www.rotte.info: periodico indipendente d'informazione del paese di Grotte (provincia di Agrigento).

Grotte.info Quotidiano - Dicembre 2019

Home

>

Notiziario

>

Dicembre 2019

 

15/12/2019

Comune. Concorso a premi per i Presepi allestiti nelle vie cittadine

 

Concorso a premi per i Presepi allestiti nelle vie cittadine
Manifesto

Il Comune di Grotte ha pubblicato un avviso pubblico con il quale indice un concorso a premi rivolto a quanti (singoli o associazioni) vogliono realizzare un presepe lungo le vie del paese. Per la partecipazione, a titolo gratuito, è sufficiente presentare apposita istanza all'Ufficio Protocollo (sul modello reperibile presso l'Ufficio Cultura). L'iniziativa è realizzata in collaborazione con la Proloco Herbessus. Di seguito riportiamo il testo dell'Avviso.

*****

"Il Comune di Grotte bandisce un concorso a premi per i Presepi allestiti nelle vie cittadine nel centro, all'aperto, in angoli di vie o piazze, in luoghi dove siano ben visibili ai passanti o in luoghi aperti con accesso immediato su vie o piazze.
Lo scopo fondamentale dell'iniziativa, oltre a ricordare che il Presepe è una delle più radicate tradizioni natalizie, è quello di stimolare la sensibilità della gente a realizzare i Presepi nei luoghi più caratteristici e suggestivi.
È inoltre un invito a tutti i visitatori a scoprire, in un' atmosfera che rinnova i sentimenti di pace e fraternità, l'intima e l'autentica realtà del nostro territorio.
Pertanto, per i fini proposti, i partecipanti al concorso dovranno considerare quali fondamentali elementi di valutazione la scelta del luogo "caratteristico" e l'inserimento in esso del Presepe.
I soggetti (singoli cittadini o associazioni) interessati a partecipare all'iniziativa dovranno presentare apposita istanza redatta su specifico modulo disponibile presso l'Ufficio Cultura e sul sito internet del Comune stesso.
Detta istanza, debitamente sottoscritta, dovrà essere inviata a mezzo posta o consegnata direttamente a mano all'Ufficio Protocollo del Comune di Grotte.
Si fa inoltre presente che i presepi dovranno rimanere esposti al pubblico tutti i giorni sino al 6 gennaio 2020.
Alla valutazione delle opere provvederà apposita commissione costituita da rappresentanti della Pro-Loco del territorio e presieduta da un dirigente o funzionario comunale.
Detta commissione effettuerà apposito sopralluogo nel periodo che va dal 24 dicembre 2019 al 6 gennaio 2020 e provvederà, a suo insindacabile giudizio, all'assegnazione delle targhe così classificate: 1°, 2° e 3° posto, e le pergamene a tutti i partecipanti.
La partecipazione al concorso comporta l'accettazione incondizionata delle norme contenute nel presente avviso e l'assunzione di responsabilità per eventuali danni che dovessero derivare a cose e persone dall'allestimento ed esposizione del Presepe".
  

 

  L'Assessore alla Cultura
Anna Maria Todaro
Il Sindaco
Alfonso Provvidenza
 
 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


15/12/2019

Aragona. "La Casa di Babbo Natale" VI Edizione; inaugurazione oggi in Via Roma

 

"La Casa di Babbo Natale" VI Edizione
Manifesto

“La casa di Babbo Natale” - VI edizione - Aragona, 15 dicembre 2019, ore 17.45 - Via Roma, 63.
Sarà inaugurata domenica 15 dicembre, alle ore 17.45, ad Aragona, la VI edizione de “La Casa di Babbo Natale”. L’iniziativa, attesa da piccoli e non, è promossa dal C.A.V. “Giovanni Paolo II” di Aragona e viene inserita tra le manifestazioni a sfondo sociale del Natale aragonese. Per l’edizione 2019, i volontari del C.A.V. hanno voluto ricreare, ancora una volta, la suggestiva atmosfera del Polo Nord: tanta neve, una slitta trainata da renne, un laboratorio dove instancabili elfi producono e confezionano regali e ovviamente l’amatissimo Babbo Natale.
Chi visita 'La casa di Babbo Natale' potrà immergersi in un’atmosfera veramente magica - spiega Anita Castellano presidente C.A.V. Aragona -. Attraverso un percorso guidato piccoli e grandi saranno accompagnati alla scoperta di un mondo fantastico popolato da elfi e renne e vivere la vera magia del Natale. La visita prevede anche il coinvolgimento dei bambini, che potranno fermarsi nel laboratorio degli elfi, scrivere con le loro manine la letterina a Babbo Natale e imbucarla direttamente nella sua cassetta postale personale. La casa è stata totalmente realizzata dai volontari del C.A.V. con tanta creatività e fantasia, ma soprattutto con tanta determinazione e costanza, portando avanti l’obiettivo della promozione della tutela della vita umana e il sostentamento della gravidanza difficile o indesiderata. Sono tanti i bambini nati e tante le donne sostenute dal centro che con il passare del tempo si fanno sempre più numerose”.
Si potrà respirare aria di festa e di gioia, nella casa di Babbo Natale, ma anche di nostalgia per il Babbo Natale che all’improvviso, lo scorso 27 settembre, è venuto a mancare.
Peppe La Mendola, lo storico Babbo Natale del C.A.V., sta lasciando in noi un grande vuoto - continua Anita Castellano -. Quest’anno dedichiamo a lui l’iniziativa della Casa di Babbo Natale per l’amore con cui ha svolto il suo ruolo e per il suo grande cuore. Non sarà facile occupare il suo posto, ma è doveroso dare continuità al suo lavoro. Il C.A.V. ha ricevuto in dono dalla famiglia La Mendola, un dono dal grande valore simbolico, il vestito di velluto rosso, la barba e gli occhiali che appartenevano al nostro Peppe. Il nuovo Babbo Natale, con tanta tenacia, ha iniziato a prepararsi al suo impegnativo ruolo di sostituto”.
La casa di Babbo Natale è stata allestita in via Roma, 63 ad Aragona nei locali messi a disposizione da Germana Marotta.
Il C.A.V. - conclude il Presidente - ringrazia Germana per la sua preziosa collaborazione, gli sponsor, la famiglia di Peppe La Mendola, il comitato Sagra du Cuddiruni, il Rotary Club Colli Sicani, l’Amministrazione Comunale, i commercianti e le associazioni presenti sul territorio”.
La Casa di Babbo Natale sarà aperta al pubblico dal 20 al 23 dicembre dalle ore 18.00.
  
Redazione
15 dicembre 2019.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


14/12/2019

Letture Sponsali. "Non misurare l'amore sulla base di ciò che ci aspettiamo"

 

Amore Sponsale
Nozze di Giuseppe e Maria

Le "Letture Sponsali" sono uno strumento sperimentale che offre gratuitamente una prospettiva sponsale alle letture della liturgia domenicale. Sono curate dal gruppo "Amore è..." (vedi il sito ufficiale), attivo dal 2006 nella diocesi di Palermo, per favorire un momento di riflessione all'interno delle coppie e nelle comunità ecclesiali. Le letture sono commentate da fidanzati e sposi (tra cui i grottesi Vera e Francesco).

*****

Quando sperimentiamo momenti di difficoltà, non è raro rivolgerci a Dio nella preghiera e non riuscire a “sentire” immediatamente le risposte che ci attendevamo.
Allo stesso modo, nella nostra relazione sponsale, non è sempre facile ed immediato trovare, a fronte di una richiesta, il riscontro che ci aspettavamo. Nei momenti più bui - come quello di Giovanni, chiuso in carcere - spesso è facile essere travolti dalle nostre aspettative, fraintendere ed essere negativi, perché nelle risposte che riceviamo non troviamo la conferma immediata che stavamo cercando.
Gesù invece ci chiede, nella Parola di oggi, di non trovare “motivo di scandalo” in una risposta diversa da quella che ci attendevamo; Lui, che si dà tutto a noi senza pretendere nulla in cambio, ci invita a non misurare l’Amore sulla base di ciò che noi ci aspettiamo, da Lui o dagli altri; ci esorta a trovare il segno della presenza di Dio semplicemente guardandoci intorno, ed a cogliere le prove dell’Amore negli infiniti segni che Lui va disseminando nella nostra vita e nelle nostre famiglie.
Claudia e Dario


Punto chiave.
Questa III domenica di Avvento ci invita alla gioia. Una gioia profonda, connessa alla nostra relazione con Dio e non al divertimento in senso stretto, come si potrebbe anche pensare.
Di-vertere, cioè allontanarsi dagli impegni della vita, dalle responsabilità, dalla routine quotidiana, può andare bene per il tempo di una vacanza, per un momento di relax, per recuperare le energie, ma non può essere una regola di vita.
La vera gioia è un dono di Dio, è riconoscere in Gesù il nostro Signore vivo, il Messia.
Il Vangelo di oggi ci porta a riflettere su quanto sia difficile riconoscere Gesù come il Figlio di Dio e comprendere i suoi insegnamenti. Ci viene presentato uno scambio di messaggi tra Giovanni il Battista e Gesù, quindi da una parte il Precursore (“più che un profeta”) e dall’altra parte Nostro Signore Gesù Cristo.
Quello che più stupisce è l’elenco dei miracoli che permetteranno di riconoscere il Messia: il brano di Matteo riprende quasi testualmente quello del profeta Isaia, ma aggiunge e pone l’attenzione sui poveri, sugli ultimi, che come figli di Dio sono (siamo) degni della massima considerazione.
La famiglia è la piccola chiesa domestica in cui iniziare l’edificazione del Regno di Dio, è la palestra che ogni giorno ci fa volgere lo sguardo verso i più piccoli (i bambini), verso i bisognosi (ammalati nel corpo o nello spirito).
Ma noi riconosciamo la povertà di questi genitori, fratelli e figli? Vediamo noi stessi come poveri e bisognosi di tutto? Allora gioiamo dell’avere incontrato Gesù nel nostro partner, nei nostri figli, nelle persone che camminano con noi, perché è nei gesti scambiati con loro che possiamo riconoscere i segni di Dio.
Lorenza e Gianluca
  
Redazione
14 dicembre 2019.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


14/12/2019

Comune. "Accendiamo l'albero"; lunedi 16, inaugurazione dell'albero di Natale in Piazza Umberto I

 

"Accendiamo l'albero"; lunedi 16
Manifesto

Sarà inaugurato lunedi 16 dicembre, alle ore 19.30, il grande albero di Natale che è stato installato nel centro della Piazza Umberto I a Grotte. Dalle dimensioni rilevanti, l'albero proveniente dalla pineta di Contrada Firrio è stato offerto - come già lo scorso anno - gratuitamente al Comune dal Corpo Forestale della Regione Siciliana, tramite la fattiva collaborazione dell'assessore Annamaria Todaro. Per l'inaugurazione, con l'accensione delle luci, l'Amministrazione comunale ha organizzato uno spettacolo, animato dalla presenza di un Babbo Natale e dagli zampognari. La manifestazione è realizzata in sinergia con la Proloco Herbessus. I bambini che lo desiderano potranno preparare un addobbo natalizio da appendere all'albero.
  
Redazione
14 dicembre 2019.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


12/12/2019

Politica. On. Decio Terrana (UDC): "Caro voli, finalmente un primo obiettivo è stato raggiunto"

 

Manifestazione dell'UDC Sicilia all'Aeroporto di Catania
Aeroporto di Catania

Terrana e Saccone
Terrana e Saccone

Dopo mesi di lotta e note ufficiali al presidente Conte, ai Gruppi parlamentari ed anche al presidente Mattarella, finalmente un primo obiettivo è stato raggiunto”. Questo è il primo commento dell'on. Decio Terrana, coordinatore politico dell’Udc Italia in Sicilia, dopo l'approvazione della manovra finanziaria del Governo che ha previsto lo stanziamento di 25 milioni di euro l’anno per favorire la continuità territoriale in Sicilia e far scendere i prezzi dei biglietti aerei degli scali di Catania e Palermo. Nel testo votato con la Legge di Bilancio è stato anche inserito un tetto massimo di 20 mila euro lordi annui di reddito. In Della Commissione Bilancio è componente anche il senatore Antonio Saccone, presente alla manifestazione del 29 novembre dell’Udc Sicilia all’aeroporto di Catania.
È ancora troppo poco - continua Terrana - rispetto agli obiettivi che ci siamo prefissati: tariffe fisse di 50 euro per tutti i Siciliani sulle tratte principali; ma è pur sempre qualcosa anche se siamo fortemente perplessi sul tetto massimo che è stato inserito, 20 mila euro di reddito imponibile. Vuol dire che tutti i Siciliani che superano questo reddito non potranno usufruire dell’agevolazione. Non ci sta bene, abbiamo più volte ribadito che la continuità territoriale deve appartenere a tutti, deve essere per tutte le categorie, anche per le Imprese che, a causa di questo vincolo, più difficilmente potranno usufruire dell'agevolazione che sarà istituita. La continuità territoriale è fondamentale per la crescita del nostro territorio, e non ci fermeremo finché gli obiettivi non saranno raggiunti ed avremo gli stessi diritti e le stesse possibilità di ogni Cittadino Italiano. Ma intanto - conclude il Coordinatore Udc Sicilia - siamo contenti per la prima vittoria, tra niente e poco, meglio poco”.
Sono intervenuto in Commissione Bilancio al Senato dichiarando il mio voto favorevole all’emendamento alla Legge di Bilancio - dichiara il senatore Udc Antonio Saccone -. Ho subito però fatto notare come 25 milioni di euro per la Sicilia siano assolutamente insufficienti, soprattutto in riferimento ai 40 milioni di cui usufruisce la Sardegna senza alcun vincolo di reddito. Come già detto in più occasioni ed alla manifestazione dell’Udc Sicilia all’aeroporto di Catania di fine novembre, vogliamo garantire ad ogni Siciliano la possibilità di muoversi rapidamente ed a prezzi contenuti dal proprio territorio, motivo per cui questo sarà solo un primo passo per raggiungere la continuità territoriale che l’Udc Italia vuole per ogni Siciliano.
  
Redazione
12 dicembre 2019.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


12/12/2019

Santa Elisabetta. "Donne Insieme" ricorda Leonardo Sciascia, a 30 anni dalla scomparsa; il 19 dicembre

 

"Donne Insieme" ricorda Leonardo Sciascia
Manifesto

Giovedi 19 dicembre, a Santa Elisabetta, presso l'Auditorium "Paolo VI" (Chiesa Madre), a partire dalle ore 18.00, l'Associazione "Donne Insieme" - Percorsi socio-culturali ricorda Leonardo Sciascia, a 30 anni dalla sua scomparsa.
Mario Gaziano e Stefano Milioto converseranno sul tema della manifestazione.
La serata sarà animata dagli interventi artistici e musicali a cura di Maria Grazia Castellana (attrice), Alfonso Marchica (attore), Giuseppe Gramaglia (attore) e Gioacchino Marrella (cantante folk).
  
Redazione
12 dicembre 2019.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


11/12/2019

Volontariato. "Natale con 'Studenti Senza Frontiere': il significato profondo della festa"; di Davide Castelli

 

Studenti Senza Frontiere
Studenti Senza Frontiere


Borsisti


Pieghevole

Quando ero bambino mio nonno mi raccontava del suo viaggio in Tanzania, della bellezza dei paesaggi e della sua gente.
Quel viaggio cambiò la sua vita al punto che, se non avesse avuto una famiglia in Italia, non sarebbe più ritornato.
Negli anni che seguirono il rientro a Grotte continuò a impegnarsi per far arrivare in quelle terre il nostro sostegno, grazie alla solidarietà della comunità grottese, che in diverse circostanze si è dimostrata sensibile a queste tematiche.
Sin da allora è nato in me il desiderio di fare un’esperienza di volontariato simile alla sua, basata sulla cooperazione e sul sostegno alla formazione, per promuovere lo sviluppo endogeno delle comunità che vivono in realtà svantaggiate.
Da qualche tempo, un po' per volontà e un po' per caso, sono entrato a far parte di Studenti Senza Frontiere (SSF), un’associazione formata prevalentemente da giovani professionisti e universitari, attualmente operante in Tanzania e in Zambia, dove si impegna per garantire il diritto allo studio a coloro che non ne hanno i mezzi e che dimostrino passione e capacità nell’aiutare la propria comunità.
In questi territori la possibilità di frequentare un corso di studi di livello universitario è riservata solo a pochissimi.
In Tanzania, ad esempio, il costo di un anno di studi universitari di uno studente è pari al guadagno di sei anni di lavoro con il risultato che, nel settore sanitario, vi è solo un medico chirurgo specialista ogni 300.000 abitanti.
SSF interviene in queste realtà finanziando borse di studio e inviando volontari nell’ottica di uno scambio peer-to-peer.
A Nkoaranga (Tanzania), per potenziare la qualità dei servizi offerti dall’ospedale locale, abbiamo sostenuto gli studi in medicina di Dr. Emmanuel, gli studi in farmacia di Remigius - che nel 2015 è stato premiato come “miglior lavoratore” dal governo della Tanzania - e quelli di Jackson e di Sam, rispettivamente in Tecnica di laboratorio e in Contabilità e Management.
La realizzazione di queste iniziative si fonda esclusivamente sulle erogazioni liberali e sulle donazioni di tutti coloro che decidono di investire in questo progetto.
Sta arrivando il Natale e, si sa bene, è tempo di regali e di condivisione gioiosa. Rivolgersi al mondo dei regali solidali può essere un modo nuovo per unire i regali e il significato profondo e religioso di questa festa.
Chiunque volesse contribuire ai progetti di Studenti Senza Frontiere, regalando ai ragazzi della Tanzania e dello Zambia la possibilità di studiare, potrà farlo attraverso il link www.studentisenzafrontiere.it/natale-solidale/.
Ringrazio sin da ora chi deciderà di sostenerci
.
  
Davide Castelli
11 dicembre 2019.
  


Logo

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


11/12/2019

Racalmuto. "Anima e corpo", mostra personale di pittura di Alfonso Rizzo; inaugurazione il 14 dicembre

 

Anima e corpo
Manifesto

Verrà inaugurata il prossimo sabato 14 dicembre, presso il Castello Chiaramontano di Racalmuto, una personale di pittura di Alfonso Rizzo.
Il titolo della mostra, curata da Dario Orphèe La Mendola, è "Anima e corpo".
La manifestazione, organizzata dall'Assessorato alla Cultura del Comune di Racalmuto, con il patrocino dell'Accademia di Belle Arti di Agrigento, avrà inizio alle ore 19.30.
Sarà possibile ammirare le opere in esposizione dal 14 dicembre 2019 al 30 gennaio 2020.
  
Redazione
11 dicembre 2019.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


11/12/2019

Riflessioni. "Il Cristianesimo non deve essere decorativo"; di Antonio Pilato

 

Antonio Pilato
Antonio Pilato

Riflessione del prof. Antonio Pilato.

*****

"Il vero politico positivo assoluto, che si ispira al bene universale, è colui che si dichiara apolitico.
L’apolitico assoluto positivo, seppure apparentemente distaccato dal mondo, non si pone in assoluto stato di contemplazione, come il santo, e di abbandono psicologico, ma anzi reagisce disprezzando l’aspetto negativo del mondo politico, sociale, giudiziario e quant’altro degli uomini, per il bene di esso, formulando dentro di sé e coi continui discorsi con gli altri il modo migliore di operare per trasformarlo.
Nei tempi presenti, nei quali in una struttura particolarmente inumana della società, alla vista di tutti, si presenta cruciale il problema della giustizia sociale, l’uomo a-politico positivo non diserta, non abbandona i disperati al loro destino, non chiude gli occhi davanti alle sofferenze dei deboli, resi schiavi dalla miseria e da impossibili condizioni esistenziali.
L’a-politico positivo non abbandona il campo di battaglia ma anzi si immerge nell’attività temporale, sociale e secolare con le sue armi critiche.
L’a-politico assoluto positivo non trascende il problema sociale, ma si prodiga di trattarlo per risolverlo in profondità. Egli sa e predica, tra la gente comune e di buona volontà di comprendere, la missione temporale di ognuno per affrontare il problema senza paura, indugio.
L’a-politico positivo assoluto possiede l’intelligenza e la sensibilità per compiere la missione di lotta per la felicità degli uomini deboli, di portar loro la verità che nessuno ha il diritto di essere padrone della vita di un altro, all’infuori di Dio (se è), di realizzare la giustizia e la libertà nella società politica, di portare l’umanità a sollevarsi dalla miseria e dallo sfruttamento, di ravvivare le energie dell’amore dell’esistenza temporale, così da rendere questa esistenza più degna di essere vissuta.
Per finire, come l’a-politico assoluto positivo così dovrebbero essere le chiese, il cristianesimo e il santo.
Il Cristianesimo non deve essere decorativo, la fede deve essere una fede reale, viva, pratica: credere in Dio deve significare far di tutto per respingere il male del mondo, operare concretamente, non solo parlare o gridare, per il bene universale
".
  

 

   

Antonio Pilato
 

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


10/12/2019

Cultura. La "Luchino Visconti" ricorda "Sciascia con le parole di Sciascia"; sabato 14 dicembre

 

Sciascia con le parole di Sciascia
Manifesto

Sarà molto più che un "reading" (come viene definita, con un termine inglese, una sessione di "letture"); sarà una serata dedicata al grande scrittore Leonardo Sciascia, nel 30° anniversario della scomparsa.
L'autore del libro "Le parrocchie di Regalpetra" racconterà se stesso, attraverso le voci - ma soprattutto l'interpretazione - di alcuni suoi brani da parte degli attori dell'Associazione Culturale "Luchino Visconti" di Grotte.
La manifestazione, ideata e coordinata dal dott. Salvatore Bellavia - da decenni instancabile e prodigo fautore di originali iniziative dall'indiscusso valore artistico e culturale, nonché apprezzato autore di racconti e testi teatrali - si terrà sabato 14 dicembre, a partire dalle ore 18.30, a Grotte presso l'auditorium "San Nicola - Stella Castiglione".
L'Associazione Culturale "Luchino Visconti" ricorda "Leonardo Sciascia con le parole di Leonardo Sciascia"; così recita il manifesto dell'iniziativa.
Alcuni dei più significativi testi dello Scrittore racalmutese prenderanno vita grazie alle voci, alle intonazioni, alle espressioni, ai gesti degli attori della "Luchino Visconti": Giusy Costanza, Alessandra Criminisi, Giulia Serravillo, Salvatore Milano e Pietro Salvaggio.
  
Carmelo Arnone
10 dicembre 2019
© Riproduzione riservata.
        

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


10/12/2019

Ambiente. Da giovedi 12 dicembre riprenderà con regolarità, a Grotte, la raccolta dei rifiuti organici

 

raccolta differenziata porta a porta

La notizia tanto attesa dai cittadini, finalmente è giunta: "Si comunica che giovedi 12 dicembre 2019 la raccolta dei rifiuti organici riprenderà regolarmente come previsto dal calendario". La fonte ufficiale è l'Amministrazione comunale.
L'interruzione temporanea del servizio a causa di indisponibilità delle discariche autorizzate, seppur limitatamente alla raccolta differenziata dei rifiuti organici, aveva creato qualche difficoltà alla popolazione cittadina.
Nella stessa nota, l'Amministrazione si premura di ricordare che "Si raccomanda sempre la corretta separazione dei rifiuti".
  
Redazione
10 dicembre 2019.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


10/12/2019

Editoria. Presentazione del romanzo "Quattro per zero = quattro", di Carmelo e Graziella Luparello

 
 

Presentazione del libro "Quattro per zero = quattro" di Carmelo e Graziella Luparello

 

Presentazione del libro "Quattro per zero = quattro" di Carmelo e Graziella Luparello
Manifesto

Carmelo e Graziella Luparello
Carmelo e Graziella Luparello

"Donna Maria Tirabasso, sebbene i suoi sessant'anni li avesse passati da un pezzo, e i suoi capelli mostrassero, sotto la tintura, ostinato il loro biancore, continuava, la mattina, ad alzarsi presto per preparare la colazione: caffè e latte per sé e per il marito, lu Diretturi, come tutti chiamavano don Ciccu Infantino, al secolo Francesco Infantino, che per tanti anni aveva diretto l'ufficio postale di Scorrilento".
Così ha inizio il nuovo romanzo dal titolo "Quattro per zero = quattro" uscito dalla fantasia di un formidabile duo artistico: Carmelo e Graziella Luparello (nella foto a lato, di Carmelo Capraro). Padre e figlia. Già docente di materie letterarie, lui; magistrato presso il Tribunale di Caltanissetta, lei. Scritto a quattro mani, il testo integra senza soluzione di continuità l'analisi sociologica di un microcosmo popolato da numerose figure caratteristiche ("L'Allampanatu e Tolli-Tolli, poi, erano persone che né piglianu né paganu, e perciò potevano dire quello che volevano. Persino la verità.") con  la linea narrativa di un avvincente racconto difficile da inquadrare - per la sua estrema originalità - nel "giallo" classico. Protagonista indiscusso ed assoluto del romanzo, presente in tutta la trama, è il paesino di Scorrilento; anonima e sconosciuta località dell'entroterra siciliano, tanto che nella pregevole prefazione Giovanbattista Tona conclude: "Ma chissà dove si trova Scorrilento...".
Il romanzo "Quattro per zero = quattro", già finalista al "Premio Internazionale di Letteratura Città di Como 2019", sarà presentato a Grotte domenica 15 dicembre, alle ore 17.15 presso l'auditorium "San Nicola - Stella Castiglione".
La manifestazione, organizzata dal Comune di Grotte, con il patrocinio dell'ANCRI (Associazione Nazionale insigniti dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana) sezione di Agrigento e del Movimento Agende Rosse - gruppo "Rosario Livatino" di Agrigento, sarà coordinata dal giornalista Carmelo Arnone.
Porterà i saluti il sindaco di Grotte, dott. Alfonso Provvidenza.
Le relazioni sul testo saranno a cura del dott. Giovanbattista Tona (magistrato, consigliere presso la Corte di Appello di Caltanisetta) e della dott.ssa Giovanna Zaffuto (già Ispettrice al Ministero dell'Istruzione e dell'Università e della Ricerca).
Nel corso della serata il giornalista Raimondo Moncada converserà con gli autori.
La presentazione sarà animata dalla lettura di alcuni brani del romanzo da parte dell'attore Vincenzo Amico.
  

Redazione
10 dicembre 2019
© Riproduzione riservata.
  

"Quattro per zero = quattro"
Copertina

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


09/12/2019

Chiesa. Avvisi ed appuntamenti della settimana.

 

Chiese di Grotte

Pubblichiamo gli avvisi diffusi al termine delle sante Messe domenicali e gli appuntamenti ecclesiali più rilevanti.
Per agevolarne la consultazione, gli avvisi settimanali sono pubblicati anche nella pagina Chiesa.

Lunedi 9
dicembre
- ore 09.00, nella chiesa San Rocco, santa Messa;
- ore 17.30, in chiesa Madre, santo Rosario;
- ore 18.00, in chiesa Madre, Novena e santa Messa;
- ore 19.30, in oratorio (Via Confine), incontro del Gruppo Famiglie;
- ore 19.30, in chiesa Madre, Gruppo Rns.

Martedi 10 dicembre - Triduo in onore di Santa Lucia (1)
- ore 18.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, Novena e santa Messa.

Mercoledi 11
dicembre - Triduo in onore di Santa Lucia (2)
- ore 18.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, Novena e santa Messa;
- ore 19.30, in chiesa Madre, catechesi Rns;
- ore 20.30 nella chiesa Madonna del Carmelo, preghiera con la Comunità "Gesù è Amore".

Giovedi 12
dicembre - Triduo in onore di Santa Lucia (3)
- ore 09.30, in chiesa Madre, inizio Adorazione Eucaristica (l'Adorazione dura tutta la giornata);
- ore 18.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, Novena e santa Messa;
- ore 19.30, nella chiesa San Francesco, incontro del Gruppo Famiglie;
- ore 21.00, in chiesa Madre, conclusione dell'Adorazione Eucaristica.

Venerdi 13
dicembre - Festa di Santa Lucia
- ore 09.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 11.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 18.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa (con l'Associazione Ciechi Italiani);
- ore 20.15, nella chiesa Madonna del Carmelo, incontro con i responsabili dei gruppi in preparazione alla novena di Natale.

Sabato 14
dicembre
- ore 09.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 17.30, nella chiesa Madonna del Carmelo, prove della Corale Jobel;
- ore 18.30, in chiesa Madre, santa Messa;
- ore 20.30, nella chiesa San Francesco, santa Messa animata dal Cammino Neocatecumenale.

Domenica 15
dicembre
- ore 08.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 10.00, nella chiesa san Rocco, santa Messa;
- ore 11.00, in chiesa Madre, santa Messa;
- ore 11.30, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 17.30, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 18.30, in chiesa Madre, santa Messa.

AVVISI

- Venerdi 13 dicembre, alle ore 20.15 nella chiesa Madonna del Carmelo, in preparazione della novena di Natale, convocazione dei responsabili dei gruppi:
   Ministri straordinari
   Gruppo liturgico
   Gruppi di Preghiera (Rns, Cammino Neocatecumenale, Gesù è Amore...)
   Catechisti ragazzi e accompagnatori famiglie
   Giovani
   Decoro
   Fidanzati.

Orari delle Sante Messe in vigore dal 25/11/2019:

   Feriali:
   ore 09.00, chiesa chiesa san Rocco (lunedi, martedi mercoledi)
   ore 09.00, chiesa Madonna del Carmelo (giovedi, venerdi, sabato)
   ore 18.00, chiesa Madre

   Prefestivi:
   ore 18.30, chiesa Madre
   ore 21.00, chiesa San Francesco (animata dalle comunità neocatecumenali)

   Festivi:
   ore 08.00, chiesa Madonna del Carmelo
   ore 10.00, chiesa San Rocco
   ore 11.00, chiesa Madre
   ore 11.30, chiesa Madonna del Carmelo
   ore 17.30, chiesa Madonna del Carmelo
   ore 18.30, chiesa Madre
 

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


08/12/2019

Iniziative. Diretta facebook sulla vita di Padre Vinti; giovedi 12 dicembre alle ore 17.30

 

Servo di Dio Padre Michele Arcangelo Maria Antonio Vinti
Padre Vinti

Giovedi 12 dicembre alle ore 17.30, sul gruppo facebook “L’osservatore grottese” (creato ed animato da Piero Castronovo, con lo scopo prioritario di avviare contatti con i numerosi grottesi residenti in altre città d’Italia o all’estero) verrà realizzata una “diretta” video per raccontare la vita e le opere di Padre Michele Arcangelo Vinti, con testimonianze di “grazie ricevute” per intercessione del sacerdote grottese salito al cielo in fama di santità.
Alla “diretta”, coordinata da Piero Castronovo, parteciperà don Salvatore Zammito (moderatore dell’Unità pastorale cittadina) insieme a don Calogero Montante (vice postulatore della causa di beatificazione di Padre Vinti) e ad altri fedeli
.
Il colloquio in video sarà effettuato dalla casa di Padre Vinti (aperta al pubblico per visite e raccoglimento in preghiera), grazie alla collaborazione di Domenico Vizzini.

  
Redazione
8 dicembre 2019.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


08/12/2019

Comune. Democrazia partecipata: presentati 4 progetti; si vota entro le ore 13.00 di mercoledi 11 dicembre

 

Democrazia partecipata

Sono 4 le proposte presentate al Comune di Grotte per l'impiego delle somme del bilancio comunale destinate a finanziare progetti di "democrazia partecipata".
A
i sensi del vigente Regolamento, entro il 26 novembre potevano essere presentate le proposte progettuali da finanziare con le risorse di cui alla L.R. 5/2014, da parte di tutti i cittadini maggiori di 16 anni e delle associazioni, ditte, enti pubblici e privati ed in generale tutti gli organismi di rappresentazione collettiva che hanno sede nel territorio comunale.
Ne sono pervenute 4, tutte "valutate positivamente dagli uffici in termini di ammissibilità e fattibilità"; dopo l'approvazione da parte della Giunta municipale, adesso tocca ai cittadini di Grotte esprimersi su quale dei 4 progetti meriti di essere finanziato.
Queste le proposte:
- "Arte urbana e centro storico. L'abbandono e la riappropriazione", dell'Associazione "La Biddina" a firma di Filippo Lo Presti (vedi il progetto);
- "Luci e colori del Natale 2019", di Giuseppe Morreale (vedi il progetto);
- "Casa di Babbo Natale"; dell'Associazione "Live Music Factory" a firma di Gabriela Mangione (vedi il progetto);
- "Promozione del turismo lento e sostenibile sul territorio grottese", del Comitato d'accoglienza "Magna Via Francigena" a firma di Alessandra Marsala (vedi il progetto).
Possono votare, entro le ore 13.00 di mercoledi 11 dicembre, i cittadini residenti nel Comune di Grotte, che abbiano compiuto i 16 anni di età, compresi gli stranieri residenti. Si vota esprimendo la propria scelta attraverso la scheda di votazione, disponibile qui o presso l'Ufficio Protocollo del Comune. La scheda, corredata dal documento d'identità, può essere consegnata brevi manu all'Ufficio Protocollo o inviata a mezzo posta, anche elettronica.

Nonostante le 4 proposte presentate siano state tutte "valutate positivamente dagli uffici in termini di ammissibilità e fattibilità", a giudizio (opinabile) di chi scrive, almeno 3 su 4 sembrano non possedere i requisiti di ammissibilità:
- una proposta è stata presentata al Protocollo il 27 novembre, il giorno successivo alla scadenza fissata nell'Avviso per il 26 novembre (dal Regolamento, all'art. 4: "Le proposte progettuali presentate nei termini stabiliti nell'avviso pubblico sono valutate ai fini dell'ammissibilità e della fattibilità dagli uffici competenti comunali...");
(
Novità Aggiornamento al 9 dicembre 2019. Dagli uffici comunali viene comunicato che la proposta è stata inviata via pec entro il termine del 26 novembre, e protocollata il giorno successivo all'apertura degli uffici; informazione rilevante che è stata omessa nelle comunicazioni ufficiali della delibera di Giunta e nella scheda di votazione).
- un'altra proposta è stata presentata da chi non possiede il requisito della residenza nel territorio comunale (dal Regolamento, all'art. 1: "... ogni cittadino, purché residente nel territorio comunale, in forma singola o associata, può presentare all'attenzione dell'Amministrazione comunale una proposta progettuale..."; all'art. 2: "... a) Tutti i cittadini residenti nel territorio comunale, che abbiano compiuto il sedicesimo anno di età; b) Le associazioni, le ditte, gli enti pubblici e privati e in generale tutti gli organismi di rappresentazione collettiva che abbiano sede legale od operativa nel territorio comunale...");
- infine una terza proposta è eccedente il limite massimo stabilito (dal Regolamento, all'art. 4: "... E' possibile presentare una sola proposta progettuale, per un ammontare massimo di 3.000,00 euro,...").
Avendo letto e valutato tutte le proposte, si evince chiaramente che sono state presentate da chi ha a cuore il bene del paese e si impegna a migliorarlo, e meriterebbero tutte di essere valorizzate; purtroppo i termini stabiliti dal Regolamento non ne consentirebbero l'ammissione (sempre a parere di chi scrive).
Per non procedere con l'applicazione delle norme stabilite (con l'inevitabile esclusione di 3 proposte su 4), si dovrebbe modificare il Regolamento, oppure deliberare alcune "deroghe" specifiche a posteriori (per il termine della scadenza di presentazione, e per i requisiti della residenza e dell'ammontare massimo)
.
  
Carmelo Arnone
8 dicembre 2019
© Riproduzione riservata.
        

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


07/12/2019

Racalmuto. Giornata sul tema "Cambieresti per la buona vita"; venerdi 13 dicembre

 

Cambieresti. Per la buona Vita
Manifesto

L’Associazione Culturale Humus di Racalmuto, con il patrocinio del Comune di Racalmuto (Assessorato alla Cultura e Pubblica Istruzione), con la collaborazione  dell’Asp di Agrigento (Unità Operativa Educazione e Promozione della Salute), organizza la manifestazione “Cambieresti per la buona Vita”, giornata di cinema, informazione, salute e territorio, che avrà luogo a Racalmuto venerdi 13 dicembre 2019 presso l’Istituto Professionale IPSIA e la Fondazione Sciascia, sita in viale della Vittoria n° 3 a Racalmuto.
La manifestazione fa parte delle attività del progetto “Cambieresti”, realizzato con il contributo dell’Assessorato Regionale alla Salute.
Principale protagonista della giornata è la presentazione del docu-film: “Cambieresti”, un medio metraggio realizzato dall’associazione Humus in collaborazione con l’Istituto Comprensivo “Agrigento Centro” e l’U.O. Educazione e Promozione della Salute, dell’ASP di Agrigento. Il docu-film, con la regia di Andrea Sardo, nasce da un’idea di Calogero Alaimo Di Loro, che ne ha curato la sceneggiatura. La drammatizzazione dei temi è a cura degli  alunni  dell’I.C. Agrigento Centro.
I lavori della giornata prevedono due diverse sessioni.
La prima sessione, interamente dedicata ai giovani dell’istituto professionale IPSIA di Racalmuto, saranno introdotti dal D. S. prof.ssa Elisa Maria Enza Casalicchio.
Il forum con i giovani sui temi del docu-film sarà moderato dalla prof.ssa Tiziana Messina e vedrà la partecipazione del regista Andrea Sardo, degli autori e del dr. Domenico Alaimo, responsabile UOEPS dell’ASP di Agrigento.
La sessione pomeridiana, presso la sala conferenze della Fondazione Sciascia, dopo i saluti istituzionali dell’arch. Vincenzo Maniglia (Sindaco di Racalmuto), sarà introdotta dal dr. Enzo Sardo (Assessore alla Cultura e Pubblica Istruzione del Comune di Racalmuto).
Alla proiezione del docu-film “Cambieresti”, seguirà una conversazione, cui prenderanno parte gli autori, il regista e quanti altri hanno collaborato alla redazione dell’opera.
Sono previsti interventi dei  rappresentanti della rete territoriale  regionale in materia di scuola,  salute e professioni del sistema territorio. Interverranno tra gli altri, con brevi comunicazioni: la prof.ssa Anna Rita Gangarossa (D. S. Agrigento Centro), l’arch. Roberto Sciarratta (Direttore Parco Archeologico e Paesaggistico Valle dei Templi), la dott.ssa M. Giovanna Mangione (Presidente Ordine dott. Agronomi e Forestali Agrigento), il dr. Guido Bissanti (Agronomo), prof. Vincenzo Fontana (D. S. Istituto Galilei di Canicatti), dr. Salvatore Nocera Bracco (Medicoartista), dr. Giovanni Vento (Pres. Ordine dei Medici di Agrigento), Gaetano Lauricella (Responsabile Caritas Agrigento), dr. Silvano Messina (Medico).
I lavori saranno coordinati dal dr. Calogero Alaimo Di Loro (Presidente Associazione Culturale Humus).
Allieteranno la manifestazione i contributi musicali dell’Ensemble dell’Istituto Comprensivo “Agrigento Centro”.
A conclusione dei lavori, nel corretto stile mediterraneo, vi sarà una bio degustazione finale realizzata con la collaborazione del Consorzio Isola Bio Sicilia
.
  
Redazione
7 dicembre 2019.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


07/12/2019

Iniziative. Aperte le iscrizioni al 4° "Laboratorio Creativo Natalizio" dell'associazione "New Dance"

 

4° "Laboratorio Creativo Natalizio"
Locandina

Viene proposta per la 4^ edizione l'originale l'idea dell'associazione Arte-Danza "New Dance" (Via Don Minzoni n° 1 - Grotte), diretta dalla M^ Tiziana Marsala, di organizzare un laboratorio creativo in vista delle prossime festività natalizie.
A partire dal 20 dicembre e sino al 5 gennaio si darà vita a 10 incontri, per bambini e ragazzi dai 4 ai 12 anni, nei quali verranno realizzate tante idee natalizie dando sfogo alla creatività. Non mancheranno gustosi dolcetti e divertenti tombolate.
Per informazioni ed adesioni è possibile contattare il numero 338.8294994.

  
Redazione
7 dicembre 2019.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


07/12/2019

Letture Sponsali. "Un 'sì' che cambia la storia dell'uomo"

 

Amore Sponsale
Nozze di Giuseppe e Maria

Le "Letture Sponsali" sono uno strumento sperimentale che offre gratuitamente una prospettiva sponsale alle letture della liturgia domenicale. Sono curate dal gruppo "Amore è..." (vedi il sito ufficiale), attivo dal 2006 nella diocesi di Palermo, per favorire un momento di riflessione all'interno delle coppie e nelle comunità ecclesiali. Le letture sono commentate da fidanzati e sposi (tra cui i grottesi Vera e Francesco).

*****

In questa II domenica di Avvento, che coincide con la solennità dell’Immacolata concezione di Maria, fissiamo il nostro sguardo sulla Madre di Cristo, che ci insegna ad entrare in rapporto con Dio, a fare spazio a Lui nella nostra esistenza.
Maria, adolescente di Nazareth, di fronte all’irrompere del divino nell’umano, inizialmente ha paura. Poi, però, inizia ad argomentare e pone delle domande all’Arcangelo, poiché si rende conto della propria piccolezza, ma rimane affascinata dalla creatività di Dio, dalla collaborazione che il Creatore le chiede. Dopo un lungo silenzio, Maria risponde: “sì”, “avvenga”.
Nella sua umiltà, ella comprende che, aprendosi a Dio, può diventare uno strumento nelle Sue mani e compiere l’impossibile, può permettere a Dio di generare la vita attraverso di Lei, al Creatore stesso di incarnarsi nel suo grembo.
Ed è proprio grazie a questo “sì” che noi oggi celebriamo il mistero del Natale nella sua straordinaria bellezza.
Per venire al mondo, Dio ha avuto bisogno di una coppia, di un uomo e di una donna, Maria e Giuseppe, ai quali l’Arcangelo ha portato l’annuncio, in due modalità differenti, al femminile e al maschile.
Si tratta di una coppia completamente diversa da quella tratteggiata nella I Lettura odierna - Adamo ed Eva - che non riconosce la propria creaturalità dinnanzi a Dio e non accetta il limite posto alla propria libertà. Adamo ed Eva vogliono attingere all’albero della conoscenza del bene e del male per superare ogni tipo di limite e poter essere come Dio, finendo poi per accusarsi reciprocamente e tentare di dominarsi l’un l’altro.
La coppia che accoglie il Figlio di Dio, e gli dona una famiglia umana, riconosce, invece, il proprio limite e la propria piccolezza ma permette a Dio di generare pienamente la Vita.
Chiara e Fabio


Punto chiave.
Questa solennità ci porta lì dove tutto ha inizio, un “Sì” che cambia la storia dell’uomo per sempre!
Quali sono le condizioni essenziali affinché Dio cambi anche le nostre vite?
L’ascolto, mettersi in umile e attento atteggiamento di ascolto; poi la disponibilità ad accoglierlo, aprire mente e cuore ai suoi insegnamenti; subito dopo viene quel “non temere” che non è un semplice non aver paura ma piuttosto un “conta su di me”, un invito ad affidarci a Lui, ad andare oltre ai nostri calcoli a ciò che umanamente sembra impossibile.
Spesso i cambiamenti ci spaventano o comunque se le cose non vanno secondo i nostri programmi ci sentiamo sconfitti, frustrati eppure potremmo trovare una nuova occasione in quel cambiamento, un’occasione di crescita di apertura e se ci fidiamo di Dio possiamo trovare e fare del bene in strade diverse da quelle programmate dalle nostre piccole menti.
Da soli siamo limitati e piccoli ma se ci affidiamo a Lui troveremo la grazia per compiere “grandi cose”.
Paola e Salv
o
  
Redazione
7 dicembre 2019.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


07/12/2019

Pittura. "Vivere con il colore": personale di Maria Lauricella, da sabato 7 dicembre a Racalmuto

 

Vivere con il colore
Manifesto

"Vivere con il colore nel faro dell'arte" è il titolo della personale di pittura di Maria Lauricella (artista - arteterapeuta), mostra realizzata nel foyer del Teatro Regina Margherita di Racalmuto.
L'inaugurazione della mostra si terrà stasera, sabato 7 dicembre, a partire dalle ore 18.30, con gli interventi di:
- Vincenzo Maniglia (Sindaco di Racalmuto);
- Enzo Sardo (Assessore alla Cultura);
- Lia Lo Bue (Presidentessa del Circolo Culturale "Pio Luigi Lo Bue");
- Piero Baiamonte (curatore della mostra).
Sarà presente l'artista Maria Lauricella che illustrerà l'arteterapia secondo il metodo "Stella Maris"(attività disciplinata ai sensi della Legge 4/2013).
La manifestazione sarà animata dall'intervento musicale del gruppo fiati "V. Bellini".
La mostra rimarrà aperta al pubblico sino a martedi 7 gennaio 2020.
  
Redazione
7 dicembre 2019.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


07/12/2019

Ambiente. Sabato 7 e lunedi 9 dicembre non sarà effettuata la raccolta dei rifiuti organici

 

raccolta differenziata porta a porta

"Si comunica ai cittadini che le discariche siciliane sono sature e non accettano conferimenti di umido".
A scrivere è il sindaco di Grotte Alfonso Provvidenza, nella nota diramata ieri, con la quale spiega: "Purtroppo siamo costretti a sospendere anche per domani 7 e lunedì 9 dicembre la raccolta della frazione organica. Si invitano, pertanto, i cittadini a non esporre all'esterno i mastelli dell'umido. I pannolini e i pannoloni saranno regolarmente ritirati".
Il servizio, per quanto riguarda gli altri materiali differenziati, continua regolarmente.
"Domani e lunedi - prosegue Provvidenza - sarà effettuata, in via straordinaria, la raccolta del rifiuto indifferenziato (secco residuo). L'Amministrazione ha già provveduto a sollecitare la Regione, l'ex Provincia e la SRR ad intervenire con urgenza e risolvere la problematica che sta interessando tutta la Sicilia. Confido nella collaborazione di tutti i cittadini per superare questo delicato momento e invito alla massima diffusione del presente comunicato".
  
Redazione
7 dicembre 2019.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


05/12/2019

Comune. Firmato protocollo con la Procura della Repubblica per la demolizione di manufatti abusivi

 

Alfonso Provvidenza
Alfonso Provvidenza

Lo scorso martedi 3 dicembre, presso il Tribunale di Agrigento, è stato sottoscritto un protocollo d’intesa (leggi il protocollo) in materia di demolizione di manufatti abusivi tra il procuratore della Repubblica di Agrigento dott. Luigi Patronaggio e il sindaco del Comune di Grotte dott. Alfonso Provvidenza.
La stipula del protocollo è sorta dall’indifferibile necessità di restituire legalità, mediante l’applicazione di regole e procedure certe, ed in ossequio alle disposizioni di legge, ad un settore particolarmente travagliato qual è quello dell’edilizia residenziale abusiva, in cui non di rado sono presenti fattori speculativi ed interessi criminosi.
La sottoscrizione dell’accordo ha, inoltre, la finalità di trasmettere alla popolazione un messaggio di legalità e di concreto rispetto delle regole, in un settore per anni caratterizzato dalla presenza di elementi illegalità diffusa. Da sottolineare l’impegno dell’Autorità giudiziaria in termini di apporto tecnico-giuridico compatibile con le proprie funzioni fondamentali
.
  
Redazione
5 dicembre 2019.
  
 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


05/12/2019

Ambiente. "Alberi per il futuro: per riqualificare un'area abbandonata"; di Angelo Costanza

 

Alberi per il futuro
Vedi le foto

"Anche quest’anno a Grotte si è svolta l’iniziativa “Alberi per il futuro”(edizione 2019) in collaborazione con la Pro Loco locale e l’Istituto Comprensivo “A. Roncalli”. Sono stati messi a dimora 10 nuovi alberi autoctoni, un segno concreto e tangibile per la salvaguardia dell’ambiente e la cura del territorio. Piantare un albero non è solo un gesto simbolico ma lasciare ai nostri figli un’eredità e un impegno per un mondo più “Green” e attento ai problemi ambientali.
Questa edizione vuole essere anche un primo step per progettare e riqualificare un’area abbandonata e trasformarla in un parco urbano. L’iniziativa è stata patrocinata dall’on. Rosalba Cimino che ha offerto per l’occasione le magliette, i cappellini e i palloncini (biodegradabili) in ricordo dell’evento.
Si ringrazia il sindaco Alfonso Provvidenza e l’Amministrazione per aver accettato l’invito e messo a disposizione lo scuolabus, le Forze dell’Ordine presenti (Arma dei Carabinieri e Corpo di Polizia Municipale), i docenti dell’Istituto Comprensivo “Roncalli” e l’agronomo dott. Calogero Romano per la partecipazione. Un ringraziamento particolare al presidente della Pro Loco Filippo Vitello, e a Maria Rita Grassagliata per le foto e la diretta FB.
Infine un grazie speciale va a tutti gli alunni che hanno partecipato: i veri protagonisti dell’evento
".
  
Angelo Costanza
5 dicembre 2019

Pubblichiamo le immagini della manifestazione (24 foto di © Maria Rita Grassagliata).

"Alberi per il futuro" 2019 (Foto) Visita l'argomento
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


05/12/2019

Cronaca. Nino Di Matteo: "Piena ed incondizionata solidarietà nei confronti del Gip Graziella Luparello"

 

Dott. Nino Di Matteo
Dott. Di Matteo

Il consigliere togato del CSM dott. Nino Di Matteo è intervenuto ieri mercoledi 4 dicembre, in apertura del Plenum del Consiglio Superiore della Magistratura, per esprimere "piena ed incondizionata solidarietà" nei confronti del giudice delle indagini preliminari di Caltanissetta Graziella Luparello, "collega che il 10 maggio scorso ha definito, con sentenza di primo grado a seguito di giudizio abbreviato, un processo particolarmente complesso e delicato nei confronti tra gli altri, dell'ex presidente di Confindustria Sicilia Antonello Montante, già responsabile per la legalità della Confindustria Nazionale, condannato a 14 anni di reclusione per il reato di associazione a delinquere finalizzata alla corruzione, nonché di appartenenti di alto livello alle forze di Polizia ed ai servizi di sicurezza".
Il dott. Di Matteo ha ricordato che il 14 ottobre scorso il giudice Luparello ha depositato le motivazioni della sua decisione ricostruendo in questo modo il ruolo del Montante: "Montante è stato il motore immobile di un meccanismo perverso di conquista e gestione occulta del potere che, sotto le insegne di una antimafia iconografica, ha sostanzialmente occupato, mediante la corruzione sistematica e le raffinate operazioni di dossieraggio, molte istituzioni regionali e nazionali".
"Il giudice - ha sottolineato il PM - sulla base del materiale probatorio in atti aveva doverosamente affrontato anche una vicenda relativa alla circostanza, peraltro introdotta nel processo dalla difesa dell'imputato, della mancata pubblicazione sul settimanale 'Panorama' (all'epoca diretto dall'oggi on.le Giorgio Mulè) di documentazione offerta a quella testata giornalistica da altro giornalista siciliano, afferente i rapporti tra il Montante e soggetti appartenenti alle famiglie mafiose del Nisseno".
Il consigliere Di Matteo ha poi ricostruito l'audizione, dello scorso 14 novembre, in Commissione Parlamentare Antimafia, dell'on. Mulè che "ha pesantemente attaccato Luparello con espressioni che (prescindendo da ogni valutazione sulla loro eventuale rilevanza in sede civile o penale) oggettivamente delegittimano pericolosamente la figura di un magistrato particolarmente esposto anche in altri numerosi processi di criminalità organizzata. La dottoressa Luparello è stata definita 'cecchino della verità e del diritto', la sua sentenza è stata definita 'falsa, infamante e diffamatoria, una porcheria'. Il giudice è stato accusato di aver fatto 'strame del diritto e della ragione'".
Per questo, ha concluso il dott. Di Matteo, "credo che sia in questa sede doveroso far sentire la nostra solidarietà ad una collega che, come altri colleghi in quel contesto giudiziario particolarmente difficile, ha affrontato con coraggio, impegno e professionalità, il delicatissimo tema delle deviazioni illecite dei poteri istituzionali. Per questo, mi riservo, nei prossimi giorni, di chiedere al Comitato di Presidenza l'apertura di una pratica a tutela della collega".
  
Redazione
5 dicembre 2019.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


04/12/2019

Ambiente. Domani, giovedi 5 dicembre, non sarà effettuata la raccolta dei rifiuti organici

 

raccolta differenziata porta a porta

Domani mattina, giovedi 5 dicembre, a Grotte non verrà effettuata la raccolta dei rifiuti organici.
A darne notizia è l'Amministrazione comunale con una nota nella quale "Si comunica che giovedi 5 dicembre 2019 la raccolta dei rifiuti organici non sarà effettuata in quanto gli impianti di conferimento hanno raggiunto la saturazione".
"L'Amministrazione si è attivata - si legge nella nota - per cercare una soluzione alternativa nell'ambito regionale avendo già richiesto la disponibilità di altri impianti ove poter conferire tali rifiuti. Si confida nella possibilità di poter riprendere la raccolta della frazione organica nella giornata di sabato 7 dicembre 2019".
"Confidando nella consueta collaborazione - conclude il comunicato -, ci scusiamo per il disagio che non dipende né dall'Amministrazione comunale, né dall'organizzazione della ditta cui è affidato il servizio, ma dalla indisponibilità di impianti autorizzati al trattamento di tale tipologia di rifiuto".
Proseguirà regolarmente, anche domani con il prelievo di "carta e cartone", la raccolta relativa agli altri rifiuti differenziati.
  
Redazione
4 dicembre 2019.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


04/12/2019

Agrigento. Convegno su "Norme sismiche 2018, Sisma Bonus e Sblocca Cantieri; mercoledi 11 dicembre

 

Convegno su "Norme sismiche 2018, Sisma bonus e Sblocca cantieri"
Manifesto

Mercoledì 11 dicembre, a partire dalle ore 08.30, all’hotel Dioscuri Bay Palace di San Leone, si terrà un convegno sul tema: “Norme tecniche 2018 Sisma Bonus e Sblocca Cantieri: nuovi strumenti per la sicurezza delle costruzioni e per il rilancio del comparto edilizio”.
La manifestazione è stata presentata, in una conferenza stampa, da Alfonso Cimino, presidente  dell’Ordine degli architetti di Agrigento, e Rino La Mendola, capo dell’ufficio del Genio Civile di Agrigento e componente del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici.
Un’iniziativa organizzata, per la prima volta, dall’Ordine degli Architetti di Agrigento insieme con l’Assessorato regionale alle Infrastrutture, con il Dipartimento regionale Tecnico e con l’Ufficio del Genio Civile, che punta a essere da supporto ai professionisti che lavorano in un territorio, il nostro, spesso teatro di deficienze infrastrutturali.
L’Ordine degli architetti insieme con l’assessorato regionale alle Infrastrutture, il Dipartimento Tecnico regionale e l’ufficio del Genio civile di Agrigento e con l’alto patrocinio ricevuto dal presidente del Consiglio superiore dei lavori pubblici - ha spiegato Alfonso Cimino - ha voluto organizzare una giornata di formazione sulla normativa tecnica del 2018Sisma bonus e sulla semplificazione delle procedure, attraverso lo Sblocca cantieri con la piattaforma Sismica. Vogliamo accendere un focus sulla rigenerazione urbana dei nostri centri storici dove gli edifici sono ormai vetusti e sulle infrastrutture esistenti, alcune delle quali a rischio crollo”.
Una giornata di studi resa ancora più interessante dalle ultime novità in fatto di norme tecniche di interesse degli addetti ai lavori e dei professionisti nel pubblico quanto nel privato.
Con le nuove norme tecniche - ha affermato Rino La Mendola - viene cancellato il vecchio metodo di calcolo delle tensioni ammissibili anche per le zone a bassa sismicità a favore del metodo degli stati limite e introdotte modifiche sostanziali soprattutto per gli interventi strutturali sulle costruzioni esistenti. Durante la giornata ci sarà spazio per discutere di Sisma Bonus che costituisce un incentivo fiscale per i cittadini che mettono in sicurezza la propria casa e, nel pomeriggio, si discuterà della semplificazione delle procedure, promossa dal Genio civile, con l’adozione della piattaforma informatica”.
Il convegno “Norme tecniche 2018 Sisma Bonus e Sblocca Cantieri: nuovi strumenti per la sicurezza delle costruzioni e per il rilancio del comparto edilizio” prevede una sessione mattutina e una pomeridiana e si concluderà con la simulazione di utilizzo della piattaforma.
L’apertura dei lavori è prevista alle ore 08.30 ed è a cura di Alfonso Cimino, presidente dell’Ordine degli Architetti di Agrigento, e Marco Falcone, Assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità.
Dopo i saluti del sindaco Firetto, interverranno: Alessandro Amaro, presidente della Consulta degli Architetti; Elvira Restivo, presidente della Consulta degli Ingegneri; Paola Armato, presidente della Federazione dei Dottori Agronomi e Forestali; Giuseppe Collura, presidente dell’Ordine regionale dei Geologi; Benito Grande, presidente della Consulta dei Geometri e Geometri laureati.
Il convegno entrerà nel vivo con l’introduzione ai lavori di Rino La Mendola, dirigente del Genio Civile di Agrigento e componente del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici.
Alle 09.45 in programma le relazioni sul tema “Norme tecniche e Sblocca cantieri: il contributo di Stato e Regione” di Donato Carlea, presidente del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici, e Salvo Lizzio, dirigente generale del Dipartimento Tecnico della Regione Siciliana.
Subito dopo, a relazionare sul tema “Ntc 2018 e Sisma Bonus”, coordinati da Pietro Fiaccabrino, presidente della Fondazione Architetti nel Mediterraneo, saranno: Emanuele Renzi, dirigente del Servizio Tecnico Centrale – Divisione 1 – Ministero delle Infrastrutture e Trasporti; Gianluca Ievolella, provveditore interregionale per le Opere Pubbliche Sicilia e Calabria; Lidia La Mendola, docente ordinario di Tecnica delle Costruzioni all’Università degli Studi di Palermo.
Dopo la pausa pranzo, i lavori riprenderanno con il tema “Sblocca cantieri. Snellimento delle procedure e piattaforma “Sismica”. Dopo l’introduzione dei lavori, a cura di Rino La Mendola, interverranno: Edo Bernini, Regione Toscana – direzione Ambiente ed Energia; Daniele Menichini, presidente della Federazione degli Ordini degli Architetti della Toscana; Mario Parlavecchio, funzionario direttivo della Regione Sicilia – responsabile della piattaforma Sismica; Calogero Zicari, dirigente dell’unità operativa Edilizia al Genio Civile di Agrigento.
Alle 16.30 prevista la simulazione di utilizzo della piattaforma con gli architetti Giuseppe La Greca e Giuseppe Lalicata, consiglieri dell’Ordine degli Architetti di Agrigento.
Il convegno si concluderà alle 18.30 dopo il dibattito e le opportune conclusioni.
  
Redazione
4 dicembre 2019.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


04/12/2019

Politica. Incontro al Genio Civile di Agrigento per il presidente della Regione Nello Musumeci

 

Incontro al Genio Civile di Agrigento per il presidente della Regione Musumeci
Musumeci e
La Mendola

Il presidente della Regione, Nello Musumeci, lunedi 2 dicembre è stato in visita ad Agrigento,dove ha incontrato il personale del Genio Civile diretto dall’architetto Rino La Mendola, con il quale ha fatto il punto della situazione sulle attività svolte dall’Ufficio e su quelle da svolgere durante il prossimo anno, per offrire servizi sempre più efficienti all’utenza e supportare le amministrazioni locali soprattutto nell’ambito delle infrastrutture e dell’emergenza idrogeologica. All’incontro presenti anche Salvatore Lizzio, dirigente del Dipartimento Tecnico regionale e l’onorevole Giusi Savarino.
Una giornata tutta agrigentina per parlare delle cose da fare, evidenziare le carenze ed esaltare le potenzialità e le cose positive - ha affermato il presidente Musumeci -. È una visita non ufficiale, incontro il personale dell’amministrazione regionale, cominciando dal Genio Civile poi altri uffici. Farò una visita al carcere del quale mi sto occupando, poiché ritengo giusto che una società civile sappia avere rispetto anche per i detenuti. Il carcere agrigentino presenta molte criticità non soltanto nelle strutture ma anche nel personale e nei servizi”.
Numerosi i dipendenti del Genio Civile che hanno incontrato il Presidente affrontando temi che interessano l’intera collettività.
Innanzitutto, mi preme ringraziare i dipendenti del Genio Civile per la buona volontà e la professionalità spese a vantaggio delle attività svolte e da svolgere - ha dichiarato Rino La Mendola -. Attività rese possibili dagli input e dall’attenzione che il presidente Musumeci, l’assessore alle Infrastrutture Marco Falcone e il direttore Salvatore Lizzio rivolgono al nostro territorio. Durante l’incontro di oggi, abbiamo parlato degli ipogei e delle risorse utili alla fase di rilievo delle cavità sotterranee e per la progettazione di interventi di messa in sicurezza e di valorizzazione anche ai fini turistici degli ipogei del Purgatorio e dell’Acqua Amara così come di interventi sui corsi di acqua: ne abbiamo già progettati diciotto, parte del quali sono già in corso di esecuzione. In tal senso, il Presidente ci ha assicurato che saranno reperite altre risorse per eventuali nuove condizioni di emergenza idrogeologica”.
Sotto la lente di ingrandimento anche i controlli sui ponti che il Genio civile ha già avviato sulle strade provinciali “con incarichi affidati a liberi professionisti che ispezioneranno e rileveranno lo stato di efficienza di ben 150 ponti - ha aggiunto La Mendola -. Durante l’incontro, abbiamo discusso dello snellimento delle procedure, processo avviato negli ultimi mesi, grazie al quale oggi i tecnici incaricati possono depositare i progetti direttamente dal proprio studio professionale, utilizzando la piattaforma informatica. Insomma, abbiamo fatto il bilancio delle attività svolte nel corso dell’anno individuando contestualmente le priorità a cui riservare particolare attenzione nel corso del prossimo anno. Tra queste, oltre all’efficienza dei servizi da offrire all’utenza e agli interventi sui corsi d’acqua in caso di emergenza idrogeologica, ci siamo soffermati sul supporto che potremo offrire al Libero Consorzio nella manutenzione delle strade provinciali, attraverso un accordo quadro stipulato dal Dipartimento Tecnico regionale con un operatore economico. L’accordo quadro semplificherà notevolmente gli interventi di manutenzione che potremo eseguire velocemente in relazione alle criticità che si dovessero rilevare, entro i limiti delle risorse assegnate”.
È una occasione unica, che non si era mai presentata - ha commentato Salvatore Lizzio - ed è anche un’occasione per dire al Presidente quello che gli Uffici stanno già facendo. Uffici che, in questo momento, sono avviati a grande velocità a dare risposte sul territorio. Il Genio Civile, soprattutto, sta dando risposte nella pulizia dei fiumi, nella sistemazione di bacini idrografici, nello studio degli ipogei, nella sistemazione delle strade anche provinciali. Un Ufficio che sta operando bene, e sta continuando a farlo, così come sta facendo l’ufficio per l’espletamento delle gare d’appalto.
  
Redazione
4 dicembre 2019.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


04/12/2019

Editoria. Presentazione del libro "Benedetto e Pasquale Civiletti" di G. Cipolla e A. Milazzo

 

Presentazione del libro "Benedetto e Pasquale Civiletti"
Manifesto

Nell'Aula Magna di Palazzo Fernandez a Palermo viene presentato, venerdi 6 dicembre a partire dalle ore 16.30, il libro di Giuseppe Cipolla e Alfredo Milazzo, "Benedetto e Pasquale Civiletti. La scultura a Palermo tra ’800 e ’900: verso una dimensione internazionale".
Introduce e modera Mario Zito, Saluti di Gianfranco Minisola, Leoluca Orlando e Raffaella Morreale. Interverrà Gioacchino Barbera. Saranno presenti gli autori.
Il volume affronta in maniera sistematica la vicenda artistica e umana dei due fratelli scultori Benedetto e Pasquale Civiletti che, tra Ottocento e Novecento, contribuirono a lasciare un segno profondo nel panorama artistico siciliano. Benedetto Civiletti fu forse il primo scultore palermitano a raggiungere fama internazionale, le sue opere ottennero premi e riconoscimenti in tutto il mondo e abbellirono i luoghi più rappresentativi di Palermo.
Più in ombra appare oggi la figura del più giovane Pasquale, allievo del fratello, artista longevo, fu molto apprezzato durante la prima parte della sua vita, ottenendo prestigiosi incarichi anche all’estero, ma che rimase ancorato alla tradizione figurativa ottocentesca quando ormai erano definitivamente cambiati i parametri estetici e i modi di relazionarsi con l’arte. Per quanto la memoria di entrambi gli scultori sembra oggi avvolta dall’oblio, le loro opere arricchiscono la città di Palermo, costituendo una sorta di galleria d’arte en plein air: dai due maggiori teatri, il Politeama Garibaldi e il Teatro Massimo, ai giardini e alle piazze più rappresentative, le statue di Benedetto e Pasquale Civiletti sono talmente integrate nelle architetture e negli spazi urbani da essere divenute nel tempo quasi invisibili persino per i fruitori di quegli spazi, consegnate al degrado e all’incuria.
All’oblio generale si accompagna il disinteresse da parte della storiografia che raramente negli ultimi decenni ha dedicato attenzione alla scultura siciliana dell’Ottocento. A sopperire a queste lacune è lo studio attento e minuzioso di Alfredo Milazzo, nipote di Pasquale, che, ricercando negli archivi di famiglia, nel corso degli anni ha raccolto e organizzato materiali e documenti inediti, ricostruendo l’attività dei suoi avi e individuando opere e relazioni che vedono i due scultori inserirsi a pieno titolo tra gli esponenti più significativi della cultura artistica del tempo.
L’ampio e accurato studio di Giuseppe Cipolla, corredato da schede critiche e da una ricca documentazione iconografica e documentaria, delinea il quadro generale del sistema dell’arte tra Otto e Novecento in Sicilia e il valore che la scultura rivestì nella progettazione urbana, così come anche il proficuo rapporto che i due scultori ebbero con architetti come Giuseppe Damiani Almeyda ed Ernesto Basile, contribuendo in maniera determinante a configurare il volto di Palermo a cavallo tra i due secoli.
La manifestazione è organizzata dalla Casa Editrice Caracol, dall'Accademia di Belle Arti di Palermo e dal Lions Club - Palermo dei Vespri.
  
Redazione
4 dicembre 2019.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


02/12/2019

Cinema. Il regista Beppe Cino a Grotte, a conclusione della rassegna a lui dedicata; venerdi 6 dicembre

 

Beppe Cino
Beppe Cino


"Il Cinema di Beppe Cino": cineforum a cura di Aristotele Cuffaro
Locandina

Aristotele Cuffaro
Aristotele Cuffaro

Il prossimo venerdi 6 dicembre sarà a Grotte il regista Beppe Cino, a conclusione della rassegna cinematografica "Il Cinema di Beppe Cino", ideata e diretta da Aristotele Cuffaro.
Tre i film programmati presso il Centro Polifunzionale "San Nicola - Stella Castiglione", due dei quali già proiettati: "Maria Venera" (con Olivia Magnani, Dario Costa e Djoco Rosic) e "Diceria dell'untore" (con Franco Nero, Vanessa Redgrave e Lucrezia Lante della Rovere) e l'ultimo che verrà proiettato venerdi 6 dicembre alle ore 18.00: "Miracolo a Palermo" (con Vincent Schiavelli, Maria Grazia Cucinotta e Tony Sperandeo). Per l'occasione sarà presente il Regista che dialogherà con il pubblico in sala.
Il regista nisseno Giuseppe “Beppe” Cino (classe 1947), dopo la maturità classica e gli studi di Scienze Politiche e Filosofia presso l'Università La Sapienza di Roma, nel 1971 si diploma in Regia al Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma. Inizia come aiuto regista e collaboratore di Roberto Rossellini con il film L'età di Cosimo de' Medici (1972). Nel 1982 scrive e dirige la sua opera prima Il cavaliere, la morte e il diavolo, film col quale partecipa alla Mostra del Cinema di Venezia nel 1983 (sezione "De Sica") e viene premiato nel 1985 con la targa di Cinema e Società. Dal 1986 al 1990 scrive e dirige diverse opere (La casa del buon ritorno, Roberto Rossellini, dieci anni, C'era una volta Palermo, Rosso di sera, Gli anni d'oro, ecc.). È del 1990 il suo film Diceria dell'untore, tratto dall'omonimo romanzo di Gesualdo Bufalino (con cui vince il Primo Premio al Festival di Porto Alegre). Il film Miracolo a Palermo! è del 2004, presentato fuori concorso al Taormina Film Festival. Fra il 2007 e il 2008 scrive e dirige Maria Venera (Quell'estate felice), film tratto da un altro romanzo di Gesualdo Bufalino: Argo il cieco.
Il cineforum è stato organizzato dall'Associazione Teatrale Culturale "Nino Martoglio", con il patrocinio del Comune di Grotte, della Fidapa (sezione di Racalmuto) e della Proloco "Herbessus"
.
  
Carmelo Arnone
2 dicembre 2019
© Riproduzione riservata.
        

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


02/12/2019

Iniziative. Inaugurazione del "Biddina Temporary Shop"; domenica 8 dicembre a Grotte

 

Biddina Temporary Shop

Sarà inaugurato domenica prossima, 8 dicembre 2019, il "Biddina Temporary Shop". Come si evince dalla definizione si tratta di un "negozio temporaneo" - nuova iniziativa dell'Associazione Culturale "La Biddina" - che verrà aperto per pochi giorni in prossimità delle festività di fine anno nei locali al n° 135 di Corso Garibaldi, con il duplice scopo di diffondere l'arte contemporanea (stampe, serigrafie, poster ed altro) e raccogliere fondi a sostegno delle numerose iniziative dell'Associazione.
Così gli organizzatori ne danno notizia:
"
Sta arrivando Natale!
Avete già iniziato la ricerca del regalo perfetto, ma non sapete proprio dove trovarlo?
Menomale che c’è La Biddina!
Dall’8 dicembre venite a trovarci al Biddina Temporary Shop in Corso Garibaldi, 135.
Ci saranno i gadget esclusivi della Biddina: stampe, serigrafie, poster... tantissimi artwork realizzati dagli artisti che abbiamo ospitato in questi anni.
Così il regalo è triplicato!
Uno lo fate a chi amate, uno alla Biddina e uno... a voi stessi!
Perché acquistando al Biddina Temporary Shop ci aiuterete a portare avanti i progetti di arte urbana.
Let it shop
".
  
Redazione
2 dicembre 2019.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


02/12/2019

Attualità. "Alle sardine"; di Raniero La Valle

 

Raniero La Valle
Raniero La Valle

Raniero La Valle, giornalista e intellettuale, è stato direttore de «L’Avvenire d’Italia» e più volte parlamentare.

*****

Ho trovato una lettera in bottiglia, non so da dove viene né dove va.
È indirizzata "Alle sardine".
Dice così: "Care sardine, vedo che siete convocate anche a Roma il 14 dicembre alle 15 a piazza san Giovanni. Non scendete in piazza se siete contro le idee di Salvini, scendete in piazza se volete abbandonare voi e scacciare la causa delle idee di Salvini: la durezza di cuore. Allora sì che dovremmo essere un milione".
    

Raniero La Valle
2 dicembre 2019.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


02/12/2019

Spettacolo. Al Teatro della Posta Vecchia di Agrigento va in scena la Compagnia dei "TestiKueti"

 

TestiKueti
Locandina

Al Teatro della Posta Vecchia di Agrigento (Salita Giambertoni, 13) arriva la compagnia teatrale dei TestiKueti con “Minchia Signor Tenente” di A. Grosso.
Sabato 7 dicembre, alle ore 20.30, al Teatro della Posta Vecchia gli attori della compagnia teatrale TestiKueti calcheranno per l’ennesima volta il palco. “Minchia Signor Tenente” si è rivelata una commedia da un’enorme successo per via dalla sua particolare storia.
Per la regia di Elsa Casà e Piero Vita, si creerà uno scenario divertente e allo stesso tempo molto toccante.
La vicenda è ambientata in una piccola Stazione dei Carabinieri ubicata in un paesino della Sicilia; l’arrivo di un nuovo Tenente stravolgerà la quotidianità dei personaggi mettendoli di fronte a una realtà ben diversa.
Uno spettacolo che affronta un tema delicatissimo, che lascia spazio alle emozioni e alle riflessioni e che è riuscito ad ottenere il gradimento del pubblico. Con alle spalle 5 successi nell’hinterland siciliano, la Compagnia ripropone la commedia
“Minchia Signor Tenente” nel territorio agrigentino.
Per informazioni e acquisto dei biglietti contattare i numeri: 0922.26737 o il 320.6614736.

  
Redazione
2 dicembre 2019.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


02/12/2019

Chiesa. Avvisi ed appuntamenti della settimana.

 

Chiese di Grotte

Pubblichiamo gli avvisi diffusi al termine delle sante Messe domenicali e gli appuntamenti ecclesiali più rilevanti.
Per agevolarne la consultazione, gli avvisi settimanali sono pubblicati anche nella pagina Chiesa.

Lunedi 2
dicembre - Novena dell'Immacolata (4)
- ore 09.00, nella chiesa San Rocco, santa Messa;
- ore 17.30, in chiesa Madre, santo Rosario;
- ore 18.00, in chiesa Madre, Novena e santa Messa;
- ore 19.30, in oratorio (Via Confine), incontro del Gruppo Famiglie;
- ore 19.30, in chiesa Madre, Gruppo Rns.

Martedi 3 dicembre - Novena dell'Immacolata (5)
- ore 09.00, nella chiesa San Rocco, santa Messa;
- ore 17.30, in chiesa Madre, santo Rosario;
- ore 18.00, in chiesa Madre, Novena e santa Messa.

Mercoledi 4
dicembre - Novena dell'Immacolata (6)
- ore 09.00, nella chiesa San Rocco, santa Messa;
- ore 17.00, in chiesa Madre, incontro del Gruppo "Santa Marta" (decoro e pulizie);
- ore 17.30, in chiesa Madre, santo Rosario;
- ore 18.00, in chiesa Madre, Novena e santa Messa;
- ore 19.00, in oratorio (Via Confine), incontro del Gruppo Catechisti;
- ore 19.30, in chiesa Madre, catechesi Rns;
- ore 20.30 nella chiesa Madonna del Carmelo, preghiera con la Comunità "Gesù è Amore".

Giovedi 5
dicembre - Novena dell'Immacolata (7)
- ore 09.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 09.30, in chiesa Madre, inizio Adorazione Eucaristica (l'Adorazione dura tutta la giornata);
- ore 18.00, in chiesa Madre, Novena e santa Messa;
- ore 19.30, nella chiesa San Francesco, incontro del Gruppo Famiglie;
- ore 21.00, in chiesa Madre, conclusione dell'Adorazione Eucaristica.

Venerdi 6
dicembre - Novena dell'Immacolata (8)
- ore 09.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 17.30, in chiesa Madre, santo Rosario;
- ore 18.00, in chiesa Madre, Novena e santa Messa.

Sabato 7
dicembre - Novena dell'Immacolata (9)
- ore 09.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 18.30, in chiesa Madre, Novena e santa Messa;
- ore 19.00, in oratorio (Via Confine), accoglienza ed incontro con il Gruppo Capi Scout Favara 1(di passaggio a Grotte);
- ore 21.00, nella chiesa San Francesco, santa Messa animata dal Cammino Neocatecumenale.

Domenica 8
dicembre - Solennità dell'Immacolata
- ore 08.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 10.00, nella chiesa san Rocco, santa Messa;
- ore 11.00, in chiesa Madre, santa Messa;
- ore 11.30, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 17.30, in chiesa Madre, concelebrazione della santa Messa solenne (unica santa Messa vespertina);
- a seguire, processione del simulacro dell'Immacolata per le vie del paese (con rientro in chiesa Madre);
- a seguire, "Muffulittata".

AVVISI

- In programma, con data da fissare:
   incontro di formazione per i Lettori;
   riunione del Gruppo chierichetti.

Orari delle Sante Messe in vigore dal 25/11/2019:

   Feriali:
   ore 09.00, chiesa chiesa san Rocco (lunedi, martedi mercoledi)
   ore 09.00, chiesa Madonna del Carmelo (giovedi, venerdi, sabato)
   ore 18.00, chiesa Madre

   Prefestivi:
   ore 18.30, chiesa Madre
   ore 21.00, chiesa San Francesco (animata dalle comunità neocatecumenali)

   Festivi:
   ore 08.00, chiesa Madonna del Carmelo
   ore 10.00, chiesa San Rocco
   ore 11.00, chiesa Madre
   ore 11.30, chiesa Madonna del Carmelo
   ore 17.30, chiesa Madonna del Carmelo
   ore 18.30, chiesa Madre
 

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


01/12/2019

Politica. "Verso un nuovo PRG condiviso e partecipato"; comunicato del Gruppo consiliare M5S di Grotte

 

Movimento 5 Stelle - Grotte

Nota del Gruppo consiliare M5S di Grotte sul prossimo "incontro aperto", sulle tematiche relative al Piano Regolatore Generale, convocato dall'Amministrazione comunale per giovedi 5 dicembre. Di seguito, il testo del comunicato.

*****

"Verso un nuovo Piano Regolatore Generale condiviso e partecipato.
Il 5 dicembre è stato convocato un “incontro” aperto sulle tematiche relative alla pianificazione urbanistica comunale.
Nel frattempo è successo questo: martedì  27 agosto 2019 si è svolta la Commissione consiliare sul PRG (Piano Regolatore Generale). I portavoce del M5S in Consiglio comunale hanno ribadito e verbalizzato quanto stabilito durante il Consiglio comunale del 06/05/19 (appositamente convocato dal gruppo M5S): “Convocazione di un Consiglio Comunale aperto dove poter ascoltare le associazioni di categoria, tecnici e cittadini al fine di recepire dagli stessi delle indicazioni per poter al meglio redigere questo importantissimo strumento di urbanizzazione”.
Non è intenzione del M5S far entrare dalla finestra lo stesso PRG messo alla porta da quasi tutti i tecnici grottesi durante l'Amministrazione precedente".

  

 

   

Il Gruppo consiliare Movimento5Stelle Grotte
Angelo Costanza, Mirella Casalicchio,
Salvatrice Morreale e Giada Vizzini

 

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


01/12/2019

Dialoghi. "Emergenza Venezia e Taranto: e se avesse ragione William Shakespeare?"; di Giuseppe Castronovo

 

Intervento del dott. Giuseppe Castronovo, studioso ed autore di testi di Diritto.

Non ci bastava in questo declinante 2019 il Mose e l'agonia della città di Venezia, non ci bastava l'Alitalia; ora è arrivata l'ex ILVA a mettere in dubbio la credibilità del nostro Paese.
In questi giorni abbiamo trattato al circolo della Concordia il caso ex ILVA perché il Governo, con il suo altalenante comportamento, ha prodotto all'estero un'immagine deteriorata della nostra Italia smentendo se stesso quando prima ha assegnato lo scudo penale con il Governo Conte 1 per revocarlo qualche settimana dopo con il Governo Conte 2.
Se gli impegni assunti hanno in Italia hanno la durata di un Governo, chi si fiderà più del nostro Paese in sede internazionale?
Giuseppe Castronovo

"Emergenza Venezia e Taranto:
e se avesse ragione William Shakespeare?
"
(Dai Dialoghi svolti al Circolo della Concordia)

Ersilio: Amici, che ne dite delle due contrastanti decisioni dei Governi Conte 1 con la presenza della Lega e Conte 2 con la presenza del Partito Democratico che ha sostituito la Lega, sul tema dello “scudo penale” prima concesso e poi revocato all’Arcelor Mittal, nuovo imprenditore all’ex ILVA di Taranto?

Nenè: Decisioni che potrebbero significare la fine dell’esperienza siderurgica italiana!

Ersilio: L’on. grillino Di Maio oramai è da giorni che ad ogni intervista, parlando della Arcelor Mittal ripete le stesse parole : “Li trasciniamo in tribunale”. Per non parlare poi dello “scudo penale” - così rispondo all’amico Nenè - messo dal Governo Conte 1 con la presenza della Lega e tolto dal Governo Conte 2 con la presenza del Partito Democratico.

Nenè: Trattasi evidentemente di decisioni prese non sulla base di un progetto industriale, ma a seconda delle diverse maggioranze alternatesi in questi anni alla guida del Governo.

Marco: Mi meraviglia come i Ministri e i loro consiglieri giuridici non riescano a capire come, se all’esasperante lungaggine dei processi italiani viene aggiunta un’incertezza normativa così diffusa, gli investitori sono costretti a scappare dal nostro Paese.

Santo: E di fatto il Governo negli ultimi giorni, constatata la difficoltà a trovare un accordo, tra le stesse forze politiche che lo appoggiano, per trattenere in Italia la Arcelor Mittal ha affidato la soluzione della controversa questione alle Procure di Milano e di Taranto.

Nino: E gli effetti non si son fatti attendere: passano pochi giorni e la Procura di Milano apre un fascicolo esplorativo, vale a dire che ha lanciato una rete da pesca in alto mare in attesa che i pesci prima o poi abbocchino; ovvero in attesa di trovare un qualche comportamento dell’imprenditore che possa configurare un’ipotesi di reato.

Totò: Una scelta, questa del Governo Conte 2 riferitaci dall’amico Santo, che mi induce a farvi questa domanda: ma in futuro quale imprenditore straniero vorrà investire in Italia sapendo che quando un Pubblico Ministero apre un fascicolo esplorativo la frittata è già bella e fatta: quell’imprenditore dovrà sicuramente prepararsi a frequentare per mesi e mesi non aziende e capannoni industriali ma studi legali e aule giudiziarie?

Salvo: La tua, caro Totò, è una di quelle riflessioni che proietta non poche ombre oscure sulla nostra economia. In effetti i consiglieri giuridici degli imprenditori stranieri saranno indotti, conoscendo il groviglio normativo italiano, a non investire nel nostro Paese; e senza investimenti stranieri la nostra economia rimane al palo.

Ersilio: Prof. Vezio, vedo che ha chiesto la parola, parli pure.

Vezio: “Tutta colpa della luna” scriveva William Shakespeare nell’Otello. La luna, secondo Shakespeare, quando si avvicina troppo al pianeta terra fa impazzire ogni cosa, persone comprese. Sarà successo qualcosa di simile alla nostra amata Venezia e ai Ministri degli ultimi due Governi presieduti dal premier Giuseppe Conte: impazzito il clima così come è impazzita la politica governativa italiana. Della tragedia che stanno vivendo i veneziani a causa dell’alta marea ne parleremo un’altra volta; qui oggi parleremo invece delle decisioni adottate dai due Governi presieduti dal presidente Conte e fatte adottare dal Parlamento a proposito dello scudo penale da attivare nell’ambito delle operazioni di risanamento ambientale del sito industriale tarantino. Abbiamo assistito, a tal proposito, all’adozione di atti che hanno evidenziato tutta la capricciosa e illogica incoerenza dell’operato di un Governo che prima concede all’investitore franco-indiano Arcelor Mittal questo benedetto scudo penale, salvo poi ritirarlo e quindi modificando unilateralmente i patti in precedenza da entrambi sottoscritti. Amici, non riesco ancora a comprendere come i membri del Governo abbiano ignorato il famoso principio del giurista latino Ulpiano il quale introdusse la norma secondo cui “pacta sunt servanda”. Lo stesso giurista infatti si chiedeva che “cosa vi fosse di più consono alla umana lealtà del rispettare i patti stabiliti consenzientemente”. E il Governo, nel togliere unilateralmente lo scudo penale alla Arcelor Mittal, senz’altro è venuta meno al principio di Ulpiano. Un venir meno privo di ogni logica! Infatti il Governo, privando l’imprenditore dello scudo penale, ha offerto a quest’ultimo un valido argomento per afferrare, nel prosieguo delle trattative, il coltello dalla parte del manico. Così di fatto è avvenuto e i risultati sono gli occhi di tutti noi. Amici, posso dirlo?

Nenè: Dica pure.

Vezio: Comportamento incoerente e privo di ogni logica questo del nostro Governo. E se non abbiamo la logica come guida del nostro quotidiano agire prima o poi succede a tutti noi quello che è successo al nostro Governo.  E il nostro Governo, tralasciata la logica, ha proceduto, nel trattare la “Vicenda ex ILVA”, così come procede colui che esce dall’osteria dopo che l’oste s’è rifiutato di somministrargli l’ennesimo bicchiere della serata.
     

 

   

Giuseppe Castronovo
(gcastronovo.blogspot.it)
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


01/12/2019

Letture Sponsali. "È ormai tempo di svegliarci dal sonno"

 

Amore Sponsale
Nozze di Giuseppe e Maria

Le "Letture Sponsali" sono uno strumento sperimentale che offre gratuitamente una prospettiva sponsale alle letture della liturgia domenicale. Sono curate dal gruppo "Amore è..." (vedi il sito ufficiale), attivo dal 2006 nella diocesi di Palermo, per favorire un momento di riflessione all'interno delle coppie e nelle comunità ecclesiali. Le letture sono commentate da fidanzati e sposi (tra cui i grottesi Vera e Francesco).

*****

Estote parati.
Cari amici, oggi entriamo nel periodo dell’avvento. Il periodo in cui cominciamo a pensare alla venuta di Gesù in mezzo a noi, per nome di Dio Padre.
In famiglia diciamo sempre: “aspettiamo il Natale”. Con le braccia conserte, in maniera statica, senza fare nulla, aspettiamo che Gesù venga a trovarci.
Le letture di oggi invece ci dicono che anche noi dobbiamo muoverci ed “andare incontro a Gesù”. Dovremmo quindi dire: “andiamo incontro al Natale”. E come possiamo farlo?
Preparandoci con la preghiera, con la confessione, lasciando indietro tutti quei peccati che appesantiscono il nostro cammino verso Gesù. Cominciamoci a preparare fin da adesso, per non farci trovare impreparati all’arrivo di Gesù, nostra luce. Estote parati!
Aline e Christian


Punto chiave.
Le letture di questa domenica fanno parte del cosiddetto discorso escatologico di Gesù che la Chiesa sapientemente inserisce la prima domenica di avvento.
Ci prepariamo a festeggiare il Santo Natale nell’attesa vigile della nascita del Salvatore. È un ricordare la sua venuta terrena, ma è anche un “fissare lo sguardo” sulla sua venuta finale che ripetiamo nel credo quando professiamo “e di nuovo verrà, nella gloria, per giudicare i vivi e i morti: e il suo regno non avrà fine”.
Quello che Gesù narra è la risposta ai discepoli che chiedono quando avverrà “la fine del mondo”, la sua risposta è ricca di elementi escatologici e ci invita ad un atteggiamento vigile perché il giorno del ritorno del figlio dell’uomo non ci colga di sorpresa come un ladro.
L’atteggiamento richiesto ad un discepolo è dunque quello della vigilanza, dell’attesa trepidante, anzi per dirla con Paolo, “è ormai tempo di svegliarci dal sonno, perché la nostra salvezza è più vicina ora di quando diventammo credenti”. L'apostolo ci invita a “non assopirci dal sonno”, cioè a mantenere alta l’attenzione sul momento presente e sulla lettura dei segni dei tempi, a tenere desto lo spirito nei confronti della Parola del Signore perché è anche nel qui ed ora che il Signore viene e vuole essere accolto.
Questo atteggiamento ci apre ad un dialogo con lo sposo che, a differenze del ladro, è atteso e desiderato.
Durante questo tempo di avvento possa la nostra anima essere come “una Sposa che dice allo Sposo: vieni”, che cerca l'amato del cuore… Lo Sposo arriva!… ora, in questo nuovo giorno della nostra breve vita, nella nostra notte buia e piena di paure ed alla fine dei nostri giorni.
Rosalinda e Francesco
  
Redazione
1 dicembre 2019.
  

 

         

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook

www.rotte.info

Copyright © 2002-2019