www.rotte.info: periodico indipendente d'informazione del paese di Grotte (provincia di Agrigento).

Grotte.info Quotidiano - Agosto 2020

Home

>

Notiziario

>

Agosto 2020

 

30/08/2020

Televisione. Giovanni Volpe sulla BBC nel programma "Great Continental Railway Journeys"

 

Giovanni Volpe
Giovanni Volpe

È andata in onda sulla BBC, lo scorso mercoledi 26 agosto 2020, una puntata della 7^ stagione del documentario "Trans Europe Express (Great Continental Railway Journeys)" dal titolo "Palermo to Mt Etna". All'interno del documentario, presentato da Michael Portillo, è stato riportato uno speciale su "I Sei Personaggi In Cerca D’Autore” di Luigi Pirandello con la riduzione e la regia di Giovanni Volpe, registrato il 5 maggio 2019 presso il Teatro Pirandello di Agrigento, nel quale lo stesso regista grottese interpretava il ruolo del Padre. Nell'ambito del programma Giovanni Volpe è stato intervistato da Michael Portillo su Pirandello e sulle attività della Fondazione.
"
Trans Europe Express (Great Continental Railway Journeys)" è un documentario inglese trasmesso in prima visione nel Regno Unito dal 2012 su BBC 2. Il programma, presentato da Michael Portillo, è un reportage in cui il conduttore effettua dei viaggi nell'Europa continentale, a bordo dei treni e con l'ausilio di una copia della Guida Bradshaw (Bradshaw's Guide) del 1913, analizzando i cambiamenti avvenuti dal periodo edoardiano. Nella puntata "Palermo to Mt Etna", andata in onda in Italia il 26 agosto 2020, Portillo ha iniziato il suo viaggio a Palermo, poi si è recato nella città di Agrigento dove ha esplorato l'antico tempio greco di Giunone ed ha registrato lo "speciale" con Giovanni Volpe. In seguito ha visitato l'entroterra di Enna, Siracusa e Mascali, per guardare da vicino il vulcano più attivo d'Europa, l'Etna. Sulla Ferrovia Circumetnea Portillo ha ammirato i magnifici panorami intorno al vulcano, prima di prendere la Funivia dell'Etna fino alla vetta.
  
Redazione
30 agosto 2020.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


30/08/2020

Editoria. Presentazione del libro "Fake News" di Francesco Pira e Raimondo Moncada

 

Fake News
Manifesto

Si terrà il prossimo venerdi 4 settembre 2020, a partire dalle ore 21.00 in Piazza Umberto I a Grotte, la presentazione del libro "Fake News"; sottotitolo "Manuale semiserio di sopravvivenza contro le bufale". Il testo, scritto a quattro mani da Raimondo Moncada (giornalista e scrittore) e Francesco Pira (sociologo e docente universitario) è edito da Medinova.
La manifestazione, nella quale interverranno Alfonso Provvidenza (sindaco di Grotte) e Antonio Liotta (editore), sarà coordinata da Egidio Terrana (direttore di Malgrado Tutto) che converserà con gli autori.
  
Redazione
30 agosto 2020.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


30/08/2020

Letture Sponsali. "Insegnare a Dio come fare Dio"

 

Amore Sponsale
Nozze di Giuseppe e Maria

Le "Letture Sponsali" sono uno strumento sperimentale che offre gratuitamente una prospettiva sponsale alle letture della liturgia domenicale. Sono curate dal gruppo "Amore è..." (vedi il sito ufficiale), attivo dal 2006 nella diocesi di Palermo, per favorire un momento di riflessione all'interno delle coppie e nelle comunità ecclesiali. Le letture sono commentate da fidanzati e sposi (tra cui i grottesi Vera e Francesco).

*****

Rinnega te stesso, prendi la tua croce e seguimi.
Ti è mai capitato di manipolare l’altro/a? Colui /colei che ami? Dirgli o dirle cosa deve fare, cosa deve dire, come si deve comportare secondo un’idea che abbiamo di lui o di lei, senza riconoscerne l’unicità, senza consentirgli/le la sua strada da percorrere secondo i suoi tempi e non i nostri?
È quanto accade a Pietro in questo brano evangelico: proclamato pietra su cui si fonderà la chiesa, ora l’apostolo diventa pietra di inciampo. Sostanzialmente Pietro vuole insegnare a Dio come fare Dio, quello che deve o non deve fare per essere corrispondente all’idea che Pietro ha di Dio, idea nella quale non è contemplata la passione di Gesù.
Gesù è molto chiaro. Tre sono le cose da fare per non entrare in questa tentazione: rinnegare se stessi, cioè rinunciare all’idea che il nostro ego è al centro del mondo, che il nostro punto di vista è l’unico ragionevole o accettabile. Abbracciare la croce che non significa cercare la sofferenza ma amare senza misura, come Gesù che ha amato sino al sacrificio. Andare dietro a Gesù, seguirlo, accettare la sua visione, il suo progetto di vita su di noi, non pensare secondo gli uomini ma secondo Dio.
Gloria e Luciano

Punto chiave - Maggiordomi o servi?
Cari amici, le letture di oggi ci invitano a riflettere sull’essere maggiordomi o servi.
I primi sono i saccenti, quelli che pensano di sapere e quindi che grazie alla loro sapienza possano decidere di governare gli altri. I secondi sono quelli che invece sanno di non sapere, ma si pongono al servizio degli altri.
Ma la sapienza non appartiene agli uomini, appartiene  a Dio che è principio di tutte le cose. Non a caso Gesù sceglie di affidare il governo della chiesa a Pietro il primo dei suoi servitori. Perché solo chi si mette al servizio degli altri può guidarli in comando.
Aline e Christian

 
Redazione
30 agosto 2020.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


29/08/2020

Aneddoti. "Gente che riusciva sempre a vedere l'alba. Tutto questo era ieri"; di Innocenzo Infantino

 

Innocenzo Infantino
Innocenzo Infantino

Dentro queste campagne siciliane, la sera, il tramonto solleva colori intensi e sicuri: c'è il rosso del sangue, il giallo del girasole, il blu dei laghi e piccole stelle bianchissime che compaiono lentamente negli angoli del cielo, mentre si fa sempre più buio e che, nonostante ciò, non mette mai paura.
Tra le pietre si solleva l'odore della terra e dove l'accompagnano i pini, questi si mischiano ad essa senza permesso e inventano qualcosa di magico e antico, d'invincibile ed eterno.
Quando attraverso la campagna, tocco i tronchi rugosi degli alberi o affondo i piedi nella terra bruciata, penso sempre a tutto il tempo che contiene, alle lune che l'hanno guardata e ai contadini che l'hanno attesa, curata, amata. Alcuni persino sognando di comprarla un giorno, per un figlio a cui dare la terra, che era un po' come dare i propri occhi.
A me evoca sensazioni semplici, di persone che fanno il pane in casa, che lo dividono con i vicini, persone che si siedono in cerchio, la sera, a parlare bevendo il vino dell'anno prima o l'acqua fresca del pozzo tirata su come un desiderio dal centro della terra. Coi vecchi che riempiono di giochi senza plastica i piccoli, e i piccoli che li fanno sentire un po' meno vecchi e acciaccati.
Immagino il rumore della zappa che ferisce la terra e il canto di tanti uomini e donne che, accompagnando le mani laboriose, lenisce la fatica del raccolto e la trasforma in rendimento di grazie.
Tutto questo era l'altro ieri.
Sembra siano passati anni luce.
Tutto questo era ieri.
C'era gente che si stupiva di piccoli eventi, che riusciva sempre a vedere l'alba, che magari non lottava per grandi ideali, ma amava la vita facendo il segno della croce al mattino e alla sera, prima di chiudere gli occhi e ricominciare a dormire.
 

Innocenzo Infantino
29 agosto 2020
© Riproduzione riservata.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


29/08/2020

Politica. On. Decio Terrana (UDC): "Il presidente Musumeci ha sollevato una questione di dignità e di civiltà"

 

Terrana e Musumeci
Terrana e Musumeci

Il coordinatore politico dell'UDC Italia in Sicilia, on. Decio Terrana, interviene sulla decisione del Governo nazionale di impugnare l'ordinanza del presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci.
Non possiamo che condividere totalmente i dubbi e le perplessità del presidente Musumeci sulla decisione del Governo nazionale di impugnare l’ordinanza di chiusura dei centri per migranti in Sicilia. La sua è una battaglia di civiltà e per il primato della politica. Il presidente Musumeci - si legge ancora nella nota condivisa anche dai deputati regionali dello Scudocrociato - ha sollevato in maniera plateale un problema vero e grave, una questione di dignità e di civiltà che riguarda i migranti ma anche tutti i siciliani. Purtroppo il Governo nazionale anziché raccogliere l’allarme proveniente dalla Sicilia e dare pronta risposta ad una grave emergenza ha preferito ingaggiare una inutile battaglia politico-giudiziaria”.
Sarebbe servito il primato della Politica per affrontare le scandalose condizioni dei migranti ammassati negli hotspot siciliani; ancora una volta, invece, si butta la palla in fuorigioco portandola nelle aule di tribunale e, di fatto, scegliendo di non prendere alcuna decisione” conclude Decio Terrana.
  
Redazione
29 agosto 2020.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


28/08/2020

Politica. On. Rosalba Cimino (M5S): "Campagna elettorale su tema migranti semina odio e paura tra la gente"

 

Rosalba Cimino
Rosalba Cimino

Come prevedibile l’ordinanza di Musumeci si è risolta in un nulla di fatto”. Rosalba Cimino, deputata alla Camera del Movimento 5 Stelle, commenta così la decisione del Tar di Palermo, che ha sospeso l’ordinanza del presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, riguardante la chiusura degli hotspot e dei centri di accoglienza per migranti.
Gridare di chiudere i porti e svuotare tutti i centri è solo propaganda - spiega Cimino - bisogna trattare quello che sta accadendo come una emergenza a cui bisogna far fronte e non a un problema da risolvere soltanto con i proclami. Il Governo ha già messo a disposizione altre soluzioni, come quella della navi-quarantena per contrastare l’emergenza di coloro che sono positivi al Covid-19”.
Rosalba Cimino puntualizza poi su come negli ultimi giorni la questione migranti sia stata strumentalizzata per scopi politici e di campagna elettorale, a tutti i livelli: “Notizie false e speculazione - dice ancora Cimino - sono state le costanti di questi giorni nei quali facciamo i conti con una campagna elettorale, riguardante soltanto il tema dei migranti, che semina odio a paura tra la gente. Oggi la maggior parte dei positivi sono persone che rientrano dalle vacanze e solo una minima parte è rappresentata dei migranti, che sono comunque sottoposti a controlli e alla quarantena”.
  
Redazione
28 agosto 2020.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


28/08/2020

Politica. TAR sospende l'ordinanza di Musumeci sulla chiusura di hotspot e porti

 

Nello Musumeci
Nello Musumeci

Il TAR di Palermo, con un decreto cautelare monocratico a firma del presidente della Terza Sezione depositato ieri pomeriggio, accogliendo l'istanza cautelare presentata dal Governo, ha sospeso l'efficacia dell'ordinanza del presidente della Regione Sicilia Nello Musumeci che aveva disposto lo sgombero degli hotspot e dei centri di accoglienza presenti sul territorio regionale. La camera di consiglio è fissata per il 17 settembre.
Si legge nel decreto di sospensione: “Le misure adottate con l’impugnato provvedimento sembrano esorbitare dall'ambito dei poteri attribuiti alle regioni, laddove, sebbene disposte con la dichiarata finalità di tutela della salute in conseguenza del dilagare dell’epidemia da Covid-19 sul territorio regionale, involvono e impattano in modo decisivo sull’organizzazione e la gestione del fenomeno migratorio nel territorio italiano, che rientra pacificamente nell’ambito della competenza esclusiva dello Stato ai sensi dell’art. 117, co. 2, lett. b), della Cost, e, peraltro, sono certamente idonee a produrre effetti rilevanti anche nelle altre regioni e, quindi, sull’intero territorio nazionale, nel quale dovrebbero essere trasferiti, nell’arco delle 48 ore decorrenti dalla pubblicazione dell’ordinanza, i migranti allo stato ospitati negli hotspot e nei centri di accoglienza insistenti sul territorio regionale, Inoltre la disposta chiusura dei porti all’accesso dei natanti di qualsiasi natura trasportanti migranti sembra esorbitare parimenti dalla competenza regionale”.
Le misure previste dall’ordinanza, secondo il TAR “sono idonee, da un lato, a ingenerare difficoltà di coordinamento tra le autorità deputate alla gestione delle relative attività, avuto riguardo alle competenze rispettivamente spettanti a ciascun attore istituzionale”, inoltre “potrebbero esse stesse creare le condizioni di potenziale pericolo per la salute e l'incolumità pubblica che avrebbero, invece, inteso scongiurare, attesa l'evidente difficoltà di organizzare nei ristretti tempi indicati l'attività di sgombero, in condizioni di sicurezza, di un consistente numero di migranti ospitati in diverse strutture situate nell'intero territorio della Regione siciliana e il loro trasferimento sul territorio nazionale, in modo tale da contenere l'ulteriore trasmissione del virus sia tra di loro che nella popolazione locale e, infine, nei confronti degli stessi operatori chiamati all'attuazione concreta delle misure”.
Non è dato ricavare che sia stata svolta un'idonea istruttoria al riguardo a supporto del provvedimento, in mancanza di specifici riferimenti o richiami agli accertamenti svolti e alle relative risultanze” continua il TAR, che conclude “In definitiva, l'esistenza di un concreto aggravamento del rischio sanitario legato alla diffusione del Covid-19 tra la popolazione locale, quale conseguenza del fenomeno migratorio, che, con il provvedimento impugnato, tra l’altro, si intende regolare, appare meramente enunciata, senza che risulti essere sorretta da un’adeguata e rigorosa istruttoria, emergente dalla motivazione del provvedimento stesso e altrettanto sembra potersi affermare anche in relazione alla diffusione del contagio all’interno delle strutture interessate; considerato che, pertanto, per le valutazioni tutte sopra esposte, sussistono i presupposti per l’adozione del richiesto decreto cautelare monocratico con conseguente sospensione dell’esecutività degli effetti dell’impugnato provvedimento fino alla prossima udienza del 17.9.2020, che si fissa fin da ora, ai fini della trattazione collegiale della predetta istanza cautelare
.
 

Redazione
28 agosto 2020
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


27/08/2020

Politica. Nominativi degli scrutatori per il Referendum Costituzionale del 20 e 21 settembre 2020

 

Sorteggio degli scrutatori

Mercoledi 16 agosto, alle ore 18.00 nel Palazzo Municipale di Grotte, la Commissione elettorale comunale - riunita in pubblica adunanza nella sala consiliare - ha proceduto alla nomina degli scrutatori (tramite sorteggio) che saranno destinati agli uffici di sezione per il Referendum Costituzionale che si svolgerà domenica 20 e lunedi 21 settembre 2020.
Gli Uffici Elettorali delle sezioni (12 per il Comune di Grotte) sono costituite da 1 Presidente, 1 Segretario e 3 Scrutatori.

Pubblichiamo l'elenco degli scrutatori e dei supplenti.

Sezione n° 1: Girgenti Paolina, Carlisi Stefanina, Alaimo Santo.

Sezione n° 2: Licata Antonio, Buscemi Giovanna, Provvidenza John Onofrio.

Sezione n° 3: Valenza Laura, Zaffuto Anna Maria, Parrinello Maria Teresa.

Sezione n° 4: Morgante Filippo, Cimino Letizia, Terrana Antonio.

Sezione n° 5: Costanza Maria Triestina F., Carraggi Loredana, Mastroiorio Antonella Pia.

Sezione n° 6: La Paglia Filippo, Brucculeri Calogero, Patti Orsola.

Sezione n° 7: Alaimo Gisella, Criminisi Rosa Maria, Vinci Giuseppa.

Sezione n° 8: Girgenti Gisella, Puglisi Settimo, Apa Giovanni.

Sezione n° 9: Costanza Pietro, Salvaggio Diego, Figliola Gianluca.

Sezione n° 10: Infantino Lidia, Agnello Erika, Cimino Alfonsa.

Sezione n° 11: Licata Stefano, Agnello Enza, Castronovo Mariangela.

Sezione n° 12: Agnello Salvina, Collura Erika, Salvaggio Pietro.

Elenco degli Scrutatori supplenti, in ordine di estrazione:
Scibetta Rosario, Morgante Valentina, Alaimo Carmela, Cutaia Francesco, Vella Ottaviano Iv., Rizza Giantonio, La Mendola Salvatore, Cutaia Laura, Busuito Domenico, Pillitteri Rosetta, Agnello Salvatore, Costanza Michele Antonio.
  
Redazione
27 agosto 2020
  

Comune di Grotte

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


26/08/2020

Attualità. Parroco di Siracusa contro l'ipocrisia: "Non venite a Messa, state perdendo tempo!"

 

Don Lorenzo Russo
Don Lorenzo Russo

Lui è Lorenzo Russo, sacerdote da 7 anni. Da 5 anni è alla guida della chiesa di san Francesco d'Assisi a Floridia, in provincia di Siracusa. Nei giorni scorsi ha fatto discutere un suo post su Facebook, scaturito non dal desiderio di provocare quanto per ribadire la coerenza nella vita di chi si dice cristiano.
"Scrivo ai miei parrocchiani - ha esordito il Sacerdote -, a quanti tra questi oggi gioiscono per l’ordinanza di Musumeci convinti da domani di essersi liberati del problema delle migrazioni, a quanti osannano scelte politiche che non fanno il bene dei poveri di questo mondo ma guardano solo al proprio interesse. A voi dico: non venite a Messa, state perdendo tempo! Non giova a nulla battervi il petto, ascoltare la parola del Vangelo, nutrirvi dell’Eucarestia. La vostra ipocrisia vi precede. Chiedete coerenza a chi vi circonda, imparate voi ad essere coerenti con la fede che dite di professare. Sennò saremo solo come i ‘sepolcri imbiancati’ di cui parla Gesù: che si lasciano ammirare dalla gente per la loro bellezza esteriore, ma che all’interno custodiscono solo odore di morte. Convertiamoci al Vangelo, fratelli miei. Un giorno - ha concluso don Lorenzo - dovremo dare conto a Dio di tutto, delle parole come dei silenzi. Sull’amore saremo giudicati".
Parole che possono apparire forti, ma che trovano eco in quelle che propone la liturgia di oggi - rivolte a chi in chiesa ci va, sedendo ai primi banchi o addirittura servendo presso gli altari - con il vangelo di Matteo: "
Guai a voi, scribi e farisei ipocriti, che rassomigliate a sepolcri imbiancati: essi all'esterno son belli a vedersi, ma dentro sono pieni di ossa di morti e di ogni putridume. Così anche voi apparite giusti all'esterno davanti agli uomini, ma dentro siete pieni d'ipocrisia e d'iniquità" (Mt 23,27-28).
  
Redazione
26 agosto 2020.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


26/08/2020

Politica. Mercoledi 26 agosto, sorteggio degli scrutatori per il Referendum Costituzionale

 

Sorteggio degli scrutatori

Saranno sorteggiati oggi, mercoledi 16 agosto, a partire dalle ore 18.00, presso l'Aula consiliare del Comune di Grotte, gli scrutatori che saranno impegnati nei seggi elettorali per il Referendum Costituzionale di domenica 20 e lunedi 21 settembre 2020. Di seguito, la comunicazione ufficiale.

*****

REFERENDUM COSTITUZIONALE
DI DOMENICA 20 E LUNEDI 21 SETTEMBRE 2020


CONVOCAZIONE DELLA COMMISSIONE ELETTORALE
COMUNALE
PER LA NOMINA DEGLI SCRUTATORI

COMUNE DI GROTTE

IL SINDACO

- Visto l'articolo 19, primo comma, della legge 25 maggio 1970, n. 352, recante norme sui referendum previsti dalla Costituzione e sulla iniziativa legislativa del popolo;
- Visto l'articolo 2 della legge 22 maggio 1971, n 199, come sostituito dall'articolo 2 della legge 7 maggio 2009, n. 46;
- Visto l'articolo 9 della legge 23 aprile 1976, n. 136, recante norme sulla riduzione dei termini e sulla semplificazione del procedimento elettorale;
- Visto l'articolo 6 della legge 8 mano 1969, n 95, recante norme per l'istituzione dell'albo delle persone idonee all'ufficio di scrutatore di seggio elettorale;
- Visto il decreto del Presidente della Repubblica 17 luglio 2020, con il quale sono stati convocati per i giorni di domenica 20 e lunedì 21 settembre 2020 i comizi per lo svolgimento del seguente

REFERENDUM COSTITUZIONALE

“Approvate il testo della legge costituzionale concernente "Modifiche agli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione in materia di riduzione del numero dei parlamentari", approvato dal Parlamento e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 240 del 12 ottobre 2019?”;

RENDE NOTO

che la Commissione elettorale comunale è convocata nella sede del Comune in pubblica adunanza per il giorno 26 agosto 2020, alle ore 18.00, per procedere alla nomina degli scrutatori che saranno destinati agli uffici di sezione per il referendum costituzionale e per le altre consultazioni elettorali eventualmente indette per i giorni di domenica 20
e lunedì 21 settembre 2020.

Grotte, addì 24 agosto 2020

Comune di Grotte

   

Il Sindaco
Alfonso Provvidenza
 

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


25/08/2020

Trasporti. Aeroporto di Trapani Birgi: dal 1° novembre 6 nuove rotte in continuità territoriale

 

Aeroporto di Trapani Birgi
Trapani Birgi

È ufficiale: sono state presentate tre offerte per le rotte messe in gara per la continuità territoriale con l’aeroporto di Trapani Birgi. Erano scaduti lo scorso 18 agosto i termini per la presentazione delle offerte per la gara, dal valore di 23 milioni di euro, bandita da Enac per l’assegnazione di 6 rotte in continuità territoriale, finanziate dal governo regionale e dal governo nazionale. Dopo il via libera del Ministero, Airgest comunica ufficialmente che, ad aver presentato un’offerta, sono tre vettori per tutte e le 6 rotte messe a bando ovvero Napoli, Brindisi, Ancona, Perugia, Trieste, Parma. La procedura di gara è in corso quindi non possono essere ancora divulgati i nomi delle compagnie aeree. L’iter avviato potrà consentire di giungere ad un aggiudicazione in tempo per l’avvio dei collegamenti a far data dal primo novembre, giorno in cui entra in vigore per decreto del MIT, l’imposizione degli oneri di servizio pubblico.
Dopo i 9,4 milioni messi in campo dalla legge 14 della Regione siciliana per la promozione del territorio - afferma il presidente di Airgest, Salvatore Ombra -, adesso Airgest fa l’en plein anche con le somme assegnate da Stato e Regione per le rotte in continuità territoriale. È la felice conclusione del duro lavoro condotto con Assessorato e il Ministero. Trapani Birgi - ricorda Ombra - è l’unico aeroporto in Europa ad aver avuto assegnato un numero così alto di rotte, ben sei, che diventano sette con quella già esistente da e per Pantelleria. Auspichiamo di farle partire dal primo di novembre come stabilito”.
  
Redazione
25 agosto 2020.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


25/08/2020

Dialoghi. "Questione migranti: messaggi sbagliati dal Governo italiano all'Africa"; di Giuseppe Castronovo

 

Intervento del dott. Giuseppe Castronovo.

Al Circolo della Concordia abbiamo affrontato il tema dell'immigrazione che, per i numeri di sbarchi avvenuti in questi ultimi due mesi, per la Sicilia si sta trasformando si sta trasformando in una vera e propria tragedia umanitaria. I numeri descrivono solo in parte questa tragedia: 7067 sbarchi a luglio e oltre 3000 nei primi 20 giorni di agosto. È stata avanzata l'ipotesi che l'autorizzazione al processo nei confronti dell'ex ministro Salvini votato dal Parlamento sia stato di fatto un messaggio sbagliato all'Africa e agli scafisti secondo cui in Italia chi vuole fermare gli sbarchi va in galera. Da qui la ripresa di arrivi oramai senza alcun controllo.
Giuseppe Castronovo

"Questione migranti: messaggi sbagliati dal Governo italiano all'Africa"
(Dai Dialoghi svolti al Circolo della Concordia)

Totò: Amici, mi sembra che con il passare dei giorni il “tema migranti” nelle terre di Lampedusa e Sicilia diventi sempre più drammatico.

Enzo: In effetti gli sbarchi continuano senza sosta a tal punto da provocare un braccio di ferro tra il presidente della Regione Sicilia Musumeci e il ministro dell’Interno Lamorgese.

Nenè: L’aspetto che mi sembra più grave in tutta questa tragedia è l’inerzia del Governo italiano che nulla fa per alleviare le sofferenze patite dai lampedusani e dai siciliani: basti pensare che in un centro di accoglienza che può ospitare al massimo qualche centinaio di migranti di fatto ne stazionano stabilmente più di mille! Ora voi capite che il problema, che già è di ordine pubblico, diventa anche sanitario. Il Governo non lo dice, ma è così!

Santo: Prof. Vezio, a lei la parola.

Vezio: Amici, gli sbarchi, sempre più numerosi di questi giorni, sulle nostre coste, sono il frutto avvelenato degli annunci sbagliati che il Governo Conte 2° ha inviato in Africa in questo ultimo anno.

Nino: Prof. sia più chiaro.

Vezio: Cari amici, cos’è l’autorizzazione al processo all’ex ministro Salvini, votata dal Parlamento italiano, se non un messaggio - che io definisco “sbagliato”- all’Africa e agli scafisti? Vedete…

Nino: Che cosa?

Vezio: Gli scafisti sono come le mosche in presenza del miele: nessuno le ferma! Ebbene, l’autorizzazione al processo contro Salvini per loro è stato un vero e proprio barile di miele! Ragionano così con chi vuol venire illegalmente in Italia: “Venite, venite che vi trasportiamo in Italia: il momento è propizio! Oggi in Italia chi si oppone al vostro arrivo rischia di andare in galera, così come il Parlamento italiano ha stabilito per l’ex ministro Salvini consegnandolo alla magistratura che lo processerà per sequestro di persona. Avete solo quattro mila euro? No problem, il resto ce lo darete quando incomincerete a fare i primi guadagni in Italia”. Sono queste decisioni del Governo Conte a costituire altrettanti messaggi sbagliati; e le conseguenze, una volta versato il miele, si vedono. Chi riuscirà adesso a fermare le mosche?
     

 

   

Giuseppe Castronovo
(gcastronovo.blogspot.it)
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


24/08/2020

Moda. "Ivygroovy" by Simona Agnello: il nuovo brand italiano di scarpe, con il cuore a Grotte

 


Ivygroovy

Ivygroovy
Ivygroovy

Dopo l'affermazione della sua linea di abbigliamento, dall'evocativa denominazione di "Ivygroovy" (vedi il sito), la giovane stilista grottese Simona Agnello si cimenta in una nuova sfida: "Ivy The Groovy" (vedi il sito), scarpe personalizzate.
"La mia prima scarpa è già in vendita in tutte le taglie donna e uomo - dice Simona -. Per me è un sogno che si realizza!".
"Ivygroovy" viene proposto come un brand siciliano casual-chic che punta a sottolineare l'eccentricità in tutte le sue sfaccettature, che vuole far sentire le donne uniche e molto speciali. Tutte le scarpe personalizzate - assicura la Stilista - sono fatte a mano da maestri artigiani italiani con pelle italiana. Ogni paio di scarpe viene realizzato come unico nel suo genere, combinando tradizione artigianale, qualità e stile moderno, per garantire un prodotto perfettamente italiano.
La cura quasi maniacale della realizzazione si estende anche al confezionamento. La confezione - definita "da collezione" - è anch'essa personalizzata e di un'incredibile qualità di stampa su carta lucida proveniente rigorosamente da Fabriano; costruzione italiana fatta a mano e una solida clip magnetica; un "pezzo di design" che aggiunge valore a un paio di scarpe su misura già esclusive.
"
Ogni scarpa è in vera pelle italiana di altissima qualità - confida Simona con grande soddisfazione -, provvista di certificato di autenticità, realizzata a mano dai migliori calzolai delle Marche, nello stesso distretto che produce scarpe per Gucci, Prada, Chanel, per citarne alcuni. Ogni paio è unico e speciale: un po’ come Ivygroovy".  
  
Redazione
24 agosto 2020.
  

Simona Agnello
Simona Agnello

Ivygroovy
Ivygroovy

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


24/08/2020

Comune. Servizio scuolabus: presentazione delle richieste entro il 15 settembre (scarica il modulo)

 

Servizio scuolabus
Scuolabus


Scarica il modulo per la richiesta del servizio scuolabus Visita l'argomento

Sino a martedi 15 settembre 2020 le famiglie che nell'anno scolastico 2019/2020 intendono fruire dello scuolabus, per gli alunni delle classi di Scuola dell'Infanzia e di Scuola Primaria dell'Istituto comprensivo "Angelo Roncalli" di Grotte, possono presentare richiesta (scarica il modulo).
I moduli
sono disponibili anche presso l’Ufficio Cultura del Comune (piano terra del palazzo comunale) e possono essere consegnati all’Ufficio Protocollo del Comune o inviati tramite PEC all'indirizzo "comunedigrotte@pec.it" entro il 15 settembre 2020. Le richieste pervenute successivamente alla data di scadenza saranno accolte con riserva e costituiranno lista di attesa.
La tariffa mensile per fruire del servizio scuolabus è stabilita in relazione all’importo ISEE.
Per gli alunni che frequentano la Scuola Primaria l’importo fissato con decorrenza dal 1° all’ultimo giorno del calendario scolastico è il seguente:
- € 5,00 per ISEE da € 0,00 a € 5.000,00;
- € 8,00 da 5.000,01 a € 7.500,00;
- € 13,00 da 7.500,01 a € 10.632,00;
- € 20,00 per ISEE oltre € 10.632,00.
Per gli alunni della Scuola dell’Infanzia l’importo fissato con decorrenza dal 1° all’ultimo giorno del calendario scolastico è il seguente:
- € 5,00 per ISEE DA 0,00 € 5.000,00;
- € 7,00 per ISEE oltre € 5.000,00.
Qualora usufruiranno del servizio 2 o più figli, è prevista la riduzione del 30% per ciascun figlio.
Il pagamento può essere fatto mensilmente, oppure può essere anticipato per due o più mesi o anche per tutto l’anno, presso gli uffici postali, utilizzando gli appositi moduli di c/c postale.
Il versamento deve essere effettuato sul conto corrente postale n° 11687928 intestato a "Comune di Grotte – Servizio pulmino scuolabus", indicando nome e cognome del bambino/a e mese di riferimento.
Le ricevute di versamento dovranno essere consegnate all’Ufficio Cultura che provvederà ad apporre il timbro dell’avvento pagamento nel mese di riferimento sull’apposito tesserino che verrà esibito al personale del servizio Pulmino Scuolabus.
Per ulteriori informazioni è possibile rivolgersi all’Ufficio Cultura (tel. 0922.947515).
  
Redazione
24 agosto 2020.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


23/08/2020

Comune. Caffè letterario "Benvenuti a Màkari": Ferlita incontra Savatteri; mercoledi 26 agosto

 

Benvenuti a Makari
Manifesto

Si chiama "Benvenuti a Màkari" il Caffè letterario organizzato dall'Assessorato alla Cultura del Comune di Grotte per il prossimo mercoledi 26 agosto 2020, a partire dalle ore 21.00 in Piazza Umberto I.
Il Presidente onorario del Premio letterario "Racalmare - Leonardo Sciascia" - Città di Grotte, prof. Salvatore Ferlita, incontra lo scrittore Gaetano Savatteri.
Màkari è il titolo di una serie tv Rai in 4 puntate (I colpevoli sono matti, La regola dello svantaggio, È solo un gioco, La fabbrica delle stelle), tratta dalle opere di Gaetano Savatteri, ambientata tra la Riserva Naturale dello Zingaro e Baia Santa Margherita, che andrà in onda nel 2021 su Rai Uno.
L’attore Claudio Gioè, protagonista della serie, interpreta Saverio Lamanna, uno scrittore per vocazione e detective per caso. Licenziato dall’incarico di ufficio stampa di un viceministro, Lamanna torna in Sicilia, nella casa di famiglia di Màkari, dove ritrova l’amico Peppe Piccionello, sempre in boxer e infradito ma capace di colpi di genio e battute sagaci, e si innamora di Suleima, laureanda in architettura che si mantiene agli studi lavorando d’estate come cameriera nel ristorante di Marilù. Nel corso delle quattro puntate, lo Scrittore si impegna in indagini su omicidi, sparizioni e misteri che insanguinano la sua terra: la scomparsa di un bambino e l’autoaccusa di un anziano barbone (I colpevoli sono matti); la morte di un imprenditore durante un tour enogastronomico della Sicilia per il quale Saverio e Peppe si sono improvvisati guide turistiche (La regola dello svantaggio); il mondo sommerso delle scommesse clandestine fatto di compromessi e invidie (È solo un gioco); la morte di una giovane produttrice cinematografica nella cornice del Festival di Taormina, che porta Saverio a fare i conti con una verità non scontata da ricercare attraverso la nebbia della finzione cinematografica (La fabbrica delle stelle).
Il Caffè letterario si svolgerà garantendo tutte le misure disposte per la sicurezza contro il contagio da Covid-19.
  
Redazione
23 agosto 2020.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


23/08/2020

Teatro. Il Laboratorio Teatrale "L. Visconti" al XX Pirandello Stable Festival; al Caos il 30 agosto

 

Laboratorio Teatrale "L. Visconti"
Manifesto

XX Pirandello Stable Festival
Manifesto

Domenica 30 agosto il XX Pirandello Stable Festival al Caos, - direzione artistica di Mario Gaziano - prosegue la stagione con altri due appuntamenti.
Alle ore 18.00, presso la Sala Convegni del Parco Letterario Pirandello, si terrà la cerimonia di premiazione del concorso poetico nazionale “Una poesia per Pirandello”. Questa IX edizione ha registrato la partecipazione di 150 poeti di tutte le regioni d’Italia per la sezione in “lingua italiana”, nonché numerosi partecipanti da tutte le province siciliane per la sezione in “lingua siciliana”.
Alle ore 21.00 (ingresso dalle ore 20.30) il Laboratorio Teatrale “Luchino Visconti” metterà in scena lo spettacolo Pirandelliano “Malgiocondo”, drammaturgia e regia di Salvatore Bellavia, con Maria Grazia Castellana, Giusy Costanza, Alessandra Criminisi, Salvatore Milano, Piero Salvaggio, Stefano Salvaggio e Giulia Serravillo.
Lo spettacolo, che si terrà ad Agrigento presso l’Area Casa Natale di Luigi Pirandello al Caos, è ad ingresso gratuito con ticket da ritirare (a partire dalle ore 09.00 di lunedi 24 agosto) presso il box office di Via Imera n° 27.
Ogni persona potrà ritirare 2 ticket d'ingresso gratuito. Sono attuate le prescrizioni anti Covid-19.
  
Redazione
23 agosto 2020.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


22/08/2020

Letture Sponsali. "La capacità di riconoscere i propri sbagli"

 

Amore Sponsale
Nozze di Giuseppe e Maria

Le "Letture Sponsali" sono uno strumento sperimentale che offre gratuitamente una prospettiva sponsale alle letture della liturgia domenicale. Sono curate dal gruppo "Amore è..." (vedi il sito ufficiale), attivo dal 2006 nella diocesi di Palermo, per favorire un momento di riflessione all'interno delle coppie e nelle comunità ecclesiali. Le letture sono commentate da fidanzati e sposi (tra cui i grottesi Vera e Francesco).

*****

Senza gioia non c'è discepolato.
Signore Gesù, nel vangelo di oggi, ci colpisce come alla prima domanda abbiano risposto tutti i discepoli e alla seconda risponda solo Pietro; ci colpisce anche come a Dio, Pietro, leghi la vita: Tu sei il Messia, il Figlio del Dio vivente!
Dio vive e crea vita, agisce nella storia, mette in moto qualcosa.
Il vangelo di oggi ci dice fondamentalmente una cosa: Dio è il Dio della vita, e noi lo incontriamo soltanto là dove noi stessi siamo vivi. Signore Gesù, ci inviti a non fermarci ad una professione di fede che sia corretta formalmente, ma una professione di fede che sia in grado di sperimentare quello che dichiara con la bocca. È bellissima la domanda di Gesù, tanto bella quanto difficile e ci dice che la risposta vera è solo la nostra, quella che personalmente e singolarmente riusciamo a dare: Tu, con il tuo cuore, la tua forza, la tua esperienza, il tuo peccato, tu cosa dici di Dio?
Qui non servono studi particolari, letture sapienziali, libri o formule di catechismo, qui ognuno di noi, uscito dalle mani di Dio, dissetato alle sue sorgenti, ognuno di noi, caduto a causa del proprio peccato e risorto perché Dio lo ha rialzato, ciascuno deve dare la sua risposta. Questo significa essere vivi nella fede, diversamente rimaniamo fermi al sapere libresco o per sentito dire. Su Pietro e sulle sua fede Gesù costruisce la Chiesa, una fede non professata solo a parole, ma testimoniata con la vita, con la capacità di riconoscere i propri sbagli e di non farsi schiacciare da questi, perché Gesù vuole che noi viviamo, che noi possiamo rialzare la testa e continuare a seguirlo.
Signore Gesù, Figlio del Dio Vivente, sappiamo che il cristianesimo non è una dottrina né una morale, ma è il nostro rapporto con Te, nostro Signore e nostro Dio: sappiamo che il cristianesimo è cercare di amare come tu ci ami. Non sappiamo se ci riusciremo, ma una promessa sentiamo di potertela fare: tutta la nostra vita sarà un provarci e un riprovarci ancora!
Paola e Salvo

Punto chiave
In questa XXI Domenica del Tempo Ordinario, ci troviamo dinnanzi alla domanda che Gesù pone ai discepoli e, insieme a loro, pone a ciascuno di noi: «La gente, chi dice che sia il Figlio dell’uomo?»; e ancora “Ma voi chi dite che io sia?”.
In altri termini: “Chi è Gesù per me? Chi è nella mia vita?”.
Ed è proprio in questa domanda, apparentemente semplice, ma in realtà di grande portata esistenziale, il cuore della Parola di Dio di questa domenica.
La risposta di Simon Pietro è una vera professione di fede, un riconoscimento del ruolo di Messia di Gesù: “Tu sei il Cristo, il Figlio del Dio vivente».
Proprio in questo momento, Simone scopre di essere Pietro, ricevendo la consegna della Chiesa nascente. Riconoscendo il volto di Cristo, Pietro conosce il proprio nome e il proprio volto, comprende la missione alla quale è chiamato, riceve una risposta sul senso profondo della propria esistenza.
È ciò che accade a ciascuno di noi quando troviamo il coraggio di fare un percorso autentico di ricerca di Dio, un cammino alla scoperta del Suo vero volto, chiedendoci chi è davvero per noi, che posto ha nel nostro cuore, nella nostra storia, nella nostra famiglia, nelle nostre relazioni.
Cercandolo con coraggio e, a volte, con sofferenza e difficoltà, passando anche attraverso momenti di buio e di silenzio, possiamo scorgere i tratti più autentici di noi stessi, percepirci come amati da Lui fin dall’eternità, pensati con amore infinito e destinati alle realtà più grandi e più belle.
Cristo consegna a Pietro le chiavi del Regno per spalancare le porte, per creare legami con Dio ma anche tra fratelli.
È la Croce di Gesù che unisce individui distinti e li rende fratelli.
Dal riconoscimento di Gesù come il Cristo nasce il legame autentico con l’altro, che da estraneo diventa vicino e unito nel vincolo della carità.
Chiara e Fabio

 
Redazione
22 agosto 2020.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


22/08/2020

Aragona. "Domenica nei borghi sicani", alla scoperta dei luoghi di Pirandello

 

Domenica nei borghi sicani
Manifesto

I luoghi aragonesi di Luigi Pirandello verranno riscoperti domenica 30 agosto, grazie alla manifestazione organizzata dalla Proloco con la collaborazione della Rete dei Monti Sicani, nell’ambito della manifestazione “Domenica nei borghi sicani”.
Guide turistiche accompagneranno i visitatori nei luoghi delle novelle di Pirandello: da “Ciaula scopre la luna” a “La cassa riposta”, molti racconti del Premio Nobel sono stati ambientati tra i vicoli e i luoghi di Aragona, cittadina dove la famiglia Pirandello era attiva con la miniera “Taccia Caci”, la stessa cava mineraria la cui frana causò la crisi economica dello scrittore, portandolo a intensificare la sua opera letteraria e la sua collaborazione con i giornali.
Questi luoghi verranno raccontati dalle guide turistiche qualificate, che narreranno le storie ambientate nel centro storico aragonese e gli aneddoti della famiglia Pirandello.
La manifestazione comprenderà anche la visita al Palazzo Principe, dimora della famiglia Naselli che vanta gli affreschi del Borremans, e al Mudia, il Museo Diocesano di Agrigento. L’appuntamento è alle ore 17.30 di domenica 30 agosto
.
  
Redazione
22 agosto 2020.
       

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


22/08/2020

Ricorrenze. Celebrazioni nel centenario della nascita di padre Gaetano Ciranni

 

Padre Gaetano Ciranni, Superiore Generale Emerito dei Padri Rogazionisti
Padre Ciranni


7 maggio 1989: consegna riconoscimento a Padre Gaetano Ciranni
07/05/1989

Il prossimo 24 settembre ricorrerà il 100° anniversario della nascita di padre Gaetano Ciranni, già Superiore Generale Emerito dei Padri Rogazionisti del Cuore di Gesù, salito al cielo il 26 luglio 2014 all'età di 93 anni.
Nacque a Grotte il 24 settembre 1920 e a soli 13 anni lasciò il paese per seguire la vocazione religiosa. Nel 1944 aveva emesso i voti di professione perpetua e tre anni dopo, nel 1947, era stato ordinato sacerdote. Nel 1974 venne eletto Superiore Generale della Congregazione fondata da padre Annibale Maria Di Francia (al quale il paese di Grotte ha dedicato una via), servizio nel quale, al termine dei 6 anni, venne nuovamente riconfermato sino al 1986.
All'illustre Concittadino il Consiglio comunale di Grotte, nel 1988, ha voluto attribuire il riconoscimento di "Cittadino Benemerito" (nella foto a lato, la consegna della relativa medaglia d'oro nel 1989).
Per il centenario della nascita di padre Gaetano Ciranni sono in preparazione una serie di iniziative, di concerto tra l'Amministrazione comunale, il clero grottese e la Proloco "Herbessus".
Nelle due riunioni organizzative tenutesi nelle scorse settimane, alle quali hanno preso parte il sindaco Alfonso Provvidenza, il parroco don Salvatore Zammito, il presidente della Proloco Filippo Vitello, il dott. Antonio Carlisi e Gaspare Agnello, si è stabilito di celebrare il 100° anniversario non il 24 settembre bensì la successiva domenica 27 settembre 2020.
Alle celebrazioni parteciperanno: l'arcivescovo di Agrigento S.Em. card. Francesco Montenegro, il Superiore Generale dei Rogazionisti padre Bruno Rampazzo, i familiari di Padre Ciranni (tra cui la sorella), il magistrato dott. Salvatore Filippo Vitello (toccante la sua testimonianza in occasione della morte di padre Ciranni).
Il programma di massima prevede la celebrazione della santa Messa alle ore 11.00 in chiesa Madre, presieduta da padre Bruno Rampazzo.
A seguire, nella mattinata, in Via Washington presso la casa natale di padre Ciranni sarà scoperta una targa in memoria.
Nel pomeriggio, ancora in chiesa Madre, si terrà la cerimonia commemorativa con i saluti delle Autorità e le relazioni-testimonianze sulla figura del Sacerdote grottese.
Nell'occasione verrà
ricordato anche il fratello di padre Gaetano, don Salvatore, anch'egli padre rogazionista e missionario in diverse nazioni.
"Certamente la cittadinanza, con la sua presenza, vorrà onorare uno dei cittadini più illustri della nostra comunità che ha vissuto la sua vita donandosi alla fede e operando attivamente per venire incontro ai poveri e per portare la parola del vangelo nel mondo"; così scrive Gaspare Agnello (promotore nel 2017 dell'intitolazione di una via a padre Ciranni; proposta ribadita nel 2018 e sostenuta dal dott. Salvatore Filippo Vitello), che continua: "Padre Ciranni è vissuto ed è morto in odore di santità e Grotte è orgogliosa di avere dato i natali a lui e al fratello Salvatore"
.

Carmelo Arnone
22 agosto 2020
© Riproduzione riservata.
  

In ricordo di Padre Gaetano Ciranni
Ricordo

In ricordo di Padre Gaetano Ciranni
Ricordo

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


21/08/2020

Volontariato. Gara di generosità per la sede dell'associazione grottese dei donatori di sangue AVIS

 

AVIS Comunale di Grotte
AVIS di Grotte

Si sta rivelando una vera e propria gara di generosità, quella che ha come oggetto la risistemazione della sede dell'AVIS Comunale di Grotte. Da quando, lo scorso 3 agosto, gli Uffici comunali hanno dato l'ok per l'inizio dei lavori, i volontari donatori di sangue grottesi, sull'esempio del presidente Pietro Zucchetto, si sono messi all'opera. Immediatamente è partita la gara di generosità nella raccolta di fondi tra le aziende ed attività commerciali locali, le quali hanno risposto positivamente dando ciascuna il proprio contributo. Anche numerosi donatori hanno voluto partecipare alla raccolta fondi; iniziativa che proseguirà nei prossimi giorni. Le somme pervenute serviranno per sostenere in parte le spese della messa a norma dei locali concessi in comodato d'uso gratuito dall'Amministrazione comunale di Grotte. Mentre la manodopera è fornita a titolo gratuito da artigiani, professionisti e volontari (donatori e non), sono diverse le aziende che hanno offerto anche materiale e supporto tecnico.
L'adeguamento dei locali alle norme sanitarie e l'acquisizione degli arredi necessari consentirà entro breve tempo - qualche mese - di poter attivare in sede un punto di raccolta sangue, in modo da consentire ai donatori (ma anche a chi sente il desiderio di rendersi protagonista di un atto di puro volontariato) di effettuare la donazione senza spostarsi dal proprio paese.

Carmelo Arnone
21 agosto 2020
© Riproduzione riservata.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


21/08/2020

Chiesa. Santa Messa in suffragio di padre Giovanni Castronovo, giovedi 3 settembre 2020

 

Padre Giovanni Castronovo
Padre Giovanni Castronovo

Il 3 settembre dello scorso anno, dopo una lunga malattia, confortato ed assistito amorevolmente dai familiari, con il sostegno costante nella preghiera dell'intera comunità ecclesiale di Grotte, si spegneva padre Giovanni Castronovo.
Il Sacerdote aveva svolto servizio pastorale a Grotte ininterrottamente dal 1° gennaio 1969, segnando profondamente la vita ecclesiale e sociale dell'intera comunità cittadina.
Giovedi 3 settembre 2020, nell'anniversario della dipartita, alle ore 18.00 in chiesa Madre sarà celebrata una santa Messa in suffragio.
  
Redazione
21 agosto 2020.
       

Anniversario morte di padre Giovanni Castronovo
Necrologio

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


21/08/2020

Spettacolo. "Italo Medio" con Aristotele Cuffaro; sabato 29 agosto al Teatro Costabianca di Realmonte

 

Aristotele Cuffaro
Locandina

Sabato 29 agosto, presso il Teatro Costabianca di Realmonte, andrà in scena lo spettacolo di Cabaret "Italo Medio", una produzione del Teatro della Posta Vecchia di Agrigento, interpretato da Aristotele Cuffaro.
Il progetto-spettacolo "Italo Medio", ideato da Camillo Mascolino, ha la caratteristica di creare un intrattenimento in cui coabitano musica, parodie di canzoni e sketch comici che hanno come soggetto la politica, i fatti di cronaca e di costume, raccontati attraverso i tic, le debolezze, i caratteri dell'italiano medio che in questo caso diventa il personaggio “Italo Medio”. Nell'affresco che Camillo Mascolino ha realizzato non mancano argomenti di natura sociale che inducono il pubblico, fra una risata e l'altra, a riflettere su alcune piaghe della società: la mafia, la droga, l'inquinamento ambientale. Temi trattati con levità, vista la natura dello spettacolo di intrattenimento leggero, che fanno parte del nostro quotidiano. Una messa in scena composita, di divertimento, che induce lo spettatore a riflettere su argomenti sociali, trattati con ironia. “Italo Medio” è interpretato da un navigato attore, Aristotele Cuffaro, maschera comica del panorama teatrale siciliano, che ha portato anche all'estero i suoi personaggi di matrice siciliana, il quale con la sua duttilità e ironia descrive tante facce di "Italo Medio" interpretando diversi personaggi, tutti con caratteristiche diverse, ma con il comune denominatore di far divertire il pubblico. Fanno parte inoltre della rappresentazione: Giovanni Moscato (fondatore del Teatro della Posta Vecchia di Agrigento), Ilaria Bordenga, Camillo Mascolino e Tony Bruccoleri.
  
Redazione
21 agosto 2020.
       

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


18/08/2020

Chiesa. Parrocchia San Rocco: parte don Gaspare Sutera ed arriva don Vincenzo Licata

 

Chiesa San Rocco
Chiesa di San Rocco

Cambio alla guida della parrocchia San Rocco in Grotte: parte don Gaspare Sutera ed arriva don Vincenzo Licata.
La comunicazione ufficiale è stata diffusa dall'Arcidiocesi di Agrigento, nell'ambito degli annuali avvicendamenti pastorali comunicati dall'arcivescovo di Agrigento card. Francesco Montenegro.
Si tratta di un "ritorno a casa" per entrambi i sacerdoti.
Don Gaspare Sutera, a Grotte da 13 anni (era il 4 novembre 2007 quando veniva nominato Amministratore parrocchiale di San Rocco) è stato nominato parroco della Parrocchia Maria SS. Immacolata di Lucca Sicula.
Don Vincenzo Licata, sacerdote grottese, lascerà la parrocchia San Calogero di Canicatti nella quale ha prestato per molti anni il suo servizio pastorale, essendo stato nominato parroco della Parrocchia San Rocco di Grotte.
"Lunedì 31 agosto, alle ore 10.30, incontrerò in episcopio tutti i sacerdoti interessati al cambiamento per un saluto fraterno - scrive l'Arcivescovo -, per uno scambio di idee e per concordare le date dell’inizio del loro nuovo ministero".

Carmelo Arnone
18 agosto 2020
© Riproduzione riservata.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


17/08/2020

Politica. L'on. Decio Terrana (UDC): "Eliminare i test d'ingresso universitari di settembre"

 

Decio Terrana
Decio Terrana

Il coordinatore regionale dell’UDC Italia in Sicilia, on. Decio Terrana, ha trasmesso un comunicato in cui chiede di sospendere ed eliminare i prossimi test universitari di settembre, ritenendo gli assembramenti inevitabili nelle giornate dei test, e suggerendo di evitare che i test d’ingresso diventino un focolaio per una nuova incontrollata diffusione di Covid-19 sul territorio; richiesta già inviata al ministro dell’Università e della Ricerca prof. Gaetano Manfredi.
Riteniamo che sia una follia inondare le nostre Università di studenti, e parenti degli stessi, per sostenere i test d’ingresso universitari - scrive il Coordinatore politico dell’UDC in Sicilia -. Siamo vicini ad un nuovo lockdown; non è possibile che ci si prenda un rischio così grosso quando possono essere utilizzati metodi alternativi che abbiamo già presentato in tempi non sospetti al ministro Manfredi. Abolire i test d’ingresso diventa doveroso; può essere inserito invece un filtro di selezione al termine del primo anno, individuando un numero minimo di CFU obbligatori da conseguire per potere accedere al secondo anno accademico”.
La nota dell’UDC Italia è stata anche sostenuta dalla docente di Ingegneria presso l’Università degli Studi di Palermo, prof.ssa Patrizia Livreri.
Abbiamo già visto come i test d’ingresso siano stati un catalizzatore di studenti, parenti e amici all’interno delle Università - dice la prof.ssa Livreri -. Durante i test di Biologia a Palermo non è stato possibile garantire il distanziamento sociale, con la sede d’esame inondata da un flusso incontrollato di persone. Inoltre, recenti studi dimostrano come i trasporti pubblici siano un importante veicolo di diffusione del virus, e molti studenti che raggiungerebbero in pullman o in treno la sede di esame sarebbero a rischio. L’indice di contagio in Sicilia è realmente alto e non riteniamo ci siano le condizioni per poter svolgere in sicurezza i test d’ingresso universitari”.
L’abolizione del “numero chiuso” è una delle principali battaglie portate avanti dall’UDC Italia.
L’università deve essere libera ed accessibile per tutti gli studenti, senza alcuna discriminazione - sostiene l’on. Terrana -; stiamo lottando affinché si arrivi alla totale abolizione del numero chiuso nelle università italiane. Mettere a rischio la salute di migliaia di studenti è una follia, quando invece si potrebbe “sfruttare” la situazione contingente per presentare una nuova soluzione, come quella da noi trasmessa al ministro Manfredi, che permetterebbe agli studenti una scelta più democratica del proprio percorso di studi, non più soggetto a vincoli economici per la preparazione ai test, a situazioni contingenti o addirittura a semplice fortuna, come continua ad accadere negli ultimi anni. Gli studenti devono poter dimostrare il proprio potenziale; se poi non riescono ad essere competitivi, lo stesso percorso universitario farà da filtro naturale”.
  
Redazione
17 agosto 2020.
       

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


17/08/2020

Lettere. "M5S: cambiare metodo non significa ingannare gli elettori"; di Calogero Chiarenza

 

Calogero Chiarenza
Calogero Chiarenza

Intervento dell'ing. Calogero Chiarenza (attivista Movimento 5 Stelle di Grotte) in risposta alle riflessioni del prof. Antonio Pilato.

*****

"Sul pensiero espresso dal prof. Antonio Pilato nell’articolo pubblicato su questo Quotidiano in data 16/08/2020, mi sia consentito di fare talune precisazioni.
Non è mio costume addentrarmi in temi che appartengono alla sfera filosofica e/o religiosa, né tantomeno avere la pretesa di stravolgere le convinzioni che si è fatto il prof. Pilato dell’operato del presidente del Consiglio Conte e del suo Governo in ordine alla gestione della pandemia da COVID in Italia e delle dinamiche politiche del Movimento 5 Stelle.
Mi preme soprattutto far arrivare al lettore che abbia avuto la bontà di leggere l’articolo a firma del prof. Pilato in commento una ben diversa narrazione.

Conte ha agito secondo scienza e coscienza.
Nulla quaestio che la scienza abbia dei limiti, ma ritengo che essa sia l’ultima spiaggia in cui poter trovare la soluzione migliore, anche se non perfetta, per riuscire a fronteggiare un evento della natura dalle proporzioni e dagli sviluppi a noi sconosciuti.
Decidere e conseguentemente agire contro un’epidemia, i cui effetti disastrosi non erano apparsi inizialmente in tutta la loro gravità e consistenza, non è stato semplice.
Bloccare attività economiche e rinchiudere per mesi le persone in casa, decisione questa senza precedenti dal dopoguerra poi presa dal Governo Conte su suggerimento del comitato scientifico, è stato un grande atto di coraggio, nonostante la contrarietà di soggetti del mondo economico e industriale, più che altro preoccupati di salvaguardare il proprio capitale a discapito della vita umana.
E proprio grazie al lockdown imposto con solerzia dal Governo Conte, più di quanta ne sia stata usata da altri Stati, ha scongiurato il contagio e la morte di altre migliaia di persone, soprattutto nel sud Italia.
Conte ha agito secondo coscienza mettendo al primo posto la vita umana e secondo scienza seguendo i consigli degli esperti.
Non so se Conte, come scrive il prof. Pilato, nel momento di decidere il lockdown, non avesse conosciuto o avesse fatto finta di ignorare un cielo sotto di noi e un cielo sopra di noi. Sinceramente è un linguaggio che io non capisco. Io come uomo di scienza so soltanto che di fronte a un rischio di morte occorre tentare e usare metodi concreti ed empirici. La scienza, compresa la medica, nel salvare milioni di vite umane, da Pasteur alle cure odierne con uso di nano e alta tecnologia, non credo abbia fatto affidamento solo al cielo.

Infallibilità del Presidente del Consiglio Conte.
Circa poi l’infallibilità che secondo il prof. Pilato il Presidente del Consiglio si sarebbe attribuito, faccio notare che Conte nel suo post su FB del 13/8/2020, ha scritto: “Abbiamo sempre agito in scienza e coscienza, senza la pretesa di essere infallibili ma nella consapevolezza di dover sbagliare il meno possibile per preservare al meglio gli interessi della intera comunità nazionale”. Quindi dico al prof. Pilato di lasciare stare l'infallibilità, il messaggio profetico e divino. Ciò è prerogativa che appartiene ai Papi della Chiesa, non alla scienza.

Cambiamento nel M5S.
Un conto è cambiare metodi e strategie nel governo della politica, un conto è cambiare i principi basilari (dall’onestà alla lotta contro la corruzione e la criminalità organizzata, la pubblicizzazione dei servizi, ecologia, lotta alla povertà ecc.). La presenza del M5S in una maggioranza di Governo, seppur in compagnia di altre forze politiche “avversarie”, è dettata dalla legge elettorale e da un principio costituzionale che vuole ci sia un Governo. Il M5S per realizzare i suoi principi ha necessità di stare al Governo, ove la sua presenza è di presidio contro derive affaristiche e di corruttela. Cambiare metodo, peraltro tramite decisioni democratiche interne e lasciando inalterati i principi basilari, non significa ingannare gli elettori".  
  

 

   

Calogero Chiarenza
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


16/08/2020

Letture Sponsali. "La sofferenza di un figlio conta più della sua religione"

 

Amore Sponsale
Nozze di Giuseppe e Maria

Le "Letture Sponsali" sono uno strumento sperimentale che offre gratuitamente una prospettiva sponsale alle letture della liturgia domenicale. Sono curate dal gruppo "Amore è..." (vedi il sito ufficiale), attivo dal 2006 nella diocesi di Palermo, per favorire un momento di riflessione all'interno delle coppie e nelle comunità ecclesiali. Le letture sono commentate da fidanzati e sposi (tra cui i grottesi Vera e Francesco).

*****

Questa pagina di vangelo punta su un potentissimo strumento che è alla portata di tutti: l’incontro.
Nessuna nozione teologica, nessuna predica o nessun miracolo. È l’incontro con Gesù a cambiare la vita. E questo incontro non è precluso a nessuno purché si apra il cuore a lui, alla possibilità che lui ci salvi e ci guarisca.
Infatti al tempo di Gesù i pagani, dai giudei, erano chiamati «cani».
Quindi probabilmente siamo dinnanzi ad una donna che non va al tempio, che non prega o che è pagana. Ma essa stessa all’obiettare di Gesù risponde in maniera geniale: questa immagine mostra a Gesù il cuore della donna pronta ad aprirsi alla fede. “La tua fede è come un grembo che partorisce il miracolo: avvenga come tu desideri”.
Questa donna che “non prega”, non va al tempio, che prega un altro dio, per Gesù è donna di grande fede. La sua grande fede sta nel credere che nel cuore di Dio non ci sono “figli privilegiati” e “cani”, ma l’intima convinzione che Lui prova dolore per il dolore di ognuno, che la sofferenza di un figlio conta più della sua religione.
Egli conosce il nostro cuore dal di dentro, lo sente all'unisono con il suo cuore di padre, sente il nostro dolore pulsare nel profondo delle sue piaghe e sa guarirci.
Claudia e Dario


Punto chiave
Gesù in questo episodio del vangelo comprende che la sua missione è la salvezza dell'umanità; non soltanto i figli di Israele, ma tutti i popoli saranno "condotti sul monte santo", abiteranno la Sua casa.
Se in un primo momento Gesù respinge la preghiera di questa donna pagana; di fronte ad una fede in grado di riconoscerlo "Signore" si spalancano velocemente le porte della salvezza.
La Parola di questo vangelo ci fa comprendere l'Antico Testamento, in particolare la prima lettura e il salmo. Alla sua luce vediamo la luce. Attraverso Gesù e come Gesù comprendiamo il progetto del Padre preparato da sempre: far arrivare la salvezza sino ai confini della terra.
Ed oggi noi, che eravamo pagani, come popolo redento possiamo offrire i sacrifici dei nostri giorni sul suo santo altare e con l'unico vero Agnello immolato. Questa accoglienza ed adozione a figli era da sempre nel cuore del Padre!
Sì, Gesù, la casa di Dio, la tua Chiesa, è casa di preghiera per tutti i popoli!
Rosalinda e Francesco

 
Redazione
16 agosto 2020.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


16/08/2020

Riflessioni. "Presunzione e limite della conoscenza umana, terrena e divina"; di Antonio Pilato

 

Antonio Pilato
Antonio Pilato

Riflessione del prof. Antonio Pilato.

*****

"Presunzione e limite della conoscenza umana, terrena e divina.
Il signor Conte, avvocato del popolo, come lui stesso si è dichiarato all'inizio del suo incarico, ripete agli italiani che il suo operato, per salvare gli italiani dall'aggressione pandemica, gli è stato dettato dalla scienza e dalla coscienza.
Pertanto ogni responsabilità che gli si attribuisce per non essere intervenuto in tempo, e evitare centinaia di morti, deve essere archiviata.
“Secondo scienza e coscienza” egli dice".
Ma il signor Conte non sa o fa finta  di non sapere che c'è un cielo sopra di noi e un cielo sotto di noi.
A quale cielo crede di appartenere?
Se sta sotto il cielo, dovrebbe sapere che la scienza ha i suoi limiti (la verità tolemaica non è quella copernicana), e che la ragione deve sempre presentarsi al tribunale della ragione, in cui il pensiero è giudice e imputato di se stesso.
Disconoscere questo compito vuol dire cadere in un altro grande errore, quello di considerarsi in possesso di un messaggio profetico, divino, cioè assolutamente infallibile.
Ma ancora non si è dimostrata neppure la sensatezza del linguaggio della metafisica, l'evidenza incontestabile dell'esistenza divina.
Di conseguenza il signor Conte non può considerarsi infallibile né sotto né sopra il cielo, né tanto meno profeta di altri dei, e come tutti gli uomini, nessuno escluso, si è soggetti a sbagliare, e obbligati a confrontarsi criticamente con se stessi e con gli altri.
Nemmeno può pretendere di catturare a suo vantaggio la simpatia degli italiani con  l'uso del linguaggio seducente.
Lo stesso discorso vale per il signor Grillo, che in questi ultimi tempi, ispirandosi ad Eraclito, grida forte: “Tutto  cambia, tutto diviene, tutto muta, niente permane uguale”, per giustificare il cambiamento radicale del movimento Cinque Stelle, ingannando gli elettori più sensibili.
Ma tornando alla sua personalizzata filosofia, deve sapere che muta la realtà in superficie non l'essenza, il fenomeno non il noumeno.
Si raccomanda anche a lui di apprendere bene la filosofia, e non confonderla con l'opportunità della politica". 
 

 

   

Antonio Pilato
 

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


15/08/2020

Attualità. "Ma uno che sia stato contagiato da un 'clandestino' c'è?"; di Cettina Pillitteri

 

Ragazza con mascherina
Ragazza con mascherina

Nella pioggia di statistiche quotidiane, evidentemente me ne è sfuggita una: qualcuno ha certezze in merito alla trasmissione del coronavirus da parte dei "clandestini" sbarcati sulle nostre coste?
Ho letto di ragazzi che tornano positivi da gite all'estero, di gente che ha preso il virus partecipando a un matrimonio o un funerale, di intere famiglie infettate da un parente o un amico venuto dal nord, ieri ho letto anche del sospetto contagio dei passeggeri di un autobus di linea... ma uno che sia stato direttamente contagiato da un "clandestino", c'è?
Se c'è - e deve pur esserci visto l'allarme che desta il problema - batta un colpo e ci tolga il dubbio
.  
  

Cettina Pillitteri
14 agosto 2020
© Riproduzione riservata.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


14/08/2020

Letture Sponsali. "Il dovere di tramandare l'amore"

 

Amore Sponsale
Nozze di Giuseppe e Maria

Le "Letture Sponsali" sono uno strumento sperimentale che offre gratuitamente una prospettiva sponsale alle letture della liturgia domenicale. Sono curate dal gruppo "Amore è..." (vedi il sito ufficiale), attivo dal 2006 nella diocesi di Palermo, per favorire un momento di riflessione all'interno delle coppie e nelle comunità ecclesiali. Le letture sono commentate da fidanzati e sposi (tra cui i grottesi Vera e Francesco).

*****

Cari amici, in questo giorno commemoriamo l'assunzione al cielo di Maria. Raramente ci soffermiamo a considerare il ruolo della Vergine. La maggior parte delle religioni attribuiscono alle donne un ruolo marginale. Ma per la Chiesa cattolica non è così. La Madonna innanzitutto è madre, non solo di Gesù, ma di tutti noi.
E come madre è la prima ad ascoltare le nostre preghiere.
E come madre è la prima a comprendere le nostre gioie ed i nostri tormenti.
E come madre è la prima a venirci in soccorso.
E come madre è la prima a proteggerci.
E come madre di Dio è la prima ad intercedere per noi presso suo figlio Gesù.
E noi come figli abbiamo il dovere di ricordare e tramandare sempre il suo amore.
Aline e Christian


Punto chiave
Appena Elisabetta ebbe udito il saluto di Maria, il bambino sussultò nel suo grembo. Elisabetta fu colmata di Spirito Santo ed esclamò a gran voce: «Benedetta tu fra le donne e benedetto il frutto del tuo grembo!».
Il Vangelo di oggi, festa dell'Assunzione di Maria, mostra l’incontro allegro di due donne incinte. È il saluto di due donne fecondate, la gioia di contemplare la vita che cresce in loro.
Ecco che Dio prende l’iniziativa, Egli viene, non è immobile ma è vita ed è origine di un’esistenza dinamica e creativa. Nel brano del Vangelo, infatti, vediamo Maria nell’istante successivo all’annuncio dell’angelo, appena fecondata dalla Parola, che nonostante quel che una incipiente gravidanza comporta, si alza “in fretta” per correre da Elisabetta.
Se Dio prende l’iniziativa con noi, anche noi ci muoviamo. Il testo dice che Maria va con slancio presso sua cugina. C’è tutta la felicità di una giovane donna incinta che desidera condividere la notizia con qualcuno che la può capire, la donna di cui le ha parlato lo stesso Gabriele. Maria sorge con slancio, portando qualcosa che non può tenere per sé, da condividere.
Abbiamo troppo spesso mostrato e predicato un cristianesimo fatto di obblighi o scrupoli. Ma la vita redenta è un’attività che sgorga dall’esperienza di una grande gioia, di un grande amore, di una grande tenerezza; abbiamo qualcosa di meraviglioso da condividere. Vita nuova che è perdono. Il cristianesimo non è un sistema repressivo, è affermazione, fecondità, creatività!
Elisabetta, dal canto suo, sente il salto di gioia del suo bambino. La logica dello sbocciare della vita di Dio in noi presuppone che questa Sua vita ci abbia toccato. Maria ed Elisabetta gioiscono perché Dio ha fatto qualcosa in loro.
Paola e Salvo
 
Redazione
14 agosto 2020.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


14/08/2020

Chiesa. Orari delle celebrazioni nella solennità dell'Assunzione e nella festa di San Rocco

 

Unità Pastorale di Grotte
Unità Pastorale

Pubblichiamo gli orari delle celebrazioni e delle sante Messe in occasione della solennità dell'Assunzione al cielo della Beata Maria Vergine (sabato 15 agosto 2020) e della festa di San Rocco (domenica 16 agosto 2020).
Per agevolarne la consultazione, gli avvisi settimanali sono pubblicati anche nella pagina Chiesa.

Venerdi 14 agosto
- ore 17.30,  in chiesa Madre, santa Messa vespertina.

Sabato 15
agosto - Solennità dell'Assunzione al cielo della Beata Maria Vergine
- ore 18.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, santo Rosario cantato in onore dell'Assunta;
- ore 18.30, nella chiesa Madonna del Carmelo, Vespri solenni;
- ore 19.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa solenne dell'Assunta;
- ore 19.00, in chiesa Madre, santa Messa;
N.B.: le sante Messe delle ore 19.00 di giorno 15 agosto non sono "vespertine" della domenica.

Domenica 16
agosto - Festa di San Rocco
- ore 08.15, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 10.00, nella chiesa san Rocco, santa Messa;
- ore 18.00, nella chiesa Madonna del Carmelo, santa Messa;
- ore 19.00, nella Villetta San Pio, santo Rosario in onore di San Rocco, Vespri solenni e a seguire Liturgia della Parola;
- ore 19.00,  in chiesa Madre, santa Messa.

Numero di fedeli consentito nelle chiese di Grotte:
- chiesa Madre: 112
-
chiesa Madonna del Carmelo: 60
-
chiesa San Rocco (Villetta San Pio): 25
Disposizioni particolari:
- non è consentito l'ingresso a persone con una temperatura corporea pari o superiore a 37,5° o che hanno avuto contatti con persone positive a SARS-COV2 nei giorni precedenti.
I fedeli hanno l'obbligo di:
- entrare ed uscire dalla chiesa rispettando la distanza di 1,5 metri dagli altri fedeli;
- indossare la mascherina;
- igienizzare le mani al dispenser situato all'ingresso;
- occupare il posto contrassegnato;
- mantenere la distanza di almeno 1 metro laterale e frontale dalle altre persone;
- evitare qualsiasi forma di contatto fisico;
- non dare il segno della pace;
- attenersi alle indicazioni del celebrante per ricevere la santa Comunione;
- depositare le offerte per la parrocchia negli appositi contenitori;
- non sostare in chiesa o sul sagrato dopo la celebrazione
.
  
Redazione
14 agosto 2020.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


14/08/2020

Comune. Ordinanze del Sindaco in occasione del Ferragosto 2020, per la gestione dell'emergenza Covid-19

 

Comune di Grotte (AG)
Palazzo municipale

Sono due le Ordinanze con le quali il Sindaco di Grotte, dott. Alfonso Provvidenza, con la collaborazione del Comandante della Polizia Municipale, dott. Calogero Sardo, e del Responsabile di P.O. n° 2 e 4, dott. Carmelo Alaimo, ha dato disposizioni affinché il ponte delle festività di Ferragosto possa svolgersi in serenità garantendo prioritariamente la salute dei cittadini, con la rigorosa osservanza delle precauzioni disposte per prevenire la diffusione del Covid-19.
In particolare, con l'Ordinanza Sindacale n° 45 del 11/08/2020 è stato disposto:
- il divieto assoluto, per qualsivoglia ragione, di ogni forma di assembramento, in luoghi pubblici o privati;
- il divieto di ogni attività inerente sale da ballo, discoteche e consimili, da svolgere in luoghi chiusi;
- che gli esercenti pubblici possano ospitare, presso le singole strutture, un numero non superiore al 40% del flusso di pubblico normalmente autorizzato;
- che gli avventori degli esercizi pubblici, di cui al punto precedente, abbiano l’obbligo di indossare i dispositivi di protezione individuale, sia all’interno che in prossimità degli stessi esercizi;
- che in occasione del ferragosto, gli esercenti che intendano organizzare attività rivolte al pubblico, siano tenuti a darne apposita comunicazione (entro 48 ore dallo svolgimento delle medesime), al Comune e alla Prefettura di Agrigento.
Con la successiva Ordinanza Sindacale n° 46 del 14/08/2020 è stato stabilito, a decorrere dal 14 agosto 2020 e fino al 16 agosto compreso:
- il divieto di dar luogo ad attività di natura pirotecnica, qualora la stessa non sia stata preventivamente autorizzata dai preposti Uffici comunali (fuochi d'artificio solo se autorizzati);
- il divieto di produzione di immissioni sonore che superino la normale tollerabilità, effettuate a mezzo di altoparlanti e/o amplificatori (musica a volume adeguato);
- la indifferibile cessazione di ogni attività rumorosa (musica, karaoke, filodiffusione) entro le ore 24.00 (dopo mezzanotte lasciamo riposare i cittadini);
- il divieto di vendita e somministrazione di bevande alcoliche e superalcoliche, dalle ore 24.00 alle ore 06.00 dei giorni 15 e 16 agosto 2020 (ossia nelle notti intercorrenti, rispettivamente, tra il 14 e il 15 agosto 2020 e tra il 15 e il 16 agosto 2020).
Nella stessa Ordinanza è ricordato che il mancato rispetto degli obblighi, limitazioni e divieti comporta la sanzione di 3.000,00 euro; a carico delle attività commerciali si applica anche la sanzione accessoria della chiusura per 30 giorni. Inoltre viene ribadito che il mancato rispetto delle prescrizioni in materia di prevenzione, contenimento e gestione del rischio epidemico da Covid-19 può configurare il reato di delitto colposo contro la salute pubblica.
  
Carmelo Arnone
14 agosto 2020
© Riproduzione riservata.
        

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


14/08/2020

Attualità. Il 15 agosto rimarrà chiusa la Pineta di Grotte (in Contrada Firrio)

 

Pineta di Grotte
Pineta di Grotte

Se il mare è la meta privilegiata dei vacanzieri ferragostani, al secondo posto assoluto si piazza la pineta. Tradizionale luogo dove trovare rifugio dalla canicola, trascorrere una giornata in relax tra giochi e carne al fuoco, la Pineta di Grotte, in Contrada Firrio, è stata scelta negli anni scorsi da numerosi cittadini. Purtroppo per questo Ferragosto 2020 non sarà possibile accedervi: il Dipartimento Regionale dello Sviluppo Rurale e Territoriale della Regione Siciliana, con la nota prot. n. 82729 del 12/08/2020, ha comunicato agli Enti territoriali la chiusura per la giornata del 15 agosto delle aree attrezzate (e quindi anche della Pineta di Grotte), per impedire assembramenti e afflussi di persone.
  
Redazione
14 agosto 2020.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


14/08/2020

Ambiente. Per Ferragosto sospeso il servizio di raccolta differenziata dei rifiuti

 

raccolta differenziata porta a porta

Domani, sabato 15 agosto 2020, festività di Ferragosto (e solennità religiosa dell'Assunzione della B.M.V.) non sarà effettuato il servizio di raccolta dei rifiuti domestici porta a porta.
In considerazione della giornata di riposo cui hanno diritto anche gli operatori ecologici e quanti sono impegnati nel ciclo del ritiro e della gestione dei rifiuti, i cittadini sono invitati a non depositare all'esterno delle proprie abitazioni i contenitori con il materiale differenziato, destinati a rimanere sulla strada. Il servizio riprenderà regolarmente lunedi 17 agosto.
  
Redazione
14 agosto 2020.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


14/08/2020

Viabilità. Riparate buche sulla via di fuga "Racalmare - San Benedetto"

 

Riparate buche
Riparazione buche

La strada "Racalmare - San Benedetto", classificata come via di fuga dal centro abitato di Grotte verso Agrigento, nel corso dei pochi anni dalla sua ristrutturazione ha visto il manto stradale deteriorarsi progressivamente e, in taluni casi, dar vita a buche che hanno reso difficoltoso - e a tratti pericoloso - il traffico veicolare.
Il rifacimento di lunghi tratti dello stesso percorso richiederebbe somme attualmente non disponibili, per cui si provvede, quasi sempre su interessamento dell'Amministrazione di Grotte, alla riparazione delle buche "in economia".
L'ultimo intervento - obiettivamente indifferibile - è stato eseguito ieri, con la copertura delle buche più profonde e pericolose, a titolo gratuito dall'impresa edile Castronovo di Favara (vedi foto a lato).
"Desidero ringraziare l’impresa edile del sig. Giuseppe Castronovo di Favara - ha scritto in una nota il sindaco di Grotte dott. Alfonso Provvidenza - che si è resa disponibile ad effettuare gratuitamente dei piccoli lavori di manutenzione (riparazione delle buche) nella parte finale della strada Racalmare. Purtroppo si tratta di un tratto di strada non di competenza del nostro Comune (ma del Comune di Favara), e quindi non è stato possibile intervenire direttamente. Comunque, continuano le nostre richieste di intervento agli enti competenti per la pulizia e per la manutenzione".
Se la manutenzione rappresenta per questa strada un problema costante, non di minore importanza è quello della pulizia: spesso ampi tratti di bordi laterali vengono utilizzati da ignoti cittadini come deposito di rifiuti. Problema che, come è facile prevedere, si manifesterà in tutta evidenza al termine di queste festività ferragostane.
  
Carmelo Arnone
14 agosto 2020
© Riproduzione riservata.
        

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


12/08/2020

Editoria. Pubblicato "Amori assassini", il nuovo libro di Diego Licata

 

Amori assassini
Amori assassini

Libri di Diego Licata
Copertine

Dallo scorso 21 luglio 2020 è disponibile il nuovo libro di Diego Licata dal titolo "Amori assassini".
L'autore grottese, residente a Roma, è alla sua quarta opera, preceduta da "Storie d'altri tempi" (edizioni Youcanprint, 2012), "I racconti di nonno Alfonso" (edizioni Youcanprint, 2013) e "I tre legionari" (edito in proprio, 2017).
Quest'ultimo testo "Amori assassini" (196 pagine, edizioni Youcanprint), reperibile sugli store online, è una raccolta di 5 racconti.
"Nella vita umana normalmente spesso si ricorda con nostalgia la giovinezza, quando tutto sembra possibile e si dà per scontato" dice l'Autore.
Nel primo racconto, Stefano ha tutto e non se ne rende conto. Antonio ha un'ottima famiglia ma la ragazza dei suoi desideri è già promessa. Tra i due inizia una partita a scacchi per conquistare il cuore della giovane. La conclusione della contesa - a loro insaputa - sarà determinata dai genitori.
I vari racconti sono vivacizzati da tanti flashback. Stefano, Calogero e Enrico rispecchiano la mentalità siciliana conservatrice degli anni Cinquanta. Giulio è l''unico che riesce ad affrancarsi, mettendo al primo posto l'amore vero, quello che non conosce ostacoli.
L'ultimo racconto - il più corposo dei 5 - narra di un emigrato il cui rientro in patria, dopo una vita consumata in terra straniera inseguendo un sogno, viene funestato da alcuni balordi. Alberto - questo è il nome del protagonista - non si rassegna e la sua vendetta, covata per tanto tempo, alla fine esplode tremenda.
Ma alla sua stessa domanda non può esserci che un'unica risposta: nessuno ha il diritto di farsi giustizia da solo
.
  
Carmelo Arnone
12 agosto 2020.
        

Diego Licata
Diego Licata

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


11/08/2020

Racalmuto. Presentazione del libro "Sette racconti"; giovedi 13 agosto alla Fondazione Sciascia

 

Presentazione del libro "Sette racconti"
Manifesto

Giovedi 13 agosto, a partire dalle ore 18.30, presso la Fondazione Sciascia di Racalmuto, si terrà la presentazione del libro "Sette racconti", una raccolta di testi di Catalano, Collura, Falzone, Freni, Onofri, Tomassoli e Vilardo.
La manifestazione, realizzata dalla Fondazione con il patrocinio della Regione Siciliana e del Comune di Racalmuto, è proposta in omaggio a Salvatore Sciascia.
Durante l'incontro, coordinato da Enzo Sardo (Assessore alla Cultura del Comune di Racalmuto), dopo i saluti del sindaco Vincenzo Maniglia interverranno:
- Vito Catalano (autore);
- Matteo Collura (autore);
- Salvatore Falzone (autore);
- Mauro Tomassoli (autore);
- Giuseppe Sciascia (editore).
La serata sarà animata dagli interventi musicali di Angelo Apa e del M° Gaetano Lauricella.
Con l'occasione, la dott.ssa Elena Riccio consegnerà la sua tesi di dottorato avente come tema "La ricezione di Leonardo Sciascia. Il viaggio dell'opera nello spazio e nel tempo attraverso la collezione Leonardo Sciascia - Recensioni". Sull'argomento interverrà Marina Castiglione. Al termine, gli eredi di Leonardo Sciascia doneranno il materiale d'archivio utilizzato per lo studio.
L'ingresso in sala è limitato in ottemperanza alle restrizioni previste dalle normative vigenti relative al Covid-19.
 

Redazione
11 agosto 2020
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


10/08/2020

Attualità. Alla movida grottese assembramenti senza scrupoli, nonostante le ordinanze

 

Assembramento
Assembramento

Assembramento
Assembramento

Assembramento
Assembramento

Nelle calde sere d'agosto i grottesi amano divertirsi, stare insieme, ballare, trascorrere qualche ora senza pensieri, incuranti degli eventuali pericoli paventati dai DPCM e dalle Ordinanze del presidente della Regione Musumeci (tirato per la giacca da parti contrapposte: chiudere tutto per evitare pericoli - chiedono alcuni -; aprire tutto e dare spazio alle attività turistiche e commerciali - propongono altri -).
L'ultima Ordinanza regionale, sottolineata anche dal sindaco di Grotte, dispone controlli e ingressi limitati nei locali e negli esercizi pubblici, con sanzioni fino al massimo previsto per i trasgressori, ma anche misure sanitarie speciali per contrastare il diffondersi del virus tra i migranti sbarcati in Sicilia. Nelle discoteche e negli esercizi pubblici similari sono vietate le manifestazioni al chiuso, mentre per quelle all’aperto si fa riferimento alle linee guida recepite dal DPCM, individuando i principi di distanziamento, obbligo della mascherina e riduzione della capienza massima per garantire il distanziamento previsto nelle aree destinate al ballo. In particolare la stessa Ordinanza del presidente Musumeci invita le Prefetture e i Sindaci a predisporre controlli nell’ambito delle rispettive competenze e prevede inoltre il massimo delle sanzioni amministrative per i trasgressori delle disposizioni.
Invano il Primo Cittadino reitera l'invito ad usare ogni cautela perché "il pericolo non è passato"; invano la Polizia Municipale si rivolge ai titolari degli esercizi commerciali affinché si facciano carico di far osservare ai propri clienti le misure minime del distanziamento e della mascherina.
Tutto ciò non preoccupa il grottese che, tanto certo della propria immunità dal Covid-19 quanto della propria impunità da eventuali sanzioni, si concede ben volentieri alla movida locale con momenti fortemente aggregativi.
Ma quale distanziamento, quale mascherina, quale capienza massima? Si confabula in nutriti capannelli, si sta gomito a gomito ai tavoli (all'aperto come al chiuso), ci si concede ai balli di gruppo inspirando ed espirando vigorosamente in preda al vortice della danza. Si incontrano gli emigrati di rientro per le ferie estive e qui sono d'obbligo i baci, gli abbracci, le strette di mano.
Ma dove? Quando?
Per il "dove" non c'è che da seguire la via principale del paese - a piedi, per via dell'isola pedonale opportunamente disposta - dalla chiesa Madonna del Carmelo sino alla Stazione.
Per il "quando": ogni sera a partire dalle 22.00, soprattutto nei fine settimana.
E succede anche in qualche chiesa, particolarmente in occasione di funerali (senza nessuno che inviti i fedeli al distanziamento ed all'uso corretto della mascherina; "Che il Signore ci aiuti!").
Controlli? Sanzioni? Sia mai. A quell'ora poi... Non vorremmo far crollare l'economia.
Tanto da noi il Covid non c'è; e se anche ci fosse, sarebbe di certo colpa dei clandestini.
A lato alcune immagini dello scorso fine settimana
.
  
Carmelo Arnone
10 agosto 2020
© Riproduzione riservata.
        

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


10/08/2020

Comune. Il 28 agosto sulla Gazzetta Ufficiale il bando per 2 posti di Istruttore Amministrativo (cat. D)

 

Bandi e concorsi

Sarà pubblicato il prossimo 28 agosto sulla Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana - Serie Concorsi il bando di concorso pubblico per titoli per la copertura di 2 posti, a tempo pieno ed indeterminato, di Istruttore Direttivo Amministrativo categoria giuridica ed economica “D/1” di cui 1 riservato al personale interno.
Già indetto dal Comune di Grotte, con la Determina Dirigenziale n° 467 del 30 luglio, lo schema di bando è stato revocato - in quanto si è ritenuto "necessario dettagliare nello specifico i requisiti per l’ammissione al concorso previsti al punto 4 (titolo di studio)" - e nuovamente approvato con la Determina Dirigenziale n° 495 del 6 agosto 2020.
Gli uffici comunali, contattati dalla nostra redazione, hanno confermato la prossima pubblicazione del bando di concorso in Gazzetta Ufficiale.
Gli interessati dovranno far pervenire apposita istanza entro le ore 13.00 del 30° giorno successivo alla pubblicazione dell’avviso sulla GURS Serie Speciale Concorsi, anche se tale giorno fosse festivo.
  
Redazione
10 agosto 2020.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


08/08/2020

Letture Sponsali. "Ci viene a mancare il terreno sotto i piedi"

 

Amore Sponsale
Nozze di Giuseppe e Maria

Le "Letture Sponsali" sono uno strumento sperimentale che offre gratuitamente una prospettiva sponsale alle letture della liturgia domenicale. Sono curate dal gruppo "Amore è..." (vedi il sito ufficiale), attivo dal 2006 nella diocesi di Palermo, per favorire un momento di riflessione all'interno delle coppie e nelle comunità ecclesiali. Le letture sono commentate da fidanzati e sposi (tra cui i grottesi Vera e Francesco).

*****

Il vangelo di oggi ci dice con fermezza di amare le tempeste.
La famiglia del "mulino bianco", per quanto i pubblicitari provino a stare al passo coi tempi e la adattino alle mode, non solo non esiste, ma non è neanche utile, non è il giusto modello.
Certo, a nessuno piace la sofferenza, il pericolo, le difficoltà, le crisi, ma sono tutte cose necessarie. Questi sono momenti chiave della vita, incontri con Dio, dove può nascere qualcosa di nuovo: un cambiamento, un rinnovamento, oppure un'altra caduta, non possiamo saperlo.
Si dice sempre che la fede è un dono, ma è composto da tanti piccoli tasselli di un mosaico, raramente arriva come una folgorazione, più comunemente è un percorso fatto da un primo passo e poi da un altro e così via dicendo. Come se ciò non bastasse, Gesù ci dice che questo cammino lo dobbiamo percorrere sull'acqua, se è Lui a comandarlo: «Vieni!».
Ecco che ci viene a mancare il terreno sotto i piedi, letteralmente.
Il punto è che Lui non fa questo perché ci vuole mettere alla prova o, ancora peggio, perché ci vuole male, ma perché ci ama e vuole che cambiamo qualcosa nella nostra vita. Lui ci ha chiamato in questa tempesta, ci ha portato su questa barca o ci ha spinto in qualche deserto, ma solo per dirci che possiamo affrontare quel momento, e che non siamo soli: «Coraggio, sono io, non abbiate paura!».
Questa condizione appartiene al singolo, alla famiglia, alla comunità.
Sì, Gesù si sta rivelando in un modo che non ci aspettavamo, e la nostra fede (poco o tanta che sia) potrebbe non essere sufficiente a superare le paure, ci lasciamo prendere dai dubbi.
Ma ci sono questioni che non si possono rimandare, bisogna affrontarle adesso. Siamo chiamati ad uscire dalla caverna come Elia, spinti ad uscire in mare sulla barca, con i discepoli (nel Vangelo è usato il verbo costringere), perché dobbiamo venire fuori e stare sul monte, dobbiamo affrontare le acque agitate e il vento contrario.
Preghiamo per cercare di capire come poter imboccare con decisione quella via dell'uscire verso la quale Gesù ci spinge. Troveremo Dio, nelle cose semplici, nelle cose piccole, Egli non è il vento, né il terremoto, né il fuoco, ma “sussurro di una brezza leggera”.
Lorenza e Gianluca

Punto chiave
«Signore, se sei tu, comandami di venire verso di te sulle acque».
Il Vangelo di oggi ci parla della nostra fede. Il miracolo straordinario descritto domenica scorsa ha reso Gesù attrazione per la folla: chi non vorrebbe stare con Lui, seguirlo, dopo che ha guarito, moltiplicato i pani e i pesci per tutta quella gente!
Poi Gesù costringe i discepoli a salire sulla barca e congeda la folla, sale su un monte.
Il monte è, nella Bibbia, un luogo simbolo di rivelazioni da parte di Dio.
Viene la sera e Gesù è sempre lì, da solo a pregare... ma che cosa starà facendo, lì tutto solo? - si staranno chiedendo i discepoli - che nel frattempo sono sulla barca.
Di notte le cose peggiorano: i discepoli sono soli, senza Gesù, in una barca agitata da venti contrari, immersi nel buio delle tenebre. Passano così tutta la notte: chi non avrebbe paura?
Anzi intravedono - ormai è il crepuscolo - una sagoma che cammina sul mare, sono terrorizzati, gridano ma ecco che sentono una voce: sono io, coraggio!
Pietro allora, liberatosi da ogni terrore, osa chiedere, quasi tentando il Signore: se sei tu, comandami di venire verso di te, sulle acque!
Gesù concede a Pietro secondo la richiesta ma appena il vento riprende questi dubita e quasi affoga ma Gesù lo salva: perché hai dubitato?
Questo racconto è il racconto della Chiesa e delle nostre comunità: esse saranno sempre travolte dalle tempeste, dai problemi, dai venti contrari, non dobbiamo illuderci che tutto possa filare sempre liscio.
Questo racconto è il racconto della fede di ognuno di noi: sazi di pane e pesci e guarigioni, siamo pronti a fidarci di Lui ma quando i venti della vita ci sono contrari, la notte è buia e ci terrorizza, dubitiamo, ci sentiamo soli; Gesù ci ammonisce: non avere paura, non lasciare che il dubbio logori la tua fede, anche nella notte, quando tutto sembra perduto, anche quando il male sembra avere prevalso e il terrore ci fa scambiare Gesù per un fantasma, il Signore ascolta la nostra preghiera "Salvami!".
Gloria e Luciano

 
Redazione
8 agosto 2020.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


07/08/2020

Culti. Nino Genova: "Finalmente si torna ad evangelizzare"; venerdi 7 agosto a San Leone (Agrigento)

 

Nino Genova
Nino Genova

Evangelizzazione
Evangelizzazione

"Finalmente si torna ad evangelizzare!"; a dichiararlo è il pastore Nino Genova, responsabile del Centro Evangelistico “Condividere Gesù”, comunità cristiana evangelica pentecostale con sede ad Agrigento (Via Re Pietro IV). Il primo appuntamento dopo l'emergenza Covid-19 è per questa sera, venerdi 7 agosto 2020, a partire dalle ore 21.00, in Piazza Giglia nella località balneare agrigentina di San Leone.
La Chiesa “Condividere Gesù” lancia l'invito a partecipare ad una serata diversa ed emozionante, nel corso della quale verranno presentate mimiche, video, testimonianze e molto altro.
"Per mezzo di questi strumenti - continua il pastore Genova - affronteremo settimanalmente tematiche sociali dei giorni nostri, tutto ciò finalizzato al recupero dei valori perduti. Felici di 'Condividere Gesù' con i nostri amici. Vi aspettiamo e Dio vi benedica!".
Il Centro Evangelistico “Condividere Gesù”, tramite l'attività del pastore Nino Genova, porta avanti un lavoro di cellule familiari anche nei paesi di Porto Empedocle, Siculiana, Favara, Montallegro e Grotte.
  
Redazione
7 agosto 2020.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


07/08/2020

Comune. Avviso per la nomina del Collegio dei Revisori dei Conti per il triennio 2020/2023

 

Revisori dei Conti
Revisori dei Conti

Il Comune di Grotte, lo scorso lunedi 3 agosto 2020, ha indetto un avviso pubblico per la nomina del Collegio dei Revisori dei Conti per il triennio 2020/2023.
Scade oggi l'incarico del precedente Collegio (eletto il 7 agosto 2017), salvo il termine di prorogatio fissato per un massimo di quarantacinque giorni; termine necessario per procedere al rinnovo dell'Organo di Revisione Contabile per il prossimo triennio.
Negli enti locali della Regione Sicilia la revisione economico-finanziaria è svolta da un Collegio di Revisori dei Conti, composto - per i Comuni con popolazione superiore a 5.000 abitanti - da tre membri, scelti mediante estrazione a sorte tra i professionisti residenti in Sicilia, iscritti nel registro dei revisori legali, nonché tra gli iscritti all'ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili, che abbiano richiesto di partecipare alla procedura di scelta dell'organo di revisione dell'ente locale e siano in possesso dei seguenti requisiti:
- iscrizione da almeno cinque anni nel registro dei revisori legali o all'ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili;
- avere svolto almeno un incarico di revisore dei conti presso enti locali della durata di tre anni;
- conseguimento, nell'anno precedente, di almeno 10 crediti formativi per aver partecipato a corsi e/o seminari formativi in materia di contabilità pubblica e gestione economica e finanziaria degli enti territoriali.
L'
avviso è pubblicato all’albo pretorio on-line, sul sito istituzionale dell’Ente e sul sito istituzionale del Dipartimento Regionale delle Autonomie Locali (non è più obbligatoria la pubblicazione in GURS degli avvisi per la nomina degli organi di revisione economico-finanziaria degli enti locali) per un periodo non inferiore a trenta giorni, durante il quale i soggetti in possesso dei requisiti prescritti possono manifestare la propria disponibilità a ricoprire l’incarico di componente del Collegio dei Revisore dei Conti.
Il nuovo
Collegio dei Revisore dei Conti del Comune di Grotte per il triennio 2020/2023 avrà decorrenza dalla data di esecutività dell’atto consiliare di nomina.
  
Redazione
7 agosto 2020.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


06/08/2020

Volontariato. L'AVIS dona un aspiratore all'ospedale di Agrigento; ringraziamenti dal Direttore dell'ASP

 

AVIS Comunale di Grotte
AVIS di Grotte

L'AVIS (Associazione Volontari Italiani del Sangue) di Agrigento, nel corso del periodo di maggiore emergenza dovuta al Covid-19, avendone la disponibilità e constatando le esigenze dell'Azienda Sanitaria Provinciale di Agrigento, ha deciso di donare all'Ente un congruo numero di mascherine, schermi protettivi e soprattutto un Aspiratore TOBI Clinic 2X2 I.
Ieri, mercoledi 5 agosto, il Direttore Generale dell'ASP 1 AG, dott. Alessandro Mazzara, ha voluto esprimere tramite una lettera, avente come Oggetto "Atto di liberalità", il proprio ringraziamento per il gesto di generosità.
"La scrivente Direzione - ha scritto
il dott. Mazzara - ha appreso, per il tramite della competente Unità Operativa Aziendale AAGG, della Vostra iniziativa meritoria consistente nella promozione dell'atto di liberalità - disposto in favore di questa Azienda Sanitaria Provinciale - di un Aspiratore TOBI Clinic 2X2 L. La capacità di mostrarsi vicini alle esigenze della comunità - ha continuato il Direttore - è importante già in un contesto di assoluta normalità, ma risulta del tutto encomiabile in un momento storico difficile, come quello che stiamo vivendo attualmente, per lo stato di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da Covid-19, per il quale si è chiamati a garantire, in ogni caso, il massimo dell'efficacia delle procedure sanitarie. Per detta ragione, a nome mio - conclude la lettera - e dell'Asp di Agrigento che rappresento, intendo - con la presente - rivolgere il più vivo ringraziamento per questo contributo, che dimostra grande attenzione e particolare sensibilità, ancor prima della redazione del relativo atto amministrativo di accettazione della donazione di cui trattasi, e di cui Codesta Associazione risulterà esserne destinataria".
  
Redazione
6 agosto 2020.
  


 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


06/08/2020

Economia. Bando di 1 milione 400 mila euro per investimenti in attività extra agricole

 

GAL SCM
GAL SCM

Scadrà il prossimo 27 ottobre il termine per partecipare al bando “Supporto alla diversificazione dell’attività agricola verso la creazione e sviluppo di attività extra-agricole” - Azione Pal “Sostegno a investimenti alle aziende agricole nel settore del turismo sostenibile” che ha una dotazione finanziaria di 1.400.000,00 euro, pubblicato dal Gal (Gruppo di Azione Locale) Sicilia Centro Meridionale che permette di ottenere finanziamenti per investimenti (previsti interventi per agriturismi).
A renderlo noto è stato il presidente del Gruppo di Azione Locale Giuseppe Guagliano.
"Verranno sostenute - dice il presidente Guagliano - le attività rivolte al completamento di filiere locali ed alla valorizzazione delle specificità culturali ed enogastronomiche connesse alle produzioni agricole ed alimentari di qualità. Questo per il rafforzamento dell’offerta turistica attraverso strutture di accoglienza e servizi innovativi. Per ciò che riguarda i servizi, si intende promuovere la diffusione di attività destinate ad incrementare il livello e la qualità di servizi per l’agriturismo, attraverso  investimenti in strutture per attività ricreative, sportive e culturali, per attività di ospitalità e di ristorazione purché congiunta a quella di ospitalità. Si prevede - continua Guagliano - di incentivare la realizzazione di interventi mirati alla creazione di nuove attività e all’ampliamento di quelle esistenti, attraverso la ristrutturazione, recupero, riqualificazione e adeguamento delle strutture aziendali. Il mio appello - conclude il Presidente del Gal - è rivolto alle imprese del territorio invitandole a partecipare a questo bando le cui domande scadranno il prossimo 27 di ottobre".
Maggiori informazioni e dettagli sono disponibili sul sito www.galscm.it.
Del Gal Scm fanno parte i Comuni di Canicatti, Castrofilippo, Camastra, Comitini, Campobello di Licata, Favara, Grotte, Licata, Lampedusa e Linosa,  Naro, Palma di Montechiaro, Racalmuto e Ravanusa
.
  
Redazione
6 agosto 2020.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


06/08/2020

Teatro. "Donne in Pirandello": XX Pirandello Stable Festival; al Caos il 15 agosto (ingresso gratuito con ticket)

 

Donne in Pirandello
Manifesto

Sabato 15 agosto, nell'ambito delle iniziative del XX Pirandello Stable Festival al Caos - direzione artistica di Mario Gaziano -, sul tema "Pirandello tra classicità e mediterraneità", verrà proposto lo spettacolo “Donne in Pirandello” (performance artistiche con recitazioni, video, canti popolari pirandelliani e movimenti coreografici) interpretato da Lia Rocco, Maria Grazia Castellana, Maria Fantauzzo e Rosa La Franca, e con la partecipazione di Antonio Zarcone, Mimmo Pontillo, Filippo Randisi, Giuseppe Portannese ed il contributo del filmaker Diego Romeo.
La manifestazione (ingresso ore 20.30, inizio spettacolo ore 21.00), che si terrà ad Agrigento presso l’Area Casa Natale di Luigi Pirandello al Caos - al Teatro del Caffè Letterario "Pirandello" - è ad ingresso gratuito con ticket da ritirare (a partire da lunedi 10 agosto) presso il box office di Via Imera n° 27.
  
Redazione
6 agosto 2020.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


06/08/2020

Spettacolo. Fonziu Purtusu ospite d'onore della Corrida, nella serata finale di sabato 8 agosto

 

Fonziu Purtusu
Fonziu Purtusu

Sarà Fonziu Purtusu (notissimo "personaggio" agrigentino, all'anagrafe Alfonso Restivo) l'ospite d'onore della serata finale dello spettacolo "La Corrida", organizzato a Grotte da Aristotele Cuffaro. Le prime 2 serate si sono svolte sabato 25 luglio e sabato 1 agosto. Alla finalissima del prossimo sabato 8 agosto, in Piazza Marconi, potranno partecipare i 5 migliori concorrenti delle precedenti serate. Anche per la finale verranno premiati i concorrenti piazzati al 1° 2° e 3° posto. All'ospite d'onore Fonziu Purtusu sarà conferita una targa quale "Personaggio della provincia di Agrigento". Per assistere allo spettacolo - ed evitare assembramenti in ossequio alle norme anti covid-19 - è necessario prenotare i posti a sedere presso il Bar Marconi o il Central Bar.
  
Redazione
6 agosto 2020.
  

La Corrida
Corrida

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


05/08/2020

Solidarietà. Dalla Famiglia Mancuso 17.500 gelati in dono all'Arcidiocesi di Agrigento

 

Solidarietà - Dalla Famiglia Mancuso
Dono alla Caritas

Investire sul territorio è uno degli scopi che da sempre si propone la Famiglia Mancuso; una "mission" definita sin da quando il capostipite Vincenzo Mancuso, dopo un periodo di emigrazione nel Regno Unito, decise di impiantare nell'agrigentino - e precisamente a Grotte, suo paese natale - il suo laboratorio di gelati. Una passione - quella per il lavoro - tramandata ai figli Salvatore, Antonio e Rosario che, sotto lo sguardo premuroso della mamma Pietra La Rocca, hanno saputo trasformare in una solida realtà imprenditoriale nel campo dell'industria alimentare; realtà che - con lo storico marchio di gelati "Mancuso" e "Gelma Gelati" con sede nella zona industriale di Agrigento - travalica i confini nazionali.
All'iniziativa dello scorso mese di maggio (la donazione di quattro ventilatori polmonari all'Ospedale San Giovanni di Dio di Agrigento) fa seguito oggi l'avvio di un nuovo progetto di solidarietà con il coinvolgimento dell'Arcidiocesi di Agrigento.
I volontari della Caritas di Grotte, coordinati dal responsabile Stefano Maida, hanno provveduto a ritirare vaschette, coppette e coni - per un totale di 17.500 gelati donati dalla Famiglia Mancuso - per distribuirli alle diverse comunità che assistono persone in difficoltà nel territorio provinciale.
Nelle parole di Antonio Mancuso, uno dei fratelli titolari dell'Azienda, le motivazioni del gesto di generosità: "In un periodo in cui le conseguenze sociali del Covid-19 stanno sempre più allargando i confini della povertà e del razzismo, abbiamo pensato di donare un sorriso con i nostri gelati ai bambini e ai ragazzi dei centri di accoglienza e case famiglia di cui l’Arcidiocesi si occupa e che aiuta quotidianamente; persone che stanno vivendo questo particolare periodo storico con maggiore sofferenza".
Una rete di solidarietà e collaborazione che la Famiglia Mancuso rinnova con impegno a cadenza regolare con le associazioni del territorio.
A Vincenzo Mancuso "Pioniere dell'Industria del Gelato" il Comune di Grotte nel 2018 - con una significativa cerimonia commemorativa - ha voluto dedicare la piazzetta che costituisce il "salotto" nel centro del paese.
  
Carmelo Arnone
5 agosto 2020
© Riproduzione riservata.
        

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


04/08/2020

Racalmuto. Presentazione del libro "Asini Preti Cantastorie"; giovedi 6 agosto alla Fondazione Sciascia

 

Asini Preti Cantastorie
Manifesto

"Asini Preti Cantastorie in Racalmuto, la 'Piccola Palermo'" è il titolo del libro - di Salvatore Campanella - che verrà presentato giovedi 6 agosto 2020, a partire dalle ore 18.30, presso la Fondazione Sciascia di Racalmuto.
Il testo, edito da Armando Siciliano, verrà presentato in una serata all'insegna della memoria storica e delle tradizioni.
Nel corso della manifestazione, coordinata da Enzo Sardo (Assessore alla Cultura del Comune di Racalmuto), dopo i saluti del sindaco Vincenzo Maniglia interverranno:
- Lia Lo Bue (presidente del Centro Culturale "Lo Bue" e scrittrice);
- Armando Siciliano (editore);
- Salvatore Campanella (autore del libro).
La serata sarà animata da letture a cura di Giulio Seminerio e interventi musicali di Giuseppe Maurizio Piscopo.
 

Redazione
4 agosto 2020
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


04/08/2020

Comune. Concorso per 2 posti a tempo pieno e indeterminato di Istruttore Amministrativo (cat. D)

 

Bandi e concorsi

Lo scorso 30 luglio il Comune di Grotte ha pubblicato un bando di concorso pubblico per titoli per la copertura di 2 posti, a tempo pieno ed indeterminato, di Istruttore Direttivo Amministrativo categoria giuridica ed economica “D/1” di cui 1 riservato al personale interno.
Tenuto conto del periodo emergenziale Covid 19 e delle modalità consentite ai fini procedurali e concorsuali dirette a prevenire i contagi, il Comune ha ritenuto opportuno effettuare la selezione per soli titoli, pertanto i candidati dovranno presentare titoli professionali e di servizio comprovanti adeguata professionalità, esperienza e competenza, in relazione al posto messo a concorso ed alle relative mansioni da svolgere.
Il
bando di concorso per soli titoli per la copertura di 2 posti di Istruttore Amministrativo ed il modello semplificativo di domanda saranno pubblicati entro fine agosto all'Albo pretorio on-line e sul sito istituzionale del Comune (nella sezione Amministrazione Trasparente), e sulla Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana - Serie Concorsi.
  
Redazione
4 agosto 2020.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


04/08/2020

Comune. Grotte assume 1 Istruttore Direttivo Contabile (cat. D); avviso per la mobilità volontaria

 

Bandi e concorsi

Il Comune di Grotte ha emanato un avviso per la mobilità volontaria, nell'ambito delle pubbliche amministrazioni, per la copertura di 1 posto di “Istruttore Direttivo-Contabile” categoria “D/1”. Il posto tuttora vacante è a tempo pieno ed indeterminato. L'avviso rientra nell'ambito del programma triennale 2020/2022 del fabbisogno del personale in cui, per l’anno 2020, è stata prevista l’assunzione di questa specifica figura professionale. L'avviso è stato pubblicato all'Albo Pretorio in data 30 luglio2020. Le domande possono essere inoltrate entro 15 giorni.
  
Redazione
4 agosto 2020.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


03/08/2020

Politica. "Riappropriamoci dei locali di Via Pirandello"; nota del Gruppo M5S Grotte

 

Movimento 5 Stelle - Grotte

Intervento del Gruppo consiliare M5S di Grotte.

*****

"Chiediamo al sindaco Alfonso Provvidenza di ripristinare la legalità a Grotte riappropriandoci dei locali di Via Pirandello, l’ex sala mensa della vecchia scuola media e la palestra, assegnati senza avviso pubblico, quali siti idonei, con il perdurare dell’emergenza, ad organizzare in sicurezza, attività ed eventi.
Si tratta di immobili pubblici da mettere a disposizione di tutte le associazioni che ne faranno richiesta nonché della scuola (infanzia, primaria, secondaria di primo grado)".
  

 

   

I Consiglieri
Costanza Angelo
Casalicchio Mirella
Morreale Salvatrice
Vizzini Giada
 

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


03/08/2020

Attualità. Intervista al Sindaco su: Polizia Municipale, acqua, rifiuti, concorsi... ed altro

 

Intervista al Sindaco di Grotte
Guarda il video

Il Sindaco di Grotte, dott. Alfonso Provvidenza, intervistato dal nostro direttore Carmelo Arnone, risponde a domande su temi di attualità (guarda il video).

Il primo argomento ha riguardato la nomina a Responsabile dell'Area Vigilanza e Cultura del dott. Calogero Sardo (chiamato a rivestire anche l'incarico di Comandante del Corpo di Polizia Municipale di Grotte); la nomina ha validità sino al 31 ottobre ma il Sindaco ha confermato che, alla scadenza, verrà rinnovata per poter dare continuità all'azione responsabilità e di comando del dott. Sardo.
Il secondo tema è stato quello dei recenti ritardi nella distribuzione dell'acqua, dovuti alle frequenti rotture lungo la condotta di distribuzione; sono necessari interventi di rifacimento dell'intera rete - interventi già previsti ma in sospeso, in attesa di finanziamenti da parte della regione o dello Stato.
Come argomento di discussione non poteva mancare il servizio della raccolta differenziata dei rifiuti. Si è definitivamente risolta la questione dei ritardi nel pagamento delle spettanze mensili agli operatori di igiene ambientale. Rimane al momento sospeso il servizio di raccolta degli ingombranti e del materiale RAEE (Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche) perché la discarica di Siculiana è stata posta sotto sequestro e si è in attesa di ricevere indicazioni dalla Regione riguardo l'impianto nel quale conferire questo materiale. Ancora una volta il Sindaco ha fatto rilevare la scandalosa situazione di quella percentuale di cittadini che, pur non trovandosi in difficoltà economiche, da anni non paga la TARI; sono già programmati gli interventi di recupero delle somme dovute.
Il Comune - detto il Sindaco - ha pubblicato un bando per la mobilità di un Funzionario contabile e sta approntando un concorso per due posti di Funzionario amministrativo (di cui uno riservato al personale interno); il concorso sarà soltanto per titoli, in modo da evitare qualsiasi tipo di discrezionalità da parte della Commissione, garantire la celerità delle operazioni di valutazione ed assicurare la massima trasparenza.
Nell'ambito delle misure a tutela della salute pubblica e della tutela dell'ambiente l'Amministrazione ha adottato recentemente diversi provvedimenti sanzionatori rivolti: ai proprietari dei cani che non raccolgono le deiezioni dei propri animali; ai titolari di esercizi commerciali che hanno l'obbligo di provvedere alla pulizia - alla chiusura serale - del suolo pubblico entro 50 metri dal proprio esercizio; a quanti, in orario notturno (dopo le 24.00), continuano con le emissioni sonore oltre una determinata soglia.
Per quanto concerne le iniziative culturali estive, il Primo Cittadino - pur nel rispetto delle limitazioni previste dalle norme contro la diffusione del Covid-19 - ha confermato che nel mese di settembre i principali Premi cittadini si svolgeranno, così come alcuni spettacoli le cui richieste di svolgimento sono pervenute al Comune: "Da un lato lavoriamo per farli, dall'altro le notizie di ripresa del Covid ci inducono ad essere molto cauti".
Pubblichiamo il video dell'intervista - guarda il video - (riprese © a cura dell'Associazione Culturale "Punto Info").
  
Redazione
3 agosto 2020.
  

 

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


01/08/2020

Spettacolo. "Miss and Music Grotte Estate 12020"; venerdi 7 agosto in Piazza Marconi

 

Miss and Music Grotte Estate 2020
Edizione 2019

Aggiornamento al 2 agosto 2020.
La manifestazione è stata rinviata a data da destinarsi.

*****

Torna a distanza di un anno a Grotte, in Piazza Marconi, lo spettacolo "Miss and Music Grotte Estate 2020 - VI edizione", presentato dal giornalista Davide Sardo.
Venerdi 7 agosto, dalle ore 21.00, sul palco che sarà allestito in Piazza Marconi a Grotte, sfileranno tante ragazze in costume da mare, in abito casual e con il vestito elegante, per una serata all’insegna della moda e della musica. Saranno premiate le prime sei classificate, mentre una giuria di qualità eleggerà la Miss Grotte 2020 che riceverà anche un “prezioso” regalo. Possono partecipare gratuitamente ragazze dai 14 ai 28 anni.
Anche quest'anno verrà assegnata la fascia di "Miss Mascotte Grotte 2020". Vi potranno partecipare le ragazze dai 9 a 13 anni. Ed ancora, in passerella anche i bambini che sfileranno in costume da mare, in abbigliamento casual e in elegante. Vi potranno partecipare, gratuitamente, i bambini dai 4 agli 8 anni.
Le uscite delle Miss saranno intervallate da esibizioni canore e di danza. Per partecipare è possibile iscriversi (entro il 5 agosto) al Bar Marconi - sponsor ufficiale della manifestazione - oppure contattare l'insegnante di danza Antonella Paradiso della "Pas de Danse", al numero 339.2192669.
  
Redazione
1 agosto 2020.
  

 

         

Torna alla home page Torna su

Per intervenire su questo articolo: "Contattaci" o invia una "E-mail"

Seguici su Segui "Grotte.info Quotidiano" su Facebook


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

www.rotte.info

Copyright © 2002-2020