www.rotte.info: periodico indipendente d'informazione del paese di Grotte (provincia di Agrigento).

Grotte.info Quotidiano - Febbraio 2017

Home

>

Notiziario

>

Febbraio 2017

 

22/02/2017

Riconoscimenti. Intitolazione del Poliambulatorio di Grotte al dott. Antonio Bellomo

 

Intitolazione del Poliambulatorio di Grotte al dott. Antonio Bellomo
Vedi le foto

Poliambulatorio "Dr Antonio Bellomo"; così si chiama adesso la struttura sanitaria di Via Confine a servizio della comunità grottese. In questo modo la città di Grotte ha voluto tributare un riconoscimento alla memoria dello stimato ed apprezzato professionista spentosi a Palermo il 30 ottobre 2010. L'intitolazione, su proposta del Comune di Grotte accolta dall'ASP 1 Agrigento, in collaborazione con l'Associazione Culturale "Antonio e Lidia Bellomo", ha avuto luogo lo scorso lunedi 20 febbraio. Nella targa commemorativa si legge: "Un grande medico, un politico appassionato, un uomo generoso e sensibile verso i più deboli e sfortunati".
Nel corso della cerimonia sono intervenuti: Walter Bellomo (figlio del dott. Antonio Bellomo e presidente dell'Associazione fondata in memoria dei genitori); Salvatore Lucio Ficarra (Direttore Generale dell'ASP di Agrigento); Paolino Fantauzzo (Sindaco di Grotte); Emilio Messana (Sindaco di Racalmuto); Salvatore Puma (Presidente dell'Ordine dei Medici di Agrigento).
L'Associazione Culturale "Antonio e Lidia Bellomo", in occasione della manifestazione, ha donato alla Biblioteca comunale di Grotte i testi di Medicina appartenuti al dott. Bellomo.
(21 foto di © Angelo Baldo "Photo Service" Corso Garibaldi 106).
  
Redazione
22 febbraio 2017
© Riproduzione riservata.

Intitolazione del Poliambulatorio di Grotte (Foto) Visita l'argomento
  

Il Poliambulatorio di Grotte verrà intitolato al dott. Antonio Bellomo
Manifesto

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


22/02/2017

Diritti. "A proposito dei rimborsi abbonamenti agli studenti pendolari"; di Giovanni Volpe

 

Rimborso abbonamenti agli studenti pendolari.

Al Signor Sindaco
alla Giunta municipale
al Signor Presidente del Consiglio comunale
ai Signori Consiglieri comunali

A proposito dei rimborsi abbonamenti agli studenti pendolari.
Ci risiamo.
Considerato che ho fatto diversi tentativi di comunicare con l'ufficio (cortesissimi gli impiegati, ma poco chiari) ottenendo dei rimandi e delle assicurazioni che non hanno trovato riscontro e considerato che sono oramai due anni (conclusi, il terzo è in corso) che il Comune non rimborsa gli abbonamenti agli studenti medi superiori pendolari - ricordare che il diritto allo studio non è un optional e in tempi come questi poi non sarebbe secondario alimentarlo invece - e avendo avuto notizia che - sembra, pare, c’è in giro la voce - stiano forse provvedendo a liquidare l’anno 2014/15 ed essendo anche parimenti circolata la voce che di detto anno verrà rimborsato non il totale speso, come si era soliti fare almeno fino all’anno precedente, ma poco più del 50% della cifra effettivamente spesa, chiedo da cittadino padre di cittadini studenti, cortesemente di sapere:

1) se intanto è vero si stia provvedendo a pagare e a cosa siano dovuti questi reiterati ritardi (ammesso sia in pagamento il 2014/15 resterebbe ancora da rimborsare anche l'anno 2015/16);

2) se risponde a verità che si intende pagare l'anno di riferimento e cioè il 2014/15 solo al 52% della cifra effettivamente spesa;

qualora fosse vero il punto 2
3) da dove - circolare, legge - la Giunta evince la percentuale del 52% se la evince, o se invece non si voglia far passare per norma la scelta d'aver applicato detta percentuale.

Considerato anche che leggi restrittive in questo senso sono sicuramente successive e perciò applicabili, per gli anni successivi, a meno che la norma non sia stata considerata retro databile e il Comune di Grotte, potendo scegliere, se poteva scegliere, abbia deciso di retrodatarla.
La qual cosa mi lascerebbe fortemente perplesso visto che la spesa per gli abbonamenti è già sta effettuata - gli studenti anticipano la somma su domanda predisposta dal Comune e poi sottoscritta per il rimborso - motivo per cui ci ritroviamo a mio avviso davanti a un diritto acquisito e se così fosse i diritti non sono merce di scambio e quindi non sono trattabili.
Se invece è stata realmente retrodatata la norma, benché per scelta, legale o meno si vedrà, parrebbe giusto dare una motivazione politica a detta scelta; una motivazione del tipo: potevamo pagare il 2014/15 per intero, ma siccome la legge ci dava la possibilità di dimezzare il rimborso lo abbiamo, seppur controvoglia (bla bla bla), fatto per esigenze di bilancio (?).
Sicuro che una spiegazione arriverà, soprattutto perché dovuta alla Comunità.
Cordialmente.

Giovanni Volpe

22 febbraio 2017
© Riproduzione riservata.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


21/02/2017

Editoria. Presentato il libro "Il dolce frutto dell'amore", di Nunzio Nastro

 

Presentazione del libro "Il dolce frutto dell'amore", di Nunzio Nastro
Guarda il video

Presentazione del libro "Il dolce frutto dell'amore", di Nunzio Nastro
Vedi le foto

Il libro di Nunzio Nastro "Il dolce frutto dell'amore" è stato presentato al pubblico lo scorso sabato 18 febbraio, a Grotte presso l'auditorium San Nicola. Una manifestazione organizzata dal Movimento Cristiano Lavoratori con il patrocinio del Comune di Grotte. Sono intervenuti: Paolino Fantauzzo (Sindaco di Grotte); Filippo Vitello (Presidente della Proloco "Herbessus"); Giovanna Zaffuto (Ispettrice scolastica); Enzo Sardo (saggista e scrittore). Nel corso della presentazione, i cui lavori sono stati coordinati da Decio Terrana (componente dell'Esecutivo nazionale del MCL), sono stati eseguiti degli interventi musicali a cura di Julia Di Stefano e Isabella Di Salvo.
Nunzio Nastro, nato nel 1954 a Naro, è tra gli ideatori della Festa del Mandorlo in Fiore, famosa per la rappresentanza del folclore internazionale che si svolge ogni anno nella provincia di Agrigento.
Per la storia raccontata in "Il dolce frutto dell’amore" (Europa Edizioni - Roma, collana Edificare Universi, pagine 110, euro 12,90), l'autore fa uso di uno stile narrativo originale, che alterna dialoghi serrati e brevi descrizioni. Nell'aula di un tribunale si svolge un processo, nel quale la parte lesa chiede per il proprio aggressore una esemplare condanna: l’ergastolo. L'imputato è accusato di aver distrutto la gioia di una famiglia riducendo una donna, madre e moglie, in fin di vita. La vicenda si comprenderà, tassello dopo tassello, come in un mosaico, attraverso un sapiente uso del flashback. C’è qualcos’altro al di là del gesto sconsiderato: la fallibilità della giustizia e l’imprevedibile forza della speranza. “Finalmente ho pagato il mio debito, e tu per i tuoi crimini” furono le sue parole mentre i carabinieri lo conducevano via. Nello stesso momento avvenne un miracolo.
(39 foto di © Salvo Lo Re "President" e riprese di © Associazione Culturale "Punto Info").
  
Redazione
21 febbraio 2017
© Riproduzione riservata.

Presentazione del libro "Il dolce frutto dell'amore" (Foto) Visita l'argomento
  

Presentazione del libro "Il dolce frutto dell'amore"
Manifesto

 

Guarda il video con
Internet Explorer, Firefox, Opera:

Guarda il video con
Iphone, Ipad, Mac, smartphone Android, Chrome:
   

 
  Libro "Il dolce frutto dell'amore" (Video) Visita l'argomento Libro "Il dolce frutto dell'amore" (Video) Visita l'argomento
  
 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


20/02/2017

Dialoghi. "La famiglia del riccio Mat e la famiglia del coniglio Bull"; di Giuseppe Castronovo

 

"Dialogo" del dott. Giuseppe Castronovo, studioso ed autore di testi di Diritto.

Il vivace dibattito svoltosi all'interno del Partito Democratico, dopo la sonora bocciatura della proposta di Riforma costituzionale voluta da Renzi, se sia il caso che il Segretario lasci ad altri l'incarico ed eventualmente su chi possa essere il suo sostituto, come richiede la minoranza, è stato oggetto già nei giorni scorsi di un dibattito dove il prof. Vezio aveva anticipato la conclusione dell'Assemblea.
Giuseppe Castronovo

"Partito Democratico - Il segretario Renzi e la Minoranza interna.
Ovvero la famiglia del riccio Matt e la famiglia del coniglio Bull"
(Dai dibattiti svolti al “Circolo della Concordia” )

Totò: Amici, è da un po’ di tempo a questa parte che, a dire il vero, non riesco più a tenere le fila, o se volete, ci capisco ben poco di quanto sta succedendo in casa del Partito Democratico.

Franco: Coraggio, non sei l’unico. Gli stessi protagonisti forse ne capiscono meno di te.

Rodolfo: Amici, non esagerate più di tanto. Si tratta della normale dialettica che si sta svolgendo all’interno di un partito abituato alla discussione, se volete talvolta dai toni alquanto vivaci, in preparazione di un congresso.

Giacomo: Sarà, caro Rolfo, come dici tu. É necessario a questo punto chiarire almeno i contorni di questa vicenda che ai più presenta ancora molti lati oscuri e di difficile lettura. Mi sembra che nel Partito Democratico ci sia molta gente (penso a Bersani, D’Alema… una vita dentro il vecchio Partito Comunista prima e poi nei partiti che negli ultimi decenni ne hanno preso il posto) la cui storia non ha nulla a che vedere con la storia di Renzi e dei suoi sodali che oggi hanno in mano il Partito. E sono queste persone, cioè la vecchia guardia, a non volerlo più alla guida del loro partito. Comprendo la difficoltà a descrivere un dibattito che, svolgendosi  quasi esclusivamente all’interno del Partito Democratico, appare di difficile comprensione per i non addetti ai lavori. Darei la parola al prof. Vezio nella speranza che almeno lui riesca a schiarirci le idee.

Vezio: Grazie. Spero di essere il più chiaro possibile.
Ebbene, era una gelida serata di un inverno abbastanza nevoso; tutti gli abitanti del bosco erano oramai al sicuro nelle loro calde tane.
Solamente il riccio Mat con la mogliettina Ele e il figlioletto Teo erano ancora in cerca di un posto caldo dove passare la nottata. Cammin facendo incontrarono il coniglio Bull che se ne stava sulla soglia di casa, mentre sua moglie, la coniglietta Noe, all’interno della casa preparava la cena e teneva a bada la loro figlioletta Comi.
Il riccio Mat, vedendo il figlioletto Teo  infreddolito, chiese, su consiglio della sua mogliettina Ele, al coniglio Bull di ospitarli per la notte stante che il figlioletto era febbricitante.
La coniglietta Noe, incuriosita dal dialogo, si avvicinò all’uscio e vedendo il piccolo riccio Teo febbricitante ne ebbe compassione e propose al marito di ospitarli per la notte.
Il piccolo Teo, al sentire la proposta della coniglietta Noe, abbracciò e baciò la coniglietta Comi per la gioia.
Il riccio Mat tranquillizzò il coniglio Bull e i suoi familiari assicurando che la sua famiglia, per non disturbare la loro intimità, si sarebbe posizionata all’ingresso della loro casa.
Il coniglio Bull e la sua mogliettina Noe scrutarono fuori e capirono che la nevicata appena iniziata preannunciava una notte abbastanza fredda. Impietositisi della situazione accolsero gli inaspettati ospiti.
Tutto sembrava procedere bene quando la coniglietta Comi incominciò a chiamare la mamma Noe perché il piccolo riccio Teo le pizzicava il sederino.
Passò un po’ di tempo e anche Noe si lamentò perché il riccio Mat aveva punto anche lei nel sedere.
Nel trambusto conseguente a questi fatti la famigliola del riccio Mat si ritrovò all’interno della tana, mentre la famiglia del coniglio Bull si ritrovò alla sua imboccatura.
La famiglia del riccio Mat a furia di pungere con i loro pungiglioni costrinsero i conigli a uscire dalla tana.
Il coniglio Bull lamentò al riccio Mat la situazione creata dal comportamento suo e dei suoi familiari.
Il riccio Mat rispose dicendo: "Se sentite caldo uscite un po’ a rinfrescarvi all’area aperta, siete liberi di fare ciò che volete; a voi la scelta". Mentre diceva ciò, con i loro pungiglioni Mat, la mogliettina Ele e il figlioletto Teo spingevano i padroni di casa decisamente verso l’esterno.
Per non annoiarvi, mi fermo qui. Adesso spetta a voi proseguire la riflessione.

Giacomo: Credo di poter interpretare i sentimenti di tutti noi dicendo un grazie sincero al prof. Vezio per la lucidità del suo intervento. La vicenda che ci ha così magistralmente esposto è molto più istruttiva dei numerosi dibattiti, il più delle volte inconcludenti perché autoreferenziali, che in questo periodo si svolgono anche all’interno dello stesso Partito Democratico.
     

 

   

Giuseppe Castronovo
(gcastronovo.blogspot.it)

  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


20/02/2017

Chiesa. Avvisi ed appuntamenti della Settimana

 

Chiese di Grotte

Pubblichiamo gli avvisi diffusi al termine delle sante Messe domenicali e gli appuntamenti ecclesiali più rilevanti.
Per agevolarne la consultazione, gli avvisi settimanali sono pubblicati anche nella pagina Chiesa.

Lunedi 20
febbraio - Quarantore
- ore 09.00, a san Rocco, santa Messa;
- ore 09.30, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa (Quarantore);
- ore 16.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, Ora santa (Quarantore);
- ore 17.30, in chiesa Madre, santa Messa;
- ore 20.00, a san Francesco, riunione della mamme dei bambini di Prima Comunione;
- ore 19.30, in chiesa Madre, incontro di preghiera del Rinnovamento nello Spirito;
- ore 20.00, a san Rocco, catechesi a cura del gruppo Famiglia;

Martedi 21
febbraio - Quarantore
- ore 09.30, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa (Quarantore);
- ore 16.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, Ora santa (Quarantore);
- ore 16.00, a san Rocco, santa Messa;
- ore 17.30, in chiesa Madre, santa Messa.

Mercoledi 22
febbraio - Quarantore
- ore 08.45, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 09.00, a san Rocco, santa Messa;
- ore 09.30, nella chiesa della Madonna delle Grazie, santa Messa (Quarantore);
- ore 16.00, nella chiesa della Madonna delle Grazie, Ora santa (Quarantore);
- ore 17.30, in chiesa Madre, santa Messa.

Giovedi 23
febbraio - Quarantore
- ore 08.45, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 09.30, nella chiesa della Madonna delle Grazie, santa Messa (Quarantore);
- ore 16.00, nella chiesa della Madonna delle Grazie, Ora santa (Quarantore);
- ore 17.30, a san Rocco, santo Rosario, preghiere a santa Rita e santa Messa;
- ore 17.30, in chiesa Madre, santa Messa;
- ore 19.00, a san Rocco, riunione del gruppo liturgico.

Venerdi 24
febbraio - Quarantore
- ore 08.45, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 09.30, a san Rocco, santa Messa;
- ore 09.30, nella chiesa della Madonna delle Grazie, santa Messa (Quarantore);
- ore 16.00, nella chiesa della Madonna delle Grazie, Ora santa (Quarantore);
- ore 17.30, in chiesa Madre, santa Messa;
- ore 20.00, a san Francesco, riunione dei genitori che hanno battezzato quest'anno e di quelli che devono battezzare;
- ore 20.00, a san Francesco, riunione delle giovani coppie di sposi.

Sabato 25
febbraio - Quarantore
- ore 08.45, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 09.00, a san Rocco, santa Messa;
- ore 09.30, in chiesa Madre, santa Messa (Quarantore);
- ore 17.00, in chiesa Madre, Ora santa (Quarantore);
- ore 18.30, in chiesa Madre, Vespri e Santa Messa (Quarantore).

Domenica 26
febbraio - Quarantore
- ore 08.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 10.00, nella chiesa san Rocco, santa Messa;
- ore 11.00, in chiesa Madre, santa Messa;
- ore 11.30, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 17.30, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 18.45, in chiesa Madre, santa Messa.

AVVISI

Chi volesse far celebrare una Giornata delle Quarantore può prenotarsi in parrocchia.

Orari delle Sante Messe in vigore dal 30/10/2016:

   Feriali:
   ore 08.45, chiesa Madonna del Carmelo
   ore 18.30, chiesa Madre

   Prefestivi:
   ore 18.30, chiesa Madre
   ore 20.15, chiesa San Francesco (animata dalle comunità neocatecumenali)

   Festivi:
   ore 08.00, chiesa Madonna del Carmelo
   ore 10.00, chiesa San Rocco
   ore 11.00, chiesa Madre
   ore 11.30, chiesa Madonna del Carmelo
   ore 17.30, chiesa Madonna del Carmelo
   ore 18.45, chiesa Madre
 

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


18/02/2017

Spettacolo. Il gruppo "Grotte Folk" alla IV Rassegna "Carnevale in Folk", il 4 e 5 marzo

 

Il gruppo "Grotte Folk" alla IV Rassegna "Carnevale in Folk", il 4 e 5 marzo
Manifesto

La IV Rassegna Folkloristica "Carnevale in Folk", che si svolgerà a San Marco dei Cavoti (in provincia di Benevento) dal 4 al 5 marzo prossimi, vedrà protagonisti i ballerini ed i musicisti della Compagnia Folkloristica "Grotte Folk".
Insieme ai grottesi si esibiranno anche i gruppi La Ncioccarata, 'A Ziarella, Dancing Italia Majorettes, la Taccarata e La Pccnera.
Il programma della manifestazione prevede l'inizio dello spettacolo sabato 4 marzo alle ore 20.30, con le esibizioni dei singoli gruppi partecipanti, intervallate dagli interventi del comico Mino Abbacuccio (ospite del programma "Made in Sud"). Le esibizioni continueranno il giorno successivo, domenica 5 marzo: alle ore 11.30 con la rassegna dei gruppi folk ed alle 15.30 con la sfilata finale lungo le vie del centro storico di San Marco dei Cavoti.

  
Redazione
18 febbraio 2017
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


18/02/2017

Musica. Esibizione del M° Fabrizio Chiarenza nella Chiesa del Purgatorio di Palma di Montechiaro

 

M° Fabrizio Chiarenza
M° Chiarenza

Saranno a cura del M° Fabrizio Chiarenza gli intermezzi musicali che verranno eseguiti nel corso del convegno che si terrà oggi, sabato 18 febbraio, alle ore 16.30 nella Chiesa del Purgatorio di Palma di Montechiaro.
La manifestazione, organizzata dalla locale sezione dell'Archeoclub, avrà come tema "Palma di Montechiaro ed il ruolo dell'architettura nel processo di restaurazione religiosa nella Sicilia della Controriforma". Gli interventi e le relazioni del convegno saranno proposte da: Piero Fiaccabrino, Gaetano Montana, Giuseppe Antona, Turi Scuto, Giuseppe Pontillo, Ildebrando Scicolone, Pietro Meli, Domenica Brancato, Isabella Puzzangaro, Pietro Fiaccabrino.
  
Redazione
18 febbraio 2017
  

Palma di Montechiaro ed il ruolo dell'architettura nel processo di restaurazione religiosa nella Sicilia della Controriforma
Brochure

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


17/02/2017

Iniziative. "Passo e... spasso!", la "Passeggiata della Salute"; percorso di venerdi 17 febbraio

 

Passo e... Spasso!

Appuntamento settimanale del venerdi con "Passo e... spasso!", la passeggiata "della salute".

Questo sarà il programma ed il nuovo percorso di oggi, venerdi 17 febbraio:
ore 20.00 raduno in piazza mercato (Piazza A. Magnani);
ore 20.15 partenza

Via Machiavelli, Via Marte, Via Crispi, Via Moro, Via Terranova, Via Giuliano, Via Montana, Via Saragat, Via Ingrao, Via Livatino, Via Liguria, Via Romita, Via Spitali, Via Volta, Via Vico, Via Turati, Via Nenni, Via Pirandello, Via Leopardi, Via San Desiderio, Via Madonna delle Grazie, Via Sant’Agostino, Via Cavour, Via San Giovanni, Via Collegio, Via Villa Fiorita, arrivo Piazza Magnani.

Per partecipare, del tutto gratuitamente, basta calzare comode scarpe ed avere un pizzico di buona volontà. Non si tratta di una corsa ma di una vera e propria passeggiata lungo un percorso per nulla difficoltoso.
 

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


16/02/2017

Volontariato. Domenica 19 febbraio, donazione di sangue presso la sede Adas di Grotte

 

ADAS (Associazione Donatori Autonoma Sangue)

Verrà effettuata domenica 19 febbraio, dalle ore 08.15 alle ore 12.15 a Grotte, presso la sede Adas di Via Francesco Ingrao n° 92-94, la raccolta di sangue che, con cadenza mensile, coinvolge i donatori grottesi. L'autoemoteca sosterà nel piazzale interno della struttura. I donatori dovranno essere a digiuno e dovranno portare il tesserino Adas, un documento di riconoscimento e le ultime analisi; ciò consentirà al personale medico, nel massimo rispetto della privacy, di valutarne lo stato di salute e consentire di effettuare la donazione con più tranquillità. Donare il sangue è un atto di generosità, gratuito e disinteressato; un gesto d'amore che gratifica chi lo compie e salva la vita a chi lo riceve.

Donazione di sangue
Grotte - Via Francesco Ingrao n° 92-94
Domenica 19 febbraio - ore 08.15/12.15
 

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


15/02/2017

Riconoscimenti. Il Poliambulatorio di Grotte verrà intitolato al dott. Antonio Bellomo; lunedi 20 febbraio

 

Il Poliambulatorio di Grotte verrà intitolato al dott. Antonio Bellomo
Manifesto

Dott. Antonio Bellomo
Dott. Antonio Bellomo

"Un grande medico, un politico appassionato, un uomo generoso e sensibile verso i più deboli e sfortunati"; questa è in sintesi la motivazione del riconoscimento che verrà tributato alla memoria del dott. Antonio Bellomo, spentosi a Palermo il 30 ottobre 2010 all'età di 89 anni. Il 3 novembre dello stesso, su questo quotidiano, era stata pubblicata una lettera del dott. Antonio Carlisi in ricordo del compianto Medico grottese. L'intero Consiglio comunale volle allora riunirsi in seduta aperta, il 24 ottobre, per una "Commemorazione del concittadino dott. Antonio Bellomo" e per deliberare un "Atto di indirizzo intitolazione Poliambulatorio comunale al dott. Antonio Bellomo". A poco più di sei anni di distanza, la richiesta inoltrata dal sindaco Paolo Pilato e reiterata dal successore attuale sindaco Paolino Fantauzzo è stata accolta dal Direttore Generale dell'ASP di Agrigento, dott. Salvatore Lucio Ficarra. Con una solenne cerimonia, che si terrà lunedi 20 febbraio alle ore 17.30, il Poliambulatorio di Grotte sarà intitolato al dott. Antonio Bellomo.
Alla manifestazione, promossa dal Comune di Grotte e dall'ASP 1 Agrigento, in collaborazione con l'Associazione Culturale "Antonio e Lidia Bellomo", interverranno:
- Walter Bellomo (figlio del dott. Antonio Bellomo e presidente dell'Associazione fondata in memoria dei genitori);
- Salvatore Lucio Ficarra (Direttore Generale dell'ASP di Agrigento);
- Paolino Fantauzzo (Sindaco di Grotte);
- Emilio Messana (Sindaco di Racalmuto);
- Salvatore Puma (Presidente dell'Ordine dei Medici di Agrigento).
Saranno presenti:
- Sen. Giuseppe Marinello (Presidente della Commissione Ambiente del Senato);
- On. Giovanni Panepinto (Vice capogruppo del PD all'ARS);
- On. Michele Cimino (Deputato all'ARS);
- On. Maria Iacono (Camera dei Deputati).
L'intitolazione si concluderà con l'intervento del Sottosegretario al Ministero della Salute on. Davide Faraone.
In occasione della manifestazione, l'Associazione Culturale "Antonio e Lidia Bellomo" donerà alla Biblioteca comunale di Grotte l'intera collezione di testi di Medicina appartenuta al dott. Bellomo.
  
Carmelo Arnone
15 febbraio 2017
© Riproduzione riservata.
        

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


15/02/2017

Racalmuto. "Le gravissime condizioni in cui versa il territorio"; nota del sindaco Messana

 

Emilio Messana
Emilio Messana

Il sindaco di Racalmuto Emilio Messana ha rappresentato al Prefetto di Agrigento, alla presenza di rappresentanti della Protezione Civile, dell'Anas e del Libero Consorzio, l'emergenza viabilità che grava sul territorio del paese, che si trova ad essere isolato a causa delle strade provinciali e di collegamento chiuse al transito e dissestate. Di seguito, la nota ufficiale.

*****

"Ho rappresentato ieri al Prefetto, nel vertice convocato per l'emergenza viabilità alla presenza dei sindaci della zona montana, della Protezione Civile, dell'Anas e del Libero Consorzio, le gravissime condizioni in cui versa il territorio di Racalmuto.
La strada provinciale Racalmuto-Montedoro è chiusa da anni, distrutta da frane e smottamenti, senza interventi di manutenzione da anni.
Avevo lanciato l'allarme già a settembre, quando un nubifragio ha bloccato automobilisti e residenti e distrutto le colture nelle contrade attraversate dalla strada.
All'ingresso del paese, il ponte di Contrada Malati è ristretto ad una carreggiata da oltre due anni, v'è un progetto che dovrebbe essere finanziato ma ancora non si vede niente.
La strada che collega Racalmuto a Milena, che porta alla Miniera di sale dell'Italkali, è dissestata, anch'essa percorsa da frane.
La miniera è aperta tutto l'anno e produce a ciclo continuo, i tir si avventurano sulla strada in condizioni difficilissime, attraversano la circonvallazione del paese.
Il cantiere della 640 ha distrutto la viabilità rurale delle contrade adiacenti, Giarrizzo, la Noce, Menta Mangiuomini, Rocca Rossa, Serrone, costrette in questi anni a sopportare una mole di traffico sproporzionata alla natura delle strade di campagna o di piccole arterie di paese.
La chiusura per lavori dell'accesso da Contrada Garamoli ha concentrato il traffico in entrata sul Serrone, contribuendone a distruggere la sede stradale.
Naturalmente con il maltempo tutto peggiora.
Abbiamo sollecitato il Libero Consorzio e la Protezione Civile, il nostro Ufficio Tecnico ha predisposto un progetto di massima per la strada Racalmuto-Milena che quantifica i lavori necessari in circa un milione di euro.
Il Libero Consorzio ha presentato il progetto per il ponte di Contrada Malati per un importo di €. 200.000,00 e stamane dovrebbe portare all'Assessorato Infrastrutture un computo dei lavori per la strada Racalmuto-Montedoro di circa due milioni di euro.
Le aziende agricole sono in ginocchio, dovendo affrontare e superare enormi difficoltà per poter lavorare i campi e raccogliere i raccolti, il trasporto del sale avviene in condizioni di grande pericolosità, il progressivo isolamento dal versante nisseno impedisce i rapporti sociali ed economici sui quali si è costruita la storia della nostra comunità, mortifica la presenza dell'Ipia Fermi di Racalmuto, che potrebbe accogliere ragazzi dei paesi vicini, annulla la valenza della posizione geografica del nostro paese - per Montedoro e Milena il passaggio da Racalmuto sarebbe la via più breve per raggiungere la ss 640 e anche il Centro Commerciale Le Vigne.
Le strade guidano il progresso e lo sviluppo di un territorio e della sua comunità, senza collegamenti l'economia soffre e si appassisce, i rapporti e le relazioni sociali si impoveriscono e vengono meno le energie indispensabili per poter affrontare e superare la crisi che ci sta inchiodando e che rischia di negarci il futuro.
Abbiamo concordato con il Prefetto un incontro urgente solo su Racalmuto, per affrontare queste grandi emergenze, alla presenza del Libero Consorzio, della Protezione Civile, dell'Anas e dei parlamentari.
Abbiamo bisogno di soluzioni e di impegni concreti, senza i quali saremo costretti alla mobilitazione per difendere e tutelare la nostra città".
  

 

   

Emilio Messana
(Sindaco di Racalmuto)
 

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


14/02/2017

Religioni. In pericolo la libertà di pensiero e di culto in Kazakistan

 

Kazakistan
Kazakistan

Oltre alla Russia, anche il Kazakistan sta attuando provvedimenti restrittivi nei confronti di diverse confessioni religiose. I metodi sono sempre gli stessi: alcuni individui, fingendosi interessati, si incontrano con i membri della confessione e registrano di nascosto le conversazioni che trasmettono alle autorità. Sulla base di quelle conversazioni religiose, le autorità accusano i membri della confessione di “incitare alla discordia religiosa” e di “promuovere la superiorità religiosa”.
Di recente le autorità hanno preso di mira anche i Testimoni di Geova, confessione presente in tutto il mondo. Due testimoni di Geova sono stati messi sotto custodia cautelare e rischiano fino a 10 anni di carcere. Il loro primo appello è stato respinto. Uno di loro ha 61 anni, tre figli e gravi problemi di salute.
Il portavoce dei Testimoni di Geova della Provincia di Agrigento ha dichiarato: “Siamo seriamente preoccupati di quanto sta accadendo, riteniamo che il diritto alla libertà di pensiero e di religione è molto importante e va salvaguardato a tutti i costi; tale libertà significa rispetto reciproco, ed è una caratteristica fondamentale di qualsiasi paese moderno in cui si rispettano i diritti basilari dei cittadini e noi vorremmo continuare a vedere questa libertà anche in Kazakistan”.
Il 9 agosto 2016 il Comitato per i Diritti Umani delle Nazioni Unite si è detto “preoccupato per le restrizioni ingiustificate imposte all’esercizio della libertà religiosa” nonché alla “libertà di opinione e di espressione
.
  
Redazione
14 febbraio 2017
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


14/02/2017

Iniziative. "Amore" ed "Elegantya"; mostra di pittura e ceramica a Grotte, sino al 19 febbraio

 

"Amore" ed "Elegantya"; mostra di pittura e ceramica a Grotte
Vedi le foto

Sabato 11 febbraio, al primo piano del Palazzo municipale di Grotte, è stata inaugurata la mostra di ceramica e pittura "Amore Elegantya Venezia-Grotte" degli artisti Gloria Vernengo e Giuseppe Librici.
La manifestazione, promossa dalla Proloco "Herbessus" Grotte con il patrocinio del Comune e dell'associazione "Humus", è stata presentata da Angelo Palermo, con relazioni sulle opere a cura di Gaspare Agnello e Calogero Alaimo Di Loro, e con interventi musicali proposti dal gruppo folk "Herbessus" e dal gruppo musicale dell'Istituto comprensivo "Angelo Roncalli".
La mostra potrà essere visitata sino a domenica 19 febbraio, dalle ore 08.30 alle 14.00 e dalle 16.00 alle 20.00.
Pubblichiamo alcune immagini della mostra (34 foto di © Emanuele Licata).

  
Redazione
14 febbraio 2017
© Riproduzione riservata.

Mostra "Amore Elegantya" (Foto) Visita l'argomento
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


13/02/2017

Ambiente. Raccolta differenziata: dai cittadini agli operatori ecologici, ciascuno deve fare il proprio dovere

 

Raccolta differenziata
Sacchetti non ritirati

Per ottenere un miglioramento nel servizio di raccolta differenziata dei rifiuti è necessaria la collaborazione di tutti: dei cittadini, che devono provvedere a differenziare i rifiuti domestici; degli operatori ecologici, che devono svolgere il proprio lavoro con coscienza; delle Forze dell'Ordine, che devono vigilare sul mantenimento della pulizia delle strade; dell'Amministrazione comunale, che deve coordinare le attività amministrative e burocratiche inerenti il servizio, curare i rapporti con la ditta appaltatrice, indirizzare gli interventi di vigilanza, promuovere la raccolta.
É vero che talvolta qualche cittadino ha avuto comportamenti scorretti (abbandonando la spazzatura per strada - specie sulla "Racalmare - San Benedetto" o sulla "Grotte - Calcare", o gettando tutto nel "rifiuto secco residuo" detto "indifferenziata", comportamenti che sono stati spesso sanzionati dalla Polizia Municipale), però è anche vero che non sempre il servizio di raccolta "porta a porta" è stato effettuato secondo coscienza.
In alcuni casi è accaduto che l'Amministrazione comunale ha dovuto far affiancare un agente di Polizia Municipale all'operatore ecologico, per controllare che i tempi di raccolta ed il percorso stabilito fossero rispettati.
Perché è successo che in  alcune vie la raccolta non è stata fatta, e la differenziata è stata lasciata per strada. Non solo è accaduto in passato, ma secondo alcune lamentele dei cittadini, continua ad accadere.
"Caro direttore, oggi non sono passati a ritirare la plastica".
"Carmelo, ne sai perché stamattina non hanno ritirato la differenziata?".
"Mi hanno lasciato l'indifferenziata con i pannolini sporchi davanti alla porta, e ci hanno appiccicato un adesivo in cui c'è scritto che la mia differenziata non è fatta bene. Ma non hanno nemmeno aperto il sacchetto per controllare. Come fanno a dire che non è fatta bene se non hanno controllato? Secondo loro che dovrei fare? Devo portare il sacchetto con i pannolini in un altro paese?".
"Ormai sono stufo. La prossima volta che mi lasciano la differenziata per terra, ti giuro che la porto davanti al Municipio!".
Queste sono alcune delle lamentele - quelle che si possono riportare - che sono giunte in redazione, corredate da foto (a lato, una delle immagini).
Se a fronte del cittadino che si impegna nel differenziare correttamente i rifiuti non vi è un operatore ecologico che altrettanto correttamente si impegna nel ritirare la differenziata secondo i tempi e le modalità corrette, è chiaro che il meccanismo si inceppa, le lamentele montano ed il lavoro di promozione del servizio viene in parte vanificato.
Qui non si vuole puntare il dito contro l'intera categoria; intendiamoci: la maggior parte degli operatori ecologici fa il proprio lavoro col massimo impegno (e qualcuno anche più di quello che deve). Purtroppo qualche altro, ogni tanto (poniamola così), svolge la propria attività con una certa noncuranza: ogni tanto "dimentica" di percorrere tutto il percorso assegnato e "salta" qualche via; ogni tanto dimentica di controllare che il contenuto della differenziata sia corretto; ogni tanto non gli va di controllare l'indifferenziata e - nel dubbio - non ritira il sacchetto.
Forse se, ogni tanto, oltre a controllare l'attività dei cittadini la Polizia Municipale potesse controllare anche quella degli operatori ecologici, non con l'affiancamento (è chiaro che col Vigile accanto ciascuno fa il proprio dovere) ma a sorpresa, ogni tanto, forse il servizio potrebbe migliorare.
I miei suggerimenti: che i cittadini continuino a fare la differenziata; che tutti gli operatori ecologici, tutti, rispettino il proprio lavoro; che la Polizia Municipale continui nei controlli verso gli uni e gli altri; che l'Amministrazione comunale promuova maggiormente la differenziata con incentivi verso i cittadini più volenterosi ed applichi le penali previste per i casi di inadempienza della ditta appaltatrice.
Solo con la collaborazione fattiva di tutti si potrà migliorare il servizio
, che già vede Grotte al primo posto tra i paesi del circondario; possiamo e dobbiamo fare ancora di più.
  
Carmelo Arnone
13 febbraio 2017
© Riproduzione riservata.
        

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


13/02/2017

Comune. Superata la soglia del 60% di raccolta differenziata; nota dell'Amministrazione

 

Superata la soglia del 60% di raccolta differenziata
Differenziata + 60%

La Regione Siciliana ha diffuso i dati relativi alla raccolta differenziata nei vari Comuni dell'Isola, riferiti sino al mese di novembre 2016. Solo 6 le città dell'agrigentino che sono riuscite a superare la soglia del 60% di raccolta differenziata sul totale prodotto; in ordine: Ribera (77,96%), Santa Margherita Belìce (70,98%), Siculiana (67,70%), Montevago (61,43%), Menfi (61,01%), Grotte (60,40%). Per quanto riguarda i dati dei Comuni confinanti o vicini a Grotte: Comitini (54,60%), Racalmuto (41,20%), Castrofilippo (24,35%), Favara (15,40%), Aragona (4,30%). Di seguito, una nota diffusa dall'Amministrazione comunale.

*****

"Ciò che con grande soddisfazione emerge, a proposito di raccolta porta a porta, è che Grotte si classifica tra i primi 6 paesi della provincia di Agrigento per corretta selezione di rifiuti oltre che per il superamento della soglia del 60% di differenziata sulla produzione totale di rifiuti urbani – anno 2016.
Ad affermarlo, sulla scorta dei dati trasmessi dalla Regione Sicilia, il settimanale cattolico di informazione e di opinione “L’Amico del Popolo” di Agrigento che con un circostanziato articolo pubblicato lo scorso 5 febbraio, ha voluto mettere in evidenza quali percorsi virtuosi una pubblica amministrazione cittadina deve seguire al fine di essere in linea con un adeguato livello di attenzione verso l’ambiente otre che di rispetto di tutte le normative, di derivazione comunitaria prima, nazionale e regionale dopo.
L’Amico del Popolo, da anni periodico di elevata credibilità ha ritenuto dover rimarcare con estrema chiarezza che non tutte le pubbliche amministrazioni della provincia di Agrigento operano nella scia di un attento e rigoroso rispetto dell’ambiente, sottolineando come di fatto il problema di quei comuni che non differenziano sia riconducibile ad un elemento “organizzativo” piuttosto che politico elevando di conseguenza un meritato elogio verso i 6 comuni virtuosi tra cui Grotte.
Grotte nella classifica tra i primi sei comuni per alta percentuale di differenziata da destinare a riciclaggio.
Grotte al primo posto per contenimento dei costi sulla gestione del settore igiene ambientale, traguardo che ha consentito la riduzione sulla bolletta di tutti i cittadini del 10%.
Non servono annunci populistici né proclami, nel silenzio ci onoriamo con immensa soddisfazione di far parlare i fatti".
  

 

 

L'Assessore all'Ambiente
Piero Castronovo

Il Sindaco
Paolino Fantauzzo
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


13/02/2017

Chiesa. Avvisi ed appuntamenti della Settimana

 

Chiese di Grotte

Pubblichiamo gli avvisi diffusi al termine delle sante Messe domenicali e gli appuntamenti ecclesiali più rilevanti.
Per agevolarne la consultazione, gli avvisi settimanali sono pubblicati anche nella pagina Chiesa.

Lunedi 13
febbraio - Quarantore
- ore 08.45, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 09.30, a san Rocco, santa Messa (Quarantore);
- ore 16.00, a san Rocco, Ora santa (Quarantore);
- ore 17.00, a san Rocco, Vespri e Santa Messa (Quarantore);
- ore 17.30, in chiesa Madre, santa Messa;
- ore 18.30, a san Francesco, riunione dei catechisti della Cresima;
- ore 19.30, in chiesa Madre, incontro di preghiera del Rinnovamento nello Spirito.

Martedi 14
febbraio - Quarantore
- ore 08.45, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 09.30, a san Rocco, santa Messa (Quarantore);
- ore 16.00, a san Rocco, Ora santa (Quarantore);
- ore 17.00, a san Rocco, Vespri e Santa Messa (Quarantore);
- ore 17.30, in chiesa Madre, santa Messa.

Mercoledi 15
febbraio - Quarantore
- ore 08.45, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 09.00, a san Rocco, santa Messa;
- ore 09.30, nella chiesa del Purgatorio, santa Messa (Quarantore);
- ore 16.00, nella chiesa del Purgatorio, Ora santa (Quarantore);
- ore 17.30, in chiesa Madre, santa Messa;
- ore 18.00, a san Rocco, riunione delle mamme dei bambini di Prima Comunione della parrocchia san Rocco.

Giovedi 16
febbraio - Quarantore
- ore 08.45, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 09.30, nella chiesa del Purgatorio, santa Messa (Quarantore);
- ore 16.00, nella chiesa del Purgatorio, Ora santa (Quarantore);
- ore 17.30, a san Rocco, santo Rosario, preghiere a santa Rita e santa Messa;
- ore 17.30, in chiesa Madre, santa Messa.

Venerdi 17
febbraio - Quarantore
- ore 08.45, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 09.00, a san Rocco, santa Messa;
- ore 09.30, nella chiesa del Purgatorio, santa Messa (Quarantore);
- ore 16.00, nella chiesa del Purgatorio, Ora santa (Quarantore);
- ore 17.30, in chiesa Madre, santa Messa;
- ore 20.00, a san Francesco, riunione dei genitori che hanno battezzato quest'anno e di quelli che devono battezzare;
- ore 20.00, a san Francesco, riunione delle giovani coppie di sposi.

Sabato 18
febbraio - Quarantore
- ore 08.45, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 09.00, a san Rocco, santa Messa;
- ore 09.30, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa (Quarantore);
- ore 16.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, Ora santa (Quarantore);
- ore 17.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, Vespri e Santa Messa (Quarantore);
- ore 18.30, in chiesa Madre, santa Messa.

Domenica 19
febbraio - Quarantore
- ore 08.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 10.00, nella chiesa san Rocco, santa Messa;
- ore 11.00, in chiesa Madre, santa Messa;
- ore 11.30, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 17.30, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 18.45, in chiesa Madre, santa Messa.

AVVISI

Chi volesse far celebrare una Giornata delle Quarantore può prenotarsi in parrocchia.

Orari delle Sante Messe in vigore dal 30/10/2016:

   Feriali:
   ore 08.45, chiesa Madonna del Carmelo
   ore 18.30, chiesa Madre

   Prefestivi:
   ore 18.30, chiesa Madre
   ore 20.15, chiesa San Francesco (animata dalle comunità neocatecumenali)

   Festivi:
   ore 08.00, chiesa Madonna del Carmelo
   ore 10.00, chiesa San Rocco
   ore 11.00, chiesa Madre
   ore 11.30, chiesa Madonna del Carmelo
   ore 17.30, chiesa Madonna del Carmelo
   ore 18.45, chiesa Madre
 

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


12/02/2017

Editoria. Presentazione del libro "Il dolce frutto dell'amore", di Nunzio Nastro; sabato 18 febbraio

 

Presentazione del libro "Il dolce frutto dell'amore"
Manifesto

Sarà presentato sabato 18 febbraio, alle ore 17.00 nell'auditorium San Nicola, il libro di Nunzio Nastro "Il dolce frutto dell'amore". Alla manifestazione, organizzata dal Movimento Cristiano Lavoratori con il patrocinio del Comune di Grotte, interverranno: Paolino Fantauzzo (Sindaco di Grotte); Filippo Vitello (Presidente della Proloco "Herbessus"); Giovanna Zaffuto (Ispettrice scolastica); Enzo Sardo (saggista e scrittore). Presiederà Decio Terrana (componente dell'Esecutivo nazionale del MCL). La presentazione sarà animata dagli interventi di Julia Di Stefano e Isabella Di Salvo.
Per "Il dolce frutto dell’amore" (Europa Edizioni - Roma, collana Edificare Universi, pagine 110, euro 12,90) Nunzio Nastro utilizza uno stile narrativo originale. La sua storia viene raccontata attraverso un uso incalzante dei dialoghi, alternati a descrizioni brevi e concise. Si entra nella storia varcando la porta di un Tribunale. Qualcuno sta facendo del suo meglio affinché un aggressore venga condannato all’ergastolo. Perché? Ha distrutto la gioia di una famiglia riducendo una donna, madre e moglie, in fin di vita. Passo dopo passo, attraverso un sapiente uso del flashback, si ricostruirà la vicenda, tassello dopo tassello, come un mosaico. Si scoprirà che c’era qualcos’altro al di là del gesto sconsiderato, la fallibilità della giustizia e l’imprevedibile forza della speranza. “Finalmente ho pagato il mio debito, e tu per i tuoi crimini” furono le sue parole mentre i carabinieri lo conducevano via. Nello stesso momento avvenne un miracolo.
Nunzio Nastro, nato nel 1954 a Naro, è tra gli ideatori della Festa del Mandorlo in Fiore, famosa per la rappresentanza del folclore internazionale che si svolge ogni anno nella provincia di Agrigento.
  
Redazione
12 febbraio 2017.
        

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


11/02/2017

Musica. "Che sia benedetta" Fiorella Mannoia; l'ultimo dei suoi grandi successi a Sanremo 2017

 

Fiorella Mannoia
Fiorella Mannoia

Per l'edizione 2017 del Festival della Canzone Italiana, detto anche "Festival di Sanremo", sono in gara tante canzoni dei "big", più o meno belle. E poi c'è quella di Fiorella Mannoia. Oltre la competizione, la gara, la votazione, il risultato. Va oltre: per la musica, il testo, l'interpretazione. "Che sia benedetta" è il titolo della composizione della quale sono autori Amara (Erika Mineo) e Salvatore Mineo; musiche di Amara. Fiorella Mannoia, artista eccellente, interprete di brani indimenticabili, non l'ha "cantata", l'ha fatta vivere, l'ha trasmessa, l'ha comunicata. Di solito occorre sentire più volte una canzone per apprezzarla, comprenderla, amarla; "Che sia benedetta" ha fatto breccia immediatamente, dal primo ascolto. Merito degli autori - che hanno saputo creare una perla - ma soprattutto di Fiorella, che le ha dato l'anima.
Eccone il testo.

"CHE SIA BENEDETTA"
(di Amara e S. Mineo)

Ho sbagliato tante volte nella vita,
chissà quante volte ancora sbaglierò.
In questa piccola parentesi infinita,
quante volte ho chiesto scusa e quante no.
È una corsa che decide la sua meta,
quanti ricordi che si lasciano per strada.
Quante volte ho rovesciato la clessidra;
questo tempo non è sabbia ma è la vita che passa, che passa.
Che sia benedetta.
Per quanto assurda e complessa ci sembri, la vita è perfetta.
Per quanto sembri incoerente e testarda, se cadi ti aspetta.
Siamo noi che dovremmo imparare a tenercela stretta.
Tenersela stretta.

Siamo eterno, siamo passi, siamo storie,
siamo figli della nostra verità.
E se è vero che c'è un Dio e non ci abbandona,
che sia fatta adesso la sua volontà.
In questo traffico di sguardi senza meta,
in quei sorrisi spenti per la strada,
quante volte condanniamo questa vita,
illudendoci d'averla già capita.
Non basta, non basta.
Che sia benedetta.
Per quanto assurda e complessa ci sembri, la vita è perfetta.
Per quanto sembri incoerente e testarda, se cadi ti aspetta.
Siamo noi che dovremmo imparare a tenercela stretta,
a tenersela stretta.

A chi trova se stesso nel proprio coraggio,
a chi nasce ogni giorno e comincia il suo viaggio,
a chi lotta da sempre e sopporta il dolore.
Qui nessuno è diverso, nessuno è migliore.
A chi ha perso tutto e riparte da zero
perché niente finisce quando vivi davvero,
a chi resta da solo abbracciato al silenzio,
a chi dona l'amore che ha dentro.
Che sia benedetta.
Per quanto assurda e complessa ci sembri, la vita è perfetta.
Per quanto sembri incoerente e testarda, se cadi ti aspetta.
E siamo noi che dovremmo imparare a tenercela stretta,
a tenersela stretta.
Che sia benedetta.

Una canzone che rimarrà negli anni, segnando la storia di questo Sanremo.
Rivediamo la magistrale interpretazione e lasciamoci coinvolgere da musica e parole.

     

Carmelo Arnone
11 febbraio 2017
© Riproduzione riservata.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


11/02/2017

Iniziative. Il "Pirandello Stable Festival" di Mario Gaziano a Malta, nel 150° della nascita dello Scrittore

 

Prof. Mario Gaziano
Mario Gaziano

Il Pirandello Stable Festival di Mario Gaziano con Alberto Re (promoter internazionale) renderà omaggio al drammaturgo Luigi Pirandello a Malta il 16 febbraio prossimo, in occasione del 150° anniversario della nascita del scrittore agrigentino che ricorre quest’anno.
Nell’isola del Mediterraneo, dove si trova la tomba del nonno materno di Pirandello Giovanni Ricci Gramitto, esule antiborbonico, sarà realizzata una celebrazione il cui programma prevede teatro, cinema, e musica e vedrà coinvolti Mario Gaziano, Alberto Re, Gerlando Gramaglia, Antonio Zarcone, Maria Grazia Castellana, e Andrea Cassaro, oltre alle istituzioni maltesi e all'Ambasciatore d’Italia e al direttore dell’Istituto Italiano di Cultura a Malta dott. Salvatore Schirmo.
Il 16 febbraio è in programma una manifestazione commemorativa ed artistico-culturale.
Alle ore 10.00 nella chiesa di Santa Liberata in Kalkara-Burmula è previsto l‘omaggio floreale sulla tomba di Giovanni Ricci Gramitto, morto esule nell’Isola dei Cavalieri.
Alle 18.30, nella Sala Convegni dell’Istituto Italiano di Cultura, l’incontro sarà inaugurato da un video in lingua inglese su Pirandello e Malta (8 minuti). Seguiranno; la conversazione del prof. Dario Costantino (docente del Liceo Meli di Palermo, docente universitario e Presidente del Premio “Racalmare - Leonardo Sciascia”) su “Pirandello: Verità, Identità Relative e Ragione degli Altri”; la recitazione di testi pirandelliani, con prefazione in inglese, di Giugiù Gramaglia in “La Verità” di Pirandello; l'interpretazione di Maria Grazia Castellana in “La vestina decente” da “Vestire gli Ignudi” di Pirandello; la performance di Gerlando Gramaglia in “Il frutto del peccato” da “L’Uomo, la bestia, la virtù” di Pirandello; l'esibizione di Antonio Zarcone, cantautore folk, nei canti popolari pirandelliani come “U celu è na cuperta arraccamata” da Liolà, “Ciaula e la luna” da “Ciaula scopre la luna” e “Centu spini centu dulura” da “Vestire gli ignudi”.
Le presentazioni saranno fatte in lingua italiana ed inglese.
Nello stesso pomeriggio avrà luogo “Pirandello e il Cinema”, conversazioni bilingue, di Mario Gaziano su “Come tu mi vuoi” con Greta Garbo e Melville Douglas, “Il viaggio” con Sophia Loren e Richard Burton, “Enrico IV” con Marcello Mastroianni. Chiuderanno i canti di Antonio Zarcone.
Alla manifestazione sono invitati gli studenti universitari del corso di linguistica italiana dell'Università di Malta e saranno presenti oltre all'Ambasciatore, al direttore dell'Istituto Italiano di Cultura Dott. Salvatore Schirmo, prestigiose personalità del mondo culturale e imprenditoriale maltese: Cav. Tonino Montebello (Premiato Pergamena Pirandello), Sig Denis Borg (Segretario Generale Camera di Commercio Italo-Maltese), Dr. Dorian Sciberras (Vice Sindaco di Iklin), Cav. Nick Callus, Principe Prof. Alfred J Baldacchino, Marchese Gr. Cr. Antony Ventura, Marchese Gr. Cr. Mark J. Panzavecchia, Marchese Gr. Cr. George Debattista, Conte Gr. Uff. Joseph Sultana, Barone Gr. Uff. Antony Coleiro, Barone Gr. Uff. Joseph Cutajar, Gr. Cr. Vito Colaianno, Gr. Uff. Duncan Brincat, Comm. Raymond Curtis, Comm. Andrea Farrugia, Prof. Giuseppe Arnone, Ch.mo Prof. Ernest Azzopardi, Dott. Martin Casha (consulente governativo).
Il saluto conclusivo prevede un ricevimento di interscambio sociale.

  
Redazione
11 febbraio 2017.
        

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


11/02/2017

Politica. Democrazia partecipata: "... cu Chissi un si ci pò parlari"; nota del M5S Grotte

 

Movimento 5 Stelle - Grotte
Sito ufficiale



Decreto di riparto



Tabella sanzioni

Nota del Meetup del Movimento 5 Stelle Grotte sulle modalità di applicazione della Democrazia partecipata, con riferimento alla sanzione di euro 872,23 applicata dalla Regione Siciliana nei confronti del Comune di Grotte per "parziale attivazione forme di democrazia partecipata" (differenza tra l'importo di euro 17.676,87 che il Comune avrebbe dovuto destinare e la somma di euro 16.804,64 effettivamente destinata). A lato, il decreto di riparto delle risorse, dell'Assessorato Regionale Autonomie Locali e Funzione Pubblica, e la tabella delle sanzioni.

*****

"Democrazia Partecipata: “…cu Chissi un si ci  pò parlari”!
Alla riunione sulla democrazia partecipata di giorno 1 febbraio è stato comunicato ai presenti che saremo stati messi a conoscenza delle prossime “mosse” tramite un comunicato pubblico.
Ebbene, forse per “comunicato pubblico”, i nostri esperti e navigati amministratori, intendevano dire che avrebbe architettato, nel pieno stile di chi non accetta un confronto “educato” sul campo delle idee, un “comunicato pubblico”, pieno di illazioni, offese e inesattezze nei  confronti del nostro meetup, che è bene ribadirlo, non rappresenta il Movimento 5 stelle, non avendo eletti, ma semplicemente cittadini che cercano di portare avanti proposte nel rispetto delle regole, della trasparenza e della legalità nel nostro piccolo paese.
La sindrome del Marchese del Grillo non gli è ancora passata. Come si fa a raccontare tante menzogne in poche righe? La conduzione dell’assemblea da parte dell’Assessore Aquilina, con un intervento a chiarimento del Sindaco che invitava a non indicare proposte sul “furetto grottese”, ha anche fatto perdere le staffe al Consigliere comunale Leonardo Cutaia, presente in qualità di rappresentante di una associazione, che così stigmatizzava il comportamento degli amministratori: “…cu Chissi un si ci pò parlari”!
Il Sindaco Paolino Fantauzzo e l’Assessore Diego Aquilina non vogliono, o forse, non riescono ad accettare il fatto che noi siamo a tutela solo di interessi collettivi.
Ripetiamo che le proposte del Meetup Grotte 5 Stelle, come quelle  già trasmesse nel 2016, sono coerenti con la nostra ideale alternativa a questo modo non oculato  di governare e gestire.
Repetita iuvant, quelli di seguito sono gli interventi suggeriti e mirati al sostegno degli interessi dei grottesi:
- Approvazione regolamento comunale per il bilancio partecipativo;
- Sostegno alle famiglie;
- Potenziamento videosorveglianza;
- Sostegno all’acquisto di farmaci non prescrivibili.
Il tempo è galantuomo e le bugie hanno le gambe corte, ma così corte che il comune di Grotte è stato appunto sanzionato.
Pubblichiamo una tabella, dell’Assessorato Regionale Autonomie Locali e Funzione Pubblica dove sono indicate le sanzioni per mancata adozione forme di democrazia partecipata.
Comune di Grotte: sanzione ex art. co 1 art. 6 L.r. n. 5/2014 e s.m.i., pari ad €. 872,23.

Proponiamo di registrare il prossimo incontro pubblico, come si faceva con i Consigli comunali prima della censura. Anche se la legge non lo impone, quindi, questa sarà l’ennesima proposta da parte del Meetup che questa Amministrazione non terrà in considerazione.Ce ne faremo una ragione!
".
  

 

 
 

 In rappresentanza del Meetup Movimento 5 Stelle Grotte
Angelo
Costanza, Gaspare Bufalino Marinella,
Lillo Chiarenza, Rosalba Cimino
 

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


11/02/2017

Viabilità. Modificato il senso unico di marcia in Via Europa: ingresso da Via Piersanti Mattarella

 

Senso unico di marcia in Via Europa
Da Via Mattarella

Senso unico di marcia in Via Europa
Da Via Don Sturzo

Polizia Municipale

Comune di Grotte

Per favorire l'accesso dello scuolabus nello spazio antistante la Scuola dell'Infanzia è stato modificato (invertito) il senso unico di marcia in Via Europa: si può entrare da Via Piersanti Mattarella con direzione Via Don Luigi Sturzo. Dalla parte opposta, entrando da Via Don Luigi Sturzo, il divieto di accesso inizia dall'incrocio con Via On. Luigi Giglia (vedi foto a lato).

*****

COMUNE DI GROTTE
(Agrigento)

ORDINANZA N° 5 DEL 06/02/2017

Oggetto: Modifica del senso unico di marcia tratto di strada che va da Via P. S. Mattarella angolo Via Europa con incrocio di Via Fava.

IL RESPONSABILE DI P.O. N. 1

PREMESSO che è necessario ridisciplinare la circolazione stradale in Via Europa, dove ha sede la scuola Materna;
CONSIDERATO che l'ingresso scolastico è stato modificato, creando notevoli difficoltà per l'accesso del pulmino scuolabus;
CONSIDERATO altresì che per agevolare l'accesso al pulmino all'interno della scuola, avendo una possibilità di manovra più ampia, creando condizioni migliori per far scendere i bambini davanti l'ingresso scolastico;
VISTO l’art. 7 del D.L. 30.04.1992, n° 285 “Nuovo Codice della Strada”;
VISTO il D.P.R. 16.12.1992, n° 495 “Regolamento d’esecuzione e di attuazione del Nuovo Codice della Strada”;
VISTO il D.Lgs 18 agosto 2000, n° 267;

ORDINA

1) Con decorrenza 6 febbraio 2017, la revoca del divieto di accesso che si trova all'ingresso della Via Europa angolo Via P. S. Mattarella;
2) Con decorrenza 6 febbraio 2017 viene istituito il nuovo senso unico di marcia nella Via Europa con direzione il centro abitato, e più precisamente dalla Via Europa angolo Via P. S. Mattarella alla Via Fava.

L'U.T.C. è incaricato alla collocazione occorrente della segnaletica stradale.
Gli Agenti di Polizia Stradale di cui all’art. 12 del C.d.S. sono incaricati dell'esecuzione della presente.

Dalla Residenza Municipale, 06/02/2017

 

   

Il Responsabile di P.O. n. 1
Isp. Capo Salvatore Liotta

 

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


10/02/2017

Politica. Primo banchetto iDAY a Grotte, organizzato dal M5S; domenica 12 febbraio in Piazza Marconi

 

Primo banchetto iDAY a Grotte
Locandina

Primo banchetto iDAY a Grotte, domenica 12 febbraio in Piazza Marconi dalle ore 10.00 alle 13.30.
A darne conferma è il meetup del Movimento 5 Stelle di Grotte, che ne ha diffuso notizia con il seguente comunicato.
"Il 2017 è un anno di grande impegno e di grandi emozioni: le elezioni regionali si avvicinano e per il M5S discutere e confrontarsi sui temi è prassi normale e irrinunciabile, per questo motivo la costruzione del Programma del Movimento 5 Stelle per il governo della Regione Siciliana, come sempre, avverrà grazie al contributo non solo degli attivisti, ma di tutti i cittadini siciliani. Il prossimo weekend si darà il via all’iniziativa iDAY, una serie di giornate dedicate alla raccolta di proposte per il programma regionale. Saranno raccolte le idee dei cittadini, attraverso banchetti e gazebo e utilizzando dei moduli prestabiliti dal M5S. Le proposte dei cittadini raccolte durante i banchetti saranno vagliate dal gruppo dei deputati dell’ARS per poterle scremare, solo ed esclusivamente, da quelle che non sono di competenza regionale, tutte le altre nel mese di maggio saranno oggetto della valutazione degli iscritti al M5S attraverso il voto online sulla piattaforma Rousseau, le più votate entreranno a far parte del programma del Movimento 5 Stelle alla Regione Siciliana"
.
  
Redazione
10 febbraio 2017.
        

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


10/02/2017

Salute. "Criticità in psicogeriatria"; convegno a Sciacca nei giorni 10 e 11 febbraio

 

Criticità in psicogeriatria
Locandina

Si terrà a Sciacca, presso l’ex convento San Francesco, il 10 e l’11 febbraio 2017, il convegno sul tema "Criticità in psicogeriatria", nell'ambito delle "VI Giornate Psicogeriatriche Agrigentine". Nel corso delle relazioni verranno trattati argomenti di neuropsicologia, clinica e farmacologia. Il convegno sarà aperto dal prof. M. Trabucchi, Presidente della Società Italiana di Psicogeriatria. Interverranno: il prof. U. Senin, già Presidente della Società Italiana di Geriatria e Gerontologia e, nell’ambito della sessione medico-legale, il prof. G. Nivoli, già Presidente della Società Italiana di Psichiatria Forense. Sono previsti diversi interventi su progetti Alzheimer realizzati dagli psicologi borsisti operanti nel più ampio progetto di psicogeriatria territoriale, grazie al quale l’assistenza del paziente affetto da demenza nel territorio e nei centri diurni è notevolmente migliorata.
I grandi progressi nella scienza medica hanno indubbiamente portato al raggiungimento di enormi traguardi, tra cui quello dell’aumento della longevità. Una popolazione sempre più anziana e sempre più caratterizzata dalla convivenza con una o, più spesso, diverse patologie croniche, ha portato alla comparsa di nuovi panorami epidemiologici ed a nuovi scenari di cura.
Coerentemente con tale trend epidemiologico, anche la demenza di Alzheimer è una patologia in progressivo aumento; essa è associata, come molte altre malattie croniche, a bisogni complessi.
La complessità della sfida alle demenze e la loro crescita esponenziale, legata all’’aumento dell’aspettativa di vita, rendono necessari sul territorio interventi assistenziali appropriati e precoci, che richiedono una preparazione del personale sanitario adeguata. In Sicilia, si stimano almeno 50.000 casi di demenza, in linea con il dato di prevalenza a livello nazionale”, osserva lo Psichiatra e Farmacologo Dott. Giuseppe Provenzano, Responsabile dell’Unità operativa complessa di Malattie Psichiatriche Degenerativo-lnvolutive dell’ASP di Agrigento e Presidente dell’AIP (Associazione Italiana Psicogeriatria) Sezione Sicilia, che continua affermando: “l’aumento della frequenza di problemi riguardanti la salute mentale negli over 65 richiede uno specifico approccio diagnostico, terapeutico e riabilitativo ed obbliga a ripensare lo scenario di cura di una patologia così complessa qual è la demenza”. Una dimenticanza o una distrazione nella quotidianità può senz’altro capitare a tutti. Tale eventualità deve, però, allarmare solo quando torna a manifestarsi con una certa frequenza. Così come se una volta mentre si è alla guida ci si trova ad interrogarsi su dove si stia andando, ci si sente persi o smarriti (cosa ben diversa dall’aver semplicemente sbagliato strada) si può anche far finta di nulla. Non però allorquando ci si dovesse trovare a rivivere la medesima esperienza. Non sono i segnali episodici ma la frequenza con la quale si manifestano a costituire un vero e proprio campanello di allarme. E non c’è un’età a rischio. Si crede che la demenza o l’Alzheimer siano malattie “da vecchi’ solo perché il picco massimo dei sintomi si ha tra gli 80 e i 90 anni. In realtà, i primi segnali possono affacciarsi anche a 50 anni. Basti pensare che quando intervengono dopo i 60 anni si parla di “esordio tardivo”. In Italia, secondo l’Istat, circa 1 milione di italiani sono colpiti da questa malattia. Ma ci sono anche altri numeri che destano davvero allarmismo: quelli della mortalità. La demenza e la malattia di Alzheimer sono al 6° posto tra le cause di morte più frequenti in Italia. Nel 2015 (ultimo dato Istat disponibile) sono state responsabili del 4,3% del totale dei decessi, in deciso aumento rispetto a soli 5 anni prima (2,8%).
  
Redazione
10 febbraio 2017.
        

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


10/02/2017

Scuola. Prima Giornata Nazionale contro Bullismo e Cyber bullismo; al "Roncalli" di Grotte

 

Giornata Nazionale contro Bullismo e Cyberbullismo


Giornata Nazionale contro Bullismo e Cyberbullismo

Martedi 7 febbraio 2017 si è celebrato, in contemporanea in oltre 100 nazioni di tutto il mondo, il Safer Internet Day, la Giornata mondiale per la sicurezza in Rete. Istituita e promossa dalla Commissione Europea, che per questa XIV edizione propone lo slogan “Be the change: unite for a better internet”. Far riflettere i giovani sull’uso consapevole della rete, ma anche sul ruolo attivo e responsabile di ciascuno nella realizzazione di internet come luogo positivo e sicuro è stato l’obiettivo della manifestazione. In Italia, in concomitanza al Safer Internet Day, è stata celebrata la prima giornata nazionale contro il bullismo e il cyber bullismo. Una giornata a tema, pensata per riflettere su un problema subdolo, che si insinua, si nasconde e si camuffa anche attraverso il web. L’iniziativa lanciata dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca nell’ambito del Piano nazionale contro il bullismo, nella nostra Provincia è stata promossa, divulgata e condivisa dal Gruppo Provinciale per la prevenzione del bullismo e del cyber bullismo. In vista dell’evento, i componenti del Gruppo Provinciale, Stefania Ierna, Enza Ierna e Santino Lo Presti, hanno incontrato studenti e genitori del “Roncalli” di Grotte per promuovere azioni educative per la sicurezza in Rete e per un uso consapevole dei nuovi strumenti di comunicazione. Un incontro-dibattito aperto e moderato dal Dirigente Scolastico Rosa Pia Raimondi, che ha previsto momenti di informazione, approfondimento, confronto, ma anche piccole pillole di pronto intervento, utili per gestire eventuali atti di bullismo.
Il consiglio principale - spiega Santino Lo presti, Dirigente Scolastico e componente del gruppo - è parlare subito di questo problema con un adulto, magari un genitore, o un insegnante”.
E per diffondere e rinforzare questa semplice, ma efficace risposta al bullismo, il Gruppo Provinciale ha scelto come slogan del progetto “Vince chi parla”. Il gruppo di lavoro si sposterà nei prossimi giorni in tutte le scuole della nostra provincia per promuovere l’iniziativa.
(Nelle immagini a lato, alcuni momenti della manifestazione).
  
Redazione
10 febbraio 2017.
        

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


10/02/2017

Iniziative. "Amore" ed "Elegantya"; mostra di pittura e ceramica a Grotte, dall'11 al 19 febbraio

 

"Amore" ed "Elegantya"
Manifesto

Sarà inaugurata sabato 11 febbraio, alle ore 17.00 presso l'atrio interno del Palazzo municipale di Grotte, la mostra di ceramica e pittura "Amore Elegantya Venezia-Grotte" degli artisti Gloria Vernengo e Giuseppe Librici.
L'iniziativa è promossa dalla Proloco "Herbessus" Grotte con il patrocinio del Comune e dell'associazione "Humus".
Nel corso della cerimonia di inaugurazione, condotta da Angelo Palermo, le relazioni sulle opere saranno curate da Gaspare Agnello e Calogero Alaimo Di Loro; gli interventi musicali saranno proposti dal gruppo folk "Herbessus" e dal gruppo musicale dell'Istituto comprensivo "Angelo Roncalli".
La mostra potrà essere visitata dall'11 al 19 febbraio, dalle ore 08.30 alle 14.00 e dalle 16.00 alle 20.00.
Il presidente della
Proloco "Herbessus" Filippo Vitello ed il sindaco Paolino Fantauzzo invitano la cittadinanza a partecipare.
  
Redazione
10 febbraio 2017
© Riproduzione riservata.
        

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


10/02/2017

Iniziative. "Passo e... spasso!", la "Passeggiata della Salute"; percorso di venerdi 10 febbraio

 

Passo e... Spasso!

Appuntamento settimanale del venerdi con "Passo e... spasso!", la passeggiata "della salute".

Questo sarà il programma ed il nuovo percorso di oggi, venerdi 10 febbraio:
ore 20.00 raduno in piazza mercato (Piazza A. Magnani);
ore 20.15 partenza

Via Machiavelli, Via Marte, Via Crispi, Via Moro, Via Terranova, Via Giuliano, Via Montana, Via Saragat, Via Ingrao, Via Livatino, Via Liguria, Via Romita, Via Spitali, Via Volta, Via Vico, Via Turati, Via Nenni, Via Pirandello, Via Leopardi, Via San Desiderio, Via Madonna delle Grazie, Via Sant’Agostino, Via Cavour, Via San Giovanni, Via Collegio, Via Villa Fiorita, arrivo Piazza Magnani.

Per partecipare, del tutto gratuitamente, basta calzare comode scarpe ed avere un pizzico di buona volontà. Non si tratta di una corsa ma di una vera e propria passeggiata lungo un percorso per nulla difficoltoso.
 

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


08/02/2017

Comune. Diramata allerta meteo arancione; per domani previsti venti forti e temporali

 

Allerta meteo arancione

La Protezione civile regionale ha diramato una "Allerta meteo arancione" per mettere in guardia su precipitazioni, anche a carattere di rovescio o temporalesco dalle prime ore di domani, giovedì 9 febbraio, per le successive 24-36 ore. Nella nota si legge: "I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento". Il sindaco di Grotte Paolino Fantauzzo informa di avere attivato le procedure previste in questi casi e invita i cittadini a mettere in atto tutte le precauzione atte a prevenire pericoli per la propria sicurezza.
Per il livello dell'allerta, arancione (il terzo in ordine di gravità, dopo verde e giallo, è preavviso di fenomeni moderatamente forti e precede il "rosso" che è il grado di allerta massimo), tuttavia non sono previste misure straordinarie, pertanto domani a Grotte gli uffici e le scuole di ogni ordine e grado rimarranno regolarmente aperti.
  
Redazione
8 febbraio 2017
© Riproduzione riservata.
        

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


08/02/2017

Ambiente. La raccolta differenziata dei rifiuti ed i "pinocchi" della indifferenziata

 
 

La raccolta non differenziata

 

La raccolta non differenziata
Pinocchio

Schema per la raccolta differenziata
Schema

Lunedi 8 agosto inizia a Grotte la raccolta differenziata "porta a porta"; informazioni ed indicazioni
Depliant 1^ parte

Lunedi 8 agosto inizia a Grotte la raccolta differenziata "porta a porta"; informazioni ed indicazioni
Depliant 2^ parte

Ieri, martedi 7 febbraio 2017, giorno di raccolta "porta a porta" del materiale "indifferenziato", almeno la metà dei sacchetti non sono stati prelevati e sono rimasti a terra. Come mai gli operatori ecologici, accompagnati dalla Polizia Municipale, non li hanno raccolti? Vediamo cosa è successo, andando con ordine.
Dall'8 agosto dello scorso anno, anche per il comune di Grotte è stato adottato sistema di raccolta differenziata dei rifiuti "porta a porta". Dalle vie del paese sono stati rimossi i cassonetti ed i cittadini sono stati invitati, attraverso una campagna informativa e con depliant recapitati a casa, a differenziare i rifiuti domestici secondo le varie tipologie di materiale: organico, carta e cartone, plastica, vetro, alluminio, indifferenziato. Sin dai primi giorni la maggior parte dei cittadini si è subito adattata al nuovo sistema di raccolta. Qualche persona poco propensa a differenziare, ha pensato - allora - di disfarsi della spazzatura gettandola semplicemente per strada; numerose sono state le contravvenzioni elevate dalla Polizia Municipale a carico degli inadempienti.
Ma si sa: fatta la legge, trovato l'inganno.
Col trascorrere del tempo, nonostante l'attivazione di nuovi servizi (l'ampliamento dell'isola ecologica; la possibilità di depositarvi gli sfabbricidi, lo sfalcio erba, lampade e neon, pile e batterie esauste; i Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche "RAEE" come frigoriferi, televisori, lavatrici, computer; gli ingombranti come mobili vecchi, divani, sedie, materassi; da ultimo l'installazione di cassonetti per la raccolta di abiti usati), rispetto ai primi mesi, il quantitativo di rifiuti da conferire in discarica è pian piano aumentato.
Mentre il materiale "differenziato" viene ritirato da ditte specializzate a costo zero (in alcuni casi viene riconosciuto al Comune un corrispettivo; cioè ci viene pagato), il materiale "indifferenziato" va a finire in discarica, dove viene pesato ed i costi - che tutti purtroppo ben conosciamo - ci vengono caricati in bolletta e svuotano i nostri portafogli.
La maggior parte dei cittadini ha continuato a differenziare correttamente i rifiuti, però è andato aumentando il  numero di quelli che (pensando "per una volta che vuoi che sia...", "tanto non ci fa niente...", "chi vuoi che se ne accorga...") hanno ritenuto di gettare tutto tra il materiale "indifferenziato".
Mentre durante le prime settimane di raccolta gli operatori ecologici prestavano maggiore attenzione al tipo di materiale da ritirare, via via (sia per evitare continue contestazioni, sia per velocizzare i tempi di raccolta) hanno preso a prelevare i sacchetti senza curarsi - come invece è loro dovere - di verificarne il contenuto; soprattutto per il materiale "indifferenziato" che va in discarica. E così, mentre loro "chiudevano un occhio", molti cittadini hanno acquisito la pessima abitudine di mettere tutti i rifiuti nel sacchetto del materiale "indifferenziato", contravvenendo all'obbligo (perché di obbligo, oltre che di "dovere civico", si tratta) di differenziare correttamente e con attenzione.
Quello che viene definito come materiale "indifferenziato" (e che altrove, più chiaramente, chiamano "rifiuto secco residuo" o "secco non riciclabile") comprende tutti i materiali non riciclabili: carta oleata o plastificata, giocattoli e posate in plastica, piatti in plastica non puliti, pannolini e assorbenti, cd, musicassette, dvd, lampadine, penne e pennarelli, spazzolini, collant, rasoi in plastica, sacchi per aspirapolvere, eccetera. Quindi, "indifferenziato" non è sinonimo di "non differenziato": è tutto ciò che non appartiene alle altre categorie (organico, carta e cartone, plastica, vetro, alluminio) e che non si può riciclare. Non occorre un master post-laurea per comprenderlo (eppure, è successo realmente proprio ieri, un giovane ingegnere ha trovato difficoltà nell'afferrare questo concetto!). Si dirà che si poteva spiegare prima e meglio: è stato fatto; sarebbe bastato leggere il depliant inviato alle famiglie (vedi a lato) o l'articolo del 1° agosto 2016.
Torniamo ai fatti di ieri.
All'ennesimo rapporto pervenuto dalla discarica di Siculiana, sul quantitativo di rifiuti conferiti, il Comune ha voluto effettuare dei controlli dai quali è emerso che erano in aumento i cittadini che scorrettamente gettavano tutti i rifiuti nel materiale "indifferenziato" (non facendo la raccolta differenziata) e che gli operatori ecologici non avevano provveduto a verificare che la differenziata fosse effettuata correttamente.
Prima di far elevare contravvenzioni in massa a tutti gli inadempienti, gli amministratori hanno provveduto a far affiancare la Polizia Municipale agli operatori ecologici. Gli agenti hanno controllato sia l'attività degli operatori che il contenuto dei sacchetti della "indifferenziata"; quelli che contenevano materiale riciclabile (organico, carta e cartone, plastica, vetro, alluminio...) sono stati lasciati sul posto. Non si è trattato di una dimenticanza, di un disservizio o di una disattenzione.
Quanti, soprattutto sui social network, hanno espresso commenti disinformati (tanti in buona fede e qualche "pinocchio"), potranno facilmente verificare il contenuto del loro sacchetto e constatare il proprio operato.
Mentre ieri la Polizia Municipale si è limitata a non far ritirare il sacchetto col materiale non correttamente differenziato, nei futuri controlli dei prossimi giorni metterà mano al blocchetto delle contravvenzioni.
Vogliamo un paese pulito? Vogliamo una bolletta della spazzatura più leggera? Cominciamo a darci da fare iniziando da casa nostra, differenziando correttamente i rifiuti (per quanti non l'hanno ancora fatto) e incrementando per quanto possibile la frazione "differenziata". Ne beneficeranno il paese e le nostre tasche.
  
Carmelo Arnone
8 febbraio 2017
© Riproduzione riservata.
        

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


06/02/2017

Chiesa. Avvisi ed appuntamenti della Settimana

 

Chiese di Grotte

Pubblichiamo gli avvisi diffusi al termine delle sante Messe domenicali e gli appuntamenti ecclesiali più rilevanti.
Per agevolarne la consultazione, gli avvisi settimanali sono pubblicati anche nella pagina Chiesa.

Lunedi 6
febbraio
- ore 08.45, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 17.30, a san Rocco, santa Messa;
- ore 17.30, in chiesa Madre, santa Messa;
- ore 19.30, in chiesa Madre, incontro di preghiera del Rinnovamento nello Spirito;
- ore 20.00, a san Rocco, Consiglio pastorale.

Martedi 7
febbraio
- ore 08.45, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 09.00, a san Rocco, santa Messa;
- ore 17.30, in chiesa Madre, santa Messa;
- ore 20.00, a san Rocco, riunione del gruppo famiglie.

Mercoledi 8
febbraio - Quarantore
- ore 08.45, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 09.00, a san Rocco, santa Messa;
- ore 09.30, a san Francesco, santa Messa (Quarantore);
- ore 16.00, a san Francesco, Ora santa (Quarantore);
- ore 17.30, in chiesa Madre, santa Messa;
- ore 19.30, catechesi del Rinnovamento nello Spirito.

Giovedi 9
febbraio - Quarantore
- ore 08.45, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 09.30, a san Francesco, santa Messa (Quarantore);
- ore 16.00, a san Francesco, Ora santa (Quarantore);
- ore 17.30, a san Rocco, santo Rosario, preghiere a santa Rita e santa Messa;
- ore 17.30, in chiesa Madre, santa Messa;
- ore 19.00, a san Rocco, riunione dei catechisti;
- ore 19.30, a san Rocco, riunione del gruppo liturgico e della corale.

Venerdi 10
febbraio - Quarantore
- ore 08.45, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 09.00, a san Rocco, santa Messa;
- ore 09.30, a san Francesco, santa Messa (Quarantore);
- ore 16.00, a san Francesco, Ora santa (Quarantore);
- ore 17.30, in chiesa Madre, santa Messa;
- ore 20.00, a san Francesco, riunione dei genitori che hanno battezzato quest'anno e di quelli che devono battezzare;
- ore 20.00, a san Francesco, riunione delle giovani coppie di sposi;
- ore 20.00, a san Francesco, riunione dei genitori dei ragazzi che si preparano a ricevere la Prima Comunione.

Sabato 11
febbraio - Quarantore
- ore 08.45, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 09.30, a san Rocco, santa Messa (Quarantore);
- ore 16.00, a san Rocco, Ora santa (Quarantore);
- ore 17.00, a san Rocco, Vespri e Santa Messa (Quarantore);
- ore 18.30, in chiesa Madre, santa Messa.

Domenica 12
febbraio - Quarantore
- ore 08.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 10.00, nella chiesa san Rocco, santa Messa;
- ore 11.00, in chiesa Madre, santa Messa;
- ore 11.30, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 17.30, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 18.45, in chiesa Madre, santa Messa.

AVVISI

Chi volesse far celebrare una Giornata delle Quarantore - che inizieranno mercoledi 8 febbraio nella chiesa di san Francesco - può prenotarsi in parrocchia.

Orari delle Sante Messe in vigore dal 30/10/2016:

   Feriali:
   ore 08.45, chiesa Madonna del Carmelo
   ore 18.30, chiesa Madre

   Prefestivi:
   ore 18.30, chiesa Madre
   ore 20.15, chiesa San Francesco (animata dalle comunità neocatecumenali)

   Festivi:
   ore 08.00, chiesa Madonna del Carmelo
   ore 10.00, chiesa San Rocco
   ore 11.00, chiesa Madre
   ore 11.30, chiesa Madonna del Carmelo
   ore 17.30, chiesa Madonna del Carmelo
   ore 18.45, chiesa Madre
 

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


06/02/2017

Comune. Convocato il Consiglio comunale per venerdi 10 febbraio alle ore 20.00

 

Aula consiliare "Antonio Lauricella"
Aula consiliare

L'adunanza del prossimo Consiglio comunale, convocato in seduta ordinaria su determinazione della presidente Serafina Marchetta, è stata fissata per venerdi 10 febbraio, alle ore 20.00, nella Sala Consiliare “Antonio Lauricella”.
Verrà discusso il seguente ordine del giorno:
1) Nomina scrutatori, lettura ed approvazione verbali delle sedute precedenti;
2) Comunicazione riguardante l'adozione della deliberazione di G.M. n. 82 del 13/09/2016 avente ad oggetto: "Assegnazione somme per la realizzazione dei festeggiamenti della Madonna delle Grazie 2016" con prelevamento Fondo di Riserva;
3) Comunicazione riguardante l'adozione della deliberazione di G.M. n. 103 del 04/11/2016 avente ad oggetto: "Assegnazione somme per la creazione dell'archivio informatico dei documenti" con prelevamento Fondo di Riserva;
4) Comunicazione riguardante l'adozione della deliberazione di G.M. n. 104 del 10/11/2016 avente ad oggetto: "Assegnazione somme al Responsabile di P.O. n. 5 per la realizzazione della Festa di Santa Venera e Natale 2016" con prelevamento Fondo di Riserva;
5) Comunicazione riguardante l'adozione della deliberazione di G.M. n. 119 del 15/12/2016 avente ad oggetto: "Assegnazione somme ai Responsabili di P.O." con prelevamento Fondo di Riserva;
6) Interrogazione prot. n. 1013 del 26/01/2017 del gruppo consiliare "Grotte Libera e Solidale" avente oggetto: "Interrogazione costi servizio raccolta rifiuti";
7) Interrogazione prot. n. 1014 del gruppo consiliare "Grotte Libera e Solidale" avente oggetto: "Interrogazione chiarimenti determina P.O. n. 5 n° 686 del 19/11/2016, revoca determinazione n° 682 del 16/11/2016 (Approvazione avviso di selezione pubblica stabilizzazione personale precario contrattista)":
8) Interrogazione prot. n. 1015 del gruppo consiliare "Grotte Libera e Solidale" avente oggetto: "Interrogazione sul consorzio SRR società regolamentazione rifiuti";
9) Interrogazione prot. n. 1017 del gruppo consiliare "Grotte Libera e Solidale" avente oggetto: "Interrogazione sulla riduzione delle risorse disponibili per l'approvvigionamento idropotabile da parte di Girgenti Acque";
10) Art. 30, comma 7 e 7 bis della legge regionale 28 gennaio 2014, n° 5 e s.m.i. - Anticipazione della quota del fondo destinato al compenso degli squilibri finanziari;
11) Discussione sui minori stranieri non accompagnati assegnati al Comune di Grotte e quali provvedimenti intende intraprendere l'amministrazione comunale in merito.
In caso di mancanza del numero legale la seduta sarà sospesa per un'ora e, qualora dopo la sospensione non ci fosse ancora la presenza del numero legale dei Consiglieri, la seduta di seconda convocazione sarà tenuta il giorno successivo, sempre alla stessa ora.
     

Redazione
6 febbraio 2017.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


05/02/2017

Comune. L'Amministrazione risponde alla nota del M5S Grotte in merito all'incontro di democrazia partecipata

 

Democrazia partecipata

Di seguito, la risposta dell'Amministrazione comunale in riferimento alle critiche che il Meetup del Movimento 5 Stelle di Grotte ha sollevato in merito all'assemblea sulla Democrazia Partecipata che si è tenuta lo scorso mercoledi 1 febbraio.
Si precisa che il titolo dell'articolo del 3 febbraio 2017 e la presentazione relativa alla comunicazione pervenuta è - come sempre - a cura di questa Redazione
.

*****

"Egregio Direttore,
quanto pubblicato dal M5S di Grotte, con riferimento al recente incontro che si è tenuto in Comune per discutere delle iniziative da porre in essere con forme di democrazia partecipata, denota e conferma la limitata propensione dei grillini di casa nostra a sostenere un confronto dialettico. Duole constatare che la narrazione pentastellata non risulta affatto aderente a quanto realmente accaduto in occasione dell’evento in questione. Pertanto, occorre mettere un po’ d’ordine al fine di ristabilire la verità. La nota del Meetup del Movimento 5 stelle di Grotte a cui ci riferiamo, pubblicata su codesto quotidiano è a firma di Angelo Costanza, Gaspare Bufalino Marinella, Lillo Chiarenza e Rosalba Cimino dal titolo “Disarmante la visione della democrazia e della partecipazione che hanno i nostri rappresentanti”.
Preliminarmente, desideriamo ribadire ancora una volta, che le inesattezze,  le illazioni e i giudizi diffusi su internet, non rientrano tra le preoccupazioni di quest’Amministrazione, il cui unico scopo è esclusivamente quello di lavorare nell’interesse della comunità grottese, pur tra le tantissime difficoltà.
Spesso ci capita di sottrarre tempo prezioso agli impegni amministrativi con cui quotidianamente ci dobbiamo confrontare ma onestà intellettuale vuole che alle inesattezze riferite ed alle accuse mosse vada data una risposta.
Innanzi tutto è d’uopo evidenziare che alla riunione hanno partecipato quattordici associazioni di indubbio rilievo e di ineccepibile spessore rappresentativo della cittadinanza tutta, specie della componente giovanile ed operanti in importantissimi ambiti che vanno dalla cultura, all’arte in ogni sua espressione, alla musica, alla solidarietà, allo sport etc. etc..
Peraltro, nonostante la diffusa riluttanza a partecipare agli incontri di natura politica, si è visto anche qualche cittadino.
Si è voluto artatamente stigmatizzare il fatto che la riunione è stata indetta sol perché la legge lo impone.
Ebbene, sarebbe da veri ipocriti affermare che siffatte iniziative erano all’ordine del giorno delle amministrazioni locali prima della previsione normativa (l.r. 5/14, art. 6).
Purtuttavia, tutte le amministrazioni che si sono succedute a Grotte, inclusa quella attualmente in carica, si sono sempre lealmente e puntualmente confrontate con le diverse realtà operanti nel territorio, coinvolgendole in ordine a determinate iniziative di interesse generale. É noto a tutti che sindaco, assessori e consiglieri comunali non se ne stanno rintanati nelle proprie case davanti ad un computer ma continuano a preferire il contatto umano con i propri concittadini. Ciò dovrebbe essere riconosciuto per onestà intellettuale ma ci rendiamo conto che potrebbe essere troppo pretendere un simile slancio da chi ritiene ogni occasione buona per fare campagna elettorale, pur in assenza di elezioni.
Ad ogni buon conto, la riunione è stata convocata in ottemperanza alla legge vigente in materia.
Durante la riunione tenutasi il 1° febbraio u.s., sono state avanzate molte proposte delle quali, anche se in maniera sommaria, si è discusso. Si è trattato anche di una delle idee avanzate dal M5S, sebbene fuori tema giacché estranea alle azioni elencate nell’avviso di convocazione. Tant’è che si è chiarito al rappresentante del M5S di Grotte Gaspare Bufalino Marinella che il tema della videosorveglianza non rientrava tra gli interventi in materia di democrazia partecipata oggetto di discussione. A tal proposito, cogliamo l’occasione per segnalare che, in realtà, l’amministrazione ha già posto in essere interventi di potenziamento e miglioramento dell’impianto di videosorveglianza esistente con l’utilizzo delle risorse provenienti dalla riduzione delle indennità degli amministratori e consiglieri ma ciò, come le tante altre cose buone realizzate nonostante le note ristrettezze finanziarie, come di consueto, sono sfuggite al sig. Bufalino e compagnia. Forse, per il Movimento 5 stelle di Grotte, si sarebbe dovuto parlare solo e soltanto delle proposte grilline siccome ritenute le uniche meritevoli di discussione e di realizzazione... strano modo di intendere la democrazia!!! A volte il buon senso dovrebbe indurre a contenere le pulsioni demagogiche e populiste in contesti non deputati alla propaganda ma ad un confronto costruttivo che dovrebbe essere caratterizzato da toni pacati improntati al rispetto di tutti gli interlocutori. La reiterata affermazione secondo la quale il Sindaco Fantauzzo sarebbe stato eletto da una minoranza di grottesi porterebbe a ritenere il Movimento 5 stelle locale una forza politica dai numeri plebiscitari! Ebbene, appare opportuno ritornare sulla terra per segnalare che gli attivisti locali non sembrano superare il numero delle stelle riportate nel loro simbolo e che, in verità, alle ultime elezioni amministrative la quantità dei voti raccolti dal Movimento 5 stelle, con candidato Sindaco il sig. Bufalino, corrispondono grosso modo (o forse meno) a quelli ottenuti da un consigliere eletto nella lista che ha sostenuto la candidatura, vincente, del Sindaco Fantauzzo. Ma noi rispettiamo tutti gli elettori e le loro sacrosante scelte politiche. Questa amministrazione si ritiene onorata ed onerata di servire tutti i cittadini indistintamente. L’entusiasmo dei partecipanti evocato dagli autori della nota in commento in ordine all’idea di promuovere un sondaggio online, francamente non lo si è percepito poiché realmente non esplicitato per come si vorrebbe far credere. Peraltro, siffatte modalità consultive sino ad oggi adoperate non pare abbiano sortito effetti convincenti, considerate le non poche perplessità sollevate in merito. In ogni caso, questa amministrazione non ha mai precluso ad alcuno l’uso di qualsivoglia mezzo per esternare idee, opinioni, critiche e suggerimenti, pur prediligendo il contatto umano e, comunque, strumenti agevolmente usufruibili da tutti. Indi, massima libertà di forme! Inqualificabile e biasimevole l’avere parlato di “mance elettorali”. Chi utilizza simili espressioni dovrebbe provare solo imbarazzo e vergogna perché arreca un’ingiusta offesa a tutte le associazioni, presenti e non, che costituiscono il cuore pulsante del nostro piccolo paese, alle quali dobbiamo solo essere grati. Le nostre associazioni impegnano moltissimi giovani preservandoli dalle tante insidie che quotidianamente attentano alla serenità delle nostre famiglie. Promuovono molte iniziative sociali, culturali, sportive che animano l’intera comunità che ne trae grande giovamento. Basti ricordare, a titolo meramente esemplificativo, l’importante contributo al rilancio del Premio Racalmare, il reiterato successo del Premio Martoglio, l’ottima riuscita delle festività Pasquali, la promozione delle nostre tradizioni dei nostri prodotti tipici, il raduno bandistico, l’irrinunciabile presenza delle qualificatissime bande musicali, gli importanti eventi lirici, le bellissime iniziative della proloco per non parlare della quotidiana attività di solidarietà delle Onlus, solo per fare qualche citazione. Quest’amministrazione ha sempre tenuto nella giusta considerazione tutte le associazioni locali, a prescindere dalle rispettive e legittime simpatie politiche, unicamente per la loro preziosissima ed indispensabile opera. Anzi, spesso ci si rammarica perché l’esiguità delle risorse disponibili non consente di supportarle per come meritano. Se si usasse diffusamente lo stile grillino, come ci si dovrebbe approcciare alle vicissitudini che stanno interessando il loro movimento, per come riportate dalle cronache di tutti i giorni? Tuttavia, è preferibile imitare esempi virtuosi e non scadere in condotte suscettive di esasperare i toni e di minare un confronto dialettico, democratico e rispettoso degli interlocutori. Si è voluto porre in cattiva luce il Sindaco allorquando ha precisato che l’amministrazione si riserva di scegliere tra le tante proposte rientranti tra le azioni individuate. Chi amministra ha la responsabilità di decidere e non può prescindere dal fare alcune scelte privilegiando alcune iniziative ed accantonandone altre, essendo state avanzate diverse proposte che, per l’esiguità delle disponibilità finanziarie, ovviamente non potranno essere tutte accolte. La democrazia partecipata rappresenta un passaggio fondamentale per interagire e dialogare con l’amministrazione che, dal suo canto, nell’assumere le decisioni che le competono, deve saper sintetizzare le istanze della collettività. Rassicuriamo, pertanto, che, anche quest’anno, la democrazia partecipata grottese, grazie alla collaudata sinergia con le realtà seriamente impegnate nel nostro paese, sortirà ottimi risultati, i grillini locali se ne facciano una ragione. Sino ad oggi quest’amministrazione ha inconfutabilmente dimostrato di aver saputo fare scelte, spesso coraggiose, nell’esclusivo interesse della nostra comunità e di ciò ci è stato dato atto sia dalla vicinanza e solidarietà di molti cittadini che dall’apprezzamento riconosciutoci anche fuori, ivi compresi esponenti del Movimento 5 Stelle, chiaramente non grottesi. Riteniamo i cittadini grottesi, giovani e meno giovani, dotati di esemplare intelligenza che sicuramente li redarguirà dal cedere alle illusionistiche esortazioni grilline. A proposito delle “mance elettorali” invocate dai rappresentanti del M5S locale, non possiamo fare a meno di ricordare un vecchio detto che così recita: “l’omu di mala cuscenza comu opera accussì pensa”.
Roma - capitale d’Italia – insegna!".

 

   

Paolino Fantauzzo - Sindaco
Diego Aquilina - Assessore al Bilancio
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


05/02/2017

Ambiente. Temporaneamente chiusa la discarica di Siculiana; difficoltà per la raccolta della "indifferenziata"

 

Grotte: raccolta differenziata "porta a porta"
"Porta a porta"

Aggiornamento alle ore 16.40 di domenica 5 febbraio 2017.
La ditta Catanzaro ha comunicato che da domani, lunedi 6 febbraio 2017, la discarica riaprirà regolarmente.

****

Ancora un'altra chiusura temporanea per la discarica Catanzaro, di Siculiana. A causa di problemi tecnici e difficoltà nello smaltimento del materiale conferito, l'attività della discarica è sospesa. Nella comunicazione, giunta ieri, si accenna ad una chiusura di "un paio di giorni"; termine generico che spesso è sinonimo di "non sappiamo sino a quando".
Gli autocompattatori che venerdi mattina hanno effettuato la raccolta porta a porta del materiale "indifferenziato", non hanno potuto conferire in discarica e sono tornati in sede con il proprio carico. Il prossimo giorno di raccolta della "indifferenziata" a Grotte dovrebbe essere martedi 7 febbraio, tuttavia è molto probabile che la raccolta non potrà essere effettuata perché gli autocompattatori non saranno in condizione di ricevere il materiale, non potendo conferirlo in nessuna discarica.
L'Amministrazione comunale, in attesa della comunicazione ufficiale della Regione Siciliana per l'eventuale autorizzazione al conferimento in un'altra discarica autorizzata (con susseguente aggravio di costi per il trasporto), invita i cittadini ad incrementare quanto possibile la separazione dei rifiuti domestici, in modo da ridurre al minimo la produzione della "indifferenziata". Il comportamento dei cittadini poco sensibili che non si preoccupano di fare correttamente la raccolta differenziata "tanto per una volta non succede niente" si dimostra poco rispettoso dell'ambiente, danneggia l'intera collettività e contribuisce ad aumentare il costo complessivo delle bollette.
Continua regolarmente la raccolta "differenziata" (plastica, alluminio, vetro, carta e cartone, umido, pile esauste, lampade).
Il materiale "indifferenziato" che non si può tenere in casa per motivi di igiene, solo per casi indifferibili (ad esempio pannolini sporchi...), in via eccezionale è possibile consegnarlo all'isola ecologica.
     

Carmelo Arnone
5 febbraio 2017
© Riproduzione riservata.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


04/02/2017

Racalmuto. Ricambio degli Assessori in Giunta con il sostegno della Lista Borsellino; nota del sindaco Messana

 

Emilio Messana
Emilio Messana

É stata ufficializzata ieri, venerdi 3 febbraio, dal sindaco di Racalmuto Emilio Messana, la nuova Giunta (sostenuta dal PD e dalla Lista Borsellino), nella quale gli assessori Salvatore Manto e Paolo Alessi sono stati sostituiti da Valentina Zucchetto e Giuseppe Sole.

*****

"Oggi una nuova giunta si insedia. Una giunta istituzionale che esprime la volontà politica di dare forza ed energia al governo della nostra città.
In nome dei problemi del nostro paese, della necessità di governarli, abbiamo detto di no alla sfiducia e ad una nuova stagione di commissariamento. Racalmuto viene prima degli equilibri tra le forze politiche.
In un passaggio delicato e storico per il nostro paese, la Lista Borsellino ha indicato una strada diversa. La politica si deve confrontare, unire e dividere sul merito delle scelte e non per il mero esercizio del potere, strumentale al rafforzamento di piccole cordate elettorali.
In queste settimane ci siamo incontrati, sindaco, giunta, i consiglieri del Partito Democratico e della Lista Borsellino per seguire l'ordinaria amministrazione e per confrontarci sulle necessità del nostro paese. Ho detto a chiare lettere che non posso e non voglio governare da solo o, peggio ancora, con un rapporto ambiguo, instabile e incerto con il Consiglio Comunale.
Ai consiglieri comunali che hanno avuto fiducia nel ruolo delle istituzioni ho chiesto di impegnarsi direttamente, innervando con le loro idee, il loro entusiasmo i programmi e l'azione amministrativa.
Non era scontato che ciò accadesse e il tempo trascorso è servito a valutare se sussistevano le condizioni per un percorso comune, che non poteva fondarsi sulla mera opposizione alla mozione di sfiducia. Il forte senso di responsabilità riscontrato in queste settimane unito al rispetto per le istituzioni e alla consapevolezza delle necessità del nostro paese hanno aperto una prospettiva politica per assicurare un nuovo governo alla città.
L'ambizione è quella di tradurre in un modello quanto abbiamo sperimentato in queste settimane, con i consiglieri comunali, il sindaco e la giunta direttamente impegnati e coinvolti nelle azioni e nelle scelte amministrative. Un modello che parte dalle istituzioni per aprirsi alla società, ai giovani, alle associazioni, agli uomini e alle donne che vogliono partecipare alle scelte e alle decisioni che competono a chi amministra, contribuendo a renderle più efficaci ed incisive.
Ho ritenuto doveroso proporre alla Lista Borsellino di collaborare direttamente nella giunta e favorire, in tal modo, il coinvolgimento delle competenze, delle professionalità e delle idee che il movimento cittadino rappresenta.
La Lista Borsellino ha indicato una delegazione composta dalla consigliera comunale Valentina Zucchetto e dall'arch. Giuseppe Sole, due professionisti laureati con il massimo dei voti e con un curriculum ferrato e versatile, che seguiranno, rispettivamente, il settore economico e finanziario e quello dei lavori pubblici e dell'urbanistica.
La dott.ssa Valentina Zucchetto è laureata in Economia, con Master allo SDA Bocconi, responsabile amministrativa di una società di consulenza.
Giuseppe Sole, oltre ad essere architetto, è fotografo professionista, con esperienze di docenza.
É una sfida che rivolgiamo a noi stessi, all'intero Consiglio Comunale e alla città, pronti ad accogliere quanti avranno idee e proposte, pronti a fare un passo indietro qualora la ritenessimo non più utile al paese.
Dopo le dimissioni dell'assessore Salvatore Manto, date per ragioni personali durante le fibrillazioni all'interno dell'ex maggioranza che hanno aperto la crisi poi sfociata nella mozione di sfiducia, è l'assessore Paolo Alessi a lasciare la giunta.
L'ingegnere Alessi è stato al mio fianco dalla prima ora, dandomi forza e sostegno in ogni passaggio di questa difficile ed esaltante esperienza amministrativa. É convinto insieme a noi di andare avanti per portare a termine le tante vertenze che al nostro insediamento erano ferme e che, ritengo anche e soprattutto grazie al suo impegno e alla sua professionalità, sono state avviate e si trovano in dirittura di arrivo. Continuerà a lavorare per consentire a tutti noi di fare bene e meglio, perché la politica promuove se stessa e la propria immagine quando riesce a conquistare all'impegno civile giovani competenti, preparati ed appassionati come Paolo Alessi e Salvatore Manto.
Si apre una nuova stagione, insieme ai consiglieri comunali Giuseppe Guagliano, Morena Mattina, Angelo Di Vita, Cinzia Leone, Ginetta Rizzo, Luigi Romano,cagli assessori Giuseppe Sole, Salvatore Picone, Carmela Matteliano,Valentina Zucchetto agli ex assessori Salvatore Manto e Paolo Alessi.
L'augurio che faccio alla nuova giunta è di trovare la stessa sintonia, la stessa fiducia, la stessa solidarietà, la stessa forza che siamo riusciti a creare insieme agli assessori nei primi due anni e mezzo".
  

 

   

Emilio Messana
(Sindaco di Racalmuto)
 

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


03/02/2017

Iniziative. "Passo e... spasso!", la "Passeggiata della Salute"; percorso di venerdi 3 febbraio

 

Passo e... Spasso!

Appuntamento settimanale del venerdi con "Passo e... spasso!", la passeggiata "della salute".

Questo sarà il programma ed il nuovo percorso di oggi, venerdi 3 febbraio:
ore 20.00 raduno in piazza mercato (Piazza A. Magnani);
ore 20.15 partenza

Via Machiavelli, Via Crispi, Via Terranova, Viale Livatino, Via Fonte, Via Meli, Viale Matteotti, Piazza Umberto I, Via Madonna delle Grazie, Via Padre Pio, Viale della Vittoria, Via Umbria, Via Pillitteri, Via Gen. Dalla Chiesa, Via Padre Vinti, Via A. Da Brescia, Via Etna, Via Manin, Via Villa Fiorita, arrivo Piazza Magnani.

Per partecipare, del tutto gratuitamente, basta calzare comode scarpe ed avere un pizzico di buona volontà. Non si tratta di una corsa ma di una vera e propria passeggiata lungo un percorso per nulla difficoltoso.
 

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


03/02/2017

Politica."Democrazia partecipata: a Grotte il metodo ha il sapore di mance elettorali"; nota del M5S di Grotte

 

Movimento 5 Stelle - Grotte
Sito ufficiale

"Disarmante la visione della democrazia e della partecipazione che hanno i nostri rappresentanti": incontro, solo consultivo, tenuto esclusivamente  perché la legge lo impone; proposte protocollate non lette in assemblea; metodo che ha il sapore di mance elettorali; mancanza di un regolamento comunale per il bilancio partecipativo; queste le critiche che il Meetup del Movimento 5 Stelle di Grotte solleva nei confronti dell'Amministrazione comunale e dell'assemblea sulla Democrazia Partecipata che si è tenuta mercoledi scorso 1 febbraio. Di seguito, la nota del Meetup Grotte 5 Stelle.

*****

"La sera del primo febbraio 2017 si è svolta, presso la sala consiliare, l’assemblea per la democrazia partecipata in merito alle azioni da finanziare con le relative somme trasferite per legge, pari ad €. 17.600,00.
La quasi totalità dei presenti rappresentava a vario titolo associazioni che operano nel territorio: sociali, sportive e culturali. Pertanto, l’assenza dei cittadini, ha evidenziato che il metodo adoperato dall’amministrazione comunale non è quello della partecipazione, bensì ha lasciato percepire ai più, ha il sapore di mance elettorali.
L’assemblea è stata tenuta dall’assessore Aquilina, nella sua qualità di assessore al bilancio, il quale ha tenuto a sottolineare che l’incontro, solo consultivo, tenuto esclusivamente perché la legge lo impone. Le proposte protocollate dal Meetup non sono state lette, nonostante è stato espressamente richiesto durante l’assemblea da alcuni attivisti del Meetup locale:
1) Approvazione Regolamento Comunale per il Bilancio partecipativo;
2) Sostegno alle famiglie;
3) Potenziamento Videosorveglianza;
4) Sostegno all’acquisto di farmaci non prescrivibili.
Anche nel 2016 le nostre proposte erano indirizzate a sostegno delle famiglie, ma anche in quel caso le priorità per l’amministrazione furono altre.
Dalla platea è stata unanime la richiesta di una partecipazione attiva che portasse ad una scelta partecipata sulle attività da finanziare ma il Sindaco ha così sintetizzato: “potete proporre qualsiasi cosa, “solo” a favore degli interventi individuati, poi l’amministrazione si riserverà di scegliere”.
(Questa è la partecipazione secondo Paolino Fantauzzo ed il suo fidato Assessore Aquilina).
Gli aderenti al Meetup Grotte 5 Stelle hanno ribadito la necessità di un regolamento comunale per il bilancio partecipativo, come fatto già da parecchi Comuni, al fine di potere utilizzare questo strumento anche oltre l’imposizione di legge. Durante lo svolgimento dell’assemblea, la proposta avanzata di un sondaggio online, che all’inizio ha riscosso entusiasmi tra i partecipanti dell’assemblea, paradossalmente è stato messo in dubbio dai nostri illuminati amministratori con la scusa che non tutti i cittadini hanno accesso ad internet.
L’assemblea è stata aggiornata.
È disarmante la visione della democrazia e della partecipazione che hanno i nostri rappresentanti, eletti da un sistema maggioritario aberrante che con circa il 27% dei consensi ha dato al sindaco Paolino Fantauzzo il governo della città.
Mancano circa 15 mesi alla fine del mandato del Sindaco che non ha mantenuto promessa sulla riduzione dell’indennità di carica a favore di interventi sul sociale. Lanciamo l’appello alle forze sane di Grotte, giovani e meno giovani, che desiderano andare oltre il sistema di un potere consolidato che da diversi lustri sta portando privilegi a pochi a scapito della cittadinanza, ogni giorno con meno diritti e servizi.
Il Meetup Grotte 5 Stelle propone un’amministrazione diversa, senza personalismi, con la partecipazione di tutti i cittadini nelle scelte, anche quando la legge non lo impone
".
  

 

 
 

 In rappresentanza del Meetup Movimento 5 Stelle Grotte
Angelo
Costanza. Gaspare Bufalino Marinella,
Lillo Chiarenza, Rosalba Cimino
 

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


02/02/2017

Servizi. Raccolta differenziata: posizionati cassonetti per lo smaltimento degli indumenti usati

 

Raccolta indumenti usati
All'isola ecologica

Raccolta indumenti usati
Piazza Magnani

Raccolta indumenti usati
Via Crispi

A seguito della firma di una convenzione tra il Comune di Grotte ed una ditta privata, ieri sono stati posizionati in diverse zone del paese alcuni cassonetti per il deposito degli indumenti usati. L'utilizzo di tali strutture consentirà sia un corretto riciclo o smaltimento degli abiti non più usati, sia la riduzione del materiale "indifferenziato" destinato alla discarica (con la diminuzione dei relativi costi a carico della collettività). Di seguito il comunicato dell'Amministrazione.

*****

COMUNE DI GROTTE
(Agrigento)


SERVIZIO IGIENE URBANA

Raccolta differenziata rifiuti.
Si comunica che nell'ambito delle iniziative volte ad aumentare la raccolta differenziata dei rifiuti, sono stati posizionati dei cassonetti per la raccolta degli indumenti usati.
I cassonetti sono stati posizionati nelle seguenti zone:
1) all'interno dell'isola ecologica di Via Ingrao;
2) Piazza A. Magnani (piazza mercato);
3) Via F. Crispi di fronte Licata Gomme;
4) Viale Matteotti.
Tale iniziativa consente un corretto smaltimento degli indumenti usati oltre che un risparmio dei costi di conferimento in discarica.
  

 

  L'Assessore all'Ambiente
Piero Castronovo

Il Sindaco
Paolino Fantauzzo
 

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


01/02/2017

Comune. In pagamento i compensi per i componenti di seggio nel Referendum del 4 dicembre

 

Indennità in pagamento

A partire da oggi, mercoledi 1 febbraio 2017, sono in pagamento presso l'agenzia locale della Unicredit (ex Banco di Sicilia) in Piazza Marconi, i compensi di coloro che hanno espletato le funzioni di Presidenti, Segretari e Scrutatori dei seggi elettorali, in occasione del Referendum Costituzionale del 4 dicembre 2016.
  
Redazione
1 febbraio 2017.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


01/02/2017

Politica. Democrazia partecipata: proposte del Movimento 5 Stelle di Grotte per l'impiego delle somme

 

Movimento 5 Stelle - Grotte
Sito ufficiale

Il Meetup del Movimento 5 Stelle Grotte ha depositato oggi all'Ufficio Protocollo del Comune una lettera (che riportiamo di seguito) con le proprie proposte in merito alle somme da destinare a progetti attinenti alla democrazia partecipata.

*****

"Al Sindaco del Comune di Grotte
Al Consiglio comunale

Oggetto. Democrazia partecipata. Proposte del Meetup Grotte 5 Stelle.

Considerato l’avviso della riunione sulla democrazia partecipata, indetta per il giorno 1 febbraio 2017, in merito alle azioni da finanziare con le relative somme trasferite per legge, pari ad €. 17.600,00,
Visto che le azioni individuate dall’Amministrazione Comunale, includono attività che fanno già parte della programmazione di spesa in bilancio,
gli aderenti al meetup Grotte 5 Stelle, trasmettono delle proposte su temi specifici come di seguito elencate:
1) Approvazione Regolamento Comunale per il Bilancio partecipativo;
2) Sostegno alle famiglie;
3) Potenziamento Videosorveglianza;
4) Sostegno all’acquisto di farmaci non prescrivibili.
Nelle proposte sono indicati, “obiettivi”, “destinatari”, “costo presunto” ed il Regolamento Comunale per il Bilancio partecipativo del Comune di Ragusa, quale esempio per la stesura ed approvazione del regolamento Comunale.

1) Approvazione Regolamento Comunale per il Bilancio partecipativo.
    Si riporta di seguito il Link per scaricare il regolamento http://www.comune.ragusa.gov.it/comune/attiufficiali/regolamenti/01affari_gen/_allegati/regol_bilancio_partecipato.pdf
    Costo Zero
2) Sostegno alle famiglie:
    acquisto libri;
    mensa scolastica;
    scuolabus;
    spese viaggio studenti pendolari (anche universitari)
    Costo presunto: €. 10.000,00
3) potenziamento videosorveglianza
    Costo presunto: €. 2.600,00
4) Sostegno all’acquisto di farmaci non prescrivibili: farmaci di categoria “C”. Il progetto prevede uno sconto da applicare ai farmaci destinati i minori fino a 12 anni. Inclusi i vaccini a pagamento. Per rendere un servizio efficiente, devono essere coinvolte le Farmacie per concordare il metodo di erogazione dei contributi.
    Costo presunto: €. 5.000,00

Le Proposte del Meetup Grotte 5 stelle, sommano €. 17.600,00

Teniamo a sottolineare che, la promessa non mantenuta di riduzione dell’indennità di carica del Sindaco Paolino Fantauzzo, avrebbe ad oggi reso alla cittadinanza grottese oltre €. 100.000,00 con i quali si sarebbero potute finanziare tante iniziative e progetti".
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


01/02/2017

Televisione. La gestione costosa e inefficiente dell'acqua in Sicilia; a "Presa Diretta" su Rai3

 

La gestione costosa e inefficiente dell'acqua in Sicilia; a "Presa Diretta" su Rai3
Guarda il video
 

Vito Ferrantelli è il Sindaco di Burgio, un paesino in provincia di Agrigento con meno di 3.000 abitati; è stato eletto nella lista "Amare Burgio" ed ha dimostrato di amare veramente la sua città rifiutandosi risolutamente di consegnare le reti idriche e la gestione del servizio idrico integrato alla società privata Girgenti Acque. Oggi a Burgio la gestione dell'acqua è ancora pubblica, saldamente nelle mani del Comune, ed i cittadini godono di un servizio efficiente ad un costo più che ragionevole di circa 100 euro all'anno. Ferrantelli è uno dei 17 "sindaci ribelli" dell'agrigentino che hanno resistito sia alle minacce di azioni legali, sia alle lusinghe di posti di lavoro per amici o familiari. Altri Sindaci non hanno avuto il suo coraggio ed hanno permesso a Girgenti Acque, per il tramite dell'Ato Idrico, di gestire il servizio idrico con decisioni a discapito dei cittadini (ricordiamo gli interventi di riparazioni delle perdite sul suolo pubblico posti a carico del singolo utente - a pena di chiusura della fornitura - o la più recente "geniale idea" di procedere al distacco delle fognature per gli utenti impossibilitati a pagare bollette esorbitanti). Tutto ciò nonostante il clamoroso esito del referendum sull'acqua pubblica del 2011, nel quale il 98 per cento dei siciliani ha votato per la gestione pubblica dell'acqua, contro Girgenti Acque e le altre società private che mirano ad ottenere un guadagno dalla gestione delle risorse idriche. Di quella chiara volontà popolare i politici, a tutti i livelli, si sono disinteressati, ed anzi, con leggi regionali e nazionali, stanno mirando ad incentivare esclusivamente la gestione privata.
Su questi argomenti si è soffermata la trasmissione di Riccardo Iacona su Rai3 "Presa Diretta", con un servizio di Alessandro Macina andato in onda lunedi 30 gennaio. Preoccupante la nuova frontiera che si è aperta nello sfruttamento privato dell'acqua, definita "battaglia per le fonti"; in Sicilia, ma anche in Calabria e Campania, i soggetti privati che possiedono le fonti e le reti idriche vendono l'acqua ad altri soggetti privati che, a loro volta, la rivendono ai cittadini a costi lievitati enormemente.

Carmelo Arnone
1 febbraio 2017
© Riproduzione riservata.
  

 

 

Guarda il video con
Internet Explorer, Firefox, Opera:

Guarda il video con
Iphone, Ipad, Mac, smartphone Android, Chrome:
   

 
  "Battaglia dell'acqua" su Rai3 (Video) Visita l'argomento "Battaglia dell'acqua" su Rai3 (Video) Visita l'argomento
  
 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


01/02/2017

Racalmuto. Celebrazione dei 20 anni dell'associazione "Pubblica Assistenza - Volontari Riuniti"

 

"Pubblica Assistenza - Volontari riuniti"
Manifesto

L'associazione "Pubblica Assistenza - Volontari Riuniti Racalmuto" compie 20 anni dalla fondazione. Era il 1997 quando iniziava il suo lungo periodo di intensa attività: migliaia di chilometri percorsi in soccorso a quanti erano nella sofferenza, avendo come obiettivo rendere concreta la solidarietà. Per ricordare con tutta la cittadinanza questi 20 anni, martedi 7 febbraio sarà celebrata una santa Messa in chiesa Madre, presieduta da don Diego Martorana. Sabato 11 febbraio, alle 14.30 in Piazza Francesco Crispi,  si terrà un raduno dei Gruppi e delle Associazioni di Volontariato; alle ore 16.30 in Piazza Barona si svolgerà una simulazione di primo intervento e soccorso; a partire dalle 18.00, nei locali dell'ex macello comunale (in Piazza Fonte) si terrà una conferenza celebrativa in ricordo della fondazione dell'Associazione, alla quale interverranno: l'ing. Calogero Foti (Dirigente Generale della Protezione Civile della regione Siciliana), l'ing. Maurizio Costa (Dirigente del servizio S6 Regionale di Protezione Civile della Provincia di Agrigento), il dott. Angelo Vita (Presidente del Comitato Provinciale di Agrigento della Croce Rossa Italiana), il sindaco di Racalmuto avv. Emilio Messana, la presidente del Consiglio comunale di racalmuto avv. Ivana Mantione, il presidente dell'associazione "Pubblica Assistenza - Volontari Riuniti Racalmuto" Massimo Castellana. Gli interventi della conferenza saranno coordinati dal prof. Sergio Scimè.
  
Redazione
1 febbraio 2017
        

 

         

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook

www.rotte.info

Copyright © 2002-2017