla Prefettura di Agrigento, a seguito della quale - in data 23 novembre 2018 - l'Assemblea dei Rappresentanti dell'ATI (Assemblea Territoriale Idrica) decideva all'unanimità la risoluzione della convenzione e chiedeva al Prefetto di procedere alla gestione temporanea straordinaria della Girgenti Acque S.p.A. nelle more dell'individuazione di una nuova gestione. Il successivo 6 dicembre 2018 il Presidente dell'ATI notificava l'avvenuta risoluzione della convenzione di gestione del servizio idrico integrato tra il Consorzio di Ambito di Agrigento ed il gestore Girgenti Acque S.p.A..
L'approvazione, da parte del Consiglio comunale di Grotte, della bozza di Statuto della "Azienda Speciale Consortile" è stata preceduta dalla Deliberazione dello stesso Consiglio risalente al 23 settembre 2019 (leggi la Deliberazione), con la quale all'unanimità si dava "espresso indirizzo al Sindaco ad esprimere, in sede ATI, il proprio voto in favore della modalità di gestione Azienda Speciale Consortile". Inoltre lo scorso 28 febbraio 2020 l'Assemblea Territoriale Idrica di Agrigento (Ambito Territoriale 9) ha approvato una Deliberazione (leggi la Deliberazione) con la quale ha stabilito "di confermare, esplicitare e ribadire (ove occorrendo a valere anche quale ratifica) la volontà di risolvere il rapporto con Girgenti Acque S.p.A. anche come ed in quanto già espresso nelle proprie precedenti deliberazioni e nella Determina presidenziale n. 2 del 06/12/2018. Di precisare che la risoluzione è conseguente a tutti gli inadempimenti contestati, tutti insieme e singolarmente considerati, come risultati in esito al confronto scaturito dalla diffida dell'ATI e dalla risposta di Girgenti Acque S.p.A.. A ciò si aggiungono gli effetti dell'interdittiva antimafia giusto art. 44, comma 4, della convenzione e i successivi ulteriori inadempimenti che rendono Girgenti Acque S.p.A. debitrice dell'ATI di ingenti e significative somme". Riguardo l'individuazione di una nuova gestione del servizio idrico integrato, la scelta era tra una nuova S.p.A. (opzione avversata da più parti, con la significativa opposizione del Movimento 5 Stelle) e una "Azienda Speciale Consortile"; la maggioranza dei Comuni componenti dell'Ambito Territoriale 9 si è espressa in favore di quest'ultima forma di gestione. Il passo successivo è stata la redazione di una bozza di Statuto, nella quale un ruolo rilevante - vista la professionalità e la competenza giuridico-economica - ha rivestito il sindaco di Grotte dott. Alfonso Provvidenza. Tale bozza sarà approvata dai Consigli di tutti i Comuni interessati e, successivamente, dall'ATI. Il Comune di Grotte, con l'approvazione di ieri sera, è stato tra i primi a procedere verso l'obiettivo della effettiva gestione pubblica dell'acqua, con un'azienda improntata a "criteri di efficacia, efficienza, economicità e solidarietà sociale" senza scopo di lucro ma di pareggio di bilancio da perseguirsi attraverso l’equilibrio dei costi e dei ricavi.
Grande soddisfazione per l'approvazione è stata espressa dal Presidente del Consiglio comunale di Grotte, dott. Angelo Carlisi, con la lettera che pubblichiamo di seguito.
  

Carmelo Arnone
4 giugno 2020
© Riproduzione riservata.

*****

Gentile Direttore,
voglio condividere sul "nostro" quotidiano Grotte.info e con tutta la comunità il compiacimento per l'approvazione da parte del Consiglio comunale dello Statuto della costituenda Azienda Speciale Consortile, deliberato nella seduta del 3 giugno 2020, che disciplina la nuova forma di gestione del servizio idrico integrato in Provincia di Agrigento.
Il Consiglio comunale di Grotte è, ad oggi, uno dei primi della provincia di Agrigento ad aver approvato lo schema di Statuto: si tratta un ulteriore traguardo finalizzato all'affidamento "in house" del Servizio Idrico Integrato in favore di un soggetto a totale partecipazione pubblica, costituito dai Comuni e finalizzato alla gestione pubblica delle risorse idriche nell'intero territorio provinciale; il successivo passaggio a cui il Consiglio comunale sarà chiamato ad adempiere nei prossimi mesi consisterà nell'approvazione della Delibera di autorizzazione alla “partecipazione ad organismi esterni”.
L'obiettivo appena raggiunto è da ascrivere alla sensibilità del Consiglio comunale, della Giunta municipale e del Sindaco che, in quanto componente del Consiglio direttivo dell'ATI, ha seguito con particolare impegno l'intero iter amministrativo che ha condotto all'odierno risultato di grande valenza per la "governance" del Servizio Idrico Integrato.
Nell'espletamento della propria vocazione pubblica e tenendo presente la natura dell’acqua "bene comune", l’Azienda Speciale Consortile, così come disposto dall'art.114 del D.Lgs 267/2000 (TUEL), si ispira ai criteri di efficacia, efficienza, economicità e solidarietà sociale, conformandosi all’obbligo del pareggio di bilancio da perseguirsi attraverso l’equilibrio dei costi e dei ricavi, avendo come esclusivo orientamento strategico il buon governo del sistema idrico integrato.
L'approvazione dello Statuto della costituenda Azienda Speciale Consortile rappresenta ulteriore motivo di soddisfazione in quanto costituisce concreta applicazione della Legge Regionale n.19/2015 che, all’art. 4, comma 1, dispone: “La gestione del servizio idrico integrato è realizzata senza finalità lucrative, persegue obiettivi di carattere sociale e ambientale ed è finanziata attraverso meccanismi tariffari. 
 

 

   

Il Presidente del Consiglio comunale
Angelo Carlisi
 

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


03/06/2020

Solidarietà. Dalle donazioni in memoria di Francesca Morgante, buoni spesa per famiglie indigenti

 

Commiato
Francesca Morgante

Dal cordoglio alla solidarietà: il ricordo si fa dono generoso.
Lo scorso 29 aprile 2020 è venuta a mancare, a Piacenza, la sig.ra Francesca Morgante, vittima del Coronavirus dopo una settimana di ricovero ospedaliero.
Per volontà dei familiari, chi avesse voluto partecipare con offerte, avrebbe potuto farlo tramite il conto corrente intestato al Comune di Grotte n. IT72R 02008 83050 000103240955 (Unicredit) con la causale "Donazioni Emergenza Covid-19 - In memoria di Morgante Francesca". In totale, l'importo delle donazioni in memoria della sig.ra Morgante è stato di euro 1.350,00; somma che la Giunta municipale di Grotte - con la determinazione n° 45 del 26 maggio 2020 - ha stabilito di utilizzare per l’erogazione di buoni spesa in favore dei soggetti colpiti dall’emergenza Covid-19 compresi nell’elenco per l’utilizzo del contributo concesso dal Dipartimento della Protezione Civile.
Nella proposta di Deliberazione si riporta un breve ma intenso ricordo della sig.ra Francesca Morgante e del compianto marito rag. Salvatore Zaffuto: "La signora Morgante, signora di un garbo e di una attenta sensibilità, che si esprimevano nella costante e riservata attenzione ai bisognosi, che dispiegava all'interno della comunità parrocchiale. Un riconoscente apprezzamento viene riservato al coniuge, rag. Zaffuto, che con discrezione si occupò all'interno della diocesi agrigentina delle opere di solidarietà ed assistenza ed alla conoscenza e diffusione della stampa diocesana, elargendo gratuitamente la propria competenza tecnico-economica e la vivida passione culturale".
In memoria della signora Francesca Zaffuto, oltre ai fiori, tante opere di bene.
  

Carmelo Arnone
3 giugno 2020
© Riproduzione riservata.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


03/06/2020

Comune. Convocato il Consiglio comunale per mercoledi 3 giugno alle ore 16.30

 

Aula consiliare "Antonio Lauricella"
Aula consiliare

L'adunanza del prossimo Consiglio comunale di Grotte, convocato in seduta ordinaria su determinazione del presidente dott. Angelo Carlisi, è stata fissata per mercoledi 3 giugno, alle ore 16.30, nella Sala consiliare “Antonio Lauricella”.

Verrà discusso il seguente ordine del giorno:

1) Nomina scrutatori; lettura ed approvazione verbali delle sedute precedenti;
2) Approvazione schema di Statuto "Azienda Speciale Consortile";
3) Variazioni al bilancio di previsione dell'esercizio finanziario 2019/2021, per l'esercizio 2020: ratifica da parte del Consiglio comunale;
4) Proposta di deliberazione inerente il differimento del termine di pagamento della TARI con effetto retroattivo;
5) Proposta di deliberazione inerente "Acconto IMU 2020 - Determinazioni";
6) Approvazione Programma Triennale delle Opere Pubbliche per il triennio 2020/2022 e dell'elenco annuale 2020;
7) Proposta di deliberazione inerente "Verifica qualitativa e quantitativa aree e fabbricati da destinare alla residenza ed agli insediamenti delle attività produttive per l'anno 2020";
8) Proposta di deliberazione inerente "Adozione piano delle alienazioni e valorizzazioni immobiliari ex art. 58 del D.L. 112/2008";
9) Proposta di deliberazione inerente "Approvazione Programma Biennale degli acquisti di beni e servizi 2020/2021" ai sensi dell'art. 21 Codice dei Contratti Pubblici;
10) Proposta di deliberazione prot. 5697 del 29/05/2020 "Approvazione schema di convenzione per l'affidamento quinquennale del servizio di tesoreria".

In caso di mancanza del numero legale la seduta sarà sospesa per un'ora e, qualora dopo la sospensione non ci fosse ancora la presenza del numero legale dei Consiglieri, la seduta di seconda convocazione sarà tenuta il giorno successivo, sempre alla stessa ora. La Convocazione della seduta di Consiglio comunale riporta inoltre:
"Considerato l'attuale stato della situazione epidemiologica, ed in rispetto all'art. 1 comma 8 del Decreto Legge 16 maggio 2020, n. 33, che vieta ogni forma di assembramento di persone in luoghi pubblici o aperti al pubblico, nella seduta di Consiglio comunale oggetto della presente convocazione non sarà consentita la partecipazione del pubblico.
Si comunica, a tal proposito, che per assicurare il "carattere pubblico" della seduta consiliare, come da consuetudine, i lavori del Consiglio comunale saranno trasmessi mediante diretta streaming visualizzabile nella pagina istituzionale del Comune di Grotte, dove successivamente rimarrà consultabile la registrazione integrale della stessa.
Si rappresenta altresì, che in ossequio alle misure precauzionali stabilite dall'art. 1 comma 10 del Decreto Legge 16 maggio 2020, n. 33, i Consiglieri comunali nello svolgimento della riunione in oggetto, dovranno mantenere e garantire una distanza interpersonale di almeno un metro ed utilizzare la mascherina di protezione così come stabilito dall'art. 3 dell'Ordinanza contingibile e urgente n. 21 del 17 maggio 2020 disposta dal Presidente della Regione Sicilia
".
     
Redazione
3 giugno 2020.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


02/06/2020

Comune. Festa della Repubblica; discorso del presidente del Consiglio comunale Angelo Carlisi

 

Angelo Carlisi
Angelo Carlisi

Pubblichiamo il discorso pronunciato in Piazza Umberto I presidente del Consiglio comunale di Grotte, dott. Angelo Carlisi (nella foto a lato), il 2 giugno 2020 aprile in occasione della celebrazione della Festa della Repubblica.

*****

"In occasione di questa importante commemorazione voglio innanzitutto esprimere il mio personale saluto e quello di tutto il Consiglio comunale che ho l'onore di rappresentare.
Sono trascorsi 74 anni dalla proclamazione della Repubblica: 74 anni fa il popolo italiano, in tutte le sue componenti, per la prima volta fu chiamato ad esprimere la propria scelta, quale segnale di partecipazione civile e di coinvolgimento concreto per determinare il destino del Paese. E fu, quella, una scelta di campo radicale non solo e non tanto fra due sistemi istituzionali opposti, la Monarchia o la Repubblica, ma soprattutto fra due modi di concepire il rapporto che si instaura tra il popolo nel suo complesso  e l'organizzazione istituzionale dello Stato.
Il 2 giugno 1946 gli italiani scelsero che la nostra Patria divenisse una Repubblica optando quindi per una visione della società che si regge sulla centralità della persona e dei suoi diritti-doveri rispetto allo Stato. Quel giorno per la prima volta i cittadini diventarono protagonisti del loro futuro. Con quel voto a suffragio universale, le donne e gli uomini consegnarono alle generazioni successive di italiani una speranza: la speranza di restituire ed esaltare la dignità individuale, sociale e collettiva di un popolo.
La nascita della Repubblica, nel 1946, segnava  un nuovo inizio che si concretizzava con il superamento delle divisioni che fino a quel momento avevano lacerato il Paese, per fare della Repubblica la "casa di tutti", sulla base dei valori di libertà, pace e democrazia. Forze politiche, che erano divise, distanti e contrapposte su molti punti, trovavano il modo di collaborare nella redazione della nostra Costituzione, convergendo nella condivisione di valori e principi su cui fondare la nostra democrazia. Quello "spirito costituente" rappresentò il principale motore della rinascita dell’Italia riuscendo ad unire gli italiani, al di là delle appartenenze, nella convinzione che soltanto insieme si sarebbe potuta affrontare la condizione di estrema difficoltà nella quale il Paese era precipitato. Questa sostanziale unità morale è stata il vero "collante" che ha fatto nascere ed ha tenuto insieme la Repubblica.
Oggi 2 giugno 2020 la Repubblica Italiana compie 74 anni: un anniversario che quest'anno avviene in un momento difficile per il nostro Paese alle prese con una difficile ed imponente emergenza epidemiologica ingenerata dal virus COVID 19.
In questo triste e difficile momento abbiamo toccato con mano la solidarietà, la generosità, la professionalità, la pazienza, il rispetto delle regole.
Abbiamo riscoperto, in tante occasioni, giorno per giorno, aspetti che, sembravano affievoliti, come il senso dello Stato e l’altruismo: abbiamo ritrovato, nel momento più difficile, il vero significato di essere una comunità, sperimentando al contempo che il legame che ci tiene uniti è più forte delle tensioni e delle difficoltà.
Celebrare la Festa della Repubblica oggi significa quindi rafforzare in tutti noi il senso del dovere, la solidarietà e l'etica della responsabilità: per farlo dobbiamo riconoscerci nella cultura del bene comune, nella quale tutti noi possiamo sentirci legati da un comune destino di appartenenza alla nostra Nazione: Patria di cultura, di solidarietà e di accoglienza.
Viva la Repubblica, viva la Costituzione, viva l'Italia
".

 

   

Il Presidente del Consiglio comunale
Angelo Carlisi
 

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


02/06/2020

Comune. 2 Giugno 2020 - Festa della Repubblica; cerimonia in Piazza Umberto I

 

2 Giugno 2020 - Festa della Repubblica
Guarda il video

Festa della Repubblica
Foto di gruppo

 

Si è tenuta oggi, martedi 2 giugno 2020, a Grotte in Piazza Umberto I, la cerimonia per la ricorrenza del 74° anniversario della proclamazione della Repubblica Italiana. In considerazione delle misure in atto contro il Covid-19, l'annuale ricorrenza della festa nazionale è stata celebrata quest'anno senza la presenza dei cittadini, in rappresentanza dei quali il sindaco Alfonso Provvidenza ha deposto una corona di fiori presso il Monumento ai Caduti, in Piazza Umberto I.
Nel silenzio interrotto dalle note dell'Inno di Mameli e del Silenzio in onore ai Caduti, si sono ritrovati, oltre al Sindaco, il presidente del Consiglio comunale Angelo Carlisi, il vicesindaco Annamaria Todaro, gli assessori Antonino Caltagirone e Antonio Morreale, il capogruppo della Minoranza in Consiglio comunale Angelo Costanza, il Responsabile del Corpo di Polizia Municipale isp. capo Antonio Salvaggio con altri componenti del Corpo, insieme a pochissimi altri cittadini.
Alla deposizione della corona di fiori hanno fatto seguito due discorsi commemorativi pronunciati dal Presidente del Consiglio comunale e dal Sindaco.
Pubblichiamo il video della cerimonia - guarda il video - (riprese © a cura dell'Associazione Culturale "Punto Info").
  
Redazione
2 giugno 2020.
  

2 Giugno 2020 - Festa della Repubblica
Partecipanti

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


01/06/2020

Ricorrenze. Festa della Repubblica, 2 Giugno 2020; programma della manifestazione a Grotte

 

Festa della Repubblica, 2 Giugno 2020
Manifesto

Domani, martedi 2 giugno 2020, verrà celebrato il 74° anniversario della proclamazione della Repubblica Italiana.
Nonostante le disposizioni in vigore per evitare la diffusione del Coronavirus, tra cui il divieto di assembramento, in tutta Italia la Festa della Repubblica sarà vissuta con uguale intensità, seppure in un clima necessariamente più raccolto.
Il programma della manifestazioni a Grotte si svolgerà in maniera sobria.
Alle ore 11.00 in Piazza Umberto I, davanti al Monumento ai Caduti di tutte le guerre, si terrà un momento commemorativo, con la deposizione di una corona di fiori, alla presenza delle Rappresentanze Istituzionali e delle Forze dell'Ordine.
  
Redazione
1 giugno 2020.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


01/06/2020

Ambiente. Domani, martedi 2 giugno, Festa della Repubblica, sarà regolare la raccolta differenziata

 

raccolta differenziata porta a porta

Con un avviso diffuso alla cittadinanza, l'Assessorato all'Ambiente del Comune di Grotte ha comunicato che domani, martedi 2 giugno 2020, Festa della Repubblica, anche se è un giorno festivo, la raccolta differenziata "porta a porta" sarà effettuata regolarmente.
  
Redazione
1 giugno 2020.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


01/06/2020

Solidarietà. Buoni Spesa della Regione Sicilia per beni di prima necessità; domande entro l'8 giugno

 

Buoni Spesa per beni di prima necessità
Buoni spesa

Scadrà lunedi prossimo, 8 giugno 2020, il termine per la presentazione delle domande per l'ottenimento dei buoni spesa a favore dei nuclei familiari che si trovano in stato di bisogno a causa dell’emergenza socio-assistenziale da CODIV-19 (scarica il modello in modalità editabile).
I buoni spesa rientrano tra le misure di sostegno all’emergenza socio-assistenziale da Covid-19 promosse dalla Giunta regionale della Regione Siciliana, a valere sui fondi europei, risorse messe a disposizione dal Programma Operativo FSE Sicilia 2014-2020 (leggi l'Avviso).

I buoni spesa/voucher per singolo nucleo familiare hanno un valore unitario massimo di:
- 300,00 € per un nucleo composto da una sola persona;
- 400,00 € per un nucleo composto da due persone;
- 600,00 € per un nucleo composto da tre persone;
- 700,00 € per un nucleo composto da quattro persone;
- 800,00 € per un nucleo composto da cinque o più persone.

I cittadini residenti i quali hanno già usufruito dell’assegnazione dei buoni spesa da parte del Comune potranno presentare la domanda per poter accedere alla differenza tra quanto ricevuto e il beneficio previsto dal bando regionale.
Esempio: 1 componente che ha già ricevuto € 120,00, riceverà € 180,00 (€ 300,00 – 120,00 ricevuti = € 180,00).

I cittadini già destinatari di forme di sostegno pubblico, a qualsiasi titolo e comunque denominate (indicativamente: Reddito di Cittadinanza, REI, Naspi, Indennità di mobilità, CIG, pensione, ecc.) potranno presentare la domanda per poter accedere alla differenza tra quanto ricevuto e il beneficio previsto dal bando regionale.

Esempio n.1 - nucleo familiare 4 componenti voucher 700,00.
Nel mese di giugno si percepisce una NASPI di euro 500,00.
Il richiedente ha diritto a ricevere € 200,00 (€ 700,00 – € 500,00 ricevuti = € 200,00).

Esempio n.2 - nucleo familiare 3 componenti voucher 600,00.
Nel mese di giugno si percepisce un reddito di cittadinanza di euro 340,00.
Il richiedente ha diritto a ricevere € 260,00 (€ 600,00 – € 340,00 ricevuti = € 260,00).

Le risorse disponibili sono limitate e, pertanto, il Comune è obbligato a programmare il riferimento temporale cui ricondurre il possesso dei requisiti da parte dei nuclei familiari richiedenti il beneficio anche sulla base del numero di domande presentate.
Pertanto l’importo assegnato mensilmente potrebbe subire delle variazioni in funzione del numero delle domande presentate e dell’orizzonte temporale dell’emergenza. Le somme disponibili saranno assegnate in proporzione al numero delle domande e dei mesi da coprire.

Le categorie di spese ammissibili sono le seguenti:
a) alimenti;
b) prodotti farmaceutici;
c) prodotti per l'igiene personale e domestica;
d) bombole del gas;
e) dispositivi di protezione individuale;
f) pasti pronti;
g) utenze domestiche di luce e gas;
h) canoni di locazione di prima abitazione, limitatamente alle superfici abitative.
Non saranno ritenute ammissibili altre voci.

Il buono spesa/voucher sarà corrisposto per il periodo dell’emergenza e, comunque, fino ad esaurimento dell’importo assegnato al Comune, ai nuclei familiari che si trovano in stato di bisogno, con le seguenti modalità e condizioni:
- l’istanza potrà essere validamente presentata dall’intestatario della scheda anagrafica del nucleo familiare, residente nel Comune, il cui nucleo familiare presenta le seguenti condizioni:
a) non percepisce alcun reddito da lavoro, né da rendite finanziarie o proventi monetari a carattere continuativo di alcun genere;
b) non risulta destinatario di alcuna forma di sostegno pubblico, a qualsiasi titolo e comunque denominata (indicativamente: Reddito di Cittadinanza, REI, Naspi, Indennità di mobilità, CIG, pensione, ecc.);
c) nucleo familiare destinatario di precedenti forme di sostegno pubblico, a qualsiasi titolo e comunque denominato, ovvero di buoni spesa/voucher erogati ad altro titolo per emergenza COVID-19, per un importo inferiore rispetto ai valori unitari sopra riportati; in tal caso, allo stesso potrà essere attribuita la differenza tra l’importo massimo previsto dal presente Avviso e l’importo percepito a valere sui precedenti benefici;
- non saranno prese in considerazione le istanze dei nuclei familiari le cui forme di sostegno pubblico, a qualsiasi titolo e comunque denominato, ovvero di buoni spesa/voucher erogati ad altro titolo per emergenza COVID-19, superano i parametri economici prima indicati;
- le risorse sono destinate “prioritariamente ai nuclei familiari che non percepiscono alcuna altra forma di reddito o alcuna altra forma di assistenza economica da parte dello Stato, compresi ammortizzatori sociali e reddito di cittadinanza”, di cui alle precedenti lettere a) e b).

Il modello di istanza con dichiarazione (scarica il modello in modalità editabile) deve pervenire al Comune entro il 08/06/2020, e può provvedersi:
- prioritariamente a mezzo e-mail/PEC agli indirizzi comunedigrotte@gmail.com e comunedigrotte@pec.it;
oppure,
- solo in caso di estrema difficoltà ad inviare e-mail/PEC, mediante prenotazione telefonica, chiamando il Comune al n. 0922.947518.

Il Comune condurrà verifiche a campione sulla veridicità delle istanze ricevute. Eventuali false dichiarazioni, oltre rispondere del reato di falso alle autorità competenti, faranno perdere al nucleo familiare destinatario ogni diritto in relazione al presente Avviso con obbligo di restituzione delle somme percepite.

Chiunque abbia difficoltà a compilare l’istanza, potrà, eventualmente, rivolgersi alle Associazioni del Terzo Settore e di Volontariato ubicate nel Comune, che potranno inviare la stessa istanza su delega del richiedente.
  
Redazione
1 giugno 2020.
       

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


01/06/2020

Comune. Il dott. Pietro Amorosia è il nuovo Segretario comunale di Grotte

 

Dott. Pietro Amorosia
Dott. Pietro Amorosia

Da oggi, lunedi 1 giugno 2020, il Comune di Grotte ha un nuovo Segretario comunale: è il dott. Pietro Amorosia, in atto titolare della Segreteria del Comune di Palma di Montechiaro. La nomina della "Reggenza a scavalco" ha validità sino al 31 luglio 2020. Il dott. Amorosia (leggi il curriculum) ha ricoperto in precedenza l'incarico di Segretario Generale presso il Libero Consorzio dei Comuni di Trapani e presso i Comuni di Gela, Favara e Licata.
"
Desidero ringraziare il dott. Amorosia per avere dato la propria disponibilità - dichiara il Sindaco di Grotte -; sono certo che la sua riconosciuta professionalità rappresenterà un importante contributo per la nostra Comunità. Un ringraziamento sentito alla dott.ssa Simona Nicastro - continua Alfonso Provvidenza - che dal mese di gennaio ha ricoperto il ruolo di Segretario; gli impegni professionali presso il Comune di Favara non le hanno consentito di proseguire il rapporto con il Comune di Grotte. Al dott. Amorosia vanno i migliori auguri di buon lavoro da parte mia, del Presidente del Consiglio e di tutta l'Amministrazione comunale".
  
Redazione
1 giugno 2020.
       

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


01/06/2020

Riflessioni. "Lo scadimento della qualità della nostra democrazia"; di Antonio Pilato

 

Antonio Pilato
Antonio Pilato

Riflessione del prof. Antonio Pilato.

*****

"Il Movimento 5 Stelle è passato da uno stato emotivo, per cui sembrava voler occupare i banchi dell’opposizione in maniera permanente, ad uno quasi nevrastenico per cui sembra impossibile immaginare che possa abbandonare gli scranni occupati dall’esecutivo.
E questo è il solo il primo degli aspetti da rimarcare.
Ce n’è un altro: ricordate l’ossessione per la democrazia diretta?
La piattaforma Rousseau doveva fungere da esempio per quello che il sistema politico italiano sarebbe dovuto diventare. Considerate certe percentuali, ci siamo davvero permessi il diritto di tremare. Nel senso che sembrava probabile che una qualche forma di partecipazione dal basso di quel tipo entrasse a far parte di diritto della vita politica nostrana. Con tutto quello che può comportare: parlamentari scelti con poche decine di voti; discussioni macroeconomiche o macroscientifiche risolte attraverso le discussioni di semplici utenti sui forum, blog e così via; messa in crisi del parlamentarismo tradizionale e conseguente esordio di un giacobinismo 3.0; ma, per fortuna o no, è acqua passata.
Ai grillini adesso sembra interessare meno il coinvolgimento popolare. Tanto che il Parlamento viene spesso e volentieri scavalcato dal loro Giuseppe mediante la ormai consolidata prassi del DPCM (Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri).
E dalla piazza degli italiani per eccellenza, quella da cui i pentastellati avrebbero dovuto far partire il Vaffa… finale, si sente a malapena il ronzio di chi ci passa per sbaglio o di quando, ogni tanto, quel qualcuno viene convocato per i lavori dell’Aula.
Ogni tanto sì, senza esagerare.
Se tutto questo non fosse tragico e preoccupante, considerata pure la tensione sociale che si respira tra le strade della nostra nazione che deve rimanere ancorata alla democrazia, sarebbe alquanto comico.
Purtroppo viviamo uno scenario per cui conviene segnalare non tanto la tragicomicità della evoluzione grillina, ma il pericolo derivante dallo scadimento della qualità della nostra democrazia. Non vogliamo soffiare sul fuoco, sottolineando l’esistenza di afflati di rivolta. Ma gli impoverimenti dovuti alle fasi pandemiche certo non si sono risolti senza una piena presa di responsabilità da parte delle forze politiche tutte.
Così com’è certo che la “potenza di fuoco” scaturita dai decreti di Giuseppe non si rivelerà sufficiente per la tranquillità economica italiana.
E allora varrà la pena raccontarla questa storia, quella dei giovinastri che si erano preposti di aprire il Parlamento come una scatoletta di tonno, per poi accorgersi di essersi dimenticati l’apriscatole su qualche tavolo di qualche diretta streaming abbandonata per timore di dover davvero riferire al proprio elettorato.
Quasi paradossalmente, tenendo in considerazione la possibilità che le piazze italiane, nella stagione autunnale, divengano calde, verrebbe da preferire la fase antecedente a questa: quella in cui il MoVimento 5 Stelle ha svolto anche la funzione di cassa di risonanza delle istanze più disperate.
Cosa accadrà adesso che i grillini sono divenuti sistemici? Nascerà qualcosa di ancor più estremo?
La preoccupazione, quantomeno dalle nostre parti, esiste. Dalle loro no. L’importante è restare al governo dei DPCM, che è un po’ come passare dalla democrazia diretta all’assenza di democrazia, e dunque alla democrazia assente
". 
 

 

   

Antonio Pilato
 

 
         

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook

www.rotte.info

Copyright © 2002-2020